Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 I docenti possono morire

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 15757
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: I docenti possono morire   Mer Gen 14, 2015 9:50 pm

Promemoria primo messaggio :

http://www.orizzontescuola.it/news/educazione-ambientale-obbligatoria-dalla-materna-alle-superiori

" costruire azioni efficaci nel ridurre i rischi indoor negli ambienti scolastici e garantire il benessere degli studenti, "

Gli studenti se li bocciamo un po' di volte stanno a scuola meno di 20 anni, noi docenti anche 45 (+20); di loro si preoccupano e di noi no.

MA VAFFANCULO !!!!!!
Tornare in alto Andare in basso
Online

AutoreMessaggio
mac67



Messaggi : 4687
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: I docenti possono morire   Ven Gen 16, 2015 6:23 pm

Ire ha scritto:
Se la scuola, in orario extrascolastico proponesse un corso per fare la denuncia dei redditi a cura o di un docente in grado di farlo o di un qualche genitore commercialista disponibile a dedicare un po' di tempo a questo, che cosa ci sarebbe di male, avido?

Se in orario extrascolastico ci fosse un corso di ballo?

Per quanto riguarda il kamasutra, potresti limitarti all'uso della LIM, però non potresti farlo solo alle studentesse, sarebbe discriminazione.

La scuola deve insegnare, voi dovete portare avanti un percorso per consentire agli studenti di ottenere un certo diploma - 25/36 ore settimanali, se nelle restanti ore la scuola insegna altro a cura di chi possa farlo è un modo economico di utilizzare spazi e risorse.  

Fosse questione di utilizzo razionale di spazi, nulla da obiettare. Il punto è che ci rifilano tutte queste cose per risparmiare, perché ci pagano (se ci pagano) molto meno di quanto pagherebbero chiunque altro per fare le stesse cose. Non ci lamentiamo del principio, ma della modalità di applicazione scelta.
Tornare in alto Andare in basso
Online
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: I docenti possono morire   Ven Gen 16, 2015 6:40 pm

Ire, beata te.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8313
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: I docenti possono morire   Ven Gen 16, 2015 6:44 pm

No, mi dispiace, ufo polemico.

non beata me ma peggio per chi si assoggetta. Io non lo faccio e non l'ho mai fatto, e ormai ho una età in cui situazioni ne ho vissute parecchie, caro ufo.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: I docenti possono morire   Ven Gen 16, 2015 6:59 pm

Ire ha scritto:
il volontariato imposto funziona fino a quando il coscritto volontario accetta di farsi coscrivere.
Evidentemente tutto quello che leggi (ammesso che lo legga) in questo forum, per te non fa testo. Non fa testo l'insieme quotidiano di esperienze che parlano di coercizioni, ricatti, mobbing e cazzate varie, spesso sparate anche dal ministri e politicanti vari. Ci sono circolari che impongono obblighi alle istituzioni scolastiche, obblighi che il dirigente scolastico è tenuto a rispettare e tali obblighi si scaricano sui sottoposti con ordini di servizio e sotterfugi vari, anche ricorrendo a sanzioni. In barba a tutto quello che c'è scritto nei contratti.
Poi è vero che alle imposizioni ci si può opporre, che alle procedure ci si può opporre per via amministrativa o per via legale, ma questo richiede un costo. Un costo che non è compensato dal beneficio. Per cui spesso si preferisce far buon viso a cattiva sorte e soggiacere alle vessazioni.
Puoi anche ribattere che i propri diritti si difendono, ma a quel punto ti risponderei che è facile fare il gay col culo degli altri.
Tu in questo mondo non ci sei, lo conosci solo di riflesso, perciò le tue sono parole parole parole. Senza cognizione di causa.

Citazione :
Per quanto riguarda il patentino a Bologna, nelle scuole statali almeno, il corso era tenuto da un esterno durante il suo lavoro.
Ripeto, questo mondo lo conosci solo di riflesso e spesso e volentieri parli senza sufficiente cognizione di causa. Il corso per il patentino era tenuto sempre da un esterno, ma con il supporto logistico e organizzativo a totale carico dell'istituzione scolastica. La quale doveva individuare, fra il corpo docente, un pirla di turno referente che doveva occuparsi della procedura amministrativa per l'esame, dei contatti con stazioni CC e vigili urbani, delle domande, della documentazione, della benzina per gli spostamenti fuori programma, ecc. Il tutto, come si è detto, a gratis o, nella migliore delle ipotesi, con l'elemosina di poche decine di euro dal fondo d'istituto, per una serie di rogne e incombenze che, a conti fatti, sono meno remunerative della tradizionale pulizia delle scale di un condominio.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8313
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: I docenti possono morire   Ven Gen 16, 2015 7:11 pm

Citazione :
Poi è vero che alle imposizioni ci si può opporre, che alle procedure ci si può opporre per via amministrativa o per via legale, ma questo richiede un costo. Un costo che non è compensato dal beneficio. Per cui spesso si preferisce far buon viso a cattiva sorte e soggiacere alle vessazioni.
Puoi anche ribattere che i propri diritti si difendono, ma a quel punto ti risponderei che è facile fare il gay col culo degli altri.
Tu in questo mondo non ci sei, lo conosci solo di riflesso, perciò le tue sono parole parole parole. Senza cognizione di causa.


Ogni tanto te ne esci con queste stronzate, gian, stronzate sulla mia vita e su quello che so o faccio.

Tu non sai quello che vivo, quante e se io abbia cause in atto contro qualcuno per difendere i miei diritti o se io faccia invece il gay con il culo vostro.

Non sono mie le parole parole parole.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: I docenti possono morire   Ven Gen 16, 2015 7:23 pm

Ire ha scritto:
Ogni tanto te ne esci con queste stronzate, gian, stronzate sulla mia vita e su quello che so o faccio.

Tu non sai quello che vivo, quante e se io abbia cause in atto contro qualcuno per difendere i miei diritti  o se io faccia invece il gay con il culo vostro.

Non sono mie le parole parole parole.  
Chi di stronzata ferisce di stronzata perisce.
Io non so cosa fai nella tua vita, non entro e non sono mai entrato nel merito, ma nel momento in cui intervieni e sentenzi in merito al nostro lavoro aspettati la stronzata.
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: I docenti possono morire   Ven Gen 16, 2015 7:58 pm

bboni....
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8313
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: I docenti possono morire   Ven Gen 16, 2015 8:14 pm

non sentenzio in merito al vostro lavoro. Mai fatto.

Casomai critico e mi rammarico, perchè ci rimetto anche io, quando in nome del "è costoso, non sai cosa può succedere, i colleghi sono lecchini, il dirigente fa...:" qualcuno permette ad altri di calpestare i propri diritti.

Ci rimetto anche io perchè permettendo a queste persone di prevericare gli altri continueranno a farlo e un giorno potrebbero provarci anche con me, o con i miei figli o con i figli dei miei figli o con il mio vicino di casa cui voglio bene o anche con uno che non conosco ma che, per vivere bene, deve stare bene.

E se si sta bene, si sta bene tutti.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: I docenti possono morire   Ven Gen 16, 2015 8:56 pm

Ire ha scritto:
non sentenzio ... [cut] ... E se si sta bene, si sta bene tutti.

Allora, vediamo di fare qualche citazione:

Citazione :
Se la scuola, in orario extrascolastico proponesse un corso per fare la denuncia dei redditi a cura o di un docente in grado di farlo o di un qualche genitore commercialista disponibile a dedicare un po' di tempo a questo, che cosa ci sarebbe di male, avido?
Se in orario extrascolastico ci fosse un corso di ballo?
[omissis]
se nelle restanti ore la scuola insegna altro a cura di chi possa farlo è un modo economico di utilizzare spazi e risorse.
La scuola può proporre (o è tenuta a fare) corsi di vattelapesca a due condizioni:
1) che ci sia un finanziamento specifico che preveda anche un compenso per le persone impiegate. Anche se molto spesso con il finanziamento si riesce giusto a coprire la spesa relativa a materiali e strumenti.
2) che si faccia a gratis
Qualsiasi progetto che richieda l'intervento di un esperto esterno, per le corbellerie burocratiche che impone l'offerta formativa, richiede il supporto logistico e organizzativo di un docente referente. Anche semplicemente fare atto di presenza. Questo implica, per il docente chiamato a fare da referente, un costo: un costo in termini di tempo, perché quelle ore fatte in più non te le paga nessuno; in termini di danaro, perché per recarti a scuola oltre l'orario di servizio devi usare l'auto, metterci il carburante e via dicendo, perché per fare anche una semplice telefonata, spesso, devi prendere il cellulare personale perché magari devi muovere mari e monti o fare anticamera per tre quarti d'ora per usare il telefono "aziendale". Tutto questo è lavoro sporco. Lavoro sporco e moneta sporca messi sul piatto dai soliti insegnanti, quelli che mettono la pezza mancante nei cosiddetti "progetti a costo zero". Ma di tutto questo non si parla mai.
Aggiungiamo anche un altro aspetto, di cui non si parla mai. Queste attività richiedono sempre la presenza e il lavoro aggiuntivo di un collaboratore scolastico. Prestazioni che spesso sono prestate in modo del tutto gratuito, perché di compensi straordinari non se ne parla neppure. E quando le scuole possono permettersi le turnazioni (non sempre è possibile, ci sono plessi che hanno l'organico ATA ridotto all'osso, talvolta anche ad una sola persona), in ogni caso queste prestazioni sono fornite a scapito di lavoro in più che si scarica sui collaboratori che restano al turno antimeridiano (e non tiriamo in ballo i cruciverba, per cortesia, perché ci sono collaboratori che si fanno il mazzo a quattro).

Pertanto, il tuo è un modo economico di utilizzare spazi e risorse è del tutto gratuito e irrispettoso perché non tiene conto di cosa implichi quel cosiddetto "economico". Che lo faccia senza cognizione di causa è un conto, che lo faccia mentendo sapendo di mentire è un altro: nel primo caso aspettati la puntualizzazione, ma evita di menare il can per l'aia quando ti fanno notare certi aspetti; nel secondo caso aspettati la cosiddetta stronzata ;-)

Citazione :
non beata me ma peggio per chi si assoggetta. Io non lo faccio e non l'ho mai fatto, e ormai ho una età in cui situazioni ne ho vissute parecchie
Ecco, qui arrivi addirittura ad essere offensiva. Offensiva perché spesso, nel mondo della scuola, non assoggettarsi significa essere costretti a trasferirsi per incompatibilità, perdere la possibilità di ottenere supplenze e, quindi, di lavorare (e far saltare una supplenza è un gioco da ragazzi nel meccanismo perverso delle nomine), essere soggetti a mobbing e vessazioni, ecc. Fino alle ciliegine sulla torta, ovvero le sanzioni disciplinari applicate a scopo di ritorsione al primo errore commesso in buona fede. Che ne sai di tutto questo? niente, assolutamente niente. Però sentenzi, perché la tua affermazione non è altro che una sentenza nei confronti di chi non ha il potere o la forza di "non assoggettarsi".

Quando si interviene in un contesto di confronto dialettico è opportuno ponderare l'espressione delle proprie opinioni. Se il mio interlocutore mi dice che sparo cazzate e mi dice perché sparo cazzate, ne prendo atto e, se è il caso, chiedo anche scusa per l'equivoco. Di certo non mi offendo. Se invece voglio restare sulle mie posizioni arrampicandomi sui vetri, beh, chi legge può farsi la sua idea. Spero di essere stato chiaro.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6109
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: I docenti possono morire   Ven Gen 16, 2015 9:04 pm

gian ha scritto:
Il corso per il patentino era tenuto sempre da un esterno, ma con il supporto logistico e organizzativo a totale carico dell'istituzione scolastica. La quale doveva individuare, fra il corpo docente, un pirla di turno referente che doveva occuparsi della procedura amministrativa per l'esame, dei contatti con stazioni CC e vigili urbani, delle domande, della documentazione, della benzina per gli spostamenti fuori programma, ecc. Il tutto, come si è detto, a gratis o, nella migliore delle ipotesi, con l'elemosina di poche decine di euro dal fondo d'istituto, per una serie di rogne e incombenze che, a conti fatti, sono meno remunerative della tradizionale pulizia delle scale di un condominio.

Senza contare una pura e semplice questione di principio: PER QUALE MOTIVO dovrebbe spettare alla scuola pubblica farsi carico (impiegando risorse pubbliche) di rendere a tutti più facile, più economico, più comodo e più precoce il raggiungimento di massa del patentino, che dovrebbe essere una scelta assolutamente privata, che riguarda decisioni private, spese private e uso di mezzi privati? Se un ragazzo sceglie di voler guidare un motorino, e se la sua famiglia sceglie di comprarglielo, è una faccenda privata di quella famiglia, non una questione di diritti sociali: che lo mandino in una normalissima scuola guida, come abbiamo sempre fatto tutti, e sono cavoli personali loro, non della pubblica istruzione.

Evidentemente se le famiglie mandavano i figli al corso del patentino "della scuola" invece che alla scuola guida comune, era perchè in tal modo costava meno; siccome i corsi erano sempre tenuti da privati, e dagli stessi privati che lavorano anche nelle scuole guida, come si spiega che costasse meno?  E ci credo: costava meno perché scaricava una parte dei costi sulla scuola pubblica (che contemporaneamente veniva massacrata di tagli di servizi essenziali, con la scusa che "non c'erano più i soldi"), avvantaggiando i guadagni di soggetti privati, del tutto estranei al mondo della scuola e agli scopi istitutivi della scuola. E ovviamente non parlo solo degli istruttori di guida, che sono l'ultimo anello della catena, ma di tutto l'immenso mondo economico che ha interesse che si vendano più motorini, più carburante, più attrezzature, e che i ragazzini diventino consumatori autonomi sempre più precocemente, avendo maggiore accesso a spese e divertimenti costosi vari.

E ripeto, PERCHE' favorire questi interessi dovrebbe essere compito della scuola?

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15757
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: I docenti possono morire   Ven Gen 16, 2015 9:21 pm

Visto che spesso il patentino porta la gente in ospedale, perchè non è l'ospedale, con medici ed infermieri a gestire un corso di guida sicura ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
mac67



Messaggi : 4687
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: I docenti possono morire   Ven Gen 16, 2015 9:38 pm

Ire ha scritto:

Casomai critico e mi rammarico, perchè ci rimetto anche io, quando in nome del "è costoso, non sai cosa può succedere, i colleghi sono lecchini, il dirigente fa...:" qualcuno permette ad altri di calpestare i propri diritti.

Continui a volere ignorare un fatto: il nostro datore di lavoro è lo Stato, il quale può fare e disfare a proprio piacimento. Come esempio, ti porto il nostro contratto di lavoro (mi risulta che i contratti abbiano valore legale e comportino degli obblighi per entrambe le parti) che il governo può ridurre a carta straccia, unilateralmente, con una legge, come ha fatto per gli scatti di anzianità e come tentano continuamente di fare con l'orario di lavoro. E il contratto è scaduto da diversi anni e di rinnovo nemmeno l'ombra.

Per cui, quando lo Stato dice: le scuole si occupano dei patentini, ma non gli dà un soldo in più per questo, da chi devi fare valere i tuoi diritti calpestati? Andiamo a Forum dalla Palombelli? Al Tribunale dell'Aia? Ci rivolgiamo allo studio legale "Ire & Co"?

Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: I docenti possono morire   Ven Gen 16, 2015 10:00 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
E ripeto, PERCHE' favorire questi interessi dovrebbe essere compito della scuola?
Perché lo decide il politicante lobbizzato pardòn, volevo dire il legislatore nell'interesse della collettività  ;-)
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8313
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: I docenti possono morire   Sab Gen 17, 2015 10:13 am

Citazione :
Per cui, quando lo Stato dice: le scuole si occupano dei patentini, ma non gli dà un soldo in più per questo, da chi devi fare valere i tuoi diritti calpestati? Andiamo a Forum dalla Palombelli? Al Tribunale dell'Aia? Ci rivolgiamo allo studio legale "Ire & Co"?


semplicemente il docente chiamato ad incaricarsi volontariamente di questo, se non ritiene che il suo tempo extra venga pagato congruamente, si rifiuta di occuparsene.

Il dirigente si incazza? cerchèrà qualcun altro che abbia voglia di due soldini in più per quanto minimi.
Non troverà nessuno? meglio così. Si assumerà la responsabilità di dichiararlo e denunciare lo Stato.

Inutile lamentarsi delle cose che vanno male quando si è conniventi.

Lo Stato è il vostro datore di lavoro, vero, ma lo Stato siete voi e noi e se chinate la testa evidentemente vi va bene lamentarvi sul forum di orizzonte scuola.

Poi che le cose non siano semplici, sono d'accordo, ma sicuramente non si semplificano a non fare nulla.

Ieri ho letto, e smesso di intervenire per pena, una discussione che mi ha sconvolta, quella sui ragazzi che chiedono di essere spostati da una classe all'altra.
Ciò che racconta la vostra collega è emblematico e raccapricciante non in merito a quello che succede, si sa che ogni giorno c'è qualcuno che ci prova, ma in merito a quanto si pensi che di certe cose se ne debbano occupare gli altri.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
L'ALTRO POLO



Messaggi : 4200
Data d'iscrizione : 24.01.14

MessaggioOggetto: Re: I docenti possono morire   Sab Gen 17, 2015 10:33 am

Voglio morire per qualcosa di più apocalittico
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: I docenti possono morire   Sab Gen 17, 2015 10:47 am

Prima di approdare a scuola ho girato molti posti di lavoro. Ne ho girati molti proprio perché, come dice Ire, ho detto di NO ad alcune richieste che mi erano state più o meno esplicitamente poste, o perché c'era qualcuno che era sempre pronto a dire di SI'. Ho perso più di qualcosa in termini di carriera e di stipendio.

Non sempre si è nelle condizioni di dire NO: io oggi non lo sono, tanto che mi adeguo a fare cose nelle quali non credo minimamente, come riempire la bacheca dei professori sul sito della scuola di centinaia di iniziative extradidattiche che nel loro complesso a me paiono, per usare un francesismo, grandissime minchiate.

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: I docenti possono morire   Sab Gen 17, 2015 2:53 pm

Ire ha scritto:
Citazione :
Per cui, quando lo Stato dice: le scuole si occupano dei patentini, ma non gli dà un soldo in più per questo, da chi devi fare valere i tuoi diritti calpestati? Andiamo a Forum dalla Palombelli? Al Tribunale dell'Aia? Ci rivolgiamo allo studio legale "Ire & Co"?


semplicemente il docente chiamato ad incaricarsi volontariamente di questo, se non ritiene che il suo tempo extra venga pagato congruamente, si rifiuta di occuparsene.

Il dirigente si incazza?  cerchèrà qualcun altro che abbia voglia di due soldini in più per quanto minimi.
Non troverà nessuno?  meglio così.  Si assumerà la responsabilità di dichiararlo e denunciare lo Stato.

Inutile lamentarsi delle cose che vanno male quando si è conniventi.

Lo Stato è il vostro datore di lavoro, vero, ma lo Stato siete voi e noi e se chinate la testa evidentemente vi va bene lamentarvi sul forum di orizzonte scuola.

Poi che le cose non siano semplici, sono d'accordo, ma sicuramente non si semplificano a non fare nulla.

Ok, ciai ragione, ciai
grazie per il prezioso contributo alla discussione. Assivedere
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4687
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: I docenti possono morire   Sab Gen 17, 2015 3:29 pm

Ire ha scritto:
Citazione :
Per cui, quando lo Stato dice: le scuole si occupano dei patentini, ma non gli dà un soldo in più per questo, da chi devi fare valere i tuoi diritti calpestati? Andiamo a Forum dalla Palombelli? Al Tribunale dell'Aia? Ci rivolgiamo allo studio legale "Ire & Co"?


semplicemente il docente chiamato ad incaricarsi volontariamente di questo, se non ritiene che il suo tempo extra venga pagato congruamente, si rifiuta di occuparsene.

Il dirigente si incazza?  cerchèrà qualcun altro che abbia voglia di due soldini in più per quanto minimi.
Non troverà nessuno?  meglio così.  Si assumerà la responsabilità di dichiararlo e denunciare lo Stato.

Inutile lamentarsi delle cose che vanno male quando si è conniventi.

Lo Stato è il vostro datore di lavoro, vero, ma lo Stato siete voi e noi e se chinate la testa evidentemente vi va bene lamentarvi sul forum di orizzonte scuola.

Poi che le cose non siano semplici, sono d'accordo, ma sicuramente non si semplificano a non fare nulla.

Risposta senza senso, che dimentica l'esistenza di un codice civile e penale e dei regolamenti di condotta dei dipendenti pubblici. Inutile continuare a discutere.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15757
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: I docenti possono morire   Sab Gen 17, 2015 3:55 pm

L'ho già detto in un altra occasione, tra i doveri dei dipendenti pubblici non c'è quello di scatenare una guerra verso il proprio ministero quando questo sbaglia; non c'è quello di immolarsi per il bene della patria, non c'è quello di anteporre la giustizia alla propria incolumità.
Nella vita si vince e si perde, quando si annusa la sconfitta la cosa migliore da fare non è lottare fino alla fine ma fino quando conviene.
Quando il padulo vola basso è lecito sedersi.
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 6109
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: I docenti possono morire   Sab Gen 17, 2015 3:59 pm

Beh, comunque su un particolare specifico, Ire ha ragione: è assolutamente vero che, secondo le norme vigenti, nessun insegnante, né precario né di ruolo, può essere costretto ad accollarsi attività facoltative se non vuole.

A parte il fatto (OVVIO) che sia assolutamente illegale imporre attività aggiuntive non pagate... ma il punto è che, se ANCHE fossero pagate, nessuno può essere costretto a farle se non vuole.

Ad esempio, io sono anni, ma dico ANNI, che non faccio corsi di recupero, né d'estate, né d'inverno, semplicemente perché non mi va, perché la considero una farsa indegna, perché non ho nessuna voglia di farmi il sangue amaro, e perché non credo di essere adatta a farli, per la semplice ragione che NON CI CREDO, e che sono la prima a non essere convinta della loro efficacia. Esattamente come sono ANNI che non do la disponibilità per fare ore straordinarie per sostituzione occasionale, perché proprio non mi va (anzi, qualche volta le faccio, ma solo se sono programmate qualche giorno prima, e solo se solo in classi MIE, in cui uso quelle ore per fare regolarmente lezione, il che è diverso dal fare la badante occasionale in una classe che non si conosce solo per evitare che si picchino tra loro o che scappino di scuola).

Mentre altre attività aggiuntive di tutt'altro genere, le faccio, ma le faccio egoisticamente solo quando mi piacciono e danno soddisfazioni A ME, non certo perché mi senta in dovere di sacrificarmi "per far funzionare meglio la scuola come se fosse una grande famiglia".

Ma corcavolo.

L'organizzazione delle olimpiadi della fisica, con relativo sbattimento di iscrizione, contatti con i gruppi nazionali, solleciti ai colleghi perché mi segnalino i ragazzi, fotocopie, sorveglianza alle prove, correzioni delle prove, pubblicazione dei risultati, accompagnamento dei vincitori alle prove successive, la faccio volentierissimo, semplicemente perché mi ci diverto io.

Se mi avessero chiesto di fare da referente per i corsi del patentino (quando ancora c'erano), o di andare a fare campagna acquisti pubblicitaria nelle scuole medie per attirare nuove iscrizioni, una bella pernacchia non gliel'avrebbe levata nessuno.

Bene, giuro, ma veramente GIURO, che dopo due o tre anni in cui ho chiarito esattamente come la pensavo in proposito, ed essendomi sempre dimostrata coerente, nessuno me lo chiede più, di fare cose "facoltative" che non voglio fare.

E nessuno mi ha mai penalizzata in altro modo per vendetta, se è per questo... nonostante io sia completamente fuori dalle parrocchiette "che contano", e nonostante sia, per carattere mio, proprio la NEGAZIONE assoluta di qualsiasi atteggiamento diplomatico, ruffiano, salottiero o crocchiesco.

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
mac67



Messaggi : 4687
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: I docenti possono morire   Sab Gen 17, 2015 5:17 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Beh, comunque su un particolare specifico, Ire ha ragione: è assolutamente vero che, secondo le norme vigenti, nessun insegnante, né precario né di ruolo, può essere costretto ad accollarsi attività facoltative se non vuole.

Non sempre.

Prendiamo per esempio le prove Invalsi delle scuole superiori: dal 2012 le scuole hanno l'obbligo di collaborare. Questo rende difficile (impossibile) per i docenti rifiutarsi se il DS ricorre a un ordine di servizio (infatti l'unico modo per sottrarsi è scioperare). Quando la controparte è lo Stato, che fa e disfa regole e leggi a suo piacimento, sei in una posizione di chiaro svantaggio.

E mica solo noi. Chiedi a qualche imprenditore. Se l'imprenditore ritarda a pagare le tasse, sono guai. Ma se lo Stato ritarda i pagamenti, non succede nulla. La posizione è assolutamente asimmetrica.

Quando poi hai la disgrazia di un DS poco illuminato, la situazione è ancora più complicata, e non credo di doverti fare esempi, li avrai visti nella tua carriera o potrai facilmente immaginarli.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: I docenti possono morire   Sab Gen 17, 2015 7:57 pm

mac67 ha scritto:
Quando poi hai la disgrazia di un DS poco illuminato, la situazione è ancora più complicata, e non credo di doverti fare esempi, li avrai visti nella tua carriera o potrai facilmente immaginarli.
Ecco, sono questi i casi a cui mi riferisco.

Una condizione normale è che ci si rifiuta di aderire e la cosa finisce lì. Un'altra condizione "quasi" normale è che in generale ci si rifiuta di aderire e allora il dirigente scolastico individua il pirla di turno. Al rifiuto seguono minacce, al rifiuto alle minacce seguono le vessazioni. Alcune sul filo della legittimità, altre veri e propri abusi, speso basati anche sul fatto che l'insegnante è un po' ignorante. Ma anche a far valere i propri diritti ci sono dei costi e non è detto che si abbia l'energia, il tempo e le risorse economiche per farlo. Perché spesso, in Italia, sia da cittadini sia da inquadrati in una struttura aziendale, per far valere i propri diritti occorre mettere mano al portafoglio.
Se io scrivo che Brunetta è un fannullone e un furbetto perché si è permesso di saltare una quindicina di anni di lavoro e andarsene in pensione con i contributi previdenziali pagati dagli italiani, lo sto diffamando e sicuramente se decide di querelarmi riesce ad averla vinta e a sottrarmi qualche doblone dalle mie tasche. Se io decido di querelare Brunetta perché si è permesso di diffamarmi affermando che sono un fannullone e un furbetto per il semplice fatto che sono un dipendente della pubblica amministrazione, finirò molto probabilmente per pagare avvocati senza avere alcuna soddisfazione morale e, tanto meno, economica.
Tornare in alto Andare in basso
 
I docenti possono morire
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Questi auguri si possono fare...
» Clinica svizzera aiuterà una donna sana a morire
» Si possono mangiare le lumache?
» Si possono avere rapporti sessuali prima del transfer?
» Morire non mi scoccia! E a voi?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: