Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 seconda lingua straniera scuola media

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: seconda lingua straniera scuola media   Lun Gen 12, 2015 9:41 pm

Promemoria primo messaggio :

Tra pochi giorni dovrò iscrivere mio figlio alla scuola media. Fino all'anno scorso era possibile scegliere la seconda lingua straniera tra francese, tedesco e spagnolo... in caso di esuberi si procedeva al sorteggio. Oggi vengo a sapere che la seconda lingua sarà assegnata per sorteggio, senza possibilità di scelta da parte della famiglia. E' una procedura corretta?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Gio Gen 15, 2015 12:02 am

Grazie Valerie per la risposta! Io sono d'accordo con te: la scelta della lingua, nella maggior parte dei casi, viene fatta in maniera inconsapevole... o per fare in modo di finire nella sezione dove ci sono "i professori bravi" ;). Io sono laureata in lingue (inglese e tedesco) ma non ho mai fatto alcuna pressione a mio figlio, tanto che avrebbe scelto di fare francese!
Purtroppo, nel mio caso, ci sono rapporti molto poco amichevoli tra il dirigente scolastico della primaria e quello della scuola media, quindi nessun incontro per la continuità e nessuna possibilità di dialogo tra insegnanti dei due ordini di scuola... perciò anche la formazione delle classi la vedo difficile.
Per quanto riguarda lo strumento musicale sono un po' perplessa! Spero che mi chiariscano le idee nella riunione fissata per il 30 gennaio!
Tornare in alto Andare in basso
TittiTitti76



Messaggi : 560
Data d'iscrizione : 02.12.12

MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Gio Gen 15, 2015 8:43 am

avidodinformazioni ha scritto:
E' bello studiare e fare tutto, ma non si può studiare e fare tutto; bisogna operare delle scelte....Fare una lingua straniera è fondamentale, farne due no....
Finalmente trovo qualcuno che la pensa così! oggi a scuola ci mettono a indurire l'acqua (ragazzi e prof.), fanno latino, inglese, francese, potenziamento, progetti, musica coi violini (fra poco anche l'arpa che te credi?), ma quando vanno a scrivere due frasi in italiano hai bisogno di un traduttore da extraterrestre...
...e così l'italia non fu più "nemmeno" interessata dal fenomeno della fuga dei cervelli.
Tornare in alto Andare in basso
verita



Messaggi : 149
Data d'iscrizione : 10.07.13

MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Gio Gen 15, 2015 8:59 am

fillo71 ha scritto:
verita ha scritto:
Ah, io ho vissuto quattro anni in Spagna. Se non avessi saputo lo spagnolo sarei morta di fame e di freddo all'angolo di una strada! Prova tu a parlare inglese a uno spagnolo (sono peggio di noi italiani)!

Ma che dici!!! Morire di fame!!!
io non ho mai studiato lo spagnolo, in vacanza con mio marito mi è bastato un vocabolarietto e una minigrammatica, dopo 3 giorni parlavo con il conducente autobus e il bagnino senza grandi problemi, mio marito era basito, non credeva alle sue orecchie, mi disse: non sapevo che avessi studiato anche lo spagnolo!! sai una cosa .....l'ottima conoscenza del francese e probabilmente un'inclinazione per le lingue mi sono servite molto.

Ragazzi, che poco senso dell'umorismo! Non so, io parlo per esperienza personale e profonda convinzione nel mio pensiero. Una delle mie migliori amiche vive in Germania e quando vado a trovarla mi sento in grande difficoltà anche se parlo inglese in maniera fluente, tanto che ho deciso di iscrivermi a un corso di tedesco il prima possibile, per avere almeno le basi. È chiaro che se voglio comunicare al livello "cavernicolo" mi bastano quattro parole, ma sapere una lingua vuol dire altro!
Sull'opportunità di studiare alcune materie ed eliminarne altre continuo a dissentire. Allora perchè non matematica? Tanto basta conoscere le 4 operazioni, no? (Ovviamente è ironico)
Tornare in alto Andare in basso
Hoffnung2



Messaggi : 1236
Data d'iscrizione : 16.05.14

MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Gio Gen 15, 2015 9:48 am

verita ha scritto:
fillo71 ha scritto:
verita ha scritto:
Ah, io ho vissuto quattro anni in Spagna. Se non avessi saputo lo spagnolo sarei morta di fame e di freddo all'angolo di una strada! Prova tu a parlare inglese a uno spagnolo (sono peggio di noi italiani)!

Ma che dici!!! Morire di fame!!!
io non ho mai studiato lo spagnolo, in vacanza con mio marito mi è bastato un vocabolarietto e una minigrammatica, dopo 3 giorni parlavo con il conducente autobus e il bagnino senza grandi problemi, mio marito era basito, non credeva alle sue orecchie, mi disse: non sapevo che avessi studiato anche lo spagnolo!! sai una cosa .....l'ottima conoscenza del francese e probabilmente un'inclinazione per le lingue mi sono servite molto.

Ragazzi, che poco senso dell'umorismo! Non so, io parlo per esperienza personale e profonda convinzione nel mio pensiero. Una delle mie migliori amiche vive in Germania e quando vado a trovarla mi sento in grande difficoltà anche se parlo inglese in maniera fluente, tanto che ho deciso di iscrivermi a un corso di tedesco il prima possibile, per avere almeno le basi. È chiaro che se voglio comunicare al livello "cavernicolo" mi bastano quattro parole, ma sapere una lingua vuol dire altro!
Sull'opportunità di studiare alcune materie ed eliminarne altre continuo a dissentire. Allora perchè non matematica? Tanto basta conoscere le 4 operazioni, no? (Ovviamente è ironico)

Ciao Verita, se puoi cerca un corso impostato sul metodo "Deutsch nach Englisch" (il tedesco tramite l'inglese). Ti aiuterà visto che conosci già l'inglese a livello fluente!
Buono studio di questo affascinante idioma!
Hoffnung2
Tornare in alto Andare in basso
Davide



Messaggi : 3372
Data d'iscrizione : 26.03.11

MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Gio Gen 15, 2015 1:45 pm

mad ha scritto:
Davide ha scritto:
Un conto è la teoria. Un conto è la pratica. In teoria c'è la conoscenza di lingue e popoli. Perfetto, bellissimo, tutti d'accordissimo. In pratica c'è la dura realtà: gli studenti non sanno l'inglese.

E fare 5 ore di inglese alle medie a discapito della seconda lingua comunitaria non risolve di certo il problema: chi non studia  3 ore alla settimana non studia neppure per 5, chi insegna con approcci antiquati lo fa con 3 o 5 ore.

Non è la quantità che conta, ma la qualità: dei docenti e, soprattutto e in particolar modo, dello studio degli alunni.

Scusa non seguo il tuo ragionamento. La quantità delle ore incide eccome, quello che spieghi in 3 ore non lo spieghi in 5. Il tuo ragionamento della qualità del docente e dell'alunno è generale, non è relativo al solo inglese. Come mai nei licei linguistici fanno più ore di lingua straniera? Visto che secondo te non serve fare più ore non capisco perchè alle superiori nei vari licei aumentano le ore dell'indirizzo scelto.... Mistero!
Tornare in alto Andare in basso
verita



Messaggi : 149
Data d'iscrizione : 10.07.13

MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Gio Gen 15, 2015 2:53 pm

Hoffnung2 ha scritto:
verita ha scritto:
fillo71 ha scritto:
verita ha scritto:
Ah, io ho vissuto quattro anni in Spagna. Se non avessi saputo lo spagnolo sarei morta di fame e di freddo all'angolo di una strada! Prova tu a parlare inglese a uno spagnolo (sono peggio di noi italiani)!

Ma che dici!!! Morire di fame!!!
io non ho mai studiato lo spagnolo, in vacanza con mio marito mi è bastato un vocabolarietto e una minigrammatica, dopo 3 giorni parlavo con il conducente autobus e il bagnino senza grandi problemi, mio marito era basito, non credeva alle sue orecchie, mi disse: non sapevo che avessi studiato anche lo spagnolo!! sai una cosa .....l'ottima conoscenza del francese e probabilmente un'inclinazione per le lingue mi sono servite molto.

Ragazzi, che poco senso dell'umorismo! Non so, io parlo per esperienza personale e profonda convinzione nel mio pensiero. Una delle mie migliori amiche vive in Germania e quando vado a trovarla mi sento in grande difficoltà anche se parlo inglese in maniera fluente, tanto che ho deciso di iscrivermi a un corso di tedesco il prima possibile, per avere almeno le basi. È chiaro che se voglio comunicare al livello "cavernicolo" mi bastano quattro parole, ma sapere una lingua vuol dire altro!
Sull'opportunità di studiare alcune materie ed eliminarne altre continuo a dissentire. Allora perchè non matematica? Tanto basta conoscere le 4 operazioni, no? (Ovviamente è ironico)

Ciao Verita, se puoi cerca un corso impostato sul metodo "Deutsch nach Englisch" (il tedesco tramite l'inglese). Ti aiuterà visto che conosci già l'inglese a livello fluente!
Buono studio di questo affascinante idioma!
Hoffnung2

Grazie mille!!!
Tornare in alto Andare in basso
mad



Messaggi : 1029
Data d'iscrizione : 27.08.10

MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Gio Gen 15, 2015 6:54 pm

Davide ha scritto:
mad ha scritto:
Davide ha scritto:
Un conto è la teoria. Un conto è la pratica. In teoria c'è la conoscenza di lingue e popoli. Perfetto, bellissimo, tutti d'accordissimo. In pratica c'è la dura realtà: gli studenti non sanno l'inglese.

E fare 5 ore di inglese alle medie a discapito della seconda lingua comunitaria non risolve di certo il problema: chi non studia  3 ore alla settimana non studia neppure per 5, chi insegna con approcci antiquati lo fa con 3 o 5 ore.

Non è la quantità che conta, ma la qualità: dei docenti e, soprattutto e in particolar modo, dello studio degli alunni.

Scusa non seguo il tuo ragionamento. La quantità delle ore incide eccome, quello che spieghi in 3 ore non lo spieghi in 5. Il tuo ragionamento della qualità del docente e dell'alunno è generale, non è relativo al solo inglese. Come mai nei licei linguistici fanno più ore di lingua straniera? Visto che secondo te non serve fare più ore non capisco perchè alle superiori nei vari licei aumentano le ore dell'indirizzo scelto.... Mistero!

Il mio ragionamento sulla qualità docente e alunno è generale, ovviamante. Ho dato per scontato che si capisse.

Nel mio intervento precedente non mi riferivo alle superiori o al Liceo Linguistico, ma alla scuola media e in particolar modo all'inglese potenziato. secondo me non serve fare più ore di inglese alle medie perchè, ribadisco, un ragazzino delle medie che non studia inglese per tre ore alla settimana non lo studierà neppure per cinque ore.

la cattiva conoscenza dell'inglese non è certo dovuta al fatto che si studia una seconda lingua comunitaria.


Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4611
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Gio Gen 15, 2015 6:56 pm

perla13 ha scritto:
Per quanto riguarda lo strumento musicale sono un po' perplessa! Spero che mi chiariscano le idee nella riunione fissata per il 30 gennaio!
Facci sapere!
;-)
Se non riuscissi a chiarire i tuoi dubbi durante la riunione, chiedi un appuntamento all'insegnante di pianoforte e parlane con lui.
Tornare in alto Andare in basso
Davide



Messaggi : 3372
Data d'iscrizione : 26.03.11

MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Gio Gen 15, 2015 9:04 pm

Lascio a te le tue convinzioni, che rispetto, ma non condivido assolutamente. Il discorso in sè è che l'inglese lo sanno MALE, non che non lo sanno in senso assoluto. Ecco quindi che 5 ore di didattica secondo ME (contrariamente alla tua opinione) servirebbero eccome a approfondire lo studio della lingua. Tenendo presente che su 3 ore nei periodi di verifiche (prove scritte e orali) il monte ore di didattica si riduce notevolmente. Con 5 ore i programmi ministeriali si adeguerebbero e amplierebbero di conseguenza. Poi è ovvio che non è colpa della seconda lingua, ma il discorso, ormai vecchio e fuori attualità, riguardava l'inglese potenziato al posto della seconda lingua, non si può avere tutto insieme (inglese potenziato e seconda lingua)...
Per me questo cambierebbe le cose, a costo invariato per le casse statali, mia modesta e personale opinione.
La via più equa sarebbe la libera scelta della famiglia: inglese potenziato o seconda lingua.
Anche se ormai il tema dell'inglese potenziato non è più di attualità, lasciando così permanere, fino alla prossima novità ministeriale, la poca conoscenza della lingua inglese.
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Gio Gen 15, 2015 9:17 pm

uno degli argomenti contro l'inglese potenziato è quello di dover trovare una collocazione a tutti gli insegnanti abilitati in francese
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4611
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Gio Gen 15, 2015 10:18 pm

Laura70 ha scritto:
uno degli argomenti contro l'inglese potenziato è quello di dover trovare una collocazione a tutti gli insegnanti abilitati in francese
Il problema non si pone neppure: le due lingue straniere sono obbligarorie per volere del Consiglio Europeo, non degli insegnanti...
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4611
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Gio Gen 15, 2015 10:25 pm

Davide ti devo contraddire, ma lo faccio con un esempio concreto.
Io ho cominciato a studiare inglese alle medie. In terza media ne sapevo uguale ai miei alunni di terza media odierni. Eppure loro hanno fatto molte più ore di inglese di me, visto che hanno cominciato alle elementari. Come spieghiamo il fatto che, pur facendo più ore, il livello non è migliorato?
Ti dirò di più. Nelle poche classi che conosco a inglese potenziato, i ragazzi a fine anno passano il KET, esame che sostengono anche i nostri alunni di scuola media bilingue.
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Gio Gen 15, 2015 10:43 pm

Valerie ha scritto:
Davide ti devo contraddire, ma lo faccio con un esempio concreto.
Io ho cominciato a studiare inglese alle medie. In terza media ne sapevo uguale ai miei alunni di terza media odierni. Eppure loro hanno fatto molte più ore di inglese di me, visto che hanno cominciato alle elementari. Come spieghiamo il fatto che, pur facendo più ore, il livello non è migliorato?
Ti dirò di più. Nelle poche classi che conosco a inglese potenziato, i ragazzi a fine anno passano il KET, esame che sostengono anche i nostri alunni di scuola media bilingue.

bah... in un anno di medie (ca. 9 mesi) si fa di più che in 5 anni di elementari, anzi alla fine della prima media si arriva al present continuous dunque sanno descrivere azioni in corso di svolgimento che alle elementari non hann o mai imparato, come anche la maggior parte non ha imparato a descrivere la giornata tipo o azioni abituali (in alcuni casi sì, ma non tutti).

Alle medie io avevo fatto strutture grammaticali che non abbiamo fatto nei due anni delle superiori perchè forse non c'era tempo (poi dovevamo cominciare con la letteratura) tipo: I should have, i verbi di percezione, le question tags. Anche io ho iniziato alle medie
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Ven Gen 16, 2015 3:03 pm

Laura70 ha scritto:
uno degli argomenti contro l'inglese potenziato è quello di dover trovare una collocazione a tutti gli insegnanti abilitati in francese
Se sanno l'inglese li si abilita d'ufficio e li si manda ad insegnare inglese.
Se non sanno l'inglese gli si chiede "perchè non sai l'inglese visto che conoscere tante lingue è una cosa bellissima che aiuta la comunicazione e la comprensione tra i popoli ?"
Licenziarli no, ma assumerli neanche cazzo !
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Ven Gen 16, 2015 3:10 pm

Valerie ha scritto:
Davide ti devo contraddire, ma lo faccio con un esempio concreto.
Io ho cominciato a studiare inglese alle medie. In terza media ne sapevo uguale ai miei alunni di terza media odierni. Eppure loro hanno fatto molte più ore di inglese di me, visto che hanno cominciato alle elementari. Come spieghiamo il fatto che, pur facendo più ore, il livello non è migliorato?
Ti dirò di più. Nelle poche classi che conosco a inglese potenziato, i ragazzi a fine anno passano il KET, esame che sostengono anche i nostri alunni di scuola media bilingue.
Perchè io ho fatto 2 anni di fisica al tecnico industriale e 2 esami di fisica all'università (ingegneria) e sono stato ammesso a frequentare il TFA di fisica al posto di giovani laureati in fisica che precedentemente avevano fatto fisica al liceo ?

Perchè quando abbiamo studiato noi la scuola era decente, ora fa schifo.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4611
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Sab Gen 17, 2015 12:00 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Laura70 ha scritto:
uno degli argomenti contro l'inglese potenziato è quello di dover trovare una collocazione a tutti gli insegnanti abilitati in francese
Se sanno l'inglese li si abilita d'ufficio e li si manda ad insegnare inglese.
Se non sanno l'inglese gli si chiede "perchè non sai l'inglese visto che conoscere tante lingue è una cosa bellissima che aiuta la comunicazione e la comprensione tra i popoli ?"
Licenziarli no, ma assumerli neanche cazzo !
Sono d'accordo con il 'riciclo' degli insegnanti. Io sono disponibile a riciclarmi per altre lingue o altri ordini di scuola se serve. Come me tanti altri insegnanti lo farebbero.
Ma non è questo il problema.
Il fatto è che questa argomentazione non ha senso. L'inglese potenziato non si fa solo perché contrario alle politiche linguistiche del CE!!!!
Inoltre altri paesi fanno lo stesso numero di ore che facciamo noi, ma l'inglese lo imparano!
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Sab Gen 17, 2015 12:24 pm

Valerie ha scritto:
Inoltre altri paesi fanno lo stesso numero di ore che facciamo noi, ma l'inglese lo imparano!
Lì saranno più seri; si sa che le mamme italiane sono diverse dalle altre; le altre buttano i figli fuori di casa a 18 anni, le nostre vanno dai professori di quinta e chiedono perchè il loro bambino di 22 anni ha preso 5 visto che ha studiato tanto.

La scuola italiana fa schifo perchè è costretta a rendere conto del proprio operato a genitori che fanno schifo.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6181
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Sab Gen 17, 2015 3:13 pm

Hoffnung2 ha scritto:
fillo71 ha scritto:
tedescooooo? e perchè  mai? in quale ambito lavorativo se ne trova ormai riscontro? qualche anno fa alla nascita dell'Europa Unita si pensava così ma poi non ci sono stati riscontri i Italia. se si va a lavorare alla deutchbank, nelle grandi città in Germania parlano tutti l'inglese anche i conducenti di autobus. Il nostro partner maggiore in Europa è la Francia come l'Italia lo è dell Francia. Tuttavia la lingua che prenderà piede tra qualche anno sarà il russo....arrivano i nuovi ricchi d'Europa! non ve ne siete accorti? sulla riviera romagnola e nelle città turistiche della maremma ecc... la conoscenza del russo è molto richiesta dai receptionist degli alberghi e dalle commesse nelle gioiellerie e boutique di alta moda.

Spero sia solo una provocazione e non un'idea radicata.
In azienda il tedesco è richiestissimo, oltre ad essere parlata da 100 milioni di persone in Europa come madrelingua, essere lingua di lavoro UE e lingua del turismo e dell'economia (l'Italia è il primo partner commerciale dellla Germania). Devo continuare?

E comunque, non capisco proprio perché mai si dovrebbe eliminare completamente dalle offerte formative pubbliche lo studio di una certa lingua, solo perché "è poco richiesta nelle aziende".

Specialmente se si sta parlando delle medie inferiori, dove a 11 anni non è che si facciano scelte immediatissime in funzione del lavoro che si farà dopo almeno altri 10 anni, e dove mi aspetterei che fosse ancora privilegiata una visione della cultura generale più formativa, piuttosto che direttamente mirata al vantaggio economico. E non mi si venga a raccontare che DUE ore alla settimana di una "seconda" lingua straniera fatta alle medie siano così rilevanti in termini di carriere lavorative successive... tanto, poi, alle superiori, nella stragrande maggioranza dei casi, la seconda lingua la perderanno, continuando a fare solo inglese, tranne quelli che, per scelta personale, andranno a fare il liceo linguistico o le scuole tecniche e professionali per operatori del turismo.

Ma se si pensa che due ore alla settimana di seconda lingua alle medie debbano servire "a trovare lavoro", stiamo freschi...

Io davo per scontato che servisse ad allargarsi gli orizzonti, a stimolare curiosità culturali, e a maturare una maggiore elasticità mentale verso la PLURALITA' delle comunicazioni in quel momento della crescita... non certo a "trovare lavoro" 10 o 20 anni dopo.

In tale ottica, a me starebbe benissimo anche se i miei figli, provvisoriamente, si beccassero un'infarinatura di turco, di arabo o di swahili, che di sicuro male non fa.

MAGARI avessi avuto l'opportunità di studiare un po' di tedesco a 11 anni, anche se poi "non sarebbe stato richiesto dalle aziende".

Mia figlia, per esempio, avrebbe voluto farlo, ma la scuola media dove andrà l'anno prossimo l'ha eliminato del tutto, perché c'erano troppe poche richieste.

E non è che ci siano poche richieste perché il tedesco è considerato "inutile" (perché, da questo punto di vista, il francese è messo pure peggio, la stragrande maggioranza della gente lo considera inutile lo stesso, e sa benissimo che si tratta di sopportarlo solo per due o tre anni per poi dimenticarsi tutto di nuovo), ma solo perché è considerato "difficile", il che è ben diverso.

Ossia, la maggioranza delle famiglie pensa effettivamente che la seconda lingua alle medie sia del tutto inutile, ma siccome bisogna farla, allora tanto vale sceglierne una "facile", in cui si prendono voti alti studiando il meno possibile, e che almeno alza la media rispetto alle altre materie.

Da cui, la corsa frenetica alla preferenza per lo spagnolo (perché si pensa che un madrelingua italiano possa impararlo in automatico senza studiare nulla, e semplicemente orecchiando qualche canzoncina)... ma se proprio non tutti possono fare spagnolo, almeno il francese, ma il tedesco proprio no, perché è difficile!

Che tristezza.

E non lo dico da poliglotta automatica, purtroppo... anzi lo dico da frustrata-e-imbranata-con-le-lingue, che se la cava con l'inglese ma solo con quello, e che avrebbe preferito di gran lunga essere esposta a più suoni e più grammatiche diverse in età giovanile!
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Sab Gen 17, 2015 3:46 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Io davo per scontato che servisse ad allargarsi gli orizzonti, a stimolare curiosità culturali, e a maturare una maggiore elasticità mentale verso la PLURALITA' delle comunicazioni in quel momento della crescita...
OK, allarghiamo gli orizzonti culturali, facciamolo con una lingua decisamente diversa, nelle strutture e nell'uso; che ne dici del C++ ? Fortran ? Java ?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6181
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Sab Gen 17, 2015 4:05 pm

Anche, perché no?

Solo che la maggioranza delle famiglie protesterebbe perché è troppo difficile e c'è troppa matematica.

Mentre la scelta dello spagnolo invece del tedesco è dettata proprio dalla necessità di ritagliarsi una nicchia di materie in cui (si pensa che) sia garantito un voto alto senza fatica, proprio per compensare il fatto che altre materie, tra cui la matematica, sono troppo difficili...
Tornare in alto Andare in basso
Online
xyz



Messaggi : 324
Data d'iscrizione : 17.07.14

MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Sab Gen 17, 2015 6:40 pm

avidodinformazioni ha scritto:
.

La scuola italiana fa schifo perchè è costretta a rendere conto del proprio operato a genitori che fanno schifo.


Epica cit. da chilo.
Sottoscrivo.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Sab Gen 17, 2015 8:36 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Specialmente se si sta parlando delle medie inferiori, dove a 11 anni non è che si facciano scelte immediatissime in funzione del lavoro che si farà dopo almeno altri 10 anni, e dove mi aspetterei che fosse ancora privilegiata una visione della cultura generale più formativa, piuttosto che direttamente mirata al vantaggio economico. E non mi si venga a raccontare che DUE ore alla settimana di una "seconda" lingua straniera fatta alle medie siano così rilevanti in termini di carriere lavorative successive...
Già. Quest'ottica "utilitaria" sarebbe comica se non fosse triste: perché lo studio di una lingua possa avere delle ramificazioni significative per tutta la vita del discente - e perfino "indirizzarla", sul piano professionale, verso mete particolari - bisogna saperla a livelli post-scolastici. Pure l'inglese.

Gli obiettivi nell'apprendimento di una lingua straniera a scuola sono altri.
Si propone lo studio di quelle lingue che sono storicamente e culturalmente rilevanti (e comunque abbastanza diffuse da poter trarne qualche vantaggio pratico, ma questo non è mai il motivo principale) per poterle inquadrare in una prospettiva di una cultura generale che si forma alle medie (e alle superiori).

Chi abbisogna di una lingua specifica ad uso specifico nel suo contesto professionale la imparerà così come si imparano un sacco di cose di cui si ha bisogno. Non è un dramma se la lingua studiata per tre anni alle medie non coincide con una lingua di cui si avrà bisogno nel contesto professionale - talvolta accade anche questo e si ha un headstart, altre volte si è COMUNQUE avvantaggiati per aver studiato un'altra lingua e per aver generalizzato così un po' di meccanismo astratto attraverso il quale si assimila una lingua, quale che essa sia. Non è tempo sprecato.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Sab Gen 17, 2015 11:01 pm

Chocolate ha scritto:
si è COMUNQUE avvantaggiati per aver studiato un'altra lingua e per aver generalizzato così un po' di meccanismo astratto attraverso il quale si assimila una lingua, quale che essa sia. Non è tempo sprecato.
Chi affermasse che studiare una seconda lingua è inutile direbbe una grande fesseria, ma mi pare che qui nessuno osi tanto.
Il punto è un altro: tra le innumerevoli cose belle ed utili da studiare alle medie, la seconda lingua è prioritaria ? Lo è tanto da poter decidere di studiare quella e non le altre cose ?

Valerie ha detto che si deve fare "perchè ce lo chiede l'Europa"; se è così chino il capo, l'ho chinato per numerose altre ingiustizie, lo farò anche per questa.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6181
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Sab Gen 17, 2015 11:33 pm

Avido, scusa se insisto, ma a me pare che tu parli da persona che non ha MAI avuto occasione di essere esposta a una visione delle lingue come normali veicoli spontanei di comunicazione, e che quindi le vede solo come "materie da studiare", o al massimo come "strumenti pratici per ottenere qualcosa".

PURTROPPO anch'io ho avuto una storia del genere (come del resto quasi tutti gli italiani della nostra generazione), ma appunto non è che me ne vanti, o che la rivendichi come ovvia e normale... ma al contrario, sono inq*zzata nera per questo, mi mordo le dita dalla rabbia, e la vvo come una straordinaria occasione perduta che non può più tornare!

Mi sarebbe piaciuto tanto, ma tanto, essere esposta a più lingue in maniera più spontanea in età giovanile, ANCHE se fossero state lingue che dal punto di vista utilitaristico "non servono a niente", o di cui "si impara troppo poco" e che quindi non si avrà la possibilità di utilizzare veramente bene a lungo termine.

Le persone che hanno avuto questa fortuna, hanno poi, in età adulta, una facilità ESTREMA ad ambientarsi immediatamente in qualsiasi contesto linguistico, a capire i fondamenti della comunicazione anche in una lingua che conoscono pochissimo, e io devo ammettere di provare un'invidia spropositata per loro. Per favore, usciamo da questa dicotomia ridicola secondo cui una certa lingua "o la si sa o non la si sa". Nessuna lingua si sa al 100%, nemmeno la propria lingua madre... ma una lingua si può anche non saperla, o saperne pochissime parole, ma riuscire a entrare con naturalezza nel flusso dei suoi suoni e delle sue strutture, SE si è avuta un'infarinatura decente sul FUNZIONAMENTO di una lingua, e non solo sulla sua grammatica o sul suo vocabolario.

Ma q*zzarola, mio figlio, a sette anni, è appassionato di pompieri e di mezzi di soccorso, e chiede in continuazione a noi genitori di scaricargli da youtube documentari e filmati sui pompieri... e gli vanno benissimo documentari in TUTTE le lingue, anche quelle di cui non sa nulla! Gli abbiamo tirato giù una serie impressionante di materiale in tedesco (perché il mondo germanico ha una tradizione fortissima di protezione civile volontaria, per cui di quei filmati e documentari promozionali messi su dalle associazioni di volontariato se ne trovano a migliaia), e ultimamente li abbiamo scoperti anche in qualche lingua slava.

L'unica cosa che il pargolo sa dire o che sa leggere in quei video è "freiwillige feuerwehr", oppure "dobrovolny vatrogasci" (che vogliono dire semplicemente "vigili del fuoco volontari" in tedesco e in serbo), ma intanto li guarda, li ascolta, li segue, perché l'argomento gli interessa tanto, e alla lunga  ci capisce molto di più di quello che pensiamo noi adulti, anche se della grammatica di quelle lingue non ne sa un tubo di niente.

Io alla sua età, guardando un filmato su un argomento che mi piaceva e che conoscevo abbastanza bene, ma in una lingua diversa dalla mia, per il tipo di impostazione che avevo ricevuto, mi sarei limitata a piagnucolare "che noia, non ci capisco niente" e avrei rinunciato in partenza. Per mio figlio invece è assolutamente naturale guardarseli, e ogni tanto annunciare soddisfattissimo che ha finalmente capito il significato di un suono in più che prima non capiva...

Mio figlio, non dico che con quei filmati impari il tedesco o il serbo ADESSO... ma se un giorno (magari tra 10 o 20 anni, quando dei filmati dei pompieri non gliene fregherà più niente da un pezzo) dovesse venirgli voglia di studiarsele davvero, quelle lingue, partirà già da uno schema di suoni familiari e da una spontaneità mentale che io mi sogno!

E questo è un bene di per sé, non certo perché "ce lo chiede l'Europa" o perché "con le lingue straniere si trova lavoro".

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: seconda lingua straniera scuola media   Dom Gen 18, 2015 1:19 am

avidodinformazioni ha scritto:
Il punto è un altro: tra le innumerevoli cose belle ed utili da studiare alle medie, la seconda lingua è prioritaria ? Lo è tanto da poter decidere di studiare quella e non le altre cose ?
E' prioritaria in quanto divenuta standard in tutto il mondo.

Visto che ti interessi all'ottica utilitaria, sicuramente conoscerai la differenza tra competitive advantage e competitive necessity.
La seconda lingua straniera, tempo fa, era una marcia in più. Una specie di arricchimento, anche dal punto di vista accademico; un optional bello e utile, ma sempre un optional - tranne in pochi contesti specifici, non si percepiva una mancanza se non l'avevi.
Ora, questa "marcia in più" si è generalizzata al punto di diventare standard in tutto il mondo. Che gli alunni studino l'inglese, qual che sia la loro lingua madre, e che ci raggiungano un certo livello, ormai viene dato per scontato - e tra gli adulti c'è pure chi non lo cita più nel proprio CV; quello che ci interessa, oggi, è che altra lingua si conosce (e a che livello), oltre la propria e l'inglese. Il competitive advantage di una volta è diventato competitive necessity dei nostri tempi. Si percepisce la mancanza, anche accademica e culturale, se qualcuno non conosce le basi di un'altra lingua, se non ha modo di accedere (sia anche superficialmente) a un'altra cultura.

Figuriamoci che la seconda, terza ecc. lingua straniera si è sempre studiata, anche in Italia.
Però non tutti, perché non faceva parte dello standard di istruzione per tutti. Era piuttosto (ma non sempre) una cosa da privilegiati. Come qualsiasi marcia in più, tipo la musica, o la danza classica, o altre cose "belle e potenzialmente utili" ma che semplicemente non erano mainstream.

Ora, praticamente TUTTO IL MONDO prevede lo studio, almeno di qualche anno, di una seconda lingua straniera per TUTTI i ragazzi, durante il ciclo obbligatorio. Può non piacerti la cosa. Puoi dire che avresti preferito che si fosse "generalizzato" lo studio di pittura. Resta il fatto però che in tutto il mondo un "pacchetto standard" di ogni bambino a scuola prevede lo studio di almeno una lingua oltre l'inglese.
PRIVARE gli alunni italiani, intenzionalmente, di ciò che è STANDARD in praticamente tutto il mondo non sarebbe una gran bella cosa. Né lo sarebbe lasciare la decisione ai loro genitori - la più parte di cui eliminerebbe quest'opportunità se non alza la media - o ai DS, tra cui c'è magari chi, al posto di una seconda lingua, deciderebbe di offrire un approfondimento di basket per avere un'offerta didattica più attraente. E così i ragazzi italiani sarebbero, en masse, privati di qualcosa che non è EXTRA, ma STANDARD, in quasi tutto il mondo.

Non tutti però. Gli stessi intelligenti-ricchi-privilegiati continuerebbero tranquillamente a iscrivere i loro figli ai corsi della seconda, terza, pure quarta lingua straniera, a pagare le ripetizioni private, a mandarli alle vacanze studio e così via, come si è sempre fatto. E' il ragazzo medio che, eliminato dal suo pacchetto qualcosa che è ormai standard globale dei suoi tempi, avrà sempre più difficoltà a sviluppare, da adulto, le competenze che non ha sviluppato da bambino (compresa la capacità generalizzata di imparare una lingua che si sviluppa imparando più lingue diverse).

Non è nell'interesse strategico dell'Italia lasciar che questo accada, che l'Europa "ce lo chieda" o no. Si deve tentare di formare un pacchetto standard che rispetti la tradizione nazionale (l'impianto umanistico, il latino ove previsto ecc.), ma che NON prescinda dai nuovi-vecchi saperi divenuti standard (e ora lo sono anche i fondamenti di una seconda lingua straniera e l'informatica di base).
Tornare in alto Andare in basso
 
seconda lingua straniera scuola media
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 7Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
 Argomenti simili
-
» Tutela cattedra di seconda lingua
» programma italiano scuola media
» insegnare una lingua straniera al bimbo
» METODI PER INSEGNARE GEOGRAFIA NELLE SCUOLE MEDIE
» Alzheimer, parlare 2 lingue fa bene

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: