Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Chi ha paura del registro elettronico ?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 15758
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Chi ha paura del registro elettronico ?   Lun Dic 08, 2014 4:54 pm

Promemoria primo messaggio :

http://www.orizzontescuola.it/news/registro-elettronico-e-prof-che-rischia-se-non-c-linea-scuola-cosa-fare

"Ma ad essere in difetto è sempre l'insegnante. Ecco perché i COBAS hanno elaborato una diffida con la quale si chiede al Dirigente che "qualora i supporti informatici (tablet, PC o altro) forniti dalla scuola rendano difficoltosa o impossibile la compilazione del registro elettronico a causa della loro inadeguatezza o della insufficienza della connessione a internet, venga concessa ai docenti che ne facciano richiesta una copia cartacea del Giornale del Professore e del Registro di Classe"

Ma chi l'ha detto ? Se la prestazione non è possibile non si rende, punto è basta.

Semmai scrivere cose diverse sul cartaceo e sull'elettronico può essere fonte di rogne; meglio sbagliare sull'elettronico e non lasciare prove cartacee ! La si fa franca più facilmente.

Questa è una delle situazioni in cui mostriamo di essere più realisti del Re.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Paolo Santaniello



Messaggi : 1772
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Chi ha paura del registro elettronico ?   Mar Dic 09, 2014 8:10 pm

I costi del registro elettronico, al momento, sono a carico delle scuole perchè il miur non ha ancora varato (campa cavallo...) il piano in cui dovrebbe specificare ci compra cosa e con quanti soldi e tanti altri fatti indispensabili per rendere esecutiva la minchiata "obbligatoria" del registro elettronico.
In nessun caso questi costi possono essere a carico dei docenti, quindi se la scuola non ha i mezzi per fornire registri elettronici a tutti i docenti, si va avanti con i cartacei e tutto è in regola. Spiegatelo ai presidi che si buttano nell'intrallazzo per risparmiare, che almeno risparmiassero in modo legale con la buona vecchia carta!
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Chi ha paura del registro elettronico ?   Mar Dic 09, 2014 9:17 pm

Io non ho paura del registro elettronico... è lui che ha paura di me...una paura tremenda!!!!
Uuuuuuhhhhhh!
:-o
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Chi ha paura del registro elettronico ?   Mar Dic 09, 2014 10:45 pm

Valerie ha scritto:
Io non ho paura del registro elettronico... è lui che ha paura di me...una paura tremenda!!!!
Uuuuuuhhhhhh!
:-o
In che senso? il server va in crash ogni volta che ti colleghi?

Deve essere per quello, allora, che microsoffice finestre fa delle stranezze con me. Prova un terrore folle nei miei confronti?
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Chi ha paura del registro elettronico ?   Mer Dic 10, 2014 12:03 am

Paolo Santaniello ha scritto:
Rimuginandoci su è abbastanza chiaro che il registro cartaceo è l'unica soluzione decente.
Perchè anche con la connessione più efficiente e onnipresente (siamo comunque MOLTO lontani dall'avere internet h24 in tutte le aule della repubblica) può sempre capitare il guasto momentaneo, la caduta di corrente, il virus, l'imprevisto che in quell'ora o in quel giorno rende inaccessibile il registro elettronico. E in quel caso che si fa? Differire l'operazione a quanto ho capito porta il docente ad essere in difetto, quindi l'unica è usare il cartaceo.

IMHO voi non avete mai avuto davvero l'opportunità di confrontare la vostra personale situazione lavorativa con registro elettronico e col registro cartaceo. Perchè i vantaggi nell'impiego del registro elettronico sono davvero TROPPO ENORMI rispetto al registro cartaceo. In primis il fatto che il registro elettronico non può andar perso, rubato, danneggiato o altro. I virus? Gli Hacker? Siamo nella fantascienza... e poi è a carico della società che gestisce il registro elettronico garantire la fault tolerance del sistema quindi, come direbbe qualcuno, "R"azzi loro, non miei. Manca la corrente? Manca la linea? Sono cose che possono capitare una/due massimo tre o quattro volte all'anno. In questi frangenti si tira fuori lo smartphone e morta li. In compenso, a fine quadrimestre, basta conteggi, basta controlli di coerenza tra il registro di classe e quello personale, basta assenze non giustificate passate in gloria perche' dimenticate in qualche pagina del registro, basta medie manuali dei voti, basta pasticciamenti per aver riportato il numeretto sbagliato nella colonna sbagliata etc etc etc... E basta con la necessità di passare in aula insegnanti, basta col cassetto chiuso a chiave, anzi, basta col cassetto in generale che non serve praticamente più a nulla. Se oggi mi chiedessero di tornare al cartaceo sarei fermamente contrario. E con me, credo, la maggior parte dei miei colleghi.

Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Chi ha paura del registro elettronico ?   Mer Dic 10, 2014 12:11 am

tellina ha scritto:
figuratevi che la preside di quest'anno insiste per farci usare il registro elettronico.....CON PC E TABLET PERSONALI!!!!!!
tanto tutti ne avete, dice...quindi dove sta il problema?!

Questa è semplicemente da denuncia. E' compito della scuola fornire gli strumenti per il lavoro. Se la scuola non li fornisce è la scuola ad essere in torto. In questo caso la diffida dei COBAS ci starebbe tutta.
Tornare in alto Andare in basso
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: Chi ha paura del registro elettronico ?   Mer Dic 10, 2014 10:37 am

Lenar ha scritto:
Paolo Santaniello ha scritto:
Rimuginandoci su è abbastanza chiaro che il registro cartaceo è l'unica soluzione decente.
Perchè anche con la connessione più efficiente e onnipresente (siamo comunque MOLTO lontani dall'avere internet h24 in tutte le aule della repubblica) può sempre capitare il guasto momentaneo, la caduta di corrente, il virus, l'imprevisto che in quell'ora o in quel giorno rende inaccessibile il registro elettronico. E in quel caso che si fa? Differire l'operazione a quanto ho capito porta il docente ad essere in difetto, quindi l'unica è usare il cartaceo.

IMHO voi non avete mai avuto davvero l'opportunità di confrontare la vostra personale situazione lavorativa con registro elettronico e col registro cartaceo. Perchè i vantaggi nell'impiego del registro elettronico sono davvero TROPPO ENORMI rispetto al registro cartaceo. In primis il fatto che il registro elettronico non può andar perso, rubato, danneggiato o altro. I virus? Gli Hacker? Siamo nella fantascienza... e poi è a carico della società che gestisce il registro elettronico garantire la fault tolerance del sistema quindi, come direbbe qualcuno, "R"azzi loro, non miei. Manca la corrente? Manca la linea? Sono cose che possono capitare una/due massimo tre o quattro volte all'anno. In questi frangenti si tira fuori lo smartphone e morta li. In compenso, a fine quadrimestre, basta conteggi, basta controlli di coerenza tra il registro di classe e quello personale, basta assenze non giustificate passate in gloria perche' dimenticate in qualche pagina del registro, basta medie manuali dei voti, basta pasticciamenti per aver riportato il numeretto sbagliato nella colonna sbagliata etc etc etc... E basta con la necessità di passare in aula insegnanti, basta col cassetto chiuso a chiave, anzi, basta col cassetto in generale che non serve praticamente più a nulla. Se oggi mi chiedessero di tornare al cartaceo sarei fermamente contrario. E con me, credo, la maggior parte dei miei colleghi.


Evidentemente la tua esperienza è stata positiva, i vantaggi sono veramente pochi, la perdita di tempo enorme, cmq mi sono adeguata ai tempi.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1772
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Chi ha paura del registro elettronico ?   Mer Dic 10, 2014 11:00 am

Lenar ha scritto:

IMHO voi non avete mai avuto davvero l'opportunità di confrontare la vostra personale situazione lavorativa con registro elettronico e col registro cartaceo. Perchè i vantaggi nell'impiego del registro elettronico sono davvero TROPPO ENORMI rispetto al registro cartaceo. etc etc

Come no. Ho avuto l'opportunità di fare il confronto essendo stato uno dei "prescelti" per la sperimentazione di un paio d'anni fa.
Tutto quello che tu dici sull'efficienza del registro elettronico è vero.
Solo che il registro cartaceo, rispetto all'elettronico, ha un vantaggio decisivo: FUNZIONA SEMPRE.
Funziona senza corrente, funziona senza collegamento internet, non si guasta, non richiede aggiornamenti e manutenzione del software, non richiede l'avvio di un sistema operativo, non richiede l'acquisto di un dispositivo tecnologico costoso.
Siccome nella scuola italiana le carenze DI SOLDI ci sono e sono enormi, quasi sempre una delle cose suddette non va, e quindi il registro elettronico non funziona.
Chiaro, se funzionasse sempre e ovunque sarebbe molto meglio del cartaceo, ma il problema è proprio che invece non funziona perchè richiede un sacco di soldi. Soldi che lo stato non vuole spendere, che la scuola non vuole spendere, e che non possono essere a carico dei docenti.

Li vogliamo i "troppo enormi" vantaggi dell'elettronico? E allora PRIMA bisogna spendere tutti i soldi necessari, perchè questi "troppo enormi vantaggi" NON SONO GRATIS ! Il disagio è portato dall'illusione che si possa avere il paese di bengodi senza pagarlo per quel che costa.
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Chi ha paura del registro elettronico ?   Mer Dic 10, 2014 11:09 am

Paolo Santaniello ha scritto:
Lenar ha scritto:

IMHO voi non avete mai avuto davvero l'opportunità di confrontare la vostra personale situazione lavorativa con registro elettronico e col registro cartaceo. Perchè i vantaggi nell'impiego del registro elettronico sono davvero TROPPO ENORMI rispetto al registro cartaceo. etc etc

Come no. Ho avuto l'opportunità di fare il confronto essendo stato uno dei "prescelti" per la sperimentazione di un paio d'anni fa.
Tutto quello che tu dici sull'efficienza del registro elettronico è vero.

Li vogliamo i "troppo enormi" vantaggi dell'elettronico? E allora PRIMA bisogna spendere tutti i soldi necessari, perchè questi "troppo enormi vantaggi" NON SONO GRATIS ! Il disagio è portato dall'illusione che si possa avere il paese di bengodi senza pagarlo per quel che costa.

Questo è ovvio. Se si vuole il registro elettronico si deve mettere in conto un costo. Se la scuola pensa di passare al registro elettronico risparmiando sta facendo male i suoi conti. Se il parametro è il risparmio allora non c'è alternativa al cartaceo. Se il parametro è l'efficientamento delle attività legate al registro (in termini di risparmio di tempo, in termini di coerenza dell'informazione registrata, in termini di sicurezza del dato etc etc...) allora il discorso cambia. Bisogna capire cosa si vuole: se si vuole risparmiare o se si vuole una scuola più efficiente. La botte piena e la moglie ubriaca non si possono avere.




Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1772
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Chi ha paura del registro elettronico ?   Mer Dic 10, 2014 12:31 pm

Bisogna prima fare i conti per capire quanto costa.
Invece di buttarsi, cullandosi nell'illusione che "tanto ormai il tablet ce l'hanno tutti, che vuoi che sia" salvo poi scoprire che senza MOLTI milioni non si va da nessuna parte.
La situazione attuale (e temo che sia destinata a durare) è che si è lanciato il registro elettronico con mezzi ampiamente insufficienti per farlo funzionare. Risultato? Funziona assai peggio del cartaceo.
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Chi ha paura del registro elettronico ?   Mer Dic 10, 2014 1:32 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Bisogna prima fare i conti per capire quanto costa.
Invece di buttarsi, cullandosi nell'illusione che "tanto ormai il tablet ce l'hanno tutti, che vuoi che sia"

La balla che il tablet ce l'hanno tutti è:

a) Falsa: molti non ce l'hanno. Io non ce l'ho e non lo voglio neppure: con un laptop faccio 100 volte più cose in un tempo 100 volte minore. IMHO il tablet è uno strumento creato e pensato per cazzeggiare, non per lavorare.

b) Indifferente al problema del registro on line: Io potrei anche avere un tablet o un laptop o altro che mi consenta di compilare il registro on line ma non capisco perchè l'insegnante dovrebbe usare i suoi strumenti per venire incontro ad una esigenza della scuola. Forse che il medico si porta il suo stetoscopio da casa? o usa il suo personale ecografo? Forse che il vigile urbano provvede in autonomia a dotarsi di divisa e fischietto!? Se si adotta il registro on line è onere della scuola fornire gli strumenti per compilarlo.

Paolo Santaniello ha scritto:

La situazione attuale è che si è lanciato il registro elettronico con mezzi ampiamente insufficienti per farlo funzionare. Risultato? Funziona assai peggio del cartaceo.

Risultato facilmente prevedibile. I DS che hanno accolto la novità senza fare le dovute considerazioni TECNICHE ora però non possono lamentarsi. E sopratutto non devono scaricare le LORO colpe sul personale.

Cmq, ripeto, è un peccato. Il registro on line, fatto bene e con i dovuti crismi, è di una comodità impareggiabile.
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Chi ha paura del registro elettronico ?   Mer Dic 10, 2014 4:19 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Bisogna prima fare i conti per capire quanto costa.
Invece di buttarsi, cullandosi nell'illusione che "tanto ormai il tablet ce l'hanno tutti, che vuoi che sia" salvo poi scoprire che senza MOLTI milioni non si va da nessuna parte.
La situazione attuale (e temo che sia destinata a durare) è che si è lanciato il registro elettronico con mezzi ampiamente insufficienti per farlo funzionare. Risultato? Funziona assai peggio del cartaceo.

La moda del tablet (che è uno strumento discreto di fruizione di contenuti e non per crearli..non credo proprio sia il massimo della vita per il registro elettronico..molto meglio un portatile) nasce dal fatto che il MIUR non ha più i fondi per le LIM su cui non si investe più (troppo costose, considerando la manutenzione)..tra qualche anno diranno che i tablet non vanno bene e passeranno direttamente agli e-book.
Cmq per chi si lamenta che mancano i pc in classe...ma se a stento abbiamo i computer nelle segreterie (dove ogni lavoro DEVE essere svolto a sidi o cmq telematicamente), figuratevi se vi possono dare un computer per classe (con annessa protezione altrimenti i vostri alunni o ve lo vandalizzano o ve lo rubano) , dotato di ADSL /fibra ottica o come alternativa una rete wireless, con i fondi inesistenti che dà il ministero (per la cronaca ad OGGI il miur non ha ancora dato i fondi per pagare gli stipendi del personale su supplenze brevi e saltuarie)
Un registro elettronico viene intorno ai 1000 euro + iva..ma serve formazione, computer (in classe..se ce l'avete solo in aula docenti si crea solo casino), reti, manutenzione (alla lunga la voce più costosa sul bilancio)...come al solito fanno le nozze con i fichi secchi...risultato... nella nostra scuola abbiamo sia il registro elettronico (1500 + iva) che i registri cartacei (ulteriore spesa di qualche centinaio di euro).
Che poi bisognerebbe anche smetterla di pensare che informatizzare e telematizzare tutto sia la panacea di tutti i mali oltre che un modo per tagliare i costi che poi è l'unica cosa che interessa al miur (mi aspetto a breve che ridurranno i licei da 5 a 4 anni)...informatizzare comporta una riduzione di spese da una parte, ma un aumento di spese in altri capitoli di bilancio che vanno tenuti preventivamente in conto anche negli anni venturi..insomma il registro elettronico NON è una spesa una tantum che poi non si ripresenterà negli anni successivi..
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Chi ha paura del registro elettronico ?   Mer Dic 10, 2014 4:47 pm

+1 su mordekayn
Tornare in alto Andare in basso
 
Chi ha paura del registro elettronico ?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Media registro elettronico
» io però, mo c'ho paura perchè gli embrioni icsi non sono buoni come quelli
» Paura eccessiva dei pericoli
» io ho paura..
» osteopata: oggi è il turno della paura

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: