Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 BES: facciamo il punto?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
russele



Messaggi : 495
Data d'iscrizione : 06.03.12

MessaggioOggetto: BES: facciamo il punto?   Dom Nov 23, 2014 9:55 pm

Promemoria primo messaggio :

Apro questa discussione non per polemizzare ma per capire dove siamo arrivati.
Stiamo predisponendo i pdp per gli alunni che rientrano nelle casistiche previste dalla normativa. Alcuni di questi alunni erano stati riconosciuti alunni con BES e, nonostante gli interventi mirati dello scorso anno, quest'anno presentano le medesime problematiche. In particolare in questa situazione sono i ragazzi che presentano difficoltà cognitive. Come consiglio di classe ci siamo posti il problema se ciò sia imputabile alla nostra incapacitá o se sia responsabilità delle famiglie che non vogliono far valutare i propri figli che evidentemente (di fatto la domanda è retorica) hanno problemi più grandi. Della serie: rifacciamo o no Il PDP? Ma la problematica del BES non ha carattere di temporaneità??
Voi come vi siete mossi? Una situazione del genere la starete vivendo forse pure voi...
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Lun Nov 24, 2014 6:17 pm

Scusate, ripeto la domanda: se si dichiara ufficialmente che l'alunno X è in una situazione di BES, ma poi non si mette per iscritto nulla che formalizzi quali sono le strategie personalizzate che si deliberano per aiutarlo, allora a che serve dichiarare ufficialmente che c'è il BES?

Se il ragazzo ha bisogno di qualche strategia didattica personalizzata, allora questa DEVE essere scritta in un PDP e adeguatamente motivata, altrimenti non vedo a quale titolo possa essere applicata concretamente... se invece non ha bisogno di nessuna strategia personalizzata e può tranquillamente seguire le stesse metodiche che vanno bene per tutti gli altri, allora non vedo perché ci sia bisogno di dichiararlo BES. Giuro che non capisco!
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Lun Nov 24, 2014 6:24 pm

Ma perché, c'è qualcuno che ha dichiarato un alunno BES e poi non ha stilato un pdp?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Lun Nov 24, 2014 6:38 pm

valerie, non capisco, cosa lo preparate a fare il pdp se la famiglia non vuole? Non sarebbe utile parlare con la famiglia prima di attivare la procedura, e nel caso non sia accettata far firmare la dichiarazione di diffida alla scuola alla messa in pratica di qualsiasi misura compensativa o dispensativa?


E inoltre: ma per quale motivo una famiglia presenta a scuola una certificazione di dsa e poi non vuole il pdp?

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Lun Nov 24, 2014 6:39 pm

laura 70 ha scritto:
noi i pdp li facciamo solo per i dsa

Laura, spero per voi che questo voglia dire che non avete BES (o che non li riconoscete)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Lun Nov 24, 2014 7:06 pm

Ire ha scritto:
E inoltre:  ma per quale motivo una famiglia presenta a scuola una certificazione di dsa e poi non vuole il pdp?

Perché tra le varie tipologie di famiglie esistono anche quelle, che ti piaccia o no: quelle che credevano che la certificazione servisse solo a ottenere il diritto alla promozione in automatico, e che bastasse consegnare quella per stare tranquilli per sempre, ma senza che questo dovesse risultare su nessun documento dettagliato... e che poi, quando invece scoprono che c'è pure da prendersi la propria responsabilità firmando qualcosa, allora vanno nel panico e ci ripensano.

L.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Lun Nov 24, 2014 10:39 pm

Da noi hanno rifiutato di firmare perché non volevano che si sapesse che il figlio aveva un dsa.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Mar Nov 25, 2014 1:37 am

E allora la certificazione che l'avevano portata a fare?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Mar Nov 25, 2014 8:37 am

Valerie ha scritto:
Da noi hanno rifiutato di firmare perché non volevano che si sapesse che il figlio aveva un dsa.

Questo lo capisco.
Non fino al punto di rifiutare la firma sul pdp ma capisco la reazione.

Come è andata quindi con quegli alunni, Valerie?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Mar Nov 25, 2014 8:57 am

Dopo un certo numero di insufficienze in molte materie, i genitori sono tornati a scuola e hanno firmato.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Mar Nov 25, 2014 11:40 am

Della serie: io son come tommaso!

va bene, il percorso della consapevolezza attraversa anche questi punti oscuri
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ludmilla72



Messaggi : 405
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Mar Nov 25, 2014 10:57 pm

Laura70 ha scritto:


noi i pdp li facciamo solo per i dsa

Noi in cdc abbiamo detto e verbalizzato che per noi i nostri alunni sono tutti BES (sono in un Istituto Professionale per Meccanici, praticamente l'ultima spiaggia per ragazzi a forte rischio di abbandono scolastico) e che pertanto non prevediamo alcuna programmazione speciale, gli obiettivi minimi valgono per tutti. Gli insegnanti di sostegno seguono la classe, girano per i banchi durante la lezione e, quando la cosa è possibile, portano fuori gruppi di alunni per aiutarli a studiare.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Mer Nov 26, 2014 2:58 pm

Credo che siate da ammirare e imitare Ludmilla.
Tornare in alto Andare in basso
ludmilla72



Messaggi : 405
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Mer Nov 26, 2014 3:45 pm

Il merito è dei colleghi di sostegno: sono bravissimi!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Mer Nov 26, 2014 4:15 pm

Io sono un po' perplessa.

Mi dico che se ludmilla sostiene che quell'istituto sia l'ultima spiaggia prima dell'abbandono scolastico così è ed è giusta la scelta che hanno fatto.
Poi mi dico che ragazzi che scelgono meccanica in un professionale sono interessati alla pratica ed è importante che dalla scuola escano buoni meccanici.

Però...
abbassare gli obbiettivi per tutti non equivale un po' a privarli di qualche possibilità? Non ci potrebbe essere, tra di loro, qualcuno che raggiunta la maturità potrebbe decidere che gli interessa proseguire lo studio? Gli sarebbe difficile già se avesse un 90 con obbiettivi standard, ma potrebbe provarci, se invece gli obbiettivi raggiunti fossero quelli minimi, perchè non gli è stato proposto qualcosa di meglio, non sarebbe possibile nemmeno pensarlo di affrontare una università.

Non lo so. Probabilmente sbaglio. Ma possibile che tutti, tutti tutti o meglio che nessuno nessuno nessuno ce la potrebbe fare con un percorso normale, e se così fosse: è giusto non permetterglielo?

Mi viene un po' da ridere: si dovrebbe istituire per lui il BES ma al contrario
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ludmilla72



Messaggi : 405
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Mer Nov 26, 2014 5:41 pm

Hai ragione, Ire, ma chi aveva voglia o possibilità di affrontare uno studio approfondito evidentemente ha scelto un'altra scuola. Il discorso sarebbe diverso in una scuola media, che è per sua natura molto più differenziata (ho insegnato anche lì).

Molti dei nostri ragazzi hanno perso un anno o più in altre scuole prima di approdare qui. Sono in buona parte analfabeti di ritorno, nel senso che si spaventano se devono studiare da soli due pagine di Storia, e senza una guida non saprebbero leggere nemmeno un articolo di giornale. Quando affrontiamo in classe argomenti di attualità, ripetono a pappagallo i luoghi comuni che ascoltano nei bar di periferia. A loro la scuola serve davvero.

Per esperienza so che l'idea sessantottina in base alla quale l'università è aperta a tutti è pura utopia: in teoria nessuno impedisce a questi ragazzi di iscriversi; in pratica vengono subito messi di fronte alla loro incapacità di studiare da soli. Nella realtà non esistono percorsi facilitati per alunni con BES: quando vai a fare un colloquio di lavoro ti chiedono che cosa sai fare, non se hai una famiglia indigente, genitori tossici o alcoolisti o se sei arrivato su un barcone e la famiglia non ce l'hai proprio.

E allora che ne facciamo di questi ragazzi? Gli diciamo che non faranno mai nulla nella vita e che non potranno mai costruirsi un futuro? No! Diamo loro gli strumenti per ottenere un diploma e trovare un lavoro che forse non li arricchirà, ma consentirà loro di non essere un peso sociale. Intanto magari gli insegnamo anche a rispettare le regole del vivere civile e gli spieghiamo che cos'è la legalità.

P.S. In V ci sono due ragazzi che, in modo diverso, hanno una marcia in più rispetto agli altri. Per loro, prevedo percorsi di approfondimento e valorizzo lo studio autonomo.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Mer Nov 26, 2014 5:49 pm


Mi hai convinta, sono d'accordo con te :-)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Mer Nov 26, 2014 7:14 pm

ludmilla72 ha scritto:
..... quando vai a fare un colloquio di lavoro ti chiedono che cosa sai fare, non se hai una famiglia indigente, genitori tossici o alcoolisti o se sei arrivato su un barcone e la famiglia non ce l'hai proprio.

E allora che ne facciamo di questi ragazzi? Gli diciamo che non faranno mai nulla nella vita e che non potranno mai costruirsi un futuro? No! Diamo loro gli strumenti per ottenere un diploma.
E perchè mai un imprenditore dovrebbe fare beneficenza e regalare uno stipendio ad una persona che non sa fare quello che a lui serve ? Solo perchè questo ha i genitori alcolisti ? Non sarà colpa del ragazzo ma non è certo colpa dell'imprenditore.

Tu pagheresti lo stipendio ad una badante che si prenda cura di tua madre, sapendo che la badante stessa è paralitica ? I paralitici non hanno diritto di lavorare ?

Dopo che gli avrai dato il diploma che si sono sudato studiando 2 pagine al giorno per tutte (non ciascuna) materia, che ci faranno ? Glielo stampi almeno su carta morbida e resistente ?

Se il 30 % della popolazione non è fatta per lo studio sarebbe bello che il 30 % dei lavori fosse possibile farlo senza titolo di studio; in effetti è così, solo che quei lavori (catena di montaggio) vengono per lo più fatti in Cina.

Questo è il problema e non lo risolvi certo facendo finta di far meritare il diploma a chi non se lo merita.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Mer Nov 26, 2014 8:27 pm


un imprenditore che assume un ragazzo proveniente da un professionale meccanico, forse cerca un bravo meccanico.

Non mi sembra che ludmilla abbia detto che non puntano a quello, avido. Perchè un ragazzo che dimostra di saper fare bene un lavoro e raggiunge gli obbiettivi minimi per materie che con il lavoro non c'entrano nulla non merita il diploma?

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Mer Nov 26, 2014 8:32 pm

Ma sarebbe così brutto se ci si decidesse a superare la convinzione ipocrita secondo cui "il diploma è indispensabile per trovare lavoro" e quindi bisogna obbligatoriamente darlo a tutti perché altrimenti è colpa nostra se i ragazzi non troveranno lavoro, e si commette una sorta di crimine contro l'umanità?

Tanto, se il diploma lo si dà a tutti indistintamente, compresi quelli che sono LONTANISSIMI dall'aver raggiunto le competenze minime per prenderlo, allora non serve a un tubo nemmeno per trovare lavoro, eh. Anzi, viene svalutato e percepito come una cosa vacua che non conta nulla, nemmeno per chi l'ha preso con un minimo di merito.

Come si fa ad essere così illusi da non volerlo capire?

L.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Mer Nov 26, 2014 8:44 pm

Ire ha scritto:

un imprenditore che assume un ragazzo proveniente da un professionale meccanico, forse cerca un bravo meccanico.

Non mi sembra che ludmilla abbia detto che non puntano a quello, avido. Perchè un ragazzo che dimostra di saper fare bene un lavoro e raggiunge gli obbiettivi minimi per materie che con il lavoro non c'entrano nulla non merita il diploma?

Si che lo merita, purtroppo oggi i lavori che non richiedono competenze matematiche, scientifiche e linguistiche ma solo tecniche non esistono quasi più.

Il tornitore deve saper fare alcuni calcoli sull'avanzamento della tavola, sulla velocità di rotazione, sull'angolo di montaggio degli utensiili; tutta roba che riguarda la matematica e che lui spesso non sa fare.

Il tornio manuale non esiste quasi più, ci sono quelli a controllo numerico che richiedono qualche rudimento di programmazione che spesso lui non ha.

Se una macchina utensile s'inceppa ci si aspetta che lui sappia individuare il guasto e che in alcuni casi sappia rimediarvi, ci si aspetta che sappia qualcosa di elettrovalvole e cose simili; spesso speranza disattesa.

A volte il tecnico è chiamato a scrivere una relazione su quello che ha fatto .... in italiano ?

Se gli si deve fare un corso di aggiornamento sarebbe bello potergli consegnare un manualetto di 50 pagine nella certezza che le leggerà e capirà; tu questa certezza ce l'hai ?

Erano belli i tempi in cui qualsiasi analfabeta poteva diventare maestro con la lima ed il cesello; quei tempi sono finiti.
Tornare in alto Andare in basso
ludmilla72



Messaggi : 405
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Mer Nov 26, 2014 9:07 pm

Non è detto che tutti quelli che frequentano la nostra scuola prenderanno il diploma; noi però la possibilità gliela diamo. Quelli proprio refrattari non ce la fanno neanche da noi e finiscono (se va bene) a frequentare i corsi regionali che non richiedono neanche un'infarinatura di cultura generale. Se va male, diventano manovalanza per la criminalità organizzata o picchiatori nelle fila di Casa Pound.

Prendere il diploma vuol dire che devi essere in grado di smontare e rimontare un motore e devi anche avere delle competenze teoriche.

Purtroppo, Paniscus, adesso il diploma serve anche per fare il cassiere del supermercato o il commesso in un centro commerciale (con tutto il rispetto per la categoria) . Hai mai provato a cercare lavoro senza?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Mer Nov 26, 2014 9:33 pm

ludmilla72 ha scritto:
Purtroppo, Paniscus, adesso il diploma serve anche per fare il cassiere del supermercato o il commesso in un centro commerciale (con tutto il rispetto per la categoria)

...e quindi questo dovrebbe risultare in una consapevolezza diffusa tra i giovani che è necessario fare qualcosa per impegnarsi a prenderlo, 'sto famigerato diploma. NON in un obbligo etico per le scuole di regalarlo a tutti perché "altrimenti è colpa nostra se questi poveri ragazzi non trovano lavoro".

Finché gli insegnanti stessi sono i primi a interpretarlo così, mi pare OVVIO che il diploma non valga più nulla.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Mer Nov 26, 2014 10:02 pm

ludmilla72 ha scritto:
Purtroppo, Paniscus, adesso il diploma serve anche per fare il cassiere del supermercato o il commesso in un centro commerciale (con tutto il rispetto per la categoria) . Hai mai provato a cercare lavoro senza?
Perchè il diploma oggi è almeno garanzia di non essere un picchiatore di Casa Pound.

Quando compri un'automobile se allo stesso prezzo ne puoi prendere una con un accessorio inutile, lo fai, tanto è gratis, perchè rinunciarci ?
Se ci son diplomati disposti a lavorare di ramazza (con tutto il rispetto) i non diplomati sono ovviamente e giustamente destinati alla disoccupazione.

Quel che è ingiusto è che ci sia così poco lavoro in giro.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Gio Nov 27, 2014 12:01 am

avidodinformazioni ha scritto:
ludmilla72 ha scritto:
Purtroppo, Paniscus, adesso il diploma serve anche per fare il cassiere del supermercato o il commesso in un centro commerciale (con tutto il rispetto per la categoria) . Hai mai provato a cercare lavoro senza?
Perchè il diploma oggi è almeno garanzia di non essere un picchiatore di Casa Pound.

No, per nulla: questo semplicemente non è vero.

ANCHE un picchiatore di casa Pound, può benissimo prendersi il diploma, se solo ha la costanza di continuare a ri-iscriversi a scuola a oltranza, dopo aver fatto, che so, due volte la prima (magari essendo arrivato in prima essendo già bocciato alle medie e avendo già un anno o due di più), essere stato graziato miracolosamente agli esami di settembre in seconda, poi aver fatto due volte la terza, due volte la quarta, essersi una volta ritirato per scelta ma poi averci ripensato l'anno dopo, non essere stato ammesso agli esami una volta ma aver insistito a ripetere anche la quinta lo stesso, e così via.

Gli unici che veramente "NON PRENDONO IL DIPLOMA" sono quelli che a un certo punto si rompono le scatole di stare a scuola, e quindi decidono di mollare per scelta volontaria.

Ma quelli che invece scelgono di stazionare a scuola per anni e anni di più rispetto al percorso previsto, e di continuare imperterriti a iscriversi di nuovo anche se vengono bocciati fino a 25 anni... alla fine il diploma lo prendono, anche se non hanno imparato la minima cippa di cavolo di nulla.

E anche se nel tempo libero fanno i picchiatori di casa Pound.

L.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: BES: facciamo il punto?   Gio Nov 27, 2014 8:54 am

Citazione :
Si che lo merita, purtroppo oggi i lavori che non richiedono competenze matematiche, scientifiche e linguistiche ma solo tecniche non esistono quasi più.

Il tornitore deve saper fare alcuni calcoli sull'avanzamento della tavola, sulla velocità di rotazione, sull'angolo di montaggio degli utensiili; tutta roba che riguarda la matematica e che lui spesso non sa fare.

Secondo me non è vero che non li sa fare.
Secondo me semplicemente non li sa rappresentare.

E' come per il cuoco dislessico: se sa cucinare bene stai certo che qualsiasi ristorante lo assumerebbe, anche mettendogli a fianco un personaggio addetto alla lettura delle comande.

La sua arte è la cucina.

La stessa cosa per un bravo tornitore. La sua arte è il tornio, se non riesce a spiegare il perchè o il percome lo farà vedere quello che intende.

Vai tranquillo avido, siamo scemi, tutti noi, ma gli imprenditori non hanno perso il fiuto per gli artisti.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
 
BES: facciamo il punto?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 5Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
 Argomenti simili
-
» Facciamo il punto...di domanda però!
» argomenti per un dibattito Ateo-Religioso, dal punto di vista storico.
» vediamo di fare il punto della situazione
» Punto d'Impatto (Film Ateo)
» Valgono le promesse fatte in punto di morte?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: