Ecco le linee guida - Pagina 3 Contatti27
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Ecco le linee guida

+19
Laura70
@melia
serpina
Corto Circuito
Αρης
Ciccio.8
mac67
balanzoneXXI
paniscus_2.1
Sconcertato_2
Dec
mattopris
herman il lattoniere
kloretta
pino mugo
franco71
seasparrow3
lucetta10
Procopio
23 partecipanti

Pagina 3 di 12 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 10, 11, 12  Successivo

Andare in basso

Ecco le linee guida - Pagina 3 Empty Ecco le linee guida

Messaggio Da Procopio Gio Giu 25, 2020 6:22 pm

Promemoria primo messaggio :

Questo riporta oggi sul tema l'ADNS Kronos: https://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2020/06/25/scuola-oggi-linee-guida-manifestazioni-protesta-citta_zEvHfbVviNu2MfHLFKcVOM.html

Procopio

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 28.12.13
Località : Bari: la città più grande del Piemonte

Torna in alto Andare in basso


Ecco le linee guida - Pagina 3 Empty Re: Ecco le linee guida

Messaggio Da paniscus_2.1 Dom Giu 28, 2020 10:29 am

Lucetta, ma sul serio tu sei convinta che si possa fare, che so, una dimostrazione di geometria "solo orale", senza disegnare la figura e senza scrivere le espressioni delle uguaglianze o delle proporzioni tra segmenti? Oppure, spiegare a voce come si deve fare a risolvere un integrale, però senza risolverlo?

E che si possa in tal modo valutare la competenza dello studente in base al linguaggio specifico e alla correttezza argomentativa, che pure sono importanti?

paniscus_2.1

Messaggi : 4547
Data d'iscrizione : 31.10.17

Torna in alto Andare in basso

Ecco le linee guida - Pagina 3 Empty Re: Ecco le linee guida

Messaggio Da Procopio Dom Giu 28, 2020 10:38 am

[quote="lucetta10"]
Concordo, il problema delle prove di verifica non è da sottovalutare. Si potrebbero effettuare in presenza, se non dovesse sopravvenire una nuova ondata: una verifica per il gruppo che segue al mattino ed una per quello che segue al pomeriggio. Oppure si potrebbe ricorrere a prove di tipo Invalsi con questionari che una volta assegnati devono essere compilati in un tempo prestabilito e restituiti tramite internet (con tanto di codice personale d'accesso) per una successiva correzione e valutazione. Anzi IMHO io ne farei una sola finale che sia riferita all'intero anno di corso sulla base di un programma concordato is sede di dipartimento. Del resto l'INVALSI già esiste: solo dovrebbe essere impostata non su base triennale o biennale, ma su base annuale certamente verso la fine dell'anno scolastico: in questo modo i questionari inviati all'invalsi e restituito con le valutazioni sarebbero un utile monitoraggio nazionale e locale di fine anno. Ovviamente andrebbero estesi a tutte le materie e "calibrati" per indirizzo nel superiore (cosa mai stata fatta ma opportuna a mio modesto parere)[/quote]

la valutazione non può essere intesa esclusivamente come verifica sommatica finale degli apprendimenti.
Questa soluzione non risolverebbe nulla, né darebbe maggiori garanzie di autenticità[/quote]

Questo veramente io non credo: una prova "tipo INVALSI" unica per tutto un liceo e per ogni materia (magari scaglionata per discipline e fatta solo alla fine dei due o tre periodi di osservazione), da svolgersi in un tempo prestabilito ed online risolverebbe parecchi problemi e non richiederebbe nemmeno la presenza fisica. Basta tararla bene ed in questo l'INVALSI è maestra (o dovrebbe esserlo) ;-) Del resto all'Università si fa già così da tempo (anche se ai miei tempi c'era il docente universitario che faceva lezione da novembre a giugno e poi iniziava a luglio la sessione di esame SU TUTTO IL PROGRAMMA, NULLA ESCLUSO): ci sono i semestri e le prove di fine semestre che consentono di accendere per "steps" all'esame finale o direttamente alla sessione d'esame per quelli che no le superano.

Procopio

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 28.12.13
Località : Bari: la città più grande del Piemonte

Torna in alto Andare in basso

Ecco le linee guida - Pagina 3 Empty Re: Ecco le linee guida

Messaggio Da lucetta10 Dom Giu 28, 2020 10:44 am

[quote="paniscus_2.1"]Lucetta, ma sul serio tu sei convinta che si possa fare, che so, una dimostrazione di geometria "solo orale", senza disegnare la figura e senza scrivere le espressioni delle uguaglianze o delle proporzioni tra segmenti? Oppure, spiegare a voce come si deve fare a risolvere un integrale, però senza risolverlo?

E che si possa in tal modo valutare la competenza dello studente in base al linguaggio specifico e alla correttezza argomentativa, che pure sono importanti?[/quote]


Guarda che MAI io ho parlato di SOLO ORALE, e credo che tu abbia capito benissimo.
Io sono per il necessario bilanciamento tra correttezza e capacità di argomentare oralmente le proprie scelte, e mai mi sognerei di escludere una delle due competenze dalla valutazione.
Sei tu che sostieni il SOLO SCRITTO, e lo hai fatto negli ultimi interventi e quando si è parlato di DAD (anzi, lì ancora di più visto che hai sostenuto a spada tratta la tua scelta di fare "solo esercizi scritti" e attraccato continuamente la pratica della videolezione) con i guasti che questo comporta, ad esempio quello di non riuscire a capire nemmeno l'argomentazione del testo del problema di geometria.

Ti consiglio una lettura Matteo Viale, I fondamenti linguistici delle discipline scientifiche. L’italiano per la matematica e le scienze a scuola


Ultima modifica di lucetta10 il Dom Giu 28, 2020 10:53 am - modificato 1 volta.

lucetta10

Messaggi : 9957
Data d'iscrizione : 17.01.12

Torna in alto Andare in basso

Ecco le linee guida - Pagina 3 Empty Re: Ecco le linee guida

Messaggio Da lucetta10 Dom Giu 28, 2020 10:48 am

[quote="Procopio"]
Questo veramente io non credo: una prova "tipo INVALSI" unica per tutto un liceo e per ogni materia (magari scaglionata per discipline e fatta solo alla fine dei due o tre periodi di osservazione), da svolgersi in un tempo prestabilito ed online risolverebbe parecchi problemi e non richiederebbe nemmeno la presenza fisica. Basta tararla bene ed in questo l'INVALSI è maestra (o dovrebbe esserlo) ;-) Del resto all'Università si fa già così da tempo (anche se ai miei tempi c'era il docente universitario che faceva lezione da novembre a giugno e poi iniziava a luglio la sessione di esame SU TUTTO IL PROGRAMMA, NULLA ESCLUSO): ci sono i semestri e le prove di fine semestre che consentono di accendere per "steps" all'esame finale o direttamente alla sessione d'esame per quelli che no le superano.[/quote]


una modalità di verifica universitaria è quanto di più lontano dalla valutazione che normalmente si dovrebbe fare nei gradi inferiori (dalla primaria alle superiori), perché diversa è la didattica che si fa.
La valutazione non ha solo lo scopo di coronare sul finale, ma anche di riorientare la didattica e impostare recupero e potenziamento.

lucetta10

Messaggi : 9957
Data d'iscrizione : 17.01.12

Torna in alto Andare in basso

Ecco le linee guida - Pagina 3 Empty Re: Ecco le linee guida

Messaggio Da Procopio Dom Giu 28, 2020 11:12 am

[quote="lucetta10"][quote="Procopio"]
Questo veramente io non credo: una prova "tipo INVALSI" unica per tutto un liceo e per ogni materia (magari scaglionata per discipline e fatta solo alla fine dei due o tre periodi di osservazione), da svolgersi in un tempo prestabilito ed online risolverebbe parecchi problemi e non richiederebbe nemmeno la presenza fisica. Basta tararla bene ed in questo l'INVALSI è maestra (o dovrebbe esserlo) ;-) Del resto all'Università si fa già così da tempo (anche se ai miei tempi c'era il docente universitario che faceva lezione da novembre a giugno e poi iniziava a luglio la sessione di esame SU TUTTO IL PROGRAMMA, NULLA ESCLUSO): ci sono i semestri e le prove di fine semestre che consentono di accendere per "steps" all'esame finale o direttamente alla sessione d'esame per quelli che no le superano.[/quote]


una modalità di verifica universitaria è quanto di più lontano dalla valutazione che normalmente si dovrebbe fare nei gradi inferiori (dalla primaria alle superiori), perché diversa è la didattica che si fa.
La valutazione non ha solo lo scopo di coronare sul finale, ma anche di riorientare la didattica e impostare recupero e potenziamento.[/quote]

Parole vuote di significato pratico perchè dovrebbe essere fatto sulla base in media di 150 differenti situazioni personali. Tra l'altro una valutazione semestrale o comunque divisa i due periodi ed il più possibile "oggettiva" ridurrebbe di molto l'annoso fenomeno dell'ammissione alla classe successiva sulla base del solito docente infingardo che sostiene "con me qualche cosina la fa" ed alza la mano sino al soffitto quando si tratta di decidere a favore della promozioni "per voto di consiglio". Last but not least: volgliamo che si abituinoi agli studi universitari? Bene questo è un modo per farlo, che dovrebbe essere reso obbligatorio dal terzio anno in poi nelle scuole superiori IMHO. P.S.: potenziamento? Perchè esiste nella pratica e non solo nel vocabolario e nelle circolari ministeriali, visto che tutte le ore di potenziamento vengono spese o per preparare alle prove Invalsi o per recuperare ...l'irrecuperabile?

Procopio

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 28.12.13
Località : Bari: la città più grande del Piemonte

Torna in alto Andare in basso

Ecco le linee guida - Pagina 3 Empty Re: Ecco le linee guida

Messaggio Da lucetta10 Dom Giu 28, 2020 11:20 am

[quote="Procopio"][quote="lucetta10"][quote="Procopio"]
Questo veramente io non credo: una prova "tipo INVALSI" unica per tutto un liceo e per ogni materia (magari scaglionata per discipline e fatta solo alla fine dei due o tre periodi di osservazione), da svolgersi in un tempo prestabilito ed online risolverebbe parecchi problemi e non richiederebbe nemmeno la presenza fisica. Basta tararla bene ed in questo l'INVALSI è maestra (o dovrebbe esserlo) ;-) Del resto all'Università si fa già così da tempo (anche se ai miei tempi c'era il docente universitario che faceva lezione da novembre a giugno e poi iniziava a luglio la sessione di esame SU TUTTO IL PROGRAMMA, NULLA ESCLUSO): ci sono i semestri e le prove di fine semestre che consentono di accendere per "steps" all'esame finale o direttamente alla sessione d'esame per quelli che no le superano.[/quote]


una modalità di verifica universitaria è quanto di più lontano dalla valutazione che normalmente si dovrebbe fare nei gradi inferiori (dalla primaria alle superiori), perché diversa è la didattica che si fa.
La valutazione non ha solo lo scopo di coronare sul finale, ma anche di riorientare la didattica e impostare recupero e potenziamento.[/quote]

Parole vuote di significato pratico perchè dovrebbe essere fatto sulla base in media di 150 differenti situazioni personali. Tra l'altro una valutazione semestrale o comunque divisa i due periodi ed il più possibile "oggettiva" ridurrebbe di molto l'annoso fenomeno dell'ammissione alla classe successiva sulla base del solito docente infingardo che sostiene "con me qualche cosina la fa" ed alza la mano sino al soffitto quando si tratta di decidere a favore della promozioni "per voto di consiglio". Last but not least: volgliamo che si abituinoi agli studi universitari? Bene questo è un modo per farlo, che dovrebbe essere reso obbligatorio dal terzio anno in poi nelle scuole superiori IMHO. P.S.: potenziamento? Perchè esiste nella pratica e non solo nel vocabolario e nelle circolari ministeriali, visto che tutte le ore di potenziamento vengono spese o per preparare alle prove Invalsi o per recuperare ...l'irrecuperabile? [/quote]

pensa che a me parevano semmai banali, visto che ho solo ripetuto i fondamenti della valutazione nella scuola come da normativa, pratica e teoria... per l'Invalsi, mah, che ti devo dire? C'è chi ama le crocette, ne prendo atto

lucetta10

Messaggi : 9957
Data d'iscrizione : 17.01.12

Torna in alto Andare in basso

Ecco le linee guida - Pagina 3 Empty Re: Ecco le linee guida

Messaggio Da Sconcertato_2 Dom Giu 28, 2020 11:20 am

Chissà cosa c'entra la verifica scritta di una materia tecnico-scientifica con la sua verifica orale.

Questo lo sa solo lucetta, tanto lei sa sempre tutto.

Sconcertato_2

Messaggi : 655
Data d'iscrizione : 06.02.18

Torna in alto Andare in basso

Ecco le linee guida - Pagina 3 Empty Re: Ecco le linee guida

Messaggio Da lucetta10 Dom Giu 28, 2020 12:09 pm

[quote="Sconcertato_2"]Chissà cosa c'entra la verifica scritta di una materia tecnico-scientifica con la sua verifica orale.

Questo lo sa solo lucetta, tanto lei sa sempre tutto.[/quote]

Assolutamente nulla, non era infatti di questo che si discuteva e mai si è parlato di discipline tecniche.

Hai mischiato due diverse discussioni (questo è un 3d carpiato), quella con procopio (sulla valutazione, ndi nessuna disciplina in particolare) e quella con paniscus (che non c'entra con la valutazione), sono due contro una ma non c'è intersezione.
Se vuoi possiamo impostare 1 contro 3 ma nel merito e a proposito, o su un terzo tema se credi... purchè non riguardi le linee guida!

lucetta10

Messaggi : 9957
Data d'iscrizione : 17.01.12

Torna in alto Andare in basso

Ecco le linee guida - Pagina 3 Empty Re: Ecco le linee guida

Messaggio Da mattopris Dom Giu 28, 2020 12:19 pm

In questo caso concordo con Lucetta.
Bisogna evitare che l'onda dell'"innovazione all'ammerricana" ci travolga in toto, respingendo il più possibile il modello delle verifiche a crocette, che specie per certe materie sono controproducenti al fine dello sviluppo di determinate competenze.
Così come occorre preservare in qualsiasi modo possibile la fase di verifica in presenza: in primis per ovvi motivi di controllo sull'oggettività dello svolgimento e per la possibilità di seguire la classe durante la prova; in secundis - ma forse sono solo io a pensare questo! - perché pensare di correggere per un anno intero delle verifiche al computer sarebbe una sciagura per la nostra vista e la nostra salute. In tal senso abbiamo già abbondantemente dato da marzo a giugno scorsi, e personalmente gradirei evitare di arrivare a sera con gli occhi viola più di quanto non sia già successo nei succitati mesi.

mattopris

Messaggi : 1168
Data d'iscrizione : 12.11.19
Età : 33
Località : Treviso

Torna in alto Andare in basso

Ecco le linee guida - Pagina 3 Empty Re: Ecco le linee guida

Messaggio Da paniscus_2.1 Dom Giu 28, 2020 12:48 pm

[quote="lucetta10"]Hai mischiato due diverse discussioni (questo è un 3d carpiato), quella con procopio (sulla valutazione, ndi nessuna disciplina in particolare) e quella con paniscus (che non c'entra con la valutazione), sono due contro una ma non c'è intersezione. [/quote]

Veramente io mi ero inserita nella discussione proprio parlando solo del problema della valutazione in didattica a distanza (perché il dubbio sull'autenticità delle verifiche è oggettivamente una criticità della valutazione, non della didattica in generale).

paniscus_2.1

Messaggi : 4547
Data d'iscrizione : 31.10.17

Torna in alto Andare in basso

Ecco le linee guida - Pagina 3 Empty Re: Ecco le linee guida

Messaggio Da Sconcertato_2 Dom Giu 28, 2020 1:09 pm

[quote="lucetta10"][quote="Sconcertato_2"]Chissà cosa c'entra la verifica scritta di una materia tecnico-scientifica con la sua verifica orale.

Questo lo sa solo lucetta, tanto lei sa sempre tutto.[/quote]

Assolutamente nulla, non era infatti di questo che si discuteva e mai si è parlato di discipline tecniche.

Hai mischiato due diverse discussioni (questo è un 3d carpiato), quella con procopio (sulla valutazione, ndi nessuna disciplina in particolare) e quella con paniscus (che non c'entra con la valutazione), sono due contro una ma non c'è intersezione.
Se vuoi possiamo impostare 1 contro 3 ma nel merito e a proposito, o su un terzo tema se credi... purchè non riguardi le linee guida![/quote]


Faccio sommessamente osservare che io non ho mischiato assolutamente nulla e mi associo alle legittime osservazioni di paniscus circa la modalità di conduzione di una verifica scritta che garantisca l'assoluta certezza che il prodotto finito sia solo frutto del lavoro dello studente.

Sei tu che hai iniziato a parlare di altro mischiando lo scritto con la discussione orale.

Comunque io non mi metto certo a competere con una sapientona tuttologa che non perde occasione per ricordare a tutti come "so tutto io" e capace di tener testa a 3 persone. No no.

Sconcertato_2

Messaggi : 655
Data d'iscrizione : 06.02.18

Torna in alto Andare in basso

Ecco le linee guida - Pagina 3 Empty Re: Ecco le linee guida

Messaggio Da lucetta10 Dom Giu 28, 2020 3:27 pm

[quote="paniscus_2.1"][quote="lucetta10"]Hai mischiato due diverse discussioni (questo è un 3d carpiato), quella con procopio (sulla valutazione, ndi nessuna disciplina in particolare) e quella con paniscus (che non c'entra con la valutazione), sono due contro una ma non c'è intersezione. [/quote]

Veramente io mi ero inserita nella discussione proprio parlando solo del problema della valutazione in didattica a distanza (perché il dubbio sull'autenticità delle verifiche è oggettivamente una criticità della valutazione, non della didattica in generale). [/quote]

Allora sì, effettivamente anche con te si parlava di valutazione, ma volevo far notare il mischione che altri facevano con scopi evidentemente di pura polemica e insulto.

Riassumiamo i termini della questione e vediamo se le posizioni non si sono modificate.

Ti contestavo la ormai solita contrapposizione che ti piace fare tra le materie serie (ovvero la tua e fatta con le tue modalità), e la macchietta che ti piace fare del resto del mondo, in particolare quello delle discipline umanistiche, votato a inutili lezioni ciarliere e poco rigorose.

Nel tuo mondo invece alle discipline scientifiche l'esposizione orale ma direi una esposizione tout court, non serve, basta l'esercizio scritto (mi baso su ciò che dici) cosa a mio parere scorretta sulla base delle Indicazioni nazionali ma anche della pratica didattica.
Abbiamo fatto tutti il liceo e prima anche per le discipline scientifiche era generalizzata la verifica orale e l'esposizione anche dell'esercizio, perfino la recita del teorema o della regola (all'università, dove ormai le verifiche scritte dilagano ovunque, questo cambiamento è ancora più evidente).
Nel caso della didattica a distanza vale lo stesso e anzi la questione si enfatizza: fare solo verifiche asincrone scritte sulla base di esercizi conferma questa impostazione.

Ora sulla scia di tanti orientamenti moderni che premono molto sullo scritto (meglio se meccanico e non espositivo) e marginalizzano sempre di più l'orale (anche, per dire, per storia), è sotto gli occhi di tutti che la competenza di esporre e argomentare dei ragazzi è ridotta al lanternino.
L'errore di ortografia e sintassi non ha un peso nella valutazione delle materie che non siano italiano, come se l'espressione corretta fosse auspicabile solo quando si parla di Montale e non della Legge di Gauss, per cui vale solo la corretta applicazione (le famigerate competenze!) e una logica binaria giusto/sbagliato, in qualunque modo sia espresso.

I ragazzi non sanno esprimersi, non articolano concetti di media complessità, indulgono in linguaggi iconici per farsi capire. Da qui a far precipitare anche la capacità di comprensione di un testo scientifico è un attimo... e infatti il testo che consigliavo parte proprio dalla sempre più diffusa incapacità dei ragazzi a interpretare testi scientifici di media complessità e perfino le consegne dei problemi e degli esercizi.

Come mai prima questa difficoltà non c'era e tutto capivano la storiella del problema e la richiesta dell'esercizio? Lungi da me voler buttare la croce solo su alcuni, ma certo sarebbe il caso che nessuno si tirasse fuori.

Questo può dirlo solo un insegnante di disciplina? Non sono stata io a impostare il discorso sulla base della materia, quindi il confronto è necessariamente tra discipline.
Se vogliamo invece dire che occorre che ognuno si pianga i suoi smettiamola una buona volta di proporre distinzioni incresciose per materie

lucetta10

Messaggi : 9957
Data d'iscrizione : 17.01.12

Torna in alto Andare in basso

Ecco le linee guida - Pagina 3 Empty Re: Ecco le linee guida

Messaggio Da herman il lattoniere Dom Giu 28, 2020 4:03 pm

come si dice (anzi come dice Mentana) se Atene piange Sparta non ride...
La matematica se la passa altrettanto male dell'italiano, solo che molti colleghi di italiano-storia-geografia hanno la tendenza a una valutazione che tenga conto di diversi fattori, comprese le vicissitudini personali dell'alunno, mentre molti colleghi di matematica-scienze hanno la tendenza opposta a valutare in maniera sommativa con fredde griglie: ad esempio lo 0% di esercizi svolti può tranquillamente equivalere al voto 0, o al massimo 4 con il ritocco di due coefficienti.
Per esempio in una classe terza di recente impegnata con l'esame: la collega di italiano ha valutato gli alunni nelle proprie tre discipline con un voto medio di 8,65, quella di matematica per le sue due con 7, gli altri sei docenti con un voto medio di 7,83. (voti medi di tutte le materie: 7,9). Aggiungo che per la maggior parte i famigerati "elaborati" erano pietosi sia nella redazione che nell'esposizione.
Vi ho riportato questa noiosa e poco significativa statistica per sottolineare che in realtà sia le competenze nelle materie letterarie che quelle nelle materie matematico-scientifiche, almeno per quello che posso sperimentare io, sono indistintamente in picchiata, al di là del modo in cui vengono valutate.
Purtroppo quali che siano le "intelligenze" coinvolte nell'apprendimento di una disciplina i risultati non arrivano senza impegno, costanza, memoria, capacità di rielaborazione e di astrazione: un po' tutto il contrario di quello che si predica nella scuole delle cosiddette "competenze" e al tempo della grande protesi per l'intelligenza che è il web.

herman il lattoniere

Messaggi : 1131
Data d'iscrizione : 15.11.17

Torna in alto Andare in basso

Ecco le linee guida - Pagina 3 Empty Re: Ecco le linee guida

Messaggio Da lucetta10 Dom Giu 28, 2020 4:18 pm

La mia statistica è completamente diversa e se parliamo di scuole medie ci sarebbe l'interessante capitolo delle discipline da sollevare...
Nessuno ride e questo è certo.
Ma non è questo il punto. Il punto è la premessa didattica e il valore che si attribuisce alla competenza, all'applicazione della norma, quindi anche all'esercizio e la marginalizzazione assoluta delle capacità espositive e argomentativo, che dovremmo curare tutti per poter almeno sperare di raggiungere l'obiettivo.
Invece pare che si rivendichi solo spazio per valutare oggettivamente una didattica basata esclusivamente su criteri quantitativi e su competenze, da cui l'assillo per la copiatura e la pretesa di mettere al centro il controllo poliziesco dei ragazzi

lucetta10

Messaggi : 9957
Data d'iscrizione : 17.01.12

Torna in alto Andare in basso

L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio

Ecco le linee guida - Pagina 3 Empty Re: Ecco le linee guida

Messaggio Da herman il lattoniere Dom Giu 28, 2020 4:51 pm

[quote="lucetta10"]La mia statistica è completamente diversa e se parliamo di scuole medie ci sarebbe l'interessante capitolo delle discipline da sollevare...
Nessuno ride e questo è certo.
Ma non è questo il punto. Il punto è la premessa didattica e il valore che si attribuisce alla competenza, all'applicazione della norma, quindi anche all'esercizio e la marginalizzazione assoluta delle capacità espositive e argomentativo, che dovremmo curare tutti per poter almeno sperare di raggiungere l'obiettivo.
Invece pare che si rivendichi solo spazio per valutare oggettivamente una didattica basata esclusivamente su criteri quantitativi e su competenze, da cui l'assillo per la copiatura e la pretesa di mettere al centro il controllo poliziesco dei ragazzi[/quote]

L'assillo per la copiatura c'è perché il problema n.1 della scuola di oggi è la perdita di capacità di rielaborazione, non dico critica ma almeno minima. Se questa capacità tornasse in auge vedremmo innanzitutto un drastico miglioramento della politica a livello mondiale (sappiamo come si svolgono oggi le campagne elettorali).
Ed è su questo che materie umanistiche e scientifiche dovrebbero fare fronte comune, anche con i disprezzati metodi polizieschi (che poi consistono nell'uso di plagiarism detector, ove non basti l'intelligenza del docente).

herman il lattoniere

Messaggi : 1131
Data d'iscrizione : 15.11.17

Torna in alto Andare in basso

L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio

L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio

Ecco le linee guida - Pagina 3 Empty Re: Ecco le linee guida

Messaggio Da paniscus_2.1 Dom Giu 28, 2020 6:41 pm

[quote="lucetta10"][quote="paniscus_2.1"][quote="lucetta10"]Hai mischiato due diverse discussioni (questo è un 3d carpiato), quella con procopio (sulla valutazione, ndi nessuna disciplina in particolare) e quella con paniscus (che non c'entra con la valutazione), sono due contro una ma non c'è intersezione. [/quote]

Veramente io mi ero inserita nella discussione proprio parlando solo del problema della valutazione in didattica a distanza (perché il dubbio sull'autenticità delle verifiche è oggettivamente una criticità della valutazione, non della didattica in generale). [/quote]

Allora sì, effettivamente anche con te si parlava di valutazione, ma volevo far notare il mischione che altri facevano con scopi evidentemente di pura polemica e insulto. [/quote]

Ah, ecco, allora sì che è tutto chiaro.

Prima il mio discorso non c'entrava niente con la valutazione, adesso "allora sì", però il mischione lo hanno fatto gli altri.

paniscus_2.1

Messaggi : 4547
Data d'iscrizione : 31.10.17

Torna in alto Andare in basso

L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio

L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio

L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio

Ecco le linee guida - Pagina 3 Empty Re: Ecco le linee guida

Messaggio Da paniscus_2.1 Dom Giu 28, 2020 7:35 pm

Sempre per lucetta:

se tu insisti a dire che gli "orientamenti moderni" hanno indirizzato le modalità di verifica e di valutazione sempre più verso l'esercizio scritto meccanico, secco e arido, i casi sono due: o viviamo su due pianeti diversi, oppure stai evidentemente (per quanto in buona fede) parlando di cose che non conosci.

Nella mia esperienza è esattamente il contrario.

Nelle materie scientifiche, i cosiddetti "orientamenti moderni", qualunque cosa voglia dire (e io in questo momento lo intendo solo come indicazione di successione temporale, senza nessun giudizio di valore), hanno fatto esattamente il contrario di quello che sostieni tu.

Ossia, hanno fatto di tutto per affossare il linguaggio specifico delle discipline (che in passato aveva come caratteristica principale quello di essere più sintetico e più codificato possibile), per annacquarlo in una melassa diluita di presunta "contestualizzazione", che gradualmente si è ridotta a un patetico "confezionamento" del quesito in veste discorsiva, fantasiosa, e spesso impropria.

Cioè, invece di chiedere: "Data la funzione y = f(x) ...segue espressione analitica... , determinare quale deve essere il valore del parametro a perché la curva abbia un punto di massimo locale per x  = 2 e un flesso per x = 7/2 ", si chiede: "Immagina di essere un architetto che viene incaricato di progettare un sistema di scivoli per un parco giochi, e che uno di questi scivoli debba avere un dosso alla distanza orizzontale di due metri dal punto di partenza, con le condizioni che ....genegnegegne... eccetera".

Uno degli effetti collaterali di questa tendenza è che, siccome a parità di tempo a disposizione, più della metà bisogna impiegarlo a decrittare il testo del quesito, allora per ovvi motivi il quesito matematico o fisico VERO deve risultare molto più banale di quello che si sarebbe potuto richiedere concentrandosi sui contenuti di matematica e di fisica effettivamente richiesti.

Ora, questa mutazione può anche essere giudicata positiva, non necessariamente negativa, ma in questo momento non mi interessa discutere di questo:

il punto è che le cose stanno esattamente al contrario di come le hai messe tu, e cioè che, nelle materie scientifiche,

- l'impostazione cosiddetta "tradizionale", cioè considerata obsoleta e passatista, era esattamente quella di imporre il rispetto rigoroso dei linguaggi specifici...

- mentre la tendenza "moderna" è stata quella di scoraggiare la sinteticità e il formalismo (che in questo caso sono proprio quello che si chiama "linguaggio specifico della disciplina") per affogarle in un mare indistinto di chiacchiere, di metafore e di infiocchettamenti che di specifico non hanno assolutamente niente.

Se un punto di massimo locale in una funzione matematica, invece di chiamarlo "punto di massimo locale" lo si vuole chiamare "dosso di uno scivolo", è una PERDITA di linguaggio specifico della disciplina, e non certo un arricchimento.

Per cui, si può benissimo pensare quello che si vuole su quale dei due approcci sia meglio e quale sia peggio, ma non si può sostenere che in passato si facesse più attenzione alla contestualizzazione e alla descrizione dell'esercizio mentre le tendenze moderne le hanno affossate per ridurre tutto all'applicazione meccanica di una formula: è esattamente il contrario.

E il fatto stesso che tu parli, in un passo successivo, di quanto fosse importante in passato la "RECITA del teorema o della regola", mentre adesso viene trascurata... mi fa pensare che tu abbia le idee ancora meno chiare e che ti contraddica più volte:

nelle mie abitudini, il concetto di "recitare una regola" vuol dire esattamente quello che consideri negativo, ovvero, il fatto di dimostrare meccanicamente una conoscenza imparata a memoria, senza nessuna richiesta di applicarla o di saperla riconoscere quando la si vede.

E allora, per favore, deciditi: la padronanza dei linguaggi specifici della disciplina consiste nel saper recitare a memoria la regola come si faceva una volta, mentre adesso colpevolmente non si fa più? E però, contemporaneamente, si dice che l'approccio secco, arido e meccanico sarebbe una tendenza moderna, mentre prima non c'era?

Boh, a me sembra che ci sia qualcosa che non va in queste affermazioni fatte insieme!

paniscus_2.1

Messaggi : 4547
Data d'iscrizione : 31.10.17

Torna in alto Andare in basso

Ecco le linee guida - Pagina 3 Empty Re: Ecco le linee guida

Messaggio Da mac67 Dom Giu 28, 2020 7:49 pm

[quote="lucetta10"]
I ragazzi non sanno esprimersi, non articolano concetti di media complessità, indulgono in linguaggi iconici per farsi capire. Da qui a far precipitare anche la capacità di comprensione di un testo scientifico è un attimo... e infatti il testo che consigliavo parte proprio dalla sempre più diffusa incapacità dei ragazzi a interpretare testi scientifici di media complessità e perfino le consegne dei problemi e degli esercizi.
[/quote]

Qui mi inserisco io, perché questa cosa l'ho notata fin da quando sono entrato a scuola.

Da una parte, c'è un eccesso di "non preoccuparti di come comunicare, basta che mi fai capire che cosa vuoi dire" che viene dalle scuole inferiori. Questo atteggiamento che privilegia la sostanza a scapito della forma è un serio problema, perché poi alle scuole superiori la forma la vogliamo. In matematica poi, forma e sostanza coincidono.

Come impostazione generale, la scuola italiana trascura la lingua italiana a scapito della letteratura e del "personale". In tutte le verifiche scritte di italiano a che cosa si guarda? All'acquisizione dei contenuti di letteratura e all'espressione di opinioni, sentimenti, riflessioni personali.

Ho perso il conto degli studenti che hanno "mostrano il loro mondo interiore" in italiano e non riescono a scrivere una frase corretta dal punto di vista grammaticale e dell'idioma. E non è che lo trascuro nelle mie discipline: non faccio altro che richiamare all'uso corretto del linguaggio ("le forze non si hanno, si applicano", "il lavoro si compie, non si esplica", e via dicendo), correggo tutti gli errori grammaticali e li faccio pesare ("prof, ma è il compito di fisica, non di italiano").

Alla base c'è una schizofrenia di fondo: i docenti di italiano incoraggiano a usare un linguaggio più ricco, una sintassi più articolata, mentre le materie scientifiche richiedono un linguaggio semplice, ma preciso e una sintassi molto lineare. Ci ho messo anni per mettere a tacere nel cervello la vocina del prof di italiano che dice: "più complesso, più complesso!"

mac67

Messaggi : 6916
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

Torna in alto Andare in basso

L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio

Ecco le linee guida - Pagina 3 Empty Re: Ecco le linee guida

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 12 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 10, 11, 12  Successivo

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.