Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente
AutoreMessaggio
mara88



Messaggi : 3238
Data d'iscrizione : 24.03.13

MessaggioOggetto: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Mar Nov 18, 2014 9:23 pm

Promemoria primo messaggio :

Come mai ??? Renzi vuole portare la riforma in Parlamento in tempi brevi....Tentativo disperato di arrivare prima dei giudici UE ?? Ormai manca una settimana alla storica sentenza.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Gio Nov 20, 2014 10:40 pm

L'ALTRO POLO ha scritto:
non è un termine da scuola italiana...
Le assunzioni ci saranno, costino quel che costino. Esattamente come la farsa degli 80 euro. Ci sono troppi interessi a lungo termine in gioco per permettersi di non vararle e c'è un'immagine politica da salvaguardare.
L'unico problema è quello di ammortizzare i costi nel prossimo futuro, poi emergeranno i "benefici" degli effetti collaterali, presumibilmente a partire dall'inizio del prossimo decennio.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Gio Nov 20, 2014 10:56 pm

gugu ha scritto:
gian ha scritto:

Ma hai la mente ottenebrata dalla prossima assunzione e ti arrampichi sui vetri a voler dimostrare che il prossimo futuro sarà di rose, ninfe e paggi festanti. Come ti ho detto altre volte, non preoccuparti, sarai sicuramente assunto, ma smettila coi voli pindarici e tieni i piedi a terra.


I dati demografici (cfr. "Un modello per la simulazione di medio-lungo termine del fabbisogno scolastico", 2010) mostrano come nei prossimi anni la richiesta di docenti sarà molto più alta al Nord (fino + 20%, secondaria) e bassa al Sud (-20%, secondaria) lasciando quindi il fabbisogno complessivo molto simile all'attuale fino al 2022-2025.
Al contrario quello che ti sto dicendo è che la differenza fra nuovi ruoli e pensionamenti permetterebbe, in via teorica, di diminuire l'organico dal 2016 di almeno 7.000 unità all'anno (in aumento con i picchi di pensione previsti dal 2017 al 2022). Questo senza toccare nessun docente in servizio.

Se si tiene presente, poi, che il grosso della spesa è per i nuovi posti, stimati in 60000+20000 (primo ordine+ secondo ordine) basati sull'assunzione di 148000 persone è già chiaro che la spesa sarà da subito minore visto che già dopo i ruoli di quest'anno quella cifra di assunzione è oggettivamente irraggiungibile e, alla stessa, vanno sommate tutte le rinunce.

LOL. La tua lettura sterile dei dati statistici aggregati dimostra l'incapacità di interpretarne la portata.
Ne riparleremo quando migliaia e migliaia di esuberi saranno costretti ad accettare trasferimenti forzati da una parte all'altra dell'Italia o cercarsi un improbabile altro lavoro. Ne riparleremo quando migliaia e migliaia di giovani presi in giro e dissanguati dai corsi abilitanti e dai corsettini punteggizzanti dovranno prendere atto di aver sperperato tempo, soldi e fatica per un pugno di mosche. Ne riparleremo quando si scatenerà l'assalto ai pochi posti resi disponibili dai concorsi. Ne riparleremo quando dopo 20 anni di servizio un insegnante continuerà a prendere uno stipendio che in termini reali sarà inferiore ai 1000-1200 attuali con doveri contrattuali capestro.
Presumo che tutto questo non ti tocchi, perché sarai assunto al nord e abbia la vocazione dello zerbino sociale. Di tutto il resto chi se ne frega.

Toh, lustrati le orecchie, ti riguarda: https://www.youtube.com/watch?v=QAxKO7hHKnM
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Gio Nov 20, 2014 11:27 pm

gian ha scritto:


Presumo che tutto questo non ti tocchi, perché sarai assunto al nord e abbia la vocazione dello zerbino sociale. Di tutto il resto chi se ne frega.

Toh, lustrati le orecchie, ti riguarda: https://www.youtube.com/watch?v=QAxKO7hHKnM

lo" zerbino sociale" è veramente notevole :-) , gian è una gioia per i neuroni leggerti.
Tornare in alto Andare in basso
L'ALTRO POLO



Messaggi : 4205
Data d'iscrizione : 24.01.14

MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Ven Nov 21, 2014 12:28 pm

ops...

http://www.orizzontescuola.it/news/lussemburgo-storica-sentenza-che-stabilizzer-250mila-docenti-precari-ma-miur-continua-considera
Tornare in alto Andare in basso
catiusciagr



Messaggi : 1398
Data d'iscrizione : 21.10.12

MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Ven Nov 21, 2014 1:13 pm

ok. siamo in attesa di saperne di più!.....
Tornare in alto Andare in basso
jeppo16



Messaggi : 418
Data d'iscrizione : 18.10.14

MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Ven Nov 21, 2014 1:23 pm

gian ha scritto:
gugu ha scritto:
gian ha scritto:

Ma hai la mente ottenebrata dalla prossima assunzione e ti arrampichi sui vetri a voler dimostrare che il prossimo futuro sarà di rose, ninfe e paggi festanti. Come ti ho detto altre volte, non preoccuparti, sarai sicuramente assunto, ma smettila coi voli pindarici e tieni i piedi a terra.


I dati demografici (cfr. "Un modello per la simulazione di medio-lungo termine del fabbisogno scolastico", 2010) mostrano come nei prossimi anni la richiesta di docenti sarà molto più alta al Nord (fino + 20%, secondaria) e bassa al Sud (-20%, secondaria) lasciando quindi il fabbisogno complessivo molto simile all'attuale fino al 2022-2025.
Al contrario quello che ti sto dicendo è che la differenza fra nuovi ruoli e pensionamenti permetterebbe, in via teorica, di diminuire l'organico dal 2016 di almeno 7.000 unità all'anno (in aumento con i picchi di pensione previsti dal 2017 al 2022). Questo senza toccare nessun docente in servizio.

Se si tiene presente, poi, che il grosso della spesa è per i nuovi posti, stimati in 60000+20000 (primo ordine+ secondo ordine) basati sull'assunzione di 148000 persone è già chiaro che la spesa sarà da subito minore visto che già dopo i ruoli di quest'anno quella cifra di assunzione è oggettivamente irraggiungibile e, alla stessa, vanno sommate tutte le rinunce.

LOL. La tua lettura sterile dei dati statistici aggregati dimostra l'incapacità di interpretarne la portata.
Ne riparleremo quando migliaia e migliaia di esuberi saranno costretti ad accettare trasferimenti forzati da una parte all'altra dell'Italia o cercarsi un improbabile altro lavoro. Ne riparleremo quando migliaia e migliaia di giovani presi in giro e dissanguati dai corsi abilitanti e dai corsettini punteggizzanti dovranno prendere atto di aver sperperato tempo, soldi e fatica per un pugno di mosche. Ne riparleremo quando si scatenerà l'assalto ai pochi posti resi disponibili dai concorsi. Ne riparleremo quando dopo 20 anni di servizio un insegnante continuerà a prendere uno stipendio che in termini reali sarà inferiore ai 1000-1200 attuali con doveri contrattuali capestro.
Presumo che tutto questo non ti tocchi, perché sarai assunto al nord e abbia la vocazione dello zerbino sociale. Di tutto il resto chi se ne frega.

Toh, lustrati le orecchie, ti riguarda: https://www.youtube.com/watch?v=QAxKO7hHKnM
Dopo quello che hai scritto prendo atto che tu abbia ben capito con che categoria di persone stiamo parlando e di come chiunque sia di ruolo possa essere preoccupato per l'invasione barbarica che incombe sulla scuola. Ti assicuro che lui non è l'unico che la pensa in quel modo(purtroppo) . La stragrande maggioranza di chi conosco io ed è in gae ha il suo stesso atteggiamento, questo desta non poca preoccupazione a chi per la passione e la vocazione di insegnante ha sacrificato molto della propria vita.  Se loro hanno un comportamento ed un modo dim pensare quale quello che hanno dimostrato credo che tale comportamento che riguarda solo ed esclusivamente i propri interessi lo adoteranno anche nella scuola con le conseguenze che puoi ben immaginare. Ho sempre detto e rimango di tale opinione che le gae sono state e sono tuttora il male assoluto per la scuola perchè date le garanzie che davano hanno permesso che certi tipi di persone potessero crogiolarsi al loro interno per anni aspettando il ruolo ( e fin qui forse potevamo anche farla passare) o il renzie di turno con la moglie da stabilizzare o peggio ancora l'europa. Adesso stiamo attendendo un'invasione barbarica senza poter fare nulla. Non so se sperare che la corte di giustizia europea dia sentenza negativa o se sperare di uscire dall'europa (anche se ormai mi pare tardi)
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Ven Nov 21, 2014 5:13 pm

gian ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Per chiarezza insegno da tanti anni (per la precisione 29), ma non sono un dinosauro (ho 52 anni) e ho avuto modo di vivere direttamente numerose riforme e controriforme che hanno determinato l'involuzione della scuola e non per nostra scelta dal momento che non siamo mai stati interpellati. Non ho mai detto di avere una visione più corretta della scuola, è la mia visione frutto della mia esperienza, ma sicuramente ho una visione più completa della tua
E' esattamente la mia percezione, con qualche anno di servizio in meno e qualche anno di vita biologica in più :-D
:-)
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Ven Nov 21, 2014 5:25 pm

Trampoletta ha scritto:
Evita di mettere in grassetto e sottolineato ciò che scrivo io, non è mia abitudine gridare e mi sa di parole gridate, mentre io sto semplicemente dicendo ciò che penso. Non devo spiegarti nulla. Viviamo in due Italie diverse, è evidente.

giovanna onnis ha scritto:
Trampoletta ha scritto:
Renzi ha ereditato una situazione disastrosa, che tra l'altro ci siamo cercati noi italiani. Ora sta cercando di mettere le pezze. I sindacati, sempre pronti ad attaccare ma mai propositivi, danno voce ai soliti slogan populisti (termine che detesto ma è quello che meglio descrive la situazione). Nessuno vuole rinunciare a qualcosa. Io ho colleghe a scuola che ogni volta che mettono mano al pc a disposizione degli insegnanti fanno qualche disastro, bloccano la stampante, cancellano files. Conoscono a malapena word. Non pensate che se gli scatti fossero stati dati in base alle reali competenze forse sarebbero un po più aggiornate? Io penso di si.
Hai ragione Trampoletta, non ci avevo pensato, lo sfacelo e il disastro della scuola italiana l'abbiamo cercato e voluto noi italiani e in particolare noi insegnanti! Meno male che alla fine è arrivato Renzi, è arrivata la Buona scuola che porta le soluzioni a tutto. Soluzione sicuramente economica per lo Stato (tagli e risparmi) a spese della didattica, del diritto allo studio e del futuro dei nostri studenti, ma tutto ciò è secondario....infatti se ne discute poco.
La parola d'ordine deve essere "sacrificio e rinuncia". Sostieni "Nessuno vuole rinunciare a qualcosa", ma spiegami, Trampoletta, perchè ti giuro che da sola non ci arrivo, a cosa dovrei rinunciare????
Scusa Trampoletta ma io evidenzio ciò che ritengo utile per chiarire meglio la mia risposta e, se non ti dispiace, "evito" di fare ciò che ritengo che sia giusto evitare decidendolo personalmente, non perchè "me lo ordini tu". Non è neanche mia abitudine gridare e se leggi bene la netiquette del Forum (al punto 6) capirai meglio il significato del grassetto o della sottolineatura.

Comunque a parte questo tuo intervento che mi pare inutile nel contesto delle argomentazioni di questo topic, non hai risposto alla mia domanda. Se affermi "Nessuno vuole rinunciare a qualcosa" e io ti chiedo spiegazioni per un confronto più chiaro non è corretto rispondere "Non devo spiegarti nulla" perchè così dimostri di sparare a zero con frasi ad effetto senza riuscire però ad argomentarle
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Ven Nov 21, 2014 5:33 pm

gian ha scritto:
gugu ha scritto:
gian ha scritto:

Ma hai la mente ottenebrata dalla prossima assunzione e ti arrampichi sui vetri a voler dimostrare che il prossimo futuro sarà di rose, ninfe e paggi festanti. Come ti ho detto altre volte, non preoccuparti, sarai sicuramente assunto, ma smettila coi voli pindarici e tieni i piedi a terra.


I dati demografici (cfr. "Un modello per la simulazione di medio-lungo termine del fabbisogno scolastico", 2010) mostrano come nei prossimi anni la richiesta di docenti sarà molto più alta al Nord (fino + 20%, secondaria) e bassa al Sud (-20%, secondaria) lasciando quindi il fabbisogno complessivo molto simile all'attuale fino al 2022-2025.
Al contrario quello che ti sto dicendo è che la differenza fra nuovi ruoli e pensionamenti permetterebbe, in via teorica, di diminuire l'organico dal 2016 di almeno 7.000 unità all'anno (in aumento con i picchi di pensione previsti dal 2017 al 2022). Questo senza toccare nessun docente in servizio.

Se si tiene presente, poi, che il grosso della spesa è per i nuovi posti, stimati in 60000+20000 (primo ordine+ secondo ordine) basati sull'assunzione di 148000 persone è già chiaro che la spesa sarà da subito minore visto che già dopo i ruoli di quest'anno quella cifra di assunzione è oggettivamente irraggiungibile e, alla stessa, vanno sommate tutte le rinunce.

LOL. La tua lettura sterile dei dati statistici aggregati dimostra l'incapacità di interpretarne la portata.
Ne riparleremo quando migliaia e migliaia di esuberi saranno costretti ad accettare trasferimenti forzati da una parte all'altra dell'Italia o cercarsi un improbabile altro lavoro. Ne riparleremo quando migliaia e migliaia di giovani presi in giro e dissanguati dai corsi abilitanti e dai corsettini punteggizzanti dovranno prendere atto di aver sperperato tempo, soldi e fatica per un pugno di mosche. Ne riparleremo quando si scatenerà l'assalto ai pochi posti resi disponibili dai concorsi. Ne riparleremo quando dopo 20 anni di servizio un insegnante continuerà a prendere uno stipendio che in termini reali sarà inferiore ai 1000-1200 attuali con doveri contrattuali capestro.
Presumo che tutto questo non ti tocchi, perché sarai assunto al nord e abbia la vocazione dello zerbino sociale. Di tutto il resto chi se ne frega.

Toh, lustrati le orecchie, ti riguarda: https://www.youtube.com/watch?v=QAxKO7hHKnM
Gian sei mitico!!!!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6181
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Ven Nov 21, 2014 5:45 pm

gian ha scritto:
Trampoletta ha scritto:
Evita di mettere in grassetto e sottolineato ciò che scrivo io,
E' un modo di fare il quoting in uso in questo forum: si evidenzia il passo a cui si replica lasciando in quoting l'intero intervento. Non c'è nulla di male in questo, è un modo come un altro di condensare i punti di confronto.

Veramente è un modo di fare quoting che è sempre stato considerato scorretto in qualsiasi ambito di discussione telematica di gruppo, a partire dalle prime mailing list di decenni fa. Che senso ha riportare integralmente 20 righe per evidenziarne solo due, per far vedere che si sta rispondendo solo a quelle? A parte lo "spreco di banda" e il rallentamento del sito per tutti, mi sembra una modalità che rende più difficoltosa la comprensione del testo anche agli interlocutori diretti di quella discussione! Non è molto più pratico cancellare tutte quelle che non interessano e lasciare solo quelle due a cui si sta effettivamente rispondendo?

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Ven Nov 21, 2014 6:29 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Non è molto più pratico cancellare tutte quelle che non interessano e lasciare solo quelle due a cui si sta effettivamente rispondendo?

L.
infatti io taglio il superfluo e rispondo al resto, magari scorporandolo in più citazioni per maggiore chiarezza.
D'altra parte, che sia deprecato o meno, in questo forum ha un uso frequente e tollerato, peraltro mi sembra che ci siano anche alcuni moderatori che usano ricorrere a questa forma di quoting.
Se questo va bene personalmente non ho motivi per stigmatizzarlo
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Ven Nov 21, 2014 10:17 pm

jeppo16 ha scritto:

Dopo quello che hai scritto prendo atto che tu abbia ben capito con che categoria di persone stiamo parlando e di come chiunque sia di ruolo possa essere preoccupato per l'invasione barbarica che incombe sulla scuola. Ti assicuro che lui non è l'unico che la pensa in quel modo(purtroppo) . La stragrande maggioranza di chi conosco io ed è in gae ha il suo stesso atteggiamento, questo desta non poca preoccupazione a chi per la passione e la vocazione di insegnante ha sacrificato molto della propria vita.
Invasione barbarica mi sembra un po' esagerato. Ho molti colleghi che sono in GAE e credo di averne incontrati ben pochi, se non nessuno, che fa ragionamenti come quelli di gugu.
Anzi, molti di quelli che ho sentito non ci credono neppure o per lo meno evitano di esultare sui proclami. Qualcuno è anche preoccupato di quello che potrà capitare a causa delle troppe ambiguità e dei troppi punti oscuri in questo piano. Che ci sperino è del tutto naturale e comprensibile, che si aspettino rose e fiori è invece un altro paio di maniche. Ma parlo di colleghi che insegnano da 10-15 anni (qualcuno anche di più) e conoscono molto bene le sorprese che riservano nel "riforme". Per non parlare di chi, essendo in posizioni alte in graduatoria si aspetta comunque di entrare in ruolo nei prossimi anni.
Non so quanti ne hai incontrato tu, ma personalmente credo che siano pochi gli ingenui alla "gugu": chi è in graduatoria a esaurimento è nel mondo della scuola da almeno 8-10 anni e la maggior parte di loro credo che sia in grado di fare qualche analisi razionale e trarre le conclusioni senza dover pendere dalle labbra degli incantatori.
Questo non significa certo che sperino che salti tutto e che preferiscano continuare a fare i precari, ma al momento non ho visto salti di gioia e fuochi di artificio, anzi...

A margine: conosco molti colleghi che ogni anno insegnano proveniendo dalle GAE. Non è mia abitudine giudicare in base al reclutamento. In 25 anni ho visto colleghi in gamba e braccia rubate all'agricoltura, sia tra i precari sia tra quelli di ruolo, sia tra i GAE sia tra chi è in seconda fascia, sia tra chi ha fatto la SISS sia tra chi ha superato un concorso. Del resto non mi pongo nella condizione di giudicare, io stesso ho i miei limiti e i miei difetti, diffido dei titoli e della perfezione sbandierata in modo autoreferenziale.
Tornare in alto Andare in basso
jeppo16



Messaggi : 418
Data d'iscrizione : 18.10.14

MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Ven Nov 21, 2014 10:29 pm

gian ha scritto:
jeppo16 ha scritto:

Dopo quello che hai scritto prendo atto che tu abbia ben capito con che categoria di persone stiamo parlando e di come chiunque sia di ruolo possa essere preoccupato per l'invasione barbarica che incombe sulla scuola. Ti assicuro che lui non è l'unico che la pensa in quel modo(purtroppo) . La stragrande maggioranza di chi conosco io ed è in gae ha il suo stesso atteggiamento, questo desta non poca preoccupazione a chi per la passione e la vocazione di insegnante ha sacrificato molto della propria vita.
Invasione barbarica mi sembra un po' esagerato. Ho molti colleghi che sono in GAE e credo di averne incontrati ben pochi, se non nessuno, che fa ragionamenti come quelli di gugu.
Anzi, molti di quelli che ho sentito non ci credono neppure o per lo meno evitano di esultare sui proclami. Qualcuno è anche preoccupato di quello che potrà capitare a causa delle troppe ambiguità e dei troppi punti oscuri in questo piano. Che ci sperino è del tutto naturale e comprensibile, che si aspettino rose e fiori è invece un altro paio di maniche. Ma parlo di colleghi che insegnano da 10-15 anni (qualcuno anche di più) e conoscono molto bene le sorprese che riservano nel "riforme". Per non parlare di chi, essendo in posizioni alte in graduatoria si aspetta comunque di entrare in ruolo nei prossimi anni.
Non so quanti ne hai incontrato tu, ma personalmente credo che siano pochi gli ingenui alla "gugu": chi è in graduatoria a esaurimento è nel mondo della scuola da almeno 8-10 anni e la maggior parte di loro credo che sia in grado di fare qualche analisi razionale e trarre le conclusioni senza dover pendere dalle labbra degli incantatori.
Questo non significa certo che sperino che salti tutto e che preferiscano continuare a fare i precari, ma al momento non ho visto salti di gioia e fuochi di artificio, anzi...

A margine: conosco molti colleghi che ogni anno insegnano proveniendo dalle GAE. Non è mia abitudine giudicare in base al reclutamento. In 25 anni ho visto colleghi in gamba e braccia rubate all'agricoltura, sia tra i precari sia tra quelli di ruolo, sia tra i GAE sia tra chi è in seconda fascia, sia tra chi ha fatto la SISS sia tra chi ha superato un concorso. Del resto non mi pongo nella condizione di giudicare, io stesso ho i miei limiti e i miei difetti, diffido dei titoli e della perfezione sbandierata in modo autoreferenziale.
se ne hai incontrati pochi alla gugu secondo me sei fortunato. Io ne ho incontrati tanti (troppi). Concordo sul fatto che non tutti fanno salti di gioa, specialmente chi sarebbe entrato in ruolo a breve dopo anni e anni di precariato ed adesso si sente praticamente beffato da questa riforma che non gli darà né gli scatti né gli arretrati.
Tornare in alto Andare in basso
Alex_ct



Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 14.09.10

MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Sab Nov 22, 2014 7:04 pm

Invece di scandalizzarvi sulle 150000 immissioni, perché non battersi seriamente contro i punti della "Buona Scuola" che mortificano la nostra professione? Tanto chi è in GAE entrerà di ruolo prima o poi, e sappiamo anche che molte cattedre di fatto potrebbero essere già di diritto da un bel po'.
Non ho compreso chi sarebbero i barbari, i docenti delle GAE?  Quelli che hanno affrontato la dura selezione delle Siss? Mentre tutti i colleghi di ruolo appartengono alla raffinata civiltà romana, compresi quelli che sono passati grazie ad abilitazioni riservate o perché idonei in infinite GM grazie a generose commissioni esaminatrici che facevano passare tutti?
Tornare in alto Andare in basso
viduran



Messaggi : 1000
Data d'iscrizione : 12.09.12

MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Sab Nov 22, 2014 7:39 pm

Alex le 150.000 immissioni non vanno tanto bene perchè non hanno garantito a tutti quelli che entreranno il lavoro per tutta la vita sotto casa e chi entrerà potrebbe rendere ancora più evanescente il sogno di chi già assunto ci sperava
;-)
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato1



Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 16.10.12

MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Sab Nov 22, 2014 7:55 pm

jeppo16 ha scritto:
gian ha scritto:
gugu ha scritto:
gian ha scritto:

Ma hai la mente ottenebrata dalla prossima assunzione e ti arrampichi sui vetri a voler dimostrare che il prossimo futuro sarà di rose, ninfe e paggi festanti. Come ti ho detto altre volte, non preoccuparti, sarai sicuramente assunto, ma smettila coi voli pindarici e tieni i piedi a terra.


I dati demografici (cfr. "Un modello per la simulazione di medio-lungo termine del fabbisogno scolastico", 2010) mostrano come nei prossimi anni la richiesta di docenti sarà molto più alta al Nord (fino + 20%, secondaria) e bassa al Sud (-20%, secondaria) lasciando quindi il fabbisogno complessivo molto simile all'attuale fino al 2022-2025.
Al contrario quello che ti sto dicendo è che la differenza fra nuovi ruoli e pensionamenti permetterebbe, in via teorica, di diminuire l'organico dal 2016 di almeno 7.000 unità all'anno (in aumento con i picchi di pensione previsti dal 2017 al 2022). Questo senza toccare nessun docente in servizio.

Se si tiene presente, poi, che il grosso della spesa è per i nuovi posti, stimati in 60000+20000 (primo ordine+ secondo ordine) basati sull'assunzione di 148000 persone è già chiaro che la spesa sarà da subito minore visto che già dopo i ruoli di quest'anno quella cifra di assunzione è oggettivamente irraggiungibile e, alla stessa, vanno sommate tutte le rinunce.

LOL. La tua lettura sterile dei dati statistici aggregati dimostra l'incapacità di interpretarne la portata.
Ne riparleremo quando migliaia e migliaia di esuberi saranno costretti ad accettare trasferimenti forzati da una parte all'altra dell'Italia o cercarsi un improbabile altro lavoro. Ne riparleremo quando migliaia e migliaia di giovani presi in giro e dissanguati dai corsi abilitanti e dai corsettini punteggizzanti dovranno prendere atto di aver sperperato tempo, soldi e fatica per un pugno di mosche. Ne riparleremo quando si scatenerà l'assalto ai pochi posti resi disponibili dai concorsi. Ne riparleremo quando dopo 20 anni di servizio un insegnante continuerà a prendere uno stipendio che in termini reali sarà inferiore ai 1000-1200 attuali con doveri contrattuali capestro.
Presumo che tutto questo non ti tocchi, perché sarai assunto al nord e abbia la vocazione dello zerbino sociale. Di tutto il resto chi se ne frega.

Toh, lustrati le orecchie, ti riguarda: https://www.youtube.com/watch?v=QAxKO7hHKnM
Dopo quello che hai scritto prendo atto che tu abbia ben capito con che categoria di persone stiamo parlando e di come chiunque sia di ruolo possa essere preoccupato per l'invasione barbarica che incombe sulla scuola. Ti assicuro che lui non è l'unico che la pensa in quel modo(purtroppo) . La stragrande maggioranza di chi conosco io ed è in gae ha il suo stesso atteggiamento, questo desta non poca preoccupazione a chi per la passione e la vocazione di insegnante ha sacrificato molto della propria vita.  Se loro hanno un comportamento ed un modo dim pensare quale quello che hanno dimostrato credo che tale comportamento che riguarda solo ed esclusivamente i propri interessi lo adoteranno anche nella scuola con le conseguenze che puoi ben immaginare. Ho sempre detto e rimango di tale opinione che le gae sono state e sono tuttora il male assoluto per la scuola perchè date le garanzie che davano hanno permesso che certi tipi di persone potessero crogiolarsi al loro interno per anni aspettando il ruolo ( e fin qui forse potevamo anche farla passare) o il renzie di turno con la moglie da stabilizzare o peggio ancora l'europa. Adesso stiamo attendendo un'invasione barbarica senza poter fare nulla. Non so se sperare che la corte di giustizia europea dia sentenza negativa o se sperare di uscire dall'europa (anche se ormai mi pare tardi)
Concordo su ogni cosa!
Tornare in alto Andare in basso
Alex_ct



Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 14.09.10

MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Sab Nov 22, 2014 8:06 pm

viduran ha scritto:
Alex le 150.000 immissioni non vanno tanto bene perchè non  hanno garantito a tutti quelli che entreranno il lavoro per tutta la vita sotto casa e chi entrerà potrebbe rendere ancora più evanescente il sogno di chi già assunto ci sperava  
;-)

Quindi il problema è lavorare sotto casa... capisco.
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato1



Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 16.10.12

MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Sab Nov 22, 2014 8:11 pm

Alex_ct ha scritto:
viduran ha scritto:
Alex le 150.000 immissioni non vanno tanto bene perchè non  hanno garantito a tutti quelli che entreranno il lavoro per tutta la vita sotto casa e chi entrerà potrebbe rendere ancora più evanescente il sogno di chi già assunto ci sperava  
;-)

Quindi il problema è lavorare sotto casa... capisco.

La vostra arroganza è imbarazzante.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Sab Nov 22, 2014 8:36 pm

Alex_ct ha scritto:
Invece di scandalizzarvi sulle 150000 immissioni, perché non battersi seriamente contro i punti della "Buona Scuola" che mortificano la nostra professione?
Personalmente non mi scandalizzo per le 150 mila immissioni. Mi "scandalizza" essere accusato di contrastare le 150 mila immissioni se nel complesso sono contrario ai termini in cui si propone questa riforma. Mi "scandalizza" essere classificato come "gufo" se sono critico sulle aspettative relative ai 150 mila neoimmessi, se sono critico sull'efficacia di attuazione - nell'arco di 6-8 mesi - di un piano ancora tutto da definire, se sono critico sull'opportunità di creare in certe classi di concorso un numero non trascurabile di esuberi da gestire e collocare.

Citazione :
Non ho compreso chi sarebbero i barbari, i docenti delle GAE? Quelli che hanno affrontato la dura selezione delle Siss? Mentre tutti i colleghi di ruolo appartengono alla raffinata civiltà romana, compresi quelli che sono passati grazie ad abilitazioni riservate o perché idonei in infinite GM grazie a generose commissioni esaminatrici che facevano passare tutti?
Non sono invece critico sui canali usati per il reclutamento, che siano concorsi, corsi a selezione o graduatorie. Da me non sentirai mai "sono contrario alle GAE perché io ho fatto il concorso e ha più valore di una SISS o vattelapesca". Qualsiasi sistema di selezione è potenzialmente valido se lecitamente applicato. Non ho acque da convogliare al mio mulino, per intenderci, e non ho pertanto ragione di contestare un canale di reclutamento. Cosa che invece fai tu presumendo che un canale di reclutamento sia marcio e quindi sia meno affidabile di un altro.

Onestà intellettuale, questa sconosciuta...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Sab Nov 22, 2014 8:53 pm

viduran ha scritto:
Alex le 150.000 immissioni non vanno tanto bene perchè non  hanno garantito a tutti quelli che entreranno il lavoro per tutta la vita sotto casa e chi entrerà potrebbe rendere ancora più evanescente il sogno di chi già assunto ci sperava  
;-)

Non so se il tuo è un messaggio ironico, in ogni modo non è una motivazione ragionevole. Le 150 mila assunzioni devono esserci se necessarie a coprire posti vacanti in un organico razionalmente concepito.

Non ci si oppone alle 150 mila assunzioni perché queste impediranno o limiteranno la possibilità di fruire dell'assegnazione provvisoria. Semmai si metta in discussione una congrua integrazione tra l'impianto delle neoimmissioni e la mobilità, basata su criteri oggettivi ed equi.

E' invece lecito criticare le 150 mila assunzioni se queste comporteranno un numero eccessivo di esuberi in alcune classi di concorso e ne implicheranno di conseguenza l'impiego in contesti non adeguati che si ripercuoteranno sulla qualità del sistema scolastico.
Soluzioni del tipo "incrementiamo l'insegnamento X nelle scuole" perché fondamentalmente sono da collocare un numero elevato di docenti abilitati per l'insegnamento X, per il semplice fatto che le GAE della classe di concorso X non si esauriranno mai, non sono soluzioni da "buona scuola". Sono mostri strutturali generati da scelte politiche irresponsabili.
Analogamente discutibile è la forzatura del concetto di competenza affine finalizzata al collocamento. Perché immettere docenti X per insegnare Y perché sono in troppi se poi si lasciano a spasso docenti Y che sono più competenti per quella finalità? Altra scelta politicamente irresponsabile perché si ripercuoterà sulla qualità del sistema scolastico italiano.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Sab Nov 22, 2014 8:54 pm

Alex_ct ha scritto:
viduran ha scritto:
Alex le 150.000 immissioni non vanno tanto bene perchè non  hanno garantito a tutti quelli che entreranno il lavoro per tutta la vita sotto casa e chi entrerà potrebbe rendere ancora più evanescente il sogno di chi già assunto ci sperava  
;-)

Quindi il problema è lavorare sotto casa... capisco.

No, non è quello il problema, ma semplicemente una tua rappresentazione del problema finalizzata a smontare un teorema.
Tornare in alto Andare in basso
Alex_ct



Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 14.09.10

MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Sab Nov 22, 2014 8:57 pm

gian ha scritto:
Alex_ct ha scritto:
Invece di scandalizzarvi sulle 150000 immissioni, perché non battersi seriamente contro i punti della "Buona Scuola" che mortificano la nostra professione?
Personalmente non mi scandalizzo per le 150 mila immissioni. Mi "scandalizza" essere accusato di contrastare le 150 mila immissioni se nel complesso sono contrario ai termini in cui si propone questa riforma. Mi "scandalizza" essere classificato come "gufo" se sono critico sulle aspettative relative ai 150 mila neoimmessi, se sono critico sull'efficacia di attuazione - nell'arco di 6-8 mesi - di un piano ancora tutto da definire, se sono critico sull'opportunità di creare in certe classi di concorso un numero non trascurabile di esuberi da gestire e collocare.

Citazione :
Non ho compreso chi sarebbero i barbari, i docenti delle GAE?  Quelli che hanno affrontato la dura selezione delle Siss? Mentre tutti i colleghi di ruolo appartengono alla raffinata civiltà romana, compresi quelli che sono passati grazie ad abilitazioni riservate o perché idonei in infinite GM grazie a generose commissioni esaminatrici che facevano passare tutti?
Non sono invece critico sui canali usati per il reclutamento, che siano concorsi, corsi a selezione o graduatorie. Da me non sentirai mai "sono contrario alle GAE perché io ho fatto il concorso e ha più valore di una SISS o vattelapesca". Qualsiasi sistema di selezione è potenzialmente valido se lecitamente applicato. Non ho acque da convogliare al mio mulino, per intenderci, e non ho pertanto ragione di contestare un canale di reclutamento. Cosa che invece fai tu presumendo che un canale di reclutamento sia marcio e quindi sia meno affidabile di un altro.

Onestà intellettuale, questa sconosciuta...

Le mie critiche non erano rivolte a te, anzi, apprezzo i tuoi interventi. Ma non sono stato io a parlare di "invasioni barbariche" riferendosi ai colleghi delle GAE, ed è a proposito di questa affermazione che va contestualizzato il mio intervento sulle GM. Quindi la mia onestà intellettuale non la sento scalfita.
Sicuramente non sono meno onesto intellettualmente di chi teme di non poter lavorare "sotto casa" per via delle 150000 assunzioni.
Tornare in alto Andare in basso
Alex_ct



Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 14.09.10

MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Sab Nov 22, 2014 9:07 pm

gian ha scritto:
Alex_ct ha scritto:
viduran ha scritto:
Alex le 150.000 immissioni non vanno tanto bene perchè non  hanno garantito a tutti quelli che entreranno il lavoro per tutta la vita sotto casa e chi entrerà potrebbe rendere ancora più evanescente il sogno di chi già assunto ci sperava  
;-)

Quindi il problema è lavorare sotto casa... capisco.

No, non è quello il problema, ma semplicemente una tua rappresentazione del problema finalizzata a smontare un teorema.

E no, non è "la mia" rappresentazione del problema. La frase che ho quotato era molto chiara e non l'ho scritta io. Inoltre molti interventi di colleghi di ruolo "rappresentavano" così il problema. Per il resto così come si presenta la Buona Scuola a me non piace. Ma non mi piacciono neanche i discorsi di chi, già al sicuro, incita noi precari a ribellarci magari rinunciando "perfino" a questo piano di immissioni, in modo tale da poter così difendere lo status quo senza aver mosso, sostanzialmente, un dito. Non ho visto cortei di docenti ruolo a protestare contro la "Buona Scuola", di precari sì.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Sab Nov 22, 2014 10:08 pm

Alex_ct ha scritto:
Le mie critiche non erano rivolte a te, anzi, apprezzo i tuoi interventi.
Allora come non detto.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola   Sab Nov 22, 2014 10:57 pm

Alex_ct ha scritto:

E no, non è "la mia" rappresentazione del problema. La frase che ho quotato era molto chiara e non l'ho scritta io.
Lo so, l'ha scritta virduran, però hai sottoscritto la sua battuta

Citazione :
Inoltre molti interventi di colleghi di ruolo "rappresentavano" così il problema.
Solo una parte e non si tratta comunque di istanze rappresentative dell'intero insieme. Per farti un esempio, io sono interessato da alcuni anni al passaggio di cattedra dalla mia classe di concorso di titolarità (A058, in esubero sia in organico di diritto sia in organico di fatto) ad un'altra classe in cui ho l'abilitazione (A060, in leggero esubero solo in organico di diritto) e in cui sono utilizzato da alcuni anni. La graduatoria a esaurimento della seconda classe di concorso (A060) è piuttosto affollata. E' chiaro che l'immissione in ruolo di nuovi insegnanti di ruolo in questa classe di concorso precluderà il mio eventuale passaggio di cattedra se non lo otterrò nella prossima istanza di mobilità. Questo mi porta ad avere due posizioni:
1) in linea di principio sono favorevole all'immissione in ruolo di abilitati in A060 in GAE, cosa che non viene fatta da diversi anni. I posti vacanti esistono ed è inconcepibile che vengano attualmente coperti da utilizzazioni per classe di concorso affine (es. docenti A058 in DOP ma privi di abilitazione nella A060) e, in seconda istanza, da incarichi a tempo determinato. Sono favorevole nonostante questo possa comportare, per me, la permanenza in dotazione organica provinciale o, in un prossimo futuro, in un ruolo in organico funzionale. Per lo meno auspico di poter ottenere il passaggio perché, in ogni modo, ne ho i requisiti, ma non auspico che le neoimmissioni in ruolo saltino perché rappresentano per me una concorrenza.
2) sempre in linea di principio sono contrario all'immissione in ruolo di tutti gli abilitati in GAE nella A060. Perché comporterà un sensibile incremento degli esuberi nella A060. E questo comporterà l'utilizzazione in classi di concorso affini che precluderanno l'ingresso ad altri docenti che hanno maggiori requisiti in termini di competenza.
In sostanza, quindi, le neoimmissioni a tappeto generano nuovi problemi di ottimizzazione dell'allocazione delle risorse umane. Questa è la ragione della mia posizione critica. Che esula dai miei interessi personali, che, in ogni caso, passano in subordine sulla base di quanto ho espresso al punto 1).
Analogamente le ragioni di chi si vede tagliato fuori in futuro dalle assegnazioni provvisorie e dalla mobilità interprovinciale passano in subordine.

Citazione :
Per il resto così come si presenta la Buona Scuola a me non piace.
E su questo siamo d'accordo. Ci sono troppi aspetti negativi in questa proposta di riforma. I soli aspetti positivi sono le immissioni in ruolo se principalmente finalizzate a coprire i posti vacanti (e non immissioni a tappeto per mero calcolo politico) e la reintroduzione del concetto di organico funzionale. Anche se mi preoccupa seriamente l'uso deviante che si farà, presumo, di questo strumento.

Citazione :
Ma non mi piacciono neanche i discorsi di chi, già al sicuro, incita noi precari a ribellarci magari rinunciando "perfino" a questo piano di immissioni
Io non incito nessuno. Sono solo fortemente critico nei confronti dell'intero impianto prospettato della "buona scuola" e sono fortemente critico nei confronti delle tesi esposte da chi ne difende ciecamente l'intero impianto a prescindere, ma che fondamentalmente è interessato esclusivamente all'immissione in ruolo.

Citazione :
Non ho visto cortei di docenti ruolo a protestare contro la "Buona Scuola", di precari sì.
Mah... sinceramente trovo improbabile che tu abbia la possibilità di rilevare lo status giuridico di tutti quelli che protestano, scioperano o sfilano in corteo :-)
Soprattutto in un contesto come questo in cui vantaggi e svantaggi sono in gioco per tutti: per chi è di ruolo, per chi è precario in GAE, per chi è precario in seconda o terza fascia, per chi aspira ad entrare nella lotteria del reclutamento preparandosi ad una lunga permanenza nel limbo della precarietà.

Edit per errata corrige: A058 al posto di A059


Ultima modifica di gian il Dom Nov 23, 2014 6:14 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
 
Improvvisa accelerata di Renzi sulla riforma scuola
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 7 di 9Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente
 Argomenti simili
-
» Giudizio sulla scuola...
» Vi segnalo questo interessante articolo sulla salute delle donne (aborto, legge 40 e chi più ne ha più ne metta)
» Darwin fatto a pezzi sulla Rai
» Ragazze ricordate lo speciale sulla fecondazione che era in onda su Sky?
» Religione nella scuola materna

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: