Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 perché si richiede sempre meno agli alunni?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
AutoreMessaggio
Dragonfly_24



Messaggi : 160
Data d'iscrizione : 18.03.14

MessaggioOggetto: perché si richiede sempre meno agli alunni?   Mer Nov 12, 2014 5:40 pm

Promemoria primo messaggio :

é solo una mia impressione o già in prima media le richieste che ci troviamo a fare noi docenti sono sempre meno?parlo da un punto di vista didattico e di conseguente apprendimento. Come mai molti alunni arrivano al primo anno della scuola secondaria di primo grado che sanno male le tabelline? o sanno poco di grammatica? e non hanno metodo si studio? non credo che alle elementari non vengano più fatte queste discipline. Anche da voi è così?
Poi molti docenti alzano i voti e abbassano le richieste, molti vanno al liceo credendosi bravi e sbam, 2 e 3 come se piovesse.
Dove sta il problema?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
dami



Messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioOggetto: Re: perché si richiede sempre meno agli alunni?   Gio Nov 13, 2014 10:07 pm

Tornando a monte, non si insegna più bene alla primaria perché i bambini non hanno più "paletti" dalle famiglie. I bambini arrivano a scuola "montati" dalle proprie famiglie. Le aspettative di successo sono elevatissime, ma non si dà, a questi figli, un'idea e una prospettiva realistica di come raggiungere questo successo. E' come se si pensasse che il "tempo" risolverà i problemi, che tutti possano fare tutto, che ciò che succederà nella vita sarà più frutto del caso che degli sforzi e intenzioni individuali.
Noi insegnanti non siamo messi più nelle condizioni di "valutare" secondo degli standard uguali per tutti: dobbiamo pure noi accettare qualsiasi "deviazione", perché c'è sempre un "buon" motivo per cui l'alunno non si è dato da fare. E in tutto questo andazzo ci soccorrono le equipe medico-psico-pedagogiche, che certificano le cose e i problemi più improbabili perché il bambino di turno possa seguire il suo bel percorso differenziato. Ormai noi insegnanti dobbiamo "giustificare" qualsiasi comportamento, sopportare qualsiasi vizio, qualsiasi intromissione. Tutti vanno seguiti in modo "personalizzato". Così facendo però gli stessi bambini non riescono più a capire come si "collocano" rispetto agli altri. Non sanno più loro stessi se sono veramente bravi o meno e non sanno quanto devono dare e quanto devono impegnarsi per potersi migliorare.
Sembra che a questi bambini sia tutto dovuto, perché altrimenti si potrebbe "turbarli", si potrebbe metterli in discussione.
Dato che il mondo intorno è confuso e pieno degli assordanti rumori della multimedialità e di messaggi e credenze discordanti, dato che anche a scuola ognuno è individuo senza particolari raffronti su cui poter costruire il solido palazzo della propria personalità, gli obiettivi da raggiungere non sono più chiari né evidenti. I bambini non sono messi nelle condizioni di autovalutarsi: si sovrastimano e si sottostimano, a seconda.
Le richieste di "fare la cosa giusta", di mettere in campo le proprie abilità, di impegnarsi per raggiungere un risultato di conformità a un obiettivo dato sembrano ormai rientrare nel campo delle "antichità" o delle "velleità" del singolo insegnante.
Tutto va bene, tutto è consentito, tutto è lecito... Peccato che così, al primo vero scoglio che questi bambini incontreranno nella vita, non saranno in grado di superarlo, perché nel proprio passato "educativo" non avranno avuto la possibilità di scontrarsi con delle difficoltà vere, avendole poi superate: ogni difficoltà infatti viene ormai messa da parte per non dare fastidio, per assecondare il genitore di turno o lo psicologo di turno, chiamato in causa normalmente quando il bambino ormai già si è "perso".
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: perché si richiede sempre meno agli alunni?   Ven Nov 14, 2014 7:54 am

Trovo illuminante questo intervento di Dami
Tornare in alto Andare in basso
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: perché si richiede sempre meno agli alunni?   Ven Nov 14, 2014 8:20 am

Posso sottoscrivere l'intervento di Dami parola per parola.
Tornare in alto Andare in basso
Dragonfly_24



Messaggi : 160
Data d'iscrizione : 18.03.14

MessaggioOggetto: Re: perché si richiede sempre meno agli alunni?   Lun Nov 17, 2014 6:29 pm

Dami hai c'entrato in pieno il nocciolo della questione…
resta il fatto che noi insegnati siamo "costretti" a chiedere sempre meno! ahimè danneggiando lo stesso i ragazzi!!
Tornare in alto Andare in basso
 
perché si richiede sempre meno agli alunni?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
 Argomenti simili
-
» PROCREAZIONE:PER BIMBI IN PROVETTA SEMPRE MENO MALFORMAZIONI
» e continuerò per sempre a dire grazie alla vita
» Sempre a proposito di scienziati e studiosi atei o meno
» Presentazione dei Professori e degli alunni.
» volli , sempre volli ..fortissimamente volli

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: