Come gestire gli atti violenti Contatti27
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Come gestire gli atti violenti

+4
saracinesca
carla75
Ellie*
Scuola70
8 partecipanti

Andare in basso

Come gestire gli atti violenti Empty Come gestire gli atti violenti

Messaggio Da Ellie* Mar Set 21, 2021 6:18 pm

Vi è mai capitato un bambino o ragazzo disabile violento?
Quando e come scaturivano i suoi atti aggressivi?
Come reagivate e gestivate la situazione?

Credo che a chiunque lavori sul sostegno da qualche anno sia capitato almeno un caso "da paura" (magari proprio i primissimi anni) o se non direttamente nella scuole frequentata c'era sicuramente il classico caso disperato, di quelli che mandano all'ospedale qualche collega.

Ellie*

Messaggi : 583
Data d'iscrizione : 02.12.17

Torna in alto Andare in basso

Come gestire gli atti violenti Empty Re: Come gestire gli atti violenti

Messaggio Da Scuola70 Mar Set 21, 2021 6:35 pm

Se l'insegnante di sostegno viene mandata all'ospedale dal bambino significa che NON è idonea a fare il mestiere che fa, punto. Infatti significa che l'insegnante ha messo in atto delle azioni controproducenti che scatenano le crisi del bambino e che quindi è ignorante, nel senso proprio che ignora le metodologie giuste per approcciarsi all'alunno con handicap e questo è segno di mancanza di idoneità alla funzione professionale. Gli insegnanti di sostegno di oggi non sono formati, sono insegnanti che prima erano curricolari ed insegnava una disciplina, solo successivamente sono diventati insegnanti di sostegno, ma il docente di sostegno deve avere competenze anche di tipo psicologico e nozioni mediche, deve conoscere come agire per ogni tipo di disabilità e quali strategie adottare. Ogni azione e reazione del ragazzo con handicap ha un motivo ben preciso che va scoperto e bisogna evitare quello che scatena le crisi. Molti anni fa ho assistito ad una scena in cui un'insegnante di sostegno insisteva a toccare con gesti di incoraggiamento un alunno che rifiutava il contatto fisico in quanto autistico, l'alunno le ruppe gli occhiali in una crisi e le tirò i capelli, ecco, in questo caso si trattava di grave ignoranza ma anche proprio di imperizia, poiché l'insegnante sapeva benissimo che l'alunno rifiutava il contatto e nonostante tutto si comportava come si agisce con un ragazzo senza quella problematica.

Scuola70

Messaggi : 1361
Data d'iscrizione : 28.02.14

Torna in alto Andare in basso

Come gestire gli atti violenti Empty Re: Come gestire gli atti violenti

Messaggio Da Ellie* Mar Set 21, 2021 6:44 pm

Vabbè non necessariamente mandano all'ospedale l'insegnante di sostegno, talvolta anche il curricolare se è meno agile di quello di sostegno!
Comunque siete liberi di esprimere le vostre esperienze, ci mancherebbe, ho chiesto apposta, però vorrei limitare il tono giudicante.

Ellie*

Messaggi : 583
Data d'iscrizione : 02.12.17

Torna in alto Andare in basso

Come gestire gli atti violenti Empty Re: Come gestire gli atti violenti

Messaggio Da carla75 Mar Set 21, 2021 7:32 pm

Scuola70 ha scritto:Se l'insegnante di sostegno viene mandata all'ospedale dal bambino significa che NON è idonea a fare il mestiere che fa, punto. Infatti significa che l'insegnante ha messo in atto delle azioni controproducenti che scatenano le crisi del bambino e che quindi è ignorante, nel senso proprio che ignora le metodologie giuste per approcciarsi all'alunno con handicap e questo è segno di mancanza di idoneità alla funzione professionale. Gli insegnanti di sostegno di oggi non sono formati, sono insegnanti che prima erano curricolari ed insegnava una disciplina, solo successivamente sono diventati insegnanti di sostegno, ma il docente di sostegno deve avere competenze anche di tipo psicologico e nozioni mediche, deve conoscere come agire per ogni tipo di disabilità e quali strategie adottare. Ogni azione e reazione del ragazzo con handicap ha un motivo ben preciso che va scoperto e bisogna evitare quello che scatena le crisi.  Molti anni fa ho assistito ad una scena in cui un'insegnante di sostegno insisteva a toccare con gesti di incoraggiamento un alunno che rifiutava il contatto fisico in quanto autistico, l'alunno le ruppe gli occhiali in una crisi e le tirò i capelli, ecco, in questo caso si trattava di grave ignoranza ma anche proprio di imperizia, poiché l'insegnante sapeva benissimo che l'alunno rifiutava il contatto e nonostante tutto si comportava come si agisce con un ragazzo senza quella problematica.
Sei sicura? Una volta una collega è stata aggredita da un ragazzo autistico perché aveva fatto la coda ai capelli. Abbiamo scoperto così che lui non lo sopportava, ma non stava scritto da nessuna parte. Un'altra ragazza non sopportava vedere dei libri messi in un ordine diverso da quello visto il giorno prima. quando passava per il corridoio e si accorgeva che un vocabolario era stato spostato andava su tutte le furie. Un altro alunno improvvisamente inizio' a strappare tutti i libri e i quaderni di professori e compagni. scoprimmo dopo che l'educatore del centro lo utilizzava come strumento di decompressione. Tu saresti in grado di gestire qualsiasi variabile , anche quelle che non conosci?
carla75
carla75

Messaggi : 5499
Data d'iscrizione : 26.10.10

Torna in alto Andare in basso

Come gestire gli atti violenti Empty Re: Come gestire gli atti violenti

Messaggio Da Ellie* Mer Set 22, 2021 7:45 am

Carla infatti la questione è ben più complessa.
Innanzitutto non si sa sempre in che modo la famiglia si relaziona al ragazzo/bambino.
Se ad esempio ha risposto con aggressività alle crisi del figlio, è possibile che questo sviluppi a sua volta atteggiamenti aggressivi eterodiretti (e/o autodiretti).
Dico famiglia e non educatori perché nel caso dell'educatore se viene fuori può essere allontanato, invece capite che la situazione nel caso della famiglia è ben più complessa.

So anche di esperti (psicologi ad esempio) che hanno passato la loro ora di visita di controllo a prendere solo schiaffi e sputi lol
Quindi non parliamo di insegnanti improvvisati, anzi, se hai a che fare con la disabilità sai già che un po' di lividi ce li devi mettere in conto.

Non per niente c'è il rischio biologico accentuato in gravidanza per l'insegnante di sostegno e ti mandano in maternità quanto prima.

Ellie*

Messaggi : 583
Data d'iscrizione : 02.12.17

Torna in alto Andare in basso

Come gestire gli atti violenti Empty Re: Come gestire gli atti violenti

Messaggio Da saracinesca Mer Set 22, 2021 3:37 pm

Scuola70 ha scritto:Se l'insegnante di sostegno viene mandata all'ospedale dal bambino significa che NON è idonea a fare il mestiere che fa, punto. Infatti significa che l'insegnante ha messo in atto delle azioni controproducenti che scatenano le crisi del bambino e che quindi è ignorante, nel senso proprio che ignora le metodologie giuste per approcciarsi all'alunno con handicap e questo è segno di mancanza di idoneità alla funzione professionale. Gli insegnanti di sostegno di oggi non sono formati, sono insegnanti che prima erano curricolari ed insegnava una disciplina, solo successivamente sono diventati insegnanti di sostegno, ma il docente di sostegno deve avere competenze anche di tipo psicologico e nozioni mediche, deve conoscere come agire per ogni tipo di disabilità e quali strategie adottare. Ogni azione e reazione del ragazzo con handicap ha un motivo ben preciso che va scoperto e bisogna evitare quello che scatena le crisi.  Molti anni fa ho assistito ad una scena in cui un'insegnante di sostegno insisteva a toccare con gesti di incoraggiamento un alunno che rifiutava il contatto fisico in quanto autistico, l'alunno le ruppe gli occhiali in una crisi e le tirò i capelli, ecco, in questo caso si trattava di grave ignoranza ma anche proprio di imperizia, poiché l'insegnante sapeva benissimo che l'alunno rifiutava il contatto e nonostante tutto si comportava come si agisce con un ragazzo senza quella problematica.

Speriamo sempre di trovare colleghi infallibili come te allora!

saracinesca

Messaggi : 169
Data d'iscrizione : 25.09.15

Torna in alto Andare in basso

Come gestire gli atti violenti Empty Re: Come gestire gli atti violenti

Messaggio Da Scuola70 Mer Set 22, 2021 5:29 pm

Non dico affatto di essere infallibile e non lo pretendo neanche, (sono insegnante curricolare e non di sostegno tra l'altro....), ma ciò che obiettivamente vedo e non si può negare è il fatto che molti docenti di sostegno hanno avuto una scarsa preparazione per il compito molto delicato che si trovavano ad affrontare, e sono insegnanti che prima erano curricolari ed insegnavano una disciplina specifica (spesso tecnologia, musica, arte, ecc.); ora, è già complicato e difficile gestire per vari motivi una classe di alunni per le notevoli problematiche presenti (BES, DSA, stranieri, ecc.), se poi il docente, sia pure in un rapporto uno ad uno, deve avere a che fare con disabilità gravi, il tutto è sicuramente più complicato e delicato.

Scuola70

Messaggi : 1361
Data d'iscrizione : 28.02.14

Torna in alto Andare in basso

Come gestire gli atti violenti Empty Re: Come gestire gli atti violenti

Messaggio Da saracinesca Mer Set 22, 2021 6:34 pm

Non capisco cosa c'entra il fatto che gli insegnanti di sostegno fossero curriculari, dal momento che per sostegno non esiste un percorso ad hoc, salvo il tfa che non dà un attestato di onniscienza considerando anche la varietà delle disabilità. Sul fatto che molti insegnanti si improvvisino sono d'accordo, ma la colpa principale è del MIUR. Quello su cui non concordo è il tuo bollare come incapace un docente che verrebbe picchiato da un alunno. Evidentemente hai una visione molto ristretta o ti è sempre andata bene.

saracinesca

Messaggi : 169
Data d'iscrizione : 25.09.15

Torna in alto Andare in basso

Come gestire gli atti violenti Empty Re: Come gestire gli atti violenti

Messaggio Da Blizzard Mer Set 22, 2021 8:12 pm

Scuola70 ha scritto:Se l'insegnante di sostegno viene mandata all'ospedale dal bambino significa che NON è idonea a fare il mestiere che fa, punto.

È il ministero ad assegnare incarichi di Sostegno a personale NON abilitato e che nemmeno ha intenzione di fare quella carriera, quindi è responsabile di mandare personale non idoneo pur di tappare i buchi.
Non si può biasimare chi, pur non avendo la minima formazione, cerca di fare del suo meglio.

Blizzard

Messaggi : 134
Data d'iscrizione : 30.08.14

Torna in alto Andare in basso

Come gestire gli atti violenti Empty Re: Come gestire gli atti violenti

Messaggio Da Carmen80 Sab Ott 02, 2021 9:27 pm

Ellie* ha scritto:Vi è mai capitato un bambino o ragazzo disabile violento?
Quando e come scaturivano i suoi atti aggressivi?
Come reagivate e gestivate la situazione?

Credo che a chiunque lavori sul sostegno da qualche anno sia capitato almeno un caso "da paura" (magari proprio i primissimi anni) o se non direttamente nella scuole frequentata c'era sicuramente il classico caso disperato, di quelli che mandano all'ospedale qualche collega.

Diversi anni fa, una collega di sostegno , nel tentativo di far uscire dal bagno un alunno (la cui famiglia aveva fatto interrompere la terapia farmacologica, senza avvisare la scuola), semplicemente parlando con calma, si ritrovò con il setto nasale rotto perché l'alunno iniziò ad aprire e chiudere violentemente e rapidamente la porta. Credo che dovrebbero pensare a delle forme di tutela per i docenti , a fronte, ovvio, di una preparazione adeguata.

Carmen80

Messaggi : 445
Data d'iscrizione : 03.11.10

Torna in alto Andare in basso

Come gestire gli atti violenti Empty Re: Come gestire gli atti violenti

Messaggio Da Ellie* Sab Ott 02, 2021 9:50 pm

Poi come è finita, Carmen? L'alunno si è calmato da solo? Il docente è stato assistito da qualcuno e soccorso?

Ellie*

Messaggi : 583
Data d'iscrizione : 02.12.17

Torna in alto Andare in basso

Come gestire gli atti violenti Empty Re: Come gestire gli atti violenti

Messaggio Da Carmen80 Gio Ott 14, 2021 9:28 pm

Ellie* ha scritto:Poi come è finita, Carmen? L'alunno si è calmato da solo? Il docente è stato assistito da qualcuno e soccorso?

Hanno chiamato l'ambulanza per la docente e, di conseguenza, è partita la segnalazione della situazione al tribunale dei minori. La famiglia è stata convocata , ascoltata e , alla fine, convinta a riprendere la terapia farmacologica al ragazzo e ad una riduzione oraria di permanenza a scuola , a fronte di attività laboratoriali che ha iniziato a svolgere, presso un'associazione che ha lavorato in 'tandem' con il consiglio di classe. La collega, con il setto nasale frantumato, è stata quasi ferma per 3 mesi, maturando dei punti per causa di servizio (dei quali avrebbe sicuramente fatto a meno).

Carmen80

Messaggi : 445
Data d'iscrizione : 03.11.10

Torna in alto Andare in basso

Come gestire gli atti violenti Empty Re: Come gestire gli atti violenti

Messaggio Da Ellie* Ven Ott 15, 2021 7:09 am

Comunque sto pensando che di solito un protocollo di gestione dei comportamenti violenti è non avvicinarsi a chi è in modalità aggressiva.
Nel caso della tua collega invece era inaspettato e imprevedibile, visto che non poteva neppure vedere l'alunno.
In ogni caso noi docenti non siamo formati affatto a gestire questi comportamenti violenti.
L'alunno ha disabilità gravi oppure unicamente disturbi del comportamento?

Ellie*

Messaggi : 583
Data d'iscrizione : 02.12.17

Torna in alto Andare in basso

Come gestire gli atti violenti Empty Re: Come gestire gli atti violenti

Messaggio Da amy6 Ven Ott 15, 2021 1:29 pm

Dire che un insegnante è incompetente perché l'alunno mette in atto atteggiamenti aggressivi e violenti è davvero assurdo. E, sinceramente, nessun corso di laurea prepara ad affrontare atti violenti soprattutto se sono improvvisi. Considerando anche che non sempre si conosce a fondo l'alunno, in alcune scuole si inzia a lavorare e dopo molto tempo si ha la diagnosi, il confronto con i medici che lo seguono e addirittura con la famiglia

amy6

Messaggi : 137
Data d'iscrizione : 25.10.09

Torna in alto Andare in basso

Come gestire gli atti violenti Empty Re: Come gestire gli atti violenti

Messaggio Da Ire Dom Ott 17, 2021 8:02 am

Vorrei far presente che in questo momento io non sto assolutamente criticando le capacità di checchessia sto semplicemente dicendo che la procedura illustrata dai per no ma non mi sembra fattibile e se è stata fatta è un abuso

Ire

Messaggi : 10627
Data d'iscrizione : 02.10.10

http://www.dis-tranoi.it/forum

Torna in alto Andare in basso

Come gestire gli atti violenti Empty Re: Come gestire gli atti violenti

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.