Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Contatti27
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da Massimo84 Lun Mar 29, 2021 6:10 pm

So che è tutto imprevedibile, ma se qualcuno sulla base della propria esperienza può suggerirmi o indicarmi, siccome io attualmente ho come punteggio di partenza 8,2 come AA e 6,2 come CS, ho solo la laurea che mi vale 2 punti ecco perché 8,2 mi sono rivolto ad un ente di formazione di mia fiducia e mi è stato detto che gli unici titoli che potrei acquisire in tempo utile per partecipare al bando in corso sono quelli inerenti la Dattilografia ed Eipass che valgono rispettivamente 1,00 e 0,60 e che farebbero aumentare il mio punteggio fino a 9,8 o 9,80 che dir sì voglia ma in ogni caso onde evitare di buttare soldi siccome non mi è stato chiesto poco per questi due titoli, io poi con 9,80 avrei speranza di essere chiamato in qualche provincia? Per il triennio in scadenza 2018-21 inoltrai domanda per la provincia di Milano che mi fu consigliata da un sindacato, mai consiglio più sbagliato di quello, e non ho mai ricevuto chiamate, per questo non vorrei ripetere lo stesso errore di 3 anni fa, altrimenti mi dedico ad altro e rischio con la libera professione a questo punto visto che ho conseguito già dal gennaio 2020 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato, purtroppo i miei punteggi di base sono bassi e so di non poter competere con chi ha 16 o 15 come punteggio di partenza per non parlare di chi poi ha accumulato punteggio grazie al servizio prestato in questo triennio e magari anche in quello precedente.

Massimo84

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 29.03.21

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da milla 2 Lun Mar 29, 2021 6:38 pm

Il punteggio è basso, credo ti convenga dedicarti alla libera professione.

milla 2

Messaggi : 4388
Data d'iscrizione : 27.09.15

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da Massimo84 Lun Mar 29, 2021 6:58 pm

Ti ringrazio per la risposta Milla, a questo punto se ripresentassi la domanda senza conseguire alcun titolo, magari per un'altra provincia, ad esempio Gorizia o Pordenone, non avrei alcuna possibilità con 8,2 nemmeno alla fine del triennio di ricevere una chiamata? Sai com'è comunque non ho la garanzia di successo nemmeno per la libera professione, e stare iscritti ad un albo comporta spese di circa 1000/2000 euro all'anno tra cassa previdenziale, polizza assicurativa professionale obbligatoria, oneri fiscali e spese vive, almeno inoltrerei la domanda giusto per non lasciare nulla d'intentato, e così in caso di insuccesso con la libera professione avrei sempre una possibilità di riserva, di certo io non posso stare così senza far nulla, si tratta del mio futuro, e quindi o lavoro nel mondo della scuola o con la libera professione, devo avere qualcosa che mi dia da vivere.

Massimo84

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 29.03.21

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da milla 2 Lun Mar 29, 2021 7:00 pm

Controlla le nomine sui siti delle scuole per vedere con quale punteggio stiano chiamando

milla 2

Messaggi : 4388
Data d'iscrizione : 27.09.15

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da L'ALTRO POLO Lun Mar 29, 2021 7:37 pm

milla 2 ha scritto:Il punteggio è basso, credo ti convenga dedicarti alla libera professione.

Purtroppo concordo, anche se consiglio sempre di inserirsi perché non si sa mai

L'ALTRO POLO

Messaggi : 8445
Data d'iscrizione : 24.01.14

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da Massimo84 Lun Mar 29, 2021 8:08 pm

milla 2 ha scritto:Controlla le nomine sui siti delle scuole per vedere con quale punteggio stiano chiamando

Ho controllato, e purtroppo non tutte le scuole pubblicano le nomine di chi viene assunto come AA, ho visto sul sito di una scuola per la provincia di Gorizia facendo il controllo incrociato con le graduatorie di terza fascia che sono arrivati ad 8,9 su vari siti poi ho letto che per l'ambito territoriale di Gorizia sono arrivati a 8,5 quindi alla luce di questi dati, io avrei qualche possibilità con 8,2 e quindi pur senza conseguire i titoli di cui avevo detto nel primo post? Io quei titoli li prenderei anche, ma ho paura che sia tutto inutile persino con 9,8

Massimo84

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 29.03.21

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da milla 2 Mar Mar 30, 2021 12:27 am

IO ho controllato un IC e ho visto un punteggio di 8 per i CS, per AA un minimo di quasi 18

milla 2

Messaggi : 4388
Data d'iscrizione : 27.09.15

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da ilsolitoitaliano Mar Mar 30, 2021 9:34 am

milla 2 ha scritto:IO ho controllato un IC e ho visto un punteggio di 8 per i CS, per AA un minimo di quasi 18
Parli di nomine annuali ? O di qualsiasi tipo di supplenza anche breve ?
Mi spiego : quando si parla di nomina di uno con tot punteggio è il massimo della graduatoria dove hanno chiamato o è quello che ha la supplenza annuale ?

ilsolitoitaliano

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 20.03.21

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da milla 2 Mar Mar 30, 2021 10:38 am

Per CS sono suppenze brevi, per AA al 30 giugno e brevi non ce ne sono

milla 2

Messaggi : 4388
Data d'iscrizione : 27.09.15

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da Massimo84 Mar Mar 30, 2021 10:45 am

milla 2 ha scritto:IO ho controllato un IC e ho visto un punteggio di 8 per i CS, per AA un minimo di quasi 18

Ma per la provincia di Gorizia? E per l'a.s. in corso? 8 come CS ci può stare, ma quasi 18 per AA mi sembra decisamente troppo, forse saranno i punteggi di questo singolo I.C., è chiaro che devono partire con le chiamate dai punteggi più alti della graduatoria, se il primo che chiamano accetta subito l'incarico, è ovvio che non chiamino chi sta sotto di lui con un punteggio inferiore, ma siccome mi risulta che in tutta la provincia siano disponibili più di 200 posti, se una scuola chiama uno che ha 18, la prima scuola che ha necessità di conferire una supplenza deve partire giocoforza da chi sta sotto di quel 18 dal momento che lui ha già accettato per un'altra scuola.

Poi ripeto, ho visto proprio io sul sito di un altro I.C. la nomina di una persona, per cui cercando il nominativo sulla graduatoria di terza fascia del triennio 2018/2021 per la provincia di Gorizia  ho visto che aveva 8,9 quindi sicuramente quello è stato un caso perché in genere in qualunque provincia, e non parlo per me perché ahimè purtroppo non ho un simile punteggio, ma in genere già con 14-15 punti si ha possibilità di essere chiamati fino ad anche 10-11 punti nell'ultimo anno del triennio, poi quest'anno con le assunzioni per organico covid sono sicuramente arrivati a punteggi più bassi, io so da fonti sindacali che per la provincia di Gorizia sono arrivati ad 8,5.

E comunque non hai risposto alla mia domanda, se questi punteggi fossero giusti, cioè chiamate per l'anno in corso per la provincia di Gorizia fino a 8,5 io avrei possibilità di essere chiamato anche fra 3 anni con 8,2?

Io nel dubbio, magari non faccio un investimento che potrebbe essere inutile nel conseguire i titoli di Dattilografia ed Eipass dal momento che potrebbe non bastare per una chiamata nell'immediato, ma provo ad inserirmi di nuovo in una provincia diversa magari con meno domande, per Milano sapevo di non avere nessuna possibilità l'ho saputo dopo, mi consigliarono male quegli incompetenti della CGIL Scuola, ma adesso che so come vanno le cose sicuramente almeno rifaccio la domanda con maggior cognizione e qualche piccola chance in più secondo me potrei averla.

Massimo84

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 29.03.21

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da milla 2 Mar Mar 30, 2021 10:54 am

Si riferiscono all'anno in corso, se vuoi ti dico il comprensivo

milla 2

Messaggi : 4388
Data d'iscrizione : 27.09.15

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da Massimo84 Mar Mar 30, 2021 11:08 am

Si ma ti ripeto che non vuol dire nulla, io so per certo che sono arrivati a punteggi più bassi, e soprattutto a gennaio-febbraio sicuramente se un I.C. ha bisogno di una supplenza anche fino al termine delle attività didattiche e quindi fino al 30 giugno, si arriva a punteggi più bassi, ti ripeto che ho visto che un altro I.C. e di questo ne sono sicuro perché ho controllato, ora non ricordo il nome dell'I.C.in questione, ma sono sicuro che abbiano chiamato una persona con 8,9 io ho 8,2 non mi sembra un divario incolmabile, e c'è da tenere in conto che chi ha prestato servizio con 18 per quest'anno specie se fuori sede, avrà un punteggio migliore e potrebbe scegliere una provincia diversa per avvicinarsi un pò di più alla sua città/regione di residenza, l'incognita semmai è quante domande ci saranno per la provincia di Gorizia per il prossimo triennio? Perché se tutti la scelgono ed hanno punteggi superiori al mio io non avrò possibilità di essere chiamato, ma se invece come sembra, tutti o almeno la stragrande maggioranza scelgono le grandi città, Roma, Milano, Torino ecc., perché sono più facilmente raggiungibili, e perché la mattina per andare a lavoro non si devono prendere 7 autobus o 7 treni locali, ovviamente 7 è un numero detto per dire, è chiaro che la maggior parte delle persone scelga la comodità, magari cercando anche una sistemazione, casa, albergo o qualunque alloggio vicino la sede di lavoro, io devo scegliere invece quel che è più scomodo da questo punto di vista, e quindi preferire anche I.C. della provincia in comuni più difficilmente raggiungibili e non ben collegati con il capoluogo.

Massimo84

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 29.03.21

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da sea_sparrow_iv Mer Mar 31, 2021 1:58 am

Massimo84 : >

risposte (per quello che so io)

> Dattilografia

a tuo rischio e pericolo

https://www.orizzontescuolaforum.net/t177714-attestato-dattilografia-chi-vuole-fare-chiarezza

> Eipass

per quanto riguarda la competenza
adesso la migliore certificazione e' la

ICDL Full Standard 5 anni di validita'

https://www.icdl.it/icdl-full-standard

certificata da Accredia

per quanto riguarda
prendere il massimo dei punticini col minimo sforzo
io non sono esperto

> speranza di essere chiamato

studia bene tutte le possibilita' di

http://classiconcorso.flcgil.it/home

in particolare segnalo
ci sono anche le opzioni qualsiasi diploma e qualsiasi laurea

> provincia di Milano sbagliata

a molti e' andata bene

> altrimenti mi dedico ad altro
e rischio con la libera professione avvocato

senza troppe illusioni

GIUDICI DI PACE
SFRUTTATI E TRATTATI COME SCHIAVI
11 dic 2020

https://www.youtube.com/watch?v=uY3isOqr2JQ

https://www.avvocatoagostinomela.it/perche-non-accolgo-piu-praticanti-nel-mio-studio-201302.html

pero' porta avanti anche questa
ci sono docenti di diritto che lavorano
anche come avvocati

inoltre spera con i pensionamenti

https://www.orizzontescuola.it/anief-allarme-docenti-mezzo-milione-in-pensione-nei-prossimi-15-anni-e-solo-50-mila-e-under-35/

(378)


Ultima modifica di sea_sparrow_iv il Mer Mar 31, 2021 5:56 am - modificato 1 volta. (Motivo della modifica : microaggiustamenti)

sea_sparrow_iv

Messaggi : 854
Data d'iscrizione : 19.10.20

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da Massimo84 Mer Mar 31, 2021 6:28 pm

Ti ringrazio per la risposta sea_sparrow, ma vedi purtroppo la tua risposta non aggiunge praticamente nulla a quanto già sapevo, cerco di risponderti anch'io schematicamente punto per punto:

1) Questione punteggi: a me interessa solo incrementare il più possibile il mio punteggio, nello specifico io purtroppo posso incrementare il mio punteggio di solo 1,6 nello specifico: Dattilografia 1 punto Eipass 0,6 (0,3 per CS), tutto il resto ti ringrazio ma lo escludo categoricamente. P.S. L'attestato per Dattilografia vale sicuramente 1 punto, è stato confermato nel bando attuale, in quanto tutti i vecchi punteggi valutabili in base ai titoli così come già previsti nel triennio precedente, sono stati confermati.

2)Possibilità di insegnare discipline giuridiche nelle scuole: Anche qui già sapevo che con la mia Laurea Magistrale in Giurisprudenza LMG/01 per poter insegnare, cioè per poter essere abilitato alla classe di concorso A046 quella delle discipline economico-giuridiche, devo conseguire i 24 CFU oltre a dover integrare alcune materie del mio piano di studi, quelle diciture IUS e/o SECS del link che hai postato, sono proprio gli esami integrativi che dovrei sostenere. Ma cosa faccio, scappo da un settore di precari per approdarne ad un altro? Anche per gli insegnanti ci sono milioni di candidati in tutte le GPS d'Italia, per non parlare degli aspiranti con le MAD, ho già inviato MAD a tutte le scuole di mezza Italia, e non sono stati chiamati aspiranti più titolati di me, con master all'insegnamento, abilitazione alla classe di concorso A046, figurarsi se possa avere io qualche speranza, anche qui dovrei investire risorse economiche per potermi abilitare e partecipare ad una selezione per fare cosa poi? Aspettare comunque una chiamata che non arriverà mai? No grazie non ci sto.

3) Provincia di Milano triennio 2018/2021 : A molti è andata bene, ebbè e grazie, quei molti avevano sicuramente punteggi più alti dei miei, ho visto proprio su altri siti la rilevazione dei punteggi a Milano per incarichi annuali nel 2018 sono arrivati a 10,30 come CS e 15,00 per AA quali speranza potevo mai avere io con quei miseri 6,2 ed 8,2?

4) Dulcis in fundo la questione avvocatura: Dei giudici di pace mi dispiace per la loro situazione, ma io non aspiro a diventare giudice di pace, e per quel che concerne la pratica legale, il cosiddetto tirocinio, io posso ritenermi fortunato, è vero che non si viene retribuiti durante la pratica forense, ma io posso dire che ho trovato un avvocato che è stato veramente una persona di cuore, per me non è stato semplicemente il mio insegnante di questa professione, ma come una persona di famiglia, un gran signore rispetto ad alcuni tristemente noti personaggi dell'avvocatura.

Io rispetto ai racconti di cui al link dell'avvocato Mela, non ho fatto solo il lavoro sporco che comunque un buon avvocato deve saper svolgere, e cioè andare in tribunale per gli adempimenti, fare ricerche su internet onde trovare sentenze favorevoli ai propri assistiti, scrivere ricorsi ed atti giudiziari e tutto ciò consentendo al dominus di risparmiarsi il lavoro e di intascarsi la parcella, lo so che può far rabbia pensare "ma tu guarda, io faccio tutto il lavoraccio e lui si prende i meriti e si intasca i compensi", lo so, ma comunque in primis c'è la soddisfazione quando le cose vanno bene, cioè che la causa venga vinta, che il proprio lavoro abbia raggiunto lo scopo, certo non ti dà da vivere quella ma è pur sempre una soddisfazione. E poi comunque io ho percepito rispetto alla media dei praticanti avvocati in Italia, qualche saltuario rimborso spese che è stata comunque una sorta di retribuzione, senza contare che in occasione di cene di fine anno, a differenza del personaggio non so se realmente esistente o no raccontato nel link a fine pagina sul sito dell'Avv. Agostino Mela, siamo sempre andati noi tutti dello studio legale che ho frequentato, in ristoranti degni di questo nome, e non certo in locali di infima qualità, e quando c'era da mettere mano al portafogli, l'avvocato presso il quale ho svolto il tirocinio, e dove sono rimasto ben oltre la durata della pratica forense che già dai miei tempi era di 18 mesi e non più 24, pur senza svenarsi non si faceva problemi, se c'erano spese da sostenere, benzina, marche da bollo, spese da pagare, mi veniva pagato tutto in anticipo e non dopo com'è cattiva abitudine di molti avvocati nei confronti dei propri praticanti. La mia permanenza su quello studio legale è stata di ben 6 anni e mezzo, da quando mi laureai nel lontano ottobre 2013, fino a pochi giorni prima dell'inizio dell'emergenza Covid nello scorso marzo 2020, qualcun altro al suo posto mi avrebbe dato il ben servito, invece io potendo restare ancora su quello studio ho perfezionato le mie competenze e la mia esperienza, diventando di fatto un avvocato pur senza poterne vantare il titolo, e quando dopo ben 4 tentativi di superare il durissimo scoglio dell'esame di abilitazione professionale che prevede 3 prove scritte che usualmente si tengono più o meno a metà dicembre di ogni anno con migliaia di candidati che per 3 giorni consecutivi affollavano i padiglioni delle strutture dove si svolgevano le dette prove con una percentuale altissima di non ammessi all'orale, e dopo aver finalmente superato sia gli scritti che l'orale ho conseguito l'abilitazione, cosa molto difficile nella mia Corte di Appello quella di Napoli che ha la percentuale più alta di non ammessi all'orale in tutta Italia dal momento che con la correzione incrociata con la Corte di Appello di Milano o quella di Roma che a turno ogni anno si alternano per correggere gli elaborati dei candidati di Napoli e viceversa quella di Napoli corregge ad anni alterni quelli di Roma e Milano, ebbene dopo aver superato con molta fatica questa trafila, il primo ad essere soddisfatto di tutto ciò è stato proprio lui, ovviamente anche lui quale mio insegnante, tutore e formatore di questa professione, è stato contento anche lui del lavoro che ha svolto, mi ha sempre sostenuto, senza contare che ormai per la mia esperienza acquisita, negli ultimi anni pur sempre sotto la sua supervisione, ero io ormai ad occuparmi della formazione dei nuovi praticanti che arrivavano allo studio legale.

Il punto semmai è un altro, anche il settore dell'avvocatura ormai è saturo, ed anche quando sono stato praticante avvocato abilitato al patrocinio legale per 6 anni dal 2014 al 2020 limitatamente alle cause civili di valore fino a 25.000,00 euro e quelle penali per pena massima non superiore a 4 anni, nessuno mi conosceva, non avevo la fama del Principe del Foro, come non l'avrei tuttora, pur essendo bravissimo nel mio settore che è quello del diritto amministrativo, siccome è quella la materia che prevalentemente trattava lo studio legale che per mia scelta ho frequentato, non avrei comunque la visibilità e la notorietà di molti avvocati affermati e che magari hanno anche centinaia di mandati d'incarico dalle Pubbliche Amministrazioni.

Ma a conclusione di questo lunghissimo post voglio dire, oggi con la grave emergenza anche economico-lavorativa, non è facile nessuna strada, chi ha i mezzi economici per poter espatriare e provvedere alla sopravvivenza all'estero per i primi periodi fa bene a fuggire da qui, qui non funziona nulla in questa nazione, altrimenti non si permetterebbe ad un CS con un diploma di istituto professionale che non sa nulla di leggi o di contabilità aziendale di diventare AA senza una laurea in Giurisprudenza o in Economia grazie al solo punteggio di servizio magari maturato in due trienni, e chi invece ha una laurea in queste discipline gli viene valutata solo e soltanto 2 miseri punti!! Ebbene dal momento che tutto è difficile io qualcosa comunque devo tentare, ora se riesco a spendere poco e ad incrementare il mio punteggio facendo la domanda in una qualche provincia dove possa avere la speranza di lavorare anche tra un anno come AA o anche come CS farei anche quello, farei anche l'operatore ecologico o netturbino, perché ogni lavoro è dignitoso, quello che invece non hanno capito o forse l'hanno anche capito ma se ne strafregano i nostri cari politici che nei Ministeri fanno cose solo per favorire i loro più cari amici e parenti, ed ecco perché in Italia nulla funziona, va tutto a rotoli. Ed intanto l'abilitazione professionale resta sempre, sta lì nel cassetto, e potrei iniziare anche tra 10 o 20 anni ad esercitare la professione di avvocato, ma nel frattempo potrei accumulare un tesoretto per coprire le ingenti spese annuali di iscrizione all'albo (Cassa Previdenza Avvocati o anche conosciuta come Cassa Forense, tassa d'iscrizione annuale al Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di appartenenza, polizza assicurativa professionale a copertura di eventuali danni ai clienti obbligatoria, oneri fiscali IVA, IRPEF, e spese vive). Questo è quanto, qualunque cosa sceglierò non sarà mai facile.

Massimo84

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 29.03.21

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Mansioni AA

Messaggio Da GabbroStone Mar Apr 06, 2021 1:26 am

Ma a conclusione di questo lunghissimo post voglio dire, oggi con la grave emergenza anche economico-lavorativa, non è facile nessuna strada, chi ha i mezzi economici per poter espatriare e provvedere alla sopravvivenza all'estero per i primi periodi fa bene a fuggire da qui, qui non funziona nulla in questa nazione, altrimenti non si permetterebbe ad un CS con un diploma di istituto professionale che non sa nulla di leggi o di contabilità aziendale di diventare AA senza una laurea in Giurisprudenza o in Economia grazie al solo punteggio di servizio magari maturato in due trienni, e chi invece ha una laurea in queste discipline gli viene valutata solo e soltanto 2 miseri punti!! Ebbene dal momento che tutto è difficile io qualcosa comunque devo tentare, ora se riesco a spendere poco e ad incrementare il mio punteggio facendo la domanda in una qualche provincia dove possa avere la speranza di lavorare anche tra un anno come AA o anche come CS farei anche quello, farei anche l'operatore ecologico o netturbino, perché ogni lavoro è dignitoso, quello che invece non hanno capito o forse l'hanno anche capito ma se ne strafregano i nostri cari politici che nei Ministeri fanno cose solo per favorire i loro più cari amici e parenti, ed ecco perché in Italia nulla funziona, va tutto a rotoli. Ed intanto l'abilitazione professionale resta sempre, sta lì nel cassetto, e potrei iniziare anche tra 10 o 20 anni ad esercitare la professione di avvocato, ma nel frattempo potrei accumulare un tesoretto per coprire le ingenti spese annuali di iscrizione all'albo (Cassa Previdenza Avvocati o anche conosciuta come Cassa Forense, tassa d'iscrizione annuale al Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di appartenenza, polizza assicurativa professionale a copertura di eventuali danni ai clienti obbligatoria, oneri fiscali IVA, IRPEF, e spese vive). Questo è quanto, qualunque cosa sceglierò non sarà mai facile.  [/quote]

[size=16] A questo proposito volevo solo ricordare che la contabilità generale e tutto ciò che attiene alle finanze della scuola non sono mansioni che riguardano il profilo dell'AA, perchè sono questioni di cui si occupa il DSGA che è un dirigente con laurea nel settore giuridico-amministrativo. Quindi per poter lavorare come AA è sufficiente il diploma di scuola superiore, altrimenti avrebbero richiesto come accesso la laurea in materie giuridico-economiche. Nelle mansioni di un AA (che tra l'altro vengono attribuite dal DSGA, dirigente al quale fanno riferimento gli ATA) ci sono tutte cose che può benissimo fare un diplomato, ad es. nell'area didattica iscrizione e gestione alunni con il SIDI, apertura pratiche infortuni alunni, gestione libri di testo e tasse scolastiche, nell'area del personale gestione pratiche pensioni e ricostruzione di carriera dei docenti, area protocollo e affari generali, elaborazione e controllo delle graduatorie d'istituto, etc. etc. Anche far firmare atti e decreti al DS, occuparsi della posta e mettere timbri! [size=16]

GabbroStone

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 25.03.21

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da Massimo84 Mar Apr 06, 2021 2:00 am

GabbroStone ha scritto:

[size=16] Quindi per poter lavorare come AA è sufficiente il diploma di scuola superiore, altrimenti avrebbero richiesto come accesso la laurea in materie giuridico-economiche. Nelle mansioni di un AA (che tra l'altro vengono attribuite dal DSGA, dirigente al quale fanno riferimento gli ATA) ci sono tutte cose che può benissimo fare un diplomato, ad es. nell'area didattica iscrizione e gestione alunni con il SIDI, apertura pratiche infortuni alunni, gestione libri di testo e tasse scolastiche, nell'area del personale gestione pratiche pensioni e ricostruzione di carriera dei docenti, area protocollo e affari generali, elaborazione e controllo delle graduatorie d'istituto, etc. etc. Anche far firmare atti e decreti al DS, occuparsi della posta e mettere timbri! [size=16]

Questo solo in teoria se si eccettua la sola contabilità generale delle finanze di ciascun istituto scolastico che è effettivamente di competenza del DSGA, poi per il resto ti posso garantire che nella realtà le cose non sono così, io avendo anche un amico AA in servizio in provincia di Prato che la DS spesso e volentieri gli chiede di preparare documenti che richiedono una certa conoscenza della materia giuridica né so qualcosa, infatti lui spesso chiede aiuto a me che vengo dal settore delle professioni legali, c'è tutta una conoscenza della branca del diritto scolastico alla base, poi hai voglia a dire che come requisito è sufficiente il diploma, anche qualche anno fa prima del covid quando ancora potevano svolgersi concorsi pubblici, il Ministero della Giustizia bandì un concorso per cancellieri addetti alle cancellerie dei tribunali, e come requisito bastava il diploma per poter partecipare, poi vorrei sapere a quel concorso quanti diplomati abbiano effettivamente partecipato, dal momento che anch'io presi parte salvo poi non superare la prova preselettiva per pochissimo, e fuori la Fiera di Roma sede delle prove di concorso io incontravo solo laureati in Giurisprudenza, quindi non prendiamoci in giro con questa storia del diploma, non ho nulla contro i diplomati per carità, ma ognuno deve fare ciò che gli compete, e sebbene poi la realtà delle segreterie di molte scuole è diversa dalla pura teoria, almeno si dovrebbe valutare come titolo di accesso il diploma in ragioneria che è l'unico dove si studia anche la materia del diritto privato e del diritto pubblico oltre al diritto commerciale oltre naturalmente all'economia, ed ovviamente poi la laurea in materie economiche e giuridiche che andrebbe valutata meglio di quei miseri due punti, anche perché guarda caso, quando vengono fatti interpelli per coprire posti temporaneamente vacanti per DSGA, questi vengono rivolti anche agli AA in possesso della laurea in Giurisprudenza o in Economia, guarda caso..

Massimo84

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 29.03.21

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da GabbroStone Mar Apr 06, 2021 5:11 am

Massimo84 ha scritto:
GabbroStone ha scritto:

[size=16] Quindi per poter lavorare come AA è sufficiente il diploma di scuola superiore, altrimenti avrebbero richiesto come accesso la laurea in materie giuridico-economiche. Nelle mansioni di un AA (che tra l'altro vengono attribuite dal DSGA, dirigente al quale fanno riferimento gli ATA) ci sono tutte cose che può benissimo fare un diplomato, ad es. nell'area didattica iscrizione e gestione alunni con il SIDI, apertura pratiche infortuni alunni, gestione libri di testo e tasse scolastiche, nell'area del personale gestione pratiche pensioni e ricostruzione di carriera dei docenti, area protocollo e affari generali, elaborazione e controllo delle graduatorie d'istituto, etc. etc. Anche far firmare atti e decreti al DS, occuparsi della posta e mettere timbri! [size=16]

Questo solo in teoria se si eccettua la sola contabilità generale delle finanze di ciascun istituto scolastico che è effettivamente di competenza del DSGA, poi per il resto ti posso garantire che nella realtà le cose non sono così, io avendo anche un amico AA in servizio in provincia di Prato che la DS spesso e volentieri gli chiede di preparare documenti che richiedono una certa conoscenza della materia giuridica né so qualcosa, infatti lui spesso chiede aiuto a me che vengo dal settore delle professioni legali, c'è tutta una conoscenza della branca del diritto scolastico alla base, poi hai voglia a dire che come requisito è sufficiente il diploma, anche qualche anno fa prima del covid quando ancora potevano svolgersi concorsi pubblici, il Ministero della Giustizia bandì un concorso per cancellieri addetti alle cancellerie dei tribunali, e come requisito bastava il diploma per poter partecipare, poi vorrei sapere a quel concorso quanti diplomati abbiano effettivamente partecipato, dal momento che anch'io presi parte salvo poi non superare la prova preselettiva per pochissimo, e fuori la Fiera di Roma sede delle prove di concorso io incontravo solo laureati in Giurisprudenza, quindi non prendiamoci in giro con questa storia del diploma, non ho nulla contro i diplomati per carità, ma ognuno deve fare ciò che gli compete, e sebbene poi la realtà delle segreterie di molte scuole è diversa dalla pura teoria, almeno si dovrebbe valutare come titolo di accesso il diploma in ragioneria che è l'unico dove si studia anche la materia del diritto privato e del diritto pubblico oltre al diritto commerciale oltre naturalmente all'economia, ed ovviamente poi la laurea in materie economiche e giuridiche che andrebbe valutata meglio di quei miseri due punti, anche perché guarda caso, quando vengono fatti interpelli per coprire posti temporaneamente vacanti per DSGA, questi vengono rivolti anche agli AA in possesso della laurea in Giurisprudenza o in Economia, guarda caso..


Io ho lavorato come AA quasi 3 anni nella paritaria e quasi 2 anni nella scuola pubblica e ti posso assicurare che mansioni puramente contabili-giuridiche non sono mai state date a me o anche a quelli di ruolo. Ti ripeto che questo lavoro è di competenza del DSGA e un AA non è affatto tenuto a svolgere mansioni che non siano previste dalle conoscenze di un diplomato. Per il tuo amico può essere un caso, magari può succedere che se un AA ha delle conoscenze specifiche nelle materie amministrative perchè laureato, allora il dirigente può approfittare di questo e chiedere qualcosa in più, ma questo non significa che il diplomato non in possesso di queste conoscenze non possa fare l'AA, a parte il fatto che non esiste solo il settore contabile ma, come ti ho già detto, anche altre cose come l'area didattica, etc. Quindi è giusto che sia così ovvero che per l'AA basti il diploma come titolo d'accesso.
Se parliamo invece della valutazione del titolo di laurea allora potrei anche essere d'accordo sul fatto che i punti potrebbero essere di più, anche 3, ma non più di tanto secondo me perchè non bisogna dimenticare che il titolo d'accesso è il diploma...e te lo dice il sottoscritto che è laureato da un bel pò di anni, abilitato e libero professionista dal 2005, oltre ad avere altri titoli come master nella docenza e certificazioni varie.

GabbroStone

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 25.03.21

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da Massimo84 Mar Apr 06, 2021 9:56 am

GabbroStone ha scritto:
Se parliamo invece della valutazione del titolo di laurea allora potrei anche essere d'accordo sul fatto che i punti potrebbero essere di più, anche 3, ma non più di tanto secondo me perchè non bisogna dimenticare che il titolo d'accesso è il diploma...e te lo dice il sottoscritto che è laureato da un bel pò di anni, abilitato e libero professionista dal 2005, oltre ad avere altri titoli come master nella docenza e certificazioni varie.

Io quello intendevo, non modificare il titolo d'accesso, semplicemente valutare meglio il diploma in ragioneria e le lauree magari con 3 punti invece che 2, poi non sono d'accordo sul fatto che invece sia un lavoro prettamente per diplomati, almeno nella realtà dei fatti, e lo dimostra anche il fatto che negli interpelli per DSGA spesso si attinga anche dalle graduatorie di terza fascia degli AA, sicuramente le mansioni di un AA e quelle di un DSGA sono diverse, ma stare in una segreteria di una scuola richiede comunque conoscenze anche non approfondite del diritto scolastico, poi dipende sempre da ogni singola realtà di cosa chiede nello specifico il DS. Per quanto riguarda il mio amico no, non ha nessuna competenza in materia giuridica e per questo spesso quando gli viene chiesto qualcosa lui chiede aiuto a me.

Massimo84

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 29.03.21

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da GabbroStone Mar Apr 06, 2021 1:56 pm

Massimo84 ha scritto:
GabbroStone ha scritto:  
Se parliamo invece della valutazione del titolo di laurea allora potrei anche essere d'accordo sul fatto che i punti potrebbero essere di più, anche 3, ma non più di tanto secondo me perchè non bisogna dimenticare che il titolo d'accesso è il diploma...e te lo dice il sottoscritto che è laureato da un bel pò di anni, abilitato e libero professionista dal 2005, oltre ad avere altri titoli come master nella docenza e certificazioni varie.

Io quello intendevo, non modificare il titolo d'accesso, semplicemente valutare meglio il diploma in ragioneria e le lauree magari con 3 punti invece che 2, poi non sono d'accordo sul fatto che invece sia un lavoro prettamente per diplomati, almeno nella realtà dei fatti, e lo dimostra anche il fatto che negli interpelli per DSGA spesso si attinga anche dalle graduatorie di terza fascia degli AA, sicuramente le mansioni di un AA e quelle di un DSGA sono diverse, ma stare in una segreteria di una scuola richiede comunque conoscenze anche non approfondite del diritto scolastico, poi dipende sempre da ogni singola realtà di cosa chiede nello specifico il DS. Per quanto riguarda il mio amico no, non ha nessuna competenza in materia giuridica e per questo spesso quando gli viene chiesto qualcosa lui chiede aiuto a me.

Ma non può essere valutato di più solo il diploma di ragioneria scusa...Sarebbe fortemente discriminante nei confronti degli altri diplomi, non si potrebbe nenche fare, probabilmente non sarebbe neanche legale e poi perchè non è affatto vero che è un profilo in cui ci sia bisogno di conoscenze di ragioneria o di diritto, quelle le avrai poi con la pratica e nello specifico poi ci sta il Dsga. Se lavorerai come AA lo potrai constatare tu stesso. Non puoi fare una discriminante sulla tipologia del titolo di accesso, quella si può fare solo in base alla votazione conseguita. Altrimenti potrebbero fare così anche per i docenti se valesse questo principio ovvero la mia laurea vale più della tua perchè...no è un principio assurdo. Poi non ho affatto detto che è un lavoro solo per diplomati, hai inteso male...il diploma è il titolo minimo e ovviamente un laureato potrebbe eseguire le sue mansioni meglio perchè dovrebbe avere un livello d'istruzione maggiore, ma questo non significa che il semplice diplomato non possa fare alla fine il lavoro che fa un AA. Le nozioni di diritto scolastico o amministrativo che tu dici bisogna possedere (ma ti assicuro che non le ho mai viste chiedere queste cose ad un AA) non sono tali da richiedere una laurea in giurisprudenza o in economia o un diploma in ragioneria, perchè le puoi benissimo acquisire con l'esperienza, alla fine non è che devi difendere una causa in tribunale o chissà cosa. Io ho un diploma di liceo scientifico, oltre che una laurea in materie scientifiche e tutto il resto che ho già scritto, ma ti assicuro che le mansioni di AA le ho fatte e le posso fare agevolmente e così come me possono farlo anche tutti gli altri che hanno un diploma scientifico o tecnico. Per quanto riguarda la richieste di Dsga da graduatoria di terza fascia non può uno qualunque avere quelle mansioni, a meno che non si tratti di AA facenti funzione di Dsga perchè, per il loro percorso di studi o per la pratica nel tempo hanno acquisito delle competenze specifiche che permettono loro di poter svolgere le mansioni da Dsga. Per quanto riguarda il tuo amico che ti devo dire, vabbè è un fatto suo che venga a chiedere a te, io ad es. non ho dovuto chiedere a nessuno niente o alcuna consulenza giuridica così come altri AA con cui ho lavorato. Comunque non è il Ds che ti richiede le cose ma generalmente più il Dsga e le proprie mansioni sono definite nel Piano delle Attività.

GabbroStone

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 25.03.21

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da Massimo84 Mer Apr 07, 2021 11:11 am

GabbroStone ha scritto:
Ma non può essere valutato di più solo il diploma di ragioneria scusa...Sarebbe fortemente discriminante nei confronti degli altri diplomi, non si potrebbe nenche fare, probabilmente non sarebbe neanche legale e poi perchè non è affatto vero che è un profilo in cui ci sia bisogno di conoscenze di ragioneria o di diritto, quelle le avrai poi con la pratica e nello specifico poi ci sta il Dsga. Se lavorerai come AA lo potrai constatare tu stesso. Non puoi fare una discriminante sulla tipologia del titolo di accesso, quella si può fare solo in base alla votazione conseguita. Altrimenti potrebbero fare così anche per i docenti se valesse questo principio ovvero la mia laurea vale più della tua perchè...no è un principio assurdo.  

Ma questo è quello che pensi tu, non sarebbe affatto una discriminazione, già per molti altri impieghi nella pubblica amministrazione ci sono tipologie di titoli per l'accesso, penso all'INPS o all'Agenzia delle Entrate dove la laurea in economia o quella in Giurisprudenza non hanno lo stesso peso, anche perché non si può paragonare un diploma di liceo o di ragioneria al diploma di istituto alberghiero o istituto tecnico che non hanno alcun attinenza con la mansione di AA ed a dirla tutta nemmeno con quella di CS, non è un principio assurdo nemmeno valutare due tipologie di lauree in modo diverso, ad esempio una laurea triennale non può valere quanto una magistrale, se fossero valutate attribuendole lo stesso peso, questa si che sarebbe una discriminazione. Poi per il discorso DSGA ed AA per cui si attinge dalle graduatorie degli AA in caso di interpelli, a parte che in via prioritaria si attinge dalle graduatorie dell'ultimo concorso per DSGA e solo in subordine da quelle degli AA, per quanto poi gli AA iscritti in una qualunque graduatoria di terza fascia di una determinata provincia devono avere come unico requisito la laurea in Economia o in Giurisprudenza, non è affatto vero che debbano aver maturato una esperienza in competenze solitamente del DSGA, lo so perché ho partecipato ad un interpello per DSGA bandito pochi mesi fa e nel bando era chiaramente scritto quanto ho scritto poc'anzi.

Comunque è evidente che la pensiamo in modo diverso, direi di fermarci anche qui, perché credo che siamo in OT rispetto all'argomento di questa discussione che era relativo al punteggio necessario per poter avere una chiamata da una scuola e lavorare come AA.

Massimo84

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 29.03.21

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da GabbroStone Mer Apr 07, 2021 10:54 pm

Massimo84 ha scritto:
GabbroStone ha scritto:
Ma non può essere valutato di più solo il diploma di ragioneria scusa...Sarebbe fortemente discriminante nei confronti degli altri diplomi, non si potrebbe nenche fare, probabilmente non sarebbe neanche legale e poi perchè non è affatto vero che è un profilo in cui ci sia bisogno di conoscenze di ragioneria o di diritto, quelle le avrai poi con la pratica e nello specifico poi ci sta il Dsga. Se lavorerai come AA lo potrai constatare tu stesso. Non puoi fare una discriminante sulla tipologia del titolo di accesso, quella si può fare solo in base alla votazione conseguita. Altrimenti potrebbero fare così anche per i docenti se valesse questo principio ovvero la mia laurea vale più della tua perchè...no è un principio assurdo.  

Ma questo è quello che pensi tu, non sarebbe affatto una discriminazione, già per molti altri impieghi nella pubblica amministrazione ci sono tipologie di titoli per l'accesso, penso all'INPS o all'Agenzia delle Entrate dove la laurea in economia o quella in Giurisprudenza non hanno lo stesso peso, anche perché non si può paragonare un diploma di liceo o di ragioneria al diploma di istituto alberghiero o istituto tecnico che non hanno alcun attinenza con la mansione di AA ed a dirla tutta nemmeno con quella di CS, non è un principio assurdo nemmeno valutare due tipologie di lauree in modo diverso, ad esempio una laurea triennale non può valere quanto una magistrale, se fossero valutate attribuendole lo stesso peso,  questa si che sarebbe una discriminazione. Poi per il discorso DSGA ed AA per cui si attinge dalle graduatorie degli AA in caso di interpelli, a parte che in via prioritaria si attinge dalle graduatorie dell'ultimo concorso per DSGA e solo in subordine da quelle degli AA, per quanto poi gli AA iscritti in una qualunque graduatoria di terza fascia di una determinata provincia devono avere come unico requisito la laurea in Economia o in Giurisprudenza, non è affatto vero che debbano aver maturato una esperienza in competenze solitamente del DSGA, lo so perché ho partecipato ad un interpello per DSGA bandito pochi mesi fa e nel bando era chiaramente scritto quanto ho scritto poc'anzi.

Comunque è evidente che la pensiamo in modo diverso, direi di fermarci anche qui, perché credo che siamo in OT rispetto all'argomento di questa discussione che era relativo al punteggio necessario per poter avere una chiamata da una scuola e lavorare come AA.


Non si tratta di pensarla in modo diverso, sono dei dati di fatto che puoi benissimo constatare tu stesso nelle scuole. Hai citato dei casi che non c'entrano affatto con quanto stiamo discutendo. Ovvio che per Inps e Agenzia delle Entrate servono delle lauree specifiche, ma questa è un'altra cosa perchè stiamo parlando di lauree, di mansioni in cui serve un'istruzione universitaria. Tu dici che non si può paragonare il diploma di liceo o di ragioneria a quello di un istituto tecnico: ma per quale motivo?? Ma è proprio qui che ti sbagli, perchè sei convinto che la mansione di AA non ha attinenza con questi diplomi...Ma allora non hai capito bene che non devi vedere l'attinenza o meno altrimenti sai a quanti altri profili lavorativi non si potrebbe accedere perchè il percorso di studi non è più o meno vicino alla mansione richiesta? Ma non si può ragionare in questa maniera...è proprio sbagliato il concetto. Bisogna considerare il titolo posseduto come un titolo di accesso non come un titolo specialistico, nel senso che il grado d'istruzione di un diploma di istruzione secondaria superiore è sufficiente per svolgere le mansioni di un AA. Punto. Non devi considerare dei casi particolari di conoscenza di leggi o decreti, a parte il fatto che nel corso dell'attività lavorativa poi si imparano con l'esperienza e ci sono i corsi di aggiornamento che sono riservati anche agli Ata non solo ai docenti. Ma soprattutto, come ho già ripetuto più volte, nelle mansioni di un AA ci sono tante cose, non solo quelle che dici tu e sono tutte cose che un diplomato può benissimo eseguire e te lo posso dire per esperienza diretta. Dico ma tu hai mai lavorato come AA? Poi vedrai...D'altronde se questa legge del Miur esiste da molto tempo un motivo ci sarà pure, anzi ti dirò di più, molti anni fa per il CS bastava la licenza media e mi pare (ma non sono sicuro su questo) anche per un AA. Poi hanno cambiato perchè è giusto che anche il CS abbia almeno un diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale. Ripeto, fare una discriminazione sulla tipologia di diploma sarebbe ingiusto e sono sicuro che si andrebbe incontro ad una marea di ricorsi. D'altronde se dovessimo ragionare così allora anche nelle altre PA si potrebbe applicare il principio per tutti gli impiegati di concetto che lavorano in un ufficio (livello C negli enti locali o Regione) e quindi tu che hai un diploma di ragioniere non puoi lavorare ad es. in un ufficio dell'Ispra (Istituto Superiore per la ricerca ambientale) perchè i tuoi studi non hanno attinenza con la materia ambientale, con il diritto ambientale, con la normativa sul dissesto idrogeologico. Poi esistono i concorsi pubblici che, nel momento in cui si vincono studiando, ti permettono di poter lavorare conoscendo quella normativa altrimenti non si passa il concorso. Ma intendo conoscenza al livello di un diplomato (livello C) non così approfonditamente da svolgere una mansione da funzionario o dirigenziale (livello D), per la quale lì sì che è necessaria una laurea specifica per poter svolgere il proprio lavoro. Chiaro il concetto?
Per quanto riguarda la richiesta di un Dsga sì lo so è ovvio che debbano prima attingere dalle graduatorie del concorso fatto, ma poi per gli AA so che si attinge tra quelli di ruolo che ne hanno fatto richiesta, con laurea mediante mobilità verticale e quindi ovviamente non uno qualunque presente in 3 fascia...ma stiamo parlando di una mansione in cui bisogna fare il Dsga non l'AA. Poi sapevo che all'ultimo concorso fatto per Dsga potevano partecipare anche gli AA non in possesso del titolo accademico ma con almeno 3 anni di servizio come AA facenti funzione di Dsga, mi pare il coordinatore amministrativo che nelle scuole è una figura vicaria del Dsga quando assente, un pò come il vicepreside insomma.

GabbroStone

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 25.03.21

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da Massimo84 Mer Apr 07, 2021 11:09 pm

Ed invece a mio modo di vedere sei tu che continui a sbagliare, l'attinenza c'entra eccome, altrimenti anche un laureato in ingegneria potrebbe fare il medico, e non è così, è una questione di competenze e di meritocrazia. E comunque io non dico di cambiare il titolo di accesso, un qualunque diploma deve continuare ad essere il titolo d'accesso sia per CS che per AA, ma valutare diversamente in meglio i diplomati in ragioneria ed i laureati in Giurisprudenza ed in Economia.

Sul DSGA continui a sbagliare, in caso di interpelli non si va ad attingere dalle graduatorie permanenti di chi è di ruolo quindi, ma dalle graduatorie di terza fascia, e te lo dico io che ho inoltrato domanda per un interpello DSGA e non sono certo di ruolo io, poi è stata assunta una candidata che era già nell'ultima graduatoria del concorso DSGA, e quindi non si è proceduto con le chiamate dei candidati supplenti AA di terza fascia da tutte le province.

In ogni caso ti ripeto che qui siamo OT, questa discussione è dedicata all'argomento punteggio necessario per ottenere una supplenza come AA, quindi chiudiamo qui il discorso.

Massimo84

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 29.03.21

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da GabbroStone Mer Apr 07, 2021 11:42 pm

Massimo84 ha scritto:Ed invece a mio modo di vedere sei tu che continui a sbagliare, l'attinenza c'entra eccome, altrimenti anche un laureato in ingegneria potrebbe fare il medico, e non è così, è una questione di competenze e di meritocrazia.  E comunque io non dico di cambiare il titolo di accesso, un qualunque diploma deve continuare ad essere il titolo d'accesso sia per CS che per AA, ma valutare diversamente in meglio i diplomati in ragioneria ed i laureati in Giurisprudenza ed in Economia.

Sul DSGA continui a sbagliare, in caso di interpelli non si va ad attingere dalle graduatorie permanenti di chi è di ruolo quindi, ma dalle graduatorie di terza fascia, e te lo dico io che  ho inoltrato domanda per un interpello DSGA e non sono certo di ruolo io, poi è stata assunta una candidata che era già nell'ultima graduatoria del concorso DSGA, e quindi non si è proceduto con le chiamate dei candidati supplenti AA di terza fascia da tutte le province.

In ogni caso ti ripeto che qui siamo OT, questa discussione è dedicata all'argomento punteggio necessario per ottenere una supplenza come AA, quindi chiudiamo qui il discorso.

Ma tu contesti cose che nella realtà non sono così e continui ad insistere sul concetto dell'attinenza della laurea che non c'entra niente. Ma è ovvio che per fare il medico devi avere una laurea in medicina e non in ingegneria, ma che ragionamenti sono??...Ma si tratta di professioni in cui è richiesta la laurea! Quindi serve un titolo professionale specifico. Qui però stiamo parlando di una mansione per la quale il titolo culturale minimo richiesto è già sufficiente per poter lavorare e non mi venire a dire che il diploma in ragioneria o la laurea in materie giuridiche ed economiche debba essere valutata di più, ho capito che volevi dire questo. Ma continui a pensare erroneamente che la mansione di AA sia una mansione esclusivamente orientata a lavori di carattere contabile o giuridico...ma quando mai? Qual'è la ratio di questa differente valutazione?? Se io posso fare benissimo quello che fai tu in una segreteria, perchè mai il tuo titolo deve essere valutato di più? Poi ho chiesto: hai mai lavorato in una segreteria di una scuola? Come fai a parlare di mansioni di un AA se non hai mai lavorato? Per quanto riguarda il discorso Dsga se dici che sto sbagliando allora chiedi ad un qualunque Dsga di ruolo o cerca su internet l'argomento che riguarda gli AA di ruolo che fanno richiesta al Ds per diventare Dsga mediante mobilità verticale e che possono farla solo se laureati e con quei requisiti che ho scritto nel post precedente, poi vedrai se non ho ragione. Lo sai comunque che esiste anche la figura del coordinatore amministrativo (forse non in tutte le scuole) che può sostituire il Dsga in caso di assenza?
Ho capito che siamo OT ma io sto semplicemente rispondendo a quanto da te scritto in un tuo post.

GabbroStone

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 25.03.21

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da Massimo84 Gio Apr 08, 2021 11:23 am

Scusa ma perché rispondi ogni volta e vuoi avere sempre tu l'ultima parola quando ti ho detto per ben due volte di chiudere il discorso dato che qui siamo OT? Già quest'argomento non doveva proprio essere affrontato qui in questa discussione, sinceramente io non sono d'accordo con quello che dici, e tu continui a ripetere sempre la stessa cosa che l'attinenza non c'entra, per me invece ogni lavoro richiede un minimo di competenze, e sul DSGA senza dilungarmi stai dicendo una cosa diversa da quella che ho detto io.

Ti pregherei di non rispondere più e di finire qui questo discorso dato che ribadisco ancora, qui siamo OT, ed in ogni caso se tu risponderai ancora, dal momento che vuoi avere a tutti i costi l'ultima parola, io non ti risponderò più.

Massimo84

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 29.03.21

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da GabbroStone Gio Apr 08, 2021 12:41 pm

Massimo84 ha scritto:Scusa ma perché rispondi ogni volta e vuoi avere sempre tu l'ultima parola quando ti ho detto per ben due volte di chiudere il discorso dato che qui siamo OT? Già quest'argomento non doveva proprio essere affrontato qui in questa discussione, sinceramente io non sono d'accordo con quello che dici, e tu continui a ripetere sempre la stessa cosa che l'attinenza non c'entra, per me invece ogni lavoro richiede un minimo di competenze, e sul DSGA senza dilungarmi stai dicendo una cosa diversa da quella che ho detto io.

Ti pregherei di non rispondere più e di finire qui questo discorso dato che ribadisco ancora, qui siamo OT, ed in ogni caso se tu risponderai ancora, dal momento che vuoi avere a tutti i costi l'ultima parola, io non ti risponderò più.

Guarda a me non interessa avere l'ultima parola e comunque potrei dire la stessa cosa io di te visto che continui a dire sempre la solita cosa che io trovo assurda, a parte che io non ho mai detto che non servono le competenze nel lavoro, ci mancherebbe altro, ma per favore non stravolgere quello che dico solo per tua comodità. Per l'ennesima volta ti dico che per un profilo Ata le conoscenze di un diplomato sono sufficienti per svolgere la mansione, senza nessuna differenziazione del tipo di diploma perchè non sarebbe logico oltre che ingiusto. Guarda caso la norma è così da anni e poi basta chiedere ad un sindacato della scuola e vedrai che mi daranno ragione in merito. Non si può fare quello che dici tu ed è ingiusto. Ma questo non significa che non bisogna avere competenze nel mondo del lavoro, anzi...poi guarda non lo dire a me che faccio libera professione da anni e conoscendo il mondo della scuola (ho anche insegnato qualche mese) so benissimo cosa sia il concetto di competenza e di competenze trasversali. Ma quando si parla di determinati lavori dove serve la laurea specifica è un'altra cosa, non confondere le cose, qui stiamo parlando di diploma e profilo di AA. Sul Dsga ho detto quello che si fa normalmente, la supplenza che dici tu può essere fatta anche utilizzando il coordinatore amministrativo che ha i requisiti per poterlo fare (chiedi anche questo se vuoi), poi se devono chiamare da 3 fascia è ovvio che serve un laureato in materie giuridico-economiche.
Poi se l'argomento di discussione è OT rispetto al tuo post originario, beh non fa niente, magari può servire a qualcun altro per capire qualcosa in più sul profilo di AA. Potevo anche parlare dell'argomento originario del post (il punteggio) ma sono intervenuto su quelle cose che hai scritto nel post che ritenevo e ritengo sbagliate.
Buona vita.

GabbroStone

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 25.03.21

Torna in alto Andare in basso

Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?) Empty Re: Punteggio necessario per lavorare come AA (9,8?)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.