Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Barby Novello



Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 06.11.14

MessaggioOggetto: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Mar Nov 11, 2014 5:58 am

Cosa vuol dire? Che con la riforma di Renzi non si può più preparare il presepe nelle scuole a Natale?

Tornare in alto Andare in basso
Valerio



Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 30.09.14

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Mar Nov 11, 2014 8:38 am

La riforma che Renzi ha intenzione di fare e l'UAAR sono due cose distinte. L'UAAR è l'unione degli atei e degli agnostici e dal loro punto di vista il presepe non ci dovrebbe essere.
Tornare in alto Andare in basso
Barby Novello



Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 06.11.14

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Mar Nov 11, 2014 9:03 am

Quindi? È già in atto? Si può fare o no (il presepe) visto che il Natale è alle porte?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6161
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Mar Nov 11, 2014 1:20 pm

Ma che cosa c'entra che la riforma sia in atto o no?

Che cosa c'entra la riforma col presepe?

Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47824
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Mar Nov 11, 2014 1:22 pm

E' in atto che cosa? La volontà dell'UAAR? Sbaglierò, ma non mi sembra l'organizzazione più ascoltata dai politici del momento.
Si può fare come si è sempre fatto. Non mi risulta che ci siano nuove normative in merito.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6161
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Mar Nov 11, 2014 1:34 pm

Comunque, la sequenza logica è MERAVIGLIOSA.

Un'associazione indipendente di atei, agnostici e anticlericali che si battono per la laicità dello stato e che non c'entra assolutamente niente col ministero scrive un articolo in cui CRITICA pesantemente la bozza di riforma del governo, lamentando che non riconosce abbastanza importanza alla laicità e che continua a prevedere una scuola troppo clericalizzata.

Uno legge vagamente il titolo, e senza averci capito nulla va in giro a strillare che "la riforma di Renzi vuole vietare i presepi!!!!!", oltretutto come se i presepi fossero un atto amministrativo della scuola regolamentato dalla legge...

Spero veramente che l'autore dello strillo non sia un insegnante, altrimenti i suoi alunni stanno veramente freschi. Magari è un venditore di statuine per i presepi preoccupato per il calo di clienti, in tal caso potrei pure capirlo  : )
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1785
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Mar Nov 11, 2014 2:18 pm

Ahahaha che mega equivoco

La "buona scuola" è quella proposta da Renzi, a base di tagli, scatti bloccati e meritocrazia galoppante. La critica dell' UAAR vorrebbe suggerire a Renzi un modello di scuola in cui a migliorare sia il servizio, offerto a tutti, e senza regalare soldi alle scuole private (che sono prevalentemente confessionali). E in mezzo a temi così importanti, tutto quello di cui vi state a preoccupare è se si può fare il presepe o no!
Al diavolo il presepe! E si pensi all'istruzione, al lavoro, alle cose veramente importanti!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6161
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Mar Nov 11, 2014 2:33 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Ahahaha che mega equivoco :DLa "buona scuola" è quella proposta da Renzi, a base di tagli, scatti bloccati e meritocrazia galoppante.

Meritocrazia? E DOVE?????

Il cosiddetto principio di meritocrazia, così come viene sbandierato, è totalmente irrealistico e inapplicabile.

Se dietro ci fosse veramente un principio di meritocrazia, ossia di riconoscimento differenziato UFFICIALE su quale sia l'insegnante più bravo e quello meno bravo...

...beh, la scuola si esporrebbe automaticamente a valanghe di ricorsi, contestazioni e denunce da parte degli utenti, perché ogni singola famiglia potrebbe (legittimamente) pretendere spiegazioni sul perché, a parità di tutte le altre condizioni, il proprio figlio sia stato messo nella classe dell'insegnante scarso invece che in quella dell'insegnante eccellente.

L'unica possibilità realistica per riuscire ad applicare una cosa del genere, sarebbe quella di fare le graduatorie di eccellenza anche per gli alunni, e concedere l'accesso alle "classi buone" solo a quelli che superano test di selezione, che dimostrano risultati superiori alla media e che sono realisticamente candidabili come "eccellenze". Ma poi verrebbero fuori ovviamente altre valanghe di contestazioni, sostenendo che tale soluzione è discriminatoria, è razzista, è classista, non tiene conto degli svantaggi sociali, non tiene conto dei DSA, e che in definitiva "non è inclusiva".

Ma il problema rimane: se in una scuola esiste una certificazione formale che dice che l'insegnante Pierina è ufficialmente riconosciuta come MIGLIORE dell'insegnante Paoletta, in base a quale criterio di giustizia si assegna l'alunno Pippo alla classe di Pierina e l'alunno Peppe a quella di Paoletta? A caso? A sorteggio? E quello invece non è discriminatorio?

....e qualcuno crede davvero che ci sia la volontà politica di rischiare un pasticcio del genere??????


L.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Mar Nov 11, 2014 6:00 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Al diavolo il presepe!
E' un ossimoro ?
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1785
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Mar Nov 11, 2014 6:00 pm

Guarda che la teminologia "meritocrazia galoppante" era tutt'altro che lusinghiera da parte mia!
Io sono un grande detrattore della meritocrazia proprio perchè i criteri di merito, sempre soggettivi, diventano puro arbitrio, clientelismo, corruzione e degrado.

Per dirla alla Fantozzi, cominciamo a informarci se il preside gioca a biliardo e gli piace vincere, o se magari ama il cinema espressionista tedesco ed apprezza i dipendenti che guardano il Gabinetto del dottor Caligari , premiandoli con scatti di carriera (magari lo fosse davvero, quei film piacciono anche a me e prenderei subito l'aumento, anche perchè a stecca sono una schiappa)
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Mar Nov 11, 2014 6:04 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
......fare le graduatorie di eccellenza anche per gli alunni, e concedere l'accesso alle "classi buone" solo a quelli che superano test di selezione, che dimostrano risultati superiori alla media e che sono realisticamente candidabili come "eccellenze". Ma poi verrebbero fuori ovviamente altre valanghe di contestazioni, sostenendo che tale soluzione è discriminatoria, è razzista, è classista, non tiene conto degli svantaggi sociali, non tiene conto dei DSA, e che in definitiva "non è inclusiva".
A dire il vero c'è chi dice che agli insegnanti migliori dovrebbero andare gli alunni peggiori.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6161
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Mar Nov 11, 2014 6:35 pm

avidodinformazioni ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
......fare le graduatorie di eccellenza anche per gli alunni, e concedere l'accesso alle "classi buone" solo a quelli che superano test di selezione, che dimostrano risultati superiori alla media e che sono realisticamente candidabili come "eccellenze". Ma poi verrebbero fuori ovviamente altre valanghe di contestazioni, sostenendo che tale soluzione è discriminatoria, è razzista, è classista, non tiene conto degli svantaggi sociali, non tiene conto dei DSA, e che in definitiva "non è inclusiva".
A dire il vero c'è chi dice che agli insegnanti migliori dovrebbero andare gli alunni peggiori.

Ah, non importa... qualunque sia il criterio adottato, le valanghe di contestazioni ci sarebbero lo stesso : )
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Mar Nov 11, 2014 7:01 pm

Tempo fa, all'epoca della protesta contro le 24 ore di Monti, ho inviato questo messaggio all'UAAR

4 dicembre 2012
"Aiutate la scuola pubblica!
Fra di voi vi sono personalità importanti le quali se parlano sono ascoltate e
credute. Nelle trasmissioni tv e sulla stampa e dovunque difendete la  scuola
pubblica ORA PIU' CHE MAI".


Mi risposero così:

"l'associazione supporta le iniziative tese a valorizzare a scuola pubblica e laica. Non abbiamo modo di promuovere ulteriormente ciò oltre quello che già facciamo.

Il nostro sito ha diverse risorse sull'argomento che invitiamo a diffondere, ad esempio questa analisi critica sul presunto 'risparmio' che si avrebbe con la scuola privata:
http://www.uaar.it/news/2012/11/23/costi-pubblici-scuola-privata/
"


Ci sono rimasta malissimo!

Che cosa vuol dire che non hanno modo di promuovere ulteriormente quello che di già fanno?

Poi mi aspettavo che andassero ALMENO a pubblicare sul loro sito UAAR un articolo in cui si esprimevano contro le manovre di Monti contro la scuola, invece...SILENZIO ASSOLUTO!Mi è sfuggito forse qualcosa???? :-((
In seguito hanno mai preso una posizione con nome e cognome contro i governi che hanno continuato ad attaccare la scuola pubblica e laica?
Anche adesso a proposito della "Buona scuola" la loro posizione mi sembra all'acqua di rose! http://www.uaar.it/news/2014/11/10/buona-scuola-pubblica-laica/

PERCHE' MAI l'UAAR, anche se sottolinea che il questionario della Buona scuola è fatto in modo tale "che chi lo compila non possa realmente esprimere la propria opinione ma sia spinto ad approvare l’attuale contenuto del piano", NON INVITA, PIUTTOSTO AL BOICOTTAGGIO? Anche loro invitano i cittadini a farsi menare per il naso invece di rifiutarsi di farsi manipolare?


Quindi a cosa serve tale associazione di atei?
Perchè ci invitano a sostenerli con il cinque per mille o con altri tipi di donazione?
E se non si preoccupano minimamente di esprimere un loro parere sullo sfascio generale della scuola pubblica IN MODO CHIARO E NETTO perchè io oppure altri dovremmo mantenerli con contributi volontari?
Che fanno di buono?

Vorrei capire la loro ragione di esistere oltre a quella di percepire il cinque per mille o altro.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6161
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Mar Nov 11, 2014 8:58 pm

Scusa, isula, ma a che cappero vuoi che serva una LIBERA associazione privata di volontari senza fini di lucro, se non a raccogliere persone che condividono i principi di fondo del mandato dell'associazione stessa, e che hanno voglia di darsi da fare per portare avanti quello?

Se uno non condivide tali principi, o non ha voglia di contribuire a sostenerli, semplicemente, in quell'associazione non ci va.

Esattamente come succede con il WWF, con Amnesty International, con la Caritas, con la lega per la promozione dell'allattamento materno, con l'associazione degli Amici della Bicicletta, con quella degli Amici del Cane e del Gatto, e con quelle degli appassionati di enigmistica, di esperanto e di raccolta di funghi.

Io mi sarei veramente rotta, ma rotta, ma strarotta tutte le scatole possibili, di sentir continuamente criticare le attività delle libere associazioni senza fini di lucro, da parte di gente che non ne fa parte, che non è interessata a farne parte, e che però pretenderebbe di stabilire CHE COSA dovrebbero fare e che cosa no.

E santa pazienza, BASTA!!!!!

Le associazioni spontanee senza fini di lucro non sono dei servizi di pronto soccorso di tutte le cause ideali altrui, che stanno lì apposta per obbedire al primo che passa e che si mette a strillare "Ma INVECE di occuparvi di questo, PERCHE' non vi occupate di quest'altro, che è più importante? Ma allora che esistete a fare?"

E fondatevela VOI un'altra associazione che INVECE si occupa di quell'altro, e cominciate a darvi da fare anche voi, no?

C'è un'organizzazione ecologista che ha come obiettivo la salvaguardia dei gorilla dell'Uganda, e un'altra che si occupa della salvaguardia degli orangutan del Borneo? A te stanno più simpatici gli oranghi rispetto ai gorilla? Benissimo, anche a me: basta fare la scelta (libera e legittima) di contribuire a sostenere l'associazione che protegge gli oranghi invece che quella che protegge i gorilla... ma non vedo perché andare a scassare le scatole all'associazione per la protezione dei gorilla, strillando che INVECE di occuparsi dei gorilla dovrebbe pensare agli oranghi, altrimenti non è degna di esistere!

Il mandato dell'UAAR non è quello di difendere i diritti degli insegnanti o di far aumentare i fondi alla scuola pubblica in generale: il mandato dell'UAAR è quello di difendere i diritti dei non credenti in un contesto di clericalizzazione diffusa della società, e di difendere la laicità delle istituzioni dello stato (non solo la scuola, ma anche tutte le altre).

In qualche caso queste due strade si sovrappongono (ad esempio, sulla questione dei simboli religiosi in classe o sull'insegnamento di religione cattolica), e allora mi pare ovvio che l'UAAR si occupi anche di scuola... ma non vedo perché dovrebbe pensare a occuparsi, che so, delle modalità di assunzione dei precari o dell'organizzazione dei corsi per prendere l'abilitazione.

Quanto al risentimento sul "perché mai bisognerebbe dargli il cinque per mille", proprio non ci arrivo: nessuno è obbligato a darglielo, e chi glielo dà lo fa per scelta. Ci sono decine di migliaia di altre associazioni che possono accedere a tale possibilità, e che la pubblicizzano liberamente, esiste una libertà di scelta enorme su a chi darlo, quindi non vedo perché inveire così tanto.

Ah, precisiamo: io NON sono iscritta all'UAAR, e non vi ho mai nemmeno destinato il cinque per mille (e nemmeno perché sia contraria, ma perché conosco altre organizzazioni meritevoli a cui tengo di più), quindi non ho niente di personale da difendere sull'argomento.

L.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1785
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Mer Nov 12, 2014 7:56 am

L'UAAR si occupa di laicità. Lo sfacelo complessivo della scuola pubblica è però più generale, e non riguarda solo l'aspetto della laicità, quindi l'UAAR si limita  segnalare questo aspetto, non perchè sia l'unico... anzi ce ne sono altri anche più importanti, ma non di sua competenza.
In particolare la "buonascuola" renziana è tutt'altro che una svolta laica, anzi al contrario! Quindi niente paura che il presepe non ve lo tolgono, piuttosto un po' di algebra, grammatica e storia in meno... ma il presepe non si tocca!
Tornare in alto Andare in basso
Barby Novello



Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 06.11.14

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Mer Nov 12, 2014 9:46 am

Bene Paolo, è ciò che volevo sentire!!! Abbiamo già tolto i crocifissi nelle scuole (non che io sia di casa e chiesa) e mi sembra sufficiente. Sarei d'accordo quando aboliscono le "vacanze di Natale" ma non credo che UAAR condivida il mio pensiero!
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Mer Nov 12, 2014 1:22 pm

Barby Novello ha scritto:
Bene Paolo, è ciò che volevo sentire!!! Abbiamo già tolto i crocifissi nelle scuole (non che io sia di casa e chiesa) e mi sembra sufficiente. Sarei d'accordo quando aboliscono le "vacanze di Natale" ma non credo che UAAR condivida il mio pensiero!
No, la vera integrazione è festeggiare ogni ricorrenza religiosa, anche la più esotica; la cosa migliore sarebbe festeggiare 365 giorni all'anno, perchè non si sa mai, in Amazzonia ci potrebbe essere ancora qualche tribù mai contattata e chissà che religione seguono.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6161
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Mer Nov 12, 2014 1:52 pm

Barby Novello ha scritto:
Bene Paolo, è ciò che volevo sentire!!! Abbiamo già tolto i crocifissi nelle scuole (non che io sia di casa e chiesa) e mi sembra sufficiente. Sarei d'accordo quando aboliscono le "vacanze di Natale" ma non credo che UAAR condivida il mio pensiero!

Scusa, ma a te, sostanzialmente, te ne frega qualche cosa del fatto che l'UAAR condivida il tuo pensiero o no?
Tornare in alto Andare in basso
Barby Novello



Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 06.11.14

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Mer Nov 12, 2014 7:42 pm

no, a me interessa che nella scuola non vengano imposte delle cose a prescindere! Con la scusa di "accogliere" tutti nella scuola pubblica, non ci rendiamo conto che "escludiamo" tutti gli altri !!!!!!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6161
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Mer Nov 12, 2014 8:07 pm

Innanzi tutto, nella scuola pubblica l'accoglienza di tutti non è "una scusa", ma è un dovere assoluto e automatico, quindi non vedo cosa ci sia da discutere su questo.

Ma soprattutto... cosa c'entra l'accoglienza col presepe?

C'è qualche contestazione ideologica sull'opportunità di accogliere nella scuola bovini, asini, capre, pecore e mangiatoie? Non mi risulta...

Tornare in alto Andare in basso
Barby Novello



Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 06.11.14

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Mer Nov 12, 2014 10:30 pm

Per accogliere tutti mi rifererivo a munsulmani, ortodossi, buddisti ecc.ecc.......È un dovere della scuola accogliere ma non disponibile per perdere i propri valori. Non credo gli altri popoli accetterebbero di farlo nei loro Paesi
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6161
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Mer Nov 12, 2014 10:46 pm

E ti pareva che non venisse fuori questa? : )

Ormai c'ho il trollometro tarato apposta, ero SICURA che si andasse a parare lì...

Quali sarebbero, esattamente, i "propri valori" che la scuola rischierebbe di perdere se si mostra troppo accogliente con i musulmani, gli ortodossi e i buddisti? Potresti spiegarlo meglio?

E soprattutto, perché mai per "accogliere i musulmani, gli ortodossi e i buddisti", si dovrebbe fare uno sforzo particolare diverso da quello che si fa normalmente per accogliere tutti gli altri? Che c'hanno di diverso, hanno le antenne? Sono blu? Sono radioattivi? Boh...


Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Gio Nov 13, 2014 1:43 am

paniscus_2.0 ha scritto:
E ti pareva che non venisse fuori questa? : )

Ormai c'ho il trollometro tarato apposta, ero SICURA che si andasse a parare lì...

Quali sarebbero, esattamente, i "propri valori" che la scuola rischierebbe di perdere se si mostra troppo accogliente con i musulmani, gli ortodossi e i buddisti? Potresti spiegarlo meglio?

E soprattutto, perché mai per "accogliere i musulmani, gli ortodossi e i buddisti", si dovrebbe fare uno sforzo particolare diverso da quello che si fa normalmente per accogliere tutti gli altri? Che c'hanno di diverso, hanno le antenne? Sono blu? Sono radioattivi? Boh...


faccio più fatica ad accogliere gli ADHD.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6161
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Gio Nov 13, 2014 8:19 am

Io invece faccio molta ma molta più fatica ad accogliere gli ottusi che si imparano a memoria un paio di luoghi comuni e rifiutano qualsiasi forma di ragionamento critico.
Tornare in alto Andare in basso
Barby Novello



Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 06.11.14

MessaggioOggetto: Re: La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica     Gio Nov 13, 2014 9:32 am

Chissà perché tutti i Paesi mantengono e DIFENDONO le proprie tradizioni e ne fanno tesoro. Solo noi italiani siamo così elastici che abbiamo portato l'Italia allo sfracelo!
Tornare in alto Andare in basso
 
La “buona scuola”? UAAR: È pubblica e laica 
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Dove acquistare una buona fresa e lampada uv (no nded)!!
» Buona domenica:cosa cucinate oggi?
» sperando sia la volta buona.....
» mi aiutate a capire se questa fresa e' buona?!
» UAAR associazione religiosa?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: