AT nei comprensivi. Così serve a poco

+6
Annaangelaelvira
donadoni
Hippasos
tecnico
Claudio32
satian
10 partecipanti

Pagina 1 di 2 1, 2  Successivo

Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da Claudio32 Mer Set 15, 2021 11:26 am

Buongiorno a tutti, pongo una problematica per sentire opinioni diverse e farmi un'idea. Quest'anno sono entrato in ruolo come AT, mi è stato assegnato un Istituto comprensivo. Per chi non lo sapesse il tecnico ha si il contratto con una scuola ma lavora per le scuole del distretto e per i relativi plessi, nel mio caso 4 scuole e circa 5 plessi in media per ciascuno. Un giorno a settimana vado in ogni scuola. A mio parere così la figura del tecnico risulta quasi inutile perché non tutti i lavori possono essere svolti velocemente e andando una volta ogni 7 giorni non è facile incidere. In queste prime due settimane ritengo di aver svolto un buon lavoro e ho risolto diverse problematiche ma non è facile entrare in rapporti umani con il resto del personale nè fare tutto quello che si vorrebbe. Mi sembra la classica trovata politica per dire "abbiamo messo i tecnici anche negli istituti comprensivi" ma di fatto così serve a poco, sarebbe opportuno metterne uno per ogni scuola (ovviamente occupandosi anche dei plessi, quello si). Ogni parere sarà ben accetto, buon lavoro a tutti.

Claudio32

Messaggi : 142
Data d'iscrizione : 26.03.19

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da satian Mer Set 22, 2021 10:21 am

Ciao Claudio premetto che anche io quest'anno ho preso il ruolo come AT, "per fortuna" ho scelto un istituto superiore onde evitare di ritrovarmi con le tue stesse problematiche, sono pienamente d'accordo con te, tuttavia permettimi di aggiungere che fino a 2 anni fa di AT negli IC non si vedevano, inoltre già rispetto allo scorso anno dove questi incarichi venivano conferiti solo alle terze fasce
satian
satian

Messaggi : 169
Data d'iscrizione : 06.10.09

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da Claudio32 Mer Set 22, 2021 10:25 am

Ciao, si nella mia provincia (Reggio Emilia) hanno messo tutti nei comprensivi quelli di ruolo quindi non c'è stata scelta anche se li avevo messi come ultimi nella lista. E' vero che prima non c'erano negli IC e infatti sono d'accordo sul metterli ma se devi fare una cosa seria li metti uno per scuola (ovviamente compreso tutti i plessi di quella scuola, questo si), così sembra la classica cosa di facciata ma nei fatti è inutile e anche "usurante" per il lavoratore. Ho messo le virgolette perché ho scaricato anche la frutta 13 ore al giorno nel supermercato per cui non mi lamento ora, ma lo stipendio è rimasto uguale e le spese aumentate di parecchio.

Claudio32

Messaggi : 142
Data d'iscrizione : 26.03.19

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da satian Mer Set 22, 2021 12:48 pm

Il discorso è a livello contrattuale un AT negli IC non fà le stesse cose di un AT delle superiori, in primis la presenza di laboratori che in molti IC sono totalmente assenti o al limite piccoli spazi con poche apparecchiature, per cui andrebbe fatta anche una normativa contrattuale ad hoc per chi accetta l'incarico negli IC
satian
satian

Messaggi : 169
Data d'iscrizione : 06.10.09

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da Claudio32 Mer Set 22, 2021 12:51 pm

Quello è vero. Infatti, come spesso accade, è stata una decisione presa senza conoscere minimamente il settore nel quale si va ad operare.

Claudio32

Messaggi : 142
Data d'iscrizione : 26.03.19

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da tecnico Mer Set 22, 2021 9:31 pm

Proposta di incremento Assistenti Tecnici primo ciclo al fine di prestare un servizio migliore

Oggi un Assistente Tecnico informatico del primo ciclo si occupa in media di n. 6 Istituti Comprensivi.

Vorrei proporre che nella prossima Legge di Bilancio 2022 ci sia la possibilità di incrementare ancora la dotazione organica degli assistenti tecnici del primo ciclo (già iniziata con la legge di bilancio 2021) di n. 1000 o più unitá.

Se ci fosse un ulteriore incremento di organico (di almeno 1000 unità) l'Assistente Tecnico informatico si occuperebbe di 3 istituti comprensivi anzichè 6.

Grazie mille

tecnico

Messaggi : 311
Data d'iscrizione : 08.10.10

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da Hippasos Mer Set 29, 2021 8:29 am

Claudio32 ha scritto:Buongiorno a tutti, pongo una problematica per sentire opinioni diverse e farmi un'idea. Quest'anno sono entrato in ruolo come AT, mi è stato assegnato un Istituto comprensivo. Per chi non lo sapesse il tecnico ha si il contratto con una scuola ma lavora per le scuole del distretto e per i relativi plessi, nel mio caso 4 scuole e circa 5 plessi in media per ciascuno. Un giorno a settimana vado in ogni scuola. A mio parere così la figura del tecnico risulta quasi inutile perché non tutti i lavori possono essere svolti velocemente e andando una volta ogni 7 giorni non è facile incidere. In queste prime due settimane ritengo di aver svolto un buon lavoro e ho risolto diverse problematiche ma non è facile entrare in rapporti umani con il resto del personale nè fare tutto quello che si vorrebbe. Mi sembra la classica trovata politica per dire "abbiamo messo i tecnici anche negli istituti comprensivi" ma di fatto così serve a poco, sarebbe opportuno metterne uno per ogni scuola (ovviamente occupandosi anche dei plessi, quello si). Ogni parere sarà ben accetto, buon lavoro a tutti.

Buongiorno,

posso chiederti se nel tuo caso gli IC sono tutti nello stesso Comune o in comuni diversi? e quale documentazione ha prodotto o produce la tua segreteria per permetterti gli spostamenti tra una scuola e l'altra?

Hippasos

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 28.09.21

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da Claudio32 Mer Set 29, 2021 8:33 am

Hippasos ha scritto:
Claudio32 ha scritto:Buongiorno a tutti, pongo una problematica per sentire opinioni diverse e farmi un'idea. Quest'anno sono entrato in ruolo come AT, mi è stato assegnato un Istituto comprensivo. Per chi non lo sapesse il tecnico ha si il contratto con una scuola ma lavora per le scuole del distretto e per i relativi plessi, nel mio caso 4 scuole e circa 5 plessi in media per ciascuno. Un giorno a settimana vado in ogni scuola. A mio parere così la figura del tecnico risulta quasi inutile perché non tutti i lavori possono essere svolti velocemente e andando una volta ogni 7 giorni non è facile incidere. In queste prime due settimane ritengo di aver svolto un buon lavoro e ho risolto diverse problematiche ma non è facile entrare in rapporti umani con il resto del personale nè fare tutto quello che si vorrebbe. Mi sembra la classica trovata politica per dire "abbiamo messo i tecnici anche negli istituti comprensivi" ma di fatto così serve a poco, sarebbe opportuno metterne uno per ogni scuola (ovviamente occupandosi anche dei plessi, quello si). Ogni parere sarà ben accetto, buon lavoro a tutti.

Buongiorno,

posso chiederti se nel tuo caso gli IC sono tutti nello stesso Comune o in comuni diversi? e quale documentazione ha prodotto o produce la tua segreteria per permetterti gli spostamenti tra una scuola e l'altra?

Ciao. Non sempre gli spostamenti sono all'interno dello stesso comune, spesso ho sconfinato (ovviamente non considero gli spostamenti in frazioni che sono nello stesso comune). Per permettermi gli spostamenti non viene prodotto nulla, solo un paio di volte ho compilato un foglio dove mi assumevo la responsabilità per utilizzare un mezzo mio.

Claudio32

Messaggi : 142
Data d'iscrizione : 26.03.19

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da Hippasos Mer Set 29, 2021 8:35 am

tecnico ha scritto:Proposta di incremento Assistenti Tecnici primo ciclo al fine di prestare un servizio migliore

Oggi un Assistente Tecnico informatico del primo ciclo si occupa in media di n. 6 Istituti Comprensivi.

Vorrei proporre che nella prossima Legge di Bilancio 2022 ci sia la possibilità di incrementare ancora la dotazione  organica degli assistenti tecnici del primo ciclo (già iniziata con la legge di bilancio 2021) di n. 1000 o più unitá.

Se ci fosse un ulteriore incremento di organico (di almeno 1000 unità) l'Assistente Tecnico informatico si occuperebbe di 3 istituti comprensivi anzichè 6.

Grazie mille


Buongiorno,

come hai trovato la media di 6 IC per Tecnico? Per caso hai accesso hai dati di tutte le scuole Polo d'Italia?

Hippasos

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 28.09.21

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da Claudio32 Mer Set 29, 2021 8:35 am

So che è una situazione comune, comunque, a tutti i miei colleghi nella stessa situazione (tutti nella stessa provincia, Reggio Emilia. Non so se altrove è diverso)

Claudio32

Messaggi : 142
Data d'iscrizione : 26.03.19

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da Hippasos Mer Set 29, 2021 8:50 am

Da me è stato creato un calendario di servizio che mi fa girare per 9 IC su 9 Comuni, mai 2 di seguito.
Io trovo incredibile che tutto il costo e le reponsabilità siano caricate sul Tecnico.

Qualcun altro qui che può raccontarci la sua situazione?

Hippasos

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 28.09.21

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da Claudio32 Mer Set 29, 2021 8:53 am

Hippasos ha scritto:Da me è stato creato un calendario di servizio che mi fa girare per 9 IC su 9 Comuni, mai 2 di seguito.
Io trovo incredibile che tutto il costo e le reponsabilità siano caricate sul Tecnico.

Qualcun altro qui che può raccontarci la sua situazione?

In che provincia lavori? Ancora peggio della mia situazione. Si è davvero assurdo che il lavoro è sttao previsto con tutti questi spostamenti ma lo stipendio è rimasto il medesimo.

Claudio32

Messaggi : 142
Data d'iscrizione : 26.03.19

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da Hippasos Mer Set 29, 2021 8:57 am

Claudio32 ha scritto:
Hippasos ha scritto:Da me è stato creato un calendario di servizio che mi fa girare per 9 IC su 9 Comuni, mai 2 di seguito.
Io trovo incredibile che tutto il costo e le reponsabilità siano caricate sul Tecnico.

Qualcun altro qui che può raccontarci la sua situazione?

In che provincia lavori? Ancora peggio della mia situazione. Si è davvero assurdo che il lavoro è sttao previsto con tutti questi spostamenti ma lo stipendio è rimasto il medesimo.

Matera. In tutta la provincia sono stati assegnati 3 AT, uno lavora interamente in città e gli altri 2 in provincia. Se vuoi ti dettaglio i dati della mia situazione, mi piacerebbe sapere quelli di tutta Italia.

Hippasos

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 28.09.21

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da Claudio32 Mer Set 29, 2021 9:01 am

Hippasos ha scritto:
Claudio32 ha scritto:
Hippasos ha scritto:Da me è stato creato un calendario di servizio che mi fa girare per 9 IC su 9 Comuni, mai 2 di seguito.
Io trovo incredibile che tutto il costo e le reponsabilità siano caricate sul Tecnico.

Qualcun altro qui che può raccontarci la sua situazione?

In che provincia lavori? Ancora peggio della mia situazione. Si è davvero assurdo che il lavoro è sttao previsto con tutti questi spostamenti ma lo stipendio è rimasto il medesimo.

Matera. In tutta la provincia sono stati assegnati 3 AT, uno lavora interamente in città e gli altri 2 in provincia. Se vuoi ti dettaglio i dati della mia situazione, mi piacerebbe sapere quelli di tutta Italia.

Mamma mia. Io non conosco bene tutti i dati ma so che a Reggio Emilia sono entrati 9 tecnici di ruolo nei comprensivi. C'è una scuola capofila che poi smista i tecnici a cui viene assegnato un distretto. Ogni giorno vado in una scuola diversa e da lì nei rispettivi plessi a seconda delle esigenze, raramente non mi sono mosso durante la giornata. A parte che così il lavoro, a mio parere, risulta essere svilito troppo dispersivo, almeno sarebbe stato giusto prevedere un rimborso spese in aggiunta allo stipendio.

Claudio32

Messaggi : 142
Data d'iscrizione : 26.03.19

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da donadoni Mer Set 29, 2021 9:05 am

SERVIZI E COMPITI ASSISTENTI TECNICI
L'assistente tecnico di laboratorio opera a fianco dei docenti prevalentemente al fine di garantire la realizzazione di
attività a carattere tecnico pratico, sperimentale e di laboratorio. Si tratta di una figura di supporto alla funzione
docente, sia per ciò che concerne la realizzazione di attività didattiche che nel curare le relazioni con gli studenti.
Con il proprio operato deve garantire la funzionalità e l’efficienza dei laboratori.
Rientrano tra i compiti dell'assistente tecnico anche la conduzione e la manutenzione ordinaria delle attrezzature e
degli strumenti utilizzati nell'ambito delle attività formative di laboratorio.
L’assistente tecnico assume responsabilità diretta in ordine alla buona tenuta e conservazione del materiale, nonché
all’approntamento, alla conduzione e all’ordinaria manutenzione e riparazione delle macchine e attrezzature in
dotazione al laboratorio, officina o reparto di lavorazione cui è addetto. Egli provvede alla preparazione delle
esercitazioni pratiche, al riordino del materiale e delle attrezzature utilizzate. È suo compito prelevare dal magazzino
e riconsegnare il materiale necessario alle esercitazioni e verificare le scorte periodicamente, in vista di eventuali
proposte di acquisto. È addetto alla guida degli autoveicoli e alla loro manutenzione ordinaria. Assolve i servizi
esterni connessi con il proprio lavoro.
Per ciò che concerne le riparazioni delle macchine, degli apparecchi, delle attrezzature e dei veicoli, è inteso che
esse si intendono riferite ad interventi semplici e che non richiedano interventi specializzati.
Per assicurare una professionalità adeguata a questo ruolo complesso, l’assistente tecnico deve essere motivato ad
acquisire ulteriori specifiche competenze con corsi di formazione.
L’attività dell’ assistente tecnico concorre, inoltre, alla definizione della progettazione extracurricolare della scuola,
attraverso i progetti inseriti nel Piano Triennale dell’Offerta formativa.
Le attività extracurriculari costituiscono attività di arricchimento dell’offerta formativa e sono offerte dalla Scuola agli
studenti che chiedono di parteciparvi.
La realizzazione di questi progetti, finalizzati alla evoluzione fisica e psichica dell’alunno, avviene attraverso
l’utilizzazione delle risorse materiali dell'istituto (laboratori attrezzati, strumentazione, dotazione multimediale e bibliografica, strumentazione generale) e con le risorse umane a disposizione: docenti in possesso di competenze
specifiche e personale A.T.A. che con le loro professionalità concorrono alla realizzazione del pieno sviluppo delle
capacità di ciascun allievo.
L’apporto dell’assistente tecnico si pone in cooperazione con l’attività dei docenti delle varie discipline e con gli
stessi alunni, fornendo ad essi un’informazione selettiva ed una consulenza in itinere, in rapporto alle esigenze di
studio e di ricerca rappresentate. Egli assiste l’utenza nell’approccio a strumenti documentali tradizionali e/o
informatici e in quello con le diverse tipologie di documentazione delle attività svolte, siano essi costituiti da supporti
cartacei, audiovisivi o multimediali.
In raccordo con i docenti che collaborano alla realizzazione dei progetti, fornisce le basi teoriche e pratiche per
affrontare fasi cruciali della ricerca e del problem solving, oltre al concorso nella ricerca, valutazione e selezione di
documenti e fonti pertinenti in rapporto agli obiettivi, tempi e prodotti desiderati.
Inoltre, si adopera alla produzione dei documenti intermedi e finali frutto del lavoro (dvd, filmati, ecc.).
Nell’ambito delle attività di organizzazione e di funzionamento dei laboratori è inserita la competenza degli assistenti
tecnici, i quali prestano servizio secondo un orario di lavoro di n. 36 ore settimanali complessive, articolato in n. 24
ore di assistenza tecnica alle esercitazioni didattiche in compresenza con il docente e n. 12 ore per la manutenzione
e riparazione delle attrezzature tecnico-scientifico del laboratorio cui sono addetti, nonché per la preparazione del
materiale per le esercitazioni.

Assistenti tecnici area informatica (Area AR02)
L’ orario di lavoro degli assistenti tecnici area informatica è di n. 36 ore settimanali complessive, articolato in n. 24 ore
di assistenza tecnica alle esercitazioni didattiche in compresenza con il docente e n. 12 ore per la manutenzione e
riparazione delle attrezzature tecnico-scientifico del laboratorio cui sono addetti, nonché per la preparazione del
materiale per le esercitazioni. Nei periodi di sospensione dell’ attività didattica gli assistenti tecnici verranno utilizzati
in attività di manutenzione del materiale tecnico – scientifico-informatico dei laboratori, officine, reparti di lavorazione
o uffici di loro competenza.
Oltre a tutto quanto sopra specificato gli assistenti tecnici dell’area informatica/grafica provvedono alla manutenzione
e cura anche delle altre attrezzature informatiche dell’Istituto (uffici, aule..) ed effettuano le seguenti attività:
 Pulizia monitor - Almeno 1 volta la settimana o più al bisogno con panno idoneo
 Pulizia tastiere - Almeno 1 volta al mese o più al bisogno con utilizzo di panno idoneo e rimozione della
polvere con aria compressa almeno 1 volta al mese
 Pulizia mouse - Almeno 1 volta la settimana o più al bisogno effettuare rimozione di polvere e residui dal
sistema di rilevazione movimento Controllo stato efficienza delle ciabatte di distribuzione elettrica e civetterie - Periodi di sospensione attività
didattica (festività natalizie, pasquali e vacanze estive)
 Controllo e segnalazione di eventuali interventi di manutenzione per danneggiamenti a suppellettili (sedie,
tavoli, armadi, classificatori, serrature, ecc.) - quotidiana o provvedendo, laddove sia possibile, direttamente
alla manutenzione
 Pulizia case - 2 volte l’anno a giugno/luglio e dicembre/gennaio in concomitanza con le vacanze estive e
natalizie con rimozione della polvere interna alle macchine con aria compressa.
 Pulizia stampanti - 2 volte l’anno a giugno/luglio e dicembre/gennaio in concomitanza con le vacanze estive
e natalizie con aria compressa e panno idoneo
 Manutenzione Hardware - 2 volte l’anno in coincidenza con la pulizia case e stampanti nonché al bisogno
ogni volta si renda necessario a causa di segnalazioni da parte di docenti, alunni o ATA sia verbali che
scritte.
 Manutenzione software - Periodi di sospensione attività didattica (festività natalizie, pasquali e vacanze
estive) nonché al bisogno qualora si verifichino situazioni di necessità (anomalie, malfunzionamenti, virus,
difficoltà di collegamento in rete, ecc.). I computer dovranno essere riformattati durante il periodo estivo e
prima dell’inizio del successivo anno scolastico previo salvataggio dei dati e degli archivi presenti come da
segnalazioni dei docenti. Alla norma generale si devono sottolineare le necessarie atipicità di alcune
strumentazioni che non dovranno essere sottoposte a formattazione se non dopo attenta valutazione (es. pc
segreteria ecc.)
 Riparazione guasti di lieve entità e malfunzionamenti delle strumentazioni - Se rilevate dallo stesso tecnico
responsabile del laboratorio, le riparazioni devono essere effettuate nella giornata stessa
 Riparazione guasti di entità media ma riparabili dal tecnico presente in laboratorio delle strumentazioni - Se
rilevate dallo stesso tecnico responsabile del laboratorio, le riparazioni devono essere effettuate, entro 5
giorni lavorativi dal verificarsi dell’evento. Qualora le riparazioni risultassero maggiormente complesse
rispetto alla prima analisi, il tecnico è tenuto a motivare per iscritto le ragioni del ritardo ed eventualmente
richiedendo l’intervento della ditta esterna.
 Riparazione guasti di elevata complessità delle strumentazioni e/o che richiedono intervento della ditta
esterna incaricata del servizio manutenzione - Gli stessi vanno comunicati immediatamente, comunque
entro la giornata al fine di stabilire modalità e tempistiche di ripristino della situazione di normalità. In attesa
dell’avvenuto ripristino della strumentazione verrà posta la scritta IN RIPARAZIONE sulla postazione di
lavoro dove è stato prelevato il computer guasto. I tempi di riparazione necessariamente varieranno in base
al tipo di danno e dovranno essere annotati dai singoli tecnici allo scopo di valutare al termine dell’anno le
situazioni di maggior sofferenza.
 Controllo che i file presenti in ciascuna macchina siano classificati ordinatamente per ottimizzare e
razionalizzare le risorse del PC - 1 volta alla settimana
 Consegna alla Dirigente della relazione relativa agli interventi di ordinaria e straordinaria manutenzione
effettuati in ciascun laboratorio - Mensilmente, entro il giorno 5 del mese successivo
Legenda
Tipologie di guasti
Lieve entità:
Riparazioni che non necessitano di particolari competenze e di immediata risoluzione. Ad es. inceppamento carta
stampante, cambio toner, riavvio macchine, problemi elettrici dovuti a contatti, cavetterie non efficienti, cambio
lampade proiettori, lavagne luminose, sostituzione di componenti hardware presenti in istituto ecc.
Media entità:
Riparazioni più complesse, che necessitano di competenze tecniche più specifiche e risolvibili sulla base di una
programmazione interna. Ad es. presenza di virus, problemi generali di rete, modifiche alla topologia del laboratorio,
sostituzione di componenti hardware o apparecchiature non presenti in istituto, ecc.
Elevata complessità:
Riparazioni che richiedono una notevole competenza (sistemi audiovisivi, problemi all’hardware o al software non
risolvibili a breve termine dal personale interno) o che per loro tipologia risultano affidate a ditte esterne incaricate del
servizio ad es. fotocopiatori, rilevatore automatico presenze, impianti di allarme, ecc.

donadoni

Messaggi : 3063
Data d'iscrizione : 21.04.16
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da Claudio32 Mer Set 29, 2021 9:20 am

donadoni ha scritto:SERVIZI E COMPITI ASSISTENTI TECNICI
L'assistente tecnico di laboratorio opera a fianco dei docenti prevalentemente al fine di garantire la realizzazione di
attività a carattere tecnico pratico, sperimentale e di laboratorio. Si tratta di una figura di supporto alla funzione
docente, sia per ciò che concerne la realizzazione di attività didattiche che nel curare le relazioni con gli studenti.
Con il proprio operato deve garantire la funzionalità e l’efficienza dei laboratori.
Rientrano tra i compiti dell'assistente tecnico anche la conduzione e la manutenzione ordinaria delle attrezzature e
degli strumenti utilizzati nell'ambito delle attività formative di laboratorio.
L’assistente tecnico assume responsabilità diretta in ordine alla buona tenuta e conservazione del materiale, nonché
all’approntamento, alla conduzione e all’ordinaria manutenzione e riparazione delle macchine e attrezzature in
dotazione al laboratorio, officina o reparto di lavorazione cui è addetto. Egli provvede alla preparazione delle
esercitazioni pratiche, al riordino del materiale e delle attrezzature utilizzate. È suo compito prelevare dal magazzino
e riconsegnare il materiale necessario alle esercitazioni e verificare le scorte periodicamente, in vista di eventuali
proposte di acquisto. È addetto alla guida degli autoveicoli e alla loro manutenzione ordinaria. Assolve i servizi
esterni connessi con il proprio lavoro.
Per ciò che concerne le riparazioni delle macchine, degli apparecchi, delle attrezzature e dei veicoli, è inteso che
esse si intendono riferite ad interventi semplici e che non richiedano interventi specializzati.
Per assicurare una professionalità adeguata a questo ruolo complesso, l’assistente tecnico deve essere motivato ad
acquisire ulteriori specifiche competenze con corsi di formazione.
L’attività dell’ assistente tecnico concorre, inoltre, alla definizione della progettazione extracurricolare della scuola,
attraverso i progetti inseriti nel Piano Triennale dell’Offerta formativa.
Le attività extracurriculari costituiscono attività di arricchimento dell’offerta formativa e sono offerte dalla Scuola agli
studenti che chiedono di parteciparvi.
La realizzazione di questi progetti, finalizzati alla evoluzione fisica e psichica dell’alunno, avviene attraverso
l’utilizzazione delle risorse materiali dell'istituto (laboratori attrezzati, strumentazione, dotazione multimediale e bibliografica, strumentazione generale) e con le risorse umane a disposizione: docenti in possesso di competenze
specifiche e personale A.T.A. che con le loro professionalità concorrono alla realizzazione del pieno sviluppo delle
capacità di ciascun allievo.
L’apporto dell’assistente tecnico si pone in cooperazione con l’attività dei docenti delle varie discipline e con gli
stessi alunni, fornendo ad essi un’informazione selettiva ed una consulenza in itinere, in rapporto alle esigenze di
studio e di ricerca rappresentate. Egli assiste l’utenza nell’approccio a strumenti documentali tradizionali e/o
informatici e in quello con le diverse tipologie di documentazione delle attività svolte, siano essi costituiti da supporti
cartacei, audiovisivi o multimediali.
In raccordo con i docenti che collaborano alla realizzazione dei progetti, fornisce le basi teoriche e pratiche per
affrontare fasi cruciali della ricerca e del problem solving, oltre al concorso nella ricerca, valutazione e selezione di
documenti e fonti pertinenti in rapporto agli obiettivi, tempi e prodotti desiderati.
Inoltre, si adopera alla produzione dei documenti intermedi e finali frutto del lavoro (dvd, filmati, ecc.).
Nell’ambito delle attività di organizzazione e di funzionamento dei laboratori è inserita la competenza degli assistenti
tecnici, i quali prestano servizio secondo un orario di lavoro di n. 36 ore settimanali complessive, articolato in n. 24
ore di assistenza tecnica alle esercitazioni didattiche in compresenza con il docente e n. 12 ore per la manutenzione
e riparazione delle attrezzature tecnico-scientifico del laboratorio cui sono addetti, nonché per la preparazione del
materiale per le esercitazioni.

Assistenti tecnici area informatica (Area AR02)
L’ orario di lavoro degli assistenti tecnici area informatica è di n. 36 ore settimanali complessive, articolato in n. 24 ore
di assistenza tecnica alle esercitazioni didattiche in compresenza con il docente e n. 12 ore per la manutenzione e
riparazione delle attrezzature tecnico-scientifico del laboratorio cui sono addetti, nonché per la preparazione del
materiale per le esercitazioni. Nei periodi di sospensione dell’ attività didattica gli assistenti tecnici verranno utilizzati
in attività di manutenzione del materiale tecnico – scientifico-informatico dei laboratori, officine, reparti di lavorazione
o uffici di loro competenza.
Oltre a tutto quanto sopra specificato gli assistenti tecnici dell’area informatica/grafica provvedono alla manutenzione
e cura anche delle altre attrezzature informatiche dell’Istituto (uffici, aule..) ed effettuano le seguenti attività:
 Pulizia monitor - Almeno 1 volta la settimana o più al bisogno con panno idoneo
 Pulizia tastiere - Almeno 1 volta al mese o più al bisogno con utilizzo di panno idoneo e rimozione della
polvere con aria compressa almeno 1 volta al mese
 Pulizia mouse - Almeno 1 volta la settimana o più al bisogno effettuare rimozione di polvere e residui dal
sistema di rilevazione movimento Controllo stato efficienza delle ciabatte di distribuzione elettrica e civetterie - Periodi di sospensione attività
didattica (festività natalizie, pasquali e vacanze estive)
 Controllo e segnalazione di eventuali interventi di manutenzione per danneggiamenti a suppellettili (sedie,
tavoli, armadi, classificatori, serrature, ecc.) - quotidiana o provvedendo, laddove sia possibile, direttamente
alla manutenzione
 Pulizia case - 2 volte l’anno a giugno/luglio e dicembre/gennaio in concomitanza con le vacanze estive e
natalizie con rimozione della polvere interna alle macchine con aria compressa.
 Pulizia stampanti - 2 volte l’anno a giugno/luglio e dicembre/gennaio in concomitanza con le vacanze estive
e natalizie con aria compressa e panno idoneo
 Manutenzione Hardware - 2 volte l’anno in coincidenza con la pulizia case e stampanti nonché al bisogno
ogni volta si renda necessario a causa di segnalazioni da parte di docenti, alunni o ATA sia verbali che
scritte.
 Manutenzione software - Periodi di sospensione attività didattica (festività natalizie, pasquali e vacanze
estive) nonché al bisogno qualora si verifichino situazioni di necessità (anomalie, malfunzionamenti, virus,
difficoltà di collegamento in rete, ecc.). I computer dovranno essere riformattati durante il periodo estivo e
prima dell’inizio del successivo anno scolastico previo salvataggio dei dati e degli archivi presenti come da
segnalazioni dei docenti. Alla norma generale si devono sottolineare le necessarie atipicità di alcune
strumentazioni che non dovranno essere sottoposte a formattazione se non dopo attenta valutazione (es. pc
segreteria ecc.)
 Riparazione guasti di lieve entità e malfunzionamenti delle strumentazioni - Se rilevate dallo stesso tecnico
responsabile del laboratorio, le riparazioni devono essere effettuate nella giornata stessa
 Riparazione guasti di entità media ma riparabili dal tecnico presente in laboratorio delle strumentazioni - Se
rilevate dallo stesso tecnico responsabile del laboratorio, le riparazioni devono essere effettuate, entro 5
giorni lavorativi dal verificarsi dell’evento. Qualora le riparazioni risultassero maggiormente complesse
rispetto alla prima analisi, il tecnico è tenuto a motivare per iscritto le ragioni del ritardo ed eventualmente
richiedendo l’intervento della ditta esterna.
 Riparazione guasti di elevata complessità delle strumentazioni e/o che richiedono intervento della ditta
esterna incaricata del servizio manutenzione - Gli stessi vanno comunicati immediatamente, comunque
entro la giornata al fine di stabilire modalità e tempistiche di ripristino della situazione di normalità. In attesa
dell’avvenuto ripristino della strumentazione verrà posta la scritta IN RIPARAZIONE sulla postazione di
lavoro dove è stato prelevato il computer guasto. I tempi di riparazione necessariamente varieranno in base
al tipo di danno e dovranno essere annotati dai singoli tecnici allo scopo di valutare al termine dell’anno le
situazioni di maggior sofferenza.
 Controllo che i file presenti in ciascuna macchina siano classificati ordinatamente per ottimizzare e
razionalizzare le risorse del PC - 1 volta alla settimana
 Consegna alla Dirigente della relazione relativa agli interventi di ordinaria e straordinaria manutenzione
effettuati in ciascun laboratorio - Mensilmente, entro il giorno 5 del mese successivo
Legenda
Tipologie di guasti
Lieve entità:
Riparazioni che non necessitano di particolari competenze e di immediata risoluzione. Ad es. inceppamento carta
stampante, cambio toner, riavvio macchine, problemi elettrici dovuti a contatti, cavetterie non efficienti, cambio
lampade proiettori, lavagne luminose, sostituzione di componenti hardware presenti in istituto ecc.
Media entità:
Riparazioni più complesse, che necessitano di competenze tecniche più specifiche e risolvibili sulla base di una
programmazione interna. Ad es. presenza di virus, problemi generali di rete, modifiche alla topologia del laboratorio,
sostituzione di componenti hardware o apparecchiature non presenti in istituto, ecc.
Elevata complessità:
Riparazioni che richiedono una notevole competenza (sistemi audiovisivi, problemi all’hardware o al software non
risolvibili a breve termine dal personale interno) o che per loro tipologia risultano affidate a ditte esterne incaricate del
servizio ad es. fotocopiatori, rilevatore automatico presenze, impianti di allarme, ecc.

Questa è la normativa nota ma, finora, non esistevano i tecnici negli istituti comprensivi e quindi andrebbe riscritta per quei tipi di scuola. In molti comprensivi neanche esiste un laboratorio di informatica quindi il mansionario sarebbe da riscrivere totalmente.

Claudio32

Messaggi : 142
Data d'iscrizione : 26.03.19

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da Annaangelaelvira Mer Set 29, 2021 10:48 am

Il tecnico negli IC è stato pensato in tutta fretta a causa della Pandemia e relativa DAD.
Ovviamente il numero di posti è risicatissimo, anche perché lo è per tutti gli ATA.
Davvero non si capisce perché il ministero abbia chiesto la copertura di tutti i posti vacanti per i docenti ma per meno della metà degli ATA, che comunque erano in numero inferiore e costano molto meno dei docenti.
Io credo che gli AR02 IC dovrebbero organizzarsi come categoria e chiedere l’intervento dei sindacati a livello contrattuale, perché è ovvio che abbiano caratteristiche e problematiche diverse dai colleghi.
Il contratto dovrebbe affrontare i problemi relativi alla “migrazione” da una scuola all’altra, riguardo i tempi, i mezzi, le spese, l’assicurazione, …
Detto questo io esigerei dalla scuola un compenso per gli spostamenti che copra almeno la benzina, altrimenti mi muoverei a piedi e coi mezzi pubblici, coi tempi biblici che questo comporterebbe in provincia (in realtà anche in città muoversi in autobus non è velocissimo), e pretendendo il rimborso dei biglietti.
Ma a monte occorre comunque interessare i sindacati tutti, perché le azioni singole logicamente non sono efficaci quanto quelle collettive.

Annaangelaelvira

Messaggi : 1788
Data d'iscrizione : 03.09.15

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da Hippasos Mer Set 29, 2021 10:52 am

Claudio32 ha scritto:
donadoni ha scritto:SERVIZI E COMPITI ASSISTENTI TECNICI
L'assistente tecnico di laboratorio opera a fianco dei docenti prevalentemente al fine di garantire la realizzazione di
attività a carattere tecnico pratico, sperimentale e di laboratorio. Si tratta di una figura di supporto alla funzione
docente, sia per ciò che concerne la realizzazione di attività didattiche che nel curare le relazioni con gli studenti.
Con il proprio operato deve garantire la funzionalità e l’efficienza dei laboratori.
Rientrano tra i compiti dell'assistente tecnico anche la conduzione e la manutenzione ordinaria delle attrezzature e
degli strumenti utilizzati nell'ambito delle attività formative di laboratorio.
L’assistente tecnico assume responsabilità diretta in ordine alla buona tenuta e conservazione del materiale, nonché
all’approntamento, alla conduzione e all’ordinaria manutenzione e riparazione delle macchine e attrezzature in
dotazione al laboratorio, officina o reparto di lavorazione cui è addetto. Egli provvede alla preparazione delle
esercitazioni pratiche, al riordino del materiale e delle attrezzature utilizzate. È suo compito prelevare dal magazzino
e riconsegnare il materiale necessario alle esercitazioni e verificare le scorte periodicamente, in vista di eventuali
proposte di acquisto. È addetto alla guida degli autoveicoli e alla loro manutenzione ordinaria. Assolve i servizi
esterni connessi con il proprio lavoro.
Per ciò che concerne le riparazioni delle macchine, degli apparecchi, delle attrezzature e dei veicoli, è inteso che
esse si intendono riferite ad interventi semplici e che non richiedano interventi specializzati.
Per assicurare una professionalità adeguata a questo ruolo complesso, l’assistente tecnico deve essere motivato ad
acquisire ulteriori specifiche competenze con corsi di formazione.
L’attività dell’ assistente tecnico concorre, inoltre, alla definizione della progettazione extracurricolare della scuola,
attraverso i progetti inseriti nel Piano Triennale dell’Offerta formativa.
Le attività extracurriculari costituiscono attività di arricchimento dell’offerta formativa e sono offerte dalla Scuola agli
studenti che chiedono di parteciparvi.
La realizzazione di questi progetti, finalizzati alla evoluzione fisica e psichica dell’alunno, avviene attraverso
l’utilizzazione delle risorse materiali dell'istituto (laboratori attrezzati, strumentazione, dotazione multimediale e bibliografica, strumentazione generale) e con le risorse umane a disposizione: docenti in possesso di competenze
specifiche e personale A.T.A. che con le loro professionalità concorrono alla realizzazione del pieno sviluppo delle
capacità di ciascun allievo.
L’apporto dell’assistente tecnico si pone in cooperazione con l’attività dei docenti delle varie discipline e con gli
stessi alunni, fornendo ad essi un’informazione selettiva ed una consulenza in itinere, in rapporto alle esigenze di
studio e di ricerca rappresentate. Egli assiste l’utenza nell’approccio a strumenti documentali tradizionali e/o
informatici e in quello con le diverse tipologie di documentazione delle attività svolte, siano essi costituiti da supporti
cartacei, audiovisivi o multimediali.
In raccordo con i docenti che collaborano alla realizzazione dei progetti, fornisce le basi teoriche e pratiche per
affrontare fasi cruciali della ricerca e del problem solving, oltre al concorso nella ricerca, valutazione e selezione di
documenti e fonti pertinenti in rapporto agli obiettivi, tempi e prodotti desiderati.
Inoltre, si adopera alla produzione dei documenti intermedi e finali frutto del lavoro (dvd, filmati, ecc.).
Nell’ambito delle attività di organizzazione e di funzionamento dei laboratori è inserita la competenza degli assistenti
tecnici, i quali prestano servizio secondo un orario di lavoro di n. 36 ore settimanali complessive, articolato in n. 24
ore di assistenza tecnica alle esercitazioni didattiche in compresenza con il docente e n. 12 ore per la manutenzione
e riparazione delle attrezzature tecnico-scientifico del laboratorio cui sono addetti, nonché per la preparazione del
materiale per le esercitazioni.

Assistenti tecnici area informatica (Area AR02)
L’ orario di lavoro degli assistenti tecnici area informatica è di n. 36 ore settimanali complessive, articolato in n. 24 ore
di assistenza tecnica alle esercitazioni didattiche in compresenza con il docente e n. 12 ore per la manutenzione e
riparazione delle attrezzature tecnico-scientifico del laboratorio cui sono addetti, nonché per la preparazione del
materiale per le esercitazioni. Nei periodi di sospensione dell’ attività didattica gli assistenti tecnici verranno utilizzati
in attività di manutenzione del materiale tecnico – scientifico-informatico dei laboratori, officine, reparti di lavorazione
o uffici di loro competenza.
Oltre a tutto quanto sopra specificato gli assistenti tecnici dell’area informatica/grafica provvedono alla manutenzione
e cura anche delle altre attrezzature informatiche dell’Istituto (uffici, aule..) ed effettuano le seguenti attività:
 Pulizia monitor - Almeno 1 volta la settimana o più al bisogno con panno idoneo
 Pulizia tastiere - Almeno 1 volta al mese o più al bisogno con utilizzo di panno idoneo e rimozione della
polvere con aria compressa almeno 1 volta al mese
 Pulizia mouse - Almeno 1 volta la settimana o più al bisogno effettuare rimozione di polvere e residui dal
sistema di rilevazione movimento Controllo stato efficienza delle ciabatte di distribuzione elettrica e civetterie - Periodi di sospensione attività
didattica (festività natalizie, pasquali e vacanze estive)
 Controllo e segnalazione di eventuali interventi di manutenzione per danneggiamenti a suppellettili (sedie,
tavoli, armadi, classificatori, serrature, ecc.) - quotidiana o provvedendo, laddove sia possibile, direttamente
alla manutenzione
 Pulizia case - 2 volte l’anno a giugno/luglio e dicembre/gennaio in concomitanza con le vacanze estive e
natalizie con rimozione della polvere interna alle macchine con aria compressa.
 Pulizia stampanti - 2 volte l’anno a giugno/luglio e dicembre/gennaio in concomitanza con le vacanze estive
e natalizie con aria compressa e panno idoneo
 Manutenzione Hardware - 2 volte l’anno in coincidenza con la pulizia case e stampanti nonché al bisogno
ogni volta si renda necessario a causa di segnalazioni da parte di docenti, alunni o ATA sia verbali che
scritte.
 Manutenzione software - Periodi di sospensione attività didattica (festività natalizie, pasquali e vacanze
estive) nonché al bisogno qualora si verifichino situazioni di necessità (anomalie, malfunzionamenti, virus,
difficoltà di collegamento in rete, ecc.). I computer dovranno essere riformattati durante il periodo estivo e
prima dell’inizio del successivo anno scolastico previo salvataggio dei dati e degli archivi presenti come da
segnalazioni dei docenti. Alla norma generale si devono sottolineare le necessarie atipicità di alcune
strumentazioni che non dovranno essere sottoposte a formattazione se non dopo attenta valutazione (es. pc
segreteria ecc.)
 Riparazione guasti di lieve entità e malfunzionamenti delle strumentazioni - Se rilevate dallo stesso tecnico
responsabile del laboratorio, le riparazioni devono essere effettuate nella giornata stessa
 Riparazione guasti di entità media ma riparabili dal tecnico presente in laboratorio delle strumentazioni - Se
rilevate dallo stesso tecnico responsabile del laboratorio, le riparazioni devono essere effettuate, entro 5
giorni lavorativi dal verificarsi dell’evento. Qualora le riparazioni risultassero maggiormente complesse
rispetto alla prima analisi, il tecnico è tenuto a motivare per iscritto le ragioni del ritardo ed eventualmente
richiedendo l’intervento della ditta esterna.
 Riparazione guasti di elevata complessità delle strumentazioni e/o che richiedono intervento della ditta
esterna incaricata del servizio manutenzione - Gli stessi vanno comunicati immediatamente, comunque
entro la giornata al fine di stabilire modalità e tempistiche di ripristino della situazione di normalità. In attesa
dell’avvenuto ripristino della strumentazione verrà posta la scritta IN RIPARAZIONE sulla postazione di
lavoro dove è stato prelevato il computer guasto. I tempi di riparazione necessariamente varieranno in base
al tipo di danno e dovranno essere annotati dai singoli tecnici allo scopo di valutare al termine dell’anno le
situazioni di maggior sofferenza.
 Controllo che i file presenti in ciascuna macchina siano classificati ordinatamente per ottimizzare e
razionalizzare le risorse del PC - 1 volta alla settimana
 Consegna alla Dirigente della relazione relativa agli interventi di ordinaria e straordinaria manutenzione
effettuati in ciascun laboratorio - Mensilmente, entro il giorno 5 del mese successivo
Legenda
Tipologie di guasti
Lieve entità:
Riparazioni che non necessitano di particolari competenze e di immediata risoluzione. Ad es. inceppamento carta
stampante, cambio toner, riavvio macchine, problemi elettrici dovuti a contatti, cavetterie non efficienti, cambio
lampade proiettori, lavagne luminose, sostituzione di componenti hardware presenti in istituto ecc.
Media entità:
Riparazioni più complesse, che necessitano di competenze tecniche più specifiche e risolvibili sulla base di una
programmazione interna. Ad es. presenza di virus, problemi generali di rete, modifiche alla topologia del laboratorio,
sostituzione di componenti hardware o apparecchiature non presenti in istituto, ecc.
Elevata complessità:
Riparazioni che richiedono una notevole competenza (sistemi audiovisivi, problemi all’hardware o al software non
risolvibili a breve termine dal personale interno) o che per loro tipologia risultano affidate a ditte esterne incaricate del
servizio ad es. fotocopiatori, rilevatore automatico presenze, impianti di allarme, ecc.

Questa è la normativa nota ma, finora, non esistevano i tecnici negli istituti comprensivi e quindi andrebbe riscritta per quei tipi di scuola. In molti comprensivi neanche esiste un laboratorio di informatica quindi il mansionario sarebbe da riscrivere totalmente.


Aggiungo che le normative sono più generiche, questo mi sembra il regolamento interno di un IIS, secondo la mia esperienza ogni IIS si fa il suo in base alle proprie esigenze e pertanto questo non si può applicare interamente senza modifiche agli altri IIS, in particolare andrebbe riscritto di sana pianta per un aggregato di IC.

Hippasos

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 28.09.21

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da Hippasos Mer Set 29, 2021 10:58 am

Annaangelaelvira ha scritto:Il tecnico negli IC è stato pensato in tutta fretta a causa della Pandemia e relativa DAD.
Ovviamente il numero di posti è risicatissimo, anche perché lo è per tutti gli ATA.
Davvero non si capisce perché il ministero abbia chiesto la copertura di tutti i posti vacanti per i docenti ma per meno della metà degli ATA, che comunque erano in numero inferiore e costano molto meno dei docenti.
Io credo che gli AR02 IC dovrebbero organizzarsi come categoria e chiedere l’intervento dei sindacati a livello contrattuale, perché è ovvio che abbiano caratteristiche e problematiche diverse dai colleghi.
Il contratto dovrebbe affrontare i problemi relativi alla “migrazione” da una scuola all’altra, riguardo i tempi, i mezzi, le spese, l’assicurazione, …
Detto questo io esigerei dalla scuola un compenso per gli spostamenti che copra almeno la benzina, altrimenti mi muoverei a piedi e coi mezzi pubblici, coi tempi biblici che questo comporterebbe in provincia (in realtà anche in città muoversi in autobus non è velocissimo), e pretendendo il rimborso dei biglietti.
Ma a monte occorre comunque interessare i sindacati tutti, perché le azioni singole logicamente non sono efficaci quanto quelle collettive.

Condivido, siamo solo 1000, non dovrebbe essere difficile almeno raggrupparsi online.
Ti andrebbe di dire in che provincia stai e quanti sono gli IC che gestisci?

Hippasos

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 28.09.21

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da tecnico Mer Set 29, 2021 1:02 pm

Hippasos ha scritto:
tecnico ha scritto:Proposta di incremento Assistenti Tecnici primo ciclo al fine di prestare un servizio migliore

Oggi un Assistente Tecnico informatico del primo ciclo si occupa in media di n. 6 Istituti Comprensivi.

Vorrei proporre che nella prossima Legge di Bilancio 2022 ci sia la possibilità di incrementare ancora la dotazione  organica degli assistenti tecnici del primo ciclo (già iniziata con la legge di bilancio 2021) di n. 1000 o più unitá.

Se ci fosse un ulteriore incremento di organico (di almeno 1000 unità) l'Assistente Tecnico informatico si occuperebbe di 3 istituti comprensivi anzichè 6.

Grazie mille


Buongiorno,

come hai trovato la media di 6 IC per Tecnico? Per caso hai accesso hai dati di tutte le scuole Polo d'Italia?


No. Facevo un esempio in generale.

tecnico

Messaggi : 311
Data d'iscrizione : 08.10.10

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da Theking Mer Set 29, 2021 3:56 pm

Con che tipo Diploma di AT si può essere convocati in terza fascia nelle scuole IC ? io sono inserito con una sola scuola come AT in terza fascia.
Theking
Theking

Messaggi : 225
Data d'iscrizione : 20.09.11
Località : Italia

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da Claudio32 Gio Set 30, 2021 8:24 am

Perito informatico, elettronico... il profilo è AR02

Claudio32

Messaggi : 142
Data d'iscrizione : 26.03.19

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty AT COMPRENSIVI

Messaggio Da spinella Ven Ott 01, 2021 1:41 pm

Buon giorno , anche io quest'anno ho preso il ruolo in un comprensivo, una pazzia assurda .
Praticamente ho 8 comprensivi da gestire , anche se ho fatto un calendario su due turni su 10 giorni scolastici con 8 scuole da gestire è un caos e sincermante non si lavora bene affatto .
Spero che integrano qualche altro posto , perchè così è assurdo e si lavora male.

spinella

Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 01.10.21

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da Claudio32 Ven Ott 01, 2021 2:05 pm

spinella ha scritto:Buon giorno , anche io quest'anno ho preso il ruolo in un comprensivo, una pazzia assurda .
Praticamente ho 8 comprensivi da gestire , anche se ho fatto un calendario su  due turni  su 10 giorni scolastici con 8 scuole da gestire è un caos e sincermante non si lavora bene affatto .
Spero che integrano qualche altro posto , perchè così è assurdo e si lavora male.

Che provincia sei? Solo per capire se la situazione è la medesima in tutta Italia ma credo di si. Assurdo davvero

Claudio32

Messaggi : 142
Data d'iscrizione : 26.03.19

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da spinella Ven Ott 01, 2021 2:12 pm

Lavoro nella provincia di verbania , c'era un altro posto , che hanno assegnato dalla 3° fascia che aveva 15 comprensivi , assudo

spinella

Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 01.10.21

Torna in alto Andare in basso

AT nei comprensivi. Così serve a poco Empty Re: AT nei comprensivi. Così serve a poco

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Successivo

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.