Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Contatti
Ultimi argomenti commentati
Link sponsorizzati

 

 Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Scuola70



Messaggi : 1311
Data d'iscrizione : 28.02.14

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 11:35 am

Ho letto attentamente l'articolo secondo cui "Il bullismo non è cattiveria" e sinceramente mi sento di dissentire su molti punti. L'articolo nega che il bullismo sia cattiveria e afferma che la natura è originariamente sana, sono solo fattori disfunzionali ambientali che porterebbero al bullismo. Io credo che ciò sia FALSO e lo affermo proprio empiricamente, cioè attraverso l'esperienza che anche la cronaca nera ci dà sui casi di bullismo.
Non tutti i bulli provengono da famiglie disagiate, ci sono anche dei prepotenti che provengono da buone famiglie, economicamente abbienti, eppure si comportano spesso molto male con i coetanei, escludono i più deboli e fragili, li deridono, a volte li minacciano e giungono ad atti che sono veri e propri reati per il codice penale.
I bulli di Manduria, ad esempio (la cosiddetta "banda degli orfanelli") non erano quindi cattivi e crudeli? Erano assolutamente crudeli, si divertivano sadicamente a tormentare un povero anziano indifeso e fragile mentalmente, al punto che ormai non usciva più di casa nemmeno per fare la spesa, l'hanno ridotto al deperimento o comunque hanno contribuito affinchè egli facesse quella fine. Quei bulli sapevano perfettamente il male che compivano e si rendevano perfettamente conto che il bersaglio era debole e indifeso.
Ci sono bulli che hanno ridotto in schiavitù coetanei più deboli, legandoli a catene, sputando loro addosso, abusandone anche sessualmente, sono tutti casi che la cronaca nera ha perfettamente documentato, quindi che cosa c'è di scandaloso a chiamarli cattivi? Di più, io li chiamerei sadici, vigliacchi, crudeli, insensibili, anaffettivi, malati dentro, ecco che cosa sono.
La dittatura degli psicologi e dei pedagogisti a scuola fa sì che il male non si condanni mai veramente, ma si GIUSTIFICHI: tutto viene razionalizzato e giustificato, nello sforzo di comprendere per forza si giustifica e si fa risalire ogni cattiva azione ad un fattore ambientale che permette di attenuare la colpa e di giustificare. Secondo me il male non si giustifica e nemmeno si comprende, perché la comprensione è l'inizio della giustificazione, il male in ogni sua forma si CONDANNA soltanto e l'uomo a mio avviso è tendenzialmente orientato più al male che al bene, infatti compiere il male anche per i ragazzini è molto facile, basta insultare un compagno, picchiarlo e poi magari dare sempre la colpa agli altri, mentre compiere il bene ed obbedire alle regole richiede impegno, fatica, dominio di se stessi, l'idea della natura umana buona è un mito che di fatto deriva dal filosofo Rousseau e che è stato poi ripreso ed ampliato da quasi tutti i pedagogisti. Ma io invece sostengo con il pensatore Thomas Hobbes: HOMO HOMINI LUPUS EST!

A hypernova e Mariagraz. piace questo messaggio.

Torna in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 3851
Data d'iscrizione : 21.09.13

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 12:27 pm

E quindi?
Torna in alto Andare in basso
Online
hypernova

hypernova

Messaggi : 1449
Data d'iscrizione : 26.05.14

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 12:45 pm

L’origine di tale stortura è Rousseau, colui che viene considerato il padre della pedagogia contemporanea. Nel tentativo di cancellare il concetto di “peccato originale”, si ostinano ad andare avanti con queste teorie che esaltano l’antieroe romantico, ribaltando i ruoli tra vittima e carnefice.

A pepe e Mariagraz. piace questo messaggio.

Torna in alto Andare in basso
Online
lucetta10



Messaggi : 8696
Data d'iscrizione : 17.01.12

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 12:57 pm

[quote="hypernova"]L’origine di tale stortura è Rousseau, colui che viene considerato il padre della pedagogia contemporanea. Nel tentativo di cancellare il concetto di “peccato originale”, si ostinano ad andare avanti con queste teorie che esaltano l’antieroe romantico, ribaltando i ruoli tra vittima e carnefice.[/quote]


Caspita! Esisteva già la scuola pubblica e dell'obbligo?
Torna in alto Andare in basso
hypernova

hypernova

Messaggi : 1449
Data d'iscrizione : 26.05.14

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 12:59 pm

Esisteva l’educazione cattolica che era egemone... e che voleva essere distrutta, oggi come allora. Quasi tutta la pedagogia contemporanea che va per la maggiore ha le sue radici nel pensiero Settecentesco di Rousseau.

A pepe e Mariagraz. piace questo messaggio.

Torna in alto Andare in basso
Online
stringiamciacoorte



Messaggi : 944
Data d'iscrizione : 18.08.20

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 1:41 pm

In Russia ai tempi di baffone si mandavano i dissidenti in manicomio perchè era "evidente" che chi si mostrava critico contro il comunismo non poteva che essere malato di mente.

Oggi sosteniamo che chi non "ama il prossimo suo come se stesso", andando contro la propria natura, evidentemente ha un qualche disagio (ovviamente curabile). C'è da chiedersi che senso avesse che una persona, mi dicono, autorevole abbia sprecato 30 secondi della sua breve vita a dire una banalità come quella che ho citato; forse non era una banalità ?

Se la cattiveria non esiste perchè inventare la parola ?

PS Scuola70 hai "letto attentamente" ? Non avevi proprio niente di utile o interessante da fare ? Piuttosto leggerei una lettera di Mario Bocola
Torna in alto Andare in basso
Online
lucetta10



Messaggi : 8696
Data d'iscrizione : 17.01.12

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 1:43 pm

[quote="hypernova"]Esisteva l’educazione cattolica che era egemone... e che voleva essere distrutta, oggi come allora. Quasi tutta la pedagogia contemporanea che va per la maggiore ha le sue radici nel pensiero Settecentesco di Rousseau.[/quote]


Quindi i sostenitori della "pedagogia contemporanea" daranno la colpa a Gesù Cristo... ?

Pensi che don Milani fosse "don" perchè portava la coppola?
Torna in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 6171
Data d'iscrizione : 14.11.14
Età : 49

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 1:51 pm

Scuola70 scrive un post, Balanzone chiede lumi, risponde a spiegare il post hypernova spiegando le ragioni di Scuola70. Ne deduco che Scuola70 e hypernova siano la stessa persona.
Come diceva quelo, la risposta al problema è dentro di noi epperò ...


Ultima modifica di franco71 il Sab Set 05, 2020 1:53 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
stringiamciacoorte



Messaggi : 944
Data d'iscrizione : 18.08.20

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 1:53 pm

[quote="lucetta10"][quote="hypernova"]Esisteva l’educazione cattolica che era egemone... e che voleva essere distrutta, oggi come allora. Quasi tutta la pedagogia contemporanea che va per la maggiore ha le sue radici nel pensiero Settecentesco di Rousseau.[/quote]


Quindi i sostenitori della "pedagogia contemporanea" daranno la colpa a Gesù Cristo... ?

Pensi che don Milani fosse "don" perchè portava la coppola?[/quote]

Certo che no, quelli sono i don con il nome non i don col cognome (don Calogero ad esempio)
Torna in alto Andare in basso
Online
seasparrow3



Messaggi : 1808
Data d'iscrizione : 20.04.20

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 1:55 pm

si' dai e' un volersi bene soltanto che a modo del bulletto :-)
Torna in alto Andare in basso
hypernova

hypernova

Messaggi : 1449
Data d'iscrizione : 26.05.14

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 2:00 pm

Il peccato originale è un concetto biblico, non lo ha introdotto Gesù... comunque sì, di base c’è la volontà di annullare i valori cristiani e di sostituirli con l’ateismo o con una sorta di panteismo omnicomprensivo. Per quanto riguarda Don Milani, nella Chiesa abbiamo avuto Carlo Magno e San Domenico, due personalità completamente diverse e con idee opposte. Come abbiamo avuto chi ha parteggiato per i nazisti, abbiamo oggi anche una parte della Chiesa che ha certe visioni in materia di educazione, io la vedo in maniera diversa.

Ovviamente è un mio punto di vista, tu puoi avere un’opinione diversa lucetta10...
Torna in alto Andare in basso
Online
franco71



Messaggi : 6171
Data d'iscrizione : 14.11.14
Età : 49

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 2:03 pm

Carlo Magno è un nuovo santo della Chiesa Cattolica?
Torna in alto Andare in basso
hypernova

hypernova

Messaggi : 1449
Data d'iscrizione : 26.05.14

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 2:09 pm

Sarebbe interessante capire perché alcune persone, quando leggono qualcosa che non condividono, invece che argomentare in maniera pacata e serena, sostenendo le loro opinioni, hanno bisogno di offendere e ridicolizzare gli altri (bullismo?).
Torna in alto Andare in basso
Online
lucetta10



Messaggi : 8696
Data d'iscrizione : 17.01.12

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 2:11 pm

[quote="hypernova"]Il peccato originale è un concetto biblico, non lo ha introdotto Gesù... comunque sì, di base c’è la volontà di annullare i valori cristiani e di sostituirli con l’ateismo o con una sorta di panteismo omnicomprensivo. Per quanto riguarda Don Milani, nella Chiesa abbiamo avuto Carlo Magno e San Domenico, due personalità completamente diverse e con idee opposte. Come abbiamo avuto chi ha parteggiato per i nazisti, abbiamo oggi anche una parte della Chiesa che ha certe visioni in materia di educazione, io la vedo in maniera diversa.

Ovviamente è un mio punto di vista, tu puoi avere un’opinione diversa lucetta10...[/quote]

Carlo Magno imperatore?

Abbiamo chi?
Torna in alto Andare in basso
hypernova

hypernova

Messaggi : 1449
Data d'iscrizione : 26.05.14

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 2:15 pm

La Chiesa non comprende solo i santi, ma anche i religiosi “normali” e le persone non consacrate che vanno a messa. Voi forse per Chiesa intendete solo l’istituzione.
Torna in alto Andare in basso
Online
Scuola70



Messaggi : 1311
Data d'iscrizione : 28.02.14

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 2:51 pm

Io da cattolico credo davvero che il peccato originale sia avvenuto, ovviamente non credo che Adamo ed Eva abbiano mangiato una MELA, l'albero, il serpente, la mela sono immagini, simboli, ma credo che davvero Dio abbia creato l'uomo a sua immagine e somiglianza e in perfetta comunione con Lui, cioé come dice il Catechismo della Chiesa Cattolica "In santità e giustizia ed in armonia con Dio e tutta la creazione", ma ad un certo punto i primi uomini non si siano più fidati della voce interiore di Dio ed abbiano deciso di comune accordo di seguire autonomamente la propria ragione, stabilendo loro senza Dio ciò che era giusto ed ingiusto. E nessuno può dirmi che è falso, che è solo un mito, dal momento che nessuno sa prima del Big Bang che cosa c'era, quindi il peccato delle origini può benissimo essere successo PRIMA e quindi il mondo attuale sarebbe appunto il risultato della caduta originaria, un regresso da un mondo migliore che sussisteva prima di questo.....
Torna in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 8696
Data d'iscrizione : 17.01.12

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 3:03 pm

[quote="hypernova"]La Chiesa non comprende solo i santi, ma anche i religiosi “normali” e le persone non consacrate che vanno a messa. Voi forse per Chiesa intendete solo l’istituzione.[/quote]

Quindi Carlo Magno imperatore? Quell’impero che ha combattuto secoli contro la chiesa e i papi?


Ultima modifica di lucetta10 il Sab Set 05, 2020 3:04 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 8696
Data d'iscrizione : 17.01.12

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 3:04 pm

[quote="Scuola70"]Io da cattolico credo davvero che il peccato originale sia avvenuto, ovviamente non credo che Adamo ed Eva abbiano mangiato una MELA, l'albero, il serpente, la mela sono immagini, simboli, ma credo che davvero Dio abbia creato l'uomo a sua immagine e somiglianza e in perfetta comunione con Lui, cioé come dice il Catechismo della Chiesa Cattolica "In santità e giustizia ed in armonia con Dio e tutta la creazione", ma ad un certo punto i primi uomini non si siano più fidati della voce interiore di Dio ed abbiano deciso di comune accordo di seguire autonomamente la propria ragione, stabilendo loro senza Dio ciò che era giusto ed ingiusto. E nessuno può dirmi che è falso, che è solo un mito, dal momento che nessuno sa prima del Big Bang che cosa c'era, quindi il peccato delle origini può benissimo essere successo PRIMA e quindi il mondo attuale sarebbe appunto il risultato della caduta originaria, un regresso da un mondo migliore che sussisteva prima di questo.....[/quote]

E chi lo ha detto?
Credi serenamente a quello che vuoi...
Torna in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 82645
Data d'iscrizione : 23.08.10

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 3:08 pm

[quote="lucetta10"][quote="hypernova"]La Chiesa non comprende solo i santi, ma anche i religiosi “normali” e le persone non consacrate che vanno a messa. Voi forse per Chiesa intendete solo l’istituzione.[/quote]

Quindi Carlo Magno imperatore? Quell’impero che ha combattuto secoli contro la chiesa e i papi? [/quote]

Carlo Magno era cristiano e convertiva gli infedeli a costo di massacrarli (d'altra parte Sacro Romano Impero è già una formula abbastanza chiara). Le lotte per le investiture sono avvenute dopo e comunque anche quegli imperatori si dichiaravano cristiani e ben pochi sono stati scomunicati: non confonderei i contrasti politici (guerre comprese) con le differenziazioni religiose.

A hypernova piace questo messaggio.

Torna in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 8696
Data d'iscrizione : 17.01.12

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 3:19 pm

[quote="Dec"][quote="lucetta10"][quote="hypernova"]La Chiesa non comprende solo i santi, ma anche i religiosi “normali” e le persone non consacrate che vanno a messa. Voi forse per Chiesa intendete solo l’istituzione.[/quote]

Quindi Carlo Magno imperatore? Quell’impero che ha combattuto secoli contro la chiesa e i papi? [/quote]

Carlo Magno era cristiano e convertiva gli infedeli a costo di massacrarli (d'altra parte Sacro Romano Impero è già una formula abbastanza chiara). Le lotte per le investiture sono avvenute dopo e comunque anche quegli imperatori si dichiaravano cristiani e ben pochi sono stati scomunicati: non confonderei i contrasti politici (guerre comprese) con le differenziazioni religiose.[/quote]

E nemmeno potere spirituale e potere temporale nel medioevo... epoca estranea a qualunque discorso sul laicismo, le busse ai mori poi non sono mai mancate ne’ prima né dopo.

Carlo Magno fu nominato imperatore dal papà non perché ne riconoscesse un ruolo dottrinale, ma per sottolineare la superiorità della Chiesa
Torna in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 82645
Data d'iscrizione : 23.08.10

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 3:23 pm

Certo, questo lo so.
Pensavo ai Sassoni più che agli Arabi, ma è lo stesso.
Certo che Carlo Magno non aveva un ruolo dottrinale, ma faceva parte della chiesa del tempo. Poi anch'io sono rimasto un po' stupito dall'accostamento.
Comunque mi sembra che siamo molto lontani dal discorso iniziale sul bullismo.
Torna in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 8696
Data d'iscrizione : 17.01.12

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 3:28 pm

[quote="Dec"]Certo, questo lo so.
Pensavo ai Sassoni più che agli Arabi, ma è lo stesso.
Certo che Carlo Magno non aveva un ruolo dottrinale, ma faceva parte della chiesa del tempo. Poi anch'io sono rimasto un po' stupito dall'accostamento.
Comunque mi sembra che siamo molto lontani dal discorso iniziale sul bullismo.[/quote]

Anni luce, ma direi non troppo lontani dalla pedagogia cristiana... Carlo Magno, Ottone, ma arriviamo a Carlo V almeno la sapevano lunga di pedagogia, e avevano metodi decisamente persuasivi per “educare cristianamente”... altro che Emilio
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 3726
Data d'iscrizione : 31.10.17

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 3:33 pm

[quote="franco71"]Carlo Magno è un nuovo santo della Chiesa Cattolica?[/quote]

Beh, se hanno fatto santa Giovanna d'Arco (il cui unico merito è stato quello di aver fatto la guerra agli inglesi per conto della Francia, cosa che di spirituale ha veramente poco), ci può stare anche Carlo Magno. A volte la chiesa ragiona in modo abbastanza bizzarro!
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 3726
Data d'iscrizione : 31.10.17

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 3:39 pm

[quote="hypernova"]L’origine di tale stortura è Rousseau, colui che viene considerato il padre della pedagogia contemporanea. Nel tentativo di cancellare il concetto di “peccato originale”, si ostinano ad andare avanti con queste teorie che esaltano l’antieroe romantico, ribaltando i ruoli tra vittima e carnefice.[/quote]

E comunque non vedo cosa c'entri la cancellazione del concetto di "peccato originale" con la giustificazione della violenza o del bullismo.

Non dovrebbe essere esattamente il contrario?

Ovvero, se si crede nel peccato originale, se ne deve dedurre che TUTTI NOI abbiamo la tendenza innata a fare del male, e non ci si può fare niente.

Se invece NON si crede nel peccato originale, se ne dovrebbe dedurre che ognuno sceglie se comportarsi bene o male e che quindi la responsabilità della scelta è sua, e poche p*ppe...
Torna in alto Andare in basso
stringiamciacoorte



Messaggi : 944
Data d'iscrizione : 18.08.20

Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". EmptySab Set 05, 2020 3:40 pm

[quote="paniscus_2.1"][quote="franco71"]Carlo Magno è un nuovo santo della Chiesa Cattolica?[/quote]

Beh, se hanno fatto santa Giovanna d'Arco (il cui unico merito è stato quello di aver fatto la guerra agli inglesi per conto della Francia, cosa che di spirituale ha veramente poco), ci può stare anche Carlo Magno. A volte la chiesa ragiona in modo abbastanza bizzarro![/quote]

Chi era il mandante dello squartamento di Ipazia ? C'è chi dice san Cirillo.
Torna in alto Andare in basso
Online
Contenuto sponsorizzato




Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".   Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria". Empty

Torna in alto Andare in basso
 
Riflessione sull'articolo "Il bullismo non è cattiveria".
Torna in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
OrizzonteScuola :: Riforme-
Vai verso: