Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
L'ALTRO POLO



Messaggi : 4203
Data d'iscrizione : 24.01.14

MessaggioOggetto: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Mer Nov 26, 2014 11:19 pm

Promemoria primo messaggio :

"sentenziando" che la risposta alla sentenza è nella "buona" scola. Peccato che tra i 150.000 delle GaE molti non hanno i 36 mesi e molta 2GI sì...
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
annina83



Messaggi : 1034
Data d'iscrizione : 15.05.12

MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Gio Dic 11, 2014 6:27 pm

sconcertato1 ha scritto:
Per dar seguito alla sentenza UE è sufficiente assumere solo ed esclusivamente quelli che hanno avuto un contratto per 12 mesi, con 18 ore settimanali, negli ultimi 3 anni.

Dovrebbero essere rispettate contemporaneamente tutte le condizioni sopra riportate. Tutto il resto significa discriminare e buttare sul lastrico chi davvero ha finora lavorato nella scuola. Altro che 150.000 assunzioni inutili e dannosi.

Guarda, io se non vedessi questa schifezza starei anche con il cuore in pace in attesa di un concorso decente. Mi sono detta: faccio il Tfa, lavoro ed attendo un concorso serio ( anche se ritengo la differenziazione tra TFA e SISS una vergogna allo stato puro, ma data la mia età ho dovuto accettare di essere un'abilitata di serie B). Un concorso per SOLI abilitati, non che quelli laureati 50 anni fa possono partecipare anche senza abilitazione...
Mi vien voglia di dimettermi dicendo" chiamate uno di quelli che entrerà di ruolo a settembre" e di cercarmi un altro lavoro. Però non trovo giusto dover rinunciare dopo tutto il cuore che ci ho messo!
Tornare in alto Andare in basso
Meravigliato



Messaggi : 392
Data d'iscrizione : 27.11.14

MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Gio Dic 11, 2014 6:47 pm

annina83 ha scritto:
sconcertato1 ha scritto:
Per dar seguito alla sentenza UE è sufficiente assumere solo ed esclusivamente quelli che hanno avuto un contratto per 12 mesi, con 18 ore settimanali, negli ultimi 3 anni.

Dovrebbero essere rispettate contemporaneamente tutte le condizioni sopra riportate. Tutto il resto significa discriminare e buttare sul lastrico chi davvero ha finora lavorato nella scuola. Altro che 150.000 assunzioni inutili e dannosi.

Guarda, io se non vedessi questa schifezza starei anche con il cuore in pace in attesa di un concorso decente. Mi sono detta: faccio il Tfa, lavoro ed attendo un concorso serio ( anche se ritengo la differenziazione tra TFA e SISS una vergogna allo stato puro, ma data la mia età ho dovuto accettare di essere un'abilitata di serie B). Un concorso per SOLI abilitati, non che quelli laureati 50 anni fa possono partecipare anche senza abilitazione...
Mi vien voglia di dimettermi dicendo" chiamate uno di quelli che entrerà di ruolo a settembre" e di cercarmi un altro lavoro. Però non trovo giusto dover rinunciare dopo tutto il cuore che ci ho messo!

Oggi mi hanno assegnato un laboratorio da allestire. Tutti i docenti di ruolo si sono tirati indietro. Io docente di 2a fascia (alias l'ultimo degli ultimi, che non merita un posto dopo 10 anni di servizio), ovviamente no
Tornare in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23152
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Gio Dic 11, 2014 6:59 pm

Meravigliato ha scritto:


Oggi mi hanno assegnato un laboratorio da allestire. Tutti i docenti di ruolo si sono tirati indietro. Io docente di 2a fascia (alias l'ultimo degli ultimi, che non merita un posto dopo 10 anni di servizio), ovviamente no

retribuzione?
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato1



Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 16.10.12

MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Gio Dic 11, 2014 7:17 pm

lallaorizzonte ha scritto:
Meravigliato ha scritto:


Oggi mi hanno assegnato un laboratorio da allestire. Tutti i docenti di ruolo si sono tirati indietro. Io docente di 2a fascia (alias l'ultimo degli ultimi, che non merita un posto dopo 10 anni di servizio), ovviamente no

retribuzione?

esattamente quello che ho pensato anch'io.
Tornare in alto Andare in basso
annina83



Messaggi : 1034
Data d'iscrizione : 15.05.12

MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Gio Dic 11, 2014 8:22 pm

[quote="Meravigliato"][quote="annina83"]
sconcertato1 ha scritto:
Per dar seguito alla sentenza UE è sufficiente assumere solo ed esclusivamente quelli che hanno avuto un contratto per 12 mesi, con 18 ore settimanali, negli ultimi 3 anni.



Oggi mi hanno assegnato un laboratorio da allestire. Tutti i docenti di ruolo si sono tirati indietro. Io docente di 2a fascia (alias l'ultimo degli ultimi, che non merita un posto dopo 10 anni di servizio), ovviamente no

Un classico...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Gio Dic 11, 2014 9:10 pm

Meravigliato ha scritto:

Oggi mi hanno assegnato un laboratorio da allestire. Tutti i docenti di ruolo si sono tirati indietro. Io docente di 2a fascia (alias l'ultimo degli ultimi, che non merita un posto dopo 10 anni di servizio), ovviamente no
Rifiutare o accettare di allestire un laboratorio o, comunque, di svolgere una mansione che esula dai doveri contrattuali è una scelta. In entrambi i casi si tratta di scelte che hanno motivazioni condivisibili o meno.

Ti sei informato sui motivi per cui "tutti i docenti di ruolo" si siano tirati indietro? Ti sei chiesto se l'accettazione di allestire il laboratorio non sia in realtà un'iniziativa che si configura come una variabile pazza inserita in un contesto dai risvolti più complessi?
Tornare in alto Andare in basso
Meravigliato



Messaggi : 392
Data d'iscrizione : 27.11.14

MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Ven Dic 12, 2014 6:29 pm

gian ha scritto:
Meravigliato ha scritto:

Oggi mi hanno assegnato un laboratorio da allestire. Tutti i docenti di ruolo si sono tirati indietro. Io docente di 2a fascia (alias l'ultimo degli ultimi, che non merita un posto dopo 10 anni di servizio), ovviamente no
Rifiutare o accettare di allestire un laboratorio o, comunque, di svolgere una mansione che esula dai doveri contrattuali è una scelta. In entrambi i casi si tratta di scelte che hanno motivazioni condivisibili o meno.

Ti sei informato sui motivi per cui "tutti i docenti di ruolo" si siano tirati indietro? Ti sei chiesto se l'accettazione di allestire il laboratorio non sia in realtà un'iniziativa che si configura come una variabile pazza inserita in un contesto dai risvolti più complessi?

Nessuna voglia di impegnarsi? Pancia piena? Stanchezza?
Me lo sono chiesto ma non me ne frega nulla. Ci sono i soldi, la volontà e lo spazio: il laboratorio serve ai ragazzi, della "politica" e dei risvolti non me ne importa nulla.

Al di là di tutto una certezza: ne non ci fossi io i RAGAZZI rimarrebbero senza labotatorio. E questo, da parte mia, sempre da 2GI.
Tornare in alto Andare in basso
Meravigliato



Messaggi : 392
Data d'iscrizione : 27.11.14

MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Ven Dic 12, 2014 6:32 pm

lallaorizzonte ha scritto:
Meravigliato ha scritto:


Oggi mi hanno assegnato un laboratorio da allestire. Tutti i docenti di ruolo si sono tirati indietro. Io docente di 2a fascia (alias l'ultimo degli ultimi, che non merita un posto dopo 10 anni di servizio), ovviamente no

retribuzione?

Una decina di ore.
Poco? Di certo. Ma come dicevo prima, serve ai ragazzi...

Il problema è che io da 2GI ho il coraggio e la forza di farlo loro no... E per il ministero IO sarei quello da tenere fuori dalla scuola.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Ven Dic 12, 2014 6:48 pm

Meravigliato ha scritto:
gian ha scritto:
Meravigliato ha scritto:

Oggi mi hanno assegnato un laboratorio da allestire. Tutti i docenti di ruolo si sono tirati indietro. Io docente di 2a fascia (alias l'ultimo degli ultimi, che non merita un posto dopo 10 anni di servizio), ovviamente no
Rifiutare o accettare di allestire un laboratorio o, comunque, di svolgere una mansione che esula dai doveri contrattuali è una scelta. In entrambi i casi si tratta di scelte che hanno motivazioni condivisibili o meno.

Ti sei informato sui motivi per cui "tutti i docenti di ruolo" si siano tirati indietro? Ti sei chiesto se l'accettazione di allestire il laboratorio non sia in realtà un'iniziativa che si configura come una variabile pazza inserita in un contesto dai risvolti più complessi?

Nessuna voglia di impegnarsi? Pancia piena? Stanchezza?  
Me lo sono chiesto ma non me ne frega nulla. Ci sono i soldi, la volontà e lo spazio: il laboratorio serve ai ragazzi, della "politica" e dei risvolti non me ne importa nulla.

Al di là di tutto una certezza: ne non ci fossi io i RAGAZZI rimarrebbero senza labotatorio. E questo, da parte mia, sempre da 2GI.

Il fatto che riduci la questione a futili luoghi comuni e la liquidi con un elegante "non me ne frega nulla" la dice lunga sia su quanto hai capito del mio messaggio sia sulla serietà della tua analisi.
Non aspettarti perciò comprensione o solidarietà quando poi vai a dire in giro "che tu, precario, hai portato avanti la scuola". Sono questi comportamenti che alimentano il becero "aziendalismo" della scuola e la svalutazione dell'intera categoria.
Tornare in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23152
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Sab Dic 13, 2014 7:51 am

Meravigliato ha scritto:
lallaorizzonte ha scritto:
Meravigliato ha scritto:


Oggi mi hanno assegnato un laboratorio da allestire. Tutti i docenti di ruolo si sono tirati indietro. Io docente di 2a fascia (alias l'ultimo degli ultimi, che non merita un posto dopo 10 anni di servizio), ovviamente no

retribuzione?

Una decina di ore.
Poco? Di certo. Ma come dicevo prima, serve ai ragazzi...

Il problema è che io da 2GI ho il coraggio e la forza di farlo loro no... E per il ministero IO sarei quello da tenere fuori dalla scuola.

il ministero non vede l'ora di trovare chi lavora anche con una retribuzione non pari al tipo di lavoro richiesto :-)

vedi ad es.

http://www.orizzontescuola.it/news/giannini-nuova-scuola-diminuiranno-compiti-casa

in cui ad un aumento del tempo scuola non viene fatto corrispondere l'aumento dello stipendio degli insegnanti.

chi ti ha risposto in questo topic (non io che sono giovane-sempre!) mette sulla bilancia l'onere di un incarico con tempo impiegato, tempo sottratto a doveri familiari (importanti tanto quelli nei confronti dei propri alunni) rivendicazioni sindacali che vanno a beneficio anche di chi accetta un lavoro in cui non c'è corrispondenza tra impegno e retribuzione, dignità professionale. E tutto ciò non significa non "amare" gli alunni, anzi!


Ps. naturalmente il mio discorso è teorico, in quanto non so se dieci ore saranno o meno sufficienti al lavoro richiesto.

se ti va di rispondere secondo me dovresti mettere da parte il discorso che tu sei di II fascia, in quanto sulle immissioni in ruolo non decidiamo nè io ne gli altri utenti del forum (per farti un es. potrei raccontarti l'es. di una collega di II fascia che chiamata per una supplenza di 10 ore in una scuola ha esordito in classe dicendo: io non lascio debiti perchè non ho voglia di ritornare per gli esami e ha proseguito con un dettato - II secondaria di II grado.) Questo per dirti che se ci porti verso questo discorso, credo che tutti potremmo portare es. di bravissimi docenti di ruolo e pessimi insegnanti precari, al pari di quelli che racconti tu all'inverso. ma il nodo centrale non è questo.
Tornare in alto Andare in basso
Meravigliato



Messaggi : 392
Data d'iscrizione : 27.11.14

MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Sab Dic 13, 2014 8:27 am

gian ha scritto:
Meravigliato ha scritto:
gian ha scritto:
Meravigliato ha scritto:

Oggi mi hanno assegnato un laboratorio da allestire. Tutti i docenti di ruolo si sono tirati indietro. Io docente di 2a fascia (alias l'ultimo degli ultimi, che non merita un posto dopo 10 anni di servizio), ovviamente no
Rifiutare o accettare di allestire un laboratorio o, comunque, di svolgere una mansione che esula dai doveri contrattuali è una scelta. In entrambi i casi si tratta di scelte che hanno motivazioni condivisibili o meno.

Ti sei informato sui motivi per cui "tutti i docenti di ruolo" si siano tirati indietro? Ti sei chiesto se l'accettazione di allestire il laboratorio non sia in realtà un'iniziativa che si configura come una variabile pazza inserita in un contesto dai risvolti più complessi?

Nessuna voglia di impegnarsi? Pancia piena? Stanchezza?  
Me lo sono chiesto ma non me ne frega nulla. Ci sono i soldi, la volontà e lo spazio: il laboratorio serve ai ragazzi, della "politica" e dei risvolti non me ne importa nulla.

Al di là di tutto una certezza: ne non ci fossi io i RAGAZZI rimarrebbero senza labotatorio. E questo, da parte mia, sempre da 2GI.

Il fatto che riduci la questione a futili luoghi comuni e la liquidi con un elegante "non me ne frega nulla" la dice lunga sia su quanto hai capito del mio messaggio sia sulla serietà della tua analisi.
Non aspettarti perciò comprensione o solidarietà quando poi vai a dire in giro "che tu, precario, hai portato avanti la scuola". Sono questi comportamenti che alimentano il becero "aziendalismo" della scuola e la svalutazione dell'intera categoria.

Ma la categoria, scusami, si svaluta da sola. Non è colpa di chi fa il suo mestiere se ci reputano meritevoli di comportamenti a cui ci veniamo sottoposti.
Perché, in media, in un consiglio di classe ci sono 2/3 docenti che scaldano le sedie? Perché in dieci anni ( e 15 ITP diversi) di lavoro ho avuto solo 3 colleghi che mi hanno aiutato?
Il problema è che la scuola è l'ambiente più ipocrita che esista. Dove i bravi (metto te e me nella lista) sono pochi e dibattono sull'azienda, sulle ricadute didattiche e su quant'altro utile e i restanti si fottono lo stipendio non fregandosene nulla.
Tornare in alto Andare in basso
Meravigliato



Messaggi : 392
Data d'iscrizione : 27.11.14

MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Sab Dic 13, 2014 8:34 am

lallaorizzonte ha scritto:
Meravigliato ha scritto:
lallaorizzonte ha scritto:
Meravigliato ha scritto:


Oggi mi hanno assegnato un laboratorio da allestire. Tutti i docenti di ruolo si sono tirati indietro. Io docente di 2a fascia (alias l'ultimo degli ultimi, che non merita un posto dopo 10 anni di servizio), ovviamente no

retribuzione?

Una decina di ore.
Poco? Di certo. Ma come dicevo prima, serve ai ragazzi...

Il problema è che io da 2GI ho il coraggio e la forza di farlo loro no... E per il ministero IO sarei quello da tenere fuori dalla scuola.

il ministero non vede l'ora di trovare chi lavora anche con una retribuzione non pari al tipo di lavoro richiesto :-)

vedi ad es.

http://www.orizzontescuola.it/news/giannini-nuova-scuola-diminuiranno-compiti-casa

in cui ad un aumento del tempo scuola non viene fatto corrispondere l'aumento dello stipendio degli insegnanti.

chi ti ha risposto in questo topic (non io che sono giovane-sempre!) mette sulla bilancia l'onere di un incarico con tempo impiegato, tempo sottratto a doveri familiari (importanti tanto quelli nei confronti dei propri alunni) rivendicazioni sindacali che vanno a beneficio anche di chi accetta un lavoro in cui non c'è corrispondenza tra impegno e retribuzione, dignità professionale. E tutto ciò non significa non "amare" gli alunni, anzi!


Ps. naturalmente il mio discorso è teorico, in quanto non so se dieci ore saranno o meno sufficienti al lavoro richiesto.

se ti va di rispondere secondo me dovresti mettere da parte il discorso che tu sei di II fascia, in quanto sulle immissioni in ruolo non decidiamo nè io ne gli altri utenti del forum (per farti un es. potrei raccontarti l'es. di una collega di II fascia che chiamata per una supplenza di 10 ore in una scuola ha esordito in classe dicendo: io non lascio debiti perchè non ho voglia di ritornare per gli esami e ha proseguito con un dettato - II secondaria di II grado.) Questo per dirti che se ci porti verso questo discorso, credo che tutti potremmo portare es. di bravissimi docenti di ruolo e pessimi insegnanti precari, al pari di quelli che racconti tu all'inverso. ma il nodo centrale non è questo.

Io, parlo per esperienza decennale, ho visto più precari che di ruolo bravi. Forse la mia esperienza ha valore statistico o magari no ma tant'è...

Per il resto rispondo più tardi... devo andare a scuola. Perché, sai, i precari lavorano il sabato, quelli di ruolo no.
Tornare in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23152
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Sab Dic 13, 2014 8:52 am

Meravigliato ha scritto:
..

Per il resto rispondo più tardi... devo andare a scuola. Perché, sai, i precari lavorano il sabato, quelli di ruolo no.

questo è oggi un falso convincimento :-)

molte scuole negli ultimi anni hanno adottato la settimana corta, per vari motivi (e non sempre legati alla didattica), per cui il sabato libero potrebbe non derivare da una scelta.

altro motivo per pensare al fatto che non esiste sempre la "propria" spiegazione agli eventi scolastici :-)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Sab Dic 13, 2014 10:14 am

Meravigliato ha scritto:
Ma la categoria, scusami, si svaluta da sola. Non è colpa di chi fa il suo mestiere se ci reputano meritevoli di comportamenti a cui ci veniamo sottoposti.
Perché, in media, in un consiglio di classe ci sono 2/3 docenti che scaldano le sedie? Perché in dieci anni ( e 15 ITP diversi) di lavoro ho avuto solo 3 colleghi che mi hanno aiutato?
Scusami tu, ma perseveri nel ricorso ai luoghi comuni. In 21 anni di professionale per l'agricoltura e 3 anni di liceo tecnologico ho conosciuto ben più di 15 ITP. I primi nel mio primo anno di insegnamento, gli ultimi l'anno scorso perché con l'entrata a pieno regime del liceo delle scienze applicate le compresenze sono state integralmente rimosse. Ho conosciuto almeno una cinquantina di ITP e ho lavorato in compresenza con almeno sedici di loro (che io mi ricordi). A parte qualche caso di "scaldasedie", che troviamo dappertutto, fra gli insegnanti e non, nel privato e nel pubblico, fra i precari e non, fra teorici e pratici, fra subordinati e capi, ecc. questa alta percentuale di scaldasedie non la vedo proprio. Negli scorsi tre anni, ho avuto tre diversi colleghi in compresenza in biologia (contemporaneamente erano in compresenza con il docente di chimica). Tre casi completamente diversi, tutti e tre precari, ammesso che la cosa possa avere importanza. Abbiamo un laboratorio di biologia del tutto inadeguato, pochissime le esercitazioni dignitose che si possono attivare. Il primo ha condotto alcune esercitazioni all'inizio dell'anno poi mi sono impadronito di tutte le ore dedicandole alla teoria a causa del comportamento degli studenti in laboratorio. Il secondo si inventava le esercitazioni comprandosi il materiale e portandoselo da casa ogni settimana. Il terzo l'ho praticamente costretto a lasciarmi tutte e due le ore perché avevo l'obiettivo dell'esame. Tutti e tre conducevano regolarmente il laboratorio di chimica. Nel professionale ho avuto come colleghi soprattutto ITP di ruolo e il lavoro nelle esercitazioni lo portavano avanti eccome! Anzi, in molti casi dovevamo contenderci le ore fra pratica e teoria.
Tutto questo ingente scaldamento di sedie non l'ho mai visto, semmai ho visto molta demotivazione in tanti colleghi che hanno sempre avuto voglia di fare ma si sono visti ridurre sempre di più le occasioni di insegnamento, relegandoli al ruolo di comprimari in una o due ore, senza neppure la possibilità di attuare una compresenza a pieno regime e, quindi, tagliati parzialmente fuori dalla coninuità dell'attività didattica.

Citazione :
Il problema è che la scuola è l'ambiente più ipocrita che esista. Dove i bravi (metto te e me nella lista) sono pochi e dibattono sull'azienda, sulle ricadute didattiche e su quant'altro utile e i restanti si fottono lo stipendio non fregandosene nulla.
Mah... non voglio ripetermi

Quoto qui la tua replica a lallaorizzonte:
Citazione :
Io, parlo per esperienza decennale, ho visto più precari che di ruolo bravi. Forse la mia esperienza ha valore statistico o magari no ma tant'è...
Io parlo per esperienza venticinquennale. Ho visto tanti precari e tanti di ruolo. Ne ho visto di tutti i colori. Forse la mia esperienza potrebbe avere un valore statistico (ne dubito), ma non mi sono mai preso la briga di fare un'analisi a tavolino per redigere un elenco dei buoni e dei cattivi. Non saprei neppure se includermi fra i buoni o i cattivi, figuriamoci se mi arrogo la facoltà di farlo per gli altri.

Citazione :
Per il resto rispondo più tardi... devo andare a scuola. Perché, sai, i precari lavorano il sabato, quelli di ruolo no.
Strano, sono di ruolo e ho le ultime ore di sabato. Fra 20 minuti ho appuntamento per il turno macchine con un collega precario che ha anche lui le ultime ore. Subentreremo a due colleghi che hanno le prime ore, uno precario e uno di ruolo. Può avere un valore statistico per estrapolarne una legge naturale? :-)
Tornare in alto Andare in basso
Meravigliato



Messaggi : 392
Data d'iscrizione : 27.11.14

MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Sab Dic 13, 2014 1:01 pm

lallaorizzonte ha scritto:
Meravigliato ha scritto:
..

Per il resto rispondo più tardi... devo andare a scuola. Perché, sai, i precari lavorano il sabato, quelli di ruolo no.

questo è oggi un falso convincimento :-)

molte scuole negli ultimi anni hanno adottato la settimana corta, per vari motivi (e non sempre legati alla didattica), per cui il sabato libero potrebbe non derivare da una scelta.

altro motivo per pensare al fatto che non esiste sempre la "propria" spiegazione agli eventi scolastici :-)

Tutto quello che vuoi. Ma si può negare che arrivare ad orario immodificabile in nessun caso penalizzi più i precari di quelli di ruolo?

Un'anno ho fatto 12 ore su 5 giorni per non midificare lo status quo...Vogliamo nascondere il sole con la rete?
Tornare in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23152
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Sab Dic 13, 2014 1:11 pm

Meravigliato ha scritto:
lallaorizzonte ha scritto:
Meravigliato ha scritto:
..

Per il resto rispondo più tardi... devo andare a scuola. Perché, sai, i precari lavorano il sabato, quelli di ruolo no.

questo è oggi un falso convincimento :-)

molte scuole negli ultimi anni hanno adottato la settimana corta, per vari motivi (e non sempre legati alla didattica), per cui il sabato libero potrebbe non derivare da una scelta.

altro motivo per pensare al fatto che non esiste sempre la "propria" spiegazione agli eventi scolastici :-)

Tutto quello che vuoi. Ma si può negare che arrivare ad orario immodificabile in nessun caso penalizzi più i precari di quelli di ruolo?

Un'anno ho fatto 12 ore su 5 giorni per non midificare lo status quo...Vogliamo nascondere il sole con la rete?

credo che "accusare" me di nascondere il sole con la rete nei confronti dei precari sia un po' fuori luogo :-)

vuoi che non sappia quello che dici? l'invito però è a non guardare la scuola sono sulla base della tua esperienza, tutto qui.
Tornare in alto Andare in basso
Meravigliato



Messaggi : 392
Data d'iscrizione : 27.11.14

MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Sab Dic 13, 2014 1:43 pm

gian ha scritto:
Meravigliato ha scritto:
Ma la categoria, scusami, si svaluta da sola. Non è colpa di chi fa il suo mestiere se ci reputano meritevoli di comportamenti a cui ci veniamo sottoposti.
Perché, in media, in un consiglio di classe ci sono 2/3 docenti che scaldano le sedie? Perché in dieci anni ( e 15 ITP diversi) di lavoro ho avuto solo 3 colleghi che mi hanno aiutato?
Scusami tu, ma perseveri nel ricorso ai luoghi comuni. In 21 anni di professionale per l'agricoltura e 3 anni di liceo tecnologico ho conosciuto ben più di 15 ITP. I primi nel mio primo anno di insegnamento, gli ultimi l'anno scorso perché con l'entrata a pieno regime del liceo delle scienze applicate le compresenze sono state integralmente rimosse. Ho conosciuto almeno una cinquantina di ITP e ho lavorato in compresenza con almeno sedici di loro (che io mi ricordi). A parte qualche caso di "scaldasedie", che troviamo dappertutto, fra gli insegnanti e non, nel privato e nel pubblico, fra i precari e non, fra teorici e pratici, fra subordinati e capi, ecc. questa alta percentuale di scaldasedie non la vedo proprio. Negli scorsi tre anni, ho avuto tre diversi colleghi in compresenza in biologia (contemporaneamente erano in compresenza con il docente di chimica). Tre casi completamente diversi, tutti e tre precari, ammesso che la cosa possa avere importanza. Abbiamo un laboratorio di biologia del tutto inadeguato, pochissime le esercitazioni dignitose che si possono attivare. Il primo ha condotto alcune esercitazioni all'inizio dell'anno poi mi sono impadronito di tutte le ore dedicandole alla teoria a causa del comportamento degli studenti in laboratorio. Il secondo si inventava le esercitazioni comprandosi il materiale e portandoselo da casa ogni settimana. Il terzo l'ho praticamente costretto a lasciarmi tutte e due le ore perché avevo l'obiettivo dell'esame. Tutti e tre conducevano regolarmente il laboratorio di chimica. Nel professionale ho avuto come colleghi soprattutto ITP di ruolo e il lavoro nelle esercitazioni lo portavano avanti eccome! Anzi, in molti casi dovevamo contenderci le ore fra pratica e teoria.
Tutto questo ingente scaldamento di sedie non l'ho mai visto, semmai ho visto molta demotivazione in tanti colleghi che hanno sempre avuto voglia di fare ma si sono visti ridurre sempre di più le occasioni di insegnamento, relegandoli al ruolo di comprimari in una o due ore, senza neppure la possibilità di attuare una compresenza a pieno regime e, quindi, tagliati parzialmente fuori dalla coninuità dell'attività didattica.

Citazione :
Il problema è che la scuola è l'ambiente più ipocrita che esista. Dove i bravi (metto te e me nella lista) sono pochi e dibattono sull'azienda, sulle ricadute didattiche e su quant'altro utile e i restanti si fottono lo stipendio non fregandosene nulla.
Mah... non voglio ripetermi

Quoto qui la tua replica a lallaorizzonte:
Citazione :
Io, parlo per esperienza decennale, ho visto più precari che di ruolo bravi. Forse la mia esperienza ha valore statistico o magari no ma tant'è...
Io parlo per esperienza venticinquennale. Ho visto tanti precari e tanti di ruolo. Ne ho visto di tutti i colori. Forse la mia esperienza potrebbe avere un valore statistico (ne dubito), ma non mi sono mai preso la briga di fare un'analisi a tavolino per redigere un elenco dei buoni e dei cattivi. Non saprei neppure se includermi fra i buoni o i cattivi, figuriamoci se mi arrogo la facoltà di farlo per gli altri.

Citazione :
Per il resto rispondo più tardi... devo andare a scuola. Perché, sai, i precari lavorano il sabato, quelli di ruolo no.
Strano, sono di ruolo e ho le ultime ore di sabato. Fra 20 minuti ho appuntamento per il turno macchine con un collega precario che ha anche lui le ultime ore. Subentreremo a due colleghi che hanno le prime ore, uno precario e uno di ruolo. Può avere un valore statistico per estrapolarne una legge naturale? :-)

Preliminarmente vorri dire che non sono luoghi comuni ma vissuto reale.

Se togli "alcuni scaldasedie" e inserisci il lavoro fatto da molti precari (ivi compresi quelli di 2GI che in atto sono FUORI dalla scuola) vedi come la baracca galleggia.
E poi contesto il "non sono nessuno per giudicare". No. Sei un professionista è giusto che tu possa espreimere pareri.
Siamo ipocriti. Qualche cose si dicono e non di fanno?
La verità è che chi lavora da fastidio, chi si impegna disturba il conducente. Meglio dire ci sono casi e casi; ci laviamo la coscienza è via.

Arrogance mode on.
Sta di fatto che gli scaldasedie hanno il ruolo e io, bravo, no.
Arrogance mode off.

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Sab Dic 13, 2014 3:27 pm

Meravigliato ha scritto:
gian ha scritto:
Meravigliato ha scritto:
Ma la categoria, scusami, si svaluta da sola. Non è colpa di chi fa il suo mestiere se ci reputano meritevoli di comportamenti a cui ci veniamo sottoposti.
Perché, in media, in un consiglio di classe ci sono 2/3 docenti che scaldano le sedie? Perché in dieci anni ( e 15 ITP diversi) di lavoro ho avuto solo 3 colleghi che mi hanno aiutato?
Scusami tu, ma perseveri nel ricorso ai luoghi comuni. In 21 anni di professionale per l'agricoltura e 3 anni di liceo tecnologico ho conosciuto ben più di 15 ITP. I primi nel mio primo anno di insegnamento, gli ultimi l'anno scorso perché con l'entrata a pieno regime del liceo delle scienze applicate le compresenze sono state integralmente rimosse. Ho conosciuto almeno una cinquantina di ITP e ho lavorato in compresenza con almeno sedici di loro (che io mi ricordi). A parte qualche caso di "scaldasedie", che troviamo dappertutto, fra gli insegnanti e non, nel privato e nel pubblico, fra i precari e non, fra teorici e pratici, fra subordinati e capi, ecc. questa alta percentuale di scaldasedie non la vedo proprio. Negli scorsi tre anni, ho avuto tre diversi colleghi in compresenza in biologia (contemporaneamente erano in compresenza con il docente di chimica). Tre casi completamente diversi, tutti e tre precari, ammesso che la cosa possa avere importanza. Abbiamo un laboratorio di biologia del tutto inadeguato, pochissime le esercitazioni dignitose che si possono attivare. Il primo ha condotto alcune esercitazioni all'inizio dell'anno poi mi sono impadronito di tutte le ore dedicandole alla teoria a causa del comportamento degli studenti in laboratorio. Il secondo si inventava le esercitazioni comprandosi il materiale e portandoselo da casa ogni settimana. Il terzo l'ho praticamente costretto a lasciarmi tutte e due le ore perché avevo l'obiettivo dell'esame. Tutti e tre conducevano regolarmente il laboratorio di chimica. Nel professionale ho avuto come colleghi soprattutto ITP di ruolo e il lavoro nelle esercitazioni lo portavano avanti eccome! Anzi, in molti casi dovevamo contenderci le ore fra pratica e teoria.
Tutto questo ingente scaldamento di sedie non l'ho mai visto, semmai ho visto molta demotivazione in tanti colleghi che hanno sempre avuto voglia di fare ma si sono visti ridurre sempre di più le occasioni di insegnamento, relegandoli al ruolo di comprimari in una o due ore, senza neppure la possibilità di attuare una compresenza a pieno regime e, quindi, tagliati parzialmente fuori dalla coninuità dell'attività didattica.

Citazione :
Il problema è che la scuola è l'ambiente più ipocrita che esista. Dove i bravi (metto te e me nella lista) sono pochi e dibattono sull'azienda, sulle ricadute didattiche e su quant'altro utile e i restanti si fottono lo stipendio non fregandosene nulla.
Mah... non voglio ripetermi

Quoto qui la tua replica a lallaorizzonte:
Citazione :
Io, parlo per esperienza decennale, ho visto più precari che di ruolo bravi. Forse la mia esperienza ha valore statistico o magari no ma tant'è...
Io parlo per esperienza venticinquennale. Ho visto tanti precari e tanti di ruolo. Ne ho visto di tutti i colori. Forse la mia esperienza potrebbe avere un valore statistico (ne dubito), ma non mi sono mai preso la briga di fare un'analisi a tavolino per redigere un elenco dei buoni e dei cattivi. Non saprei neppure se includermi fra i buoni o i cattivi, figuriamoci se mi arrogo la facoltà di farlo per gli altri.

Citazione :
Per il resto rispondo più tardi... devo andare a scuola. Perché, sai, i precari lavorano il sabato, quelli di ruolo no.
Strano, sono di ruolo e ho le ultime ore di sabato. Fra 20 minuti ho appuntamento per il turno macchine con un collega precario che ha anche lui le ultime ore. Subentreremo a due colleghi che hanno le prime ore, uno precario e uno di ruolo. Può avere un valore statistico per estrapolarne una legge naturale? :-)

Preliminarmente vorri dire che non sono luoghi comuni ma vissuto reale.

Se togli "alcuni scaldasedie" e inserisci il lavoro fatto da molti precari (ivi compresi quelli di 2GI che in atto sono FUORI dalla scuola) vedi come la baracca galleggia.
E poi contesto il "non sono nessuno per giudicare". No. Sei un professionista è giusto che tu possa espreimere pareri.
Siamo ipocriti. Qualche cose si dicono e non di fanno?
La verità è che chi lavora da fastidio, chi si impegna disturba il conducente. Meglio dire ci sono casi e casi; ci laviamo la coscienza è via.

Arrogance mode on.
Sta di fatto che gli scaldasedie hanno il ruolo e io, bravo, no.
Arrogance mode off.


Houston... [crrr crrr] ... abbiamo un problema ... [crrr crrr bzzzwwwiiiiiiinnnnn crr crrr] ... di comunicazione ... [crrr crr] ... marziani ostili [crr crrr] ... rinunciamo a missione e .... [crrr crrr] .... torniamo a Te ,,, [crrr bzzz tweet tweet tweet tweet tweet]

Ciao, buona domenica, eh...
Tornare in alto Andare in basso
Meravigliato



Messaggi : 392
Data d'iscrizione : 27.11.14

MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Sab Dic 13, 2014 3:59 pm

gian ha scritto:
Meravigliato ha scritto:
gian ha scritto:
Meravigliato ha scritto:
Ma la categoria, scusami, si svaluta da sola. Non è colpa di chi fa il suo mestiere se ci reputano meritevoli di comportamenti a cui ci veniamo sottoposti.
Perché, in media, in un consiglio di classe ci sono 2/3 docenti che scaldano le sedie? Perché in dieci anni ( e 15 ITP diversi) di lavoro ho avuto solo 3 colleghi che mi hanno aiutato?
Scusami tu, ma perseveri nel ricorso ai luoghi comuni. In 21 anni di professionale per l'agricoltura e 3 anni di liceo tecnologico ho conosciuto ben più di 15 ITP. I primi nel mio primo anno di insegnamento, gli ultimi l'anno scorso perché con l'entrata a pieno regime del liceo delle scienze applicate le compresenze sono state integralmente rimosse. Ho conosciuto almeno una cinquantina di ITP e ho lavorato in compresenza con almeno sedici di loro (che io mi ricordi). A parte qualche caso di "scaldasedie", che troviamo dappertutto, fra gli insegnanti e non, nel privato e nel pubblico, fra i precari e non, fra teorici e pratici, fra subordinati e capi, ecc. questa alta percentuale di scaldasedie non la vedo proprio. Negli scorsi tre anni, ho avuto tre diversi colleghi in compresenza in biologia (contemporaneamente erano in compresenza con il docente di chimica). Tre casi completamente diversi, tutti e tre precari, ammesso che la cosa possa avere importanza. Abbiamo un laboratorio di biologia del tutto inadeguato, pochissime le esercitazioni dignitose che si possono attivare. Il primo ha condotto alcune esercitazioni all'inizio dell'anno poi mi sono impadronito di tutte le ore dedicandole alla teoria a causa del comportamento degli studenti in laboratorio. Il secondo si inventava le esercitazioni comprandosi il materiale e portandoselo da casa ogni settimana. Il terzo l'ho praticamente costretto a lasciarmi tutte e due le ore perché avevo l'obiettivo dell'esame. Tutti e tre conducevano regolarmente il laboratorio di chimica. Nel professionale ho avuto come colleghi soprattutto ITP di ruolo e il lavoro nelle esercitazioni lo portavano avanti eccome! Anzi, in molti casi dovevamo contenderci le ore fra pratica e teoria.
Tutto questo ingente scaldamento di sedie non l'ho mai visto, semmai ho visto molta demotivazione in tanti colleghi che hanno sempre avuto voglia di fare ma si sono visti ridurre sempre di più le occasioni di insegnamento, relegandoli al ruolo di comprimari in una o due ore, senza neppure la possibilità di attuare una compresenza a pieno regime e, quindi, tagliati parzialmente fuori dalla coninuità dell'attività didattica.

Citazione :
Il problema è che la scuola è l'ambiente più ipocrita che esista. Dove i bravi (metto te e me nella lista) sono pochi e dibattono sull'azienda, sulle ricadute didattiche e su quant'altro utile e i restanti si fottono lo stipendio non fregandosene nulla.
Mah... non voglio ripetermi

Quoto qui la tua replica a lallaorizzonte:
Citazione :
Io, parlo per esperienza decennale, ho visto più precari che di ruolo bravi. Forse la mia esperienza ha valore statistico o magari no ma tant'è...
Io parlo per esperienza venticinquennale. Ho visto tanti precari e tanti di ruolo. Ne ho visto di tutti i colori. Forse la mia esperienza potrebbe avere un valore statistico (ne dubito), ma non mi sono mai preso la briga di fare un'analisi a tavolino per redigere un elenco dei buoni e dei cattivi. Non saprei neppure se includermi fra i buoni o i cattivi, figuriamoci se mi arrogo la facoltà di farlo per gli altri.

Citazione :
Per il resto rispondo più tardi... devo andare a scuola. Perché, sai, i precari lavorano il sabato, quelli di ruolo no.
Strano, sono di ruolo e ho le ultime ore di sabato. Fra 20 minuti ho appuntamento per il turno macchine con un collega precario che ha anche lui le ultime ore. Subentreremo a due colleghi che hanno le prime ore, uno precario e uno di ruolo. Può avere un valore statistico per estrapolarne una legge naturale? :-)

Preliminarmente vorri dire che non sono luoghi comuni ma vissuto reale.

Se togli "alcuni scaldasedie" e inserisci il lavoro fatto da molti precari (ivi compresi quelli di 2GI che in atto sono FUORI dalla scuola) vedi come la baracca galleggia.
E poi contesto il "non sono nessuno per giudicare". No. Sei un professionista è giusto che tu possa espreimere pareri.
Siamo ipocriti. Qualche cose si dicono e non di fanno?
La verità è che chi lavora da fastidio, chi si impegna disturba il conducente. Meglio dire ci sono casi e casi; ci laviamo la coscienza è via.

Arrogance mode on.
Sta di fatto che gli scaldasedie hanno il ruolo e io, bravo, no.
Arrogance mode off.


Houston... [crrr crrr] ... abbiamo un problema ... [crrr crrr bzzzwwwiiiiiiinnnnn crr crrr] ... di comunicazione ... [crrr crr] ... marziani ostili [crr crrr] ... rinunciamo a missione e .... [crrr crrr] .... torniamo a Te ,,, [crrr bzzz tweet tweet tweet tweet tweet]

Ciao, buona domenica, eh...

Perfetto. Siamo tutti bravi e tutti in gamba. Nessuno ci può giudicare.
Continuiamo a non dirci le cose in faccia e tutto andrà meglio.

Un felice vita anche a te.
Tornare in alto Andare in basso
Meravigliato



Messaggi : 392
Data d'iscrizione : 27.11.14

MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Sab Dic 13, 2014 4:18 pm

lallaorizzonte ha scritto:
Meravigliato ha scritto:
lallaorizzonte ha scritto:
Meravigliato ha scritto:
..

Per il resto rispondo più tardi... devo andare a scuola. Perché, sai, i precari lavorano il sabato, quelli di ruolo no.

questo è oggi un falso convincimento :-)

molte scuole negli ultimi anni hanno adottato la settimana corta, per vari motivi (e non sempre legati alla didattica), per cui il sabato libero potrebbe non derivare da una scelta.

altro motivo per pensare al fatto che non esiste sempre la "propria" spiegazione agli eventi scolastici :-)

Tutto quello che vuoi. Ma si può negare che arrivare ad orario immodificabile in nessun caso penalizzi più i precari di quelli di ruolo?

Un'anno ho fatto 12 ore su 5 giorni per non midificare lo status quo...Vogliamo nascondere il sole con la rete?

credo che "accusare" me di nascondere il sole con la rete nei confronti dei precari sia un po' fuori luogo :-)

vuoi che non sappia quello che dici? l'invito però è a non guardare la scuola sono sulla base della tua esperienza, tutto qui.

Colgo gli smile e non replico giacché sono certo che immagini non volevo accusarti di nulla.
Per il resto il mio pensiero è semplice: fino a quando noi docenti non faremo un serio esame di coscienza smettendola di proteggere non i demotivati (che ci sono e vanno preservati e motivati) ma proprio gli scaldasedie, non avremo la credibilità di chiedere nulla. Il MIUR si infila in crepe che noi stessi creamo.
Quanti soldi di progetti RUBATI? quanti progetti INUTILI? quanti gruppi di lavoro INSENSATI?
Però ci lamentiamo quando qualcuno che vuole fare qualcosa, e siamo pronti a dire "eh ma lo fa gratis! Il MIUR vole questo!"
Molti docenti (purtroppo i più meritevoli, secondo la BUONA SCUOLA) si sono arricchiti tra progetti e fesserie varie. Adesso soldi non ce ne sono più e quindi? Che facciamo? Ne chiediamo altri? Oppure chiediamo ai fotti-stipendio (posso soprassedere sui numeri...fosse anche uno a Cdc e non ditemi che, in questo istante non vi si è proiettata in mente l'immagine di almeno un collega) di lavorare senza lamentarsi.
E rimane il fatto che io, che mi faccio un mazzo così, sono fouri e l'ultimo dei più scarsi è dentro. Magari questo ottenebra il mio modo di ragionare ma non penso di scendere da Marte se dico certe cose...
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17791
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Sab Dic 13, 2014 6:47 pm

Meravigliato ha scritto:

......E rimane il fatto che io, che mi faccio un mazzo così, sono fouri e l'ultimo dei più scarsi è dentro. Magari questo ottenebra il mio modo di ragionare ma non penso di scendere da Marte se dico certe cose...
Forse il tuo modo di ragionare è "ottenebrato" dalla tua considerazione generalista nei confronti dei docenti di ruolo.
Come dici tu ci sono tanti colleghi "scaldasedie" (definizione tua) nella scuola, ma non evidenzi il fatto che tra questi oltre a docenti di ruolo, ci sono anche docenti precari!
Sono una docente di ruolo che il sabato ha 5 ore di lezione (8,30-13,30)
Tornare in alto Andare in basso
Meravigliato



Messaggi : 392
Data d'iscrizione : 27.11.14

MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Sab Dic 13, 2014 6:56 pm

giovanna onnis ha scritto:
Meravigliato ha scritto:

......E rimane il fatto che io, che mi faccio un mazzo così, sono fouri e l'ultimo dei più scarsi è dentro. Magari questo ottenebra il mio modo di ragionare ma non penso di scendere da Marte se dico certe cose...
Forse il tuo modo di ragionare è "ottenebrato" dalla tua considerazione generalista nei confronti dei docenti di ruolo.
Come dici tu ci sono tanti colleghi "scaldasedie" (definizione tua) nella scuola, ma non evidenzi il fatto che tra questi oltre a docenti di ruolo, ci sono anche docenti precari!
Sono una docente di ruolo che il sabato ha 5 ore di lezione (8,30-13,30)

Ma no!
Io vedo molti docenti precari che si lavorano e molti di quelli di ruolo che proprio non sono (se lo sono mai stati) proprio abili per l'insegnamento. E ti dirò di più: un precario che scalda la sedia lo giustifico di più di uno di ruolo.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17791
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Sab Dic 13, 2014 7:06 pm

Meravigliato ha scritto:
...... E ti dirò di più: un precario che scalda la sedia lo giustifico di più di uno di ruolo.
Ottima obiettività e conclusione corretta e coerente del discorso che hai portato avanti fino ad ora. Complimenti!

Tanto per chiarire meglio, quale sarebbe la giustificazione a favore di un precario?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Sab Dic 13, 2014 8:36 pm

A Giova', lascia perdere, si discute di fuffologia applicata ai massimi sistemi per l'elaborazione di un modello matematico di simulazione del triplo avvitamento quadrimensionale
Tornare in alto Andare in basso
Meravigliato



Messaggi : 392
Data d'iscrizione : 27.11.14

MessaggioOggetto: Re: Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare   Sab Dic 13, 2014 9:20 pm

giovanna onnis ha scritto:
Meravigliato ha scritto:
...... E ti dirò di più: un precario che scalda la sedia lo giustifico di più di uno di ruolo.
Ottima obiettività e conclusione corretta e coerente del discorso che hai portato avanti fino ad ora. Complimenti!

Tanto per chiarire meglio, quale sarebbe la giustificazione a favore di un precario?

Non ho detto che non lo condanno, ma che lo giustifico di più. Perfettamente coerente con quanto detto in precedenza.

Vuoi mettere sullo stesso piano un itinerante con chessò 9 ore, con uno strutturato da 18 ore scaldasedia che l'anno successivo avrà il posto al calduccio e che ha come obbiettivo di non prendere le quinte per non correre il rischio di fare esami di stato?

Ovviamente è una provocazione che non tutti colgono...


Ultima modifica di Meravigliato il Sab Dic 13, 2014 9:25 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
 
Sentenza UE: il MIUR continua a fare lo struzzo e a discriminare
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» cosa fare e non fare durante il pt?
» Per tutte le mamme in attesa: video su come fare il bagnetto, cambiare il pannolino...
» Master troll, arrestato
» sono andata a fare shopping
» ragazze l' insonnia continua

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: