Attività per "compattare" la classe Contatti27
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Attività per "compattare" la classe

+8
Scuola70
franco71
mac67
paniscus_2.1
@melia
chicca70
Tiria
valjcka
12 partecipanti

Andare in basso

Attività per "compattare" la classe Empty Attività per "compattare" la classe

Messaggio Da valjcka Gio Nov 15, 2018 6:56 pm

Avete da suggerirmi qualche attività per aiutare i ragazzi a conoscersi meglio e relazione meglio tra loro?

Lavori di gruppo certamente, li abbiamo provati, ma le divisioni permangono, ogni scusa è buona per litigare manco fossero all'asilo. E purtroppo parliamo di scuola superiore!

Consigli o strategie?

Thanks!
valjcka
valjcka

Messaggi : 274
Data d'iscrizione : 03.10.09

Torna in alto Andare in basso

Attività per "compattare" la classe Empty Re: Attività per "compattare" la classe

Messaggio Da Tiria Gio Nov 15, 2018 7:49 pm

A mio parere qualsiasi tentativo di "compattare" la classe è destinato a fallire in partenza se non è supportato dalla reale e spontanea volontà degli studenti.
I rapporti di amicizia si instaurano spontaneamente. Si può anche cercare di promuovere la socializzazione a 360°, ma solo in apparenza e in modo del tutto forzato, le divisioni sono condannate a restare.

Tiria

Messaggi : 755
Data d'iscrizione : 21.06.17

Torna in alto Andare in basso

Attività per "compattare" la classe Empty Re: Attività per "compattare" la classe

Messaggio Da chicca70 Gio Nov 15, 2018 7:52 pm

Non capisco il motivo per cui si dovrebbero obbligare gli studenti a relazionarsi fra loro se non vogliono farlo. Anzi, far fare lavori di gruppo, a mio parere, peggiora la situazione.

chicca70

Messaggi : 3605
Data d'iscrizione : 26.12.14

Torna in alto Andare in basso

Attività per "compattare" la classe Empty Re: Attività per "compattare" la classe

Messaggio Da @melia Gio Nov 15, 2018 8:06 pm

All'inizio della prima li faccio lavorare ad un'indagine statistica sulla classe, in modo che possano conoscersi meglio. Comincio l'anno con un argomento leggero, la statistica descrittiva, e li metto in contatto tra loro.
@melia
@melia

Messaggi : 4153
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 62
Località : Padova

Torna in alto Andare in basso

Attività per "compattare" la classe Empty Re: Attività per "compattare" la classe

Messaggio Da paniscus_2.1 Gio Nov 15, 2018 8:29 pm

valjcka ha scritto:Avete da suggerirmi qualche attività per aiutare i ragazzi a conoscersi meglio e relazione meglio tra loro?

Lavori di gruppo certamente, li abbiamo provati, ma le divisioni permangono, ogni scusa è buona per litigare manco fossero all'asilo. E purtroppo parliamo di scuola superiore!

Consigli o strategie?

Detto fuori dai denti: dopo qualche blando tentativo (già fatto), oltre una certa soglia, FREGATEVENE.

Non è obbligatorio che tutti siano amici di tutti, e comunque è materialmente impossibile costringere delle persone a fare amicizia personale se non vogliono.

Al limite si può provare a incentivare (ma comunque, NON a forzare) la socializzazione di gruppo tra bambini piccoli, che ancora non hanno delle scelte ben definite sulle frequentazioni individuali, e vanno a traino delle scelte dei genitori.

Ma pretendere che degli adolescenti di 14 o 15 anni si trovino tutti simpatici allo stesso modo e facciano amicizia indifferentemente con tutti allo stesso modo, perché glielo chiedono gli insegnanti, è ridicolo e offensivo nei loro confronti, oltre che impraticabile.

Per cui, detto nuovamente fuori dai denti:

- una cosa è pretendere da tutti che vengano seguite le norme basilari di rispetto degli altri e di buona educazione sociale (il che vuol dire che ognuno deve mantenere rapporti civili con tutti i compagni, non solo con i suoi amici più stretti, ma anche con quelli che gli stanno antipatici o che gli stanno completamente indifferenti, e che quindi insulti, dispetti, prese in giro e umiliazioni non sono tollerabili); e questo si ottiene semplicemente sanzionando in modo serio i maleducati e i prevaricatori, non risucchiandoli in una patetica condivisione inclusiva, alla pari delle loro vittime, o comunque dei compagni più corretti.

- completamente diverso è pretendere che tutti diventino amici, il che non solo è impossibile, ma che costituisce anche una insopportabile intrusione della scuola nelle scelte di vita privata dei ragazzi, che ormai hanno una volontà indipendente consapevole, e delle loro famiglie. Se si insiste su questo punto, l'unico risultato che si può ottenere è che tutti facciano finta di essere amici, per accontentare le aspettative degli insegnanti e avere meno grane con loro, per poi nascondere tensioni, rancori e ipocrisie molto peggiori di prima. Se poi questo tentativo di indottrinamento avviene attraverso metodi melensi e infantilizzanti, come l'assegnazione di lavori di gruppo (quasi sempre inutili, e di livello ridicolmente basso) in cui si è obbligati a fare gruppo proprio con i compagni con cui si va meno d'accordo e si ha meno da condividere, avrà sicuramente delle ripercussioni negative anche sui risultati scolastici, oltre che sulla socializzazione.

Che piaccia o no, i ragazzi che sono appena arrivati in prima superiore sono in pieno volo psicologico verso un'aspettativa di enorme cambiamento. Non vedono l'ora di scrollarsi di dosso l'identificazione con il "ragazzino delle medie" e le abitudini delle medie.

Se, appena arrivano in prima superiore, si ritrovano insegnanti che li trattano come bambini delle elementari e che propongono loro compiti da elementari (tipo, ritrovarsi in gruppo a casa di Gigino per elaborare un cartellone colorato che esprima le proprie emozioni all'arrivo nella nuova scuola, e che poi verrà affisso in classe, o altre perle simili - GIURO che le ho viste), non solo sopporteranno malissimo l'imposizione del lavoro di gruppo forzato, ma nutriranno un disprezzo forsennato per quegli insegnanti. Magari li sfrutteranno strumentalmente, perché sono quelli con cui è più facile prendere voti alti anche senza fare nulla, ma di sicuro non li rispetteranno.

Per cui, concludo: piantiamola di dare tutta questa importanza ai rapporti personali tra compagni di classe nella vita privata. Nelle attività comuni a scuola, si pretende rispetto e correttezza per tutti, con provvedimenti disciplinari per chi si comporta male; per il resto, ognuno è libero di fare amicizia con chi vuole e non possiamo pretendere di entrare nel merito degli affetti e delle simpatie personali dei singoli.


Ultima modifica di paniscus_2.1 il Gio Nov 15, 2018 10:07 pm - modificato 1 volta.

paniscus_2.1

Messaggi : 4802
Data d'iscrizione : 31.10.17

Torna in alto Andare in basso

Attività per "compattare" la classe Empty Re: Attività per "compattare" la classe

Messaggio Da mac67 Gio Nov 15, 2018 9:49 pm

Se l'obiettivo è fare vincere le buone maniere, provate, anzi, avete il dovere di provare: nella vita bisogna avere sempre a che fare con persone con cui non andiamo d'accordo. Come? Se lo sapessi, sarei consulente aziendale di management del personale a 5000 euro a intervento.

Se l'obiettivo è farli diventare amici, lasciate perdere, non è compito vostro.

mac67

Messaggi : 6940
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

Torna in alto Andare in basso

L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio

Attività per "compattare" la classe Empty Re: Attività per "compattare" la classe

Messaggio Da Scuola70 Gio Nov 15, 2018 11:07 pm

Io non voglio proprio per principio che siano compatti, io sono individualista, io per primo lo sono, lo ammetto candidamente, quindi perché dovrei imporre ai miei alunni dei modelli che io non condivido, non sento veri, non sento come miei? Sarei ipocrita e non mi sentirei me stesso, perché io amo la competizione, non la cooperazione. Voglio che sono istruiti, che sappiano i concetti, che siano intelligenti e sviluppano le loro potenzialità cognitive, ma tutti questi "sogni" di cooperazione mi sembrano irrealistici e tolgono tempo allo studio. E poi, se la scuola deve preparare alla vita, alla fine è meglio preparare alla competizione visto che, detto fuori dai denti, la nostra società è in fondo spietatamente competitiva e quindi farli vivere in un mondo magico e ovattato è solo fuorviante.
Non è detto nemmeno che chi è educato, sempre pronto ad assecondare l'autorità, sia un modello vincente di personalità, anzi, può benissimo essere e spesso è una pecora mite e sottomessa che poi magari nel mondo del lavoro sarà servile, passivo nelle relazioni, resterà all'ombra o magari si affermerà solo per il servilismo, non per il merito! Io a volte apprezzo e ammiro gli alunni che mi sfidano, che mi contestano, quelli "tosti" insomma, non le pecore.

Scuola70

Messaggi : 1390
Data d'iscrizione : 28.02.14

Torna in alto Andare in basso

Attività per "compattare" la classe Empty Re: Attività per "compattare" la classe

Messaggio Da arrubiu Gio Nov 15, 2018 11:27 pm

Per te essere educati è sinonimo di essere sottomessi o "pecore miti"?
Forse la società è così proprio perché si è troppo individualisti. La penso in modo diametralmente opposto al tuo.
arrubiu
arrubiu
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 25788
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

Torna in alto Andare in basso

Attività per "compattare" la classe Empty Re: Attività per "compattare" la classe

Messaggio Da paniscus_2.1 Gio Nov 15, 2018 11:31 pm

No, io non sono sulle stesse posizioni di scuola70, a me va benissimo anche l'obiettivo di sviluppare il senso di cooperazione nelle attività pratiche... ma quello che non sopporto è la pretesa arrogante di manipolare i sentimenti personali degli allievi e le dinamiche dei rapporti privati tra di loro.

Mi sembra un delirio TOTALITARIO bello e buono, e anzi, ancora peggiore dell'imposizione violenta, visto che quasi sempre si manifesta come un falso florilegio di valori pacifici, di armonia, di inclusività, di amicizia e di solidarietà universale, quando invece rimane sempre un'imposizione totalitaria.

Vogliamo piantarla con questo delirio di onnipotenza di pensare che "la scuola sia TUTTO" nella vita di un giovane? Che ci piaccia o no, la scuola è solo una parte della vita di un bambino o di un ragazzo, significativa sì, ma NON totale, e nemmeno la più importante di tutte. Nella vita personale di un ragazzo, esistono diversi altri fattori che sono più importanti dell'influenza della scuola, innanzi tutto la mentalità della famiglia, e le abitudini acquisite in famiglia da prima ancora di iniziare la scuola, e poi tutto quello che arriva da stimoli esterni che con la scuola non c'entrano niente.

La scuola può provare a mostrare qualche suggerimento di strategie diverse, ma non può sostituirsi alla famiglia, alle frequentazioni private, o alle sollecitazioni sociali che arrivano da altrove.

paniscus_2.1

Messaggi : 4802
Data d'iscrizione : 31.10.17

Torna in alto Andare in basso

L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio

Attività per "compattare" la classe Empty Re: Attività per "compattare" la classe

Messaggio Da paniscus_2.1 Gio Nov 15, 2018 11:40 pm

arrubiu ha scritto:Per te essere educati è sinonimo di essere sottomessi o "pecore miti"?
Forse la società è così proprio perché si è troppo individualisti. La penso in modo diametralmente opposto al tuo.

Come ho detto sopra, anch'io NON la penso come scuola70 e sono sostanzialmente d'accordo con te.

Questo però non toglie che la pretesa di spingere dei 14-15enni a "compattarsi" se non sono interessati a farlo, solo perché qualcuno crede nel dogma di fede che nel gruppo classe debbano essere tutti amici per la pelle, è ridicola. Ed è ancora più ridicola se si cerca di realizzarla proponendo loro delle attività patetiche e infantili come il lavoro di gruppo forzato, che a quell'età proprio non funziona...

paniscus_2.1

Messaggi : 4802
Data d'iscrizione : 31.10.17

Torna in alto Andare in basso

Attività per "compattare" la classe Empty Re: Attività per "compattare" la classe

Messaggio Da arrubiu Gio Nov 15, 2018 11:47 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
arrubiu ha scritto:Per te essere educati è sinonimo di essere sottomessi o "pecore miti"?
Forse la società è così proprio perché si è troppo individualisti. La penso in modo diametralmente opposto al tuo.

Come ho detto sopra, anch'io NON la penso come scuola70 e sono sostanzialmente d'accordo con te.

Questo però non toglie che la pretesa di spingere dei 14-15enni a "compattarsi" se non sono interessati a farlo, solo perché qualcuno crede nel dogma di fede che nel gruppo classe debbano essere tutti amici per la pelle, è ridicola. Ed è ancora più ridicola se si cerca di realizzarla proponendo loro delle attività patetiche e infantili come il lavoro di gruppo forzato, che a quell'età proprio non funziona...
Sì sì siamo d'accordo:)
arrubiu
arrubiu
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 25788
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

Torna in alto Andare in basso

Attività per "compattare" la classe Empty Re: Attività per "compattare" la classe

Messaggio Da paniscus_2.1 Ven Nov 16, 2018 12:34 am

@melia ha scritto:All'inizio della prima li faccio lavorare ad un'indagine statistica sulla classe, in modo che possano conoscersi meglio. Comincio l'anno con un argomento leggero, la statistica descrittiva, e li metto in contatto tra loro.

Da collega diretta: se pensi realmente che la statistica descrittiva sia "un argomento leggero" che si può usare come intrattenimento rompighiaccio per le classi prime, vuiol dire che davvero viviamo in due mondi diversi. Io mi trovo ad affrontarlo in quarta o in quinta, ed è sistematicamente considerato uno degli argomenti più difficili...

paniscus_2.1

Messaggi : 4802
Data d'iscrizione : 31.10.17

Torna in alto Andare in basso

L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio

Attività per "compattare" la classe Empty Re: Attività per "compattare" la classe

Messaggio Da valjcka Ven Nov 16, 2018 8:04 am

Avevo chiesto semplicemente un suggerimento sul "come"; come spesso accade in questo forum, è diventato un processo alle intenzioni!

Sono stata volutamente vaga perché non mi piace più scrivere sui forum di situazioni personali.

In breve, nessuno vuole far diventare un alunno amico di nessuno, men che meno io.

La domanda nasce da un'esigenza reale, da rapporti e dinamiche di tensione molto forti e da un individualismo esasperato che non guarda in faccia nemmeno a chi ha una difficoltà evidente e oggettiva.
Siccome tento di essere un'educatrice prima che una docente curriculare, mi pongo il problema di insegnare loro il rispetto dell'altro, il riconoscimento dell'esistenza e della condizione, prima ancora che dei diritti, dell'altro, e magari anche un minimo di empatia verso chi ha avuto di meno dalla vita.


valjcka
valjcka

Messaggi : 274
Data d'iscrizione : 03.10.09

Torna in alto Andare in basso

Attività per "compattare" la classe Empty Re: Attività per "compattare" la classe

Messaggio Da Tiria Ven Nov 16, 2018 8:50 am

valjcka ha scritto:Avevo chiesto semplicemente un suggerimento sul "come"; come spesso accade in questo forum, è diventato un processo alle intenzioni!

Sono stata volutamente vaga perché non mi piace più scrivere sui forum di situazioni personali.

In breve, nessuno vuole far diventare un alunno amico di nessuno, men che meno io.

La domanda nasce da un'esigenza reale, da rapporti e dinamiche di tensione molto forti e da un individualismo esasperato che non guarda in faccia nemmeno a chi ha una difficoltà evidente e oggettiva.
Siccome tento di essere un'educatrice prima che una docente curriculare, mi pongo il problema di insegnare loro il rispetto dell'altro, il riconoscimento dell'esistenza e della condizione, prima ancora che dei diritti, dell'altro, e magari anche un minimo di empatia verso chi ha avuto di meno dalla vita.

Personalmente non ho fatto rilievi sulle ute intenzioni, ho solo espresso la mia opinione sulla fattibilità. La socializzazione, lo spirito di collaborazione, l'inclusività sono valori che la scuola deve promuovere, ma al di là della promozione non si può andare, c'è solo la forzatura che tuttavia non può dare risultati in questi casi.
Se ci sono tensioni ci si adopera per farle placare e, in questo caso, si prova con la forzatura se non ci sono altre vie. Ma in questo caso rientriamo nella condotta.
Sull'individualismo non c'è nulla da fare: si può e si deve sensibilizzare gli alunni per orientarli alla socializzazione e allo spirito di collaborazione, ma se questi non arrivano a condividere il valore vi trovate di fronte ad un ostacolo insormontabile. Avete provato con i lavori di gruppo, ma hai detto che non hanno funzionato. Perché? Semplice, è stato solo un tentativo di forzare, ma lì si è fermato perché non c'è condivisione da parte degli alunni.

Tiria

Messaggi : 755
Data d'iscrizione : 21.06.17

Torna in alto Andare in basso

Attività per "compattare" la classe Empty Re: Attività per "compattare" la classe

Messaggio Da sempreconfusa1 Ven Nov 16, 2018 5:41 pm

valjcka ha scritto:Avevo chiesto semplicemente un suggerimento sul "come"; come spesso accade in questo forum, è diventato un processo alle intenzioni!

Sono stata volutamente vaga perché non mi piace più scrivere sui forum di situazioni personali.

(...)

A me, leggendo gli interventi, non pare proprio che siano stati fatti processi alle intenzioni...boh!
Ognuno ha espresso le proprie posizioni, ma come tu hai chiesto consigli, così gli utenti hanno raccolto la tua proposta, ognuno in base alle proprie inclinazioni, carattere ed esperienza vissuta.

Personalmente, trovo i thread "volutamente vaghi" più che altro dispersivi, e in passato ammetto che ho addirittura pensato che qualche utente approfittasse di questi per conoscere a fondo il carattere di molti forumisti, storici e non, dunque sono assai sospettosa tuttora, però a parte questo, io penso che si possa anche scendere nel personale, ma omettendo magari delle informazioni che non si vuole rendere pubbliche e magari informando di questo chi legge e partecipa.
Non ci vedo nulla di male, e ritengo che si possa discutere in forma oggettiva anche su questioni personali, anche perché a volte certi dettagli concreti servono per inquadrare meglio la situazione per la quale si chiedono i consigli.

E dopo tutto sto panegirico di ot, io penso che come la farina e uova, nulla compatta meglio. Mi associo a molti post precedenti, nulla si può ottenere con le forzature. Cortesia e rispetto, collaborazione anche, in primis, amicizia è na parola grossa, meglio distinguere e specificare che quella appartiene alla sfera personale

sempreconfusa1

Messaggi : 5931
Data d'iscrizione : 05.08.11

Torna in alto Andare in basso

Attività per "compattare" la classe Empty Re: Attività per "compattare" la classe

Messaggio Da @melia Ven Nov 16, 2018 6:08 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
@melia ha scritto:All'inizio della prima li faccio lavorare ad un'indagine statistica sulla classe, in modo che possano conoscersi meglio. Comincio l'anno con un argomento leggero, la statistica descrittiva, e li metto in contatto tra loro.

Da collega diretta: se pensi realmente che la statistica descrittiva sia "un argomento leggero" che si può usare come intrattenimento rompighiaccio per le classi prime, vuiol dire che davvero viviamo in due mondi diversi. Io mi trovo ad affrontarlo in quarta o in quinta, ed è sistematicamente considerato uno degli argomenti più difficili...

:-) Chiaramente non insegni al biennio.
Il capitolo di statistica descrittiva nel libro di prima è veramente una passeggiata, soprattutto se confrontato con il casino dei libri del triennio. Un po' di grafici, istogrammi, ideogrammi, aerogrammi, un po' di valori medi, medie aritmetica e geometrica (l'armonica non c'è neppure), moda, mediana, un po' di terminologia. L'unica cosa "difficile": lo scarto quadratico medio. Non c'è altro. Tratto l'argomento in matematica, ma lo uso in fisica, solo che le ore di matematica sono 5 e quelle di fisica solo 2, se mi fermo a trattare i prerequisiti matematici nelle ore di fisica comincio la fisica a febbraio. Così, invece, a novembre è possibile cominciare con le forze.
@melia
@melia

Messaggi : 4153
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 62
Località : Padova

Torna in alto Andare in basso

Attività per "compattare" la classe Empty Re: Attività per "compattare" la classe

Messaggio Da elirpe Ven Nov 16, 2018 6:12 pm

Penso che le tue ottime intenzioni non tengano conto di alcuni aspetti fondamentali:
1. Gli studenti hanno una loro individualità che non va forzata; anche se a noi a volte viene spontaneo vederli come un gruppo coeso e armonico spesso non lo sono: diversi sono i gruppi e diverse le modalità di interazioni, anche conflittuali o basate sulla reciproca indifferenza.
2. I tentativi di farli interagire possono facilmente innescare in loro un atteggiamento di simulazione per riuscire a compiacere i docenti, come ha già detto da paniscus.
3. Infine per esperienza ritengo che sia davvero difficile comprendere le dinamiche che intercorrono tra gli studenti, in quanto tendono a mettere dei filtri netti nei confronti con il docente fornendo rappresentazioni coerenti e credibili (come noi docenti facciamo con loro, evitando di chiarire quali rapporti intercorrano tra di noi ed evitando, per quanto possibile che ciò traspaia).
4. Per riassuemere concludo: il docente che cerca di modificare i rapporti interpersonali tra gli studenti diventa facilmente manipolabile.

elirpe

Messaggi : 1055
Data d'iscrizione : 02.08.17

Torna in alto Andare in basso

Attività per "compattare" la classe Empty Re: Attività per "compattare" la classe

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.