No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia,  Reggio Emilia ecc…. Lettera  Contatti27
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia, Reggio Emilia ecc…. Lettera

+3
franco71
cinziara
bog
7 partecipanti

Andare in basso

No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia,  Reggio Emilia ecc…. Lettera  Empty No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia, Reggio Emilia ecc…. Lettera

Messaggio Da bog Gio Dic 27, 2018 6:43 pm

Ricevo lettera da amici e diffondo perchè CONDIVIDO, tra l'altro mi dicevano che è stata inviata per email anche in redazione OS per essere pubblicata il prima possibile.
Inviato da Maria Grazia Esercizio – Gentili Ministri, Onorevoli, Senatori ….. perchè dare più autonomia sulla materia "ISTRUZIONE" per le regioni Lombardia, Veneto, Reggio Emilia e le altre che forse intenderebbero  accodarsi è incostituzionale? Il punto è che si creeranno scuole statali ricche e scuole statali povere alimentando sempre di più le “disuguaglianze sociali” fino a renderle sempre più evidenti, proprio come per gli ospedali pubblici dove al nord ti puoi curare e al sud puoi anche morire (fatti di cronaca). Oltretutto puoi persino rubare, come non ricordare la Fondazione Maugeri che stava vicino all'Ospedale Pubblico del San Raffaele di Milano?... un enorme ospedale con strutture private e alberghi che servono ad ospitare gente che a pagamento arriva da tutta Italia per avere delle cure sanitarie che dovrebbero essere pubbliche e invece sono private in un ospedale pubblico...è diventato un vero business e lì i medici si servono della struttura pubblica per operare, privatamente, guadagnando il doppio sia come pubblico che come privato e gli italiani nemmeno se ne accorgono che in questo modo pagano il doppio delle tasse, se non il triplo tra quelle locali e statali, ebbene, altro esempio è il “ticket sanitario nazionale” che dal ‘94 in pochi anni da gratuito divenne a pagamento per tutti, anche per la povera gente o per chi lavora e non riesce comunque a pagarsi le cure e nemmeno ad accedervi per le lunghe e attese nella prenotazione mentre stranamente ti trovi nei territori strutture convenzionate con ASL che paghi un pochino meno del ticket e magicamente ottieni le cure basta che paghi ma a voi tutto questo sembra giusto?...vi sembra giusto che un sistema nazionale sanitario funzioni privatamente?...vi sembra giusto che una struttura pubblica come in un ospedale pubblico che dovrebbe essere gratuito non ottieni le cure dovute?.... a noi NO affatto, gente povera che non può più curarsi e magari con la vostra regionalizzazione sull’istruzione un domani non potrà più nemmeno “istruirsi” anche con la scuola statale pubblica, una divisione dei territori ricchi contro quella dei territori poveri, quindi più diritti in alcuni territori del paese e meno diritti in altri magari a pagamento con le supertasse e business e non è vergognoso?....per noi SI ed e ci fa “letteralmente schifo” è una roba indegna di un paese civile che va bloccata sul nascere quindi NO alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” con più autonomia per le regioni Veneto, Lombardia, Reggio Emilia ecc....la scuola statale pubblica è laica, pluralista e gratuita e deve garantire allo stesso modo per tutti il diritto allo studio su tutto il territorio italiano senza distinzione di classi sociali, proprio perché appartiene a tutti e noi “docenti della scuola statale della Repubblica Italiana” che lavoriamo in tutte le scuole d’Italia a partire dal centro, sud oppure nord noi apparteniamo a tutte quelle scuole statali italiane quindi dal Brennero alla punta estrema della Sicilia e delle isole minori ok, quindi come vedete “basta imbrogli legislativi anticostituzionali” e per voi ribadiamo un secco NO alla regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni Veneto, Lombardia, Reggio Emilia e le altre che forse intenderanno accodarsi. Eliminate, cassate, abrogate quello è un emendamento “vergognoso”. Cordiali saluti.

bog

Messaggi : 2027
Data d'iscrizione : 26.02.15

Torna in alto Andare in basso

No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia,  Reggio Emilia ecc…. Lettera  Empty Re: No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia, Reggio Emilia ecc…. Lettera

Messaggio Da cinziara Ven Dic 28, 2018 9:26 am

bog ha scritto:….. per le regioni Lombardia, Veneto, Reggio Emilia ......
??? Reggio Emilia ????

cinziara

Messaggi : 54
Data d'iscrizione : 29.01.12

Torna in alto Andare in basso

No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia,  Reggio Emilia ecc…. Lettera  Empty Re: No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia, Reggio Emilia ecc…. Lettera

Messaggio Da bog Ven Dic 28, 2018 6:10 pm

Si cinziara, ma il punto è che uno scempio del genere, non deve accadere per nessuna regione d'Italia anche perchè stravolgono la Costituzione pur avendo bocciata la "Riforma Costituzionale" di Renzi PD nel 2016 che guarda caso propose proprio le modifiche al Titolo V chiedendo più autonomia ma tutti gli italiani gliela bocciammo...

bog

Messaggi : 2027
Data d'iscrizione : 26.02.15

Torna in alto Andare in basso

No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia,  Reggio Emilia ecc…. Lettera  Empty Re: No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia, Reggio Emilia ecc…. Lettera

Messaggio Da franco71 Ven Dic 28, 2018 8:15 pm

cinziara ha scritto:
bog ha scritto:….. per le regioni Lombardia, Veneto, Reggio Emilia ......
??? Reggio Emilia ????
Chiaramente intendeva Emilia.

Sul tema dell'autonomia "Lo-Ve-Emi"
https://napoli.repubblica.it/cronaca/2018/12/28/news/cacciari_divario_crescente_tra_sud_e_nord_cosi_l_italia_si_spacca_-215375289/?ref=RHPPBT-BH-I0-C4-P13-S1.4-T1

franco71

Messaggi : 7493
Data d'iscrizione : 14.11.14

Torna in alto Andare in basso

L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio

L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio

No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia,  Reggio Emilia ecc…. Lettera  Empty Re: No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia, Reggio Emilia ecc…. Lettera

Messaggio Da serpina Gio Gen 03, 2019 2:08 pm

il veneto ci sta provando eccome.
si possono fare molti rilievi in merito ma mi sembra che questa lettera non ne faccia nemmeno uno. tralasciando l'impervia digressione sulla sanità, io non leggo nessuna argomentazione che spieghi PERCHE' si dovrebbe essere contrari a questo scenario o perchè un simile cambiamento dovrebbe necessariamente peggiorare il livello dell'istruzione al sud.
francamente mi sembra che il potere persuasivo di lettere come queste sia scarsetto.

serpina

Messaggi : 1258
Data d'iscrizione : 21.02.13

Torna in alto Andare in basso

No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia,  Reggio Emilia ecc…. Lettera  Empty Re: No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia, Reggio Emilia ecc…. Lettera

Messaggio Da Ospite Ven Gen 04, 2019 1:57 am



Ultima modifica di ReadWrite il Sab Feb 09, 2019 12:23 am - modificato 2 volte.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio

No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia,  Reggio Emilia ecc…. Lettera  Empty Re: No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia, Reggio Emilia ecc…. Lettera

Messaggio Da mordekayn Mer Gen 16, 2019 2:07 am

Con la scusa della "costituzione" ci dovremmo tenere un regime del reclutamento personale che è GRAVEMENTE disfunzionale e malfunzionante e che oramai mostra la corda in ogni fase (dai concorsi, all'elaborazione delle graduatorie, al controllo dei punteggi, al reclutamento dei docenti e degli ata dalle famigerate graduatorie che poco ci manca dettano anche l'ordine di chi deve andare prima in bagno)
Francamente io sono iperfavorevole alla regionalizzazione dell'istruzione. Tanto peggio di così è impossibile che venga erogato il servizio scolastico da anni in balia di graduatorie sempre in ritardo e piene zeppe di errori, con docenti e ata reclutati da luoghi di residenza a migliaia di km (geniale non prevedere obbligo di residenza nella provincia in cui si fa domanda per le GI) e per questo spesso assenti in modo sistematico grazie ai certificati medici, con una mobilità del personale delirante (assegnazioni provvisorie a pochi giorni dall'inizio delle lezioni) e con una cronica incapacità del miur romano di rispondere alle esigenze dell'utenza che avrebbe il diritto di avere docenti e ata in servizio e che invece deve assistere all'avvio delle lezioni senza avere personale in servizio (provate a spiegare ad un genitore che il miur si è inventato l'istituto del titolare  che è titolare da na parte ma che lavora da un' altra in via provvisoria..)
il centralismo dell'istruzione  con  annessa l'imnipresenza di multiple graduatorie (ci siamo scordati come è andata quest'anno? io no di certo essendo in ballo su queste graduatorie da AGOSTO 2018 anche grazie all'immondo funzionamento del SIDI), punteggi e annesso contenzioso oramai non più gestibile per via dei numeri e della complessità del sistema ci ha portato a non avere DS per più di un terzo delle scuole (Milano), DSGA idem (concorso non fatto da oltre 12 anni, tanto a che servono i dsga, sfruttiamo i facenti funzione ), ad avere migliaia di cattedre scoperte perchè viene consentito il trasferimento e l'assegnazione provvisoria in barba all'erogazione del servizio scolastico, un precariato dilagante con abilitazioni sospese (non era meglio che le abilitazioni le dava il provveditorato e non le università a numero chiuso? che ci vuole a formare specializzati sul sostegno riciclando docenti in CDC che non servono ?) e altre simpatiche piacevolezze che non hanno alcuna logica.
Anche basta, grazie.

mordekayn

Messaggi : 6546
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 31

Torna in alto Andare in basso

L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio

L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio

No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia,  Reggio Emilia ecc…. Lettera  Empty Re: No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia, Reggio Emilia ecc…. Lettera

Messaggio Da sempreconfusa1 Gio Gen 17, 2019 12:28 am

mordekayn ha scritto:(...)
famigerate graduatorie che poco ci manca dettano anche l'ordine di chi deve andare prima in bagno)
(...)
(...) certificati medici,
con una mobilità del personale delirante (assegnazioni provvisorie a pochi giorni dall'inizio delle lezioni) e con una cronica incapacità del miur romano di rispondere alle esigenze dell'utenza che avrebbe il diritto di avere docenti e ata in servizio e che invece deve assistere all'avvio delle lezioni senza avere personale in servizio (provate a spiegare ad un genitore che il miur si è inventato l'istituto del titolare  che è titolare da na parte ma che lavora da un' altra in via provvisoria..)
(...)
all'immondo funzionamento del SIDI)
punteggi e annesso contenzioso oramai non più gestibile per via dei numeri e della complessità del sistema
(...) ci ha portato a non avere DS per più di un terzo delle scuole (Milano), DSGA idem (concorso non fatto da oltre 12 anni, tanto a che servono i dsga, sfruttiamo i facenti funzione ), ad avere migliaia di cattedre scoperte perchè viene consentito il trasferimento e l'assegnazione provvisoria in barba all'erogazione del servizio scolastico, un precariato dilagante con abilitazioni sospese (non era meglio che le abilitazioni le dava il provveditorato e non le università a numero chiuso? che ci vuole a formare specializzati sul sostegno riciclando docenti in CDC che non servono ?) e altre simpatiche piacevolezze che non hanno alcuna logica.
Anche basta, grazie.

mordekayn, ovviamente la tua requisitoria non si discute, e chi più di te può dire la propria in merito...l'apparato che descrivi è proprio rispondente alla realtà. Tuttavia ho sottolineato alcuni punti del tuo discorso per metterli, in certo modo, in contrapposizione con l'incipit e cioè le famigerate graduatorie, che tu aboliresti molto volentieri, e io invece le difenderei ancora.

Infatti, tutte le criticità che hai elencato non si potrebbero sanare, ciascuna per conto proprio, senza per questo eliminare le graduatorie che tanta pena attualmente vi danno?

Cioè, la -non- uscita dei concorsi per ds e dsga, o la mancanza di sostegno specializzato, lo vogliamo attribuire al sistema di reclutamento per graduatorie? No. E la mobilità così come la descrivi? Non potrebbe essere meglio ragionata? e i certificati medici? Pensi che senza le graduatorie non esisterebbero? Pensi che siano soltanto i km di distanza a generarli? E così via.
Insomma, non vorrei che siccome l'acqua è sporca buttiamo via anche il bambino...

Secondo me, potrebbe essere invece anche peggio di così. Magari non da un punto di vista amministrativo, se capisci cosa intendo, che probabilmente migliorerebbe, quanto piuttosto sotto altri aspetti.

Dobbiamo per forza eliminarle, queste graduatorie, anziché gestirle in modo più razionale e giusto? Ma piuttosto...perché non riduciamo la famigerata autonomia che mal si confà con il sistema, appunto, nazionale?

sempreconfusa1

Messaggi : 5754
Data d'iscrizione : 05.08.11

Torna in alto Andare in basso

No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia,  Reggio Emilia ecc…. Lettera  Empty Re: No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia, Reggio Emilia ecc…. Lettera

Messaggio Da mordekayn Gio Gen 17, 2019 4:35 pm

L'autonomia scolastica post 2000 è stata l'inizio della fine. Sulle graduatorie si può discutere, di certo così le cose non funzionano. Non funzionano e se vuoi ti faccio tutti gli esempi concreti del caso.

Se dovessi descrivere quello che sta succedendo sulle GI ata 18-21 (prorogate di un anno e letteralmente piene di persone con diplomi fasulli e servizi paritari non coperti da contributi) ti metteresti le mani sui capelli.

mordekayn

Messaggi : 6546
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 31

Torna in alto Andare in basso

No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia,  Reggio Emilia ecc…. Lettera  Empty Re: No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia, Reggio Emilia ecc…. Lettera

Messaggio Da sempreconfusa1 Ven Gen 18, 2019 12:20 am

...o forse li perderei, i capelli... :-) dovrebbe venir fuori uno scandalo graduatoriopoli, e tutti quelli con titoli falsi o con punteggi magici espulsi e destinati ai lavori socialmente utili, come per esempio zappare l'orto in primavera, oppure procurare la legna per i caminetti d'inverno.

sempreconfusa1

Messaggi : 5754
Data d'iscrizione : 05.08.11

Torna in alto Andare in basso

No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia,  Reggio Emilia ecc…. Lettera  Empty Re: No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia, Reggio Emilia ecc…. Lettera

Messaggio Da mordekayn Ven Gen 18, 2019 5:50 pm

Non puoi pensare di decertificare tutto - salvo su materia sanitaria - vietando addirittura al dipendente di acquisire documenti SPONTANEAMENTE consegnati dall'interessato (in base a cirolari uscite a seguito della 183/2011) e poi pensare che sia possibile demandare alle scuole la verifica puntuale di tutto quanto autodichiarato, specialmente in un paese che ha vaste aree territoriali in cui la collusione di interessi scuole-medici-asl-candidati in GI è pressochè totale e pervasiva http://www.aetnascuola.it/alle-scuole-paritarie-con-il-pacchetto-bidello-6500-euro-ti-compri-un-posto-da-collaboratore-scolastico/ )
Solo oggi ho perso mezza giornata per richiedere la firma delle clausole di salvaguardia per i DM neoimmessi in ruolo con riserva nell'as. 2018-2019 (in assenza della quale i CTI non potranno essere registrati) e ho dovuto scrivermi da solo il testo con tutti i riferimenti normativi. A forza di riforme e riformelle  esistono ruoli che non esistono, concorsi che vengono fatti con decenni di ritardo (vedere i dsga) o malfatti (quello dei  ds perennemente in balia di contenziosi e sospensive), graduatorie che sono una barzelletta (punteggi ballerini), la pubblica istruzione è oramai pubblica distruzione ah,ah,ah.

mordekayn

Messaggi : 6546
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 31

Torna in alto Andare in basso

No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia,  Reggio Emilia ecc…. Lettera  Empty Re: No alla Regionalizzazione sulla materia “ISTRUZIONE” per le regioni del Veneto, Lombardia, Reggio Emilia ecc…. Lettera

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.