Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 La "pessima scuola" dei dirigenti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Sasha73



Messaggi : 218
Data d'iscrizione : 27.04.11

MessaggioOggetto: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 13th 2014, 17:50

Dalla home page: http://www.orizzontescuola.it/news/riforma-presidi-150-mila-assunzioni-solo-tre-anni-servizio-sistema-crediti-non-migliora-scuola

Proposte da brividi.

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 13th 2014, 20:31

Più che altro proposte miopi destinate a restare una pia illusione. Benché inquadrati come dirigenti, i dirigenti scolastici non sono altro che quadri intermedi dell'apparato ministeriale e lo Stato non ha alcun interesse a conferire poteri di reclutamento ai quadri intermedi. I contenziosi legali e amministrativi subirebbero un'impennata esponenziale, rischio troppo grosso finché c'è il coinvolgimento dell'Avvocatura dello Stato.
La contropartita dell'affidamento del potere di reclutamento, nell'interesse dello Stato, sarebbe l'assunzione piena della responsabilità legale dei dirigenti scolastici. A quel punto vorrei proprio vederli coinvolti in prima persona nei contenziosi legali con lo stipendio che si ritrovano. Alla fine il loro potere si rivelerebbe un'arma spuntata. Decisamente miopi.
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1847
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 13th 2014, 23:24

Anche se verro' coperto da critiche, ritengo condivisibile che venga assunto solo chi ha almeno tre anni di servizio e, aggiungo, in tempi recenti.
Aver partecipato ad un concorso nel secolo scorso e guadagnarsi così il diritto perpetuo al ruolo è un privilegio che credo non abbia uguali al mondo: si pensi, ad esempio, che solo per poter mantenere l'iscrizione ad un ordine professionale è necessario conseguire un certo numero di crediti formativi, qui invece senza fare assolutamente nulla si mantiene il diritto perpetuo addirittura all'assunzione a tempo indetrminato. Alla faccia dell'aggiornamento professionale, della scuola che è radicalmente cambiata in 15 anni ed anche degli studenti - last but not least - che hanno il diritto di avere insegnanti aggiornati sulle nuove problematiche (bes, dsa ecc.) oltre che preparati (preparati ora, non 15 anni fa e che nel frattempo hanno fatto tutt'altro).
Mi si dirà: sono diritti acquisiti, non si discutono neanche! D'accordo, ma anche il vitalizio di 5000 - 6000 euro al mese di Razzi e della Minetti sono diritti acquisiti, commetto forse un grave peccato se dico che non faccio i salti di gioia se quei due statisti si godranno in modo perpetuo i loro famosi diritti acquisiti?
Tornare in alto Andare in basso
francesco3



Messaggi : 73
Data d'iscrizione : 12.08.12
Località : Piemonte

MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 14th 2014, 09:45

Il fatto di avere 3 anni di servizio in tempi recenti non implica necessariamente essere più preparati di chi ha passato un concorso 15 anni fa.Chi ha fatto un concorso 15 anni fa almeno è stato sottoposto ad una selezione.Uno può aver insegnato negli ultimi 3 anni e aver detto castronerie durante le lezioni.
Io sono 16 anni che non insegno più e che faccio completamente altro e non credo di sfigurare di fronte a molti neolaureati,almeno a giudicare da certe risposte date nei quiz dell'ultimo TFA.
Stendiamo un velo pietoso sul sistema dei crediti formativi degli iscritti in un albo professionale.
Il professionista coscienzioso si aggiorna indipendentemente da crediti da acquisire.Questo sistema porta al fatto che molti professionisti pensino più al raggiungimento di un determinato numero di crediti che all' effettivo aggiornamento .

Tornare in alto Andare in basso
annina83



Messaggi : 1034
Data d'iscrizione : 15.05.12

MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 14th 2014, 10:03

francesco3 ha scritto:
Il fatto di avere 3 anni di servizio in tempi recenti non implica necessariamente essere più preparati di chi ha passato un concorso 15 anni fa.Chi ha fatto un concorso 15 anni fa almeno è stato sottoposto ad una selezione.Uno può aver insegnato negli ultimi 3 anni e aver detto castronerie durante le lezioni.
Io sono 16 anni che non insegno più e che faccio completamente altro e non credo di sfigurare di fronte a molti neolaureati,almeno a giudicare da certe risposte date nei quiz dell'ultimo TFA.
Stendiamo un velo pietoso sul sistema dei crediti formativi degli iscritti in un albo professionale.
Il professionista coscienzioso si aggiorna indipendentemente da crediti da acquisire.Questo sistema porta al fatto che molti professionisti pensino più al raggiungimento di un determinato numero di crediti che all' effettivo aggiornamento .


Serve gente che, oltre ad essere preparata, creda nella scuola pubblica e che non la utilizzi come seconda, terza scelta il giorno che le viene offerto il posto fisso statale. C'è chi ha rinunciato a posti a tempo indeterminato in altri ambiti perchè voleva insegnare e ditemi pure che sono idealista, per me è un complimento..
Tornare in alto Andare in basso
generals



Messaggi : 163
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 14th 2014, 10:19

Ma siamo sicuri questa associazione sia rappresentativa dei presidi? ho forti dubbi. Significa non conoscere nè le leggi nè la costituzione.....e per chi ha tale responsabilità, gestendo una scuola, dovrebbe essere il presupposto di base o no? mah...


Ultima modifica di generals il Novembre 14th 2014, 10:30, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
generals



Messaggi : 163
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 14th 2014, 10:22

udl ha scritto:
Anche se verro' coperto da critiche, ritengo condivisibile che venga assunto solo chi ha almeno tre anni di servizio e, aggiungo, in tempi recenti.
Aver partecipato ad un concorso nel secolo scorso e guadagnarsi così il diritto perpetuo al ruolo è un privilegio che credo non abbia uguali al mondo: si pensi, ad esempio, che solo per poter mantenere l'iscrizione ad un ordine professionale è necessario conseguire un certo numero di crediti formativi, qui invece senza fare assolutamente nulla si mantiene il diritto perpetuo addirittura all'assunzione a tempo indetrminato. Alla faccia dell'aggiornamento professionale, della scuola che è radicalmente cambiata in 15 anni ed anche degli studenti - last but not least - che hanno il diritto di avere insegnanti aggiornati sulle nuove problematiche (bes, dsa  ecc.) oltre che preparati (preparati ora, non 15 anni fa e che nel frattempo hanno fatto tutt'altro).
Mi si dirà: sono diritti acquisiti, non si discutono neanche! D'accordo, ma anche il vitalizio di 5000 - 6000 euro al mese di Razzi e della Minetti sono diritti acquisiti, commetto forse un grave peccato se dico che non faccio i salti di gioia se quei due statisti si godranno in modo perpetuo i loro famosi diritti acquisiti?

no magari come leggo ora su OS, assumiamo solo chi ha il certificato di informatica o inglese, poi scommetto non ti andrebbe bene? oppure solo chi ha il dottorato, ok? ma siamo seri su, non si può assumere da graduatorie saltando in base alla convenienza di alcuni....
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6156
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 14th 2014, 10:54

udl ha scritto:
Anche se verro' coperto da critiche, ritengo condivisibile che venga assunto solo chi ha almeno tre anni di servizio e, aggiungo, in tempi recenti.
Aver partecipato ad un concorso nel secolo scorso e guadagnarsi così il diritto perpetuo al ruolo è un privilegio che credo non abbia uguali al mondo:

Ma questa stortura esiste solo ed esclusivamente perché IN PASSATO si sono tenuti concorsi con graduatorie di merito potenzialmente illimitate e non se ne sono più tenuti altri se non a distanza di 10 o 15 anni, e questo francamente non penso che sia "colpa" di chi vi ha partecipato all'epoca, quando le condizioni erano effettivamente queste. Se si fossero sempre fatti concorsi regolari e selettivi ogni due o tre anni, con ogni nuovo concorso che annullasse completamente le graduatorie di quello precedente, e quindi NON CONSENTENDO l'accumulo infinito di migliaia di abilitati precari "in fila" per essere chiamati in ruolo chissà quando... non ci sarebbe stato niente da ridire. Eppure non mi sembra che 10 anni fa (o anche 20 o 30, visto che la situazione si è ripetuta più volte) ci fossero state grandi modilitazioni per pretendere una soluzione del genere: al contrario, si è sempre fatto di tutto per ostacolare l'indizione di concorsi nuovi, finché non fossero stati "sistemati" tutti quelli che erano già in attesa, perché all'epoca faceva comodo così. Però, scusate, se all'epoca la situazione era accettata così, e se qualcuno ha superato un concorso 15 anni fa SAPENDO che le conseguenze potevano anche essere queste (e che magari nel frattempo ha accettato anche di fare altri lavori perché doveva pur campare), non mi pare corretto dirgli dopo 15 anni che oggi di colpo le cose cambiano e che non ha più diritto a stare in una graduatoria valida.

Altrimenti dovrebbe valere la stessa identica cosa anche per chi sta in graduatorie di qualsiasi altro genere, anche per chi ha fatto la SSIS 15 anni fa ma ha lavorato poco o nulla con le supplenze e quindi sta ancora in GE in zona bassa, o roba del genere! E non mi si venga a dire che chi si è abilitato con la SSIS merita di più di chi si è abilitato con un vecchio concorso ordinario perché ha dovuto fare più sacrifici e spenderci più soldi... semplicemente, SIA chi si è abilitato con l'ordinario SIA chi si è si è abilitato con la SSIS, non è che l'abbiano scelto per preferenza, ma l'hanno fatto perché in quel momento era il modo NORMALE per abilitarsi, e non si poteva fare altro!

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
francesco3



Messaggi : 73
Data d'iscrizione : 12.08.12
Località : Piemonte

MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 14th 2014, 11:12

annina83 ha scritto:
francesco3 ha scritto:
Il fatto di avere 3 anni di servizio in tempi recenti non implica necessariamente essere più preparati di chi ha passato un concorso 15 anni fa.Chi ha fatto un concorso 15 anni fa almeno è stato sottoposto ad una selezione.Uno può aver insegnato negli ultimi 3 anni e aver detto castronerie durante le lezioni.
Io sono 16 anni che non insegno più e che faccio completamente altro e non credo di sfigurare di fronte a molti neolaureati,almeno a giudicare da certe risposte date nei quiz dell'ultimo TFA.
Stendiamo un velo pietoso sul sistema dei crediti formativi degli iscritti in un albo professionale.
Il professionista coscienzioso si aggiorna indipendentemente da crediti da acquisire.Questo sistema porta al fatto che molti professionisti pensino più al raggiungimento di un determinato numero di crediti che all' effettivo aggiornamento .


Serve gente che, oltre ad essere preparata, creda nella scuola pubblica e che non la utilizzi come seconda, terza scelta il giorno che le viene offerto il posto fisso statale. C'è chi ha rinunciato a posti a tempo indeterminato in altri ambiti perchè voleva insegnare e ditemi pure che sono idealista, per me è un complimento..



Che significa gente che crede nella scuola pubblica?C' è gente che ha dovuto abbandonare l'insegnamento per necessità perché si trovava in graduatorie molto affollate.Ritengo giusto che questa gente possa diventare di ruolo se ha partecipato ad un concorso o fatto la SISS.
Preciso che io non sono interessato al discorso.Io non ho mai partecipato ad un concorso nella scuola e non ho mai fatto la SISS.Ho insegnato per otto anni da fuori ruolo e ho smesso di insegnare nel 1998, quando dopo aver superato un concorso pubblico sono entrato di ruolo in un' altra pubblica amministrazione.Attualmente lavoro in proprio.I miei parenti insegnanti sono ormai di ruolo da qualche anno.
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1847
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 14th 2014, 14:31

generals ha scritto:
udl ha scritto:
Anche se verro' coperto da critiche, ritengo condivisibile che venga assunto solo chi ha almeno tre anni di servizio e, aggiungo, in tempi recenti.
Aver partecipato ad un concorso nel secolo scorso e guadagnarsi così il diritto perpetuo al ruolo è un privilegio che credo non abbia uguali al mondo: si pensi, ad esempio, che solo per poter mantenere l'iscrizione ad un ordine professionale è necessario conseguire un certo numero di crediti formativi, qui invece senza fare assolutamente nulla si mantiene il diritto perpetuo addirittura all'assunzione a tempo indetrminato. Alla faccia dell'aggiornamento professionale, della scuola che è radicalmente cambiata in 15 anni ed anche degli studenti - last but not least - che hanno il diritto di avere insegnanti aggiornati sulle nuove problematiche (bes, dsa  ecc.) oltre che preparati (preparati ora, non 15 anni fa e che nel frattempo hanno fatto tutt'altro).
Mi si dirà: sono diritti acquisiti, non si discutono neanche! D'accordo, ma anche il vitalizio di 5000 - 6000 euro al mese di Razzi e della Minetti sono diritti acquisiti, commetto forse un grave peccato se dico che non faccio i salti di gioia se quei due statisti si godranno in modo perpetuo i loro famosi diritti acquisiti?


no magari come leggo ora su OS, assumiamo solo chi ha il certificato di informatica o inglese, poi scommetto non ti andrebbe bene? oppure solo chi ha il dottorato, ok? ma siamo seri su, non si può assumere da graduatorie saltando in base alla convenienza di alcuni....

Perche', e' forse serio assumere persone che hanno fatto un concorso 15 anni fa, hannofatto tutt'altro e ora vengono immessi in ruolo? Per quanto riguarda le certificazioni di inglese, informatica ed i dottorati (che nella stragrande maggioranza dei casi vengono assegnati per motivi politico/famigliari) sono invece perfettamente d'accordo con te, servono poco o nulla.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25630
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 14th 2014, 14:39

Io sono dell'idea che comunque il 90% degli iscritti in GE abbia almeno 3 anni di servizio. Alla fine "la critica" va sempre a colpire quella bassa percentuali di iscritti che non insegnano. Assumerli ora o meno sarebbe comunque indifferente, visto che con le regole attuali avrebbero comunque il 50% dei posti riservati per il ruolo anche dopo il 2015.
Tornare in alto Andare in basso
generals



Messaggi : 163
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 14th 2014, 18:39

udl ha scritto:
generals ha scritto:
udl ha scritto:
Anche se verro' coperto da critiche, ritengo condivisibile che venga assunto solo chi ha almeno tre anni di servizio e, aggiungo, in tempi recenti.
Aver partecipato ad un concorso nel secolo scorso e guadagnarsi così il diritto perpetuo al ruolo è un privilegio che credo non abbia uguali al mondo: si pensi, ad esempio, che solo per poter mantenere l'iscrizione ad un ordine professionale è necessario conseguire un certo numero di crediti formativi, qui invece senza fare assolutamente nulla si mantiene il diritto perpetuo addirittura all'assunzione a tempo indetrminato. Alla faccia dell'aggiornamento professionale, della scuola che è radicalmente cambiata in 15 anni ed anche degli studenti - last but not least - che hanno il diritto di avere insegnanti aggiornati sulle nuove problematiche (bes, dsa  ecc.) oltre che preparati (preparati ora, non 15 anni fa e che nel frattempo hanno fatto tutt'altro).
Mi si dirà: sono diritti acquisiti, non si discutono neanche! D'accordo, ma anche il vitalizio di 5000 - 6000 euro al mese di Razzi e della Minetti sono diritti acquisiti, commetto forse un grave peccato se dico che non faccio i salti di gioia se quei due statisti si godranno in modo perpetuo i loro famosi diritti acquisiti?


no magari come leggo ora su OS, assumiamo solo chi ha il certificato di informatica o inglese, poi scommetto non ti andrebbe bene? oppure solo chi ha il dottorato, ok? ma siamo seri su, non si può assumere da graduatorie saltando in base alla convenienza di alcuni....

Perche', e' forse serio assumere persone che hanno fatto un concorso 15 anni fa, hannofatto tutt'altro e ora vengono immessi in ruolo? Per quanto riguarda le certificazioni di inglese, informatica ed i dottorati (che nella stragrande maggioranza dei casi vengono assegnati per motivi politico/famigliari) sono invece perfettamente d'accordo con te, servono poco o nulla.
ma che discorso è? allora anche chi ha 3 anni quanto tempo fa ha fatto un concorso in gae? non ti entra in testa ma al ruolo pubblico si accede tramite concorso, puoi avere anche 10 anni o più non saresti assunto!
comunque assumere da concorso senza esperienza è la regola nella PA, l'ANOMALIA è il contrario cioè lavorare senza essere di ruolo.Ma vedo che sei proprio allergico ai concorsi pubblici visto che sei anche contro i dottorati dove si accede tramite concorso pubblico. In pratica l'importante è infilarsi in un posto pubblico aggirando le regole. Poi ci lamentiamo che l'italia va male e in europa non ci considerano....
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1847
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 14th 2014, 20:19

Ai dottorati si accede per concorso pubblico? Permettimi una bella risata: formalmente il concorso per accedervi c'e', ma nel 90 - 95% dei casi il vincitore lo si conosce prima ancora che esca il bando. Pensare che non sia cosi' vuol dire credere nelle favole. Tempo fa una collega che aveva frequentato per qualche anno una facolta' universitaria scrisse in questo forum che esiste piu' moralita' in un bordello che in una facolta' universitaria: sono pienamente d'accordo, e penso lo siano tutti quelli che non hanno avuto sponsor nella loro vita.
Io un concorso pubblico l'ho fatto: quello per l'ammissione al Tfa, che e' stato superato solo dall'8% dei partecipanti. Quello che invece hai fatto tu da che percentuale di partecipanti e' stato superato? Dal 92% ? Cioe' dalle percentuali invertite rispetto al Tfa? Oppure hai fatto un bel riservato per chi aveva 360 giorni di servizio, magari in un bel diplomificio?
Tornare in alto Andare in basso
jeppo16



Messaggi : 418
Data d'iscrizione : 18.10.14

MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 14th 2014, 20:36

udl ha scritto:
Anche se verro' coperto da critiche, ritengo condivisibile che venga assunto solo chi ha almeno tre anni di servizio e, aggiungo, in tempi recenti.
Aver partecipato ad un concorso nel secolo scorso e guadagnarsi così il diritto perpetuo al ruolo è un privilegio che credo non abbia uguali al mondo:

ma perchè te la prendi continuamente in ogni tuo post con chi ha fatto superato e anche vinto un concorso "nel secolo scorso " come dici tu?? Invece di prendertela con loro perchè non lo hai fatto tu il concorso bandito in questo secolo così magari adesso il diritto al ruolo lom avevin anche tu!! Se a te ti hanno bocciato al concorso non è colpa di chi ha fatto il concorso prima del tuo. Studia sarai più fortunato. La pagliacciata che chiamano tfa (con gli abbuoni , fino a 20 domande abbuonate!!)a cui hai partecipato non è certo paragonabile a un concorso.
udl ha scritto:
pensi, ad esempio, che solo per poter mantenere l'iscrizione ad un ordine professionale è necessario conseguire un certo numero di crediti formativi,
che si comprano con i vari corsetti online che da qualche mese a questa parte spuntano come funghi su tutti i banner dei siti tecnici del web!! ma tu credi che noi siamo nati ieri?? questa puttanata dei crediti professionali è una cazzata appena sfornata (è di quest'anno) da una mente che vuole favorire le aziende che fanno formazione (io dico fanno cassa).
udl ha scritto:
qui invece senza fare assolutamente nulla si mantiene il diritto perpetuo addirittura all'assunzione a tempo indetrminato. Alla faccia dell'aggiornamento professionale, della scuola che è radicalmente cambiata in 15 anni ed anche degli studenti - last but not least - che hanno il diritto di avere insegnanti aggiornati sulle nuove problematiche (bes, dsa  ecc.) oltre che preparati (preparati ora, non 15 anni fa e che nel frattempo hanno fatto tutt'altro).
e chi sarebbero gli insegnanti aggiornati?? quelli che partecipano alle pagliacciate del tfa e poi vengono bocciati al concorso?? andiamo bene. Gli insegnanti che hanno anche 30 anni di servizio si aggiornano benissimo se vogliono , così come gli insegnanti "giovani" non si aggiornano se non vogliono aggiornarsi. Tu sei un pivello nella scuola appena entrato . abbi rispetto.
udl ha scritto:

Mi si dirà: sono diritti acquisiti, non si discutono neanche! D'accordo, ma anche il vitalizio di 5000 - 6000 euro al mese di Razzi e della Minetti sono diritti acquisiti, commetto forse un grave peccato se dico che non faccio i salti di gioia se quei due statisti si godranno in modo perpetuo i loro famosi diritti acquisiti?
Il paragone che hai fatto rende bene l'idea di quanto i tuoi discorsi siano ripetutamente insesati.  Quale concorso hanno superato razzi e la minetti per avere il vitalizio?? nessuno!! Che cosa c'entrano razzi e la minetti con chi studia si prepara affronta un concorso e lo vince?? Ma veramente la tua mente partorisce tali pensieri?? quanti anni hai??  impara il rispetto!!
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1847
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 14th 2014, 21:23

Ci mancava solo l'arrivo del Torquemada del forum :-)

Ciao Tomas, buona serata e calmati che fa male alla salute arrabbiarsi
Tornare in alto Andare in basso
jeppo16



Messaggi : 418
Data d'iscrizione : 18.10.14

MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 14th 2014, 21:26

udl ha scritto:
Ci mancava solo l'arrivo del Torquemada del forum :-)

Ciao Tomas, buona serata e calmati che fa male alla salute arrabbiarsi
appunto è quello che dico a te. Qui l'unico che si arrabbia sei tu perchè dici che gli altri hanno diritti "acquisiti" Pensa alla tua di salute. Il fegato è delicato. Calmati stai sereno e studia per il prossimo concorso.
Tornare in alto Andare in basso
generals



Messaggi : 163
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 14th 2014, 21:36

udl ha scritto:
Ai dottorati si accede per concorso pubblico? Permettimi una bella risata: formalmente il concorso per accedervi c'e', ma nel 90 - 95% dei casi il vincitore lo  si conosce prima ancora che esca il bando. Pensare che non sia cosi' vuol dire credere nelle favole. Tempo fa una collega che aveva frequentato per qualche anno una facolta' universitaria scrisse in questo forum che esiste piu' moralita' in un bordello che in una facolta' universitaria: sono pienamente d'accordo, e penso lo siano tutti quelli che non hanno avuto sponsor nella loro vita.
Io un concorso pubblico l'ho fatto: quello per l'ammissione al Tfa, che e' stato superato solo dall'8% dei partecipanti. Quello che invece hai fatto tu da che percentuale di partecipanti e' stato superato? Dal 92% ? Cioe' dalle percentuali invertite rispetto al Tfa? Oppure hai fatto un bel riservato per chi aveva 360 giorni di servizio, magari in un bel diplomificio?

se quello al Tfa è un concorso pubblico allora gli asini volano...MA FAMMI IL PIACERE. è facile trovare scorciatoie all'italiana come il TFA, criticare tutti i concorsi pubblici universitari e non (perchè non si è capaci di superarli) e pretendere il ruolo...se come no. La cosa è palesemente confermata dal fatto che il tuo presunto concorso non serve ad entrare in Gae e neanche ad essere assunto. Fatti il concorso vero che ci sarà nel 2015, Aspetta il tuo turno e ne riparliamo!!
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1847
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 14th 2014, 21:50

Non ho ancora capito, pero', quale iperselettivo concorso hai superato, dato che non lo vuoi dire...
Magari hai fatto come la figlia della Fornero che il giorno dopo la laurea ha vinto un dottorato? Naturalmente quello era un concorso pubblico con la C maiuscola senza la minima ombra di condizionamenti esterni :-)
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6156
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 14th 2014, 23:16

udl ha scritto:
Ai dottorati si accede per concorso pubblico? Permettimi una bella risata: formalmente il concorso per accedervi c'e', ma nel 90 - 95% dei casi il vincitore lo  si conosce prima ancora che esca il bando. Pensare che non sia cosi' vuol dire credere nelle favole.

Io un concorso pubblico l'ho fatto: quello per l'ammissione al Tfa, che e' stato superato solo dall'8% dei partecipanti.

Cioè, siamo di nuovo al solito principio secondo cui "tutti i concorsi sono truccati tranne quello che ho fatto io", e "tutti i vincitori di concorso sono raccomandati tranne me che sono l'unico che se lo meritava"?


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Novembre 14th 2014, 23:17, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
annina83



Messaggi : 1034
Data d'iscrizione : 15.05.12

MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 14th 2014, 23:16

generals ha scritto:
udl ha scritto:
Ai dottorati si accede per concorso pubblico? Permettimi una bella risata: formalmente il concorso per accedervi c'e', ma nel 90 - 95% dei casi il vincitore lo  si conosce prima ancora che esca il bando. Pensare che non sia cosi' vuol dire credere nelle favole. Tempo fa una collega che aveva frequentato per qualche anno una facolta' universitaria scrisse in questo forum che esiste piu' moralita' in un bordello che in una facolta' universitaria: sono pienamente d'accordo, e penso lo siano tutti quelli che non hanno avuto sponsor nella loro vita.
Io un concorso pubblico l'ho fatto: quello per l'ammissione al Tfa, che e' stato superato solo dall'8% dei partecipanti. Quello che invece hai fatto tu da che percentuale di partecipanti e' stato superato? Dal 92% ? Cioe' dalle percentuali invertite rispetto al Tfa? Oppure hai fatto un bel riservato per chi aveva 360 giorni di servizio, magari in un bel diplomificio?

se quello al Tfa è un concorso pubblico allora gli asini volano...MA FAMMI IL PIACERE. è facile trovare scorciatoie all'italiana come il TFA, criticare tutti i concorsi pubblici universitari e non (perchè non si è capaci di superarli) e pretendere il ruolo...se come no. La cosa è palesemente confermata dal fatto che il tuo presunto concorso non serve ad entrare in Gae e neanche ad essere assunto. Fatti il concorso vero che ci sarà nel 2015, Aspetta il tuo turno  e ne riparliamo!!

Scorciatoia il TFA? È proprio vero che non sai di cosa parli!
Tornare in alto Andare in basso
generals



Messaggi : 163
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 15th 2014, 09:39

paniscus_2.0 ha scritto:
udl ha scritto:
Ai dottorati si accede per concorso pubblico? Permettimi una bella risata: formalmente il concorso per accedervi c'e', ma nel 90 - 95% dei casi il vincitore lo  si conosce prima ancora che esca il bando. Pensare che non sia cosi' vuol dire credere nelle favole.

Io un concorso pubblico l'ho fatto: quello per l'ammissione al Tfa, che e' stato superato solo dall'8% dei partecipanti.

Cioè, siamo di nuovo al solito principio secondo cui "tutti i concorsi sono truccati tranne quello che ho fatto io", e "tutti i vincitori di concorso sono raccomandati tranne me che sono l'unico che se lo meritava"?
esatto. solo che lui un vero concorso neanche l'ha mai superato, essendo il tfa inventato come escamotage dopo continui piagnistei proprio per quelli come lui che dopo 15 anni di concorsi ordinari, siss, concorsi abilitanti ecc non sono riusciti a superarne uno che sia uno ma insegnavano magari grazie all'amiche in segreteria che li chiamava da terza fascia oppure nelle paritarie con busta paga fasulla, ecco come si trovano i famigerati 3 anni....e hanno anche il coraggio di criticare gli altri o inventare terzi canali. L'arroganza non ha limiti!!
Tornare in alto Andare in basso
generals



Messaggi : 163
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 15th 2014, 09:42

udl ha scritto:
Non ho ancora capito, pero', quale iperselettivo concorso hai superato, dato che non lo vuoi dire...
Magari hai fatto come la figlia della  Fornero che il giorno dopo la laurea ha vinto un dottorato? Naturalmente quello era un concorso pubblico con la C maiuscola senza la minima ombra di condizionamenti esterni :-)

per tua informazione io ho superato il concorso abilitante del 2001 e ho anche il dottorato, e senza conoscere nessuno, alibi che usano quelli come te sempre bocciati ad ogni selezione pubblica seria e non con posti superiori ai partecipanti e senza barriera inferiore di punteggio minimo (vedi tfa). Quando ne superi uno anche tu, magari quello del 2015 ne parliamo caro....
Tornare in alto Andare in basso
annina83



Messaggi : 1034
Data d'iscrizione : 15.05.12

MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 15th 2014, 09:42

generals ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
udl ha scritto:
Ai dottorati si accede per concorso pubblico? Permettimi una bella risata: formalmente il concorso per accedervi c'e', ma nel 90 - 95% dei casi il vincitore lo  si conosce prima ancora che esca il bando. Pensare che non sia cosi' vuol dire credere nelle favole.

Io un concorso pubblico l'ho fatto: quello per l'ammissione al Tfa, che e' stato superato solo dall'8% dei partecipanti.

Cioè, siamo di nuovo al solito principio secondo cui "tutti i concorsi sono truccati tranne quello che ho fatto io", e "tutti i vincitori di concorso sono raccomandati tranne me che sono l'unico che se lo meritava"?
esatto. solo che lui un vero concorso neanche l'ha mai superato, essendo il tfa inventato come escamotage dopo continui piagnistei proprio per quelli come lui che dopo 15 anni di concorsi ordinari, siss, concorsi abilitanti ecc non sono riusciti a superarne uno che sia uno ma insegnavano magari grazie all'amiche in segreteria che li chiamava da terza fascia oppure nelle paritarie con busta paga fasulla, ecco come si trovano i famigerati 3 anni....e hanno anche il coraggio di criticare gli altri o inventare terzi canali. L'arroganza non ha limiti!!

Non è che per caso, ma solo per caso dico, tu stia confondendo il TFA con il PAS?? La selezione al TFA c'era eccome!!!
Tornare in alto Andare in basso
generals



Messaggi : 163
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 15th 2014, 09:56

annina83 ha scritto:
generals ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
udl ha scritto:
Ai dottorati si accede per concorso pubblico? Permettimi una bella risata: formalmente il concorso per accedervi c'e', ma nel 90 - 95% dei casi il vincitore lo  si conosce prima ancora che esca il bando. Pensare che non sia cosi' vuol dire credere nelle favole.

Io un concorso pubblico l'ho fatto: quello per l'ammissione al Tfa, che e' stato superato solo dall'8% dei partecipanti.

Cioè, siamo di nuovo al solito principio secondo cui "tutti i concorsi sono truccati tranne quello che ho fatto io", e "tutti i vincitori di concorso sono raccomandati tranne me che sono l'unico che se lo meritava"?
esatto. solo che lui un vero concorso neanche l'ha mai superato, essendo il tfa inventato come escamotage dopo continui piagnistei proprio per quelli come lui che dopo 15 anni di concorsi ordinari, siss, concorsi abilitanti ecc non sono riusciti a superarne uno che sia uno ma insegnavano magari grazie all'amiche in segreteria che li chiamava da terza fascia oppure nelle paritarie con busta paga fasulla, ecco come si trovano i famigerati 3 anni....e hanno anche il coraggio di criticare gli altri o inventare terzi canali. L'arroganza non ha limiti!!

Non è che per caso, ma solo per caso dico, tu stia confondendo il TFA con il PAS?? La selezione al TFA c'era eccome!!!
annina quell'utente ha il coraggio di sparare sulle altre selezioni pubbliche tirando fuori raccomandazione, e stupidaggini di ogni genere, prendendo persino le parti di un gruppo di presidi fascistelli pur di andare contro altri lavoratori. Ha tirato in ballo persino i dottorati, canale che dopo 3 anni ti fa accedere alla ricerca e insegnamento universitario, ti rendi conto? è chiaro che ti fa inca@@are un tipo del genere e magari spari a zero anche tu senza distinguo....
Tornare in alto Andare in basso
annina83



Messaggi : 1034
Data d'iscrizione : 15.05.12

MessaggioOggetto: Re: La "pessima scuola" dei dirigenti   Novembre 15th 2014, 09:58

generals ha scritto:
annina83 ha scritto:
generals ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
udl ha scritto:
Ai dottorati si accede per concorso pubblico? Permettimi una bella risata: formalmente il concorso per accedervi c'e', ma nel 90 - 95% dei casi il vincitore lo  si conosce prima ancora che esca il bando. Pensare che non sia cosi' vuol dire credere nelle favole.

Io un concorso pubblico l'ho fatto: quello per l'ammissione al Tfa, che e' stato superato solo dall'8% dei partecipanti.

Cioè, siamo di nuovo al solito principio secondo cui "tutti i concorsi sono truccati tranne quello che ho fatto io", e "tutti i vincitori di concorso sono raccomandati tranne me che sono l'unico che se lo meritava"?
esatto. solo che lui un vero concorso neanche l'ha mai superato, essendo il tfa inventato come escamotage dopo continui piagnistei proprio per quelli come lui che dopo 15 anni di concorsi ordinari, siss, concorsi abilitanti ecc non sono riusciti a superarne uno che sia uno ma insegnavano magari grazie all'amiche in segreteria che li chiamava da terza fascia oppure nelle paritarie con busta paga fasulla, ecco come si trovano i famigerati 3 anni....e hanno anche il coraggio di criticare gli altri o inventare terzi canali. L'arroganza non ha limiti!!

Non è che per caso, ma solo per caso dico, tu stia confondendo il TFA con il PAS?? La selezione al TFA c'era eccome!!!
annina quell'utente ha il coraggio di sparare sulle altre selezioni pubbliche tirando fuori raccomandazione, e stupidaggini di ogni genere, prendendo persino le parti di un gruppo di presidi fascistelli pur di andare contro altri lavoratori. Ha tirato in ballo persino i dottorati, canale che dopo 3 anni ti fa accedere alla ricerca e insegnamento universitario, ti rendi conto? è chiaro che ti fa inca@@are un tipo del genere e magari spari a zero anche tu senza distinguo....

Io credo sia sempre opportuno fare dei distinguo, altrimenti potrei aprire anch'io un lungo capitolo...
Tornare in alto Andare in basso
 
La "pessima scuola" dei dirigenti
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Religione nella scuola materna
» lettera scuola materna
» Giudizio sulla scuola...
» SEM-Scuola Estetica Moderna (To)
» Fa cantare "Faccetta Nera" e "Giovinezza" a SCUOLA

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: