Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Contatti27
Ultimi argomenti attivi
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Pagina 4 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da pogi Lun Apr 20, 2020 5:49 pm

Promemoria primo messaggio :

Mi sfugge il senso di volersi assumere il rischio di svolgere esami di Stato in presenza a fronte:
1) di una percentuale di promossi del 99,7%
2) di una percentuale di ammessi all'esame che supera il 96%
3) della commissione di soli interni, che non potrà che confermare le opinioni già maturate nei precedenti mesi o anni
4) dello spettro di ricorsi/ controricorsi appelli al tar e al santo di turno nel caso di - improbabilissime - bocciature
4) della difficoltà/impossibilità di organizzare l'esame in condizioni di sicurezza per tutti

E' proprio utile rischiare anche soltanto un contagio per mettere in scena una farsa ora più che mai svuotata di ogni significato?
Dobbiamo immolare qualche docente sull'altare del "rito di passaggio" dei poveri maturandi, per la paura di privarli del "giorno più bello della loro vita"?
Il vero esame di maturità consiste, a mio parere, nel prendere atto della realtà e comportarsi di conseguenza.

pogi

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 05.09.14

Torna in alto Andare in basso


Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da cati91 Mer Apr 29, 2020 4:21 pm

[quote="pogi"][quote="paniscus_2.1"][quote="pogi"]Anche io.
Molto più dignitosi (alcuni) studenti di molti ministri e giornalisti che parlando di scuola la riducono sempre al votino e all'esamino con la commissioncina che applaude e al candidato che esce pensando "è il giorno più bello della mia vita!"

Facciamo questo maledetto esame online: che farsa sia, ma almeno non pericolosa e inutilmente dispendiosa.

[/quote]

caro/a pogi, potresti per favore spiegare come mai nel 2017 eri una insegnante femmina in maternità e nel 2018 invece eri un maschio (per non parlare di altri messaggi intermedi)?

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Se poi si tratta di un account condiviso da più persone diverse, non c'è niente di male, ma basta dirlo...[/quote]

Caspita, sei andato/a a controllare i miei messaggi precedenti. Per quale ragione, di grazia? Sei un moderatore?
Ho scritto qualcosa di offensivo o contrario alla linea "editoriale" di orizzontescuola? Cosa importano i miei cromosomi nell'economia della discussione?
Per quanto possa valere la risposta che cercavi è la più semplice: scrivo da un account familiare condiviso. Possiamo tirare un sospiro di sollievo.

Approfitto per rendere noto che anch'io uso un account condiviso. Mi auguro che non ci siano impedimenti a farlo. In caso contrario chiedo ai moderatori di intervenire e fare chiarezza. Il tutto per non contravvenire al regolamento che disciplina il Forum.
[/quote]

cati91

Messaggi : 144
Data d'iscrizione : 13.06.17

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da pogi Mer Apr 29, 2020 4:28 pm

[quote="seasparrow3"]@melia : > me lo vedo uno fare un'interrogazione di matematica
fissando il professore, magari spiegando come risolvere un'equazione differenziale
senza carta e penna

rilancio

un integrale di convoluzione di due rect

si sta arrivando al limite del ridicolo

(3276)[/quote]

Il limite del ridicolo esiste ed è ampiamente superato: oggi la "Tecnica della scuola" pubblica che una delle possibilità al vaglio del ministero è un esame in due stanze diverse, candidati in una professori nell'altra che comunicano via monitor. Questo per garantire la serietà della prova e poter escludere che il candidato copi o abbia suggerimenti.
Se questo non è assurdo, illogico e ridicolo! Forse abbiamo superato gli schermi di plexiglass al ristorante e l'igloo di plastica per la spiaggia.
Vi aspettate migliaia di bocciati per via delle equazioni differenziali? O per i poeti crepuscolari male interpretati? O perchè lo studente ha dimenticato l'importanza della battaglia di Bouvines?
Siamo seri. Urge guardare in faccia la realtà.

pogi

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 05.09.14

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da paniscus_2.1 Mer Apr 29, 2020 4:35 pm

[quote="gugu"]Vorrei solo sapere, per pura curiosità, attualmente a quanta distanza chilometrica si trovano i partecipanti a questo post. [/quote]

Questo post non ha nessun valore legale, né conferisce titoli di studio formalizzati.

paniscus_2.1

Messaggi : 3993
Data d'iscrizione : 31.10.17

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da cati91 Mer Apr 29, 2020 4:49 pm

Trovo gli esami in presenza assolutamente privi di senso. I ragazzi sanno da tempo che saranno tutti promossi. La valutazione, complice anche il mancato svolgimento delle prove scritte, non viene minimamente intaccata da questo pseudo esame. Il comportamento degli alunni a fronte della didattica a distanza non è cambiato di un millimetro rispetto alla didattica in presenza. Chi studiava prima ha continuato a farlo dopo, chi frequentava assiduamente altrettanto fa nella dimensione virtuale. Abbiamo faticato ad adattarci a un nuovo modo di far scuola basato sulle tecnologie informatiche, abbiamo accettato la sfida e dato il meglio di noi stessi persuasi che il mondo vada ormai nella direzione della informatizzazione. Ci sono state le lauree online, e i corsi di lauree telematiche sono una realtà ormai consolidata, appare logico quindi che anche gli esami di maturità possano avvenire in video conferenza e invece no. Gli esami saranno in presenza. Una scelta controcorrente e contraddittoria. Mi chiedo: Quale la ratio?

cati91

Messaggi : 144
Data d'iscrizione : 13.06.17

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da pogi Mer Apr 29, 2020 5:01 pm

Appena terminata la diretta con la ministra su Skuola.qualcosa.
L'ho ascoltata con grande interesse. A stento sono riuscito a trattenere le braccia dal cadere.
Ha ripetuto più volte ancora l'immagine del giorno "da ricordare" e altre fregnacce di pari spessore.
E' comunque una grande speranza per milioni di studenti.
A me però continuava a tornare in mente Nanni a bordo piscina.

pogi

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 05.09.14

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da Wells Mer Apr 29, 2020 5:52 pm

Visto che quest'anno all'Esame di Stato passeranno il 100% degli allievi, per ovvi motivi di timori di ricorsi vari, mi chiedo quanto vale la salute dei docenti e/o dei loro parenti stretti.
Come mai si temono i ricorsi dei maturandi e non eventuali cause dei membri delle commissioni di esame? Ci sono le condizioni di sicurezza per svolgere a norma l'Esame?
I D.P.I. sono forniti dal datore di lavoro, come deve essere, o visto che. ad esempio. per le mascherine chirurgiche ogni tre/quattro ore diventano inefficaci, ne occorrono almeno 2 al giorno per ogni membro, sono a carico dei lavoratori?
È stata fatta una analisi dei rischi considerando che per molte discipline, ad esempio, matematiche, tecniche il maturando deve rispondere prevalentemente scrivendo su un foglio (i passaggi matematici, procedurali di un problema, ecc.) a una distanza inferiore al metro? Considerato che 1 metro è già una distanza rischiosa visto che in molti Paesi si considera come distanza minima 6 piedi (poco meno di 2 metri)?

Wells

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 15.07.12

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da caesar753 Mer Apr 29, 2020 6:11 pm

1) Checco Zalone e il posto fisso: proprio l'altro giorno prima di un consiglio virtuale alcuni colleghi anziani dicevano che loro non potevano fare l'esame in presenza perché per loro era più rischioso, bisognava che qualcuno (chi?) Scrivesse una lettera al ministro etc. Al che ho suggerito, visto che eravamo lì per decidere i commissari, di sollevare con il DS queste problematiche e magari farsi sostituire ora piuttosto che ad esame iniziato. Arrivato il DS silenzio di tomba, tutto andava bene com'era. "Il posto fisso è sacro!"
2) il datore di lavoro dovrebbe fornirti tutti gli strumenti, quando sei a scuola anche le penne, succede? Da me bisogna auto-comprarsi anche i pennarelli per scrivere sulle lavagne... Trai un po' le tue conclusioni
3)probabilmente è stata fatta l'analisi, e si, è come dici tu: negli esami in cui bisogna per davvero scrivere (università) infatti preferiscono farli online e inventare vari modi per avere la visione sia del candidato che del foglio (ci sono video interessantissimi in rete). A scuola, invece, ricorda che l'esame lo stai facendo non per fare scrivere qualcosa (che idea passatista!) ma per far vivere allo studente "il più bel giorno della sua vita"....

caesar753

Messaggi : 1088
Data d'iscrizione : 22.05.11

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da Wells Mer Apr 29, 2020 7:00 pm

1) Se ti riferisci a me, nella riunione con il DS ho detto esattamente le cose che ho scritto qui.
2) Il datore di lavoro non deve forniti tutti gli strumenti, ma i dispositivi di protezione individuale, che sono un'altra cosa, se non lo sai informati prima di parlare.
3) Non ho detto che l'esame lo fai per scrivere qualcosa ho detto come si svolgono in realtà gli esami per alcune discipline, forse non ne hai mai visto uno.
Se molti la pensano come te fa bene il Ministero a non preocuparsi della salute dei lavoratori.


Ultima modifica di Mazinga Z il Mer Apr 29, 2020 7:03 pm - modificato 1 volta.

Wells

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 15.07.12

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da caesar753 Mer Apr 29, 2020 7:03 pm

Allora sono Contento di smettere di essere un lavoratore del ministero alla fine di questo anno scolasti :-)

caesar753

Messaggi : 1088
Data d'iscrizione : 22.05.11

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da marco67 Mer Apr 29, 2020 7:17 pm

[quote="cati91"]Trovo gli esami in presenza assolutamente privi di senso. I ragazzi sanno da tempo che saranno tutti promossi. La valutazione, complice anche il mancato svolgimento delle prove scritte, non viene minimamente intaccata da questo pseudo esame. Il comportamento degli alunni a fronte della didattica a distanza non è cambiato di un millimetro rispetto alla didattica in presenza. Chi studiava prima ha continuato a farlo dopo, chi frequentava assiduamente altrettanto fa nella dimensione virtuale. ?[/quote]

Che il comportamento degli alunni non sia cambiato di un millimetro nella mia scuola non è affatto vero. Ci sono alunni che in presenza erano costanti e che abbiamo impiegato settimane a rintracciare (alcuni ancora non riusciamo a contattarli nemmeno ora tramite i carabinieri) altri al contrario che non venivano a scuola da dopo le vacanze di Natale che vista l’occasione sono ricomparsi e non sono pochi ( come ho già scritto altrove nella mia scuola ogni anno c’è circa il30% di mancate validità anno scolastico). La situazione è diversa da scuola a scuola. Per noi un esame serio è indispensabile, forse non lo sarà quello in presenza ma sicuramente non lo sarebbe quello on line.
Chiaramente opinione personale.

marco67

Messaggi : 102
Data d'iscrizione : 05.11.11

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da pogi Mer Apr 29, 2020 7:23 pm

[quote="marco67"][quote="cati91"]Trovo gli esami in presenza assolutamente privi di senso. I ragazzi sanno da tempo che saranno tutti promossi. La valutazione, complice anche il mancato svolgimento delle prove scritte, non viene minimamente intaccata da questo pseudo esame. Il comportamento degli alunni a fronte della didattica a distanza non è cambiato di un millimetro rispetto alla didattica in presenza. Chi studiava prima ha continuato a farlo dopo, chi frequentava assiduamente altrettanto fa nella dimensione virtuale. ?[/quote]

Che il comportamento degli alunni non sia cambiato di un millimetro nella mia scuola non è affatto vero. Ci sono alunni che in presenza erano costanti e che abbiamo impiegato settimane a rintracciare (alcuni ancora non riusciamo a  contattarli nemmeno ora tramite i carabinieri) altri al contrario che non venivano a scuola da dopo le vacanze di Natale che vista l’occasione sono ricomparsi e non sono pochi ( come ho già scritto altrove nella mia scuola ogni anno c’è circa il30% di mancate validità anno scolastico). La situazione è diversa da scuola a scuola. Per noi un esame serio è indispensabile, forse non lo sarà quello in presenza ma sicuramente non lo sarebbe quello on line.
Chiaramente opinione personale.[/quote]

Comprensibile, ma per il non raggiungimento delle ore di validità sarebbe bastato lo scrutinio, idem per la valutazione finale. Si può benissimo essere rigorosi, magari anche di più, con un semplice scrutinio: è quello che comunque si dovrebbe fare per gli anni che precedono l'ultimo. Continuo a non vedere la necessità dell'esame come momento del giudizio, in tutti i sensi.

pogi

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 05.09.14

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da balanzoneXXI Mer Apr 29, 2020 8:44 pm

[quote="pogi"][quote="marco67"][quote="cati91"]Trovo gli esami in presenza assolutamente privi di senso. I ragazzi sanno da tempo che saranno tutti promossi. La valutazione, complice anche il mancato svolgimento delle prove scritte, non viene minimamente intaccata da questo pseudo esame. Il comportamento degli alunni a fronte della didattica a distanza non è cambiato di un millimetro rispetto alla didattica in presenza. Chi studiava prima ha continuato a farlo dopo, chi frequentava assiduamente altrettanto fa nella dimensione virtuale. ?[/quote]

Che il comportamento degli alunni non sia cambiato di un millimetro nella mia scuola non è affatto vero. Ci sono alunni che in presenza erano costanti e che abbiamo impiegato settimane a rintracciare (alcuni ancora non riusciamo a  contattarli nemmeno ora tramite i carabinieri) altri al contrario che non venivano a scuola da dopo le vacanze di Natale che vista l’occasione sono ricomparsi e non sono pochi ( come ho già scritto altrove nella mia scuola ogni anno c’è circa il30% di mancate validità anno scolastico). La situazione è diversa da scuola a scuola. Per noi un esame serio è indispensabile, forse non lo sarà quello in presenza ma sicuramente non lo sarebbe quello on line.
Chiaramente opinione personale.[/quote]

Comprensibile, ma per il non raggiungimento delle ore di validità sarebbe bastato lo scrutinio, idem per la valutazione finale. Si può benissimo essere rigorosi, magari anche di più, con un semplice scrutinio: è quello che comunque si dovrebbe fare per gli anni che precedono l'ultimo. Continuo a non vedere la necessità dell'esame come momento del giudizio, in tutti i sensi.
[/quote]

L' abolizione , anche temporanea, dell' esame di maturità richiederebbe una modifica dell' articolo 33 della costituzione , che prevede espressamente l' esame di stato al termine di un ciclo di studi. Tra l' altro , ciò dovrebbe valere pure per la terza media. Mi chiedo se codesta fantomatica " tesina" , esaminata dal consiglio di classe , possa essere considerata una prova d' esame.


balanzoneXXI

Messaggi : 3958
Data d'iscrizione : 21.09.13

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da serpina Mer Apr 29, 2020 8:50 pm

Se si può essere rigorosi col solo scrutinio l'esame non ha mai ragione di esistere, non solo quest'anno.
Io invece credo che proprio quest'anno sia importante farlo, anche per verificare quello che non si è potuto verificare in questi mesi. Fatico a credere che qualcuno possa sostenere che le condizioni di distanziamento non siano sufficienti: 10 persone con mascherina in un laboratorio o aula magna con le finestre aperte sono sicuramente meno a rischio di un cliente in un supermercato.
Questo naturalmente vale per le semplici opinioni da docenti, come siamo io e voi: sono disposta a inchinarmi davanti alle decisioni di un organo competente.
In ogni caso non mi piacciono le motivazioni che si adducono a difesa dell'esame on line, tipo questa che leggo in home (lettera di insegnanti e medici) che ritiene che la scuola possa restare chiusa "tanto più che la scuola non è un’attività produttiva la cui interruzione potrebbe causare ulteriori danni all’economia del Paese”. Ahbbe', se non è un'attività produttiva a posto, ipso facto non vale una cippa. Ecco, questo da insegnante fatico a farmelo andar bene, così come affermazioni tipo "tanto l'esame è comunque una farsa". Non è vero. Nella mia esperienza non è mai stato una farsa, e mi piacerebbe che non lo fosse nemmeno quest'anno.

serpina

Messaggi : 1079
Data d'iscrizione : 21.02.13

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da charman Mer Apr 29, 2020 10:57 pm

Ma hanno fatto l'esame di laurea online!...

Secondo voi i sindacati si attiveranno?

TRa l'altro:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

charman

Messaggi : 4288
Data d'iscrizione : 07.11.09
Località : san benedetto del tronto

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da pogi Mer Apr 29, 2020 11:39 pm

[quote="serpina"]Se si può essere rigorosi col solo scrutinio l'esame non ha mai ragione di esistere, non solo quest'anno.
Io invece credo che proprio quest'anno sia importante farlo, anche per verificare quello che non si è potuto verificare in questi mesi. Fatico a credere che qualcuno possa sostenere che le condizioni di distanziamento non siano sufficienti: 10 persone con mascherina in un laboratorio o aula magna con le finestre aperte sono sicuramente meno a rischio di un cliente in un supermercato.
Questo naturalmente vale per le semplici opinioni da docenti, come siamo io e voi: sono disposta a inchinarmi davanti alle decisioni di un organo competente.
In ogni caso non mi piacciono le motivazioni che si adducono a difesa dell'esame on line, tipo questa che leggo in home (lettera di insegnanti e medici) che ritiene che la scuola possa restare chiusa "tanto più che la scuola non è un’attività produttiva la cui interruzione potrebbe causare ulteriori danni all’economia del Paese”. Ahbbe', se non è un'attività produttiva a posto, ipso facto non vale una cippa. Ecco, questo da insegnante fatico a farmelo andar bene, così come affermazioni tipo "tanto l'esame è comunque una farsa". Non è vero. Nella mia esperienza non è mai stato una farsa,  e mi piacerebbe che non lo fosse nemmeno quest'anno.[/quote]

Cosa aggiunge l'esame alla valutazione dello scrutinio? Il brivido dell'ignoto. Lo sguardo penetrante dei commissari esterni che in 6 minuti di orale riescono a scorgere pregi e difetti che il cdc non ha saputo cogliere in tre anni. La stretta di mano del presidente che chiede cosa farai da grande. Le indispensabili domande di cittadinanza e costituzione. Qualche bel ragionamento sull'alternanza.
La ministra ha drammaticamente ragione quando, senza volerlo, dice che l'esame è solo un rito di passaggio e come tale va glorificato anche sotto le bombe.
Per quanto riguarda il "non essere una farsa", nella mia esperienza, sopratutto negli ultimi anni, la volontà di condurre un esame decente - e non mi azzardo a dire rigoroso - si è sempre scontrata con la più potente voglia delle commissioni di evitare ricorsi o liberarsi velocemente dell'impiccio.
Poi è chiaro, sarebbe necessaria una definizione condivisa di esame rigoroso, ma qui pedagogisti e scienziati si scannerebbero.
Mi sembra però oltremodo ingenuo pensare che l'esame possa verificare "quello che non si è potuto verificare in questi mesi": non sarà possibile per le ragioni che a tutti dovrebbero essere chiare, vista la situazione.
L'affermazione "può restare chiusa" non implica in alcun modo "non vale alcunché" : la conclusione che trai dalle premesse, mi spiace dirlo, è errata e arbitraria.
In emergenza si dovrebbero valutare le chiusure sulla base dell'opportunità e dei rischi ed è ormai assodato che le scuole siano luoghi di moltiplicazione delle infezioni, tutto qui.


Ultima modifica di pogi il Gio Apr 30, 2020 11:00 am - modificato 1 volta.

pogi

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 05.09.14

Torna in alto Andare in basso

L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da charman Gio Apr 30, 2020 1:29 am

[quote="seasparrow3"]> ma hanno fatto l'esame di laurea online!...

io mi sarei rifiutato aspettando e sperando la normalita'

deve essere proprio una miseria la laurea online

(mi sembra che sta storia del virus
stia veramente mandando fuori di testa varie persone)

l'eta' media e la situazione dei deceduti e'

[b]80 anni con piu' patologie pregresse[/b] ... NON LO DICO IO LO DICE L'ISS

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Esatto, tu non hai parenti o genitori di questa età che potresti rischiare di contagiare?

charman

Messaggi : 4288
Data d'iscrizione : 07.11.09
Località : san benedetto del tronto

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da serpina Gio Apr 30, 2020 8:59 am

@pogi, scrivi che" L'affermazione "può restare chiusa" non implica in alcun modo "non vale alcunché" : la conclusione che trai dalle premesse, mi spiace dirlo, è errata e arbitraria".
Nella petizione che cito la motivazione del "può restare chiusa" è "tanto non è un'attività produttiva". È arbitrario leggerci che, non essendo un'attività produttiva, è meno necessaria, conta meno, se resta chiusa amen?
Concordo sul fatto che in tempi di emergenza si debba valutare una riapertura in termini di opportunità e rischi: però mi sfugge perchè le opportunità si vedano solo nelle attività produttive (ricordiamoci che entro giugno riapre tutto) e i rischi solo nella scuola. Questo assunto poi si basa sulla premessa errata che il popolo della scuola si muova solo per andare a scuola: insegnanti e studenti in quanto tali devono assolutamente evitare il rischio ma in quanto clienti di parrucchieri ok, possono affrontarlo...

serpina

Messaggi : 1079
Data d'iscrizione : 21.02.13

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da pogi Gio Apr 30, 2020 10:46 am

[quote="serpina"]@pogi, scrivi che" L'affermazione "può restare chiusa" non implica in alcun modo "non vale alcunché" : la conclusione che trai dalle premesse, mi spiace dirlo, è errata e arbitraria".
Nella petizione che cito la motivazione del "può restare chiusa" è "tanto non è un'attività produttiva". È arbitrario leggerci che, non essendo un'attività produttiva, è meno necessaria, conta meno, se resta chiusa amen?
Concordo sul fatto che in tempi di emergenza si debba valutare una riapertura in termini di opportunità e rischi: però mi sfugge perchè le opportunità si vedano solo nelle attività produttive (ricordiamoci che entro giugno riapre tutto) e i rischi solo nella scuola. Questo assunto poi si basa sulla premessa errata che il popolo della scuola si muova solo per andare a scuola:  insegnanti e studenti in quanto tali devono assolutamente evitare il rischio ma in quanto clienti di parrucchieri ok, possono affrontarlo... [/quote]

E' del tutto arbitrario, scrivono "non è un'attività produttiva" niente altro, il resto sono tue conclusioni non deducibili dalle premesse.

pogi

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 05.09.14

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da pogi Gio Apr 30, 2020 10:59 am

[quote="seasparrow3"]> ma hanno fatto l'esame di laurea online!...

io mi sarei rifiutato aspettando e sperando la normalita'

deve essere proprio una miseria la laurea online

(mi sembra che sta storia del virus
stia veramente mandando fuori di testa varie persone)

l'eta' media e la situazione dei deceduti e'

80 anni con piu' patologie pregresse ... NON LO DICO IO LO DICE L'ISS

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Accidenti, osservazione degna del miglior Felpa o del Camicia Bianca. Quanti sono gli ottantenni privi di patologie pregresse?
In ogni caso i dati, che è necessario saper leggere, descrivono una situazione ben diversa da quella di una malattia che colpisce soltanto persone "con un piede nella fossa". E se poi anche fosse così? Dovremmo "fregarcene" e tirar dritto in nome di madre natura?
Sarebbe anche utile e istruttivo informarsi sulla sorte dei "guariti" e sulle conseguenze a lungo termine o perenni che riportano. Ma non è questo il luogo per una discussione del genere.
A proposito della laurea online: ma che importanza ha dove e come si faccia l'esame finale: al parco, al cinema, nel deserto? C'è questo assoluto bisogno della liturgia finale per dare credito e valore al percorso di studi?
Stupito.

pogi

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 05.09.14

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da serpina Gio Apr 30, 2020 11:04 am

..."tanto più che la scuola non è un’attività produttiva la cui interruzione potrebbe causare ulteriori danni all’economia del Paese”.
c'è scritto chiaramente che la scuola non è un'attività produttiva e che QUINDI (nesso causale) la sua chiusura non causa danno all'economia del paese.
se ne deduce logicamente che ciò che non causa danno economico non causa danno tout court, e che quindi le attività produttive vanno riaperte anche se c'è rischio mentre quelle non produttive (la scuola, appunto) possono restare chiuse.
posso sommessamente non essere d'accordo?
posso ritenere che la scuola sia, per il paese, un'attività necessaria almeno quanto le sullodate "attività produttive" e che quindi il criterio di valutazione del rapporto rischio/beneficio debba essere lo stesso?

serpina

Messaggi : 1079
Data d'iscrizione : 21.02.13

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da pogi Gio Apr 30, 2020 12:45 pm

[quote="serpina"]..."tanto più che la scuola non è un’attività produttiva la cui interruzione potrebbe causare ulteriori danni all’economia del Paese”.
c'è scritto chiaramente che la scuola non è un'attività produttiva e che QUINDI (nesso causale) la sua chiusura non causa danno all'economia del paese.
se ne deduce logicamente che ciò che non causa danno economico non causa danno tout court, e che quindi le attività produttive vanno riaperte anche se c'è rischio mentre quelle non produttive (la scuola, appunto) possono restare chiuse.
posso sommessamente non essere d'accordo?
posso ritenere che la scuola sia, per il paese, un'attività necessaria almeno quanto le sullodate "attività produttive" e che quindi il criterio di valutazione del rapporto rischio/beneficio debba essere lo stesso?[/quote]

Stiamo andando fuori tema, comunque il tuo ragionamento, mi spiace ripetermi, è logicamente errato. Si tratta proprio di una questione elementare di logica proposizionale.
Puoi avere una tua opinione, questo è ovvio, ma la cocìnclusione che trai dalle premesse è del tutto errata.
Per inciso, ho letto l'appello di medici e insegnanti e non mi garba granchè; non è però corretto attribuire allo scritto significati che attengono alla sfera delle interpretazioni personali.

pogi

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 05.09.14

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da patty20 Gio Apr 30, 2020 1:37 pm

Mi piace vedere le cose in modo pratico. Se uno si deve spostare di 1000 km deve essere garantito il mezzo pubblico (ad oggi nessun treno o aereo verso nord) . Inoltre come la mettiamo se al rientro a casa si deve essere sottoposti a quarantena?

patty20

Messaggi : 4192
Data d'iscrizione : 26.01.12

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da caesar753 Gio Apr 30, 2020 2:05 pm

Tutte obiezioni ragionevoli, ma pensò che finirà, tanto per cambiare all'italiana...

caesar753

Messaggi : 1088
Data d'iscrizione : 22.05.11

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da clamar79 Gio Apr 30, 2020 2:46 pm

No non sei l'unico e le ragioni che porti a suffragio della tua tesi sono incontrovertibili. Al netto di "poteri forti" (espressione che personalmente odio: ma chi sono sti poteri forti??? Possiamo fare nomi e cognomi e denunciarli se abbiamo prove delle loro nefandezze?! No perchè altrimenti dall'asteroide che colpì milioni di anni fa il globo e al mio mal di pancia di stamane....è colpa dei poteri forti! Mah...a me sembra più un'autopulizia della coscienza!), credo che lo facciano come PROVA. Sulla pelle dei lavoratori e degli studenti, proviamo a vedere come va, con pochi studenti e personale almeno...vediamo se reggiamo...il tutto condito dalla cornice buonista del magic moment della maturità che rende tutto dolciastro e ancor più easy (mi gioco lo stipendio: quest'anno a livello nazionale la percentuale dei promossi sarà 99.8% (0.2% lo lascio a morti e gente che già a gennaio aveva superato il monte ore di assenza). Le percentuali che riporti sono la risposta migliore a chi vuole sta cacchio di presenza! E lo dico non perchè abbia paura del virus...non ho neanche classi V e non sarò coinvolto dalla maturità...ma proprio perchè è assurdo voler testare un sistema per verificarne la sostenibilità sulla pelle dei lavoratori! Io la vedo così...

clamar79

Messaggi : 542
Data d'iscrizione : 03.09.11

Torna in alto Andare in basso

Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore? - Pagina 4 Empty Re: Sono l'unico che pensa che fare gli esami di Stato "in presenza" sia un errore?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 4 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.