Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 insegnare in un piccolo paese

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
stefy1879



Messaggi : 207
Data d'iscrizione : 31.05.11

MessaggioOggetto: insegnare in un piccolo paese   Lun Gen 26, 2015 11:27 am

Intendo dai 1000 ai 10000 abitanti di circa. Piccoli paesi ad esempio di montagna,  o di collina non paesi satelliti di grandi città che non hanno una propria identità,  vi è mai capitato? E se si come giudicate questa esperienza ? Parlo di paesi in cui ci si conosce quasi tutti, dove può capitare che alcuni alunni abbiano rapporti di parentela con gli insegnanti,  con gli Ata, o addirittura con il DS. Dove inoltre e soprattutto la vita privata del docente è posta sotto la lente del pubblico giudizio. Come avete psicologicamente affrontato la cosa? Io ho notato che purtroppo differenze di trattamento tra "alunni figli di"  esistono e anche una tendenza a volere essere tutti amici anche quando non sono presenti le condizioni per esserlo. Secondo me questo va a discapito delle relazioni che si instaurano che in questo modo vengono falsate e anche dell  etica professionale.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: insegnare in un piccolo paese   Lun Gen 26, 2015 11:52 am

A me è capitato di insegnare per tanti anni nell'unico liceo di un paese della mia provincia. Forse poco più di 10.000 abitanti. Spesso ho avuto come studenti i figli delle colleghe, cosa abbastanza fastidiosa anche se fortunatamente erano tutti alunni impegnati e con risultati almeno discreti. Non ho sentito una particolare pressione sul mio privato, non avendo mai abitato in quel luogo. Paradossalmente, oggi, che lavoro nella mia città di quasi duecentomila abitanti, avverto una maggiore attenzione, in quanto diversi alunni (non necessariamente delle mie classi) sono figli di conoscenti e l'invasione del mio privato è superiore
Tornare in alto Andare in basso
zuneta



Messaggi : 256
Data d'iscrizione : 10.10.10

MessaggioOggetto: Re: insegnare in un piccolo paese   Lun Gen 26, 2015 1:28 pm

Quest'anno per esigenze familiari mi sono trasferita nell'IC del paese dove vivo. Ho chiesto di non insegnare nella scuola primaria dei miei figli, ma insegno in 2 scuole primarie di due paesi limitrofi. In una in particolar modo conoscevo quasi tutti gli alunni e i genitori in quanto frequentanti le scuole materne che avevano frequentato i miei figli. All'inizio mi sono sentita molto sotto osservazione, adesso non più, perchè comunque svolgo il mio lavoro con coscienza e non faccio dispartità di trattamento.
Tornare in alto Andare in basso
geppino12575



Messaggi : 236
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: insegnare in un piccolo paese   Lun Gen 26, 2015 4:05 pm

Io insegno in un Paese di circa 8000 abitanti, di cui ho scoperto la "storia", un Paese abbastanza sfortunato, che originariamente era la zona del cimitero del Paesi limitrofi più importanti. Bene, devo dire che avverto molto, come ho già scritto in un altro post, il fatto che lì c'è un microcosmo che non vuole affatto essere intaccato e che non è per niente aperto ai cosiddetti "esterni". Diversi colleghi mi avevano avvertito di "non espormi" più di tanto, per non finire appunto sotto la lente d'ingrandimento. In realtà, sotto la lente d'ingrandimento ci sono finito ma la cosa non mi turba, dalla mia parte ho la normativa che rispetto alla lettera, i cosiddetti "diritti" (malattia, 104, numero di ore per attività funzionali), che conosco alla perfezione e la famosa libertà di insegnamento. Inoltre sono consapevole di una cosa: il mio contratto scade il 30 giugno e sicuramente non sceglierò più questa scuola e questo ambiente, di cui tutti quelli che vengono da altri Paesi si lamentano, ma in qualche modo si sono "assuefatti", mentre quelli che ci vivono pensano di stare a Berlino o New York. Io non mi sono molto assuefatto, sarà che ho una personalità abbastanza forte, ma ho visto tante cose che non mi sono piaciute, anche attacchi personali nei miei confronti, che do voti bassi e non gratifico le "eccellenze" (eccellenze che non distinguono neanche un numero pari da uno dispari a dire il vero). Per fortuna sto anche in un'altra scuola dove le cose vanno meglio, anche se di problemi ce ne sono altri perchè quest'altra scuola, di un Paese vicino al mio e in cui ero già stato anni addietro, è stata incendiata. Insomma, quest'anno non mi è andata benissimo come scelta, non posso incolpare nessuno, devo resistere fino agli inizi di giugno (già immagino la lotta che dovrò fare per evitare di andare fino al 30 giugno a girarmi i pollici, visto che non ho classi che sostengono l'esame finale....). Tra poco ci saranno gli scrutini quadrimestrali e sarà un'altra guerra sui voti, ricorso al voto di consiglio, minacce, avvertimenti e quant'altro.....
D'ora in poi, piccoli Paesi è meglio evitarli, se possibile.
Tornare in alto Andare in basso
 
insegnare in un piccolo paese
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Oggi il mio piccolo compie 3 mesi
» insegnare una lingua straniera al bimbo
» Un piccolo pensiero per le future mamme
» tn e bitest fatto e scoperto un piccolo distacco....aiuto
» embrione piccolo alla 7+0

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: