Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 State sciallati quando non avete sbatti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 15813
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: State sciallati quando non avete sbatti   Ven Ott 17, 2014 12:09 pm

Promemoria primo messaggio :

http://www.orizzontescuola.it/news/dispersione-scolastica-vii-commissione-indagine-conoscitiva-quali-strategie


"6. Formazione docenti: la formazione dei docenti dovrebbe essere una delle chiavi per combattere la dispersione aumentando la qualità della didattica che dipende in modo molto stretto dalla formazione degli insegnanti in servizio attraverso programmi di arricchimento lessicale, insegnamento reciproco tra pari, relazioni tra studente e insegnanti. "

Noi docenti abbiamo un lessico troppo povero, dobbiamo arricchirlo, solo così potremo fare breccia nell'attenzione e nella comprensione dei nostri studenti.

Io ho 7 anni di esperienza nei professionali, se volete posso condividerla con voi e posso insegnarvi un bel po' di turpiloquio (lo sapete che sarei un ottimo maestro), a ruttare, scorreggiare e nel corso avanzato anche a bestemmiare.

Sono carente nella comunicazione non verbale, lì non vado oltre il dito medio sollevato, quindi è gradita la collaborazione di un assistente.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 15813
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: State sciallati quando non avete sbatti   Sab Ott 18, 2014 4:42 pm

Si applica lo stesso criterio agli spettatori di un cinema ? No perchè loro sono clienti e usufruiscono di un servizio e non hanno responsabilità verso gli altri clienti ?
Anche i ragazzi sono fruitori di un servizio, e ripeto, non ha chiesto il ragazzo onesto di essere messo in classe con un ragazzo disonesto; non è compito del ragazzo onesto diventare antipatico a tutta la classe nè rischiare ritorsioni.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: State sciallati quando non avete sbatti   Sab Ott 18, 2014 4:54 pm

Nemmeno le persone oneste hanno chiesto di essere messe in un mondo dove c'è chi ruba.

Eppure, volenti o nolenti fanno parte di una comunità e sono tenute a pagarne le spese gestionali quindi pagheranno con il loro contributo anche lo stipendio del carabiniere che viene a casa mia.
risentiranno  inoltre del mio nervosismo quando mi avvicineranno.

Si vive in comunità e si condivide.

Ed è bene che ci si abitui ad assumersi la responsabilità di comportarci tutti bene per stare tutti bene e anche di cercare di bloccare chi si comporta male, per stare tutti bene. Ciò avviene più facilmente se testiamodirettamente quanto il cattivo comportamento di qualcuno anche non immediatamente verso di noi, ci danneggi comunque personalmente
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: State sciallati quando non avete sbatti   Sab Ott 18, 2014 6:26 pm

Stiamo incominciando a inoltrarci in altri ambiti, qui si parlava di note collettive a tutta la classe e come insegnante sono fermamente convinta che non sono giuste e non servono a niente...."mal comune mezzo gaudio" molti studenti le recepiscono così, altri sentono di aver subito un'ingiustizia e ne soffrono
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: State sciallati quando non avete sbatti   Sab Ott 18, 2014 6:41 pm

ma dove sono gli altri ambiti?

La nota collettiva è il danno alla comunità derivante dal cattivo agire di una persona.

Certo che subiscono una ingiustizia con una nota collettiva ma non dalla nota. Subiscono una ingiustizia da chi si è comportato male non pensando che li avrebbe danneggiati-

Sapere che fare qualcosa di male verso qualcuno in particolare danneggia tutti può indurre il ragazzo ad astenersi per non mettere in difficoltà i compagni.

I compagni sono sollecitati a dirgli di piantarla per non essere messi in difficoltà e ad assumersi la responsabilità anche in prima persona di denunciare chi si comporti male e stia zitto danneggiando tutti.

Ciascuno dei ragazzi per il bene della classe e perchè nessuno /nemmeno lui / subisca ingiustizie

Ciascuno di noi per il bene della collettività e perchè nessuno /neanche noi/ subisca ingiustizie
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: State sciallati quando non avete sbatti   Sab Ott 18, 2014 6:58 pm

Ire lo hai capito o no che gli studenti delle note collettive se ne fregano altamente? Non possono rappresentare in nessun caso un messaggio educativo. Parlo da insegnante e mi baso sulle reazioni che vedo negli studenti e sui loro commenti in seguito ad una nota data da qualche collega a tutta la classe. Ci sono casi in cui ne fanno una "collezione" e fanno a gara con altre classi per chi ne prende di più. Le note collettive non servono sicuramente a responsabilizzare gli studenti, il tuo intervento è totalmente slegato dalla realtà della scuola, delle classi e degli studenti, questo nel pianeta Terra, forse sarà valido in altre galassie che io non conosco
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: State sciallati quando non avete sbatti   Sab Ott 18, 2014 7:13 pm

non ho capito giovanna: se ne fregano altamente o le vivono come una ingiustizia?

delle due l'una.

E il mio intervento non è slegato dalla scuola perchè la scuola è una colletività.

Le regole che vigono fuori devono essere assolutamente presenti e percepibili anche a scuola.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6161
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: State sciallati quando non avete sbatti   Sab Ott 18, 2014 8:12 pm

Ire ha scritto:
E il mio intervento non è slegato dalla scuola perchè la scuola è una colletività.

Il fatto che il tuo intervento sia "slegato" significa che tu non hai la più pallida idea di come funzionino realmente le cose dentro alla scuola, eppure ti ostini a pontificare come se lo sapessi, o come se considerassi facilissimo capirlo dall'esterno.

I primi tempi potevi anche dare l'impressione di capirne davvero qualcosa, e quindi qualcuno ha provato sinceramente a considerarti un'interlocutrice interessante, dandoti fiducia e pensando davvero che ci capissi qualcosa; ma dopo tutti questi anni, chiunque ci abbia provato non ha fatto altro che sbattere contro un muro disarmante di ottusità e di mistificazione insostenibile.

Per cui, fattene una ragione: tu stai quotidianamente dimostrando che di vita concreta all'interno della scuola, non ci capisci NULLA.

Finché ti limitavi a lanciare piccole allusioni ammiccanti, a piccole dosi, qualcuno poteva anche credere che in realtà ci capissi abbastanza... ma più parli, e più si rende evidentissimo che in realtà non ne sai un tubo di niente, e quanto più insisti, tanto più la cosa diventa ancora più evidente.

L.


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Sab Ott 18, 2014 8:20 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15813
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: State sciallati quando non avete sbatti   Sab Ott 18, 2014 8:18 pm

Da studente non me n'è mai fregato nulla.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: State sciallati quando non avete sbatti   Sab Ott 18, 2014 8:24 pm

Provvedimenti disciplinari come le note collettive o peggio le sospensioni collettive sono del tutto inutili e fanno percepire solo il senso dell'ingiustizia.
In passato ho proposto e come me altri colleghi punizioni più efficaci che colpivano la classe negli interessi più tangibili. Nella scuola in cui ero prima si disponeva di un pullman e questo era molto usato per le visite guidate programmate sia in ambito di materie d'indirizzo sia in ambito di materie d'indirizzo comune. Ogni classe, nel corso dell'anno, usciva mediamente 5 o 6 volte, talvolta anche di più. Quando siamo ricorsi a sanzioni collettive quella più efficace era l'esclusione della classe dalle visite guidate per 1-2 mesi finanche un intero quadrimestre. E la sanzione pesava, cavoli se pesava...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15813
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: State sciallati quando non avete sbatti   Sab Ott 18, 2014 8:27 pm

Ire ha scritto:
non ho capito giovanna:  se ne fregano altamente o le vivono come una ingiustizia?

delle due l'una.

E il mio intervento non è slegato dalla scuola perchè la scuola è una colletività.

Le regole che vigono fuori devono essere assolutamente presenti e percepibili anche a scuola.
La scuola non è una collettività, ci piacerebbe che lo fosse ma non lo è.
Ogni studente tira l'acqua al proprio mulino, studia se ne ha voglia, copia se ne ha la possibilità, se c'è da andare in gita si paga la sua quota e chi non può resta a casa, idem per la mensa; quelli buoni se inseriti in classi di merda se ne vanno, chi vuole fare un indirizzo lo fa e non si preoccupa di cosa facciano gli altri.
La scuola è un servizio e nulla più.
Posso assicurarti che se quella nota modificasse il voto di uscita dal ciclo scolastico e se avesse ripercussioni sul futuro dei ragazzi, i ricorsi fioccherebbero e verrebbero vinti.
Le note di classe vengono tollerate solo perchè nessuno le prende in alcuna considerazione ..... neanche i docenti (in sede di scrutinio finale).

Tra l'altro se uno studente mi dicesse che Tizio è il colpevole e se Tizio non lo ammettesse, io non me la sentirei di mettere la nota a Tizio.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: State sciallati quando non avete sbatti   Dom Ott 19, 2014 8:49 am

Perdonatemi, ma quando si dice che c'è qualcosa che non va si usa un eufemismo.

Continuate a farvi scudo con il fatto che a scuola le cose sono diverse, che chi sta fuori non capisce... che questa cosa non serve a nulla.

Fiioccano i ricorsi, dici, avido? Bene, i ricorsi bisogna poi vincerli. E non sono proprio certa che cominciare un dibattito sociale sul perchè qualcuno abbia fatto quel ricorso non sia un semino che va verso la ripresa in mano di una situazione degenerata.

Ci sono migliaia di persone che si lamentano e nessuno fa nulla. Non è detto che se qualcuno comincia a fare qualcosa non abbia seguito.

Sto parlando con persone intelligenti, anche se so che poi ne arriveranno altre, pazienza, decido di fare un discorso impopolare e mi beccherò quello che ne seguirà:

con mio enorme rammarico e contro le mie profonde convinzioni sul fatto che solo la scuola possa fare la differenza tra la civiltà e la barbarie sociale, una scuola come quella di adesso non serve a nulla. I ragazzi si diplomano e non conoscono nemmeno i fondamentali, gli atti di prevaricazione gli uni contro gli altri sono all'ordine del giorno tra alunni, tra alunni e adulti, tra adulti.

Lavorate sotto assedio e alla fine vi va bene se l'anno scolastico procede senza incidenti, senza farvi male, con qualche soddisfazione di uno o due ragazzi che, nonostante la situazione, si innamorano della materia e vi rispondono in modo corretto.

Molti studiano su internet, se assegnate un libro da leggere se lo vanno a vedere le note sul web e tirano fuori un lavoro confezionato in tre ore il pomeriggio prima della consegna
Vi affidano il cellulare che non si può tenere in classe e ne hanno altri due nascosti nei calzini

Visto che comunque sono tenuti ad andare a scuola e ad avere tre quattro voti a quadrimestre fanno i conti delle assenze che possono fare per non invalidare l'anno, si presentano alle verifiche solo quando si sentono pronti e spesso non sono pronti nel giorno prefissato ma chiedono recuperi su recuperi e studiano a casa in autonomia.

A cosa serve questa scuola se non si assume il primario compito di educarli alla civiltà?

A casa, quando sono piccoli, la famiglia li educa ai rapporti interpersonali ma è nella scuola che vivendo in comunità possono capire le regole del vivere civile. Nemmeno volendo a casa hanno un terreno di sperimentazione come invece hanno a scuola.

Il vostro compito è anche quello di guidarli in questo, (e naturalmente la famiglia deve fare la sua parte) se vi assogettate al "non serve" "arrivano i ricorsi" chiudiamo tutto e viviamo così. Mi sembra che i segnali di dove stiamo andando siano belli forti e chiari.

E' vero, prendiamo il borseggiatore, lo identifichiamo, gli facciamo una denuncia e poi lo lasciamo andare. Serve abbastanza a poco, lo so. Ma allora visto che non serve, non identifichiamolo nemmeno, non facciamogli nemmeno la denuncia e guardiamolo indifferenti quando lo vediamo allungare le mani.

E così che funziona?

Beh, c'è qualcosa che non va-


Per cercare di prevenire prevedibili obiezioni al mio discorso faccio notare che, naturalmente, quello di cui sopra non è il SOLO vostro compito. Anche quello di insegnare è vostro compito, quello di trasmettere conoscenze, quello di stimolarli ad ampliarle, quello di verificare che abbiano imparato ciò che devono sapere per poter vantare un titolo di studio (e me ne dimentico mille che voi avete invece immediatamente presenti)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
mac67



Messaggi : 4698
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: State sciallati quando non avete sbatti   Dom Ott 19, 2014 9:09 am

Ire ha scritto:

A cosa serve questa scuola se non si assume il primario compito di educarli alla civiltà?

A casa, quando sono piccoli, la famiglia li educa ai rapporti interpersonali ma è nella scuola che vivendo in comunità possono capire le regole del vivere civile.  Nemmeno volendo a casa hanno un terreno di sperimentazione come invece hanno a scuola.

Il vostro compito è anche quello di guidarli in questo, (e naturalmente la famiglia deve fare la sua parte) se vi assogettate al "non serve"  "arrivano i ricorsi"  chiudiamo tutto e viviamo così.  Mi sembra che i segnali di dove stiamo andando siano belli forti e chiari.

Abbiamo spiegato N volte che l'educazione inizia in famiglia. Se un ragazzo non viene educato dai suoi genitori e viene protetto e spalleggiato dai genitori quando un docente lo richiama a osservare le regole di buona convivenza, non abbiamo alcuna possibilità di successo. L'educazione non si ottiene taumaturgicamente con l'imposizione delle mani.

I docenti passano, i genitori c'erano prima, ci sono durante, restano anche dopo.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15813
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: State sciallati quando non avete sbatti   Dom Ott 19, 2014 10:57 am

Ire ha scritto:
I ragazzi si diplomano e non conoscono nemmeno i fondamentali, gli atti di prevaricazione gli uni contro gli altri sono all'ordine del giorno tra alunni, tra alunni e adulti, tra adulti.  

Lavorate sotto assedio e alla fine vi va bene se l'anno scolastico procede senza incidenti, senza farvi male, con qualche soddisfazione di uno o due ragazzi che, nonostante la situazione, si innamorano della materia e vi rispondono in modo corretto.

Molti studiano su internet, se assegnate un libro da leggere se lo vanno a vedere le note sul web e tirano fuori un lavoro confezionato in tre ore il pomeriggio prima della consegna
Vi affidano  il cellulare che non si può tenere in classe e ne hanno altri due nascosti nei calzini
 
Visto che comunque sono tenuti ad andare a scuola e ad avere tre quattro voti a quadrimestre fanno i conti delle assenze che possono fare per non invalidare l'anno, si presentano alle verifiche solo quando si sentono pronti e spesso non sono pronti nel giorno prefissato ma chiedono recuperi su recuperi e studiano a casa in autonomia.

E poi dicono che non conosci la scuola  ! Chi lo dice non conosce Ire !

A cosa serve questa scuola se non si assume il primario compito di educarli alla civiltà?

Conosci la scuola ma la interpreti male; hai descritto le superiori ed il primario compito delle superiori è istruire; possono dare un piccolo contributo educativo, ma il grosso lo devono prima aver fatto i genitori; il campo si ara con l'aratro, solo dopo si procede a piantare i semi; i buoi (genitori) troppo spesso non valgono un cazzo e ci forniscono "terra graffiata"; noi il vomere non ce l'abbiamo e la carestia è il destino ineluttabile.

A casa, quando sono piccoli, la famiglia li educa ai rapporti interpersonali ma è nella scuola che vivendo in comunità possono capire le regole del vivere civile.  Nemmeno volendo a casa hanno un terreno di sperimentazione come invece hanno a scuola.

Decidere di studiare i promessi sposi o il Bignami non è una scelta legata ai rapporti interpersonali, ma alla volontà di faticare.
Stare zitti quando il prof fa lezione non è conseguenza di aver "capito" le regole del convivere civile, ma di aver "accettato" quelle regole; Totò Riina sa di essere un delinquente, ma non gliene frega nulla.


Il vostro compito è anche quello di guidarli in questo, (e naturalmente la famiglia deve fare la sua parte) se vi assogettate al "non serve"  "arrivano i ricorsi"  chiudiamo tutto e viviamo così.  Mi sembra che i segnali di dove stiamo andando siano belli forti e chiari.

E' vero, prendiamo il borseggiatore, lo identifichiamo, gli facciamo una denuncia e poi lo lasciamo andare.  Serve abbastanza a poco, lo so.  Ma allora visto che non serve, non identifichiamolo nemmeno, non facciamogli nemmeno la denuncia e guardiamolo indifferenti quando lo vediamo allungare le mani.

E così che funziona?

Guarda che io sarei anche per abbracciare la tua teoria, le comunità devono essere responsabilizzate rispetto a quello che fanno i consociati e se vige l'omertà bisogna eradicarla con la giustizia sommaria.
Sti cazzi di siciliani che proteggono i mafiosi ..... mettiamoli tutti in galera !
Le fosse ardeatine sono state un alto esempio di civiltà ! Potevano dire chi aveva fatto quegli attentati ai tedeschi no ? Hanno pagato le conseguenze dell'omertà ...... o no ?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15813
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: State sciallati quando non avete sbatti   Dom Ott 19, 2014 10:59 am

mac67 ha scritto:
I docenti passano, i genitori c'erano prima, ci sono durante, restano anche dopo.
Non sempre; Pietro Maso, Omar ed Erica docet
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: State sciallati quando non avete sbatti   Dom Ott 19, 2014 1:04 pm

avido ha scritto:
Guarda che io sarei anche per abbracciare la tua teoria, le comunità devono essere responsabilizzate rispetto a quello che fanno i consociati e se vige l'omertà bisogna eradicarla con la giustizia sommaria.
Sti cazzi di siciliani che proteggono i mafiosi ..... mettiamoli tutti in galera !
Le fosse ardeatine sono state un alto esempio di civiltà ! Potevano dire chi aveva fatto quegli attentati ai tedeschi no ? Hanno pagato le conseguenze dell'omertà ...... o no ?

Ho come l'impressione che tu sia andato un po' oltre e lo sai anche tu quindi non cercherò di dimostrarti cosa, a parere mio, non va nel tuo discorso.

Comunque:
quando un figlio viene a casa e mi dice "quella superstronza della prof ci ha dato una nota perchè qualcuno ha fatto qualcosa e io non c'entravo" io continuerò a dire che è giusto così perchè quando qualcuno fa male danneggia tutti.

L'ho fatto, lo rifarò, è un discorso che mi è capitato di fare anche a diversi ragazzini che mi avevano raggiunta per lamentarsi della nota collettiva e l'ho fatto ai loro arrabbiati genitori.
Ci credo, continuerò a sostenerlo e a ritenere che non è ingiusta la nota ma è ingiusto chi rompe i coglioni.

Voi smettete di dare note collettive, che vuoi che ti dica?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: State sciallati quando non avete sbatti   Dom Ott 19, 2014 2:44 pm

Ire ha scritto:
non ho capito giovanna:  se ne fregano altamente o le vivono come una ingiustizia?

delle due l'una.

E il mio intervento non è slegato dalla scuola perchè la scuola è una colletività.

Le regole che vigono fuori devono essere assolutamente presenti e percepibili anche a scuola.
Se leggi di nuovo il mio intervento Ire ho scritto :""mal comune mezzo gaudio" molti studenti le recepiscono così, altri sentono di aver subito un'ingiustizia e ne soffrono", quindi le due situazioni possono convivere in una classe a seconda della reazione del singiolo studente, ma ambedue dimostrano, a parer mio, l'inutilità della nota collettiva e se vogliamo anche la non corretteza di una nota collettiva, per me è come fare lo "scaricabarile", non si trova il colpevole= sono colpevoli tutti e non è giusto!!
Certo che la scuola è una collettività, ma non capisco di quali regole parli. Faccio un esempio,se all'interno di un negozio viene commesso un furto e non si trova il colpevole, allora vengono accusati di furto tutti i clienti presenti in quel momento all'interno del negozio, questa è la regola che indichi valida fuori dalla scuola e che quindi deve essere applicata anche all'interno di essa???
Tornare in alto Andare in basso
 
State sciallati quando non avete sbatti
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» primo tentativo ovodonazione e test negativo
» quando e come avete scoperto che erano gemelli?
» decapeptyl quando ?
» a che settimana avete sentito muovere il cucciolo?
» Sondaggio:a quale settimana avete partorito il primo figlio?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: