Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Contatti27
Ultimi argomenti attivi
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Pagina 3 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da pogi Lun Apr 20, 2020 5:49 pm

Promemoria primo messaggio :

Mi sfugge il senso di volersi assumere il rischio di svolgere esami di Stato in presenza a fronte:
1) di una percentuale di promossi del 99,7%
2) di una percentuale di ammessi all'esame che supera il 96%
3) della commissione di soli interni, che non potrà che confermare le opinioni già maturate nei precedenti mesi o anni
4) dello spettro di ricorsi/ controricorsi appelli al tar e al santo di turno nel caso di - improbabilissime - bocciature
4) della difficoltà/impossibilità di organizzare l'esame in condizioni di sicurezza per tutti

E' proprio utile rischiare anche soltanto un contagio per mettere in scena una farsa ora più che mai svuotata di ogni significato?
Dobbiamo immolare qualche docente sull'altare del "rito di passaggio" dei poveri maturandi, per la paura di privarli del "giorno più bello della loro vita"?
Il vero esame di maturità consiste, a mio parere, nel prendere atto della realtà e comportarsi di conseguenza.

pogi

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 05.09.14

Torna in alto Andare in basso


Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da patty20 Lun Apr 27, 2020 2:13 pm

E se avessi una banale febbre a 37.6 dovrei saltare la sessione abbandonando le mie classi a un estraneo oppure dovrei tacere la cosa rischiando di contagiare tutti, nella speranza possa trattarsi di una semplice indisposizione? Voi cosa fareste?

patty20

Messaggi : 4205
Data d'iscrizione : 26.01.12

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da gugu Lun Apr 27, 2020 2:16 pm

[quote="patty20"]E se avessi una banale febbre a 37.6 dovrei saltare la sessione abbandonando le mie classi a un estraneo oppure dovrei tacere la cosa rischiando di contagiare tutti, nella speranza possa trattarsi di una semplice indisposizione? Voi cosa fareste?[/quote]

L'estraneo è un docente del tuo istituto, quindi non ci sarebbero problemi.
E' chiaro che con il nuovo DPCM dovrai subito abbandonare i lavori e dirlo a tutti, altrimenti rischi 12 anni di carcere per epidemia colposa (essendo laureata in legge penso tu conosca il riferimento).

Il problema più grande nel tuo caso mi pare sia quello di essere a migliaia di km di distanza dalla tua scuola in DaD; ecco lì non si cosa succederà a giugno per i movimenti fra regioni.
Forse entro il 30 aprile dovresti chiarire questo con la tua scuola, senza richiamare malattie o febbri del caso.
gugu
gugu

Messaggi : 38091
Data d'iscrizione : 28.09.09

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da pogi Lun Apr 27, 2020 2:22 pm

A proposito degli esami di laurea: sono molto meno una formalità della stragrande maggioranza dei colloqui di maturità, almeno per la mia esperienza in entrambe le situazioni.
Il voto di laurea si decide(va) valutando nel merito la tesi del candidato, la carriera universitaria etc...
Vogliamo sostenere che gli esami di maturità fossero esami seri anche in condizioni "normali"?  
Quanto saranno "seri" nel 2020 con una commissione di soli docenti interni?
Mi sembra che la tesi del "rito di passaggio" sia una stupidaggine prodotta ad uso di qualche - pochi - adolescente fuori dalla storia e di qualche pensionato nostalgico.
Il punto è assumersi rischi che abbiano un senso, non fare da apripista per qualche malcelata strategia che esula dalle dinamiche scolastiche. Ha molto più senso rischiare di ammalarsi andando a fare la spesa piuttosto che rischiare di ammalarsi partecipando ad una farsa utile solo a glorificare qualche politichino dell'ultima ora.

pogi

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 05.09.14

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da caesar753 Lun Apr 27, 2020 2:24 pm

[quote="gugu"]A mio avviso non puoi nemmeno paragonare il numero di studenti coinvolti in esami universitari (parliamo di centinaia di migliaia di studenti), con gli studenti di quinta di un istituto.

Se vuoi gli spazi grandi si potrà usare la palestra, l'aula magna, il giardino.
La commissione con il solo candidato potrà mantenere distanze di sicurezza siderali.
Poi ripeto, se qualcuno è già votato a rimanere in casa per sempre, aspettando una cura o un vaccino che potrebbero non arrivare mai, sia libero di farlo. Interrogandosi anche su cosa sarà la sua vita futura, indipendentemente dall'esame di stato. [/quote]

Centinaia di migliaia di studenti che partecipano allo stesso esame? molto improbabile
che partecipano a esami della stessa università nella stessa sessione? forse possibile ma improbabile

Gli esami più affollati sono di solito quelli del primo anno, diciamo che in un corso ci siano 200 iscritti e tutti partecipino allo stesso appello orale: un appello dura in media 3 settimane (15 giorni lavorativi esclusi i sabati, 18 giorni lavorativi inclusi), vuol dire interrogare circa 10 persone al giorno (una alla volta, 5/6 al mattino dalle 8 alle 13/14 e 4/5 al pomeriggio dalle 14/15 ale 18/19), un ritmo perfettamente normale anche durante tempi comuni.

In una scuola "media" ci sono magari 6 sezioni, quindi 3 commissioni, 3 quinte alla volta: ogni quinta ha circa 20/25 alunni, per 3 fa 60/75 da esaminare in media in 5 giorni solo al mattino, quindi vengono sbrigati circa 12 alunni al giorno (dalle 3 commissioni, circa tre alla volta dalle 8 alle 13), in un unico edificio.

Nuovamente: se il numero totale può sembrare incommensurabile tra scuola e università, i numeri medi per commissione/aula/edificio sono sovrapponibili.

Comunque, parliamo due lingue diverse; buon lavoro, Preside!

caesar753

Messaggi : 1088
Data d'iscrizione : 22.05.11

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da serpina Lun Apr 27, 2020 2:24 pm

@caesar753: non conosco abbastanza bene la situazione delle molteplici realtà universitarie per capire se sia fattibile riaprire sessioni di esami e lauree. Penso invece che per le scuole superiori sia assolutamente fattibile fare gli orali in presenza, e penso che questa fattibilità non dipenda da quello che fa o non fa l'università ma dagli effettivi rischi, secondo me contenuti, che si correrebbero.

serpina

Messaggi : 1079
Data d'iscrizione : 21.02.13

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da gugu Lun Apr 27, 2020 2:27 pm

Vorrei solo sapere, per pura curiosità, attualmente a quanta distanza chilometrica si trovano i partecipanti a questo post.
gugu
gugu

Messaggi : 38091
Data d'iscrizione : 28.09.09

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da patty20 Lun Apr 27, 2020 2:28 pm

[quote="gugu"][quote="patty20"]E se avessi una banale febbre a 37.6 dovrei saltare la sessione abbandonando le mie classi a un estraneo oppure dovrei tacere la cosa rischiando di contagiare tutti, nella speranza possa trattarsi di una semplice indisposizione? Voi cosa fareste?[/quote]

L'estraneo è un docente del tuo istituto, quindi non ci sarebbero problemi.
E' chiaro che con il nuovo DPCM dovrai subito abbandonare i lavori e dirlo a tutti, altrimenti rischi 12 anni di carcere per epidemia colposa (essendo laureata in legge penso tu conosca il riferimento).

Il problema più grande nel tuo caso mi pare sia quello di essere a migliaia di km di distanza dalla tua scuola in DaD; ecco lì non si cosa succederà a giugno per i movimenti fra regioni.
Forse entro il 30 aprile dovresti chiarire questo con la tua scuola, senza richiamare malattie o febbri del caso. [/quote]
Guarda che un'eventuale febbre non è riferito a me. Ma è qualcosa che potrebbe capitare a tutti, anche a te. Non ho bisogno di nessun pretesto.

patty20

Messaggi : 4205
Data d'iscrizione : 26.01.12

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da caesar753 Lun Apr 27, 2020 2:31 pm

[quote="marco67"]Leggo con interesse e rispetto quanto detto dai colleghi ma mi permetto di dissentire totalmente. Tante cose che non condivido ma 2 in particolare.
Primo, cOncordo che in tempi normali l’esame è poco selettivo ma nella mia scuola sono diverse decine gli alunni che normalmente non sono ammessi (per lo più per mancata validità dell’anno) ma quest’anno saranno tutti alla maturità, per cui un orale serio in presenza è indispensabile.
Secondo. Sulla questione sicurezza non avremo mai la garanzia assoluta, ma non penso che rischieremo di più di un cassiere del supermercato e che sia nostro dovere accollarci tale rischio.[/quote]

Questo, per chi condivide il risvolto etico [non io, ma lo posso capire n.d.r.], è l'unico argomento sensato: se prendi questo lavoro come una "missione" simile ad altre (anche quella del cassiere o del netturbino che sta rischiando del suo) e che quindi ha dei risvolti etici anche personali (per fare il mio lavoro sono disposto a rischiare la mia salute) allora è più che giusto il discorso che fai.

caesar753

Messaggi : 1088
Data d'iscrizione : 22.05.11

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da caesar753 Lun Apr 27, 2020 2:31 pm

[quote="gugu"]Vorrei solo sapere, per pura curiosità, attualmente a quanta distanza chilometrica si trovano i partecipanti a questo post. [/quote]

quanta distanza chilometrica da cosa, Preside?

caesar753

Messaggi : 1088
Data d'iscrizione : 22.05.11

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da pogi Lun Apr 27, 2020 3:41 pm

[quote="caesar753"][quote="marco67"]Leggo con interesse e rispetto quanto detto dai colleghi ma mi permetto di dissentire totalmente. Tante cose che non condivido ma 2 in particolare.
Primo, cOncordo che in tempi normali l’esame è poco selettivo ma nella mia scuola sono diverse decine gli alunni che normalmente non sono ammessi (per lo più per mancata validità dell’anno) ma quest’anno saranno tutti alla maturità, per cui un orale serio in presenza è indispensabile.
Secondo. Sulla questione sicurezza non avremo mai la garanzia assoluta, ma non penso che rischieremo di più di un cassiere del supermercato e che sia nostro dovere accollarci tale rischio.[/quote]

Questo, per chi condivide il risvolto etico [non io, ma lo posso capire n.d.r.], è l'unico argomento sensato: se prendi questo lavoro come una "missione" simile ad altre (anche quella del cassiere o del netturbino che sta rischiando del suo) e che quindi ha dei risvolti etici anche personali (per fare il mio lavoro sono disposto a rischiare la mia salute) allora è più che giusto il discorso che fai.
[/quote]

Dunque rispetto agli ammessi: nel 2019 sono stati più del 96% degli iscritti, i promossi, come ho già scritto in altri messaggi il 99,7% degli ammessi. E' sui numeri generali che si deve ragionare. Lo sforzo economico e organizzativo e il rischio non  sono commisurati all'obiettivo.
Poi di sicuro, con un esame orale a distanza, qualche furbo potrebbe anche farla franca; non sono però certo che gli stessi furbi non sarebbero riusciti comunque a farla franca in una situazione "normale".
Ho sempre trovato commissioni pochissimo inclini a bocciare anche a fronte di mancanze macroscopiche del candidato: sappiamo ormai tutti che lo spettro e l'arma del "ricorso" sono spauracchi fenomenali in tutti gli esami e concorsi statali. Chi vorrà farsi carico di una bocciatura proprio quest'anno?
E cosa cambierebbe - davvero - se fossero per quest'anno tutti promossi?
Penso che la soluzione migliore sarebbe stata dichiarare concluso l'anno scolastico a febbraio, senza interrompere la didattica (sacrilegio! gli studenti non studiano più!), lasciando ai consigli di classe il compito di valutare gli allievi sulla base dell'intero percorso scolastico.

pogi

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 05.09.14

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da caesar753 Lun Apr 27, 2020 4:07 pm

Più che la bocciatura (già non si fa in periodi normali, quest'anno mi sembra sia proprio vietata per decreto) il problema può essere il voto finale, che tuttavia, più che una vera utilità pratica (non so quante università ancora tengano conto del voto di maturità alle ammissioni, ancor più di questo voto di maturità viste le condizioni eccezionali in cui si è svolto il tutto) è un altro degli elementi del folklore popolare paragonabili alla notte prima degli esami o ai saluti e baci (a distanza) che i cuccioli vorranno indirizzare ai loro maestri di vita...

caesar753

Messaggi : 1088
Data d'iscrizione : 22.05.11

Torna in alto Andare in basso

L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da caesar753 Lun Apr 27, 2020 4:21 pm

In realtà spero di smettere di prendere questo stipendio dal prossimo settembre, dopo aver sbrigato tutte le folli formalità connesse con la conclusione di questo a.s. (e questa carriera).



P.S.: mi pare che da qualche parte tu abbia scritto che ti sei sempre rifiutato di prendere il ruolo perchè preferisci la libertà delle supplenze: hai tutto il mio apprezzamento! già questo lavoro non era il massimo quando avevo la possibilità di girare i tacchi ed andarmene quando una scuola non mi piaceva, ora che mi ci sono incatenato e bisogna chiedere permesso anche per andare in bagno è ancor più peggiorato...

caesar753

Messaggi : 1088
Data d'iscrizione : 22.05.11

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da pogi Lun Apr 27, 2020 4:34 pm

[quote="seasparrow3"]a me sembra che vari colleghi
si sono entusiasmati all'idea di prendere
uno stipendio stando comodamente seduti
a daddare per x ore al giorno per cinque giorni alla settimana
(il giorno libero e' un diritto anche in dad)

(2468)[/quote]
Mah, nel mio caso impiego molto più tempo ed energia in questa fase che nella precedente "di persona". Poi è chiaro che anche qui c'è chi se ne approfitta e chi no.

Quello che mi irrita particolarmente di tutta questa congiuntura è la convergenza di intenti tra l'approccio sentimental-paesano della ministra e quello molto più consapevole e lucido di confindustria (si dice così per semplificare, è chiaro).

pogi

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 05.09.14

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da Sconcertato_2 Lun Apr 27, 2020 9:24 pm

[quote="marco67"]
Primo, cOncordo che in tempi normali l’esame è poco selettivo ma nella mia scuola sono diverse decine gli alunni che normalmente non sono ammessi (per lo più per mancata validità dell’anno) ma quest’anno saranno tutti alla maturità, per cui un orale serio in presenza è indispensabile.
.[/quote]

Se pensi di poter bocciare qualcuno all'esame te lo puoi anche scordare.

Se il problema si riduce alla sola possibilità di poter limare il voto finale (del tipo sei dove non dovevi esser e quindi ti do il minimo) allora  non vi è grande differenza tra ciò che si può decidere in presenza e online.

Sconcertato_2

Messaggi : 658
Data d'iscrizione : 06.02.18

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da caesar753 Mar Apr 28, 2020 4:40 pm

E così si chiude questa discussione

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

"Maturità straordinaria per via della pandemia: non avrà prove scritte e sarà svolta in presenza sì, a piccoli gruppi, ma a distanza di sicurezza."

Tanto per cambiare ha prevalso l'opinione meno logica (quella, per capirsi, di quando a marzo alcuni presidenti di regione volevano chiudere le scuole e il caudillo dalla folta chioma disse che solo LVI poteva decidere)

caesar753

Messaggi : 1088
Data d'iscrizione : 22.05.11

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da paniscus_2.1 Mar Apr 28, 2020 5:17 pm

[quote="seasparrow3"]a me sembra che vari colleghi
si sono entusiasmati all'idea di prendere
uno stipendio stando comodamente seduti
a daddare per x ore al giorno per cinque giorni alla settimana
(il giorno libero e' un diritto anche in dad)[/quote]

Quindi i colleghi vengono accusati di non fare nulla... e CONTEMPORANEAMENTE di stare a fare didattica a distanza tutti i giorni per chissà quante ore al giorno? Decidiamoci!

paniscus_2.1

Messaggi : 3999
Data d'iscrizione : 31.10.17

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da pogi Mar Apr 28, 2020 5:43 pm

[quote="caesar753"]E così si chiude questa discussione

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

"Maturità straordinaria per via della pandemia: non avrà prove scritte e sarà svolta in presenza sì, a piccoli gruppi, ma a distanza di sicurezza."

Tanto per cambiare ha prevalso l'opinione meno logica (quella, per capirsi, di quando a marzo alcuni presidenti di regione volevano chiudere le scuole e il caudillo dalla folta chioma disse che solo LVI poteva decidere)[/quote]

Però, non sarei così sicuro, visti gli effetti che le riaperture potrebbero determinare in termini di contagi, la germania insegna. Ne riparliamo verso i primi di giugno.
In seconda istanza: è possibile ribellarsi ai provvedimenti che si ritengono ingiusti e/o nocivi, esiste lo strumento dello sciopero; qualche sindacato ci penserà?
Infine è di oggi, incredibilmente pubblicata sul corriere anche se in "piccolo", la lettera di protesta di un gruppo di insegnanti contro l'idea folle degli esami in presenza.

pogi

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 05.09.14

Torna in alto Andare in basso

L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da balanzoneXXI Mer Apr 29, 2020 3:43 am

[quote="pogi"]Conte nella sua conferenza stampa è stato sibillino circa la possibilità di un esame di maturità in presenza usando espressione "conferenza personale".
Tutto lascia però pensare che il ministero voglia compiere sforzi per garantire che il colloquio sia a scuola.
Perchè?
Più ci penso e più non riesco a trovare una ragione razionale a supporto di una scelta del genere.
E' il trionfo, l'ennesimo purtroppo, del pensiero antiscientifico e la manifestazione di una visione distorta della scuola, forse - e per certi versi spero - favorita da qualche spinta di chi non vede l'ora di "riaprire" sulla pelle dei lavoratori.
Il paravento è chiaramente quello dell'esame "serio" o "serissimo". Qualcuno ha pure scritto una lettera a orizzontescuola sulla imprescindibile necessità degli esami in presenza.
Ma chi vogliamo prendere in giro? Un esame serio non c'è da decenni, altrimenti non si avrebbero percentuali di
promossi superiori a quelle con cui il partito del lavoro in corea del nord vince le elezioni.
E' necessario rischiare di contagiarsi per decidere se il candidato X meriti 71 o 72? Per decidere se Y merita 89 oppure 80 dobbiamo interrogarlo - serissimamente - per un oltre un'ora?
I docenti della scuola secondaria sono sacrificabili e quelli universitari no?
[/quote]


Lo stanno tirando per la giacchetta, temo.

balanzoneXXI

Messaggi : 3959
Data d'iscrizione : 21.09.13

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da balanzoneXXI Mer Apr 29, 2020 3:45 am

[quote="caesar753"]Notoriamente la laurea non è un titolo di studio con valore legale...[/quote]

Assolutamente

balanzoneXXI

Messaggi : 3959
Data d'iscrizione : 21.09.13

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da balanzoneXXI Mer Apr 29, 2020 3:57 am

[quote="marco67"]Leggo con interesse e rispetto quanto detto dai colleghi ma mi permetto di dissentire totalmente. Tante cose che non condivido ma 2 in particolare.
Primo, cOncordo che in tempi normali l’esame è poco selettivo ma nella mia scuola sono diverse decine gli alunni che normalmente non sono ammessi (per lo più per mancata validità dell’anno) ma quest’anno saranno tutti alla maturità, per cui un orale serio in presenza è indispensabile.
Secondo. Sulla questione sicurezza non avremo mai la garanzia assoluta, ma non penso che rischieremo di più di un cassiere del supermercato e che sia nostro dovere accollarci tale rischio.[/quote]

Siccome i cassieri del supermercato rischiano, dovrebbe rischiare pure chi ha la  possibilità  di fare il telelavoro ( il maledetto imboscato).
Sarebbe addirittura  suo dovere accollarsi il rischio, immagino per solidarietà,  dato che accollarselo non ridurrebbe quello corso dai cassieri, anzi  lo aumenterebbe, sia pure di poco .


Ultima modifica di balanzoneXXI il Mer Apr 29, 2020 8:58 am - modificato 1 volta.

balanzoneXXI

Messaggi : 3959
Data d'iscrizione : 21.09.13

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da peadp Mer Apr 29, 2020 8:34 am

Il problema per gli universitari è che moltissimi studenti non vivono nella sede dell'università e dovrebbero spostarsi lungo l'Italia per esami e tesi, coi problemi conseguenti. Mio marito insegna all'università e ho visto che ai primi di marzo hanno provato da qualche parte a fare le tesi in presenza ma con dentro solo 2 persone ad accompagnare il candidato. Purtroppo però ci sono stati poi problemi all'uscita con parenti e amici nel cortile, distanziati solo all'inizio, da qui il passaggio rapidissimo all'online prima che diventasse obbligatorio. Anche per la maturità io temo questo, che qualche genitore o amico gironzoli nei dintorni della scuola e poi si assembri. Credo comunque anch'io che di qui al 17 giugno si ara più chiarezza sull'andamento dell'epidemia. Mia figlia vorrebbe fare l'esame in presenza perché le stanno riempiendo la testa con minacce sul fatto che chi parla deve tenere lo sguardo fisso nella telecamera tutto il tempo per far vedere che non imbroglia ecc. e gia le dâ fastidio farla per il tempo di un'interrogazione normale

peadp

Messaggi : 1183
Data d'iscrizione : 26.12.17

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da @melia Mer Apr 29, 2020 12:37 pm

Me lo vedo uno fare un'interrogazione di matematica fissando il professore, magari spiegando come risolvere un'equazione differenziale senza carta e penna.
@melia
@melia

Messaggi : 3698
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 61
Località : Padova

Torna in alto Andare in basso

L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 3 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.