Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Valutazione di un compito in bianco!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
charman



Messaggi : 3090
Data d'iscrizione : 07.11.09
Località : san benedetto del tronto

MessaggioOggetto: Valutazione di un compito in bianco!   Dom Nov 09, 2014 8:13 pm

Il mio dubbio è: se un alunno consegna il compito senza alcun esercizio svolto e se io avevo dato per esempio un certo punteggio ad ogni esercizio, è possibile mettere 0? :-(
Tornare in alto Andare in basso
giulia boffa
Admin


Messaggi : 36316
Data d'iscrizione : 28.09.09
Età : 52
Località : milano

MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Dom Nov 09, 2014 8:24 pm

la tabella va da 1 a 10

non esiste lo 0

http://www.orizzontescuola.it/petizione-cambiamo-tabella-valutazione-5-1
Tornare in alto Andare in basso
charman



Messaggi : 3090
Data d'iscrizione : 07.11.09
Località : san benedetto del tronto

MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Dom Nov 09, 2014 8:36 pm

Quindi se uno studente consegna in banco o effettua un solo esercizio da un punto, sempre 1 è?
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Dom Nov 09, 2014 8:36 pm

nel pof in genere sono previste sia quelle sommative che formative
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Dom Nov 09, 2014 8:44 pm

La griglia la stabilisci tu.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Dom Nov 09, 2014 9:12 pm

mac67 ha scritto:
La griglia la stabilisci tu.
A volte sta nel POF, a volte cisa dal Collegio Docenti, a volte è personalizzata dai Dipartimeti disciplinari; spesso il minimo è comunque 2.

Non c'è differenza sostanziale tra un 1 un 2 o un 3; facendo media sono tutti voti irrecuperabili da un caprone che li prende; è possibile recuperarli solo rifacendo la verifica e sostituendo il vecchio voto col nuovo, a quel punto l'uno vale l'altro.
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Dom Nov 09, 2014 9:40 pm

oppure ti attieni a ciò che è deciso nel dipartimento.

da noi non si va sotto il 3 (siamo alle medie)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Dom Nov 09, 2014 9:50 pm

Laura70 ha scritto:
oppure ti attieni a ciò che è deciso nel dipartimento.

da noi non si va sotto il 3 (siamo alle medie)

Se al tre disposto come voto minimo si dà il valore reale (ovvero come voto minimo) non c'è nulla di male. Se invece viene poi percepito o presentato come espressione di un quadro meno grave allora è un fatto patologico.

Personalmente sono contrario alla contrazione della scala dei valori perché riduce la percezione delle differenze. Soprattutto tenendo conto del fatto che i voti devono essere interi. Una scala da uno a dieci offre sicuramente un differenziale più congruo rispetto ad una scala da tre a otto.
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Dom Nov 09, 2014 9:52 pm

gian ha scritto:
Laura70 ha scritto:
oppure ti attieni a ciò che è deciso nel dipartimento.

da noi non si va sotto il 3 (siamo alle medie)

Se al tre disposto come voto minimo si dà il valore reale (ovvero come voto minimo) non c'è nulla di male. Se invece viene poi percepito o presentato come espressione di un quadro meno grave allora è un fatto patologico.

Personalmente sono contrario alla contrazione della scala dei valori perché riduce la percezione delle differenze. Soprattutto tenendo conto del fatto che i voti devono essere interi. Una scala da uno a dieci offre sicuramente un differenziale più congruo rispetto ad una scala da tre a otto.

no qui la scala è 3 - 10
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Dom Nov 09, 2014 10:12 pm

Laura70 ha scritto:
gian ha scritto:
Laura70 ha scritto:
oppure ti attieni a ciò che è deciso nel dipartimento.

da noi non si va sotto il 3 (siamo alle medie)

Se al tre disposto come voto minimo si dà il valore reale (ovvero come voto minimo) non c'è nulla di male. Se invece viene poi percepito o presentato come espressione di un quadro meno grave allora è un fatto patologico.

Personalmente sono contrario alla contrazione della scala dei valori perché riduce la percezione delle differenze. Soprattutto tenendo conto del fatto che i voti devono essere interi. Una scala da uno a dieci offre sicuramente un differenziale più congruo rispetto ad una scala da tre a otto.

no qui la scala è 3 - 10
Non lo metto in dubbio. Ma sappiamo bene che molti insegnanti sono restii a dare il nove o il dieci.
Negli anni novanta avevo una ragazza bravissima in chimica (e non solo in chimica). In prima, allo scrutinio, la presentai con 10. Nelle altre materie aveva otto o nove. Alcuni colleghi trovarono da ridire sul mio dieci, ritenendolo esagerato. Io risposi che il voto era pienamente meritato e spiegai anche i motivi. Dopo la mia "arringa", il collega di matematica portò il suo nove a dieci.
Analogamente, due anni fa, discutendo i voti di condotta, per un ragazzo fu proposto il nove. A quel punto mi sono imposto e ho detto più o meno:
Scusate, ma questo ragazzo ha una sfilza di otto e nove, è educatissimo, responsabile, partecipa attivamente alla lezione, aiuta i compagni, è stimato da tutta la classe, è un simpaticone sempre di buonumore, non fa mai un intervento a sproposito, dimostra maturità e apertura nella discussione anche su ambiti tematici che vanno oltre le nostre discipline, raramente si assenta, ecc. Se non diamo dieci in condotta in questi casi quando lo diamo?
Da quel giorno non abbiamo più avuto remore a dare il dieci in condotta ai meritevoli.

Mi capita, a volte, di dare 10 come voto ad una verifica scritta, sulla base della griglia che ho predisposto. Ogni volta che succede in una classe che non mi conosce gli studenti si sorprendono. Questo mi fa pensare che il 10 non sia molto frequente, neppure in quei casi in cui sarebbe oggettivamente giustificato.

Come voto finale, invece, l'ho dato solo a quella studentessa che ho menzionato, in prima e in seconda. Negli anni successivi, invece, il voto finale è "sceso" a otto perché non ritenevo ci fossero i presupposti per dare il dieci.
Tornare in alto Andare in basso
ludmilla72



Messaggi : 404
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Dom Nov 09, 2014 10:20 pm

Se può essere di aiuto, ecco il modo in cui personalmente valuto le prove.

Di solito definisco il valore dei voti numerici davanti agli alunni. Spiego che non metto 1 perché mi vergogno per me e per loro: lo ritengo un voto umiliante. Il 2 equivale ad una prova nulla (compito in bianco, scena muta o rifiuto all'orale). Dal 3 in poi vuol dire che uno ci ha almeno provato.

Quanto ai voti alti, 8 vuol dire "prova pressoché perfetta". Il 9 non è un voto che do ad una singola prova: significa che l'8 è stato costante durante tutto il quadrimestre (o l'anno) e di solito è un voto che riservo al consuntivo finale. 10 vuol dire che l'alunno è autodidatta, che può anche fare a meno della scuola e che io non ho niente da insegnargli. Di solito si tratta di quegli alunni - purtroppo sempre più rari - con i quali le "interrogazioni" si trasformano felicemente in chiacchierate alla pari.

TUTTE le valutazioni vengono motivate in classe. Dopo un'interrogazione, spiego sempre che cosa è andato bene e che cosa si può migliorare.

Ma la cosa più importante e che gli alunni devono avere ben chiara è che "il voto si riferisce alla performance e non alla persona": io non sono il Padreterno e non giudico nessuno, se non qui ed ora su un limitatissimo frammento del sapere. Dunque chi ha preso 2 può teoricamente raggiungere l'8 e chi ha preso 8 può teoricamente sprofondare al 2.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Dom Nov 09, 2014 10:33 pm

ludmilla72 ha scritto:
10 vuol dire che l'alunno è autodidatta, che può anche fare a meno della scuola e che io non ho niente da insegnargli.
Se penso che la mia prof di matematica in quarta e quinta liceo mi aveva esonerato dalle verifiche, sia scritte sia orali, e non mi ha mai dato 10 mi viene una rabbia... :-\
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Dom Nov 09, 2014 10:36 pm

ludmilla72 ha scritto:
Ma la cosa più importante e che gli alunni devono avere ben chiara è che "il voto si riferisce alla performance e non alla persona": io non sono il Padreterno e non giudico nessuno, se non qui ed ora su un limitatissimo frammento del sapere.
Non ho mai pensato il contrario, però forse hai ragione; andrebbe detto.
Il prossimo anno cercherò di ricordarmelo.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Dom Nov 09, 2014 10:40 pm

gian ha scritto:
ludmilla72 ha scritto:
10 vuol dire che l'alunno è autodidatta, che può anche fare a meno della scuola e che io non ho niente da insegnargli.
Se penso che la mia prof di matematica in quarta e quinta liceo mi aveva esonerato dalle verifiche, sia scritte sia orali, e non mi ha mai dato 10 mi viene una rabbia... :-\
Mai avuto un 10 alle superiori; e dire che di elettronica ne sapevo più io del mio professore.

Forse era giusto così, prendendo un 10 ci si poteva anche accontentare di un 2, con un 8 no; questo ti costringeva a non mollare mai completamente.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Dom Nov 09, 2014 10:56 pm

avidodinformazioni ha scritto:
gian ha scritto:
ludmilla72 ha scritto:
10 vuol dire che l'alunno è autodidatta, che può anche fare a meno della scuola e che io non ho niente da insegnargli.
Se penso che la mia prof di matematica in quarta e quinta liceo mi aveva esonerato dalle verifiche, sia scritte sia orali, e non mi ha mai dato 10 mi viene una rabbia... :-\
Mai avuto un 10 alle superiori; e dire che di elettronica ne sapevo più io del mio professore.

Forse era giusto così, prendendo un 10 ci si poteva anche accontentare di un 2, con un 8 no; questo ti costringeva a non mollare mai completamente.
A parte le battute, non sono d'accordo con il concetto. Chi naviga su prestazioni alte difficilmente si accontenta del due, anzi, considera un voto negativo la stretta sufficienza anche se occasionale.
In ogni modo il problema si supera con un congruo numero di verifiche. Negli ultimi anni ne faccio 8-10 l'anno e questo mi permette di fare una valutazione più affidabile. In questo caso il 10, se occasionale, non influenza la valutazione complessiva, come del resto non la influenza neppure il 3 occasionale.
L'anno scorso, una ragazza che di solito prende alle verifiche dall'otto al dieci, in una prova aveva preso tre (in realtà la colpa era mia perché avevo toppato di brutto nella formulazione dei quesiti). Pretendeva a tutti i costi di essere interrogata per recuperare quel tre, mentre io le dicevo "ma per favore...". Le avevo dato nove come voto finale, ma non certo per quel tre nel curriculum, semplicemente perché ritenevo che il nove era il voto più adatto scaturito dal mixer delle sue prestazioni ordinarie, del suo impegno, della sua partecipazione e delle sue capacità. Insomma, le manca quel pizzico di "quid" necessario per arrivare al 10 complessivo, voto che ho riservato ad una sola persona in tutti i miei anni di insegnamento.
Tornare in alto Andare in basso
ludmilla72



Messaggi : 404
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Dom Nov 09, 2014 10:58 pm

Caro Avido,
coloro che, secondo il mio metro di giudizio, valgono 10 non studiano per il voto, ma per amore della materia. Niente e nessuno riuscirebbe a staccarli da un libro che li interessa.

Per esperienza, posso dire che, se la valutazione è chiara e trasparente, entro pochi mesi gli alunni arrivano all'autovalutazione e non riesci neanche più a prenderli in giro: se si accorgono di essere andati male e tu gli dai un voto sufficiente, ti guardano increduli e pensano che ti ha dato di volta il cervello. XD
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Dom Nov 09, 2014 11:05 pm

ludmilla72 ha scritto:
Per esperienza, posso dire che, se la valutazione è chiara e trasparente, entro pochi mesi gli alunni arrivano all'autovalutazione
Pienamente d'accordo
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Lun Nov 10, 2014 3:25 pm

Nelle mie verifiche scritte il 10 è sempre previsto e possibile. Non ci arrivano perché c'è sempre un quesito "carogna". A eccezione di un ex alunno, che riusciva a farli quasi sempre.
Tornare in alto Andare in basso
giggi



Messaggi : 396
Data d'iscrizione : 30.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Mer Nov 12, 2014 6:44 pm

Siccome si parlava di verifiche (compiti in classe) perchè non può essere assegnato 1 come voto ad un compito consegnato in bianco? io consegno all'inizio dell'anno la tabella con i voti (da 1 a 10) completa di descrittori e ovviamente al voto 1 è scritto proprio "consegna in bianco del compito o l'alunno si rifiuta di esporre e fa scena muta"; che poi nel proprio istituto sia prevista una "scala ridotta" di voti possibili (dal 3 al 10 ad es), questo non significa che non si possano assegnare tutti i voti della scala decimale per le valutazioni delle singole prestazioni durante i trimestri/quadrimestri e adeguarsi poi per il voto finale quadrimestrale alla "scala ridotta" (se l'alunno consegna sempre in bianco, fa sempre scena muta, il problema non è soltanto se assegnargli un tre o quattro a fine quadrimestre..).
Comunque a me capita sia di dover mettere l'1 (una volta un ragazzo mi ha volutamente sfidato stando per tutte le due ore del compito a fissarmi e ridere senza scrivere nulla sul foglio) sia di mettere i 10 alle singole verifiche perchè sono calibrate in modo tale che chi fa anche l'esercizio da 10 meriti davvero tale voto, proprio come ha detto qualcuno più su.
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Gio Nov 13, 2014 12:20 am

nelle mie due scuole si va dal 4 al 10, quindi 4 sia a chi ha fattoq ualcosa tutto sbagliato sia a chi ha consegnato in bianco.... senza differenziazione, per me non ha senso, ma i ds dicono che se no non si recupera più....
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Gio Nov 13, 2014 5:58 am

forza ha scritto:
nelle mie due scuole si va dal 4 al 10, quindi 4 sia a chi ha fattoq ualcosa tutto sbagliato sia a chi ha consegnato in bianco.... senza differenziazione, per me non ha senso, ma i ds dicono che se no non si recupera più....
Questi DS sono artefici del disastro a cui si è pervenuti. Non certo gli unici ma sicuramente rappresentativi dell'incapacità e della miopia dei quadri dirigenti e intermedi del sistema dell'istruzione. In assenza delle condizioni e delle risorse per attuare vere e proprie strategie di recupero, ci si affida esclusivamente all'escamotage dei numeri per aggirare il problema: la polvere viene accumulata sotto il tappeto. Il recupero si identifica solo nella garanzia di una progressione fittizia, lasciando il giovane nell'incapacità, nell'ignoranza, nel semianalfabetismo. Poi ci si stupisce dei risultati reali riscontrati nei giovani all'uscita dei percorsi.
Limitare a due soli voti la misura del grado di insufficienza, senza discernere fra i contesti e con il solo fine di salvare le apparenze al momento del "recupero" è dare il colpo di grazia alla percezione della meritocrazia. Il risultato è un appiattimento verso l'alto dei valori e la conseguente demotivazione, in una spirale degenerativa destinata ad autoalimentarsi di anno in anno, di decennio in decennio.

Questi sono i dirigenti? Che desolazione.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Gio Nov 13, 2014 9:58 am

forza ha scritto:
nelle mie due scuole si va dal 4 al 10, quindi 4 sia a chi ha fattoq ualcosa tutto sbagliato sia a chi ha consegnato in bianco.... senza differenziazione, per me non ha senso, ma i ds dicono che se no non si recupera più....

Perché, da burocrati ottusi, pensano valutazione = media dei voti. Come molti nostri colleghi, d'altro canto.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1792
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Gio Nov 13, 2014 3:42 pm

Appunto, le medie mica si fanno con la media aritmetica! Un voto di 1 fa media sempre secondo il giudizio del docente e del consiglio, il voto finale può anche non essere la media aritmetica dei voti registrati nel corso dell'anno. Anzi, il voto finale può essere qualsiasi voto il consiglio decida, anche disattendendo i calcoli che un computer o un umano può aver fatto!

Comunque la griglia dovrebbe prevedere i punteggi in modo che il minimo sia 1, non 0.
Io personalmente reputo stupide le griglie perchè penso che la valutazione non possa scaturire da una semplice somma di elementi.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Gio Nov 13, 2014 7:35 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
le medie mica si fanno con la media aritmetica!

Se vuoi dire (come immagino) che il voto finale non deve essere necessariamente la media, sono d'accordo, ma la media si fa con la media.

Molti insegnanti si limitano a fare la media perchè ogni altra forma di valutazione richiede l'uso della discrezionalità e quindi non sarà pienamente democratica.

Non sono per la democrazia senza se e senza ma, tuttavia quando posso cerco di essere più democratico possibile e quindi cerco il più possibile di applicare il metodo della media.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Valutazione di un compito in bianco!   Gio Nov 13, 2014 8:15 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Paolo Santaniello ha scritto:
le medie mica si fanno con la media aritmetica!

Se vuoi dire (come immagino) che il voto finale non deve essere necessariamente la media, sono d'accordo, ma la media si fa con la media.

Molti insegnanti si limitano a fare la media perchè ogni altra forma di valutazione richiede l'uso della discrezionalità e quindi non sarà pienamente democratica.

Non sono per la democrazia senza se e senza ma, tuttavia quando posso cerco di essere più democratico possibile e quindi cerco il più possibile di applicare il metodo della media.

Io uso la media come punto di partenza, dopo di che applico i correttivi che tengono conto delle specificità. A mio parere il principio della democrazia non si può applicare alla valutazione: la valutazione è una procedura tecnica e come tale deve essere svincolata dall'idea della democrazia che presuppone un metodo comparativo. Deve invece essere congrua, equa.
Tornare in alto Andare in basso
 
Valutazione di un compito in bianco!
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Valutazione e selezione degli ovociti per la fecondazione in vitro
» Valutazione spermiogramma di mio marito
» La valutazione della riserva ovarica
» dall'uomo a dio o da dio all'uomo?
» Testimoni di Geova - trasferimenti di sangue

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: