Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 attribuzione voti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
AutoreMessaggio
puer2



Messaggi : 336
Data d'iscrizione : 05.11.14

MessaggioOggetto: attribuzione voti   Gio Dic 18, 2014 9:05 pm

Promemoria primo messaggio :

UN alunno ha riportato in due interrogazione 7 e 6.5. Poiché la media è 6.75, sono formalmente "costretto" a mettere 7 in pagella o posso anche mettere 6? Grazie.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: attribuzione voti   Lun Gen 12, 2015 5:15 pm

giovanna onnis ha scritto:
Laura70 ha scritto:
no Atene, se nel secondo quadr. se ne fregherà dell'impegno e il rendimento scenderà a maggior ragione riceverà 6 alla fine dell'anno.
Anche 5 o 4 a seconda dei risultati con conseguente debito

sì certo...
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: attribuzione voti   Lun Gen 12, 2015 5:26 pm

giovanna onnis ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:


- cosa costava prendere da parte il ragazzino e dirgli: "guarda, tu hai quasi 7, ma al 7 pieno ancora non ci arrivi... per cui, se vuoi subito il 7 in pagella, un giorno di questi ti fai interrogare di nuovo, altrimenti ti tieni il 6, e il 7 lo prenderai al secondo quadrimestre"?

boh....
L.

Certo non costava niente, ma io ti chiedo invece:
-cosa costava  prendere da parte il ragazzino e dirgli:"guarda, tu hai quasi 7, ma al 7 pieno ancora non ci arrivi...però ho deciso di darti 7 in pagella per il miglioramento registrato nel corso del quadrimestre e per spronarti in questo modo a lavorare con impegno sempre maggiore per arrivare a raggiungere risultati sempre migliori"?

Concordo con quelli che dicono che ad alzare i voti nel secondo quadrimestre si fa sempre in tempo.

Non vedo perché mai debba esistere il diritto automatico di prendere "il miglior voto possibile" in qualsiasi caso intermedio, dubbio, o comunque instabile.

Visto che oltretutto, nel caso specifico, si stava parlando di un voto basso che comunque era già sufficiente.

L.
Tornare in alto Andare in basso
puer2



Messaggi : 336
Data d'iscrizione : 05.11.14

MessaggioOggetto: Re: attribuzione voti   Lun Gen 12, 2015 5:41 pm

Dec ha scritto:
Il giudice non entra mai nel merito delle valutazioni, ma interviene solo su vizi di forma.
Questo significa che in caso di ricorso nel II quadrimestre: a) non vengono rivalutati i compiti scritti (magari da un perito nominato dal giudice)? b) In caso di situazioni ambigue come per es. una media in una materia di 5.75 con voto finale 5, il giudice non potrà contestare l'insufficienza in pagella? Grazie di nuovo.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: attribuzione voti   Lun Gen 12, 2015 5:50 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:


- cosa costava prendere da parte il ragazzino e dirgli: "guarda, tu hai quasi 7, ma al 7 pieno ancora non ci arrivi... per cui, se vuoi subito il 7 in pagella, un giorno di questi ti fai interrogare di nuovo, altrimenti ti tieni il 6, e il 7 lo prenderai al secondo quadrimestre"?

boh....
L.

Certo non costava niente, ma io ti chiedo invece:
-cosa costava  prendere da parte il ragazzino e dirgli:"guarda, tu hai quasi 7, ma al 7 pieno ancora non ci arrivi...però ho deciso di darti 7 in pagella per il miglioramento registrato nel corso del quadrimestre e per spronarti in questo modo a lavorare con impegno sempre maggiore per arrivare a raggiungere risultati sempre migliori"?

Concordo con quelli che dicono che ad alzare i voti nel secondo quadrimestre si fa sempre in tempo.

Non vedo perché mai debba esistere il diritto automatico di prendere "il miglior voto possibile" in qualsiasi caso intermedio, dubbio, o comunque instabile.

Visto che oltretutto, nel caso specifico, si stava parlando di un voto basso che comunque era già sufficiente.

L.
Si stava parlando non di un voto basso, ma di due voti positivi, prima un 6,5 e successivamente un 7, un solo voto non avrebbe determinato nessuna discussione.
Non ho detto che esiste il diritto automatico al "miglior voto possibile", ma esiste, a parer mio, il riconoscimento dei progressi e del miglioramento registrato nel corso del 1° quadrimestre, se non fosse così ci sarebbe un generale appiattimento.
Esempio:
Studente A con due voti: 5,5 e 6,5 = voto in pagella 1° quadrimestre 6
Studente B con due voti: 6 e 6 = voto in pagella 1° quadrimestre 6
Studente C con due voti: 6 e 7 = voto in pagella 1° quadrimestre 6
Studente D con due voti: 6,5 e 7 = voto in pagella 1° quadrimestre 6

Malgrado lo studente D si sia impegnato di più raggiungendo risultati migliori rispetto allo studente A, avrà lo stesso voto in pagella....è questo che non condivido!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: attribuzione voti   Lun Gen 12, 2015 6:13 pm

E allora rivendichiamo il diritto di dare i voti, che so, in centesimi o in millesimi invece che in decimi, per cui, tra due studenti che sono entrambi tra il 6 e il 7 secondo gli standard attuali, si potrà tranquillamente dare 61 a uno e 67 a un altro, oppure 614 a uno e 672 all'altro, in modo che si capisca la differenza.

Ma finché questo non è previsto (e non mi pare che interessi niente a nessuno di rivendicarlo), la legge dice che a chi sta tra il 6 e il 7 l'insegnante ha il diritto di decidere se dargli 6 o dargli 7, in base NON SOLO all'arrotondamento della media aritmetica, ma anche all'analisi di altri fattori nnon strettamente dipendenti dai voti numerici. Più chiaro di così, non capisco che altro si debba argomentare...

Oltretutto, casomai non fosse abbastanza chiaro, la legge prevede anche che ogni valutazione sia mirata alla singola situazione del singolo studente, senza nessuno spazio per contestazioni COMPARATIVE.

Per cui, qualsiasi studente e qualsiasi famiglia hanno il diritto di richiedere spiegazioni sul "perché gli è stato dato 6 invece che 7", ma NESSUNO ha il diritto di richiedere spiegazioni sul "perché io e GianPippo avevamo entrambi la media aritmetica del sei e mezzo, ma io ho avuto 6 e GianPippo 7".

Nessuno studente o genitore ha il diritto di avere spiegazioni sui criteri utilizzati per i voti degli altri, e nessun insegnante è tenuto a giustificare una cosa del genere.

L.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: attribuzione voti   Lun Gen 12, 2015 6:27 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
E allora rivendichiamo il diritto di dare i voti, che so, in centesimi o in millesimi invece che in decimi, per cui, tra due studenti che sono entrambi tra il 6 e il 7 secondo gli standard attuali, si potrà tranquillamente dare 61 a uno e 67 a un altro, oppure 614 a uno e 672 all'altro, in modo che si capisca la differenza.

Ma finché questo non è previsto (e non mi pare che interessi niente a nessuno di rivendicarlo), la legge dice che a chi sta tra il 6 e il 7 l'insegnante ha il diritto di decidere se dargli 6 o dargli 7, in base NON SOLO all'arrotondamento della media aritmetica, ma anche all'analisi di altri fattori nnon strettamente dipendenti dai voti numerici. Più chiaro di così, non capisco che altro si debba argomentare...

Oltretutto, casomai non fosse abbastanza chiaro, la legge prevede anche che ogni valutazione sia mirata alla singola situazione del singolo studente, senza nessuno spazio per contestazioni COMPARATIVE.

Per cui, qualsiasi studente e qualsiasi famiglia hanno il diritto di richiedere spiegazioni sul "perché gli è stato dato 6 invece che 7", ma NESSUNO ha il diritto di richiedere spiegazioni sul "perché io e GianPippo avevamo entrambi la media aritmetica del sei e mezzo, ma io ho avuto 6 e GianPippo 7".

Nessuno studente o genitore ha il diritto di avere spiegazioni sui criteri utilizzati per i voti degli altri, e nessun insegnante è tenuto a giustificare una cosa del genere.

L.
Ma chi sta parlando di genitoiri o di leggi Paniscus! Io parlo dei miei criteri e di ciò che ritengo giusto ed equo nella valutazione dei miei studenti. Criteri che possono essere o no condivisibili da parte tua e di altri colleghi, ci mancherebbe altro
Non ti è mai capiato che gli studenti, in classe, ti chiedano spiegazioni sui voti e si mettano anche a confronto con i compagni? Cosa rispondi? Che per ognuno esistono criteri diversi? Quindi tu predisponi una griglia di valutazione nominativa adattata a ciascun studente? E ovviamente metterai tutte queste griglie nella tua perogrammazione.......mi sembra strano!!
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47878
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: attribuzione voti   Lun Gen 12, 2015 7:33 pm

puer2 ha scritto:
Dec ha scritto:
Il giudice non entra mai nel merito delle valutazioni, ma interviene solo su vizi di forma.
Questo significa che in caso di ricorso nel II quadrimestre: a) non vengono rivalutati i compiti scritti (magari da un perito nominato dal giudice)? b) In caso di situazioni ambigue come per es. una media in una materia di 5.75 con voto finale 5, il giudice non potrà contestare l'insufficienza in pagella? Grazie di nuovo.

Il primo caso sicuramente no, nel secondo sono meno sicuro perché sentenze fantasiose in ambito scolastico non sono mancate, ma eviterei di fasciarmi la testa prima di essermela rotta (però anche di mettermi nei guai con le mie mani: se decido di mettere un'insufficienza in pagella a qualcuno, non lo decido l'ultimo giorno di scuola, ma dopo averlo meditato per tempo e aver offerto le occasioni per recuperare; se lo studente non le ha sfruttate, non arriverà allo scrutinio con 5,75 di media; io ho sempre il problema opposto, che ho anche troppe insufficienze nette e qualche volta finisco per abbuonarne qualcuna).
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: attribuzione voti   Lun Gen 12, 2015 8:00 pm

puer2 ha scritto:
Dec ha scritto:
Il giudice non entra mai nel merito delle valutazioni, ma interviene solo su vizi di forma.
Questo significa che in caso di ricorso nel II quadrimestre: a) non vengono rivalutati i compiti scritti (magari da un perito nominato dal giudice)? b) In caso di situazioni ambigue come per es. una media in una materia di 5.75 con voto finale 5, il giudice non potrà contestare l'insufficienza in pagella? Grazie di nuovo.

Con un media di 5.75, dovrei avere una sfilza di 4 nel secondo quadrimestre per mettere 5 come voto finale.
Tornare in alto Andare in basso
archeo



Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 06.02.14

MessaggioOggetto: Re: attribuzione voti   Gio Gen 22, 2015 3:07 am

Ma perché tutto questo accanimento?
Mi sembra che tu voglia intenzionalmente abbassare il voto, scusa se dico così, ma tutta questa preoccupazione per un eventuale ricorso, dover mettere una sfilza di 4 etc, mi sembrano segnali di accanimento. Lo studente con un 7 e un 6.5 è certamente una persona sopra la sufficienza, perché voler abbassare a tutti i costi il voto?

Ps scusate l'ora ma ho appena finito di correggere degli scritti.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: attribuzione voti   Mer Gen 28, 2015 9:36 pm

Scusate, intervengo per l'attribuzione voti agli alunni h.

L'insegnante titolare di materia mette sulla verifica scritta un 5 a un alunno h e poi lo registra sul registro elettronico. L'insegnante di sostegno vede il voto sul registro elettronico e chiede al titolare la motivazione e, poi, se può togliere il 5 dal registro elettronico, perchè è prassi in molte scuole - e lo è anche in questa, dove il ds controlla i voti- non mettere 5 o comunque voti inferiori al 6 agli alunni con il sostegno.. Il titolare la prende male e kiude la discussione con un "Lo faccio eh, ma.." che non promette bene.

Io sono l'insegnante di sostegno. Chiedo: qual è la prassi dell'attribuzione voti agli alunni h (di scuola primaria) nella vostra esperienza? Grazie
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: attribuzione voti   Mer Gen 28, 2015 9:57 pm

Hai dimenticato di scrivere la cosa più importante: il motivo di quel 5.
Non sono d'accordo sul fatto di mettere sempre e comunque 6 ai ragazzi con sostegno. Una volta che ho calibrato il lavoro richiesto sulle loro effettive capacità, se non lo svolgono come potrebbero per me può essere un 5.
Se ho sbagliato io a calibrare la verifica e ho dato un lavoro che va al di là delle loro capacità, allora non lo valuto e faccio fare un altro lavoro.
Non so se mi sono spiegata.
Mai toglierei un 5 solo perché il ds controlla i voti!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: attribuzione voti   Mer Gen 28, 2015 10:15 pm

Ho capito cosa vuoi dire..Credo intendese quello anche il titolare. Che peraltro pensava lo facessi per paura (caso in cui però avrei detto "Oddio, ho visto 5, e adesso il Preside..), forse perchè non mi sono spiegata bene, e che appunto ha avuto una reazione stizzita. Ricordo però bene che in tutte le scuole in cui sono stata la "regola" era "non meno di 6 ad alunni certificati o con PDP, e se una verifica va male si fa portare a casa ma non si registra: si fa rifare".  

All'alunno è stato chiesto di scrivere le proprietà di una delle 4 operazioni. Io gli ho sempre proposto verifiche pratiche (ha difficoltà nell'esprimersi cioè nello scrivere i suoi pensieri), usando sì il linguaggio della disciplina ma concentrandomi sul suo svolgere in maniera corretta le operazioni.


Paura, da precaria, ce l'ho adesso, perchè il collega (ke, per telefono non è facile spiegarsi, non ha capito bene le mie motivazioni) potrebbe andare dal DS domani o potrebbe dirlo tra 15 giorni agli scrutini in presenza di DS e colleghi (ho paura di conseguenze perchè i rapporti collega/DS sono tesissimi, ma sono convinta della mia richiesta. Peraltro il titolare non mi ha informato nè dela verifica nè del voto e l'ha registrato oggi ma è di 20 gg fa e se me l'avesse detto prima ci ragionavamo con calma..). Spero poi che i buoni rapporti che si avevano fino a oggi non siano cambiati, nun si sa mai..
La famiglia comunque ha la verifica scritta con il 5 e sa che questo mese l'alunno ha avuto, forse per stanchezza, voti più bassi rispetto al periodo settembre-dicembre (e questo è stato scritto nella sua pagella)
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: attribuzione voti   Mer Gen 28, 2015 11:52 pm

M@ri ha scritto:
... la "regola" era "non meno di 6 ad alunni certificati o con PDP, e se una verifica va male si fa portare a casa ma non si registra: si fa rifare".
Mari, mi ripeto, non concordo con questa regola. Mi sembra la regola del 6 politico. Ma così facendo un ragazzo h non impara nemmeno quello che potrebbe imparare.
Tutto dipende dal perché la verifica è andata male. Se l'alunno può farla, la deve fare, altrimenti prende 5 e se lo tiene, anche sul registro!
Per esempio se do da studiare una poesia a memoria a un ragazzino che non ha compromessa la capacità di ricordare e questo ragazzino non sa la poesia perché non l'ha studiata, si prende il suo 5, non ci sono storie. Certo non vado a chiedere una poesia a memoria a chi ha delle capacità di memorizzazione compromesse. È solo un esempio, giusto per capirci.
Tornare in alto Andare in basso
 
attribuzione voti
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
 Argomenti simili
-
» punteggio tot GaE corretto, ma errata attribuzione titoli/serv PREGR: che fare?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: