Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 sostegno e riform buona scuola

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
cricco84



Messaggi : 489
Data d'iscrizione : 26.12.12

MessaggioOggetto: sostegno e riform buona scuola   Mer Nov 26, 2014 2:18 pm

Promemoria primo messaggio :

mi chiedo..
noi docenti di sostegno con la riforma che fine faremo?
è vero deve uscire il capitolo apposta scritto per il sostegno, "diverso da chi", ma non capisco... entriamo a far parte dell'organico funzionale? rimaniamo dove siamo? ci consentono pasaggi? questo solo x capire di che mortedevo morire, non x liberarmi dalla cattedra
grazie
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
dami



Messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Dom Gen 25, 2015 7:22 pm

malatempora ha scritto:
dami, credo sia già tardi!!
quel prof di cui vi parlavo, ha già dato come quasi per approvata la proposta che confluirà nel decreto legge!! se non ci facciamo sentire con una delegazione ben organizzata, sarà inutile!! anche perché dietro a tutto ciò, ci sono FISH e FAND!!
cosa possiamo fare??

So da fonti certe che la riforma della scuola uscirà a breve in forma di decreto, però che per la parte sul sostegno verrà utilizzata una legge delega. Abbiamo di fronte a noi un paio di mesi per ragionare con coloro che stanno lavorando su questa legge.
Bisogna comunque impegnarsi in prima persona e scrivere, scrivere e ancora scrivere che non si è d'accordo.
Dobbiamo fare vedere che siamo in tanti a non volere che vengano toccati i nostri diritti, acquisiti tramite una particolare formazione, non compatibile con quella che si richiederà in futuro.
Se vogliono attuare un modo diverso di fare sostegno, devono lasciarci scegliere se siamo disposti a rimanere sul sostegno alle nuove condizioni oppure no.
Tornare in alto Andare in basso
carrie2013



Messaggi : 123
Data d'iscrizione : 26.02.13

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Dom Gen 25, 2015 7:24 pm

Ma non esistono gli insegnanti educatori scusa perché usi questo termine? Io sono insegnante e poi ci sono gli assistenti che non hanno la laurea nella maggior parte dei casi. Io non sono un educatore e loro non sono professori. Davvero non capisco questo termine da dove è uscito e soprattutto se stai applicando questo nuovo termine che sarà forse attivo forse nel futuro, al presente!
Tornare in alto Andare in basso
dami



Messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Dom Gen 25, 2015 7:29 pm

carrie2013 ha scritto:
Ma non esistono gli insegnanti educatori scusa perché usi questo termine? Io sono insegnante e poi ci sono gli assistenti che non hanno la laurea nella maggior parte dei casi. Io non sono un educatore e loro non sono professori. Davvero non capisco questo termine da dove è uscito e soprattutto se stai applicando questo nuovo termine che sarà forse attivo forse nel futuro, al presente!

Uso questo termine come sintesi di ciò che ho letto nella nuova proposta di legge in merito alla formazione.
Si faranno 3 anni di laurea disciplinare e poi 2 anni di pedagogia o didattica speciale. Quindi col nuovo percorso non si sarà più idonei a fare gli insegnanti disciplinari. Si sarà laureati magistrali in Didattica Speciale.
Tornare in alto Andare in basso
carrie2013



Messaggi : 123
Data d'iscrizione : 26.02.13

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Dom Gen 25, 2015 7:34 pm

Si ma noi lo siamo!!!!!!!!!
Tornare in alto Andare in basso
carrie2013



Messaggi : 123
Data d'iscrizione : 26.02.13

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Dom Gen 25, 2015 7:36 pm

Io ho fatto 5 anni di università più due di ssis più una di specializzazione sul sostegno e tutto questo non è cancellabile. E lo stesso vale per i miei colleghi e per voi qua le forum.
Tornare in alto Andare in basso
dami



Messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Dom Gen 25, 2015 7:45 pm

Ok carrie2013. Anche io ho tre lauree quadriennali più la specializzazione su sostegno, ma se mi metteranno su una classe di concorso dove mi faranno di fatto fare l'educatore e basta, a cosa mi sarà servito studiare tanto?
Forse è il caso che tu te la prenda con i nostri legislatori, che si fanno fare le leggi non da esperti di scuola, ma dalle associazioni dei familiari dei disabili.
Tornare in alto Andare in basso
carrie2013



Messaggi : 123
Data d'iscrizione : 26.02.13

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Dom Gen 25, 2015 7:51 pm

Io credo che in questo termini non sia possibile. Magari sbaglio e sono una cretina. E le immissioni da gae?
Tornare in alto Andare in basso
malatempora



Messaggi : 298
Data d'iscrizione : 02.11.09

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Dom Gen 25, 2015 7:56 pm

giusto, carrie2013, è quello che penso anch'io!!
credo che questa nuovo modo di concepire il sostegno sia da applicare alla nuova laurea... devono prevedere delle norme transitorie...
ma possibile che si facciano sentire solo FISH e FAND??

in ogni caso, non sono d'accordo neanche sulla nuova laurea: questo modo di concepire il sostegno mette in discussione la legge 104, che è ancora vista in tutta l'UE come una legge quadro avanzata rispetto a tutti gli altri stati...

la verità è che hanno tutti il dente avvelenato nei confronti degli insegnanti di sostegno... anche quel prof (non è un corso di aggiornamento quello che seguo: è un vero e proprio master, e lui è un professore universitario) ha detto che finalmente finisce la vergogna della scalata alla graduatoria...
tanto si sa: tutti i docenti di sostegno fanno sostegno per sorpassare i colleghi in graduatoria!
questo è quello che pensa la maggior parte dell'opinione pubblica, ma, peraltro, anche molti fra noi colleghi, qui su OS, la pensano così!!! l'ho letto anche ultimamente...
Tornare in alto Andare in basso
ale1287



Messaggi : 112
Data d'iscrizione : 25.08.13

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Dom Gen 25, 2015 8:04 pm

Non si può nascondere il fatto che molti usino il sos per passare poi alla classe comune ma Bisognerebbe vedere le statistiche per vedere l effettiva percentuale di quelli che lo fanno. Il problema è se le contromisure messe nella riforma, possono dimostrarsi efficaci nel bloccare tale pratica.
Tornare in alto Andare in basso
L'ALTRO POLO



Messaggi : 4205
Data d'iscrizione : 24.01.14

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Dom Gen 25, 2015 8:54 pm

malatempora ha scritto:
giusto, carrie2013, è quello che penso anch'io!!
credo che questa nuovo modo di concepire il sostegno sia da applicare alla nuova laurea... devono prevedere delle norme transitorie...
ma possibile che si facciano sentire solo FISH e FAND??

in ogni caso, non sono d'accordo neanche sulla nuova laurea: questo modo di concepire il sostegno mette in discussione la legge 104, che è ancora vista in tutta l'UE come una legge quadro avanzata rispetto a tutti gli altri stati...

la verità è che hanno tutti il dente avvelenato nei confronti degli insegnanti di sostegno... anche quel prof (non è un corso di aggiornamento quello che seguo: è un vero e proprio master, e lui è un professore universitario) ha detto che finalmente finisce la vergogna della scalata alla graduatoria...
tanto si sa: tutti i docenti di sostegno fanno sostegno per sorpassare i colleghi in graduatoria!
questo è quello che pensa la maggior parte dell'opinione pubblica, ma, peraltro, anche molti fra noi colleghi, qui su OS, la pensano così!!! l'ho letto anche ultimamente...
Io non mi nascondo e lo dico, senza falsa ipocrisia...piuttosto mi chiedo: se e quando non ci sarà più la "vergogna della scalata alla graduatoria" quanti saranno gli insegnanti di sostegno?
Tornare in alto Andare in basso
docente63



Messaggi : 781
Data d'iscrizione : 11.06.13

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Dom Gen 25, 2015 9:00 pm

Quello che non capisco è che la cosa va in direzione del tutto opposta a quello che la "punta di diamante" nella ricerca e nell'esperienza con e per l'inclusione scolastica, Dario Ianes, propone  nei suoi interventi più recenti. All'inizio dico la verità io non mi trovavo del tutto d'accordo con l'idea di abolire il docente di sostegno "classico" per riconvertirlo su classe come insegnante "aggiunto", a seconda della sua disciplina. Ma in confronto a questo scempio mi appare ora invece una proposta assolutamente illuminata, che come ogni proposta ha i suoi limiti, ma che si pone come obiettivo la cancellazione di ogni discriminazione, e una inclusione  vera.
Tornare in alto Andare in basso
dami



Messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Dom Gen 25, 2015 9:20 pm

malatempora ha scritto:
giusto, carrie2013, è quello che penso anch'io!!
credo che questa nuovo modo di concepire il sostegno sia da applicare alla nuova laurea... devono prevedere delle norme transitorie...
ma possibile che si facciano sentire solo FISH e FAND??

in ogni caso, non sono d'accordo neanche sulla nuova laurea: questo modo di concepire il sostegno mette in discussione la legge 104, che è ancora vista in tutta l'UE come una legge quadro avanzata rispetto a tutti gli altri stati...

la verità è che hanno tutti il dente avvelenato nei confronti degli insegnanti di sostegno... anche quel prof (non è un corso di aggiornamento quello che seguo: è un vero e proprio master, e lui è un professore universitario) ha detto che finalmente finisce la vergogna della scalata alla graduatoria...
tanto si sa: tutti i docenti di sostegno fanno sostegno per sorpassare i colleghi in graduatoria!
questo è quello che pensa la maggior parte dell'opinione pubblica, ma, peraltro, anche molti fra noi colleghi, qui su OS, la pensano così!!! l'ho letto anche ultimamente...

Le norme transitorie ci saranno, ma in ruolo su cattedra separata si entrerà comunque, non appena viene approvata la legge.
Nessuno ha chiesto a noi insegnanti di sostegno di esprimerci in merito alla proposta. Si sa perfettamente da dove viene la legge e chi l'ha fatta e promossa. Di cosa pensiamo noi a loro importa poco. Invece di piangersi addosso si dovrebbe agire e far sentire che non si è d'accordo con questa impostazione delle cose.

Riguardo alla storia dei "furbetti" è ora di finirla!
Primo perché non tutti entrano su sostegno per scalare le graduatorie, ma piuttosto perché altrimenti non lavorano proprio.
Secondo perché la maggior parte degli insegnanti di sostegno hanno scelto il loro lavoro.
E se anche uno fosse entrato su sostegno per cumular punteggio, oltre che per lavorare, ciò non fa di lui un cattivo insegnante solo per questa particolarità.
Che vadano a vedere come lavorano alcuni insegnanti supplenti su posto comune, che non hanno mai fatto sostegno e che mai lo farebbero, perché a loro non piace sporcarsi le mani: questi sarebbero i "migliori", quelli che meritano di più, quelli da incentivare e a cui lasciare la strada spianata?
Ma del modo in cui dovrebbe funzionare la vera inclusione non si ricorda più nessuno?

E faccio a distanza i complimenti al professorone universitario, per la usa imparzialità: forse le sue opinioni personali non dovrebbe spifferarle a destra e a manca, se fosse un vero professionista. Che insegni, piuttosto, qualcosa di serio!
Tornare in alto Andare in basso
L'ALTRO POLO



Messaggi : 4205
Data d'iscrizione : 24.01.14

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Dom Gen 25, 2015 9:30 pm

dami ha scritto:
malatempora ha scritto:
giusto, carrie2013, è quello che penso anch'io!!
credo che questa nuovo modo di concepire il sostegno sia da applicare alla nuova laurea... devono prevedere delle norme transitorie...
ma possibile che si facciano sentire solo FISH e FAND??

in ogni caso, non sono d'accordo neanche sulla nuova laurea: questo modo di concepire il sostegno mette in discussione la legge 104, che è ancora vista in tutta l'UE come una legge quadro avanzata rispetto a tutti gli altri stati...

la verità è che hanno tutti il dente avvelenato nei confronti degli insegnanti di sostegno... anche quel prof (non è un corso di aggiornamento quello che seguo: è un vero e proprio master, e lui è un professore universitario) ha detto che finalmente finisce la vergogna della scalata alla graduatoria...
tanto si sa: tutti i docenti di sostegno fanno sostegno per sorpassare i colleghi in graduatoria!
questo è quello che pensa la maggior parte dell'opinione pubblica, ma, peraltro, anche molti fra noi colleghi, qui su OS, la pensano così!!! l'ho letto anche ultimamente...

Le norme transitorie ci saranno, ma in ruolo su cattedra separata si entrerà comunque, non appena viene approvata la legge.
Nessuno ha chiesto a noi insegnanti di sostegno di esprimerci in merito alla proposta. Si sa perfettamente da dove viene la legge e chi l'ha fatta e promossa. Di cosa pensiamo noi a loro importa poco. Invece di piangersi addosso si dovrebbe agire e far sentire che non si è d'accordo con questa impostazione delle cose.

Riguardo alla storia dei "furbetti" è ora di finirla!
Primo perché non tutti entrano su sostegno per scalare le graduatorie, ma piuttosto perché altrimenti non lavorano proprio.
Secondo perché la maggior parte degli insegnanti di sostegno hanno scelto il loro lavoro.
E se anche uno fosse entrato su sostegno per cumular punteggio, oltre che per lavorare, ciò non fa di lui un cattivo insegnante solo per questa particolarità.
Che vadano a vedere come lavorano alcuni insegnanti supplenti su posto comune, che non hanno mai fatto sostegno e che mai lo farebbero, perché a loro non piace sporcarsi le mani: questi sarebbero i "migliori", quelli che meritano di più, quelli da incentivare e a cui lasciare la strada spianata?
Ma del modo in cui dovrebbe funzionare la vera inclusione non si ricorda più nessuno?

E faccio a distanza i complimenti al professorone universitario, per la usa imparzialità: forse le sue opinioni personali non dovrebbe spifferarle a destra e a manca, se fosse un vero professionista. Che insegni, piuttosto, qualcosa di serio!
Ecco, appunto
Tornare in alto Andare in basso
dami



Messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Dom Gen 25, 2015 9:35 pm

docente63 ha scritto:
Quello che non capisco è che la cosa va in direzione del tutto opposta a quello che la "punta di diamante" nella ricerca e nell'esperienza con e per l'inclusione scolastica, Dario Ianes, propone  nei suoi interventi più recenti. All'inizio dico la verità io non mi trovavo del tutto d'accordo con l'idea di abolire il docente di sostegno "classico" per riconvertirlo su classe come insegnante "aggiunto", a seconda della sua disciplina. Ma in confronto a questo scempio mi appare ora invece una proposta assolutamente illuminata, che come ogni proposta ha i suoi limiti, ma che si pone come obiettivo la cancellazione di ogni discriminazione, e una inclusione  vera.

Esatto. Hai colto. La nuova proposta va in senso contrario a quella che nel suo libro Ianes cita come una normale evoluzione dell'insegnante di sostegno.
Per la cronaca Ianes infatti è fermamente contrario a questa riforma.
Qui, nella riforma, si ripropone il modello medico, quando Ianes proponeva nel suo libro il modello bio-psico-sociale.
All'approccio didattico-disciplinare (la speciale normalità) si sostituisce un approccio medico-educativo (la mera socializzazione e la mediazione in funzione della sola patologia/disfunzione).
A queste condizioni non si sarà più in grado di rispondere a tutti i bisogni educativi speciali della classe, ma si risponderà ai soli bisogni dell'alunno certificato (ciò che vogliono le associazioni), quindi la contitolarità sparirà de facto. Addio vera inclusione. Simbiosi insegnante di sostegno/alunno ad oltranza: in quanto solo l'insegnante di sostegno sarà l'esperto in grado di far fronte alle esigenze del disabile e gli altri insegnanti si occuperanno del resto della classe.
Tornare in alto Andare in basso
malatempora



Messaggi : 298
Data d'iscrizione : 02.11.09

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Dom Gen 25, 2015 9:40 pm

ops! scusate ho postato due volte


Ultima modifica di malatempora il Dom Gen 25, 2015 9:44 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
malatempora



Messaggi : 298
Data d'iscrizione : 02.11.09

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Dom Gen 25, 2015 9:43 pm

dami, hai perfettamente ragione! condivido tutto ciò che hai detto, anche sul professorone universitario, di cui avevo, prima, grandissima stima, ma ora... lasciamo stare!! e lui che si vanta pure di essere stato uno dei promotori della proposta di legge 2444!! che vergogna!!

comunque, per rispondere a chi crede che noi stiamo lì solo per scalare le graduatorie: come dici tu, dami, questo ci rende cattivi insegnanti?? o non è forse come si fa il proprio lavoro, a rendere un insegnante più o meno "cattivo"??

o molti di noi pensano veramente che lavorare sul sostegno necessiti più di vocazione che di professionalità?? noi siamo professionisti, non missionari!!! mettiamocelo bene in testa!!
Tornare in alto Andare in basso
Onofrio Del Grillo



Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 25.04.14

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Lun Gen 26, 2015 8:29 am

dami ha scritto:
Le norme transitorie ci saranno, ma in ruolo su cattedra separata si entrerà comunque, non appena viene approvata la legge.
Nessuno ha chiesto a noi insegnanti di sostegno di esprimerci in merito alla proposta. Si sa perfettamente da dove viene la legge e chi l'ha fatta e promossa. Di cosa pensiamo noi a loro importa poco. Invece di piangersi addosso si dovrebbe agire e far sentire che non si è d'accordo con questa impostazione delle cose.

Riguardo alla storia dei "furbetti" è ora di finirla!
Primo perché non tutti entrano su sostegno per scalare le graduatorie, ma piuttosto perché altrimenti non lavorano proprio.
Secondo perché la maggior parte degli insegnanti di sostegno hanno scelto il loro lavoro.
E se anche uno fosse entrato su sostegno per cumular punteggio, oltre che per lavorare, ciò non fa di lui un cattivo insegnante solo per questa particolarità.
Che vadano a vedere come lavorano alcuni insegnanti supplenti su posto comune, che non hanno mai fatto sostegno e che mai lo farebbero, perché a loro non piace sporcarsi le mani: questi sarebbero i "migliori", quelli che meritano di più, quelli da incentivare e a cui lasciare la strada spianata?
Ma del modo in cui dovrebbe funzionare la vera inclusione non si ricorda più nessuno?

E faccio a distanza i complimenti al professorone universitario, per la usa imparzialità: forse le sue opinioni personali non dovrebbe spifferarle a destra e a manca, se fosse un vero professionista. Che insegni, piuttosto, qualcosa di serio!

Tanto per cambiare, Dami, sono d'accordo con te.
Dopo aver sbandierato il sito delle consultazioni (secondo me uno specchietto per le allodole, ma tant'è) il tutto si è chiuso in uno stretto riserbo, neanche fosse materia da KGB. Anch'io sono stupito dal silenzio delle associazioni degli insegnanti di sostegno, e non avendo Fb non posso visitare il gruppo di cui parlavi (a proposito, se hai tempo, ti sarei grato se riassumessi anche qui cosa stanno dicendo), ma la molteplicità di opinioni che leggo qua e là mi fa pensare proprio ad una mancanza di coordinamento. Nulla di nuovo sotto il sole: noi insegnanti raramente siamo "corporativi", ognuno preferisce coltivare il suo orticello perché i casi personali sono tutti diversi tra loro.
Riguardo al citato professorone (anch'io ne conosco qualcuno che ragiona così), vorrei ricordare che quelli come lui, alcuni dei quali famosi a livello nazionale ed internazionale, hanno finora costruito la loro fama e fortuna ($$$) proprio organizzando, dirigendo ed insegnando in corsi, corsetti e corsettini (compresi quelli in svolgimento ed in partenza) per formare insegnanti di sostegno nell'attuale configurazione polivalente ed ora, magicamente, cambiano idea. Quando invece, con il loro potere di ordinari onnipotenti e burattinai-presidenti delle dette associazioni, avrebbero dovuto essere i primi a tuonare ed opporsi a tutto ciò. Ma figuriamoci... tanto loro sono a posto, staranno già preparando i bandi per i corsi sulle singole disabilità, che tutti purtroppo dovremo fare per riallinearci un'ennesima volta e poter (forse, fino alla prossima splendida riforma) lavorare.
Continuo a domandarmi se abbia senso specializzarsi ora con il "vecchio" sistema come personalmente sto facendo... sinceramente mi sento un po' un morto che cammina.
Tornare in alto Andare in basso
Onofrio Del Grillo



Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 25.04.14

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Lun Gen 26, 2015 9:13 am

Lettera del gruppo Sostegno Doc:

http://www.orizzontescuola.it/news/33-degli-insegnanti-sostegno-desidera-transitare-insegnamento-disciplinare-lettera

Meglio tardi che mai, anche se muoversi un mese prima dei decreti legge mi sembra un po' tardivo.


Ultima modifica di Onofrio Del Grillo il Lun Gen 26, 2015 9:10 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
L'ALTRO POLO



Messaggi : 4205
Data d'iscrizione : 24.01.14

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Lun Gen 26, 2015 5:40 pm

[quote="Onofrio Del Grillo"]
dami ha scritto:
Le norme transitorie ci saranno, ma in ruolo su cattedra separata si entrerà comunque, non appena viene approvata la legge.
Nessuno ha chiesto a noi insegnanti di sostegno di esprimerci in merito alla proposta. Si sa perfettamente da dove viene la legge e chi l'ha fatta e promossa. Di cosa pensiamo noi a loro importa poco. Invece di piangersi addosso si dovrebbe agire e far sentire che non si è d'accordo con questa impostazione delle cose.

Riguardo alla storia dei "furbetti" è ora di finirla!
Primo perché non tutti entrano su sostegno per scalare le graduatorie, ma piuttosto perché altrimenti non lavorano proprio.
Secondo perché la maggior parte degli insegnanti di sostegno hanno scelto il loro lavoro.
E se anche uno fosse entrato su sostegno per cumular punteggio, oltre che per lavorare, ciò non fa di lui un cattivo insegnante solo per questa particolarità.
Che vadano a vedere come lavorano alcuni insegnanti supplenti su posto comune, che non hanno mai fatto sostegno e che mai lo farebbero, perché a loro non piace sporcarsi le mani: questi sarebbero i "migliori", quelli che meritano di più, quelli da incentivare e a cui lasciare la strada spianata?
Ma del modo in cui dovrebbe funzionare la vera inclusione non si ricorda più nessuno?

E faccio a distanza i complimenti al professorone universitario, per la usa imparzialità: forse le sue opinioni personali non dovrebbe spifferarle a destra e a manca, se fosse un vero professionista. Che insegni, piuttosto, qualcosa di serio!

Tanto per cambiare, Dami, sono d'accordo con te.
Dopo aver sbandierato il sito delle consultazioni (secondo me uno specchietto per le allodole, ma tant'è) il tutto si è chiuso in uno stretto riserbo, neanche fosse materia da KGB. Anch'io sono stupito dal silenzio delle associazioni degli insegnanti di sostegno, e non avendo Fb non posso visitare il gruppo di cui parlavi (a proposito, se hai tempo, ti sarei grato se riassumessi anche qui cosa stanno dicendo), ma la molteplicità di opinioni che leggo qua e là mi fa pensare proprio ad una mancanza di coordinamento. Nulla di nuovo sotto il sole: noi insegnanti raramente siamo "corporativi", ognuno preferisce coltivare il suo orticello perché i casi personali sono tutti diversi tra loro.
Riguardo al citato professorone (anch'io ne conosco qualcuno che ragiona così), vorrei ricordare che quelli come lui, alcuni dei quali famosi a livello nazionale ed internazionale, hanno finora costruito la loro fama e fortuna ($$$) proprio organizzando, dirigendo ed insegnando in corsi, corsetti e corsettini (compresi quelli in svolgimento ed in partenza) per formare insegnanti di sostegno nell'attuale configurazione polivalente ed ora, magicamente, cambiano idea. Quando invece, con il loro potere di ordinari onnipotenti e burattinai-presidenti delle dette associazioni, avrebbero dovuto essere i primi a tuonare ed opporsi a tutto ciò. Ma figuriamoci... tanto loro sono a posto, staranno già preparando i bandi per i corsi sulle singole disabilità, che tutti purtroppo dovremo fare per riallinearci un'ennesima volta e poter (forse, fino alla prossima splendida riforma) lavorare.
Continuo a domandarmi se abbia senso specializzarsi ora con il "vecchio" sistema come personalmente sto facendo... sinceramente mi sento un po' un morto che cammina.[/quote]

Purtroppo, caro collega, sono (siamo) in cdc che ci lasciano poca scelta. O la minestra di cavoli e rape (che personalmente trovo disgustosa)o la fame...
Tornare in alto Andare in basso
Onofrio Del Grillo



Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 25.04.14

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Lun Gen 26, 2015 9:08 pm

L'ALTRO POLO ha scritto:
Purtroppo, caro collega, sono (siamo) in cdc che ci lasciano poca scelta. O la minestra di cavoli e rape (che personalmente trovo disgustosa)o la fame...

Lo so, Polo. Ahimé se lo so. Però ho molta paura che chi come me sta finendo la specializzazione e chi come te la inizierà a breve (parlo di specializzazione polivalente, quella vigente) prenderà un titolo che avrà lo stesso valore che avrebbe comprare un'automobile "Euro 0" proprio mentre una città dopo l'altra ne stanno vietando la circolazione per nuove normative sull'inquinamento da gas di scarico.
A questo punto, proprio perché non abbiamo scelta, magari nei prossimi anni ci diranno "Eh, ci dispiace ma ora se volete insegnare Sostegno dovete prendere tutte le specializzazioni sulle singole disabilità, la vostra è insufficiente." E noi cosa faremo? Ci metteremo di nuovo le mani in tasca, faremo altri esami di ammissione e pagheremo per allinearci per l'ennesima volta...? Oppure ci iscriveremo al nuovo corso di laurea che è già oggetto di animate discussioni?
Non so quanti anni abbia tu, caro collega, ma io ho ben superato la quarantina e mi sono abbondantemente rotto di questi viscidi e ignobili ricatti senza fine. Al momento sono talmente imbufalito che dico che non lo farò mai.
Tornare in alto Andare in basso
guada75



Messaggi : 77
Data d'iscrizione : 30.05.14

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Lun Gen 26, 2015 9:09 pm

[quote="malatempora"]giusto, carrie2013, è quello che penso anch'io!!
credo che questa nuovo modo di concepire il sostegno sia da applicare alla nuova laurea... devono prevedere delle norme transitorie...
ma possibile che si facciano sentire solo FISH e FAND??

in ogni caso, non sono d'accordo neanche sulla nuova laurea: questo modo di concepire il sostegno mette in discussione la legge 104, che è ancora vista in tutta l'UE come una legge quadro avanzata rispetto a tutti gli altri stati...

la verità è che hanno tutti il dente avvelenato nei confronti degli insegnanti di sostegno... anche quel prof (non è un corso di aggiornamento quello che seguo: è un vero e proprio master, e lui è un professore universitario) ha detto che finalmente finisce la vergogna della scalata alla graduatoria...
tanto si sa: tutti i docenti di sostegno fanno sostegno per sorpassare i colleghi in graduatoria!
questo è quello che pensa la maggior parte dell'opinione pubblica, ma, peraltro, anche molti fra noi colleghi, qui su OS, la pensano così!!! l'ho letto anche ultimamente...[/quote

Io probabilmente sarò annoverata fra quei "furbetti" che scalano le graduatorie a scapito dei colleghi curricolari.. ma voglio spiegare quali sono le mie ragioni. La mia classe di concorso è, come tante altre, poco fortunata, per cui l'unica prospettiva, oltre al sostegno con cattedra annuale, è quella di qualche supplenza sporadica che forse non arriverebbe a darmi quei tanto agognati 12 punti… Ora, capisco il risentimento di tanti colleghi curricolari che faticano ogni giorno su compiti, verifiche, lezioni da preparare e quant'altro, ma vi assicuro che, se potessi, sarei ben lieta di insegnare la mia materia, che tanto amo e che purtroppo da 7 anni non pratico più… è vero che noi insegnanti di sostegno abbiamo dei piccoli privilegi, ma farei volentieri a cambio con un posto comune… perlomeno non dovrei spiegare ogni anno nuovo ai miei alunni che sono anche io laureata, che insegno una materia per loro astrusa (filosofia, che sconosciuta!) che però non esiste nella loro scuola, che posso firmare le giustificazioni, che posso segnare gli assenti e che posso anche mandarli al bagno, se voglio… Tutto questo davanti a tanti colleghi curricolari che non ti lasciano neanche posto sulla sedia accanto a loro perché serve alla loro cartella.. Ho due lauree magistrali, ho una abilitazione sulla A037, ho una specializzazione sul sostegno e molto spesso mi sento svilita e umiliata dal dovermi rendere visibile a colleghi e studenti… quindi se accetto una cattedra annuale sul sostegno oltre ai soldi e ai punti, lo faccio anche per arrivare presto ad occupare un posto comune che penso di meritare… nel frattempo però cerco di fare il massimo nel ruolo che sono chiamata a ricoprire, quello di insegnante specializzato, che credo comunque sia una fonte preziosa di conoscenze e competenze che ogni insegnante dovrebbe avere. Detto questo, lo ammetto, non voglio essere un'insegnante specializzata a vita perché non è la mia aspirazione. Io voglio insegnare la materia e, se mi metteranno in ruolo sul sostegno, fra esattamente 5 anni chiederò il trasferimento, come tutti quei "furbetti" che in passato lo hanno fatto.. perché è un mio diritto e pretendo che mi spetti.
Per quanto riguarda il prof. universitario, come tutti i prof. universitari, non sa nulla della scuola vera, probabilmente non vi ha mai messo piede, non ha mai lavorato veramente con un ragazzo disabile e purtroppo continua dai nostri politici ad essere considerato il luminare a cui rivolgersi per redigere un piano scolastico che nulla a che vedere con la nostra realtà… ma questo è un discorso troppo lungo per poterlo affrontare qui…
scusate per lo sfogo, ma anche oggi ho avuto a che fare con l'ennesimo collega idiota che mi ha detto "beati voi del sostegno che potete fare come vi pare.."
Tornare in alto Andare in basso
dami



Messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Lun Gen 26, 2015 10:22 pm

Per adesso nel gruppo Sostegno doc si sta cercando, oltre a promuovere una visibilità della protesta contro le conseguenze di questa riforma, di proporre al MIUR alternative alla loro proposta, nonché di sensibilizzare i sindacati sul fatto che la riforma nelle sue conseguenze non è da sottovalutare.
In realtà il gruppo è attivo solo da ottobre e sta cercando sempre nuovi aderenti. Si è formato proprio per discutere sulle criticità della riforma e per attivare forme di tutela dell'attuale categoria degli insegnanti di sostegno (abilitati su materia con specializzazione su sostegno).
I gruppi di insegnanti di sostegno storici purtroppo non sono molto attivi sul fronte riforma, perché tendono più a occuparsi di problemi pratici e quotidiani relativi alla professione svolta.
La questione non è semplice: la riforma ha una matrice lobbistica. Qualche politico ha fatto qualche promessa, insomma.
E se il Ministro Giannini se ne va le cose potrebbero peggiorare ulteriormente...
Tornare in alto Andare in basso
malatempora



Messaggi : 298
Data d'iscrizione : 02.11.09

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Lun Gen 26, 2015 11:40 pm

non dovremmo allora premere anche sui sindacati?? almeno per proporre delle assemblee sindacali in cui spiegano il progetto di riforma..
ho la sensazione che i miei colleghi di sos di ruolo non sappiano proprio nulla di quello che li attende, e molti non saranno contenti di questa riforma...
Tornare in alto Andare in basso
carrie2013



Messaggi : 123
Data d'iscrizione : 26.02.13

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Mar Gen 27, 2015 8:10 am

Ma non sarebbe come farsi autogol? Secondo me ripeto in questa formula non è applicabile. Dobbiamo preoccuparci di tutto l'andamento della scuola e non solo del sostegno.
Tornare in alto Andare in basso
Onofrio Del Grillo



Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 25.04.14

MessaggioOggetto: Re: sostegno e riform buona scuola   Gio Gen 29, 2015 9:28 am

http://www.orizzontescuola.it/news/riforma-sostegno-s-ad-formazione-specialistica-tutti-insegnanti

http://www.orizzontescuola.it/news/corsi-sostegno-elenchi-docenti-ruolo-classi-concorso-esubero
Tornare in alto Andare in basso
 
sostegno e riform buona scuola
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 6Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» La "buona scuola".....
» Sindacati impugnano la Buona Scuola
» Domande pervenute a Taranto SCUOLA PRIMARIA SOSTEGNO
» Alunno con 104 art.3 comma 3 quante ore di sostegno ha diritto?
» Dove acquistare una buona fresa e lampada uv (no nded)!!

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Andare verso: