Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 alunna straniera

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
cinzia68



Messaggi : 126
Data d'iscrizione : 06.09.12

MessaggioOggetto: alunna straniera   Mar Nov 04, 2014 6:32 am

Buongiorno...ho una seconda media "ereditata" con la presenza di vari alunni stranieri. Una in particolare, di origine cinese, mi crea preoccupazione in quanto non so bene come aiutarla. Il fatto è che pur essendo in Italia da quando aveva 4 anni e pur avendo frequentato da subito l'asilo (e quindi non ci sono problemi di comprensione), la ragazzina ha gravissime difficoltà ad elaborare un testo scritto: non conosce la punteggiatura, non riesce a porre limite ad un pensiero scritto (per cui i suoi elaborati sono "flussi di coscienza" più che pensieri organizzati con un inizio e una fine), non riesce ad organizzare un minimo di discorso orale (fosse anche "dimmi cosa hai fatto ieri a casa"), fa degli ORRORI di ortografia allucinanti. Poco m'importa della grammatica, per ora: vorrei aiutarla a elaborare testi brevi ma semplici e corretti. E' vero che a casa parla solo la sua lingua, ma a scuola e fuori comunica in italiano senza difficoltà e, inoltre, non ha problemi di socializzazione. Questi fattori la portano a non studiare neanche le schede facilitate che le fornisco.
Qualcuno di voi ha avuto casi simili? Come avete risolto? Vi prego di aiutarmi. Ho parlato con i genitori ma, figuratevi che dopo tanti anni in Italia, sia finzione o no poco importa, si sono presentati con un parente che traduceva per loro!!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8321
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: alunna straniera   Mar Nov 04, 2014 6:51 pm

Non c'è nessuna documentazione su di lei riferita agli anni precedenti?

Come ha fatto ad arrivare in seconda media con i grossi problemi che hai riscontrato?

I tuoi colleghi cosa dicono?

Per quanto riguarda i suoi elaborati pensi che potresti riuscire a fornirle, insieme all'argomento da trattare, una scaletta guida che la aiuti a strutturare il lavoro?
In sostanza negli argomenti che assegni per il tema indicale tu i passaggi per partire dall'inizio e arrivare alla fine.

A prescindere dal fatto che ci fosse l'interprete, cosa hanno detto
di questo problema, i genitori?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Valerie



Messaggi : 4602
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: alunna straniera   Mar Nov 04, 2014 7:44 pm

Si tratta di un problema comune. Produrre per iscritto in una lingua straniera è la cosa più difficile.
Non può essere in grado di fare dei temi anche se parla italiano con i compagni. Inoltre bisogna tener conto della lingua di partenza. L'ideale sarebbe trovare informazioni sulle caratteristiche della lingua cinese. Per esempio, esiste la punteggiatura?
Insegno francese e in genere per favorire l'apprendimento della produzione scritta procedo per gradi, piccoli passi. Prima si lavora su un argomento imparando le funzioni comunicative orali, l'ascolto e il parlato, poi si passa alla comprensione scritta, un piccolo testo che contiene le funzioni suddette, quindi, prendendo spunto da lì si passa alla produzione guidata che poi, man mano, diventa sempre più libera.
Un po' come i pensierini delle elementari, insomma.
Per esempio puoi darle delle domande a cui rispondere. Poi le fai vedere che se legge solo le risposte, otterrà un piccolo testo.
Oppure puoi darle un testo come modello e chiederle di cambiare il lessico per 'personalizzarlo'. Per esempio il racconto di una giornata di vacanza al mare e lei deve riscriverlo facendolo diventare il racconto di una giornata in montagna. Ovviamente prima dovrà aver affrontato l'argomento oralmente in modo da avere un bagaglietto lessicale adatto.
Scrivere ex nihilo è impensabile. Non conta da quanti anni è qui, conta il livello di padronanza che ha raggiunto con la lingua che dipende da tanti fattori.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15806
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: alunna straniera   Mar Nov 04, 2014 8:27 pm

Valerie ha scritto:
Si tratta di un problema comune. Produrre per iscritto in una lingua straniera è la cosa più difficile.
Non può essere in grado di fare dei temi anche se parla italiano con i compagni. Inoltre bisogna tener conto della lingua di partenza. L'ideale sarebbe trovare informazioni sulle caratteristiche della lingua cinese. Per esempio, esiste la punteggiatura? ....
Se la ragazzina ha imparato a scrivere in Italia, probabilmente neanche lei sa se in cinese esiste la punteggiatura; non credo sia lì il problema.
Gli stranieri non sono immuni da tutti i problemi che abbiamo noi; potrebbe essere borderline (il "flusso di coscienza" lo farebbe ipotizzare), potrebbe essere disortografica o altro.
Io penso che il fatto che sia cinese sia una casualità, per nulla influente.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4602
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: alunna straniera   Mar Nov 04, 2014 10:14 pm

Quello della punteggiatura era solo un esempio. Il concetto alla base è che, pur essendo in Italia da tanti anni, la ragazzina, non dimentichiamolo, vive in una famiglia cinese non alfabetizzata in italiano. E questo vuol dire tanto, più di quanto si pensi.
Poi, certo, potrebbe anche essere una delle cose che hai detto tu, ci mancherebbe.
Tornare in alto Andare in basso
sweetdream



Messaggi : 729
Data d'iscrizione : 27.04.11

MessaggioOggetto: Re: alunna straniera   Mar Nov 04, 2014 10:51 pm

Cari, quando parlano in italiano, spessissimo i cinesi diventano mitraglie umane di parole, anche se nella loro lingua esiste la punteggiatura (molto simile alla nostra). :-)
Già sperimentato! ;-)
Diciamo che il problema grosso risulta armonizzare le due lingue in modo da produrre una conversazione orale comprensibile e uno scritto corretto. Per questo esistono attualmente diversi testi molto utili redatti proprio per allievi di lingua cinese che vogliono imparare l'italiano come L2.
Per Cinzia, ecco l'utile guida per l'insegnante di Io sono Wang Lin, della Loescher. Ci sono dei suggerimenti per impostare il lavoro, ed è una preview di scuolabook (è pubblica, quindi posso postarla): http://cdn2.scuolabook.it/Uploaded/loescher_30411e_preview/loescher_30411e_preview.pdf
Spero di averti aiutata, cara collega: per altri dubbi sono qui! Ciao! :-)
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4602
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: alunna straniera   Mar Nov 04, 2014 11:31 pm

Sweet sei un mito! Grazie!
Esiste qualcosa di simile per la lingua araba?
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: alunna straniera   Mer Nov 05, 2014 12:00 am

Valerie ha scritto:
Quello della punteggiatura era solo un esempio. Il concetto alla base è che, pur essendo in Italia da tanti anni, la ragazzina, non dimentichiamolo, vive in una famiglia cinese non alfabetizzata in italiano. E questo vuol dire tanto, più di quanto si pensi.
Poi, certo, potrebbe anche essere una delle cose che hai detto tu, ci mancherebbe.
Credo sia una situazione comune degli studenti cinesi perchè anche quelli che ho avuto io si trovavano nella stessa condizione e in famiglia parlavano solo ed esclusivamente cinese
Tornare in alto Andare in basso
Online
sweetdream



Messaggi : 729
Data d'iscrizione : 27.04.11

MessaggioOggetto: Re: alunna straniera   Mer Nov 05, 2014 11:17 am

Valerie ha scritto:
Sweet sei un mito! Grazie!
Esiste qualcosa di simile per la lingua araba?
Un mito? O.O
No, semplicemente sono i miei studenti!

Per gli alunni arabofoni c'è un bel lavoro: http://www.maldura.unipd.it/masters/italianoL2/Lingua_nostra_e_oltre/LNO1_2009/LNEO%20numero%202/LNEO%20numero%202/Scanu_LNO2.pdf

Poi ci sono sintetiche indicazioni:
http://www.culturiana.it/site/index.php?option=com_content&task=view&id=74&Itemid=2

C'è una grammatica con esercizi:
http://www.hoepli.it/libro/italiano-per-arabi--audio-cd/9788820348625.html

E c'è il corrispettivo di Io sono Wang Lin, ma per alunni arabi, che s'intitola: L'Italiano non è difficile (per studenti arabofoni), ed è edito sempre da Loescher (in realtà è Bonacci, ma la casa è stata acquisita da Loescher).

Spero di averti aiutata! Ciao! :-)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: alunna straniera   Mer Nov 05, 2014 6:10 pm

Non è la lingua madre quella che conta.

La "lingua madre" è un riferimento di tipo cronologico più che qualitativo (soprattutto nel mondo odierno con le migrazioni di massa) e vuol dire semplicemente che è questa la prima lingua con la quale si è venuti a contatto, in un primissimo contesto famigliare. La prima, in senso cronologico, e non sempre essa rimane la lingua primaria, dominante, in senso qualitativo.

Il mondo è PIENO di gente per cui questa prima lingua NON COINCIDE con la miglior lingua (e parlo anche per esperienza personale).

A parte i neoarrivati già grandicelli, gli alunni stranieri di solito rientrano in questa categoria. Interpretare tutti i loro problemi a scuola in una chiave prettamente linguistica - soprattutto quando si tratta di alunni "stranieri" che di straniero hanno soltanto il passaporto, perché nati e cresciuti in Italia, o arrivati da piccolissimi, inseriti regolarmente e scolarizzati in italiano, e che anzi partecipano ad attività extrascolastiche e socializzano coi coetanei principalmente in italiano - è un errore che spesssissimo oscura i veri problemi (di tipo cognitivo, DSA, le svariate situazioni di disagio personale o famigliare non attribuibili al fatto che si parli un'altra lingua a casa e via dicendo).

Se la ragazzina "comunica in italiano senza difficoltà", come dici, lei l'italiano LO SA. Magari ha un lessico più ristretto perché ha meno occasioni di assimilare lessico di un certo livello (che normalmente si rafforzerebbe a casa), ma comunuqe l'italiano lo sa. Non è questo il problema, dunque.

Questa è solo un'ipotesi, ma il non poter organizzare i properi pensieri per un filo logico-lineare, soprattutto se accompagnato da problemi ortografici, è spesso sintomo di una particolare costituzione per cui il soggetto ha un modo di pensare "visuale-spaziale" e che produce problemi con la linearità e con la cronologia inerenti al discorso (in qualsiasi lingua), e quindi porta all'insuccesso in materie letterarie. Non è una "patologia" nel senso che andrebbe "curata" e di solito si può "superare" (non nel senso che si smette di avere la propensione al pensiero visuale-spaziale, ma nel senso che si acquisiscono anche altre abilità che la controbilanciano e che rendono possibile un maggiore successo scolastico). Io l'ho "superata" (e mi sono pure laureata in lingue e lettere), ma ci vuole tempo, dedicazione e, francamente, il tipo di sostegno che tu, da sola, entro i limiti della tua materia, non puoi dare (anche perché hai altri 25 ragazzini in classe, un programma da svolgere e non puoi dedicarti solo a lei). La ragazzina andrebbe visitata da uno specialista e dovrebbe lavorare su queste difficotà non solo a scuola. Il lavoro consiste, al contempo, nel potenziamento di abilità particolari (esercizi di visualizzazione per migliorare l'ortografia, un approccio non-incrementale che parti da Big Picture trascurando i dettagli ove applicabile, esercizi pratici e orali ove possibile) e nel lavoro di tipo "tradizionale" sui punti dolenti per svilupparli (spesso si ottengono risultati con PIU' - non MENO - letture, dettati, esercizi di memoria, esercizi mirati a sviluppare automatismo in vari procedimenti ecc.).
(Se leggi l'inglese, ti consiglio questo sito web, e anche questo per un primo punto di riferimento. Attenta però che nel dibattito anglo-americano su questi argomenti c'è anche una tendenza alla mistificazione autoconsolatoria, quindi prendi tutto cum grano salis.)
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4697
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: alunna straniera   Mer Nov 05, 2014 7:35 pm

Il problema è duplice:

1) la lingua cinese, che la ragazza parla a casa e quindi per lei è la prima lingua, è radicalmente diversa da quelle indoeuropee;
2) i cinesi formano in genere una comunità fortemente tradizionale e chiusa, anche se imparano  parlare italiano
Tornare in alto Andare in basso
Online
Hoffnung2



Messaggi : 1236
Data d'iscrizione : 16.05.14

MessaggioOggetto: Re: alunna straniera   Gio Nov 06, 2014 5:53 pm

Potrebbe aiutarvi (anche per Valerie in riferimento all'arabo) leggervi alcuni testi preparatori al DITALS I o II per lavorare con apprendenti di lingua cinese o arabofoni.

http://ditals.unistrasi.it/public/articoli/40/Files/DITALS%20I%20LIVELLO.pdf
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4602
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: alunna straniera   Gio Nov 06, 2014 6:35 pm

Grazie. Molti testi citati li conosco, ma altri no!
Tornare in alto Andare in basso
 
alunna straniera
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» medi quiz-Legione straniera, e..........priapismo
» G.R.L.E. - gruppo di rreclutamento legione straniera
» L'allievo supera sempre il maestro
» La straniera si presenta!
» Alzheimer, parlare 2 lingue fa bene

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: