Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

  immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
AutoreMessaggio
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Gio Ott 30, 2014 2:43 pm

Promemoria primo messaggio :

questa potrebbe essere una soluzione per salvare capra e cavoli:


http://www.orizzontescuola.it/news/sindacato-athena-immissioni-23-anni-tutelerebbero-precari-e-insegnanti-ruolo-lesempio-salerno

Il sindacato Scuola Athena, nell'analizzare la situazione imprescindibile della stabilizzazione degli insegnanti precari delle Graduatorie ad esaurimento e del concorso, propone una soluzione della quale si avvantaggerebbero anche gli insegnanti di ruolo.

In vista della ormai prossima sentenza della Corte Europea sull'abuso dei contratti a tempo determinato, il sindacato pone l'accento del "dove" i precari saranno immessi in ruolo. Per le province del sud complicato sia per i precari che per gli insegnanti di ruolo.

Il problema, per il sindacato Scuola AThena, è "dove", in quale provincia, stabilizzare, e presenta l'esempio di Salerno

"nelle GAE di Salerno per la scuola primarie sono inclusi 933 docenti. I posti in organico di diritto sono poco più di 4 mila.

Se per il prossimo anno dovessero andare in pensione anche 100 docenti e stabilissimo un organico di istituto del 6%, avremmo circa 340 posti.

Solo Il 50% può essere destinato alla stabilizzazione in provincia e il restante 50% va alla mobilità interprovinciale.

Quindi circa 200 immissioni in ruolo dalle Gae.

Considerato però che molti colleghi sono inclusi anche nelle graduatorie della scuola dell'infanzia o della secondaria, e maturando con priorità il ruolo in atro ordine di scuola, poniamo 300, altri 433 potrebbero essere costretti ad accettare nomine in altre province.

Senza contare che nelle regioni dove non è esaurita la graduatoria dei concorsi ordinari le diponibilità vanno divise al 50%.

Così le nomine complessive supererebbero le 200 mila unità, e a questo punto i conti non tornerebbero più, il miliardo non basterebbe. "

N.B. In questo esempio il sindacato non tiene conto dell'organico funzionale, senza il quale è facile comprendere che le 150mila immissioni in ruolo (o giù di lì) non potranno essere disposte. Tutti in ruolo da graduatoria ad esaurimento e concorso. Si può con l'organico funzionale . Leggi tutto

Il sindacato avanza anche una diversa ipotesi per svuotare le graduatorie

"Ci pare invece più corretta l'ipotesi che il governo, di concerto con la Commissione Europea, decida di scaglionare l'intera operazione in un lasso di tempo ragionevole ( 2, 3 anni al massimo, 90/100 mila all'anno). senza depennare dalle graduatorie i colleghi che non possono trasferirsi e senza sforare il patto di stabilità "

Infine c'è il problema della mobilità interprovinciale.

Norma di salvaguardia per chi è ancora nel blocco triennale "Il Testo Unico della Scuola al secondo comma dell'art. 465 prevede: “ I trasferimenti da altra provincia sono disposti sia sul 50 per cento dei posti che risultano annualmente vacanti e disponibili, sia per compensazione” la compensazione appunto prevede che se uno esce viene compensato da un altro in entrata oltre il 50% stabilito.

Il disposto della norma citata è stata anche pari, pari trasposta nel contratto sulla mobilità con la sola aggiunta nella stessa aliquota, della mobilità professionale (passaggi di ruolo).

Quindi per la mobilità definitiva i colleghi di ruolo possono dormire sonni tranquilli. Saranno anche loro avvantaggiati dal piano di immissioni in ruolo.

Credo che già dal prossimo anno quasi tutti possano rientrare.

Le province meridionali però hanno una peculiarità: ogni 100 docenti che entrano da altra provincia ce ne sono al massimo 2/3 che escono. A differenza delle province del Nord dove ovviamente il rapporto è inverso, quindi lì la stabilizzazione dei precari sarà spinta, in molte realtà, anche parecchio oltre il numero degli inclusi in graduatoria.

Discorso diverso invece per la mobilità annuale (assegnazioni provvisorie e utilizzazioni).

Nessuna norma ha mai previsto quote di riserva per questa mobilità, a differenza della mobilità definitiva.

Per questo, se saranno stabilizzati un numero di precari superiore alle scoperture effettive con l'istituzione dell'organico di scuola o di rete, i posti possono liberarsi solo per assegnazioni provvisorie in altre province.

Quindi assegnazioni provisorie ridotte al lumicino o quasi azzerate per un po' di anni, nella gran parte delle province meridionali.

Questo aspetto riguarda i colleghi che sono ancora nel blocco triennale, che sono cioè stati immessi in ruolo dal 01/09/2013 in poi.

Noi crediamo però che non si possano modificare le regole del gioco mentre stiamo giocando, che non si può modificare una norma in peius ex tunc.

Dopo essere stati costretti a sfuggire alla precarietà, questa ulteriore punizione sarebbe davvero oltre che illegittima anche immorale.

Per questi colleghi crediamo si debba prevedere una norma di salvaguardia che preveda un contigente di posti determinato, nei limiti delle previgenti disponibilità, al fine di consentire il rispetto delle norme vigenti alla data di stipula del contratto."
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Sab Nov 01, 2014 9:59 pm

x baloo : non ti rispondo perchè non vedo apertura da parte tua e soprattutto perchè non reputo utile dialogare con chi sposta i discorsi portandoli su offese personali senza alcun fondamento, sono atteggiamenti assurdi in un forum  visto che non si conoscono le persone, offese gratuite che impediscono il corretto svolgimento di una discussione sul forum; parlare di ipocrisia riferendosi a una persona che non si conosce;  motivare questa ipocrisia con una mancanza di partecipazioni a lotte a favore dei precari e un atteggiamento privo d' intelligenza visto che come ho già detto non si conosce la persona che si sta offendendo e accusando e  tanto meno se ne conoscono i reali comportamenti ; inventarsi comportamenti discutibili da parte di un' altra persona che scrive nel forum e poi offenderlo sulla base si questi comportamenti semplicemente inventati è assolutamente privo di intelligenza ..... quindi per quanto mi riguarda  non ha senso discutere con chi  non usa l' intelligenza ; passo , chiudo e non risponderò oltre a persone così.
quindi baloo approfittane pure per dare libero sfogo ai tuoi pre-giudizi e alla tua voglia di offendere l' altro...
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato1



Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 16.10.12

MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Sab Nov 01, 2014 11:31 pm

baloo ha scritto:
Dec ha scritto:
E questo governo e questi AT che non riescono a gestire le convocazioni annuali e l'aggiornamento triennale delle Gi saranno in grado di gestire 148.000 immissioni in ruolo da graduatorie e province diverse incrociando Gm e Gae, classi di concorso in cui si è abilitati e classi affini?.

ma è un problema tuo?
Se a settembre sarò in ruolo e sarò comodamente a casa perchè non avranno ancora trovato il posto dove infilarmi pensi che mi dispererò?
Intanto fammi mettere il sederino al caldo e poi se ne riparla.
Tra le altre cose penso che di tutto questo casino gli alunni manco se ne accorgeraano e alla fine se l' utenza non viene danneggiata non ho neanche problemi di coscienza, che poi non capisco perchè dovrei avere io e non un funzionario del provveditorato che gioca a tetris invece di fare il prorpio lavoro.
Mirco, non meravigliarti. Uno che scrive queste cose non merita risposta ma soprattutto non merita di diventare docente.
Tornare in alto Andare in basso
malgieri



Messaggi : 104
Data d'iscrizione : 28.09.14

MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Dom Nov 02, 2014 7:53 am

Dec ha scritto:

Calcoli precisi non ne ho fatti, ma faccio delle ipotesi relativamente alla mia provincia (del nord) e posso dirti che non saranno certamente sufficienti. Naturalmente possono essere destinati qui insegnanti da altre province, ma per alcune classi di concorso non credo che ce ne siano a sufficienza nelle Gae, considerando che ci saranno molte altre province con pochi o nessun iscritto; bisognerà poi vedere quanti accetteranno il trasferimento e quanti posti in organico funzionale saranno concessi nelle loro province di residenza, cosa che verrà certamente (e comprensibilmente) richiesta a gran voce.

Nella mia provincia del nord (Genova) credo che non ci saranno questi problemi, se non collegati ad alcune specifiche CdC (es. A034, A042); anzi, in diverse classi di concorso tra quelle "principali" prevedo degli "esuberi", cioè persone che si dovranno spostare. Così anche nella provincia di Pavia, che conosco bene per altri motivi. Da quello che percepisco, ci potrebbero essere problemi nelle "grandi" province del nord (Milano, Torino) dove il numero di spezzoni è effettivamente molto elevato.

Se viene scritta una regola sull'entità necessaria dell'organico funzionale, questi posti dovranno essere coperti ovunque, eventualmente con la mobilità forzata. Io sono pronto a trasferirmi per tipo 3 anni a Milano o Torino, perchè questo può tranquillamente succedere, e così anche la mia compagna, anche lei in GAE, poi cercheremo in qualche modo di riavvicinarci. Mi rendo conto che il mio eventuale trasferimento forzato non è di entità comparabile con un trasferimento da Potenza a Milano, però nel mio piccolo sono pronto a fare un sacrificio, pagare un affitto, allontanarmi da mio figlio, etc. etc..

Stiamo parlando comunque di una situazione transitoria, perchè in 2-3 anni poi, con i pensionamenti, il personale dovrebbe ridistribuirsi sulle regioni desiderate, e ricominciare ad essere coperto dal normale turnover. Se vogliamo lanciarci nelle idee personali sulo stile di mirco81 (ma io tutto sommato penso che i tecnici del ministero possano trovare le soluzioni più praticabili) io, nel primo paio d'anni di "caos" vedrei bene questa: gli insegnanti dell'infanzia e primaria in esubero anche rispetto all'OF (che saranno tanti) spostati nella secondaria sul sostegno (hanno comunque una solida formazione pedagogica e psicologica di base), liberando insegnanti di sostegno per insegnare temporaneamente sulla propria CdC di abilitazione (anni che sarebbero comunque conteggiati come anni prestati sul sostegno). Ripeto, qui siamo alle proposte fantasiose, non so se ci potrebbe esser bisogno di questo, e non so se potrebbe esser praticabile, anche se a me, a buon senso, sembra che lo sia.
Tornare in alto Andare in basso
baloo



Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 15.09.11

MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Dom Nov 02, 2014 10:30 am

sconcertato1 ha scritto:
baloo ha scritto:
Dec ha scritto:
E questo governo e questi AT che non riescono a gestire le convocazioni annuali e l'aggiornamento triennale delle Gi saranno in grado di gestire 148.000 immissioni in ruolo da graduatorie e province diverse incrociando Gm e Gae, classi di concorso in cui si è abilitati e classi affini?.

ma è un problema tuo?
Se a settembre sarò in ruolo e sarò comodamente a casa perchè non avranno ancora trovato il posto dove infilarmi pensi che mi dispererò?
Intanto fammi mettere il sederino al caldo e poi se ne riparla.
Tra le altre cose penso che di tutto questo casino gli alunni manco se ne accorgeraano e alla fine se l' utenza non viene danneggiata non ho neanche problemi di coscienza, che poi non capisco perchè dovrei avere io e non un funzionario del provveditorato che gioca a tetris invece di fare il prorpio lavoro.
Mirco, non meravigliarti. Uno che scrive queste cose non merita risposta ma soprattutto non merita di diventare docente.

la docenza implica la perdita del diritto di cittadinanza?
Tu affermi che io dovrei rinunciare alla mia assunzione perchè un altro ufficio della PA non è in grado di gestire le pratiche necessarie.
Scusa ma qui, oltre che allo starmene a casa, c' è anche lo spazio per una richiesta danni.
Se siete contro le assunzioni, bene, ma dire che non possano essere fatte perchè la macchina della PA è incapace, risulta prima di tutto assurdo e in secondo luogo penalizzerebbe le parti deboli della società che vedrebbero negato un loro diritto.
Però sicuramente sbaglio....
ps
poi mi spiegate perchè per essere docenti si perda il diritto alle sacrosante rivendicazioni.
Mi ricordate quei professori che non scioperavano dicendo:" ma noi non siamo mica ferrovieri"
Però, visto che io ho sempre fede nella razionalità umana, ritengo che queste vostre posizioni in realtà nascondano sempre dell' altro.
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Dom Nov 02, 2014 10:39 am

qui si stanno esprimendo le opinioni di molti docenti di ruolo che pur non avendo nessun interesse personale alle assunzioni si stanno ponendo il problema di attuarle si ma in un modo diverso da quello proposto dal governo.

si sta cercando di pensare ad un' alternativa che possa venire incontro agli interessi di tutti, com' è giusto che si faccia in una società civile che ha superato il primitivo concetto di mors tua vita mea.
Tornare in alto Andare in basso
baloo



Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 15.09.11

MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Dom Nov 02, 2014 10:40 am

baloo ha scritto:
mirco81 ha scritto:
per baloo:

1) la sentenza contro i contratti a tempo determinato per più di 36 mesi non riguarda solo i precari delle GAE ma tutti i precari ;  quindi o si risolve il problema per tutti o l' Italia continua a trovarsi in una situazione di difetto rispetto alle direttive europee ; quindi il piano di assunzioni della "mala scuola" non risolverebbe proprio niente.
se hai ragione, allora verranno assunti; se non la hai allora non verranno assunti.
Qualunque sarà l' esito di questa cosa, avremo in ogni caso un sistema libero dalle GAE e molto più funzionale di quanto non lo sia oggi.
Se però non si darà il via alle assunzioni, il sistema attuale rimarrà valido fino a che TUTTE le vertenze non andranno in giudicato e per i precari non in GAE sarà ancora peggio perchè avranno molta gente davanti e non vedranno neppure i futuri concorsi o se li vedranno avranno 148'000 concorrenti in più.
Infine non vedo così liscia l' assunzione di coloro che non sono abilitati, quindi aspetterei la sentenza prima di parlare.

mirco81 ha scritto:

2)in questo thread si parla per questo motivo di una soluzione alternativa a quella proposta dalla "mala scuola" e cioè un piano di assunzioni su due o tre anni, senza stravolgere in maniera peggiorativa l' attuale sistema, senza procedere ad assunzioni sulla pelle di altri precari e considerando che le assunzioni previste dal piani di Renzi non sanano il conflitto con le direttive europee.
come detto prima, se tu hai ragione anche i precari non GAE saranno assunti-, quindi di cosa ti preoccupi?
Però ti prego di leggere il grassetto e di rispondere alla domanda che ti ho fatto prima sulle 24 ore e sulle atipicità.
Dov' eri quel giorno?

mirco81 ha scritto:

3)personalmente, in quanto ex precario, ho tutta la solidarietà di questo mondo verso i precari e i loro diritti e come me credo la maggior parte dei docenti di ruolo; ma non esistono precari di serie a e precari di serie b ; lo sforzo comune dovrebbe essere quello di trovare una soluzione che non danneggi nessuno e sopratutto non rovini la scuola pubblica.

E' verissimo, non esistono precari di seria A e B ma solo docenti di ruolo e precari.
Non ti stupire se qualcuno vuole salire di categoria.


mirco81 ha scritto:

4) l' espressione ci sei o ci fa , all'interno di una discussione su un forum non è da persona civile come anche la mancanza di sensibilità verso precari meno fortunati , la rispedisco al mittente e prego i moderatori di intervenire per evitare che le discussioni degenerino in offese.

voleva essere uno stimolo a non nascondersi dietro il dito dell' ipocrisia e a parlare chiaro.

a parte il discordo del ci sei o ci fai, su cui posso anche darti ragione, non vedo cosa ci sia in questo post di così negativo al punto di non meritare risposta.
In ogni caso però ti chiedo solo una cosa, prima che su di me cali il tuo silenzio: ti prego di rispondere alla domanda relativa alle 24 ore.
La pongo a te, ma l' ho posta anche altrove senza mai trovare risposta.
Puoi spiegarmi perchè il mondo della scuola non è mai insorto contro questa condanna alla disoccupazione per molti precari.
Questo silenzio è molto strano, ma forse no, e sai perchè?
Perchè l' OFU, molto probabilmente darà un brusco stop alle 24 ore e molti sono già li a contare i soldiche mancheranno.
Inoltre ti chiedo: perchè non sposate la vostra lotta alla #buonascuola, licenziatrice di precari, a una richiesta di abolire le 24 ore?
Tornare in alto Andare in basso
baloo



Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 15.09.11

MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Dom Nov 02, 2014 10:45 am

mirco81 ha scritto:
qui si stanno esprimendo le opinioni di molti docenti di ruolo che pur non avendo nessun interesse personale alle assunzioni si stanno ponendo il problema di attuarle si ma in un modo diverso da quello proposto dal governo.

si sta cercando di pensare ad un' alternativa che possa venire incontro agli interessi di tutti, com' è giusto che si faccia in una società civile che ha superato il primitivo concetto di mors tua vita mea.

ma se dici che anche i precari non in GAE verranno assunti!!!
mi spieghi quale sarà, allora, la parte condannata alla morte per fame?
le soluzioni sono 2:
-assunti solo quelli in GAE
-assunti tutti
se varrà la seconda, allora tutto bene.
ma se varrà la prima, spinta dalla UE e dai ricorsi, non vedo proprio come si possa bloccare il tutto.
E poi facciamo un caso:
Immaginiamo che un docente in GAE, non entrato in ruolo a settembre 2015, si trovi a casa perchè la sua assunzione è stata rimandata e il posto che occupava sia sparito.
Non penso che sia così improbabile. Questo caso come lo spieghi a chi sarà disoccupato?
PS
che poi i docenti di suolo siano così disinteressati è opnione solo tua, visti i temi 24 ore, mobilità e scatti.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Dom Nov 02, 2014 10:57 am

baloo ha scritto:
Perchè l' OFU, molto probabilmente darà un brusco stop alle 24 ore e molti sono già li a contare i soldiche mancheranno.
Una curiosità: pensando a quanti insegnanti di ruolo conosci, quanti sono in percentuale quelli che si prendono in carico 6 ore aggiuntive o che hanno manifestato la disponibilità a farlo?
Magari rinunciando al giorno libero o sottoponendosi a tour de force massacranti che ti portano sull'orlo dell'esaurimento nervoso in tarda primavera. Magari per un incremento di stipendio sul quale grava il 38% di IRPEF.
Ne hai conosciuto tanti? Io di solito ho a che fare con colleghi che elencano, con turpiloquio incorporato, l'intero campionario di santi e beati quando si vedono affibbiare una o due ore aggiuntive dall'organico di diritto.
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Dom Nov 02, 2014 10:59 am

io sottoscrivo anche subito la proposta di abolire le 24 ore, non ho nessun problema.

contemporaneamente però rigetto con forza l' idea dell' organico funzionale: significa fare il precario di ruolo; un supplente tappabuchi senza una sua cattedra in giro su una rete di scuole anche molto lontane; un pellegrino che non ha la possibilità di avere una classe da portare avanti, programmare, stringere rapporti, studiare strategie, valutare risultati;un docente incompiuto spostato come un pupazzo dai dirigenti, costretto ad affrontare disagi e spostamenti.

eh no

l' alternativa è quella di aumentare le cattedre di diritto, restituire le cattedre soppresse dalla riforma Gelmini e diminuire in tal modo il numero di alunni per classe(principale fattore qualitativo del processo di apprendimento/insegnamento).


Ultima modifica di mirco81 il Dom Nov 02, 2014 11:27 am, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Dom Nov 02, 2014 11:21 am

x baloo:

io ho grande rispetto per i diritti dei precari se non altro perchè lo sono stato anche io e appoggio tutte le loro giuste rivendicazioni anche perchè non sono abituato a ragionare in termini egoistici.

io non ho mai detto che" i precari non in GaE verranno assunti";ho detto l' esatto contrario; ho detto che questo piano di assunzioni assume i precari delle GaE sulla pelle di quelli non inseriti in GaE che verranno buttati sul lastrico e questo lo ritengo aberrante.

infine visto che io e te non ci capiamo, che tu continui a fare insinuazioni offensive e a travisare quello che io affermo non credo sia opportuno continuare questo dialogo; ti lascio interloquire con qualcuno che ha più pazienza di me, buona continuazione.

Tornare in alto Andare in basso
baloo



Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 15.09.11

MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Dom Nov 02, 2014 11:56 am

Che i docenti che prendono le 24 siano uno, nessuno o centomila è totalmente irrilevante.
Il problema è che quando i precari sono messi in mezzo a una strada a vantaggio dei ruolisti si ode solo un'assordante silenzio. Quando l'assunzione dei precari lede i diritti dei ruolisti ecco che il destino dei precari diviene strumentalmente importantissimo.
Inoltre sul discorso della natura del lavoro dell' OFUista.
Se non si potranno più dare supplenze temporanee a docenti non di ruolo, trovate voi un'alternativa valida.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Dom Nov 02, 2014 12:05 pm

baloo ha scritto:
Che i docenti che prendono le 24 siano uno, nessuno o centomila è totalmente irrilevante.
Se è totalmente irrilevante allora perché ne hai parlato?
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47875
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Dom Nov 02, 2014 12:18 pm

baloo ha scritto:
Dec ha scritto:
E questo governo e questi AT che non riescono a gestire le convocazioni annuali e l'aggiornamento triennale delle Gi saranno in grado di gestire 148.000 immissioni in ruolo da graduatorie e province diverse incrociando Gm e Gae, classi di concorso in cui si è abilitati e classi affini?.

ma è un problema tuo?
Se a settembre sarò in ruolo e sarò comodamente a casa perchè non avranno ancora trovato il posto dove infilarmi pensi che mi dispererò?
Intanto fammi mettere il sederino al caldo e poi se ne riparla.
Tra le altre cose penso che di tutto questo casino gli alunni manco se ne accorgeraano e alla fine se l' utenza non viene danneggiata non ho neanche problemi di coscienza, che poi non capisco perchè dovrei avere io e non un funzionario del provveditorato che gioca a tetris invece di fare il prorpio lavoro.
Io da quando scrivo su questo forum mi sono sempre preoccupato che le cose funzionassero bene (cosa che, per responsabilità del miur, non è quasi mai accaduta), anche perché ritengo che, se c'è confusione e mancanza di trasparenza, c'è più spazio per comportamenti illeciti e favoritismi nei confronti di qualcuno. Tu sei libero di ragionare come credi, anche con la logica del sederino al caldo (per citare le tue parole). Tra l'altro in questo caso il discorso era particolarmente pertinente perché erik aveva scritto che con l'eliminazione delle Gae non ci saranno più classi ancora senza insegnante o costrette a cambiarlo a novembre e io gli avevo risposto (argomentando) che su questo fronte non ci sarà nessun miglioramento, anzi prevedo peggioramenti. Se citate solo una frase, è chiaro che può sembrare che uno straparli.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Dom Nov 02, 2014 12:19 pm

baloo ha scritto:

In ogni caso però ti chiedo solo una cosa, prima che su di me cali il tuo silenzio: ti prego di rispondere alla domanda relativa alle 24 ore.
La pongo a te, ma l' ho posta anche altrove senza mai trovare risposta.
Puoi spiegarmi perchè il mondo della scuola non è mai insorto contro questa condanna alla disoccupazione per molti precari.
Questo silenzio è molto strano, ma forse no, e sai perchè?
Perchè l' OFU, molto probabilmente darà un brusco stop alle 24 ore e molti sono già li a contare i soldiche mancheranno.
Inoltre ti chiedo: perchè non sposate la vostra lotta alla #buonascuola, licenziatrice di precari, a una richiesta di abolire le 24 ore?
Anche se la risposta e la domanda sono rivolte a Mirco, ti rispondo anche io ricordandoti che le 24 ore non sono prerogativa solo dei docenti di ruolo, anche i precari possono arrivare alle 24 ore e ti garantisco che ne conosco tanti e in numero maggiore rispetto ai docenti di ruolo. Chi causerebbe quindi la "disoccupazione per molti precari"? Perchè consideri responsabili solo i docenti di ruolo? Io sono di ruolo da tanti anni e mi sono sempre battuta contro le 24 ore proprio per tutelare il diritto dei precari ad avere supplenze e come me lo hanno fatto e lo fanno molti colleghi di ruolo. Tempo fa' ho anche aperto un topic su questo argomento sul forum facendo appello alla necessità di tutelare i diritti dei precari.
Mi sembra che le tue affermazioni non tengano  conto di una cosa importante Baloo, anche noi di ruolo siamo stati precari e, quindi, sappiamo bene sulla nostra pelle cosa significhi.

Lo stesso discorso che fai sulle atipicità:

"Ed inoltre vorrei sapere perchè non ci si è indignati quando, con le atipicità, si sacrificava alla disoccupazione una parte dei precari avendo come unico obiettivo la salvaguardia dei ruolisti?"

è privo di qualsiasi fondamento, non è un discorso di "ruolisti", ma di cdc e le atipicità non sono andate incontro alle esigenze dei docenti di ruolo a discapito dei precari, ma sono andate incontro soltanto alle esigenze di risparmiare gestendo gli esuberi e i potenziali soprannumerari in modo totalmente discutibile trasformandoli in "tuttologi", a discapito della loro professionalità, a discapito degli studenti, a discapito dei docenti di ruolo, specialisti nella materia, che si sono visti scippare la loro cattedra e a discapito dei docenti precari che ambivano giustamente ad una supplenza......quindi a discapito di TUTTI. Perciò nessuna salvaguardia dei ruolisti come affermi, dovresti informarti meglio sulle atipicità, analizzando bene quella che è stata la riforma Gelmini. Ora con la "Buona Scuola" di Renzi si parla di "materie affini" e questo a parer mio dovrebbe rappresentare un campanello d'allarme, tieni conto anche di questo Baloo!
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47875
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Dom Nov 02, 2014 12:42 pm

malgieri ha scritto:
Se viene scritta una regola sull'entità necessaria dell'organico funzionale, questi posti dovranno essere coperti ovunque, eventualmente con la mobilità forzata.
Siamo qui che aspettiamo questa regola. In passato, quando il miur ha dovuto distribuire dei posti su base territoriale (e parlo di SSIS, Tfa e concorso, non di contratti a tempo indeterminato), ha sempre fatto dei pasticci. Magari questa volta, essendoci degli interessi economici immediati, sarà più attento. Peraltro se invece facesse delle concessioni di posti in OFU alle regioni svantaggiate (diciamolo chiaramente, quelle meridionali) questa volta non mi sentirei di condannarlo, ma la conseguenza sarebbe di avere in alcune regioni docenti di ruolo che vengono pagati per lavorare meno di 18 ore effettive e in altre regioni cattedre che continuano ad essere date da Gi. Perciò sospetto che anche dal punto di vista finanziario ci saranno dei problemi. Del resto, se l'alternativa è costringere le persone a trasferirsi nonostante le proprie esigenze personali, non so proprio cosa preferire.
malgieri ha scritto:
Io sono pronto a trasferirmi per tipo 3 anni a Milano o Torino, perchè questo può tranquillamente succedere, e così anche la mia compagna, anche lei in GAE, poi cercheremo in qualche modo di riavvicinarci. Mi rendo conto che il mio eventuale trasferimento forzato non è di entità comparabile con un trasferimento da Potenza a Milano, però nel mio piccolo sono pronto a fare un sacrificio, pagare un affitto, allontanarmi da mio figlio, etc. etc..
Francamente non capisco perché, ma ognuno ha il suo punto di vista.
malgieri ha scritto:
Stiamo parlando comunque di una situazione transitoria, perchè in 2-3 anni poi, con i pensionamenti, il personale dovrebbe ridistribuirsi sulle regioni desiderate, e ricominciare ad essere coperto dal normale turnover.
Ecco, qui faccio ancora più fatica a seguirti. Se anche tu, come me (e a differenza di altri utenti come gugu o silver), sei convinto che in 2-3 i pensionamenti dovrebbero liberare un numero di posti sufficiente per sistemare tutti o quasi, non capisco perché affrontare tutto questo; tieni però conto che per i trasferimenti interprovinciali sarà disponibile solo il 25% dei posti e che nel frattempo sono previste altre assunzioni da concorso; con questo piano non credo che 2-3 anni saranno sufficienti, mentre potrebbero esserlo più facilmente senza la Buona Scuola.
malgieri ha scritto:
Se vogliamo lanciarci nelle idee personali sulo stile di mirco81 (ma io tutto sommato penso che i tecnici del ministero possano trovare le soluzioni più praticabili) io, nel primo paio d'anni di "caos" vedrei bene questa: gli insegnanti dell'infanzia e primaria in esubero anche rispetto all'OF (che saranno tanti) spostati nella secondaria sul sostegno (hanno comunque una solida formazione pedagogica e psicologica di base), liberando insegnanti di sostegno per insegnare temporaneamente sulla propria CdC di abilitazione (anni che sarebbero comunque conteggiati come anni prestati sul sostegno). Ripeto, qui siamo alle proposte fantasiose, non so se ci potrebbe esser bisogno di questo, e non so se potrebbe esser praticabile, anche se a me, a buon senso, sembra che lo sia.
Ecco, pensa che, pur conoscendo molto poco il mondo delle primarie e della scuola dell'infanzia, io credo invece che la riforma potrebbe funzionare soprattutto per questi due ordini (mentre nella secondaria tutto è più complicato per l'esistenza delle classi di concorso), visto il frequente ricorso a supplenze di uno o due giorni, che obiettivamente sono poco utili dal punto di vista didattico, e considerando che leggo spesso di province in cui si esauriscono anche le Gi.
Tornare in alto Andare in basso
baloo



Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 15.09.11

MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Dom Nov 02, 2014 12:46 pm

Mi pare di averlo scritto in maniera abbastanza chiara. Il fatto è che quando non si sa cosa risponderebbe ci si rifugia in questi patetici giochini; ma si sa, la capziosita è il rifugio di chi non ha più nulla da ribattere.
È visto che vorrei che si parlasse da uomini e non politici all'italiana dico anche questo.
Mi pare evidente che questa riforma abbia creato 2 blocchi di interessi contrapposti:i ruolisti e i GAE ini . Non dico 3 perché i non GAE sono solo funzionali agli interessi di una delle parti. Quindi si abbia la decenza di parlare in quanto portatori di un interesse legittimo e non come altruistici salvatori di coloro che già in passa abbiamo sacrificato sull'altare dei nostri interessi.


Ultima modifica di baloo il Dom Nov 02, 2014 12:48 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25642
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Dom Nov 02, 2014 12:47 pm

Dec ha scritto:
Se anche tu, come me (e a differenza di altri utenti come gugu o silver), sei convinto che in 2-3 i pensionamenti dovrebbero liberare un numero di posti sufficiente per sistemare tutti o quasi, non capisco perché affrontare tutto questo; tieni però conto che per i trasferimenti interprovinciali sarà disponibile solo il 25% dei posti


Semplicemente perchè non è vero; basta osservare anche i grafici allegati alla Buona Scuola per vedere che per i prossimi anni i pensionamenti non di discosteranno dalla cifre attuali (15.000 + 10% in incremento).
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25642
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Dom Nov 02, 2014 12:50 pm

gian ha scritto:
baloo ha scritto:
Perchè l' OFU, molto probabilmente darà un brusco stop alle 24 ore e molti sono già li a contare i soldiche mancheranno.
Una curiosità: pensando a quanti insegnanti di ruolo conosci, quanti sono in percentuale quelli che si prendono in carico 6 ore aggiuntive o che hanno manifestato la disponibilità a farlo?
Magari rinunciando al giorno libero o sottoponendosi a tour de force massacranti che ti portano sull'orlo dell'esaurimento nervoso in tarda primavera. Magari per un incremento di stipendio sul quale grava il 38% di IRPEF.
Ne hai conosciuto tanti? Io di solito ho a che fare con colleghi che elencano, con turpiloquio incorporato, l'intero campionario di santi e beati quando si vedono affibbiare una o due ore aggiuntive dall'organico di diritto.


Io parecchi (di ruolo e non). E una buona parte ha proprio 24 ore.
La norma, indipendentemente dal piano di assunzione, andrebbe ipso facto abolita sia perchè toglie posto ai precari, sia perchè può capitare che nella scuola A le ore ci siano e nella B no e quindi si crea una situazione discriminatoria sul personale, sia perchè con 24 ore fare "bene" lezione è oggettivamente impossibile. Tra l'altro una cattedra 6+6+6 in scuole vicine non mi sembra un obbrobrio inaccettabile da dare in convocazione.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47875
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Dom Nov 02, 2014 12:54 pm

gugu ha scritto:
Dec ha scritto:
Se anche tu, come me (e a differenza di altri utenti come gugu o silver), sei convinto che in 2-3 i pensionamenti dovrebbero liberare un numero di posti sufficiente per sistemare tutti o quasi, non capisco perché affrontare tutto questo; tieni però conto che per i trasferimenti interprovinciali sarà disponibile solo il 25% dei posti


Semplicemente perchè non è vero; basta osservare anche i grafici allegati alla Buona Scuola per vedere che per i prossimi anni i pensionamenti non di discosteranno dalla cifre attuali (15.000 + 10% in incremento).

Va bene, infatti anche al ritmo attuale molte Gae si sono esaurite o hanno visto diminuire drasticamente la loro consistenza. Il fenomeno continuerebbe e, se per qualche cdc non fossero due o tre anni ma quattro o cinque, non credo che cambierebbe molto, almeno per chi lavora con incarichi annuali (ho sempre scritto che capirei benissimo l'entusiasmo di chi non riesce a fare nemmeno una supplenza e non avrebbe nessuna speranza, se non quella di vincere il concorso, ma stranamente nessuno di questi scrive sul forum). Peraltro i grafici ci dicono solo qual è l'età anagrafica dei docenti di ruolo (e senza suddivisioni per province e cdc), ma non la loro anzianità di servizio, perciò credo che sia molto difficile fare delle previsioni attendibili (a meno di non avere dati diversi, naturalmente).
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25642
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Dom Nov 02, 2014 12:59 pm

Dec ha scritto:
gugu ha scritto:
Dec ha scritto:
Se anche tu, come me (e a differenza di altri utenti come gugu o silver), sei convinto che in 2-3 i pensionamenti dovrebbero liberare un numero di posti sufficiente per sistemare tutti o quasi, non capisco perché affrontare tutto questo; tieni però conto che per i trasferimenti interprovinciali sarà disponibile solo il 25% dei posti


Semplicemente perchè non è vero; basta osservare anche i grafici allegati alla Buona Scuola per vedere che per i prossimi anni i pensionamenti non di discosteranno dalla cifre attuali (15.000 + 10% in incremento).

Va bene, infatti anche al ritmo attuale molte Gae si sono esaurite o hanno visto diminuire drasticamente la loro consistenza. Il fenomeno continuerebbe e, se per qualche cdc non fossero due o tre anni ma quattro o cinque, non credo che cambierebbe molto, almeno per chi lavora con incarichi annuali (ho sempre scritto che capirei benissimo l'entusiasmo di chi non riesce a fare nemmeno una supplenza e non avrebbe nessuna speranza, se non quella di vincere il concorso, ma stranamente nessuno di questi scrive sul forum). Peraltro i grafici ci dicono solo qual è l'età anagrafica dei docenti di ruolo (e senza suddivisioni per province e cdc), ma non la loro anzianità di servizio, perciò credo che sia molto difficile fare delle previsioni attendibili (a meno di non avere dati diversi, naturalmente).


Per le donne servono 41,5 anni, dunque dubito che possa andare in pensione una docente di 60 anni (se chiedi tra le colleghe vedrai che la maggior parte andrà tra i 63 e i 66 anni). La differenza con l'incarico a TD è sempre quella, non trascurabile, di vedere un nuovo governo che aumenta l'orario di lavoro o l'età di pensionamento (nonché un nuovo ingente  arrivo di colleghi nel 2017 quando credi di entrare in ruolo e tutti quelli che entrati in ruolo in questi anni passeranno al 101% sulla materia dal 2018 in poi); insomma è sicuramente la situazione peggiore. Non direi neppure brutta, ma proprio tragica.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47875
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Dom Nov 02, 2014 1:06 pm

Un ulteriore aumento dell'età pensionabile non mi sembra probabile; siamo già uno dei paesi europei in cui si va in pensione più tardi.
L'aumento dell'orario di lavoro è sempre possibile e infatti anche questo governo aveva detto di pensarci, perciò non so cosa uscirà dalle modifiche al contratto.
All'arrivo di docenti con megapunteggi da altre regioni credo poco, perché ormai chi doveva spostarsi l'ha fatto e la situazione, senza altre riforme, andrebbe migliorando in tutte le regioni.
Per quanto riguarda i passaggi del sostegno ammetto che la cosa mi preoccupa relativamente perché nella mia classe di concorso questi casi non sono numerosi; è possibile che in altre realtà sia un fenomeno più significativo.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25642
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Dom Nov 02, 2014 1:10 pm

Dec ha scritto:
Un ulteriore aumento dell'età pensionabile non mi sembra probabile; siamo già uno dei paesi europei in cui si va in pensione più tardi.
L'aumento dell'orario di lavoro è sempre possibile
e infatti anche questo governo aveva detto di pensarci, perciò non so cosa uscirà dalle modifiche al contratto.
All'arrivo di docenti con megapunteggi da altre regioni credo poco, perché ormai chi doveva spostarsi l'ha fatto e la situazione, senza altre riforme, andrebbe migliorando in tutte le regioni.
Per quanto riguarda i passaggi del sostegno ammetto che la cosa mi preoccupa relativamente perché nella mia classe di concorso questi casi non sono numerosi; è possibile che in altre realtà sia un fenomeno più significativo.


Questo basta e avanza per non poter auspicare altro che un contratto a TI per tutti dal 2015.
Tornare in alto Andare in basso
baloo



Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 15.09.11

MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Dom Nov 02, 2014 1:40 pm

No, meglio aspettare che tra 3 anni il governo renzi sia caduto e quindi siano negoziabili migliori condizioni per la sempre prossima, ma mai raggiungibile, assunzione in ruolo. Però l'importante è che qualcuno mantenga il proprio status, perché, così facendo, tutelera' anche me.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Dom Nov 02, 2014 1:50 pm

gugu ha scritto:

Io parecchi (di ruolo e non). E una buona parte ha proprio 24 ore.
Ma per favore...
Anch'io ieri ho visto un branco di asini volanti. Erano travestiti da pipistrelli, tornavano da un halloween-party.

Citazione :
La norma, indipendentemente dal piano di assunzione, andrebbe ipso facto abolita sia perchè toglie posto ai precari
pienamente d'accordo, ma da qui a dire che si è contrari alla boiata di renzi perché chi è di ruolo perde la possibilità di fare 24 ore ce ne passa, eh

Ma soprattutto va abolita per un motivo fondamentale: chi prende 24 ore di cattedra non potrà assolutamente garantire una qualità congrua del servizio (va be', l'hai detto sotto).

Citazione :
Tra l'altro una cattedra 6+6+6 in scuole vicine non mi sembra un obbrobrio inaccettabile da dare in convocazione.
In Lombardia senza ombra di dubbio, in alcune regioni, compresa la mia, tolto l'hinterland del capoluogo, l'incarico su tre scuole è quasi sempre inapplicabile.
Tornare in alto Andare in basso
baloo



Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 15.09.11

MessaggioOggetto: Re: immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo   Dom Nov 02, 2014 2:59 pm

Che le 24 ore le prendano i precari o no, rimane il fatto che è passata sotto silenzio una norma che penalizzava altri precari, sempre loro. Oggi, invece, quando una nuova norma penalizzera' i precari, oggi come ieri, ci si indigna. Chissà perché, mi chiedo io? Forse perché oggi si penalizzano anche il ruolisti? Chi lo sa, sicuramente non è così, però....

Inoltre noto questa obiezione ricorrente delle 3 scuole irraggiungibili. Mi pare evidente che se non sono raggiungibili non si potrà creare un cattedra così fatta. Inoltre penso che se la figura dell'OFUista verrà stabilizzata forse si potrà anche chiedere dei rimborsi spese per gli spostamenti tra scuole. Rimborsi che al momento nessuno ha mai chiesto forse perché la maggior parte delle cattedre così composte sono precarie.
Tornare in alto Andare in basso
 
immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 4 di 7Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
 Argomenti simili
-
» elton john papà a 63 anni
» Usa, prete rubava soldi chiesa per pagare gigolò, condannato a 3 anni
» UN VIDEO PER MIO MARITO: 5 ANNI DI MATRIMONIO
» A 24 anni già ovodonazione
» che cosa dovrebbe saper fare un bambino di quattro anni?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: