Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 La non meritocratica "buona" scuola

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
AutoreMessaggio
charman



Messaggi : 3081
Data d'iscrizione : 07.11.09
Località : san benedetto del tronto

MessaggioOggetto: La non meritocratica "buona" scuola   Sab Nov 08, 2014 2:25 pm

Promemoria primo messaggio :

Ma passerà questa riforma? Ci sono margini di speranza per cui non passi? Hanno fatto dei calcoli. Il docente che sarà sempre meritevoli ossia prenderà sempre gli scatti alla fine della carriera avrà perso 88000 € rispetto all'attuale sistema. Chi non prenderà gli scatti, perderà quasi il doppio. Senza contare delle ulteriori perdite (TFR, pensione). In pratica questo sistema non premia nessuno...
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
jeppo16



Messaggi : 418
Data d'iscrizione : 18.10.14

MessaggioOggetto: Re: La non meritocratica "buona" scuola   Mar Nov 11, 2014 6:11 pm

jeppo16 ha scritto:
Danessia ha scritto:
jeppo16 ha scritto:
Davide ha scritto:
Scusa gugu sopra la collega ti ha fatto una domanda sul concorso. ti hanno immesso in ruolo o stai attendendo?
LOL

chi viene in questo forum per cercare di "capire" leggendo le varie opinioni ,si imbatte puntualmente nei tuoi post che sono semplicemente patetici e che mi portano a compatire i tuoi alunni
a parte che il mio non era un post....cmq nessuno ti obbliga a leggerli. non sei intervenuta fino ad adesso in questa discussione come mai intervieni proprio ora dopo un mio "post"?? Ti consiglio di astenerti dal tentare di commentare quella chi sia la mia attività didattica perchè non credo tu  abbia titolo per farlo

Danessia ha scritto:

Mi scuso in anticipo con chi partecipa a questa discussione perché occupo impropriamente, ma brevemente, questo spazio per chiarire a Jeppo che questo forum è aperto a tutti, anche alle ex insegnanti e non a pochi eletti.
Ho abbastanza anni da poter essere tua madre,
in base a cosa?? conosci la mia data di nascita?? mia madre ha 78 anni tu quanti anni hai?
Danessia ha scritto:
ho due figli insegnanti, una di ruolo da anni ed uno in GAE. Pensavo di aver chiuso con la scuola e invece ho avuta una terza figlia disabile e sono stata "costretta" ad interessarmene di nuovo. Ho imparato a documentarmi per cercare di seguirla al meglio. Ho incontrato insegnanti competenti e altri meno ma sempre ho cercato di "lavorare" insieme a loro per il bene di mia figlia. Frequento questo forum per "capire"cosa sta succedendo e se ti ho risposto in quel modo è perchè venivo dalla lettura di almeno tre tuoi commenti, tutti con lo stesso stile: offensivi, arroganti e inutili ( come è inutile il mio adesso).

mai offeso nessuno, nessun insulto è stato da me scritto. sei pregata di non gettare fango e menzogne sugli utenti di questo forum (io sono uno di essi).
Danessia ha scritto:

Forse non sai che oltre agli insegnanti , a scuola ci sono gli alunni ma anche i genitori e visto il tuo modo di rapportarti, non posso fare a meno di pensare anche alla tua "didattica".

Perchè costringi la gente ad essere ripetitiva?? ti ho già detto di parlare di cose per le quali hai titolo. Non hai titolo per valutare la mia didattica quindi astieniti.
Danessia ha scritto:

Se sei un buon osservatore, avrai notato che non mi permetto mai di inserirmi in argomenti che conosco poco o affatto. Lo faccio solo quando sono sicura di quello che scrivo e se può essere utile  ad altri. Leggo gli interventi degli altri e ,a volte, sono ammirata, altre volte (quando leggo te) incavolata.
purtroppo ancora devo per forza essere ripetitivo. Ti ho già detto che nessuno ti obbliga a leggerli. Quando vedi un mio intervento semplicemente non leggerlo e saltalo. Se ti concentri vedrai che ce la puoi fare. Credimi è molto facile.
Danessia ha scritto:

Chiedo di nuovo scusa ma continuerò a frequentare questo forum, a meno che, i moderatori, non mi dicano che non posso.
il tuo diritto di frequentare il forum non è di rango superiore al mio. Quindi frequentalo ed ignora i miei post. Tu non sei intervenuta fino al mio post, poi intervieni e lo hai fatto con l'unico intento di provocare ed offendendo con riferimenti a "compatire i miei alunni" o alla mia "didattica". Le uniche offese qui sono le tue alle quali certo non rispondo perchè ti sei già data la risposta da sola quando hai detto in merito al tuo intervento "come è inutile il mio adesso".

saluti
Tornare in alto Andare in basso
jeppo16



Messaggi : 418
Data d'iscrizione : 18.10.14

MessaggioOggetto: Re: La non meritocratica "buona" scuola   Mar Nov 11, 2014 6:22 pm

chiedo scusa ma non potevo lasciar passare insulti a me rivolti da chi oltretutto si inventa menzogne sul mio conto. Spero che la discussione continui e che non venga chiusa.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3568
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Questa "Buona(?) Scuola"   Mar Nov 11, 2014 7:13 pm

RIVOGLIOCOSTITUZIONE ha scritto:
Certo che lo capisco...ho fatto il precario per 12 anni! Ma credi che lavorare a meno ma lavorare tutti sia un buon criterio? Forse si....ma quei TUTTI allora dovrebbero esser proprio Tutti...Totti compreso! Sono un ingegnere elettronico e capisco i sistemi e i problemi...ci sono soluzioni ad esempio matematiche che non sono accettabili perché non fisicamente  realizzabili e allora...nel campo sociale ed economico bisogna fare i conti con l'etica...ad esempio potremmo pensare di avere tutti un ottimo stipendio annullando le pensioni mettendo in una camera a gas chi raggiunge l'età pensionabile...funzionerebbe matematicamente ma sarebbe inaccettabile eticamente. Ecco quello che stiamo perdendo tutti, giorno dopo giorno, etica e dignità...se pensiamo che ci sono docenti disposti a lavorare GRATIS nelle scuole paritarie per conseguire il punteggio utile a "scavalcare" chi non ha le giuste conoscenze o semplicemente non ha la possibilità di lavorare gratis allora...caro mio, è l'inizio della fine!
Hai colto il nocciolo della questione mentre il dibattito si sta sviluppando tutto sulla progressione economica della carriera.
Questa "Buona(?) Scuola" di Renzie ha due argomenti portanti che sono l'immissione in ruolo di 150.000 insegnanti e lo sviluppo della carriera economica in base alla meritocrazia. Su questi due argomenti si focalizza tutto il dibattito.
Se tu chiedi ad un non insegnante: "sei d'accordo sulla meritocrazia degli insegnanti?", il 100% ti risponderà SI!
Se tu chiedi ad un non insegnante: "sei d'accordo all'immissione in ruolo di 150.000 precari?", questi ti risponderà NO!
Se tu chiedi ad un insegnante le stesse due cose, quelli già di ruolo ti risponderanno che sono favorevoli alla meritocrazia (a certe condizioni) come sono favorevoli all'immissione in ruolo dei colleghi precari. Mentre un insegnante precario con una prospettiva di immissione in ruolo di diversi anni ti risponderà che è favorevole a tutto il Piano, costi quel che costi, pur di entrare subito in ruolo.
Faccio un ragionamento molto semplice. Non si può lasciare l'attuale progressione di carriera per tutti e premiare ulteriormente gli insegnanti più impegnati e meritevoli? Mi pare una cosa molto onesta, anche per ridare un pò di dignità e fiducia alla classe docente perché dovete capire che oggi la dignità è misurata con la retribuzione che uno prende!!!
Invece no, Renzie toglie gli scatti di anzianità a tutti e premia ogni 3 anni, con 60 euro il 66% dei docenti meritevoli. E se sono il 72%? Sono fottuti pure i meritevoli. Qual é allora il fine ultimo di Renzie se non quello di risparmiare?!
L'immissione in ruolo (per ora solo sulla carta.....) dei 150.000 precari serve per spaccare la categoria. Infatti i risultati già si vedono....
Ma l'avete letta tutta questa "Buona Scuola"? Io si, e come insegnante da poco in pensione affermo che è il peggiore attacco alla dignità della classe docente. Nemmeno il centrodestra è riuscito a tanto se dovesse passare questa porcheria.
Il programma-dibattito sulla "Buona Scuola", al quale partecipo assiduamente, non dice nulla sulla "rivalutazione" della classe docente.
Anzi il tema più ricorrente è la valutazione degli stessi docenti alla quale vogliono partecipare tutti i genitori, gli alunni, il ministero, la Caritas, l'esercito della Salvezza, ecc.. Tutti in grado di valutare i docenti perché il 20 anni di berlusconismo, grazie anche ai suoi mezzi di propaganda, hanno fatto capire che gli unici a non essere in grado di valutare sono i docenti.
Agli insegnanti si chiede sempre tutto e di più (vedi banca delle ore, insegnante di rete tuttofare, ecc) e si dà sempre di meno.
Dove sta la scuola al primo posto dello slogan renziano? Dove è finita la rivalutazione della classe docente? Dove sono i riconoscimenti economici rapportati alla media europea?
Renzi ormai è un libro aperto: tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare!



Tornare in alto Andare in basso
charman



Messaggi : 3081
Data d'iscrizione : 07.11.09
Località : san benedetto del tronto

MessaggioOggetto: Re: La non meritocratica "buona" scuola   Mar Nov 11, 2014 7:42 pm

Per i lavoratori di oggi...c'è sempre una cattiva notizia in più...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: La non meritocratica "buona" scuola   Mar Nov 11, 2014 7:45 pm

@ giancarloplaya
Ho rifatto i calcoli, in effetti avevo preso una cantonata considerando l'accumulazione dei differenziali di ogni progressione per un solo triennio e non fino al termine della carriera.

Come incremento mensile lordo ho considerato un importo medio di 103 euro perché è più pertinente: infatti scaturisce dalla somma del 12% di ritenute previdenziali (leggermente sovrastimato) e del 30% di aliquota IRPEF media. Infatti, il tuo 48% di ritenute è a mio parere eccessivo perché presuppone che anche negli scaglioni più bassi di inizio carriera si applichi agli incrementi un'aliquota IRPEF prossima al 38%. In realtà fino a redditi imponibili di 28 mila euro si applica come aliquota massima il 27%, Gli incrementi oltre il 28 mila euro, sui quali graverebbe il 38% di IRPEF si avrebbero solo dopo aver maturato il 7° scatto, ovvero dopo 21 anni di servizio nella migliore dell'ipotesi. L'incremento lordo medio più probabile è quindi di 103 euro (aliquota IRPEF media ponderata del 30% e circa 12% di ritenute previdenziali):
60/(1-0,42)=103€.
A questo punto, considerando una probabilità del 66% di conseguire uno scatto, si arriva ad un accumulo di 145.817 €,

La perdita ammonta pertanto a 29.600 euro circa (in termini lordi). in termini netti circa 17 mila euro (leggermente sovrastimato se si tiene conto che con l'attuale sistema si ha una maggiore incidenza dell'aliquota al 38%, che è invece marginale con la progressione "meritocratica").

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: La non meritocratica "buona" scuola   Mar Nov 11, 2014 8:02 pm

giobbe ha scritto:

Invece no, Renzie toglie gli scatti di anzianità a tutti e premia ogni 3 anni, con 60 euro il 66% dei docenti meritevoli. E se sono il 72%? Sono fottuti pure i meritevoli. Qual é allora il fine ultimo di Renzie se non quello di risparmiare?!
Se non ci fosse la boiata del 66% il sistema sarebbe effettivamente meritocratico: gli scatti non sarebbero attribuiti in base all'anzianità ma in base ad un presunto merito. E questo porterebbe ad un effettivo incremento rispetto al sistema attuale, anche se irrisorio. Il nodo si sposterebbe pertanto sulla definizione di un sistema di valutazione obiettivo (cosa non facile).

L'introduzione della destinazione degli incrementi solo al 66% dei meritevoli è non solo avvilente (pur essendo meritevole non sei premiato perché non hai meritato abbastanza), ma introduce fattori di disturbo nei confronti delle sinergie: in questo modo si premia la strategia del rampantismo, della cordata, del boicottaggio. Ogni docente è interessato non solo a rientrare nel novero del 66% ma anche a ostacolare i possibili concorrenti.

Resta infine da verificare quali saranno effettivamente i processi e i criteri di valutazione del merito. Difficilmente sarà dato un congruo credito a chi si adopera anonimamente nell'attività didattica sensu stricto.
Tornare in alto Andare in basso
giancarloplaya



Messaggi : 91
Data d'iscrizione : 11.08.13

MessaggioOggetto: Re: La non meritocratica "buona" scuola   Mar Nov 11, 2014 8:52 pm

gian ha scritto:
giobbe ha scritto:

Invece no, Renzie toglie gli scatti di anzianità a tutti e premia ogni 3 anni, con 60 euro il 66% dei docenti meritevoli. E se sono il 72%? Sono fottuti pure i meritevoli. Qual é allora il fine ultimo di Renzie se non quello di risparmiare?!
Se non ci fosse la boiata del 66% il sistema sarebbe effettivamente meritocratico: gli scatti non sarebbero attribuiti in base all'anzianità ma in base ad un presunto merito. E questo porterebbe ad un effettivo incremento rispetto al sistema attuale, anche se irrisorio. Il nodo si sposterebbe pertanto sulla definizione di un sistema di valutazione obiettivo (cosa non facile).

L'introduzione della destinazione degli incrementi solo al 66% dei meritevoli è non solo avvilente (pur essendo meritevole non sei premiato perché non hai meritato abbastanza), ma introduce fattori di disturbo nei confronti delle sinergie: in questo modo si premia la strategia del rampantismo, della cordata, del boicottaggio. Ogni docente è interessato non solo a rientrare nel novero del 66% ma anche a ostacolare i possibili concorrenti.

Resta infine da verificare quali saranno effettivamente i processi e i criteri di valutazione del merito. Difficilmente sarà dato un congruo credito a chi si adopera anonimamente nell'attività didattica sensu stricto.
concordo gian, i calcoli li avevo fatti stimando una ritenuta del 25% (che è quella della gestione separata più o meno)
per assurdo se non avessero messo un tetto del 66% (che ad onor del vero è abbastanza alto) avrebbero potuto mettere un sistema di valutazione "serio" per fare in modo che in pochi raggiungessero gli scatti, o quantomeno un sistema di punteggio cumulativo difficile da raggiungere in 3 anni ma magari raggiungibile in 4 (tetto minimo per lo scatto 3 anni, max ad libitum, poi una volta effettuato lo scatto si riparte da zero e di nuovo accumulo di crediti fino allo scatto successivo), oppure una parte fissa legata all'anzianità di servizio ed una variabile legata a criteri meritocratici (a saldi invariati)
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3568
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: La non meritocratica "buona" scuola   Mer Nov 12, 2014 11:33 am

La meritocrazia va riconosciuta e premiata. Come farlo, quando farlo e chi lo deve fare è un discorso a parte.
Sono comunque convinto che i docenti devono avere una progressione di carriera legata anche all'anzianità, proprio come oggi.
Quindi la progressione economica deve tener conto dell'anzianità (parte fissa) e del merito (parte variabile).
Poi, che "La Buona Scuola" di Renzi sia per i meritevoli più premiante di oggi, in termini economici, è un'illusione già sfatata da OS.
http://www.orizzontescuola.it/news/riforma-scuola-valorizza-insegnanti-secondo-92-no-renzi-bocciato
Tornare in alto Andare in basso
crotone



Messaggi : 1882
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: Re: La non meritocratica "buona" scuola   Mer Nov 12, 2014 11:57 am

Sarebbe corretto un doppio canale per la progressione di carriera....una parte sull'anzianità ed una sul merito..forse in questo modo si accontenterebbero un po' tutti
Tornare in alto Andare in basso
jeppo16



Messaggi : 418
Data d'iscrizione : 18.10.14

MessaggioOggetto: Re: La non meritocratica "buona" scuola   Mer Nov 12, 2014 12:43 pm

La valutazione del merito esisteva quando renzie non era ancora nato. Si chiamava concorso per merito distinto e guarda caso ti faceva avanzare negli scatti di anzianità. la solita sinistra anni 70 l'ha voluta eliminare per i soliti motivi ideologici. Basterebbe reintrodurre tale concorso per avere la valutazione del merito e la retribuzione legata al merito. Scommettiamo che se gli si propone di reintrodurre i concorsi per merito distinto si alzerà una barricata da parte del governo??? perchè nessun rappresentante sindacale lo fa?? quello sarebbe il modo per smascherare il vero scopo dello sbandieramento del merito da parte di renzie. Ma questo ovviamente secondo questo governo non si potrà fare perchè in questo modo non solo non si aboliscono gli scatti di anzianità ma ci saranno docenti che prenderanno più soldi di quelli che gli spetterebbero secondo la loro anzianità stessa.
Mettevi in testa che questo governo non se ne frega nulla del merito!!! Il principio del merito è un pretesto che sta adottando per fare i tagli alle retribuzioni dicendo che poi il 66% avrà uno stipendio maggiore degli altri. Ma io dico maggiore degli altri chi?? se gli altri avranno una miseria allora avranno lo stipendio maggiore di una miseria?? Il motivo per il quale dice che nella scuola devo essere coinvolti tutti è perchè vuole sfruttare l'opinione pubblica secondo la quale il docente non ha merito è un nullafacente quindi è giusto ridurgli lo stipendio e dare una maggiorazione solo a chi lo merita ossia 2 su 3. Ma poi come fa il governo a sapere apriori che solo 2 su 3 docenti della scuola italiana sono meritevoli??

P.S. fin quando andranno in televisione rappresentanti della scuola come quelli di ieri sera questo pifferaio magico avrà sempre gioco facile. mi viene il dubbio che se li sia scelti lui.
Tornare in alto Andare in basso
jeppo16



Messaggi : 418
Data d'iscrizione : 18.10.14

MessaggioOggetto: Re: La non meritocratica "buona" scuola   Mer Nov 12, 2014 1:00 pm

ieri sera l'attuale capo del governo ha pure detto "nella riforma della scuola devo essere coinvolti tutti perchè la scuola è l'unica cosa che riguarda tutti" mi pare che fossero le parole testuali , non so se c'è la registrazione di porta a porta sul web. Io avtrei risposto "scusi ma perchè la magistratura non riguarda tutti?? io mica sono immune ad eventuale errore giudiziario da parte di un magistrato non meritevole?? la sanità non riguarda tutti?? io non sono immune ad eventuale errore di un medico non meritevole!! quindi adesso si farà la riforma della sanità e della magistratura ed io pretendo di essere coinvolto allo stesso modo di come si vuole coinvolgere chiunque , anche l'ortolano sotto casa nella riforma della scuola"
questo signore vuole trascinare l'opinione pubblica allo stesso modo di come ha fatto per job acts con la cancellazione dell'art 18 dicendo che tale cancellazione porterà più lavoro!! non ho ancora incontrato un imprenditore che mi ha detto che assumerà un lavoratore grazie alla eliminazione dell'art 18.
signori non so la scuola quanti milioni di voti possa disporre ma ricordatevi chi sia questo signor nessun, eletto da nessuno quando si andrà a votare (perchè lui vuole andare a votare....e se si vota in primavera si è ancora in tempo per bloccare questa riforma che vuole fare a gennaio)
nella scuola penso che lo voteranno solo quelli che sanno entreranno in ruolo da gae fra più di dieci anni e speriamo che siano veramente pochi rispetto agli altri. sarebbe meglio se si trovasserro un altro lavoro invece di appoggiare una riforma che vuole uccidere tutti!
Tornare in alto Andare in basso
immaantonio



Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 09.03.11

MessaggioOggetto: Re: La non meritocratica "buona" scuola   Mer Nov 12, 2014 1:44 pm

gugu ha scritto:
Laura70 ha scritto:
gugu ha scritto:
Certo che passa. Più che altro il problema dello stipendio non ha nulla a che vedere con l'assunzione degli abilitati.

tu preferisci essere assunto ruolo ora e accettare di non avere più scatti e vedere il tuo stipendio impoverito piuttosto che aspettare ancora? non so ancora quanto ti manca (spero pochissimo). Mi ricordo che avevi fatto il concorso l'anno scorso


I tempi cambiano. Sono lontani quelli dove si veniva assunti dopo 15 anni da GM infinita, anche con punteggi minimi.

Ribadisco che non c'è alcun legame fra gli scatti e le nuove assunzioni. Per cui sarebbe meglio leggere i documenti relativi.[/quot

Non credo , tutto è correlato specialmente ne La Buona Scuola! risparmiano per darci il posto (che ci spetta) di ruolo e già da un pezzo stanno impoverendo ulteriormente i nostri stipendi. La scuola riguarda Tutti  e Tutto come le altre categorie e settori.
Tornare in alto Andare in basso
crotone



Messaggi : 1882
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: Re: La non meritocratica "buona" scuola   Mer Nov 12, 2014 3:48 pm

comunque è vero che noi insegnanti non vogliamo essere giudicati.

Ed è anche vero che molti di noi non fanno bene il proprio lavoro, non facciamo finta di nulla, andiamo tutti a scuola, io da precario ne ho girate tante in questi anni, e delle cose sono assurd
Tornare in alto Andare in basso
jeppo16



Messaggi : 418
Data d'iscrizione : 18.10.14

MessaggioOggetto: Re: La non meritocratica "buona" scuola   Mer Nov 12, 2014 5:08 pm

crotone ha scritto:
comunque è vero che noi insegnanti non vogliamo essere giudicati.

Ed è anche vero che molti di noi non fanno bene il proprio lavoro, non facciamo finta di nulla, andiamo tutti a scuola, io da precario ne ho girate tante in questi anni, e delle cose sono assurd
ma a te queste caxxate chi te le dice ?? chi ti ha detto che noi non vogliamo essere valutati?? perchè non dici a renzie di istituire i concorsi per merito distinto così poi vediamo chi è che davvero vuole il merito e chi invece vuole solo i tagli per assumere i 150mila che sono in gae. Leggo che tu sei precario, da quello che scrivi desumo in gae e magari con un punteggio che ti farà entrare fra 20 anni.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3568
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: La non meritocratica "buona" scuola   Dom Nov 16, 2014 1:10 pm

Ho inviato questo contributo il 13 novembre scorso ma non è stato ancora pubblicato. Forse è scomodo?.....
"Valutare una scuola mediante il fattore degli insuccessi scolastici produce un effetto immediato, che è quello di abbassare l'asticella della valutazione degli alunni, promuovendo tutti.
Anche nelle università l'introduzione del parametro "laurea in tempo" ha immediatamente prodotto un effetto di promozioni di massa. Pertanto, trovo necessario che sulla questione della valutazione delle scuole si diano indicazioni generali che escludano parametri che interferiscano con la qualità dell'insegnamento atteso che il detto "La scuola che boccia si boccia" ha prodotto una marea di diplomati e laureati ignoranti."
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3568
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: La non meritocratica "buona" scuola   Dom Nov 16, 2014 1:12 pm

gugu ha scritto:
Certo che passa. Più che altro il problema dello stipendio non ha nulla a che vedere con l'assunzione degli abilitati.
Allora bisogna fare di tutto per non farla passare!
Tornare in alto Andare in basso
charman



Messaggi : 3081
Data d'iscrizione : 07.11.09
Località : san benedetto del tronto

MessaggioOggetto: Re: La non meritocratica "buona" scuola   Dom Nov 16, 2014 11:54 pm

Infatti, Giobbe...
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3568
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: La non meritocratica "buona" scuola   Mar Nov 18, 2014 12:22 pm

Da OS. Madia: "niente rinnovo contrattuale", accontentiamoci delle assunzioni e degli 80 euro.
E' quello che dicevo innanzi, le assunzioni in ruolo sono l'alibi per non dare un centesimo agli insegnanti già in servizio.
Tornare in alto Andare in basso
generals



Messaggi : 163
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: La non meritocratica "buona" scuola   Mar Nov 18, 2014 3:41 pm

giobbe ha scritto:
Da OS. Madia: "niente rinnovo contrattuale", accontentiamoci delle assunzioni e degli 80 euro.
E' quello che dicevo innanzi, le assunzioni in ruolo sono l'alibi per non dare un centesimo agli insegnanti già in servizio.
riguarda tutta la PA anche dove non ci sono assunzioni, tranne magistrati, forze ordine e militari.
Tornare in alto Andare in basso
Forum educazione fisica



Messaggi : 610
Data d'iscrizione : 09.12.11

MessaggioOggetto: Re: La non meritocratica "buona" scuola   Mar Nov 18, 2014 4:39 pm

giobbe ha scritto:
Ho inviato questo contributo il 13 novembre scorso ma non è stato ancora pubblicato. Forse è scomodo?.....
"Valutare una scuola mediante il fattore  degli insuccessi scolastici produce un effetto immediato, che è quello di abbassare l'asticella della valutazione degli alunni, promuovendo tutti.
Anche nelle università l'introduzione del parametro "laurea in tempo" ha immediatamente prodotto un effetto di promozioni di massa. Pertanto, trovo necessario che sulla questione della valutazione delle scuole si diano indicazioni generali che escludano parametri che interferiscano con la qualità dell'insegnamento atteso che il detto "La scuola che boccia si boccia" ha prodotto una marea di diplomati e laureati ignoranti."

Giobbe, secondo me, però, non è automatico.
Per accontentare gli alunni non basta mettere un voto alto, ma bisogno mettere un voto migliore. Spiego meglio: se io dò sempre un 10 politico, credo che la mia valutazione non sarà affatto alta per due motivi: 1) è da furbi e non è professionale; 2) i più bravi non hanno l'opportunità di far valere la propria superiorità sui loro compagni e quindi non sono contenti del loro 10, in quanto nessuno ha preso di meno.

E' impossibile accontentare tutti.
Tornare in alto Andare in basso
http://educazionefisica.freeforumzone.leonardo.it/forum.aspx?c=1
giovanna onnis



Messaggi : 17785
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: La non meritocratica "buona" scuola   Mar Nov 18, 2014 6:56 pm

generals ha scritto:
giobbe ha scritto:
Da OS. Madia: "niente rinnovo contrattuale", accontentiamoci delle assunzioni e degli 80 euro.
E' quello che dicevo innanzi, le assunzioni in ruolo sono l'alibi per non dare un centesimo agli insegnanti già in servizio.
riguarda tutta la PA anche dove non ci sono assunzioni, tranne magistrati, forze ordine e militari.
Quindi se riguarda tutta la PA non dobbiamo lamentarci? La tua filosofia sarebbe "mal comune mezzo gaudio"?? Dimentichi, però che il nostro contratto economico è scaduto dal 2009 e in più vogliono toglierci gli scatti di anzianità, anche se maturati, ma non percepiti a causa del blocco (il 2013 non è stato mai recuperato)
Per quale altra categorià si prospetta l'annullamento degli scatti di anzianità, sostituiti, a loro dire, da scatti legati alla meritocrazia che non coinvolgerebbe tutti, ma solo il 66% dei docenti anche se i meritevoli fossero, ipotesi, l'80%??
Tornare in alto Andare in basso
generals



Messaggi : 163
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: La non meritocratica "buona" scuola   Mar Nov 18, 2014 7:26 pm

giovanna onnis ha scritto:
generals ha scritto:
giobbe ha scritto:
Da OS. Madia: "niente rinnovo contrattuale", accontentiamoci delle assunzioni e degli 80 euro.
E' quello che dicevo innanzi, le assunzioni in ruolo sono l'alibi per non dare un centesimo agli insegnanti già in servizio.
riguarda tutta la PA anche dove non ci sono assunzioni, tranne magistrati, forze ordine e militari.
Quindi se riguarda tutta la PA non dobbiamo lamentarci? La tua filosofia sarebbe "mal comune mezzo gaudio"?? Dimentichi, però che il nostro contratto economico è scaduto dal 2009 e in più vogliono toglierci gli scatti di anzianità, anche se maturati, ma non percepiti a causa del blocco (il 2013 non è stato mai recuperato)
Per quale altra categorià si prospetta l'annullamento degli scatti di anzianità, sostituiti, a loro dire, da scatti legati alla meritocrazia che non coinvolgerebbe tutti, ma solo il 66% dei docenti anche se i meritevoli fossero, ipotesi, l'80%??

voglio dire semplicemente che il resto è fuffa, hanno bloccato i contratti di tutta la PA da 6 anni. Gli scatti di anzianità sono già annullati in tutta la PA (legge brunetta) ma congelati poichè non c'è stato ancora rinnovo contrattuale. Stanno semplicemente allineando la scuola alla normativa già esistente per gli altri. Concordo che il non rinnovare il contratto è un errore ovviamente.
Tornare in alto Andare in basso
 
La non meritocratica "buona" scuola
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
 Argomenti simili
-
» La "buona scuola".....
» Buona Scuola a rischio: legarla alla vita del governo o ritirarla?
» Sindacati impugnano la Buona Scuola
» Dove acquistare una buona fresa e lampada uv (no nded)!!
» Buona domenica:cosa cucinate oggi?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: