Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale. Contatti
Ultimi argomenti
Link sponsorizzati

 

 Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale.

Andare in basso 
AutoreMessaggio
myotis



Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 10.06.14

Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale. Empty
MessaggioTitolo: Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale.   Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale. EmptySab Mag 23, 2020 8:23 pm

Buonasera, ho un dubbio sul quale non sono riuscita a trovare una risposta.

Sono stata dichiarata soprannumeraria, devo dunque produrre domanda di trasferimento.
Poiché due anni fa ero già stata dichiarata soprannumeraria in un'altra scuola, ho fatto domanda di trasferimento volontario con precedenza per rientro nella scuola di ex titolarità entro il 21 aprile.

Ora come mi pare di aver letto, ci sono due possibilità:

1) condizionare la domanda mettendo NO sulla casella 21 (il docente richiede comunque partecipare il movimento a domanda):
in questo caso avrei possibilità di rientro nell'attuale scuola di titolarità se si liberasse un posto per esempio per mobilità volontaria, ma perderei per quest'anno la precedenza sull'ex scuola di titolarità.

2) NON condizionare la domanda, mettere SI sulla casella 21 e perdere la possibilità di rientare se un collega nel frattempo chiede di essere trasferito altrove. Questa seconda opzione è l'unica possbile, mi pare di capire, se voglio mantenere la mia precedenza sulla prima scuola di ex titolarità.

C'è quindi da fare questa scelta.

- Primo quesito: se dovessi condizionare la domanda, potrei comunque mettere la prima ex scuola di titolarità come prima scelta possibile. In quel caso parteciperei senza alcuna precedenza, come se fosse un movimento normae volontario? o comunque ci sarebbe, diciamo così, una priorità "generica" in quanto soprannumeraria e quindi la mia domanda verrebbe "lavorata" prima di quella delle persone che chiedono trasferimento volontario?

- Secondo quesito: se NON dovessi condizionare la domanda, non trovassi posto nelle scelte analitiche e il collega della scuola attuale se ne andasse, potrei tornare nella scuola di attuale titolarità? Magari con la dicitura "il trasferimento non è andato a buon fine" oppure per trasferimento d'ufficio? oppure non è proprio possibile perché non posso essere trasferita in modo volontario nella scuola in cui sono effettivamente ancora titolare fino al 31 agosto, ancorché perdente posto?

- Terzo quesito: ho capito che se condiziono la domanda, prima delle scelte interprovinciali devo necessariamente mettere il comune (o meglio speriamo, il distretto?) di titolarità. Ma se io NON condiziono la domanda e quindi è praticamente una domanda di trasferimento quasi volontario, posso inserire le sedi interprovinciali senza esprimere prima la preferenza sintetica sul comune?

- Quarto quesito: se NON condiziono la domanda, il punteggio è sempre quello della graduatoria interna o partecipo con il punteggio della mobiltà volontaria?

Spero di aver posto chiaramente i quesiti, sono domande a cui non ho trovato risposta.

Grazie
Torna in alto Andare in basso
Veronica.P



Messaggi : 1089
Data d'iscrizione : 23.08.16

Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale. Empty
MessaggioTitolo: Re: Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale.   Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale. EmptyDom Mag 24, 2020 8:54 am

1) Condizionando la domanda non serve inserire la scuola in cui si è perdente posto. Se condizioni la domanda e si libera un posto nella tua scuola nei movimenti questo è automaticamente tuo, senza indicare nulla se non il No alla famosa casella 21.
2) No, in caso di mancato condizionamento della domanda e il tuo collega libera il posto nella tua scuola questo viene assegnato secondo le norme della mobilità volontaria. Tu non hai alcuna priorità.
3) Il comune o, se si è in una grande città con più distretti, prima il distretto e poi il comune vanno inseriti prima. Se la domanda è non condizionata nulla differisce da una normale domanda volontaria, se non che, in caso di mancato movimento, non si rimane alla scuola di precedente titolarità ma si è assegnati ad una scuola della provincia seguendo le regole della mobilità d'ufficio. Quindi in caso di mobilità volontaria le preferenze posso essere messe come si vuole.
4) Nella mobilità volontaria (sia essa condizionata o meno) si partecipa sempre con il punteggio della mobilità. I punti della graduatoria interna servono solo per graduare fra loro i soprannumerari. Per esempio contano per assegnare 2 soprannumerari dello stesso comune.
Torna in alto Andare in basso
myotis



Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 10.06.14

Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale. Empty
MessaggioTitolo: Re: Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale.   Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale. EmptyDom Mag 24, 2020 10:40 am

Innanzi tutto GRAZIE Veronica, non credevo che qualcuno mi rispondesse, visto che la situazione è un po' ingarbugliata...
provo a riassumere e a portare avanti la discussione su alcuni punti che ancora mi sono oscuri.


1) si si, con il mio dubbio intendevo dire che avendo io praticamente due precedenze, una per quest'anno come soprannumeraria e una che mi porto dietro come soprannumeraria su un'altra scuola, se condiziono la domanda e mantengo la precedenza per la soprannumerarietà attuale, potrei mettere la mia ex scuola di titolarità (quella della soprannumerarietà più antica) come prima della lista.
In questo caso mi chiedevo se c'era una sorta di priorità generica sulle mie scelte legata a all'ordine in cui vengono lavorate le domande durante la mobilità (in questo caso avrei condizionato la domanda)

2) a come tu dici, parlando di norme di mobilità volontaria, in teoria, senza alcuna precedenza e per pura fortuna, potrei tornare nella mia scuola attuale... mi chiedevo se era proprio precluso il ritorno per quest'anno (non condizionando la domanda)

3) Ti ringrazio molto per questa risposta, quindi se ho capito bene, nella domanda non condizionata posso evitare di mettere il distretto e il comune prima di eventuali scelte interprovinciali, giusto? mi farebbe felice visto che sono a Roma

4) sul punto 4 ancora non mi è chiaro, nella domanda cartacea che mi è stato richiesto di fare a scuola c'è l'apposita casella in cui inserire il punteggio della graduatoria dell'esubero, sia che io condizioni che io non condizioni la domanda.
Allora forse se non condiziono la domanda si rifanno i calcoli dalla domanda stessa e utilizzano quel punteggio, che è diverso da quello che io inserisco nella casella 20?
Tu dici che lo fanno a prescindere e che quindi il punteggio dell'esubero vale solo per fare una generica guaduatoria dei soprannumerari nel comune e non sulle scuole scelte sulla domanda condizionata? Ho capito bene?

Grazie
Torna in alto Andare in basso
Veronica.P



Messaggi : 1089
Data d'iscrizione : 23.08.16

Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale. Empty
MessaggioTitolo: Re: Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale.   Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale. EmptyDom Mag 24, 2020 11:14 am

Purtroppo spesso non è chiaro che mobilità volontaria (condizionata o meno) e mobilità di ufficio sono due cose distinte  e indipendenti.
C'è la fase mobilità volontaria (poco cambia se condizionata o meno). Tutti partecipano con il proprio punteggio, indipendentemente se si è sovrannumerari o meno. Chi non condiziona la domanda è nelle stesse condizioni di chi fa una normale domanda di mobilità. L'unica differenza c'è per chi condiziona la domanda, in quanto automaticamente viene riassorbito nella sua sede se si libera un posto ed ha dei vincoli su distretto e/o comune nelle preferenze.
Terminata la mobilità volontaria si va a vedere se i sovrannumerari sono stati accontentati. Se si tutto si chiude. Se invece rimangono sovrannumerari senza sede (perché non accontentati o perché proprio non hanno fatto domanda) in un certo senso tutto viene rimesso in discussione, perché questi devono essere collocati seguendo le norme della mobilità d'ufficio. A questo punto entrano in gioco, fra i sovrannumerari, i punti della graduatoria interna. Ci potrebbero essere ad esempio 2 sovrannumerari nello stesso distretto e solo un posto disponibile. In questo caso chi ha il punteggio più altro rimane nel distretto, che l' ha più basso deve essere collocato altrove.
Esempio Roma. Nella mia classe di concorso l'anno scorso non ci sono stati movimenti d'ufficio perché tutti i sovrannumerari hanno avuto mobilità condizionata. Nella classe di concorso immediatamente successiva invece ci sono stati trasferimenti d'ufficio, evidentemente perché non tutti i sovrannumerari avevano trovato collocazione nella nobilità volontaria (condizionata o meno).
Torna in alto Andare in basso
myotis



Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 10.06.14

Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale. Empty
MessaggioTitolo: Re: Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale.   Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale. EmptyDom Mag 24, 2020 1:06 pm

Ti ringrazio moltissimo, finalmente ho capito!!!

Quindi a questo punto la domanda condizionata è diventata poco conveniente, la precedenza vale solo per la scuola dell'esubero (anche se poi permane nell'ottennio), per tutte le altre scuole della lista delle scelte si procede come per una normale mobilità volontaria con il proprio punteggio e senza priorità di alcun tipo e infine hanno anche aggiunto questo vincolo, che io trovo vergognoso, sul mettere prima il proprio distretto/comune rispetto ad altre scuole fuori dal distretto pena il depennamento delle stesse.

Se non si ha quasi certezza di poter rientrare, ha poco senso condizionare la domanda, si rimane estremamente vincolati e senza nessuna protezione sulla mobilità.

Se scelgo di non condizionare la domanda, posso inserire senza vincoli tutte le preferenze che voglio e soprattutto, tornando alla base del mio discorso, posso mettere come prima scuola quella da cui ero risultata soprannumeraria due anni fa, dichiarare la mia soprannumerarietà di due anni fa nel modulo della domanda, certificare contunuità e richiesta tutti gli anni dell'ottennio, e in questo caso avrei dunque una precedenza ALMENO su quella.

Giusto?

Torna in alto Andare in basso
Veronica.P



Messaggi : 1089
Data d'iscrizione : 23.08.16

Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale. Empty
MessaggioTitolo: Re: Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale.   Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale. EmptyLun Mag 25, 2020 9:49 am

Esatto. Il tuo è il caso particolare del sovrannumerario che era già stato trasferito come sovrannumerario da altra scuola. Nel tuo caso puoi optare per una delle due o nessuna.  Se vuoi usare la vecchia preferenza non condizioni la domanda ma nella pagina successiva precisi di avere la preferenza per il rientro nella vecchia scuola.
Torna in alto Andare in basso
myotis



Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 10.06.14

Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale. Empty
MessaggioTitolo: Re: Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale.   Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale. EmptyLun Mag 25, 2020 1:53 pm

Grazie Mille!!!
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale. Empty
MessaggioTitolo: Re: Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale.   Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale. Empty

Torna in alto Andare in basso
 
Domanda NON condizionata e mobilità interprovinciale.
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Mobilità, utilizzazioni, assegnazioni provvisorie, graduatoria interna istituto-
Vai verso: