Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente
AutoreMessaggio
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Dom Dic 28, 2014 3:38 pm

Promemoria primo messaggio :

Il professor Keating dell' "Attimo Fuggente" nella scuola ha fatto più danni della peste: o perché si cerca di essere "grandi insegnanti" come il suo personaggio, e non semplici "insegnanti efficaci", o perché si adotta l'approccio sentimentalista che permea il film... "poveri ragazzi pieni di personalità"...
Così, una boutade natalizia...
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
paniscus_2.0



Messaggi : 6199
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Mar Gen 06, 2015 10:27 pm

Ire ha scritto:
Citazione :
Ci sono animali che sembrano persone; l'apparenza inganna.

concordo

Veramente ci sono animali che SONO persone, senza ingannare nessuno.

Non sono "esseri umani", ma sono "persone". Non è proprio la stessa cosa, ma è importante...

Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Mer Gen 07, 2015 8:34 am

Perchè togliere la dignità agli animali?

Un animale è un animale.

Questi discorsi mi fanno venire in mente quelli che fa qualcuno quando pensa di fare un complimento ad una donna dicendo che ha le palle: no, non esistono donne con le palle, esistono donne in gamba, determinate, intelligenti, scaltre, colte o con tutte le qualità che si vogliono evidenziare dicendo che hanno le palle. Ma le palle le hanno gli uomini, non le donne.

Una donna avrebbe valore perchè somiglia ad un uomo? ma quando mai!

Così per gli animali: un animale è un animale e spesso ci rimette se lo si fa assomigliare ad una persona.

Beccatevi un po' il pistolotto di inizio anno! ;-)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 15851
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Mer Gen 07, 2015 3:15 pm

Ire ha scritto:
Perchè togliere la dignità agli animali?

Un animale è un animale.

Questi discorsi mi fanno venire in mente quelli che fa qualcuno quando pensa di fare un complimento ad una donna dicendo che ha le palle:  no, non esistono donne con le palle, esistono donne in gamba, determinate, intelligenti, scaltre, colte o con tutte le qualità che si vogliono evidenziare dicendo che hanno le palle. Ma le palle le hanno gli uomini, non le donne.

Una donna avrebbe valore perchè somiglia ad un uomo?  ma quando mai!

Così per gli animali: un animale è un animale e spesso ci rimette se lo si fa assomigliare ad una persona.

Beccatevi un po' il pistolotto di inizio anno!  ;-)
La donna avrebbe valore non perchè somiglierebbe all'uomo ma perchè somiglierebbe al suo stereotipo.

L'idea sarebbe che la grinta risieda nelle palle; la visione stereotipata proporrebbe un mondo dove la maggior parte degli uomini ha grinta, qualcuno non ce l'ha e si dice che è un uomo senza palle, molte donne non l'avrebbero e qualche donna (quelle con le palle) si.

Ovviamente la grinta non sta nelle palle ma nel cervello; una volta le donne grintose erano poche perchè venivano educate a non esserlo; ora per fortuna sta cambiando.

Ire, ma in un post dove si parla di donne con le palle ci metti anche il pistolotto ?
Guarda che ti bannano !
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Mer Gen 07, 2015 6:30 pm

Citazione :
La donna avrebbe valore non perchè somiglierebbe all'uomo ma perchè somiglierebbe al suo stereotipo.

non peggiorare le cose, avido! :-D
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Mer Gen 07, 2015 8:18 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Ire, ma in un post dove si parla di donne con le palle ci metti anche il pistolotto? Guarda che ti bannano !
Rimani sempre il mio mito!
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7548
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Gio Gen 08, 2015 10:50 am

ot grosso come una casa:
io ho sempre interpretato la frase "donna con le palle" come un complimento diretto.
sempre.
ma perché in casi simili ho sempre specificato che, sì, le palle le avevo...perché me le ero fatte prestare o dare in gestione da uomini che o non sapevano usarle...o me le concedevano in utilizzo...assieme al resto, ovvio.
firulìììì firulàààà
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Gio Gen 08, 2015 4:57 pm

no no, tellina, a me questa cosa non passa proprio!

Mi fa molto più piacere: è una persona con la testa, magari anche con la testa sulle spalle (per indicare che non si pensa con la pancia o con qualcosa addirittura dislocato più giù)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
zoran



Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 08.01.15

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Gio Gen 08, 2015 5:36 pm

Salve a tutti,mi unisco alla discussione.Mi sono trovato a leggere alcuni commenti e mi si è accapponata la pelle. Io insegno alle medie da 10 anni, vivo la scuola e cerco di fare il mio lavoro con coscienza e onestà. Mi ritrovo sempre più spesso a che fare con alunni spenti, passivi, come ipnotizzati. Il 70 per cento di loro è occhialuto e obeso. La collega di motoria mi racconta di corpi sempre più scoordinati e flaccidi. Vivono il mondo filtrato dai social e dipendono da cellulari come neonati attaccati alle tette (chi ha la fortuna di averne una e non dipendere da latte in polvere). Sicuramente non siamo noi in grado di comprenderli e sicuramente abbiamo e hanno (quelli prima di noi) confezionato un mondo davvero strano, fatto di paure, insicurezze e paranoie in cui è davvero difficile orientarsi. Hanno il terrore del contatto fisico e le nostre lezioni sono sempre più lontane dal loro universo. Quando si parla di modernizzazione della scuola si traduce in piazzare qualche lim, qualche chilata di computer, registri elettronici (io sono un fan convinto del registro elettronico, ma non basta), aggiornare il linguaggio con qualche stronzata tipo "brain storming","problem solving" e l'impianto rimane lo stesso della riforma Gentile.Qualcuno ha nominato Don Milani e tutti o gran parte lamentate o addirittura parlate di danni causati da un personaggio di un film a cui (sbraitate pure) io faccio tanto di cappello. Le emozioni spaventano e spaventeranno sempre più finché non si impara a riconoscerle e dargli importanza. Comunque non abbiate paura (non so dove abbiate incontrato tutti questi keating nelle nostre scuole, ma io purtroppo non ne vedo.), state tranquilli nelle scuole si urla ancora,ci si alza i piedi quando entra un prof. (Poi da dietro li si manda a fare in culo ma che conta, salviamo la forma e l'apparenza), si promuove e si boccia, si litiga in scrutinio perché un alunno c'ha 5,74 di media e non posso peredere la faccia dandogli la sufficienza etc.etc.
Addirittura per qualcuno Keating è diventato un modello imposto dall'alto o piazzato alla S.I.S.S. mmahh!!! Ma che scuole frequentate? Per quanto riguarda la S.S.I.S, in 600 ore di lezione mi sarà rimasto un 5 per cento di contenuto sensato e realistico, il resto puro riempitivo per giustificare i 3000 euro di spesa.
Io so che nella scuola resterò molto, sono di ruolo ma posso fare anche altro (nella vita ho già cambiato tanti lavori e non mi spaventa).Sto davvero bene con i ragazzi, mi piace cogliere le loro sfide, ma l'ambiente è davvero di un vecchiume stagnante unico.Keateng non c'è e non c'è neanche più il direttore (troppo cattivo nello stucchevole buonismo renziano), non che ne senta la mancanza ma se non altro,consentirebbe una reazione, una ribellione, invece no.Tutto fermo.ci rimane solo la paura e lo stagno. È solo il mio pensiero (l'ultima volta che ho detto la mia mi hanno dato del freakkettone sessantottino, figlio dei fiori adolescente frustrato) ed era un loro pensiero che accetto. Vi saluto e grazie per lo spunto di riflessione che mi avete concesso.
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Gio Gen 08, 2015 7:23 pm

Veramente il Keating di cui all'oggetto è solo un fantasma irrealistico che alunni, genitori e professori sono inconsciamente tentati di paragonare al professore reale, ovviamente sempre perdente.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Gio Gen 08, 2015 10:29 pm

@zoran
Benvenuto! :-)
Niente male come primo post! ;-)
Tornare in alto Andare in basso
zoran



Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 08.01.15

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Gio Gen 08, 2015 10:30 pm

Ma, io non credo che il professore sia sempre perdente, o meglio, non lo è con tutti. Qualcosa rimane.Io parto dal presupposto che su 25 alunni mediamente 3 raccolgono il messaggio e lo elaborano in maniera costruttiva e personale, un altra decina ne colgono una parte e il resto non coglie niente. Non so a voi, ma me, sono ritornate in mente azioni e parole di prof che uscivano fuori dagli schemi (che erano semplicemente veri e facevano il loro lavoro con il cuore) in età adulta. Dunque è positivo anche lasciare semi che germoglieranno in futuro (se non marciscono prima).Quando ero a scuola io mi annoiavo mortalmente e concordo con ufo polemico quando dice di aver imparato tanto anche dai prof esigenti e severi (sono i due estremi che proprio in quanto tali, lasciano il segno)
Poi, sarà pure un fantasma, ma evidentemente di quelli che fanno paura a chi crede al fantasma col lenzuolo che fa buuu e non ad una probabile anima vagante innoqua. Il senso della provocazione comunque l'ho capito ed è interessante. Tra l'altro rileggendo il messaggio scritto prima mi somo accorto di aver scritto un "non" in meno. Intendevo dire "nella scuola non resterò molto" ma forse è stato un lapsus Freudiano. Chissà.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6199
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Gio Gen 08, 2015 11:08 pm

zoran, non prenderla come un'offesa personale...

...ma devo ammettere che dopo aver letto e riletto i tuoi messaggi, senza nessun preconcetto ostile iniziale, continuo a concludere che non ci si capisce quasi niente.

E in particolare non ci si capisce dove tu voglia andare a parare, e quali obiettivi e quali modelli proponi come positivi!

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
zoran



Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 08.01.15

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Ven Gen 09, 2015 1:13 am

Beh, vedi è come dicevo per gli alunni, c' è qualcuno che coglie i messaggi nella loro completezza e qualcuno che li coglie solo in parte. Mi accontento che tu abbia capito solo in parte quello che volevo dire. Quel quasi è una gran cosa.Niente di personale ovviamente, figurati, poi non ticonosco neanche (magari dietro i nostri nik name si nascondono due colleghi. In ogni caso l'obiettivo minimo del miei torbidi messaggi era che 1)Non credo che il fantasma di keating abbia fatto danni 2) le emozioni spaventano ma parlano un linguaggio molto vicino a quello degli adolescenti 3) modernità vuol dire essere in grado di comprendere i cambiamenti della società e trovare la chiave per entrare nel mondo dei ragazzi 4) I ragazzi sono vittime di una società troppo complessa e che sono troppo dipendenti dalle false certezze che la virtualità propone. 5) questa dipendenza li sta portando lontano dall'uomo inteso come essere movente e pensante (debilitato a partire dal latte in polvere, passando per i vaccini obbligatori per malattie che non esistomo più, per l'abuso di farmaci e soprattutto antibiotici, per un mangiare monnezza, per muoversi poco e male, per non avere più rapporto con il proprio corpo, per una dipendenza essenziale, vitale dai tutto ciò che è impulso lumimoso mobile). Io ovviamente non ho ricette e sono parte di questo kaos. Credo però che la scuola abbia il dovere di proporre alternative e modelli societari diversi in cui le tecnologie siano vissute come strumenti e non come bisogni primari. Ritrovare l'essere umano.
Sarebbe lunghissimo il discorso e poi attraverso questi cosi si parla male, poi ora ho sonno, magari continuo domani. Sveglia alle sei e 15, preparare colazione figlia nr.1, vestirmi, svegliare figlia nr.2,altra colazione con il te al posto del latte, aspettare baby sytter per figlia nr.3 (così finalmente si può alzare anche la donna) preparare insieme merende, sentire lezione di figlia 2, bacino e soldi a figlia uno che prende l'autobus per andare al liceo, controllare cartella e firmare cedolini scioperi e comunicazioni figlia 2, dare sciroppimo per tosse (no antibiotico...propoli e bryonia eh) a figlia tre, cercare le chiavi, trovare il tablet accertarsi di avere il portafogli,Incitare figlia 2 a fare presto, prendere zaino pesante, respirone e partire.Mezzora di macchina (per fortuna senza traffico, strada di campagna), stereo con chivina usb, un po di ruggito del coniglio, telefonare scuola per avvertire del ritardo, mollare figlia 2 a scuola e finalmente: buon giorno professore, vuole la penna?
E questa, se non lhai capita......ti capisco proprio.
Tornare in alto Andare in basso
zoran



Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 08.01.15

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Ven Gen 09, 2015 1:19 am

Grazie valerie per il tuo benvenuto e per le faccine sorridenti.
Un sorriso mette sempre buon umore (anche a scuola è una buona regola)
Ciao
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6199
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Ven Gen 09, 2015 1:35 am

A parte il fatto di essere contrari all'allattamento artificiale a meno che non sia assolutamente necessario per motivi seri (su cui con me si sfonda una porta aperta grossa come l'arco di san Frediano), non sono d'accordo praticamente su NULLA.

In particolare, l'antivaccinismo e le omeopatacche mi fanno semplicemente quell'effetto che nel linguaggio comune va sotto l'espressione idiomatica di "farmi partire l'embolo". Ci mancano solo le scie chimiche, i furti di organi, e i coccodrilli nelle fogne, e poi si passa direttamente alla festa di Carnevale.

E non credo affatto che i ragazzini di oggi siano fragili "perché sono troppo condizionati da una società complessa e dalla comunicazione virtuale", ma penso che siano fragili in massima parte perché i loro genitori non sanno fare i genitori o non vogliono fare i genitori, tutto lì. Tra i ragazzi che conosco io, quelli che hanno genitori validi e consapevoli, in generale tanto fragili non sono, pur essendo immersi nello stesso flusso di complessità, di tecnologia e di comunicazioni che condizionano tutti gli altri...

Sempre senza nulla di personale, ovviamente  : )

L.


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Ven Gen 09, 2015 12:58 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
baustelle



Messaggi : 361
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Ven Gen 09, 2015 10:39 am

avete visto i film "Monsieur Lazhar" e "Class enemy"?
Tornare in alto Andare in basso
TittiTitti76



Messaggi : 560
Data d'iscrizione : 02.12.12

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Ven Gen 09, 2015 11:31 am

Mio contributo personalissimo (potete sputarci sopra, ma è quello che penso):

Il modello americano, in generale, ha rovinato l'Italia. Tutti sti genitori amici dei figli, ste mamme che si atteggiano a dive di Hollywood, questi provincialotti che sognano e imitano una vita alla Beautiful...e potrei andare avanti all'infinito, le trasmissioni che si vedono lo confermano.
- Matrimoni faraonici con scelta di ristorante e vestito da sposa, poi vai a vedere ed è gente del popolino che ha firmato 2mq di cambiali per fare gli smargiassi;
- tutti esperti di cucina che assaggiano e notano il granello di sale conficcato nella piega di un gnocco, quando poco fa mangiavano solo cicoria;
- ragazzini reclutati dalla De Filippi, che pretendono di essere cantanti, attori e chissà cosa altro...

L'emancipazione, il progresso, sono cose positive, ma quando sono ricche di valori quali la serietà, l'umiltà, la semplicità, l'impegno nelle cose e nella vita. Democrazia significa dare a tutti delle opportunità, non fare un minestrone della società e dopo frullare tutto.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15851
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Ven Gen 09, 2015 11:52 am

TittiTitti76 ha scritto:
Mio contributo personalissimo (potete sputarci sopra, ma è quello che penso):....

L'emancipazione, il progresso, sono cose positive, ma quando sono ricche di valori quali la serietà, l'umiltà, la semplicità, l'impegno nelle cose e nella vita. Democrazia significa dare a tutti delle opportunità, non fare un minestrone della società e dopo frullare tutto.
Sputare sopra una pillola di saggezza ? Sacrilegio !!!!!!!
Tornare in alto Andare in basso
zoran



Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 08.01.15

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Ven Gen 09, 2015 4:44 pm

Ah,ah,Con le scie chimiche e il complottismo l'embolo mi parte pure a me. Per i vaccini non è possibile risolvere il discorso con poche righe dunque rimando la discussione ad altra sede. Che la fragilità dipenda dai genitori mi sembrava un dato scontato ma bene che tu lo abbia ricordato. Non sono tutti fragili per fortuna e i genitori non c'è la fanno perché le famiglie sono cambiate.Non so se tu hai figli, ma ti assicuro che non è facile "saper fare il genitore".Siamo soli, le nonne non fanno più le nonne (ma vanno in palestra e non accettano la vecchiaia). Di conseguenza il posto delle famiglie è stato sostituito d quella virtualità luminosa. (Per Paniscus) Mi pare di aver capito che la vediamo molto diversamente ma non ho ne la forza ne la voglia di continuare un inutile ping pong.
Rispetto le tue idee e porto avanti le mie con convinzione. (Consapevole che non bastano due righe per comprendere una vita ed una persona). In sintesi io credo che ci voglia un po di umanità e di semplicità (cose che stanno diventando sempre più rare). Avevo deciso di intervenire perché trovavo davvero strano che con tutte le mostruosità che ci circondano, ci si accanisse contro il prof. Keating, che per me rimane una figura positiva.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Ven Gen 09, 2015 5:07 pm

zoran ha scritto:
E questa, se non lhai capita......ti capisco proprio.
Ah, ah ah, io questa l'ho capita benissimo!!!! Allora siamo in due a essere 'spanati'!!!! Ah, ah ah!!!
Tornare in alto Andare in basso
zoran



Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 08.01.15

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Ven Gen 09, 2015 11:02 pm

Valerie,
E se l'hai capita proprio non ti capisco.....ah, ah
"spanati???" Starebbe per "senza pane" tipo avere il pane ma non i denti, oppure avvitati male (con le filettature fuori registro)dunque "svitati",oppure senza paniscus ovvero che non si intendono con "paniscus"?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Sab Gen 10, 2015 6:46 pm

zoran ha scritto:
Che la fragilità dipenda dai genitori mi sembrava un dato scontato ma bene che tu lo abbia ricordato.

Ciao zoran, benvenuta anche da parte mia.

Che peccato che tu abbia dato spazio alle affermazioni di paniscus sulla fragilità :-( mi piaceva molto quello che avevi scritto, prima di leggere questo.

Sto scherzando, mi piace ancora quello che hai scritto, mi ci ritrovo molto ma protesto vivacemente, perchè è senz'altro vero che molti genitori contribuiscono alla fragilità dei loro figli ma non è vero che la fragilità dei figli dipende dai genitori.

Siamo in un mondo che da un momento all'altro ci scoppia sotto i piedi o ci frana addosso o ci rifiuta, ogni momento in cui guardiamo oltre il nostro naso vediamo brutture, noi che siamo alti più di un metro e mezzo riusciamo a vedere anche qualche fiorellino ogni tanto, i piccolini vedono intorno sporcizia, sangue, ambiguità gente preoccupata, arrabbiata, spaventata GENtE non genitori.

Come caspita farebbero a non essere fragili? Noi ci barcameniamo perchè vediamo qualcosa di più, forse.

Per tornare al tuo post: mi ha fatto ridere un sacco il tuo siparietto, mi sembrava casa mia.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Sab Gen 10, 2015 7:53 pm

@Zoran
La seconda che hai detto!
:-))))))
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6199
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Sab Gen 10, 2015 8:09 pm

Detto fuori dai denti: a me non sembra affatto che il mondo degli ultimi anni sia particolarmente più brutto di quello del passato, né tantomeno ho mai creduto al luogo comune secondo cui "una volta non c'erano mica tutte queste cose così brutte che si sentono in giro adesso".

Le brutture, i pericoli e le sporcizie ci sono sempre stati, e semmai negli ultimi decenni il livello di sicurezza concreta nella vita di tutti i giorni è aumentato e non certo diminuito. L'aspettativa di vita è aumentata, lo stato di salute è migliorato, la probabilità di morire giovani è diminuita, la disponibilità di oggetti materiali e di comodità pratiche è aumentata a dismisura, la fatica fisica è diminuita, la probabilità di subire delle violenze fisiche è diminuita molto, i metodi educativi autoritari sono quasi scomparsi, e il diritto alle libertà individuali e alla serenità personale è molto più riconosciuto che in passato.

Se qualcuno vuole farci credere che 30 o 50 anni fa ci fosse più sicurezza per i diritti fondamentali della persona, e più attenzione e rispetto per le esigenze personalizzate di ogni singolo individuo di quanto ce ne sia adesso, fa veramente ridere i polli. Se poi qualcuno arriva a dire che 30 o 50 anni fa ci fosse più serenità emotiva diffusa di quanta ce ne sia adesso, o che ci fosse la sia pur minima attenzione all'esistenza stessa dei fattori emotivi, oltre a far ridere fa pure piangere. Il livello di riconoscimento e di attenzione alla sensibilità dei singoli che c'è adesso (e che oggettivamente è stato anche esagerato a proporzioni maniacali), e l'ossessione patologica per l'obiettivo ideale di eliminare qualsiasi tipo di "disagio", non sono MAI esistiti in nessun altro contesto storico e sociale.

Per cui, dire che adesso i ragazzi sono fragili "perché non hanno più certezze e si vedono attorno tanto sangue, tanti orrori e tante brutture", mentre quelli dei decenni passati, invece, erano più solidi perché le certezze ce le avevano e di brutture non ne vedevano, è RIDICOLO.

A mio avviso, i ragazzi sono sempre più fragili, e continueranno a diventare ancora più fragili a oltranza, soprattutto in funzione di quanto gli adulti si COMPIACCIANO di ripetere ossessivamente che oggi i ragazzi sono taaantoooooo fragili, e che quindi hanno il diritto di essere protetti da questa loro fragilità venendo semplicemente schermati, esentati e allontanati da qualsiasi esperienza impegnativa (e per "esperienza impegnativa" intendo qualsiasi cosa, da una delusione personale a una richiesta faticosa).

Se gli adulti si decidessero, una buona volta, a dire, "no, ragazzi, non è vero che voi siete tanto fragili e avete bisogno di tanta protezione coccolosa contro un mondo così brutto e così incomprensibile... ma siete dei normalissimi esseri umani dotati di sufficienti energie per farcela da soli, e avete tutte le strutture biologiche e psicologiche necessarie apposta per quello, come ce le avevano i vostri antenati in mondi MOLTO più crudi e più pericolosi del vostro, per di più avendo a disposizione molti meno strumenti per conoscere il loro mondo rispetto a quanti ne abbiate voi", magari la percezione cambierebbe.

E la si finirebbe di dire che è colpa dei cellulari, di facebook, di whatsapp, del Grande Fratello, di Maria De Filippi, dei genitori separati, o delle nonne che preferiscono andare in palestra invece che accudire i nipoti.

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?   Dom Gen 11, 2015 10:18 am

Ma dove vivi, paniscus?

C'è lavoro lì da te? c'è certezza del diritto e della pena lì da te? c'è una politica ambientale lungimirante che regola la deforestazione in considerazione della necessità di consolidamento del terreno? il terrorismo internazionale non vi colpisce? non ci sono immigrati con i quali imparare a convivere (impareranno e impareremo) ma per ora sono disorientati rispetto a noi e noi disorientati rispetto a loro? Da voi il cyberbullismo (fenomeno veicolato dalla facilità di interconnessione, quello che tu chiami whatsapp, i cellulari, facebook) non colpisce impedendo qualsiasi possibilità di scampo in quanto a luogo dove stare tranquilli?
Non siete a contatto con un mondo che ai tuoi tempi era oltre i confini e che quindi non esisteva nelle menti dei fanciulli che per questo non ne avevano paura?

Che bel posto, quello in cui vivi tu, peccato che ci sia tu, altrimenti si potrebbe fare un pensierino di trasferimento.

Sto scherzando, keep calm, sto scherzando! (si può scherzare ogni tanto, no?)

Anzi mi scuso, su certi argomenti non si può.

Scherzo perchè non mi trasferirei in nessun altro posto, io amo la mia terra e la mia gente, mi piace che vengano altre terre e altre genti e faccio quello che posso per capire quello che succede, vivere bene io e aiutare gli altri a farlo nell'inevitabile divenire.

I ragazzi sono fragili e non (solo) a causa dei genitori, questo non vuol dire che si debba accettare e assecondare la loro fragilità. Bisogna mostrare loro il modo di sviluppare le naturali risorse di cui dispongono. Il modo per farlo, però, non è quello di bastonarli e vedere chi sopravvive. Proprio perchè come dici tu le aspettative di vita sono alte per tutti, proprio perchè la fatica fisica è quasi completamente eliminata, la selezione naturale non toglie di mezzo i deboli e gli incapaci: ce li troviamo fra i piedi per diversi anni, sarà quindi meglio vedere di trovare il modo di portarli ad un livello minimo accettabile di capacità di convivenza e questo significa accogliere i BES e fare qualcosa per loro.


Mi sa che non mi sono spiegata bene. Piuttosto confuso come discorso.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
 
Ma quanti danni ha fatto Robin Williams?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 6 di 8Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente
 Argomenti simili
-
» quante stimolazioni?
» QUANTI TENTATIVI?
» ciao a tutte!! oggi fatto primo monitoraggio
» Al Gennet dopo quanti tentativi avete avuto il vs bambino o bimbi e cosa avete fatto?o siete in gravidanza? oppure non ci siete riuscite?
» Ho fatto la mia prima IUI

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: