Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Scadenza aspettativa non retribuita e obbligo di rientro in sede Contatti
Ultimi argomenti
Link sponsorizzati

 

 Scadenza aspettativa non retribuita e obbligo di rientro in sede

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Angipalu



Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 11.04.18

Scadenza aspettativa non retribuita e obbligo di rientro in sede Empty
MessaggioTitolo: Scadenza aspettativa non retribuita e obbligo di rientro in sede   Scadenza aspettativa non retribuita e obbligo di rientro in sede EmptyMer Giu 03, 2020 9:24 pm

Buonasera, una mia amica ha un bel problema da risolvere e ha bisogno di capire cosa fare.
Insegna in Lombardia, abita in Sicilia, ma è in aspettativa non retribuita da settembre.
La sua aspettativa scadrà giorno 8 giugno, ma dalla segreteria le è arrivata una mail dove c'è scritto che ha perso la titolarità sulla classe ( è assente da più di 150 giorni), che non potrà rientrare il 9 perché ci sarà lo scrutinio, che spetta alla supplente.
Inoltre, le è stato scritto che se vorrà potrà rientrare il 10 giugno, ma dovrà essere lí fisicamente.
È corretto tutto ciò?
Grazie
Torna in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 20428
Data d'iscrizione : 24.08.10

Scadenza aspettativa non retribuita e obbligo di rientro in sede Empty
MessaggioTitolo: Re: Scadenza aspettativa non retribuita e obbligo di rientro in sede   Scadenza aspettativa non retribuita e obbligo di rientro in sede EmptyGio Giu 04, 2020 9:15 am

Non capisco cosa intende la segreteria quando dice che la tua amica "non può rientrare".
La norma dice che il titolare assente per più di 150 giorni, allo scadere del suo periodo di assenza, riassume servizio restando a disposizione della scuola, mentre il suo supplente resta in servizio sulle classi.
Riassume servizio, non resta ancora assente.

L'aver perso la titolarità sulla classe è una stupidaggine: se la tua amica è di ruolo, non perde la titolarità perché è assente.
Il supplente resta supplente, non assume la titolarità.

Quanto alle modalità con cui riassumere servizio, di solito ci si presenta a scuola e si prende atto del calendario delle operazioni e dei giorni in cui sono fissati gli adempimenti collegiali. Chi rientra a disposizione può dover sostituire colleghi assenti (in classe o nei consigli di scrutinio).
Nella situazione attuale, in cui gli adempimenti collegiali si svolgono online, credo, ma non ne ho la certezza, che basti inviare una comunicazione formale a scuola per attestare di essere a disposizione dal giorno x (che è il primo giorno successivo al termine dell'aspettativa).
Torna in alto Andare in basso
Angipalu



Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 11.04.18

Scadenza aspettativa non retribuita e obbligo di rientro in sede Empty
MessaggioTitolo: Re: Scadenza aspettativa non retribuita e obbligo di rientro in sede   Scadenza aspettativa non retribuita e obbligo di rientro in sede EmptyGio Giu 04, 2020 10:04 am

Grazie.
Quindi lei deve dire alla segreteria che le spetta rientrare il 9, anche se non potrà partecipare agli scrutini.
Vorremmo però capire come mai le hanno scritto
"dovrà presentarsi fisicamente in sede" e se può rifiutarsi.
Sembra un obbligo.
Quest'obbligo sussiste in tale situazione d'emergenza e anche se tutti stanno lavorando in smart working?

Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




Scadenza aspettativa non retribuita e obbligo di rientro in sede Empty
MessaggioTitolo: Re: Scadenza aspettativa non retribuita e obbligo di rientro in sede   Scadenza aspettativa non retribuita e obbligo di rientro in sede Empty

Torna in alto Andare in basso
 
Scadenza aspettativa non retribuita e obbligo di rientro in sede
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Ferie, assenze, permessi, stipendi, cedolini, disoccupazione-
Vai verso: