Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 insegnare a leggere in lingua straniera (opaca)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: insegnare a leggere in lingua straniera (opaca)   Lun Nov 03, 2014 7:51 pm

Promemoria primo messaggio :

come da titolo, come insegnate agli alunni di prima media a legegre in francese, in tedesco?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: insegnare a leggere in lingua straniera (opaca)   Mar Nov 04, 2014 11:20 pm

Sì, sì, sono d'accordo!
Io modifico sempre un po' i dialoghi iniziali facendo saltare delle parti o riducendo il numero di personaggi. A volte faccio fare metà dialogo per volta.
Tornare in alto Andare in basso
mad



Messaggi : 1029
Data d'iscrizione : 27.08.10

MessaggioOggetto: Re: insegnare a leggere in lingua straniera (opaca)   Mer Nov 05, 2014 7:16 am

io faccio leggere ad alta voce e lo valuto, sin dalla prima e dalla prima interrogazione.

per me è fondamentale che conoscano le regole fonetiche, che sappiano pronunciare del perchè devono pronunciare in un determinato modo.

fornisco loro una scheda che raccoglie le principali regole, poi facciamo quello che chiamo "ricerca fonetica"
copiano sul quaderno in stampato maiuscolo il lessico o il dialogo, cerchiano dittonghi/trittonghi, racchiudono in un quadrato le consonanti o consonanti+vocali che cambiano pronuncia rispetto all'italiano (PH, CH, QU, nasali....) e scrivono sopra come si pronunciano. barrano le lettere mute e le desinenze verbali mute, segnano la liaison.
severamente vietato scrivere l'intera pronuncia. in classe e poi a casa ascoltano il dialogo (il libro che abbiamo non ha audio dei vocaboli, ahimè..), lo leggono dalla ricerca fonetica, lo ripetono, lo ascoltano seguendolo sul libro dove non c'è segnato nulla... e così via.


e funziona: alla fine del primo anno sanno leggere e pronunciare, raramente attribuisco voti inferiori al 6 nelle prove di lettura oppure insufficienze per pronuncia penosa (altra storia il fatto che non studiano,lì i 4 arrivano eccome!).
Nelle classi che ho avuto la fortuna di seguire per i tre anni nelle seconde interrogavo anche facendo leggere testi nuovi su argomenti noti, mentre nelle terze davo la lettura ad alta voce come prerequisito e non la valutavo neppure.

dirò di più: così facendo ad esempio sono loro, di solito, a chiedermi come si pronuncia la coniugazione di ACHETER quando la scrivo io alla lavagna omettendo di proposito gli accenti, chiedo di proporre ipotesi su come ovviare il problema e poi scopriamo la particolarità ortografica..

a parte i primi dialoghini sui saluti, chi sei e come stai, non faccio mai imparare a memoria i dialoghi e neppure drammatizzarli. jeux de roles a volontà, invece... oppure il racconto il 3 persona di cosa succede nel dialogo.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: insegnare a leggere in lingua straniera (opaca)   Mer Nov 05, 2014 2:29 pm

Ah sì, ora che lo dici mi ricordo che ce ne parlavi in un vecchio post!
Avevo iniziato con qualcosa di simile, non così sistematico però perché mi sono subito dovuta scontrare con vari problemi pratici.
Innanzitutto le classi troppo numerose per cui non riesco a controllare con metodicità i lavori sui quaderni. Tanti casi di ragazzi con DSA che non possono copiare dalla lavagna, che non possono ricopiare sul quaderno, che scrivono roma per toma, etc. Poi un alto tasso di stranieri in fase di alfabetizzazione. Aggiungiamoci i vari BES e vien fuori un quadro completo della situazione. In pratica metà classe non aveva i mezzi per fare un lavoro preciso come quello che proponi tu Mad.
Con il metodo dell'ascolto alla fine mi sono accorta che tutti riescono a lavorare, quindi ho puntato su quello e l'ho applicato il più possibile. Uno dei motivi per cui ha avuto successo è senz'altro la presenza di strumenti informatici in tutte le classi, il fatto che i ragazzi sono completamente autonomi nella preparazione e il fatto che il lavoro riesce a tutti.
Insomma, alla fine, come dici tu, chi lavora bene arriva comunque a buoni risultati, chi non fa nulla...
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: insegnare a leggere in lingua straniera (opaca)   Mer Nov 05, 2014 2:49 pm

Anche per me è fondamentale che conoscano le regole fonetiche, che sappiano pronunciare e che conoscano perchè devono scrivere in un determinato modo.
Praticamente facciamo lo stesso lavoro in senso inverso.
;-)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: insegnare a leggere in lingua straniera (opaca)   Mer Nov 05, 2014 7:35 pm

Purché si sappia leggere in una lingua, il meccanismo si trasferisce ad altre (salvo casi particolari di lingue che utilizzano un sistema di scrittura non-alfabetico). Una volta acquisita la capacità di individuare le lettere e i suoni, analizzare una parola per sillabe e poi associare i due piani (auditivo e visivo), si sa leggere. Anche se si continuerà a fare errori fino a sviluppare automatismo, il meccanismo è acquisito ed è quello che conta.

Con qualche eccezione (tipo la I etimologica in parole come scienza o alcune lettere che corrispondono a suoni sia duri che dolci a seconda del contesto), in italiano c'è una corrispondenza immediata tra lettere/sillabe e suoni. Le ortografie inglese e francese, d'altro canto, sono prevalentemente etimologiche: il processo di apprendimento di letto-scrittura è è quasi divorziato da questa corrispondenza intuitiva, perché la lingua scritta conserva l'etimologia e non è adatta agli sviluppi posteriori della lingua parlata.

Di conseguenza, quando si impara a leggere in inglese o in francese - ripeto, sto parlando del meccanismo astratto che regge la letto-scrittura di una lingua alfabetica - è un processo più arduo. Io ho imparato a leggere in inglese, ma sarebbe stato più facile se l'avessi fatto in italiano. In ogni caso il meccanismo si trasferisce e non c'è bisogno di ripetere il processo.

Il che ci porta al presente argomento: gli alunni italiani sanno già leggere - hanno bisogno di acquisire la L2 parlata e poi potranno, col tempo, astrarre la logica (opaca che sia) di corrispondenza tra i due piani.

Per motivi di efficienza, si può proporre quello che fa mad: una sistematizzazione (quasi ex ante, prima di imparare la lingua cioè) della fonetica straniera, come una specie di shortcut. Così si risparmia tempo e si privilegiano le buone abitudini sin dall'inizio, ma non per questo è un approccio di maggior (o minor!) efficacia rispetto a quello che fa Valérie. Infatti, "divorziare", inizialmente, la lingua orale da quella scritta (potenziando la prima prima di arrivare alla seconda) in una lingua come il francese, ha senso ed è un approccio possibile.

Io sono favorevole all'approcio di mad con gli alunni più cognitivamente maturi, alle superiori, e a quello di Valérie alle medie (e soprattutto alle elementari). La cattiva pronuncia si corregge meglio lavorando subito e oralmente; io ho avuto a che fare anche con molti casi opposti, adulti che hanno imparato l'inglese dai libri per poi rendersi conto di non saperlo pronunciare, e questo è più difficile da rimediare. A mio avviso, meglio una pronuncia corretta e abilità comunicative in situazioni reali, pure con qualche deficienza allo scritto, che viceversa, trovo molto più facile integrare lo scritto dopo una prima fase orale.

Mi scuso per l'intervento troppo lungo, volevo solo accentuare due cose:
1 - Non esiste "imparare a leggere" una seconda, terza ecc. volta. Lo sanno già, si impara una sola volta e poi l'abilità si trasferisce. Esiste solo la questione SE dar loro lo shortcut di corrispondenze o fargliele astrarre da soli col tempo.
2 - Visto che le corrispondenze sono molto più opache in francese e quasi impossibili da sistematizzare in inglese - fino al punto che in paesi implicati hanno cominciato a sperimentare (e malissimo, ma questo è un altro argomento) con metodi di insegnamento di letto-scrittura che prescindono dal lavoro sull'analisi fonetica (e fanno malissimo, ripeto, il Whole Words, aka la méthode globale, è possibilmente la causa principale dell'analfabetismo funzionale) - è una questione legittima se ne valga la pena introdurle apposta in modo sistematico, all'inizio dell'apprendimento.
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: insegnare a leggere in lingua straniera (opaca)   Mer Nov 05, 2014 8:21 pm

quindi Valerie se dovete correggere un esercizio dove bisogna x esempio inserire gli aggettivi possessivi non fai legegre una frase a testa ma proietti alla lim e leggi tu?
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: insegnare a leggere in lingua straniera (opaca)   Mer Nov 05, 2014 9:46 pm

Non proprio. Cerco esercizi ad hoc. Ti faccio un esempio sul verbo essere:
http://www.lepointdufle.net/ressources_fle/present_etre.htm#.VFqLhIjYOrU
Un alunno va alla lim, fa la frase scritta, ascolta l'audio e poi la ripete.
Oppure se sono esercizi sul libro, mi assicuro che contengano lessico conosciuto in modo che sappiano pronunciarlo e faccio fare una frase a testa. In genere sui libri Lang che ho avuto finora è così. Poi sai che io spesso trasformo le regole grammaticali in chunks lessicali.
Mi sono capitati libri in cui negli esercizi c'era lessico non ancora studiato: li odio!
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: insegnare a leggere in lingua straniera (opaca)   Mer Nov 05, 2014 9:49 pm

Molto interessante l'intervento di Chocolate.
Rispondo domani, ora sono esausta... e anche la batteria del mio ipad!
;-)
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: insegnare a leggere in lingua straniera (opaca)   Mer Nov 05, 2014 10:07 pm

Valerie ha scritto:
Non proprio. Cerco esercizi ad hoc. Ti faccio un esempio sul verbo essere:
http://www.lepointdufle.net/ressources_fle/present_etre.htm#.VFqLhIjYOrU
Un alunno va alla lim, fa la frase scritta, ascolta l'audio e poi la ripete.
Oppure se sono esercizi sul libro, mi assicuro che contengano lessico conosciuto in modo che sappiano pronunciarlo e faccio fare una frase a testa. In genere sui libri Lang che ho avuto finora è così. Poi sai che io spesso trasformo le regole grammaticali in chunks lessicali.
Mi sono capitati libri in cui negli esercizi c'era lessico non ancora studiato: li odio!

ah che carino! ho fatto l'esercizio e ho fatto un errore :-)

mi chiedo se fare questi esercizi (solo questi?) alla LIM faccia imprimere la regola.

Loro fanno anche quelli che ci sono sul libro? o avete il tempo di fare entrambi?

io noto che il tempo è veramente limitato (anche se noi abbiamo 3 ore scarse)


ah, la prof. di sostegno non ha ancora capito come faccio fare io ;-)

ovvero che i ragazzi riescono a fare gli esercizi grammaticali (ora siamo al passato was/were) anche senza aver "spiegato" la regola, ma ci siamo "solo" esercitati con le frasi "where were you born"? I was born on... ecc.
Tornare in alto Andare in basso
Hoffnung2



Messaggi : 1236
Data d'iscrizione : 16.05.14

MessaggioOggetto: Re: insegnare a leggere in lingua straniera (opaca)   Gio Nov 06, 2014 5:19 pm

Il tedesco è una lingua abbastanza omografa se escludiamo la ß, i dittonghi e altri pochi suoni. Puoi forse aver maggior supporto da chi insegna inglese. Per esercitare la pronuncia faccio ascoltare e ripetere dialoghi originali o li leggo io. Quando sbagliano, cerco di non dire "hai sbagliato, ripeti", per non creare l'afasia linguistica (ho lavorato molto con gli adulti e questo è un grosso rischio). Cerco piuttosto di ripetere io e invitare TUTTA la classe a ripetere. O magari mi segno le parole "peggiori" e le puntualizzo alla fine del pezzettino letto. Le canzoni aiutano molto da questo punto di vista o anche i mini film didattici (tipo sit-com).
Che età hanno i tuoi studenti?
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: insegnare a leggere in lingua straniera (opaca)   Sab Nov 08, 2014 6:02 pm

Avevo promesso una risposta a Chocolate, eccola.
;-)

Chocolate ha scritto:
Il che ci porta al presente argomento: gli alunni italiani sanno già leggere - hanno bisogno di acquisire la L2 parlata e poi potranno, col tempo, astrarre la logica (opaca che sia) di corrispondenza tra i due piani.
Già. Il problema è che il metodo fonosillabico che i nostri alunni hanno imparato ad utilizzare in italiano non funziona con l'inglese e il francese. E a loro, invece, viene spontaneo usarlo poiché è l'unico metodo che conoscono.
All'inizio fanno veramente molta fatica ad accettare questo 'fenomeno' di discrepanza tra la grafia e la pronuncia.

Chocolate ha scritto:
Io sono favorevole all'approcio di mad con gli alunni più cognitivamente maturi, alle superiori, e a quello di Valérie alle medie (e soprattutto alle elementari).
Lo penso anche io. Inoltre l'approccio di Mad richiede più tempo all'insegnante per 'seguire' gli alunni o 'correggere'. Si può fare agevolmente in classi poco numerose o non problematiche. Io l'ho usato con successo quando facevo ripetizioni a universitari.

Chocolate ha scritto:
La cattiva pronuncia si corregge meglio lavorando subito e oralmente;
Confermo. In poco tempo riesco a correggere un maggior numero di alunni. Il che non vuol dire che tutti parlano perfettamente, ovvio. Ma nell'economia generale dell mie classi ho visto che conviene.

Chocolate ha scritto:
A mio avviso, meglio una pronuncia corretta e abilità comunicative in situazioni reali, pure con qualche deficienza allo scritto, che viceversa, trovo molto più facile integrare lo scritto dopo una prima fase orale.
Anche su questo sono d'accordo, provato quando ho ereditato classi non mie.

In ogni caso continua a piacermi, come ti avevo già detto, il modo in cui 'smonti e rimonti' le situazioni per analizzarle. Se ti va di contattarmi direttamente, vorrei mandarti del materiale per avere una tua opinione:
valerieforum@virgilio.it


Ultima modifica di Valerie il Sab Nov 08, 2014 6:31 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: insegnare a leggere in lingua straniera (opaca)   Sab Nov 08, 2014 6:07 pm

Sarà che il francese è più simile (almeno alla prima impressione) all'italiano (per es. io non l'ho mai studiato nè a scuola nè da altre parti eppure qualcosa riesco a dire...
ma io trovo che in inglese molti sono molto più bravi e scorrevoli nello scritto rispetto che all'orale. Qui trovano maggiore difficoltà ad acquisire fluency, almeno nella maggior parte dei casi.

Facendo fare anche verifiche dove è quasi sempre presente una parte di writing, e dò le produzioni scritte da fare come esercizio a casa, molti riescono a fare bei lavori.
L'orale non può essere sempre esercitato da tutti in classi di almeno 20 studenti, non a tal punto da poter fare grandi discorsi
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: insegnare a leggere in lingua straniera (opaca)   Sab Nov 08, 2014 6:30 pm

Ma certo Laura, è ovvio che il francese sia più facile da praticare all'orale rispetto all'inglese. All'orale non hai tempo di pensare e parlare una lingua come il francese che ha la stessa forma mentis dell'italiano è più agevole! La fatica in francese è articolare tutti quei suoni che in italiano non esistono come le nasali o le vocali labializzate. Ma devo ammettere che vivo in una zona privilegiata poiché questi suoni sono presenti nel dialetto locale. Certo, i ragazzi non conoscono il dialetto, ma ne sono venuti più o meno a contatto nella loro vita e hanno mantenuto la capacità di riconoscerne i suoni. Se non tutti, almeno la maggior parte. E ora devono 'solo' allenarsi a riprodurli.
Per quanto riguarda il tempo a disposizione pensa che io ho due ore con classi da 28-29!!!!!! Eppure con il francese ce la si fa. Lo scorso anno al DELF A2 han fatto la loro figura. ;-)
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: insegnare a leggere in lingua straniera (opaca)   Sab Nov 08, 2014 6:34 pm

Laura70 ha scritto:
mi chiedo se fare questi esercizi (solo questi?) alla LIM faccia imprimere la regola.
Loro fanno anche quelli che ci sono sul libro? o avete il tempo di fare entrambi?
Entrambi. E comunque l'esercizio non fa imprimere la regola, la fa capire. L'imprimere viene prima, con il lavoro sulle funzioni.

Laura70 ha scritto:
i ragazzi riescono a fare gli esercizi grammaticali (ora siamo al passato was/were) anche senza aver "spiegato" la regola, ma ci siamo "solo" esercitati con le frasi "where were you born"? I was born on... ecc.
È esattamente quello che intendo dire! ;-)
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: insegnare a leggere in lingua straniera (opaca)   Dom Nov 09, 2014 11:08 am

Valerie ha scritto:
Laura70 ha scritto:
mi chiedo se fare questi esercizi (solo questi?) alla LIM faccia imprimere la regola.
Loro fanno anche quelli che ci sono sul libro? o avete il tempo di fare entrambi?
Entrambi. E comunque l'esercizio non fa imprimere la regola, la fa capire. L'imprimere viene prima, con il lavoro sulle funzioni.


vabbè, non solo. Gli esercizi ripetitivi la fanno imprimere
Tornare in alto Andare in basso
Cherrylu



Messaggi : 220
Data d'iscrizione : 03.05.13

MessaggioOggetto: Re: insegnare a leggere in lingua straniera (opaca)   Ven Nov 14, 2014 3:31 pm


@Valerie (scusate se mi intrometto...) come posso contattarti in privato? Diverso tempo fa ci eravamo confrontate sui metodi di insegnamento della lingua straniera e volevo chiederti delle info.
Grazie
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: insegnare a leggere in lingua straniera (opaca)   Ven Nov 14, 2014 4:17 pm

valerieforum@virgilio.it
Tornare in alto Andare in basso
 
insegnare a leggere in lingua straniera (opaca)
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» insegnare una lingua straniera al bimbo
» Alzheimer, parlare 2 lingue fa bene
» Lingua italiana - maschile e femminile
» medi quiz-Legione straniera, e..........priapismo
» G.R.L.E. - gruppo di rreclutamento legione straniera

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: