Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio) Contatti27
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio)

Andare in basso

Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio) Empty Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio)

Messaggio Da Claudio 80 Mar Mag 04, 2021 6:50 pm

Salve, ho un quesito.
Alunno delle superiori con differenziata (disturbo oppositivo provocatorio). Abbiamo abbassato i livelli richiesti al minimo, quasi a zero...a fronte di ciò L’alunno ha rifiutato ogni tipo di collaborazione didattica nonostante gli innumerevoli tentativi messi in atto in ogni modo e dunque di qualsiasi valutazione (con parametri differenziati ovviamente). Ha manifestato un comportamento sempre al di là delle regole (pur considerando il suo disturbo, alcune cose non erano ammissibili). Ha superato il monte ore massimo consentito di assenze (circa 600 ore su 264 massime previste, in pratica presente un giorno su 3/4) e la scuola ha mandato già le lettere di non scrutinabilità alla famiglia per eccessive assenze.
C’è chi sostiene che con la differenziata va necessariamente ammesso alla classe successiva e c’è chi sostiene che la differenziata non corrisponde sempre e comunque a una promozione, dunque anche con la differenziata è possibile fermarlo per ripetere l’anno. A ciò vanno aggiunte le considerazioni di carattere educativo, prima ancora che legale...
Ad ogni modo, chiederei un ragguaglio su aspetti giuridici, sentenze e quant’altro.
Grazie per la collaborazione.

Claudio 80

Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 09.04.21

Torna in alto Andare in basso

Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio) Empty Re: Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio)

Messaggio Da sea_sparrow_iv Mer Mag 05, 2021 1:35 am

[quote="Claudio 80"]

ha rifiutato ogni tipo di collaborazione didattica

[/quote]

a parte
dare uno stipendio ad un collega del sostegno
mi piacerebbe sapere cosa ci fa a scuola

(a parte divertirsi a piu' non posso
a prendere in giro tutti se e' consapevole
e si comporta cosi' per scelta)

(55)


Ultima modifica di sea_sparrow_iv il Mer Mag 05, 2021 1:37 am - modificato 1 volta. (Motivo della modifica : microaggiustamenti)

sea_sparrow_iv

Messaggi : 1011
Data d'iscrizione : 19.10.20

Torna in alto Andare in basso

Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio) Empty Re: Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio)

Messaggio Da Claudio 80 Mer Mag 05, 2021 6:56 am

Lo stipendio lo toglierei a lei, vista la sua grande sensibilità educativa.
La mia era una richiesta professionale di risposta, non mi servivano chiacchiere da bar...
Grazie a chi vorrà rispondermi

Claudio 80

Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 09.04.21

Torna in alto Andare in basso

Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio) Empty Re: Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio)

Messaggio Da @melia Mer Mag 05, 2021 7:57 am

Non so i riferimenti normativi, perché non sono direttamente interessata al problema, ma so che per gli studenti con programma differenziato si è molto elastici con le assenze (anche se in questo caso mi sembrano eccessive) e si deve notare un minimo di raggiungimento degli obiettivi, o, almeno, un certo impegno verso il loro raggiungimento. Non mi pare che ci sia obbligo di la promozione a prescindere, altrimenti tutte le riunioni di preparazione degli obiettivi e i glo diventano inutili.
@melia
@melia

Messaggi : 3698
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 61
Località : Padova

Torna in alto Andare in basso

Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio) Empty Re: Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio)

Messaggio Da PrimulaVera Mer Mag 05, 2021 3:59 pm

La programmazione differenziata può comportare un orario personalizzato e, quindi, le assenze hanno un valore molto relativo. Il tuo alunno è sicuramente scrutinabile. Diverso è il discorso educativo. Il rispetto delle regole e degli impegni sono punti centrali di quasi tutti i PEI ad obiettivi differenziati. Lo stesso per gli obiettivi comportamentali e l'integrazione sociale. Al contrario, gli apprendimenti curriculari possono avere un ruolo minore; in particolare, le materie scolastiche sono spesso intese non come fini a se stesse, ma come strumenti per gli obiettivi di altro genere previsti nel PEI (ad es. la puntualità può essere promossa insistendo sull'importanza dello svolgimento dei compiti di matematica). Fatta questa premessa, qual è la soluzione migliore per il tuo alunno? La bocciatura è legalmente possibile, poiché sembra non aver raggiunto gli obiettivi del PEI. Umanamente? Se bocciato, potrebbe decidere di non venire più a scuola e "perdersi" definitivamente. Gli obiettivi del PEI sono spesso (quasi sempre) pluriennali. Alcuni ragazzi elaborano lentamente le proprie problematiche (es. la difficile situazione familiare, gli insuccessi scolastici pregressi e l'ostilità verso gli insegnanti, i rifiuti dovuti al comportamento scorretto) e poi fanno capovolgimenti repentini. Io sarei per dargli fiducia. Molta fiducia. Un'accoglienza cieca, a prescindere, potrebbe fare la differenza se usata con sapienza nei prossimi anni. Se il ragazzo è difficile da gestire, spezzate il suo monte ore di sostegno tra colleghi. Se già non lo state facendo, già da ora impostate le attività didattiche su compiti brevi e semplici, tali da garantire il successo, e interessanti per un adolescente.

PrimulaVera

Messaggi : 568
Data d'iscrizione : 02.09.15
Località : Toscana

Torna in alto Andare in basso

Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio) Empty Re: Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio)

Messaggio Da PrimulaVera Mer Mag 05, 2021 4:07 pm

Il messaggio che ho inserito rispecchia la situazione che sto affrontando. Situazione originata da cause ben diverse, ma che si mostra con modalità simili a quelle che hai descritto. Nel sostegno, è abbastanza frequente incontrare queste realtà e ogni piccolissimo progresso è una festa!!! Duramente guadagnata.

PrimulaVera

Messaggi : 568
Data d'iscrizione : 02.09.15
Località : Toscana

Torna in alto Andare in basso

Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio) Empty Re: Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio)

Messaggio Da Abilitato Mer Mag 05, 2021 4:17 pm

In generale con la differenziata c'è sempre l'ammissione alla classe successiva. Però bisogna evitare si fare una programmazione differenziata col fine di promuovere per forza o peggio lavorare meno (docente e alunno), in tal caso bisogna rimanere con la curricolare per obiettivi minimi ed e se necessario bocciare

Abilitato

Messaggi : 385
Data d'iscrizione : 13.08.15

Torna in alto Andare in basso

Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio) Empty Re: Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio)

Messaggio Da Claudio 80 Mer Mag 05, 2021 7:07 pm

PrimulaVera ha scritto:La programmazione differenziata può comportare un orario personalizzato e, quindi, le assenze hanno un valore molto relativo. Il tuo alunno è sicuramente scrutinabile. Diverso è il discorso educativo. Il rispetto delle regole e degli impegni sono punti centrali di quasi tutti i PEI ad obiettivi differenziati. Lo stesso per gli obiettivi comportamentali e l'integrazione sociale. Al contrario, gli apprendimenti curriculari possono avere un ruolo minore; in particolare, le materie scolastiche sono spesso intese non come fini a se stesse, ma come strumenti per gli obiettivi di altro genere previsti nel PEI (ad es. la puntualità può essere promossa insistendo sull'importanza dello svolgimento dei compiti di matematica). Fatta questa premessa, qual è la soluzione migliore per il tuo alunno? La bocciatura è legalmente possibile, poiché sembra non aver raggiunto gli obiettivi del PEI. Umanamente? Se bocciato, potrebbe decidere di non venire più a scuola e "perdersi" definitivamente. Gli obiettivi del PEI sono spesso (quasi sempre) pluriennali. Alcuni ragazzi elaborano lentamente le proprie problematiche (es. la difficile situazione familiare, gli insuccessi scolastici pregressi e l'ostilità verso gli insegnanti, i rifiuti dovuti al comportamento scorretto) e poi fanno capovolgimenti repentini. Io sarei per dargli fiducia. Molta fiducia. Un'accoglienza cieca, a prescindere, potrebbe fare la differenza se usata con sapienza nei prossimi anni. Se il ragazzo è difficile da gestire, spezzate il suo monte ore di sostegno tra colleghi. Se già non lo state facendo, già da ora impostate le attività didattiche su compiti brevi e semplici, tali da garantire il successo, e interessanti per un adolescente.

Claudio 80

Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 09.04.21

Torna in alto Andare in basso

Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio) Empty Re: Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio)

Messaggio Da Claudio 80 Mer Mag 05, 2021 7:24 pm

PrimulaVera ha scritto:La programmazione differenziata può comportare un orario personalizzato e, quindi, le assenze hanno un valore molto relativo. Il tuo alunno è sicuramente scrutinabile. Diverso è il discorso educativo. Il rispetto delle regole e degli impegni sono punti centrali di quasi tutti i PEI ad obiettivi differenziati. Lo stesso per gli obiettivi comportamentali e l'integrazione sociale. Al contrario, gli apprendimenti curriculari possono avere un ruolo minore; in particolare, le materie scolastiche sono spesso intese non come fini a se stesse, ma come strumenti per gli obiettivi di altro genere previsti nel PEI (ad es. la puntualità può essere promossa insistendo sull'importanza dello svolgimento dei compiti di matematica). Fatta questa premessa, qual è la soluzione migliore per il tuo alunno? La bocciatura è legalmente possibile, poiché sembra non aver raggiunto gli obiettivi del PEI. Umanamente? Se bocciato, potrebbe decidere di non venire più a scuola e "perdersi" definitivamente. Gli obiettivi del PEI sono spesso (quasi sempre) pluriennali. Alcuni ragazzi elaborano lentamente le proprie problematiche (es. la difficile situazione familiare, gli insuccessi scolastici pregressi e l'ostilità verso gli insegnanti, i rifiuti dovuti al comportamento scorretto) e poi fanno capovolgimenti repentini. Io sarei per dargli fiducia. Molta fiducia. Un'accoglienza cieca, a prescindere, potrebbe fare la differenza se usata con sapienza nei prossimi anni. Se il ragazzo è difficile da gestire, spezzate il suo monte ore di sostegno tra colleghi. Se già non lo state facendo, già da ora impostate le attività didattiche su compiti brevi e semplici, tali da garantire il successo, e interessanti per un adolescente.

Risposta molto professionale, grazie davvero. Quindi, chiedo per ulteriore conferma, il PEI è l’ultimo riferimento sia educativo che legale? Non esistono altre leggi/decreti/linee guida che disciplinino tale argomento?
A livello educativo la scelta è complessa: se non lo ammettiamo la possibilità che non frequenti più è alta ma se lo ammettiamo il prossimo anno non riusciremo più a contenerlo perché, non riuscendo a percepire il percorso che sta facendo, si sentirà autorizzato a fare ogni cosa, visto che tanto avrà la certezza di essere sempre e comunque promosso (e quest’anno siamo andati davvero molto al di là dei limiti educativi concepibili, nonostante il suo disturbo). Gli obiettivi differenziati del PEI non sono stati raggiunti per un rifiuto categorico (quelle poche volte che lo abbiamo visto in presenza a scuola), ma si potrebbe ovviare dilazionandoli nel tempo...Ma ad un alunno che si è visto talmente poco a scuola, e quando è venuto ha avuto un comportamento sempre al di là dei limiti del rispetto (vessazioni, furti, violazione ripetuta del regolamento d’istituto e anti Covid...ecc...); che ha deliberatamente deciso di mancare ogni appuntamento educativo e didattico pensato per lui (incontri in presenza durante le zone rosse, videolezioni dedicate, lavori specifici, percorsi di alternanza calibrati su misura...ecc...); oltre totale assenza di impegno didattico e relative valutazioni differenziate (non ha riportato una valutazione, si è sistematicamente rifiutato)...la domanda che come consiglio di classe ci dobbiamo porre in maniera seria è: quale può essere il suo vero bene? Su questo decideremo noi chiaramente, grazie invece a chi vorrà condividere riferimenti normativi (oltre alla 104/92) chiaramente...

Claudio 80

Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 09.04.21

Torna in alto Andare in basso

Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio) Empty Re: Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio)

Messaggio Da PrimulaVera Mer Mag 05, 2021 9:30 pm

Abilitato ha scritto:In generale con la differenziata c'è sempre l'ammissione alla classe successiva. Però bisogna evitare si fare una programmazione differenziata col fine di promuovere per forza o peggio lavorare meno (docente e alunno), in tal caso bisogna rimanere con la curricolare per obiettivi minimi ed e se necessario bocciare
Affermare che con la programmazione differenziata il docente lavori meno è davvero inopportuno. Provare per credere!

PrimulaVera

Messaggi : 568
Data d'iscrizione : 02.09.15
Località : Toscana

Torna in alto Andare in basso

Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio) Empty Re: Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio)

Messaggio Da PrimulaVera Mer Mag 05, 2021 9:37 pm

Claudio 80, avete chiesto un GLHO straordinario? Una decisione così importante deve essere discussa con i genitori e l'equipe di specialisti che seguono l'alunno. Naturalmente, in sede di scrutinio, il Cdc è comunque sovrano.
Da un punto di vista legale, il PEI differenziato deve assolutamente riportare la firma dei genitori.

PrimulaVera

Messaggi : 568
Data d'iscrizione : 02.09.15
Località : Toscana

Torna in alto Andare in basso

Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio) Empty Re: Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio)

Messaggio Da ginger75 Mer Mag 05, 2021 11:16 pm

Tenendo conto che con una differenziata il percorso è personalizzato, econdo me dovete decidere partendo dalle risposte a domande come:
- se lo fermiamo rischiamo seriamente l'abbandono scolastico? Quale stimoli gli può dare il contesto in cui vive al di fuori della scuola?
-se lo promuoviamo ci garantiamo almeno un inserimento in contesto controllato per gli stessi giorni di questo a.s., o rischiamo comunque di perderlo?
-con i servizi sociali è pensabile un percorso alternato tra scuola ed inserimento in altro contesto protetto, su attività che possono stimolarlo e coinvolgerlo più della scuola? (cooperative..fattorie didattiche, aziende per l'inserimento di soggetti condisagio...)
-ha creato dei legami con i compagni di classe? Mantenerli potrebbe essere un pur minimo aggancio? l'inserimento in un altro geuppo classe potrebbe essere produttivo?
Purtroppo per ragazzi così problematici serve ragionare sulla scuola come un'ancora di salvezza dal contesto, e la scelta della promozione o bocciatura diventa uno strumento per continuare a proteggerli e cercare di offrire modelli positivi... sperando che un seme rimanga e fiorisca, anche in un futuro non prossimo

ginger75

Messaggi : 68
Data d'iscrizione : 19.04.20

Torna in alto Andare in basso

Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio) Empty Re: Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio)

Messaggio Da sea_sparrow_iv Gio Mag 06, 2021 3:25 am

[quote="Claudio 80"]

Lo stipendio lo toglierei a lei,
vista la sua grande sensibilita' educativa

[/quote]

comunque per fortuna non decidi te il mio stipendio
detto questo la scuola e' del tutto incapace di gestire questi casi

servono comunita' o cose del genere
qua i soldi degli stipendi sono sprecati
sarebbe molto meglio dare lavoro a educatori
su queste comunita'

sea_sparrow_iv

Messaggi : 1011
Data d'iscrizione : 19.10.20

Torna in alto Andare in basso

Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio) Empty Re: Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio)

Messaggio Da sea_sparrow_iv Gio Mag 06, 2021 4:50 am

[quote="Claudio 80"]

Lo stipendio lo toglierei a lei,
vista la sua grande sensibilita' educativa

[/quote]

rilancio

sono vent'anni che insegno
e non puoi essere certo te a dirmi
che non ho sensibilita' educativa

un anno scolastico intero ho fatto anche sostegno

lo studente risultava ben gestibile
e i risultati sono stati ottimi ... molti insegnanti di sostegno
miei colleghi hanno avuto risultati da sufficienti a buoni
con studenti gestibili

ne ho visti molte decine di buoni risultati

questo caso e' evidente da tutta la presentazione
che o non si rende conto di nulla o se si rende conto
vi sta prendendo in giro

ho visto anche questi casi
montagne di parole e nessun risultato

ricordo un caso per il quale
non si faceva altro che parlare parlare parlare
(consigli di classe straordinari e tutto il resto)
e poi un giorno ha mollato un pugno cosi' forte
a un docente di ginnastica che stava cercando
di farlo ragionare che il collega e' andato in ospedale

finalmente i suo genitori hanno proposto
di ritirarlo in cambio della non denuncia e il problema
e' finito per fortuna

(232)


Ultima modifica di sea_sparrow_iv il Gio Mag 06, 2021 4:51 am - modificato 1 volta. (Motivo della modifica : microaggiustamenti)

sea_sparrow_iv

Messaggi : 1011
Data d'iscrizione : 19.10.20

Torna in alto Andare in basso

Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio) Empty Re: Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio)

Messaggio Da PrimulaVera Gio Mag 06, 2021 7:15 pm

Non stiamo parlando di "casi", ma di una specifica persona in difficoltà. Un ragazzo in carne ed ossa che soffre e lo mostra come può; un ragazzo che ha il diritto ad una seconda opportunità nel contesto scolastico o forse fuori da esso. Una persona che non può essere considerata un rifiuto sociale da relegare ai margini. Troppo facile.

PrimulaVera

Messaggi : 568
Data d'iscrizione : 02.09.15
Località : Toscana

Torna in alto Andare in basso

Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio) Empty Re: Differenziata (disturbo oppositivo provocatorio)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.