CASO DI AUTISMO Contatti27
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



CASO DI AUTISMO

5 partecipanti

Andare in basso

CASO DI AUTISMO Empty CASO DI AUTISMO

Messaggio Da dolcetto Lun Set 30, 2019 3:21 pm

Buongiorno a tutti,
chiedo un parere per conto di una mia amica collega a cui è stata assegnato un ragazzo autistico che frequenta la 4° Liceo, proveniente da un Liceo di un'altra città, quindi si è trasferito da poco tempo. Vengo al punto: il ragazzo non è in grado di elaborare da solo gli appunti e di seguire autonomamente le lezioni, ma ha bisogno sempre dell'insegnante di sotegno accanto. Deve essere sempre impegnato e attivo sul compito. Il problema è che in certi momenti lui dice di sentire dei versi in classe accusando di questo i compagni, in particolare si rivolge alla classe, alza la voce arrabbiato e così in quel momento il clima che si crea non è piacevole: alcuni ridacchiano, altri stanno in silenzio e la mia collega cerca di calmarlo, dicendo che non si sono sentiti versi, ma lui convinto si innervosisce ancora di più. Ora lei non sa cosa fare, ha riferito la questione alla madre, la cosa è caratteristica di questo ragazzo, il problema è che gestire una cosa del genere in una quarta Liceo, durante una verifica oppure una spiegazione è davvero stressante e di non facile risoluzione.
Portarlo fuori sarebbe la via più semplice, ma i genitori non vogliono. Cosa consigliereste di fare?
Grazie mille.
dolcetto
dolcetto

Messaggi : 1629
Data d'iscrizione : 28.09.09
Località : MILANO

Torna in alto Andare in basso

CASO DI AUTISMO Empty Re: CASO DI AUTISMO

Messaggio Da arrubiu Lun Set 30, 2019 4:07 pm

Un primo aspetto su cui lavorare direi che è la classe. Sono anche in quarta, non sono più bambini. Spiegare quindi la difficoltà di questo ragazzo e sensibilizzarli affinché non ci siano risatine etc. Che aggiungono solo stress emotivo
arrubiu
arrubiu
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 25732
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

Torna in alto Andare in basso

CASO DI AUTISMO Empty Re: CASO DI AUTISMO

Messaggio Da pasqui74 Lun Set 30, 2019 4:25 pm

http://www.sostegno-superiori.it/uda-stereotipi-e-pregiudizi/
Materiale per una 3ª liceo adattabile ad una 4ª.
Sul sito si trovano moltissimi materiali per lavorare con ragazzi autistici.

pasqui74

Messaggi : 1402
Data d'iscrizione : 27.05.14

Torna in alto Andare in basso

CASO DI AUTISMO Empty Re: CASO DI AUTISMO

Messaggio Da eragon Lun Set 30, 2019 8:22 pm

Sentire dei versi è più verso la schizofrenia che l'autismo..
Sicuro che la diagnosi sia esatta?

eragon

Messaggi : 1048
Data d'iscrizione : 23.08.10

Torna in alto Andare in basso

CASO DI AUTISMO Empty Re: CASO DI AUTISMO

Messaggio Da LetiziaF Lun Set 30, 2019 9:03 pm

sentire dei versi...
è risaputo che alcuni ragazzi con autismo (anzi tutti in verità anche quelli ad alto funzionamento) soffrono di ipersensibilità dell'udito, quindi una cosa che per noi è niente per loro diventa una cosa molto fastidiosa e insopportabile (al corso del sostegno ci hanno fatto tre corsi su questa cosa).
Ovvio che questa classe ha bisogno di una bella "sistemata a livello educativo"...
i nostri professori consigliano in questi casi di destressare la situazione (e quindi il malessere del ragazo) portando il ragazzo fuori dall'aula (cioè allontanandolo dalla fonte del problema), in un'aula tranquilla e silenziosa...quando si è calmato, si ritorna in classe
penso sia corretto e rispettoso dei bisogni di questo ragazzo...
non portarlo fuori e segregarlo fuori, ma portarlo fuori giusto il tempo che serve a lui per tornare "allo stato di sopportazione" necessario per affrontare un mondo, quello della classe, nella quale evidentemente non sta benissimo

LetiziaF

Messaggi : 1490
Data d'iscrizione : 28.05.14

Torna in alto Andare in basso

CASO DI AUTISMO Empty Re: CASO DI AUTISMO

Messaggio Da eragon Lun Set 30, 2019 11:31 pm

LetiziaF ha scritto:sentire dei versi...
è risaputo che alcuni ragazzi con autismo (anzi tutti in verità anche quelli ad alto funzionamento) soffrono di ipersensibilità dell'udito, quindi una cosa che per noi è niente per loro diventa una cosa molto fastidiosa e insopportabile (al corso del sostegno ci hanno fatto tre corsi su questa cosa).
Ovvio che questa classe ha bisogno di una bella "sistemata a livello educativo"...
i nostri professori consigliano in questi casi di destressare la situazione (e quindi il malessere del ragazo) portando il ragazzo fuori dall'aula (cioè allontanandolo dalla fonte del problema), in un'aula tranquilla e silenziosa...quando si è calmato, si ritorna in classe
penso sia corretto e rispettoso dei bisogni di questo ragazzo...
non portarlo fuori e segregarlo fuori, ma portarlo fuori giusto il tempo che serve a lui per tornare "allo stato di sopportazione" necessario per affrontare un mondo, quello della classe, nella quale evidentemente non sta benissimo
Una cosa è l'ipersensibilità ma "lui dice di sentire dei versi", almeno detta così sembra un'altra cosa.
Noto che in questo forum il livello di presupponenza ed arroganza dei nuovi "specializzati" sta raggiungendo livelli di guardia.

eragon

Messaggi : 1048
Data d'iscrizione : 23.08.10

Torna in alto Andare in basso

CASO DI AUTISMO Empty Re: CASO DI AUTISMO

Messaggio Da dolcetto Mar Ott 01, 2019 9:37 pm

Grazie a tutti per gli interventi.
dolcetto
dolcetto

Messaggi : 1629
Data d'iscrizione : 28.09.09
Località : MILANO

Torna in alto Andare in basso

CASO DI AUTISMO Empty Re: CASO DI AUTISMO

Messaggio Da LetiziaF Dom Ott 06, 2019 5:13 pm

è semplicemente un comunicare una cosa; noi non siamo dei medici che possiamo dire che il suo "sentire versi" sia causa di altra patologia eh... a meno che tu sia un neuropsichiatra...

LetiziaF

Messaggi : 1490
Data d'iscrizione : 28.05.14

Torna in alto Andare in basso

CASO DI AUTISMO Empty Re: CASO DI AUTISMO

Messaggio Da dolcetto Lun Ott 07, 2019 7:26 pm

Buonasera,
sempre a proposito di questo ragazzo, vi chiedo un altro parere: la docente di italiano vorrebbe adottare una programmazione differenziata e addossare l'elaborazione della stessa alla docente di sostegno che lo segue, laureata in ambito umanistico, ma non in Italiano. A me sembra che voglia togliersi dalle scatole il  problema e delegare sia la programmazione sia la didattica quotidiana del ragazzo, ivi comprese le verifiche e le interrogazioni, all'insegnante di sostegno, prevedendo una programmazione de tutto staccata da quella della classe perchè, a suo parere, inutile dato che il ragazzo ha una età mentale di 8 anni (per lei) e quindi sarebbe tutto superfluo. Vorrebbe inoltre usare dei testi di scuola elementare o media. Ma voi cosa pensate di tutto ciò? Il caso è problematico e la docente non ha voglia di stare dietro a lui, ma secondo me la programmazione deve avere un raccordo se pur minimo con la classe, altrimenti è preferibile che cambi scuola perchè già è difficile favorire l'inclusione in classe, poi se deve fare cose totalmente differenti, mi sembra assurdo.
La docente di sostegno ritiene che lei non sia obbligata a fare la programmazione perchè di competenza del docente di materia..
dolcetto
dolcetto

Messaggi : 1629
Data d'iscrizione : 28.09.09
Località : MILANO

Torna in alto Andare in basso

CASO DI AUTISMO Empty Re: CASO DI AUTISMO

Messaggio Da dolcetto Mar Ott 08, 2019 1:56 pm

Scusat, ho aperto un nuovo post perchè la richiesta ultima verte su una problematica rispetto all'oggetto di questo post.
dolcetto
dolcetto

Messaggi : 1629
Data d'iscrizione : 28.09.09
Località : MILANO

Torna in alto Andare in basso

CASO DI AUTISMO Empty Re: CASO DI AUTISMO

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.