Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? Contatti
Ultimi argomenti
Link sponsorizzati

 

 Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante?

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Diogenes



Messaggi : 66
Data d'iscrizione : 07.04.16

Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? Empty
MessaggioTitolo: Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante?   Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? EmptyDom Set 13, 2020 7:54 pm

L'attuale sistema di reclutamento del personale docente a t. d. nella scuola secondaria pubblica è pessimo: in pratica qualsiasi laureato in qualsiasi (o quasi) corso di laurea magistrale è titolato ad iscriversi in graduatoria per avere una cattedra.

Ma chi ha stabilito che la laurea sia condizione sufficiente (i 24 CFU sono una ridicola farsa) a svolgere la professione di insegnante? Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante?

La laurea certifica forse che qualcuno sia in grado di tenere lezioni interessanti e didatticamente efficaci davanti ad una platea di adolescenti? Che sia in grado di gestire la classe? Che sia in grado di valutare gli apprendimenti? Che sia realmente consapevole degli obiettivi formativi dei suoi studenti? Che sappia relazionarsi efficacemente con gli studenti e i genitori? Che sia motivato a svolgere al meglio il proprio prezioso lavoro di insegnante?

I famosi 24 CFU sono davvero sufficienti a rendere competenti in materia di pedagogia generale, pedagogia dell'inclusione, psicologia dello sviluppo e dell'apprendimento, didattica, docimologia, legislazione scolastica, etc. chi li ha acquisiti?

Perché in Italia si impara a divenire insegnanti sulla pelle degli alunni?
E, a volte, non ci si riesce nemmeno, pur restando in cattedra a fare danni a vita...

Chiunque può salire in cattedra, dalla casalinga che trent'anni fa si laureò in filosofia all'ingegnere col doppio lavoro che non ha la benché minima preparazione pedagogico-didattica e, magari, lo fa soltanto per mera convenienza economica, col minimo dell'impegno possibile.
Eppure non esiste più la scuola di trenta/quaranta/cinquanta anni fa, col professore onnipotente alla lavagna, la lezione esclusivamente frontale e senza alunni con BES di cui si tenesse conto per legge.

Che senso ha questo sistema? Che senso ha imbastire graduatorie da centinaia e centinaia di candidati, il cui lavoro (competenza effettiva, professionalità, dedizione, passione, efficacia didattica) non viene formalmente valutato da nessuno (colleghi, alunni, dirigenti, genitori)? Sono veramente meritocratiche queste graduatorie?

Perché in Italia non esiste (con l'abolizione di SSIS e TFA vari) un serio percorso strutturato di abilitazione alla professione docente, che consenta di formare periodicamente un numero sufficiente di nuovi docenti di qualità verificata?
Perché in Italia non esiste un serio sistema di valutazione dell'operato dei docenti, precari e non?
Perché in Italia non si impara più come essere un buon insegnante, al di là della "vocazione" del singolo docente?
Torna in alto Andare in basso
seasparrow3



Messaggi : 1680
Data d'iscrizione : 20.04.20

Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? Empty
MessaggioTitolo: Re: Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante?   Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? EmptyDom Set 13, 2020 8:15 pm

Diogenes : >

risposte

> in pratica qualsiasi laureato

perche' il titolo ha valore legale ... fortunatamente

> ma chi ha stabilito che la laurea sia condizione sufficiente

nessuno e infatti
se uno non e' capace le classi se ne accorgono in poche ore

> La laurea certifica forse che qualcuno
(elenco di competenze da docente)

no di certo sul singolo caso pero' statisticamente si'
la maggior parte dei laureati con un buon voto e' anche in grado
di insegnare ... non tutti e per questo c'e' il controllo
delle classi dei genitori del preside e al limite degli ispettori

> prezioso lavoro di insegnante

nel senso umano, non di certo con lo stipendio della miseria

> i famosi 24 CFU

sono cosa da poco e' vero

> dalla casalinga che trent'anni fa si laureo' in filosofia

potrebbe aver molto da insegnare

> all'ingegnere col doppio lavoro

se lo ha vuol dire che e' bravo,
il mondo del lavoro privato non regala nulla

> Che senso ha questo sistema?

statistico, mediamente per lo stipendio della miseria
che si prende funziona abbastanza bene tutto sommato

> perche' non esiste un serio percorso di abilitazione

su questo siamo perfettamente d'accordo
aggiungo che dopo di esso si potrebbe anche fare i concorsi per titoli
perfettamente a norma di costituzione
questo sia per i nuovi laureati che per quelli
che per carenza di personale iniziano con la laurea
ad accumulare AS di servizio e quindi percorsi abilitanti speciali

(51)

A vixent e Willyx piace questo messaggio.

Torna in alto Andare in basso
Sganarello

Sganarello

Messaggi : 115
Data d'iscrizione : 22.07.20

Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? Empty
MessaggioTitolo: Re: Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante?   Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? EmptyDom Set 13, 2020 9:40 pm

[quote="Diogenes"]
Perché in Italia non si impara più come essere un buon insegnante, al di là della "vocazione" del singolo docente?[/quote]

Quando si sarebbe verificata questa mitica età dell'oro? Non mi dite ai tempi della SIS perché quelli un po' me li ricordo: un gravoso doppione degli esami universitari, tenuti per lo più dagli stessi docenti universitari in maniera fanatica, con studenti oberati di lavoro, studio, tesine - spesso copiate a man bassa - tutte attività che non avevano nulla a che vedere con l'acquisizione delle capacità di insegnare.

Piuttosto, se esiste, si prenda a modello qualche esempio virtuoso dall'estero: qualcuno ne conosce? Il confronto è sempre costruttivo.

A vixent piace questo messaggio.

Torna in alto Andare in basso
Carlo8002020



Messaggi : 330
Data d'iscrizione : 14.01.20

Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? Empty
MessaggioTitolo: Re: Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante?   Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? EmptyDom Set 13, 2020 9:54 pm

In realtà ciò che dici tu, insegnanti senza alcuna selezione, esiste per le supplenze, ma per entrare di ruolo ci vuole il concorso, quindi una selezione basata anche sugli ambiti di cui parli tu: pedagogia, legislazione, docimologia, ecc. Poi ci sono tanti casi: alcuni sono entrati con una dura selezione per il ruolo, altri con concorsi facilitati che però venivano comunque dopo aver sostenuto altri percorsi selettivi per abilitazione (tfa, ssis, ecc.), ecc. Ti faccio notare che la maggior parte degli insegnanti sono di ruolo; i supplenti, per quanto numerosi, rappresentano una minoranza, il che vuol dire che la maggior parte viene selezionata, in un modo o nell'altro.

Detto ciò, io sono un sostenitore della necessità di percorsi abilitanti seri e selettivi, svolti con regolarità, che comprendano pratica e teoria. Quindi su questo siamo d'accordo, così come sul fatto che pensare di aver risolto coi 24 cfu è semplicemente ridicolo.

Ah concordo pure sugli stipendi da fame...

A vixent e seasparrow3 piace questo messaggio.

Torna in alto Andare in basso
LaSo

LaSo

Messaggi : 297
Data d'iscrizione : 02.08.20

Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? Empty
MessaggioTitolo: Re: Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante?   Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? EmptyDom Set 13, 2020 10:57 pm

aggiungici pure le attuali GPS. Un docente di sostegno che per 10 anni ha svolto il suo lavoro su sostegno fisica, può tranquillamente accettare di insegnare matematica essendo il primo in graduatoria visto che ha 120 punti di servizio su ogni cdc che potrebbe insegnare. Ma chi le scrive queste regole andrebbe mandato in esilio forzato su un isola sperduta.

A seasparrow3 piace questo messaggio.

Torna in alto Andare in basso
Antesignano

Antesignano

Messaggi : 382
Data d'iscrizione : 10.03.20

Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? Empty
MessaggioTitolo: Re: Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante?   Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? EmptyDom Set 13, 2020 11:28 pm

Insegnare è un'arte, s'impara facendo.

E tra le arti è pure la più difficile, quando comincerai a capirci qualcosa è ora di andare in pensione.

A seasparrow3 piace questo messaggio.

Torna in alto Andare in basso
Sistem Of A Down



Messaggi : 117
Data d'iscrizione : 25.11.19

Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? Empty
MessaggioTitolo: Re: Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante?   Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? EmptyLun Set 14, 2020 2:02 am

chi sa fa, chi non sa insegna

antico detto italico

;-)
Torna in alto Andare in basso
seasparrow3



Messaggi : 1680
Data d'iscrizione : 20.04.20

Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? Empty
MessaggioTitolo: Re: Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante?   Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? EmptyLun Set 14, 2020 3:06 am

[quote="Sistem Of A Down"]

chi sa fa, chi non sa insegna

antico detto italico

;-)

[/quote]

non e' sempre vero

A Antesignano piace questo messaggio.

Torna in alto Andare in basso
ZiaPatty



Messaggi : 261
Data d'iscrizione : 24.06.16

Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? Empty
MessaggioTitolo: Re: Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante?   Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? EmptyLun Set 14, 2020 8:27 am

Puoi studiare da mille libri, prendere 100 abilitazioni al'insegnamento, fare corsi , prendere dieci lauree, ma ti assicuro che nessuna di queste cose ti insegnerà veramente ad essere un buon docente. Dici bene, l'esperienza si fa sul campo, sulle spalle degli alunni, così come succede con l'essere genitore. Una volta qualcuno mi disse, non bastano i titoli, serve un pò di buonsenso e intelligenza.
Torna in alto Andare in basso
Danilo83



Messaggi : 208
Data d'iscrizione : 24.05.11

Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? Empty
MessaggioTitolo: Re: Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante?   Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? EmptyLun Set 14, 2020 8:47 am

[quote="Sistem Of A Down"]chi sa fa, chi non sa insegna

antico detto italico

;-)[/quote]

più esattamente: "chi sa fare fa, chi non sa fare insegna."
In pratica, secondo colui che ha elaborato questo detto, l'insegnamento non é qualcosa che bisogna saper fare.

A Antesignano piace questo messaggio.

Torna in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 5752
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 30

Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? Empty
MessaggioTitolo: Re: Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante?   Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? EmptyLun Set 14, 2020 8:59 am

Laurea e abilitazione sono più che sufficienti per fare supplenza.
Vogliamo altre certificazioni e carte inutili con conseguente mercato dei titoli da acquistare?
È il modello delle graduatorie a non funzionare
Torna in alto Andare in basso
Online
Antesignano

Antesignano

Messaggi : 382
Data d'iscrizione : 10.03.20

Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? Empty
MessaggioTitolo: Re: Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante?   Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? EmptyLun Set 14, 2020 9:06 am

[quote="Sistem Of A Down"]chi sa fa, chi non sa insegna

antico detto italico

;-)[/quote]

Se non è sotto la bandiera giusta, non fa né l'uno né l'altro
Torna in alto Andare in basso
mattopris



Messaggi : 978
Data d'iscrizione : 12.11.19
Età : 32
Località : Treviso

Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? Empty
MessaggioTitolo: Re: Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante?   Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? EmptyLun Set 14, 2020 9:35 am

Io l'ho sempre pensata proprio in maniera opposta: per qualsiasi professione abolirei l'esame per l'iscrizione all'albo...ad es. ingegneri, architetti, geometri, medici di mmg, ecc. Possibile che dopo 5 anni di università (o di scuola tecnica) servano un ulteriore esame, ulteriori carte, ulteriori bizantinismi per poter esercitare la professione per la quale si è studiato? Allora, implicitamente, stiamo dicendo che l'università non serve/non basta per fare il lavoro "corrispondente". E non è il massimo...

A vinco piace questo messaggio.

Torna in alto Andare in basso
Online
frankenstin



Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 13.09.13

Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? Empty
MessaggioTitolo: Re: Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante?   Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? EmptyLun Set 14, 2020 10:20 am

Il corso abilitante è stato molto impegnativo: lezioni, compiti, esami.

Di fatto una fedele replica dell'Università ma più concentrata, stressante ed enormemente più costosa.

Nuove competenze acquisite da spendere a lezione? Zero.
Delle decine di tesi/tesine/laboratori effettuati, quanti sono spendibili nella pratica? Zero.

A Sganarello piace questo messaggio.

Torna in alto Andare in basso
Antesignano

Antesignano

Messaggi : 382
Data d'iscrizione : 10.03.20

Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? Empty
MessaggioTitolo: Re: Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante?   Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? EmptyLun Set 14, 2020 10:41 am

[quote="mattopris"]Io l'ho sempre pensata proprio in maniera opposta: per qualsiasi professione abolirei l'esame per l'iscrizione all'albo...ad es. ingegneri, architetti, geometri, medici di mmg, ecc. Possibile che dopo 5 anni di università (o di scuola tecnica) servano un ulteriore esame, ulteriori carte, ulteriori bizantinismi per poter esercitare la professione per la quale si è studiato? Allora, implicitamente, stiamo dicendo che l'università non serve/non basta per fare il lavoro "corrispondente". E non è il massimo...[/quote]

Sull'ulteriore esame per ottenere l'abilitazione, non dico nulla. Ma è certo che per fare l'ingegnere, l'architetto e qualunque altra professione serve un tirocinio serio e lungo non meno di un anno e anche intenso. Tra la teoria e la pratica c'è di mezzo l'oceano.

ps l'insegnamento è invece qualcosa di diverso dalle professioni su elencate e secondo me non c'è nessuno che possa giudicare chi potrà o meno essere un buon insegnante, in quanto le variabili con i ragazzi sono tante. Neanche si può dire pessimo se i ragazzi hanno appreso poco, i risultati potrebbero vedersi anche a distanza di qualche anno o più
Torna in alto Andare in basso
mattopris



Messaggi : 978
Data d'iscrizione : 12.11.19
Età : 32
Località : Treviso

Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? Empty
MessaggioTitolo: Re: Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante?   Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? EmptyLun Set 14, 2020 10:46 am

Quello certamente. Io contesto che ad una persona che ha fatto 5 anni di università, alla quale è stato rilasciato un titolo di laurea magistrale, debba ristudiare e rifarsi esaminare. Si faccia il tirocinio obbligatorio di x mesi nella prima azienda di assunzione e stop.

A vinco piace questo messaggio.

Torna in alto Andare in basso
Online
franco71



Messaggi : 5643
Data d'iscrizione : 14.11.14
Età : 49

Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? Empty
MessaggioTitolo: Re: Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante?   Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? EmptyLun Set 14, 2020 10:54 am

[quote="frankenstin"]Il corso abilitante è stato molto impegnativo: lezioni, compiti, esami.

Di fatto una fedele replica dell'Università ma più concentrata, stressante ed enormemente più costosa.

...[/quote]
Parlo della mia esperienza nella ssis. Il tirocinio diretto è stato molto utile (formativo appunto), anche quello indiretto tenuto dai docenti di indirizzo (docenti di scuole superiori). Sul resto molto è dipeso dalle Università e dai singoli docenti universitari i quali non conoscono approcci e metodologie didattiche. Una cosa importante a loro discolpa e a discolpa della ssis e tfa è il seguente: una singola cdc raggruppa tanti corsi di laurea che danno sbocco all'insegnamento di più materie, declinando la cdc in una scuola indirizzo. Ho avuto colleghi ingegneri e farmaceutici che si sono ritrovati ad insegnare materie d'indirizzo in cui non hanno fatto alcun esame universitario, in questo senso i corsi teorici della ssis hanno dato per così dire un paracadute. Io stesso su una materia d'indirizzo tipica degli ingegneri, a parte il corso ssis e le parti generali, dovrei riprendere tutto daccapo se mi fosse assegnata.

Per diventare insegnante, questo è il titolo del 3d, sono convinto serva una scuola di abilitazione. Ma al punto in cui siamo dubito che si torni indietro. Le ssis ed il tfa sono state delle occasioni sprecate, hanno alimentato il precariato, per cattiva programmazione, ed in più hanno creato la falsa aspettativa di un posto sicuro, ma quando e dove?
Se non ci fosse stato il piano straordinario saremo ancora con le gae semipiene. Allo stesso modo si è cercato di dare una picconata con le gm2018 al numero di tieffini.
Quando si andrà a regime, solo con il concorso, forse si potrà rifare qualche nuova riflessione in merito.
Torna in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 5643
Data d'iscrizione : 14.11.14
Età : 49

Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? Empty
MessaggioTitolo: Re: Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante?   Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? EmptyLun Set 14, 2020 11:01 am

[quote="mattopris"]Quello certamente. Io contesto che ad una persona che ha fatto 5 anni di università, alla quale è stato rilasciato un titolo di laurea magistrale, debba ristudiare e rifarsi esaminare. Si faccia il tirocinio obbligatorio di x mesi nella prima azienda di assunzione e stop.[/quote]
Secondo me bisogna ripensare e riqualificare l'anno di prova, facendo convergere tutto ciò che di utile prima era incluso nelle scuole di abilitazione. E negli anni successivi migliorare l'offerta di formazione dei docenti in entrata non solo sugli aspetti generali (bullismo, inclusione, digitale) ma anche su quelli specifici delle proprie discipline. Altrimenti il docente neoimmesso, solo con il concorso, davvero si trova ad affrontare un mondo sconosciuto nella pratica.
Torna in alto Andare in basso
Sganarello

Sganarello

Messaggi : 115
Data d'iscrizione : 22.07.20

Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? Empty
MessaggioTitolo: Re: Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante?   Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? EmptyLun Set 14, 2020 3:04 pm

[quote="franco71"][quote="frankenstin"]
Per diventare insegnante, questo è il titolo del 3d, sono convinto serva una scuola di abilitazione.[/quote]

Diciamo che la scuola di abilitazione, se s'ha da fare, s'ha da fare pagata come avviene per i medici. E' inaccettabile che, oltre a entrarci col contagocce com'è peraltro doveroso per i corsi a numero chiuso, si debbano sborsare migliaia di euri per anno di frequenza come è avvenuto in passato.
Devo proprio ricordare che le borse per gli specializzandi medici ammontano a 25mila euri lordi ("Tolte le trattenute INPS, lo stipendio netto è pari a circa 1.650 euro al mese per i primi due anni e a circa 1.750 euro al mese per gli anni successivi"), grazie all'adeguamento delle loro borse agli standard europei? Anni or sono le borse degli specializzandi raddoppiarono da un giorno all'altro, mentre quelle dei dottorandi restarono al palo dei 900 euri scarsi e tutto il resto della compagnia degli iper-qualificati hanno continuato a languire nella miseria. Per gli insegnanti gli stessi standard europoidi non sono mai stati considerati, né per le assunzioni dopo i 36 mesi di precariato, né tantomeno per i livelli retributivi.
Meditate gente.
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? Empty
MessaggioTitolo: Re: Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante?   Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante? Empty

Torna in alto Andare in basso
 
Perché in Italia non esiste la professione dell'insegnante?
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
OrizzonteScuola :: Graduatorie - Supplenze-
Vai verso: