Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Una richiesta particolare

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
scuola65



Messaggi : 87
Data d'iscrizione : 07.02.11

MessaggioOggetto: Una richiesta particolare   Gio Gen 29, 2015 3:32 pm

Buona sera; sono a chiedere il vostro aiuto perchè mi trovo in una situazione a dir poco particolare.
Insegno con incarico al 30 Giugno, in un professionale di provincia.
Le classi sono estremamente variegate e soprattutto composte di alunni non sempre dotati di buonsenso ed educazione.
Dopo tanti, tantissimi anni (la prima supplenza nel 1999) mi trovo ad aver problemi non con la segreteria, non con la dirigenza, non con i colleghi, ma, incredibile a dirsi, proprio con i cari alunni.
Ecco cosa succede:
Quando entro in aula, gli alunni mi fanno trovare sempre le due finestre (direi finestroni!) completamente spalancate; io che sono molto freddolosa ( credo che sia normale, in inverno...) e comunque vado vestita con almeno 3 strati di lana, maglia e twinset pesante, non resisto al freddo che viene a crearsi.
Gli alunni si ostinano a stare con giubbotti e felpe ma con le finestre completamente spalancate.
Il tira e molla che si viene a creare è antipaticissimo, e in giornate particolari come oggi, si arriva , ovviamente da parte loro, quasi all'insulto.
Rapporti, note disciplinari, lasciano il tempo che trovano; di affrontare il discorso in maniera seria e pacata, non se ne parla nemmeno.
Il mio problema è questo; io non voglio stare a casa, quando ho colpi di tosse e raffreddori, dato che non mi va di fare l'ammalata quando non lo sono; ma credo anche che esista la possibilità che noi lavoratori siamo tutelati nel nostro diritto di lavorare in un ambiente sano e adeguatamente riscaldato.
Tengo a specificare che ho saputo che la nostra preside ha fatto il diavolo a quattro con la Provincia per farci aumentare le ore di riscaldamento, per rendere i grandi stanzoni di cui è dotata la scuola, adeguatamente riscaldati.
Ma se poi dovbbiamo stare con le finestre spalancate, e rannicchiati nei piumini, con notevoli limitazioni al movimento all'interno dell'aula, dovete dirmi, a chi fa pro.
Voi, al posto mio, cosa fareste?
Grazie a chi vorrà rispondermi.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Gio Gen 29, 2015 3:43 pm

Se chiudi le finestre ti insultano?

Ti impediscono materialmente di richiuderle?

Le riaprono?

Ne hai parlato con la preside?

Si vive in quella classe con le finestre aperte sempre o le fanno trovare a te perchè si sono accorti che sei molto freddolosa?

Posso dire una cosa? Che stronzi!

Perdonatemi ma quando ci vuole.......
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 15800
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Gio Gen 29, 2015 3:48 pm

Mai avuto problemi con segreteria, colleghi o DS; sempre avuto problemi con alunni; non capisco di cosa ti stupisci.

Al professionale gli alunni hanno ben poco di umano (ci ho insegnato per 6 anni) e te ne devi fare una ragione.

Cosa devi fare ? Operativamente non so, ma certo le finestre devono essere chiuse, è un tuo diritto, è la normalità in inverno, nessuno può attaccarsi e dire nulla; in classe comandi (dovresti comandare) tu e chi non è d'accordo con te se ne può (potrebbe) andare a fanculo.

Tra il dire ed il fare c'è di mezzo il mare; sta a te tirare fuori le palle ed addomesticare le bestie come fanno i domatori; altrimenti esagera i sintomi del motivato mal di gola e mettiti in mutua.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15800
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Gio Gen 29, 2015 3:49 pm

Ire ha scritto:
Se chiudi le finestre ti insultano?

Ti impediscono materialmente di richiuderle?

Le riaprono?

Ne hai parlato con la preside?

Si vive in quella classe con le finestre aperte sempre o le fanno trovare a te perchè si sono accorti che sei molto freddolosa?

Posso dire una cosa?  Che stronzi!

Perdonatemi ma quando ci vuole.......
Gli stronzi sono pezzi di merda, la merda è il miglior concime; quelle persone sono esseri inutili, non è previsto il loro utilizzo come concime, quindi li hai sopravvalutati.
Tornare in alto Andare in basso
Online
mac67



Messaggi : 4694
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Gio Gen 29, 2015 3:54 pm

Sicura che non sia a causa di qualche compagno litigato con il bagnoschiuma? So di colleghi che hanno avuto alunni simili in classe.
Tornare in alto Andare in basso
Online
scuola65



Messaggi : 87
Data d'iscrizione : 07.02.11

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Gio Gen 29, 2015 4:08 pm

ooh - ohh...
Grazie prima di tutto per avermi risposto :-) grazie per la vostra solidarietà.
Questa mattina, presa dalla disperazione, ho addirittura trasformato una prova di routine (fotocopia con comprensione del testo in lingua) in " compito in classe".
La più educata tra le " piccole belve" me la ha restituita, ovviamente in bianco, sotto forma di ... areoplanino. In volata.
Immaginatevi cosa interessa la branchetto di energumeni di avere un tre o una nota in più...
Comunque:
non mi va di:
1- utilizzare termini che non si addicono ad una Signora quale io sono ( anche se li penso, li penso, eccome se li penso, carissimi Ire e Avidodinformazioni. ;-) )
2- mettermi , come qualcuno suggerisce " in mutua" perchè non mi sento male ( o meglio, non troppo... ) e non vedo perchè devo rinchiudermi in casa, prendere il 50% dello stipendio e soprattutto fingere una malattia che non ho...

Detto questo, dunque, mi appello a voi... ancora una volta e vi chiedo: siete a conoscenza di leggi, regolamenti da citare, cavilli che indichino chiaramente che è UN MIO DIRITTO lavorare in ambiente SANO e riscaldato sufficintemente?
grazie di cuore!
p.s. compagni " litigati col bagnoschiuma" come dici tu, mac67 ce ne saranno anche, ma a giudicare dal porcile che vanno formando fin dal primo mattino, sotto i banchi e per terra, deduco che il problema non sia il cattivo odore)
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Gio Gen 29, 2015 4:15 pm

certo c'è tutta la normativa relativa alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, originata dalla legge 626 e integrata e modificata all'infinito.

Tu HAI diritto a lavorare in un ambiente sano e confortevole e il datore di lavoro ha il preciso dovere di fornirtelo.

Per curiosità, non è che le finestre sono quelle dotate di serratura a chiave?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
scuola65



Messaggi : 87
Data d'iscrizione : 07.02.11

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Gio Gen 29, 2015 4:22 pm

Ciao Ire... no, sono antichi finestroni, grandi, grandissimi, ed esposti a nord...
Grazie di cuore per la risposta, vado a cercarela, e domani ne parlo alla Preside. Pensa che stamani, sottozero, alla quinta e sesta ora, ero veramnte in crisi.
I ragazzi si sono ribellati ( metà classe) mentre l'altra metà ha proseguito nella compilazione delle risposte sulla fotocopia, come detto in precedenza.
I sei o sette che si sono ribellati, non solo hanno spalancato le finestre, ma hanno aperto la porta e spalancato le finestre che si trovano in corrispondenza della porta, al dilà del corridoio, creando un vortice di aria gelida, paralizzante.
Pensa che io ho anche paura, dato che lo scorso anno, ho avuto, mentre ero in aula (non in questa scuola, insegnavo in un liceo linguistico) una piccola ischemia e proprio i ragazzi mi hanno soccorsa e sono stati fantastici. Questi invece... mi sembra che mi vogliano davvero... fare fuori!
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4694
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Gio Gen 29, 2015 4:29 pm

Allora ricorri alle maniere forti. Imponi la tutela della salute con qualsiasi mezzo. Informa verbalmente il DS, se ne ne infischia, metti la richiesta per iscritto, sottolineando i rischi per la tua salute e quella degli alunni.
Tornare in alto Andare in basso
Online
scuola65



Messaggi : 87
Data d'iscrizione : 07.02.11

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Gio Gen 29, 2015 4:31 pm

Giusto. Non conoscevo la normativa di riferimento del mio diritto, ma adesso che so che c'è, non mancherò.
grazie a tutti! Vi farò sapere!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Gio Gen 29, 2015 4:49 pm

Sì, parlane con la preside, magari chiedile di dotare i finestroni di lucchetti in modo che sia possibile garantire il cambio d'aria quotidiano ma che non sia possibile ai ragazzi tenerti in scacco in questo modo.

Capisco la tua preoccupazione per la salute, un TIA è brutto e mette un sacco di paura, lo so perchè mi è successo (mi hanno operata ed ho risolto il problema alla radice) ma in nessun caso direi possa essere generato da un colpo di freddo o dallo stress di una arrabbiatura quindi per questo almeno puoi stare tranquilla.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Paolo Santaniello



Messaggi : 1778
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Gio Gen 29, 2015 6:09 pm

Sembrerà un consiglio banale... ma... a me sembra piuttosto semplice: chiudi quelle finestre.
Se poi le riaprono tu le richiudi e se lo fanno per una seconda e terza volta metti delle note e vai dal preside. Fino a che le finestre non sono e restano chiuse in quell'aula non fai lezione.
Tornare in alto Andare in basso
scuola65



Messaggi : 87
Data d'iscrizione : 07.02.11

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Gio Gen 29, 2015 6:11 pm

Al freddo.
Io chiudo, dieci riaprono.
e della lezione, ti garantisco, non interessa nulla a nessuno, di questi dieci.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Ven Gen 30, 2015 7:26 am

Citazione :
Sembrerà un consiglio banale... ma... a me sembra piuttosto semplice: chiudi quelle finestre.
Se poi le riaprono tu le richiudi e se lo fanno per una seconda e terza volta metti delle note e vai dal preside. Fino a che le finestre non sono e restano chiuse in quell'aula non fai lezione.

Penso, Paolo, che quello che hai dato tu sia il primo consiglio che è venuto in mente a tutti noi quando abbiamo letto la richiesta di aiuto da parte di scuola65.

Avevo provato a chiederle cosa succeda in classe, lei non aveva risposto.

Rischio di passare per l'ennesima volta per la tuttologa di turno, ma ho vissuto personalmente l'esperienza del TIA e so cosa mi è successo dopo, per cui mi sento di dire, in base a ciò che ci ha raccontato la vostra collega, che il suo timore per la propria salute (che sempre è fondamentale ma che in certi momenti e dopo certe esperienze diventa un chiodo fisso - non si può nemmeno pensare, neanche lontanamente di rivivere l'esperienza di stare così male) le impedisce di pensare a qualsivoglia strategia per risolvere il problema.

Chiude le finestre e loro le riaprono. Con un po' di assertività in più sarebbe sufficiente dire "adesso quelle finestre rimangono chiuse". Ma ingaggiare questo braccio di ferro richiede molta energia che a mio parere, per ora, scuola65 non ha.

Non può far altro, in questo momento, che assicurarsi di avere il diritto di lavorare in un ambiente salutare e cercare di ottenerlo con l'aiuto della preside.

Non preoccuparti per questo, scuola, l'energia tornerà, devi solo elaborare la paura che ti sei presa l'anno scorso. Datti tempo e, davvero, se non riesci ad ottenere ciò cui hai diritto, ricordati che è un tuo diritto anche stare a casa per non ammalarti.

(e scusami se invece ho osato troppo e ho preso una cantonata nell'interpretazione)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 15800
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Ven Gen 30, 2015 10:34 am

scuola65: ma i tuoi colleghi che dicono ? Aprono le finestre anche con loro ?
Se i tuoi colleghi si schierano con te, puoi mettere una prima nota alla prima apertura della finestra, una seconda nota alla seconda apertura ed una terza alla terza, anche consecutive (niente lo vieta).
Poi si fa un consiglio straordinario e si sospende per 15 gg anche mezza classe e senza obbligo di frequenza; per i 15 gg successivi le finestre rimarranno chiuse, dopo 15 gg altro giro altra corsa, fin quando serve.

Se i tuoi colleghi non ti supportano allora non hai speranza di fare nulla di buono, arrenditi, smettila d'insegnare, prometti che darai 10 a tutti se le finestre rimarranno chiuse, fai solo prove scritte e scrivi alla lavagna le risposte affinchè le possano copiare correttamente e fingere di meritarsi 10, portati un buon libro da leggere e tira a campare fino a fine anno.
Tornare in alto Andare in basso
Online
giobbe



Messaggi : 3569
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Ven Gen 30, 2015 11:19 am

avidodinformazioni ha scritto:
scuola65: ma i tuoi colleghi che dicono ? Aprono le finestre anche con loro ?
Se i tuoi colleghi si schierano con te, puoi mettere una prima nota alla prima apertura della finestra, una seconda nota alla seconda apertura ed una terza alla terza, anche consecutive (niente lo vieta).
Poi si fa un consiglio straordinario e si sospende per 15 gg anche mezza classe e senza obbligo di frequenza; per i 15 gg successivi le finestre rimarranno chiuse, dopo 15 gg altro giro altra corsa, fin quando serve.

Se i tuoi colleghi non ti supportano allora non hai speranza di fare nulla di buono, arrenditi, smettila d'insegnare, prometti che darai 10 a tutti se le finestre rimarranno chiuse, fai solo prove scritte e scrivi alla lavagna le risposte affinchè le possano copiare correttamente e fingere di meritarsi 10, portati un buon libro da leggere e tira a campare fino a fine anno.
Avido, tutta la prima parte del tuo post è fuori tema perché è l'unica cosa seria che si può fare (e si deve fare) in simili circostanze. Ma questa tua (ovvietà?....) non piace al 70% dei docenti perché incapaci di prendere una posizone seria condivisa (perché per fare ciò bisogna avere le palle ed essere a posto con se stessi.....) e quindi più adusi e disponibili (per loro) arzigogolare sul se, ma, forse, vedi di fare così, ecc.
Con questi piccoli animaletti bisogna mostrare il polso fin dal primo giorno, tutti ma proprio tutti, incominciando dal DS. Invece gli istituti professionali hanno due pecche alla base: molti insegnanti sono tecno-pratici e non hanno nessun tipo di formazione propria del docente; i DS pensano ad aumentare il numero delle classi per mantenere la propria dirigenza e quindi sopportano tutto....

La seconda parte non la condivido perché significa essere sconfitti come docente e come istutuzione proprio da questi piccoli imbecilli.

Comunque ritengole tue risposte sempre efficaci, ironiche ed intelligenti. In una scuola con il 70% di Avido non ci vivrebbe bene nemmeno il più delinquente tra i delinquenti......
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7517
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Ven Gen 30, 2015 12:23 pm

io escogiterei un sistema differente per sopravvivere.
inizierei a parlare alle ragazze, se ce ne sono, di vampate di calore da menopausa...dicendo loro che in alcuni rari casi può sopraggiungere con laaargo anticipo...
per i ragazzi inizierei a cercare in rete le "peggio malattie" legate all'esagerata percezione del calore.
cerca e cita solo quelle legate a problemi di prestazioni sessuali, malattie  a trasmissione sessuale ecc...
invitali con tono comprensivo e materno a farsi una bella visita avvertendoli anche che sarebbe giusto e civile mettere al corrente di eventuali contagi l'intera scuola.
leggi fra le righe: o chiudono quelle caxxo di finestre o farai il possibile perché non possan più trombare nel raggio di cento km!
Tornare in alto Andare in basso
Online
giovanna onnis



Messaggi : 17791
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Ven Gen 30, 2015 5:46 pm

avidodinformazioni ha scritto:
scuola65: ma i tuoi colleghi che dicono ? Aprono le finestre anche con loro ?

Mi piacerebbe leggere la risposta di Scuola65
Tornare in alto Andare in basso
Online
sardigna



Messaggi : 101
Data d'iscrizione : 30.11.14

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Ven Gen 30, 2015 5:54 pm

prendi i dieci e li spedisci dal Dirigente così apriranno le finestre da lui e dici chiaramente che vai per insegnare e non per ammalarti!
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1778
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Ven Gen 30, 2015 6:52 pm

Appunto. La cosa va impostata sul "non negoziabile": le finestre le chiudi, se qualcuno le riapre di continuo è un atto di disturbo grave e si prendono immediati provvedimenti. Si coinvolge subito il preside, e in ogni caso nel frattempo si ESCE dall'aula fredda (la salute viene prima di tutto) e non vi si rientra fin quando la situazione non è accettabile.
Tornare in alto Andare in basso
scuola65



Messaggi : 87
Data d'iscrizione : 07.02.11

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Ven Gen 30, 2015 8:07 pm

Buona sera a tutti, e grazie comunque per le vostre risposte che ho letto con piacere, se non altro perchè vi ho sentito tutti vicino a me.
Dunque andiamo per ordine; non ho risposto ieri perchè, come immaginerete, non mi è stato possibile per motivi di tempo. Ma eccomi qua.
Escludo categoricamente il fatto di " promettere" ( figuriamoci di " dare" !) 10 a chi fa soltanto IL PROPRIO DOVERE CIVILE.
Io infatti ritengo di aver diritto a non soffrire il freddo in aula, e non solo perchè ho avuto lo scorso anno una brutta esperienza ( che comunque, davvero, mi ha segnato!)
Paolo Santaniello ha forse più di tutti centrato l'argomento ( non me ne vogliate! grazie ancora a tutti!)
Infatti io vorrei sinceramente capire se un comportamento da parte mia del genere: entro-finestra aperta-freddo- rifuiuto degli alunni- richiamo- finestra comunque aperta- richiamo - rapporto- finestra ancora aperta- sberleffi degli alunni-ESCO e mi rifiuto di far lezione in aula non adeguata, possa essere un comportamento adeguato o meno.
Non vorrei incorrere in sanzioni, non vorrei abbandonare la classe a se stessa, non vorrei insomma passare dalla parte del torto.
Questa dizione cui accenni " DISTURBO GRAVE " è una particolare situazione prevista a livello giuridico? posso appellarmi ad essa?
Questo vorrei capire.
Per la cronaca: oggi da noi ha nevicato, è un freddo cane, domani le scuole saranno chiuse.
Ma la prossima settimana, temo davvero che sarò di nuovo nella stessa condizione di disagio.
Se la cosa continua, ho deciso, chiamerò il custode e mi rifiuterò categoricamente di ENTRARE in un ambiente di lavoro meno che sano. Oh yes.

Tornare in alto Andare in basso
scuola65



Messaggi : 87
Data d'iscrizione : 07.02.11

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Ven Gen 30, 2015 8:43 pm

E adesso cerco di rispondervi personalmente.
Dunque, ad Ire, se non ricordo male, che mi chiedeva cosa accade in aula, rispondo che la teoria degli avvenimenti è grosso modo sempre la stessa:
io entro, gli alunni che entrano in aula dopo aver scorrazzato e bisbocciato ad ogni cambio di ora, accaldati e fumanti, perendono posto grosso modo nei loro banchi. E inizia il primo (in genere sempre lo stesso furbetto... il leader) a dire " ma non sentite che caldo fa?" ( lo dice infagottato sul giubbotto da sci che secondo lui fa figo non togliere MAI).
Allora parte la scienziata ( eh eh eh !) dal fondo dela classe e senza sentir ragioni va e spalanca le finestre.
Io con tutta la mia calma e pazienza le dico " per favore, lascia chiusa quella finestra" una due tre, dieci volte. Non sente ragioni. Nel frattempo le ragazze si sono tutte coalizzate in una lamentela condita di insulti più o meno velati rivolti alla mia persona, e danno ordini a colui o colei che si trova seduto più in prossimità della finestra, di aprire, spalancare, quanto più possibile.
Io imperterrita, e sempre chiedendo per favore, chiedo di chiudere. Mi alzo dalla cattera e vado a chiudere. Nel tragitto finestra - cattedra, la ventana è di nuovo aperta.
Passo alle minacce: " X, se non la smetti ti faccio una nota" In genere la risposta è " nota didattica o disciplinare?" " naturalmente disciplinare" rispondo io.
"E chissenefrega, ne ho già tante" è in genere la risposta più educata che mi sento rifilare.
Metà della classe retsa in silenzio e si gode la scena.
Il resto inizia a rumoreggiare; la prima cosa che fanno, in genere, è uscire dall' aula.
Senza permesso, of course.
Io passo all'apertura del registro elettronico, regolarmente proiettato nella lavagna, e vado alla sezione rapporti disciplinari.
Allora tre o quattro bambini di Einstein si avvicinano alla lavagna ed iniziano a sfidarmi " ora se vol vedere che scrive"
E se la situazione non torna alla normalità nel giro di un paio di minuti, inizio a selezionare i nominativi degli appartenenti alla piccola rivolta, per procedere all'apposizione della nota disciplinare.
Per inciso, fare una nota disciplinare, o un rapporto, lo reputo, per come io intendo la scuola, un fallimento non solo da parte dell'alunno, ma anche mio.
Comunque, procedo.
Scrivo pari pari l'accaduto. E si scatena l'inferno.
Allora si che, tanto ormai il rapporto è fatto, si spalanchino pure le porte, e, come accaduto ieri, si aprano anche i finestroni che danno nel cortile interno, così che sia messa a corrente l'intera ala della scuola, per la quale, vorrei ricordarlo, noi contribuenti, tra l'altro, paghiamo fior fiore di danari alla Provincia che provvede al riscaldamento.
In genere, data la situazione abituale, chi si trova a passare nei pressi della mai aula, parlo dei 6/7 alunni delle altre classi che bighellonano a rotazione nei corridoi, non vede l'ora di intrufolarsi in aula.
Ieri avevo due tizi, che mi ha detto di chiamarsi ambedue Paolo, che appoggiati al muro della classe, mi sfidavano a far rapporto anche a loro. Si son trattenuti una buona mezz'ora. ( qui potrei rispondere a chi mi chiedeva notizie sul coportamento dei colleghi ma preferisco tacere)
In tutto questo bailamme, ieri, ho consegnato delle fotocopie in lingua con test da risolvere, di facilità estrema, che avevo preparato come esercizio da fare in classe, e nella speranza che la parte tranquilla si ribellasse ai confusionari, imponendo la calma pur di non farlo diventare un compito in classe, ho detto " ecco qua allora, se fate così, adesso vi ci metto il voto".
I giovani scienziati hanno restituito prontamente i fogli in bianco, nei quali ho comunque imposto che fosse indicato nome cognome classe e data. Una, la più dotata, me lo ha inviato direttamente sotto forma di areoplanino.
L'altra metà della classe ha eseguito, nella confusione più totale, il compito assegnato; e devo dire, anche con ottimi risultati.
All'inizio della seconda ora, la sesta della mattinata, mentre la parte agitata degli alunni era fuori a "parlare - con - la - Preside - così -le -facciamo- vedere- noi-di sicuro -verrà -licenziata" ho corretto i compiti insieme alla parte di alunni che era rimasta. A finestre chiuse.
Ma la tregua è durata poco.
Presto son rientrati in gruppo i dissidenti, ed oltre a riaprire le finestre, si son lamentati dei 3 che ho messo a chi mi aveva consegnato il foglio in bianco. A finestre SPALANCATE.
Valida è giunta la man dal cielo, la campana è suonata, e i giovani virgulti sono fuggiti a gambe levate verso la libertà.
E io, mestamente, ed infreddolita, verso casa.


Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4694
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Ven Gen 30, 2015 9:46 pm

Ripeto la domanda che altri ti hanno già fatto: si comportano così solo con te?
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 6141
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Ven Gen 30, 2015 11:45 pm

scuola65 ha scritto:

Io passo all'apertura del registro elettronico, regolarmente proiettato nella lavagna,

E perché mai dovrebbe essere "regolarmente proiettato nella lavagna"?

Non puoi spegnere il proiettore e usare il registro per conto tuo, lasciando poi che vadano a leggersi le eventuali note da soli in un altro momento??????

Io col fischio che uso il registro elettronico proiettandolo a vista in tempo reale!

Anzi, diciamo pure che non lo uso proprio, in classe, se non per le pochissime cose veramente indispensabili, ossia prendere le presenze e le giustificazioni... e poi via, chiuso, lo aggiorno quando mi pare e quando mi viene comodo, fuori dalla vista degli alunni!

L.

Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3569
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Una richiesta particolare   Sab Gen 31, 2015 10:59 am

Mi associo alla domanda di paniscus_2.0: si comportano così solo con te? Il tuo silenzio a rigiuardo sembra un silenzio assenso.
Tornare in alto Andare in basso
 
Una richiesta particolare
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» Richiesta parere
» richiesta 3 giorni di vacanza a discrezione della scuola
» Richiesta abilitazione - Problematiche degli Onicotecnici
» Una festa "diversa"
» RICHIESTA PERMESSI HELP ME

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: