"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Contatti27
Ultimi argomenti attivi
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

+7
lucetta10
stringiamciacoorte
balanzone21
baustelle
Gattopardo1945
sempreconfusa1
franco71
11 partecipanti

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo

Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da herman il lattoniere Ven Nov 05, 2021 4:51 pm

Promemoria primo messaggio :

Riporto alcuni passaggi significativi

Il primo contributo è l'editoriale di Giulia Soccorsi, LOGOPEDISTA

"Venire a conoscenza di una petizione per abolire le prove scritte ha destato in me, logopedista, alcune domande" "Scrivere è un atto creativo, per realizzare il quale, bisogna coniugare competenze visuo-grafo-motorie con contenuti del pensiero"
"La scrittura, a differenza del linguaggio articolato, viene appresa, non acquisita naturalmente dal bambino... e necessita di grande esercitazione e tempi lunghi... Imparare a scrivere è un percorso lungo e complesso che richiede molto allenamento, cui è necessario dedicarsi già dall'asilo nido e dalla scuola dell'infanzia, facendo sperimentare ai bambini gesti, manipolazioni e movimenti che serviranno, più avanti, a coordinare l'occhio con la mano e il pensiero. Dove queste esperienze risultano mancanti, in particolare nella scuola primaria, le difficoltà che ne seguono possono possono sfociare nei disturbi specifici dell'apprendimento".
"Attualmente i dati rilevano la presenza di una diagnosi di DSA nel 3,2% della popolazione scolastica (scuola pubblica)... Ma ci sono davvero così tanti alunni con disturbi di apprendimento fin dalla scuola primaria? O non stiamo piuttosto assistendo a un processo di medicalizzazione dei bambini che "restano indietro" negli apprendimenti perché si intravede, nel perseguire la strada dell'assistenza sanitaria, un accessibile supporto alla pluri-depauperata istituzione scolastica?"
"Di fronte alle prime difficoltà di acquisizione della scrittura sarebbe opportuno non arrendersi, cedendo alla facile soluzione di sostituire il gesto visuo-grafico-motorio con un dispositivo digitale, ma insistere, affinché questi alunni non perdano la possibilità di tracciare linee su foglio, esprimendo autonomamente il loro pensiero, portatori di una calligrafia originale"
"Come auspicato il 7 ottobre scorso dagli esperti durante il convegno 2021 dell'Associazione italiana disgrafie ("scrivere ancora a mano nel terzo millennio") prima di inserire questi bambini e ragazzi in un circuito sanitario abilitativo, con approfondimenti diagnostici ed eventuale diagnosi, bisognerebbe consentire loro di affrontare un periodo di potenziamento didattico-pedagogico, allo scopo di favorire l'inclusione scolastica e ridurre i falsi positivi con il progredire dell'età"
"gli insegnanti italiani... da decenni affrontano la dequalificazione della scuola pubblica. In ambito didattico-pedagogico è ormai assodata l'importanza della relazione nel processo di insegnamento-apprendimento... E compito di noi adulti mettere in condizione bambini e ragazzi di poter affrontare le prove della vita nel modo più adeguato possibile, fin dalla tenera età"

Noemi Ghetti "Il diritto di saper scrivere"
"... una petizione di studenti chiede al ministro Bianchi la soppressione delle prove scritte, per continuare con la prassi sperimentata durante l'emergenza pandemica: un maxi colloqui orale sulla base di una tesina elaborata dallo studente"
"La petizione ha superato le 25mila firme... lo spettro della fatidica prima prova preoccupa gli studenti più del solito a causa della formazione difettosa, che il testo impietosamente rivela [il testo della petizione è goffo, involuto e di scarsa correttezza morfosintattica, NdR]..."
"Una dirigente scolastica [Laura Biancato, NdR] aderisce alla petizione e avanza numerose critiche alla prova scritta di italiano, ricordando che la vetusta struttura dell'esame risale al 1923... e gli insegnanti ne sono i primi responsabili"
"Oggi per trovare un lavoro, dichiara, occorre saper usare bene il linguaggio dei social, e saper scrivere una lettera motivazionale. La scuola non accoglie più solo certe categoria di studenti, è ormai di massa... la dirigente auspica non solo un mantenimento della discriminazione gentiliana tra licei che aprono la strada all'università e scuole tecniche professionali di avviamento al lavoro... per le classi subalterni, ma mira a un appiattimento generale sui livelli più bassi, a un sapere sempre più acritico, tecnicizzato e asservito ai diktat dell'economia"
"L'attacco alla scuola pubblica italiana e al diritto costituzionale all'istruzione, che solo apre l'accesso all'ascensore sociale, si rinnova"

herman il lattoniere

Messaggi : 1165
Data d'iscrizione : 15.11.17

Torna in alto Andare in basso


"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da saracinesca Sab Nov 06, 2021 2:31 pm

Purtroppo lo studio è accreditato... È stata la prima cosa che ho controllato, dal momento che mai mi sembrava impossibile che un documento del genere potesse essere preso anche solo lontanamente in considerazione.

saracinesca

Messaggi : 210
Data d'iscrizione : 25.09.15

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da paniscus_2.1 Sab Nov 06, 2021 2:39 pm

e quali sarebbero le moitvazioni addotte in questi certificati? Cioè, con quale arrampicata sugli specchi carpiata divergente arrivano a formulare la conclusione : "il ragazzo non ha nessun disturbo, ma dovete fargli il PDP lo stesso e dargli esattamente tutti gli stessi strumenti che dareste a qualcuno che il disturbo ce l'ha" ?

paniscus_2.1

Messaggi : 4582
Data d'iscrizione : 31.10.17

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da herman il lattoniere Sab Nov 06, 2021 2:44 pm

sì ma la definizione di BES non spetta al medico, ma al consiglio di classe; secondo normativa quest'ultimo può valutare autonomamente se sia il caso di preparare un PDP oppure no.
Se lo studio medico sollecita un pdp x bes e non emette una diagnosi per DSA evidentemente è perché non c'è una componente di disturbi specifici dell'apprendimento, ma che ha riscontrato un "disturbo evolutivo specifico" come ADHD, borderline cognitivo, deficit del linguaggio, disturbi della sfera emozionale, quadri depressivi e ansiosi e simili.
Si tratta dei casi più spinosi, perché a differenza dei DSA propriamente detti sono difficilmente trattabili attraverso strumenti compensativi, mentre le misure dispensative fino a un certo punto funzionano, ma poi diventano misure deprivative. L'unica cosa da fare è facilitare al massimo linguaggio e prove per borderline e adhd e programmare verifiche e interrogazioni, ovviamente semplificate, per i disturbi della sfera emozionale.

herman il lattoniere

Messaggi : 1165
Data d'iscrizione : 15.11.17

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da saracinesca Sab Nov 06, 2021 2:44 pm

Nessuno. C'è solo un vago richiamo alla direttiva BES del 2012, quasi a giustificare che, se i ragazzi sono giunti da loro, un problema ci deve per forza essere.
Questa cosa mi ha lasciata veramente allibita. Mai vista una roba del genere.

saracinesca

Messaggi : 210
Data d'iscrizione : 25.09.15

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da saracinesca Sab Nov 06, 2021 2:49 pm

herman il lattoniere ha scritto:sì ma la definizione di BES non spetta al medico, ma al consiglio di classe; secondo normativa quest'ultimo può valutare autonomamente se sia il caso di preparare un PDP oppure no.
Se lo studio medico sollecita un pdp x bes e non emette una diagnosi per DSA evidentemente è perché non c'è una componente di disturbi specifici dell'apprendimento, ma che ha riscontrato un "disturbo evolutivo specifico" come ADHD, borderline cognitivo, deficit del linguaggio, disturbi della sfera emozionale, quadri depressivi e ansiosi e simili.
Si tratta dei casi più spinosi, perché a differenza dei DSA propriamente detti sono difficilmente trattabili attraverso strumenti compensativi, mentre le misure dispensative fino a un certo punto funzionano, ma poi diventano misure deprivative. L'unica cosa da fare è facilitare al massimo linguaggio e prove per borderline e adhd e programmare verifiche e interrogazioni, ovviamente semplificate, per i disturbi della sfera emozionale.

Il problema è proprio questo: nel documento c'è scritto nero su bianco che non si riscontrano DSA, ADHD, né ritardi cognitivi.
Vi giuro che mi piacerebbe postarvela perché è una vera e propria assurdità.

saracinesca

Messaggi : 210
Data d'iscrizione : 25.09.15

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da herman il lattoniere Sab Nov 06, 2021 2:52 pm

in questi casi non c'è alcun obbligo di preparare un pdp. Piuttosto vedete come sono questi ragazzi, se sono disastrosi comunque qualcosa dovete prevedere, se sono normali o bravi il pdp non ha motivo di essere. In questi ultimi due casi la normativa vi aiuta: scrivete alla famiglia che ai sensi della legge 170 e delle linee guida allegate, nonché ai sensi della legge 53/2003 saranno adottate misure personalizzate decise dai singoli docenti e un piano didattico personalizzato.

herman il lattoniere

Messaggi : 1165
Data d'iscrizione : 15.11.17

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da saracinesca Sab Nov 06, 2021 3:07 pm

I ragazzi sono abbastanza bravi, non eccellenti ma in genere non corrono il rischio di avere insufficienze.
Il problema non è tanto il come procedere, ma che arrivino documenti del genere che mettono pressione sui docenti. Perché sappiamo tutti benissimo che, al primo problema, la famiglia dirà: sulla diagnosi c'è scritto di fare il PDP e voi non l'avete fatto. I docenti e la dirigenza avranno abbastanza fegato di essere compatti ed opporsi comunque per il bene del ragazzo? Per la mia breve esperienza no.

saracinesca

Messaggi : 210
Data d'iscrizione : 25.09.15

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da paniscus_2.1 Sab Nov 06, 2021 3:14 pm

herman il lattoniere ha scritto:in questi casi non c'è alcun obbligo di preparare un pdp. Piuttosto vedete come sono questi ragazzi, se sono disastrosi comunque qualcosa dovete prevedere,

Ma anche questo concetto è assolutamente discutibile: se NON C'E' nessuna diagnosi di anomalia di alcun genere (e non ci sono nemmeno motivazioni legate alla lingua o alla provenienza sociale), ma il ragazzo ottiene risultati disastrosi comunque, perché mai si dovrebbe automaticamente prevedere un protocollo speciale? Non può essere, semplicemente, che ottenga risultati disastrosi solo per scarso impegno?

Non si può arrivare ad accettare il principio che qualunque insuccesso scolastico è di per sé un BES.

paniscus_2.1

Messaggi : 4582
Data d'iscrizione : 31.10.17

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da paniscus_2.1 Sab Nov 06, 2021 3:17 pm

saracinesca ha scritto:I ragazzi sono abbastanza bravi, non eccellenti ma in genere non corrono il rischio di avere insufficienze.

E allora perché li hanno portati a fare accertamenti, se non avevano nessun problema scolastico serio?

Forse perché prendevano solo 6 o 7 invece che 10, e si pensa che questo sia spiegabile solo con un BES, perché altrimenti tutti dovrebbero avere diritto al 9 o al 10?

paniscus_2.1

Messaggi : 4582
Data d'iscrizione : 31.10.17

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da baustelle Sab Nov 06, 2021 3:26 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
saracinesca ha scritto:I ragazzi sono abbastanza bravi, non eccellenti ma in genere non corrono il rischio di avere insufficienze.

E allora perché li hanno portati a fare accertamenti, se non avevano nessun problema scolastico serio?

Forse perché prendevano solo 6 o 7 invece che 10, e si pensa che questo sia spiegabile solo con un BES, perché altrimenti tutti dovrebbero avere diritto al 9 o al 10?

Guarda, la mia impressione è che non si accetti più la possibilità di avere dei limiti. Si pretendono voti buoni in tutte le materie, se una o due risultano più difficili da studiare (come è accaduto da sempre a tutti noi) si sospetta qualche problema. Non si tiene in considerazione la possibilità che a ciò che risulta più ostico basterebbe forse dedicare un po' più di tempo (sia mai!).

baustelle

Messaggi : 1540
Data d'iscrizione : 24.08.10

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da saracinesca Sab Nov 06, 2021 3:31 pm

Credo che per alcuni si sospettasse o addirittura si sperasse un Adhd per "giustificare" certi comportamenti. Sono però supposizioni, dal momento che non ho potuto confrontarmi con i miei predecessori causa pensionamenti.

saracinesca

Messaggi : 210
Data d'iscrizione : 25.09.15

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da baustelle Sab Nov 06, 2021 3:35 pm

Nella mia seconda di quest'anno (che l'anno scorso non avevo) ho un ragazzo col sostegno e 8 tra BES e dsa. Una ragazza non dsa che ha preso 5 e mezzo a un'interrogazione di storia ci ha tenuto a venirmi a dire in privato che lei è stata abituata alle medie a essere interrogata sempre su poche pagine e quindi riscontra ora problemi alle superiori per questo motivo, come se io dovessi in qualche modo avere un occhio di riguardo per questa sua situazione.
Il padre di un ragazzo dsa (che non va nemmeno male) mi ha scritto chiedendomi di consigliargli dove trovare mappe e schemi. Il libro di testo ne è pieno, e nel libro digitale ci sono pure i file audio delle lezioni e dei video riassuntivi. Gli ho detto che basta sfruttare quelle risorse e non importa andare a cercare altrove ma la sensazione in entrambi i casi è che ci si aspetta che ci possa essere la soluzione miracolosa, che risolve tutto senza sforzo.


Ultima modifica di baustelle il Sab Nov 06, 2021 3:36 pm - modificato 1 volta.

baustelle

Messaggi : 1540
Data d'iscrizione : 24.08.10

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da herman il lattoniere Sab Nov 06, 2021 3:36 pm

non lo so, nella diagnosi qualcosa avranno scritto... dubito che i medici abbiano dichiarato che il ragazzo tal dei tali è assolutamente nella norma sotto i profili cognitivo ed emozionale, ma lo stesso necessiti di pdp... riguardo all'impegno è un aspetto che solo i docenti dell'alunno possono valutare.
In ogni caso, come da normativa, la decisione è discrezionale e di stretta competenza della scuola attraverso il consiglio di classe.

herman il lattoniere

Messaggi : 1165
Data d'iscrizione : 15.11.17

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da herman il lattoniere Sab Nov 06, 2021 3:45 pm

baustelle ha scritto:Nella mia seconda di quest'anno (che l'anno scorso non avevo) ho un ragazzo col sostegno e 8 tra BES e dsa. Una ragazza non dsa che ha preso 5 e mezzo a un'interrogazione di storia ci ha tenuto a venirmi a dire in privato che lei è stata abituata alle medie a essere interrogata sempre su poche pagine e quindi riscontra ora problemi alle superiori per questo motivo, come se io dovessi in qualche modo avere un occhio di riguardo per questa sua situazione.
Il padre di un ragazzo dsa (che non va nemmeno male) mi ha scritto chiedendomi di consigliargli dove trovare mappe e schemi. Il libro di testo ne è pieno, e nel libro digitale ci sono pure i file audio delle lezioni e dei video riassuntivi. Gli ho detto che basta sfruttare quelle risorse e non importa andare a cercare altrove ma la sensazione in entrambi i casi è che ci si aspetta che ci possa essere la soluzione miracolosa, che risolve tutto senza sforzo.

Il problema è il largo e generalizzato uso di riduzioni, semplificazioni e schemi, che come consigliato da qualche espertone da qualche anno vanno estesi a tutta la classe: agli alunni con DSA, con BES, agli alunni non bes che incontrino una qualunque difficoltà. Il risultato è una sistematica riduzione che si traduce in una sistematica deprivazione di apprendimenti, che ormai è un dato generazionale e non più categoriale. La crociata contro le nozioni in salsa inclusiva è ormai diventata senza infingimenti una crociata contro gli apprendimenti tout-court, per cui le venti pagine di storia, magari spiegate con dovizia in due o tre lezioni, vengono viste come un'inutile tortura inflitta ai ragazzi. Il risultato è che gli studenti anno dopo anno perdono capacità di lettura, di comprensione del testo, di scrittura, oltre ovviamente alla povertà di contenuti appresi, alla perdita di memoria e al drastico decadimento della soglia di attenzione.
Non va però dimenticato che oltre allo studente potenzialmente bravo che sbaglia le H, le maiuscole, che fonde parole e oltre allo studente che ha lavorato su test a crocette e pappette pronte di ogni tipo, ci sono studenti che hanno reali compromissioni delle facoltà cognitive che finiscono nel calderone della 170 anziché nel sostegno.

herman il lattoniere

Messaggi : 1165
Data d'iscrizione : 15.11.17

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da lucetta10 Sab Nov 06, 2021 4:11 pm

baustelle ha scritto:Nella mia seconda di quest'anno (che l'anno scorso non avevo) ho un ragazzo col sostegno e 8 tra BES e dsa. Una ragazza non dsa che ha preso 5 e mezzo a un'interrogazione di storia ci ha tenuto a venirmi a dire in privato che lei è stata abituata alle medie a essere interrogata sempre su poche pagine e quindi riscontra ora problemi alle superiori per questo motivo, come se io dovessi in qualche modo avere un occhio di riguardo per questa sua situazione.

e su questo non ho motivo di dubitare... è ormai invalsa l'abitudine di moltiplicare le verifiche in itinere a discapito di quelle sommative, per cui non solo i ragazzi non acquisiscono la capacità di studiare più pagine, ma, per la storia in particolare, nemmeno una visione di insieme dei fenomeni.
D'altra parte il modello dei crediti formativi all'università non propone lo stesso spezzettamento nelle parti che non danno l'intero?

lucetta10

Messaggi : 9908
Data d'iscrizione : 17.01.12

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da Ciccio.8 Sab Nov 06, 2021 4:13 pm

lucetta10 ha scritto:
.........
Il caso di disortografia, almeno quella grave, presenta enormi problemi non solo per il disturbo in sé, ma anche per la valutazione di una prova scritta. La letteratura vuole che non esista compromissione della sfera del contenuto, che l'ideazione del testo non subisca alcun condizionamento a causa del disturbo. Di nuovo si considerano forma e contenuto come sfere diverse che non si condizionano a vicenda, una cosa di cui neuropsichiatri e terapeuti sono pregiudizialmente convinti.
La mia esperienza è invece che la disortografia comprometta, e anche seriamente, la sfera dell'ideazione e organizzazione del contenuto. L'alunno disortografico costruisce testi elementari anche dal punto di vista del contenuto, se non li riduce all'indispensabile crea testi spesso poco coerenti dal punto di vista sintattico ma anche logico.
Lungi da me il suggerire anche in questi casi una dispensa, ma certo le belle parole sul dare la possibilità di attingere alla forma scritta a a tutti nascondono poi una difficoltà che è enorme per i ragazzi e che rappresenta un grosso problema per la valutazione. Pensare che si risolva scrivendo sul pdp che si valuterà il contenuto anzichè la forma non affronta correttamente il problema e anzi lo nasconde sotto al tappeto.

Figurati che io questo lo estendo anche alla cacografia.
Non pretendo (come risultato) una calligrafia, mediamente per tutti come fino agli anni Settanta, ma addirittura toglierlo dagli obiettivi (così mi pare vadano oggi le cose) amplifica ulteriormente questo fenomeno. Evidentemente nessuno ha capito che risparmiare una fatica iniziale al tenero virgulto comporta assicurarne tantissime altre dopo.
Vecchia questione. Infatti il discorso che si sta facendo qui sui vari BES può essere affrontato non solo riguardo a questo problema. Tra non molto anche imparare a memoria due righe di testo, alcuni termini tecnici o un paio di formule, sarà considerato tabù.
Ciccio.8
Ciccio.8

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 24.02.15

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da paniscus_2.1 Sab Nov 06, 2021 4:20 pm

Ma non avete notato quanti ADULTI (anche diplomati e laureati) ormai scrivono correntemente solo in stampatello? A me sono arrivate certificazioni e giustificazioni dei genitori scritte in stampatello, già cinque o sei anni fa, e NON con una rozza grafia da semianalfabeta di una volta, ma con frivole linee da adolescente, da genitori sopra ai 40 anni!

paniscus_2.1

Messaggi : 4582
Data d'iscrizione : 31.10.17

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da herman il lattoniere Sab Nov 06, 2021 4:34 pm

ma infatti la logopedista autrice dell'editoriale ricorda, se ce ne fosse ancora bisogno, che l'acquisizione della scrittura in corsivo alla scuola primaria rappresenta quasi un antidoto alla comparsa di disturbi dell'apprendimento.

herman il lattoniere

Messaggi : 1165
Data d'iscrizione : 15.11.17

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da lucetta10 Sab Nov 06, 2021 4:37 pm

paniscus_2.1 ha scritto:Ma non avete notato quanti ADULTI (anche diplomati e laureati) ormai scrivono correntemente solo in stampatello? A me sono arrivate certificazioni e giustificazioni dei genitori scritte in stampatello, già cinque o sei anni fa, e NON con una rozza grafia da semianalfabeta di una volta, ma con frivole linee da adolescente, da genitori sopra ai 40 anni!

diciamo pure tutti, e il fatto che si giustifichino dicendo che riescono a scrivere più velocemente rivela che la pratica scolastica delle elementari ne ha prolungato l'uso oltre quanto si faceva una volta, quando, una volta passati al corsivo, lo stampatello veniva di fatto abbandonato. Ormai invece, con l'uso/abuso di esercizi e schede, si prosegue con la compilazione in stampatello... è sempre un problema di esercizio alla scrittura.

E hai notato come sia ormai normale usare le maiuscole nello stampatello?

lucetta10

Messaggi : 9908
Data d'iscrizione : 17.01.12

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da paniscus_2.1 Sab Nov 06, 2021 4:49 pm

lucetta10 ha scritto:E hai notato come sia ormai normale usare le maiuscole nello stampatello?

Boh, quando ero bambina (e credo di avere circa 10 anni più di te) per me il concetto di "stampatello" è sempre stato solo maiuscolo. Nessuno mi ha mai insegnato a scrivere a mano in stampatello minuscolo, né nel cosiddetto "maiuscoletto", che a scuola proprio non esisteva. Nessuno mi ha mai insegnato a scrivere a mano con le stesse linee che si vedono nella scrittura di stampa.

Diciamo che nei primi mesi di apprendimento della lettura e scrittura si usava solo lo stampatello maiuscolo (davvero, nemmeno lo sapevo che esistesse anche uno "stampatello minuscolo", ne sono venuta a conoscenza da adulta... e poi si passava al corsivo, e ci veniva spiegato che di versioni della lettera corsiva ne esistevano due (maiuscola e minuscola), mentre nello stampatello non se ne parlava proprio!

Quando parlo di persone di mezza età ( e non solo i loro figli) che scrivono in stampatello, do per scontato che si tratti di stampatello maiuscolo!

paniscus_2.1

Messaggi : 4582
Data d'iscrizione : 31.10.17

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da stringiamciacoorte Sab Nov 06, 2021 5:08 pm

saracinesca ha scritto:Nessuno. C'è solo un vago richiamo alla direttiva BES del 2012, quasi a giustificare che, se i ragazzi sono giunti da loro, un problema ci deve per forza essere.
Questa cosa mi ha lasciata veramente allibita. Mai vista una roba del genere.
Potete rispondere che per fare un PdP dovete sapere che problemi ha e se lo "studio medico (dei miei coglioni)" non esplicita alcuna diagnosi voi non avete strumenti per intervenire.

Rispondere ai genitori, non allo studio medico.

Se uno è disabile non gli dai la sedia a rotelle a prescindere, gliela dai se non gli funzionano le gambe, se e cieco gli dai il cane guida.
stringiamciacoorte
stringiamciacoorte

Messaggi : 2244
Data d'iscrizione : 18.08.20

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da stringiamciacoorte Sab Nov 06, 2021 5:13 pm

saracinesca ha scritto:I docenti e la dirigenza avranno abbastanza fegato di essere compatti ed opporsi comunque per il bene del ragazzo? Per la mia breve esperienza no.
Una domanda mi sorge spontanea: perchè voi dovete volere bene ai ragazzi più di quanto gliene vogliano i loro genitori che li trattano da handicappati ?
stringiamciacoorte
stringiamciacoorte

Messaggi : 2244
Data d'iscrizione : 18.08.20

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da stringiamciacoorte Sab Nov 06, 2021 5:16 pm

Ciccio.8 ha scritto:Figurati che io questo lo estendo anche alla cacografia.
Non pretendo (come risultato) una calligrafia, mediamente per tutti come fino agli anni Settanta, ma addirittura toglierlo dagli obiettivi (così mi pare vadano oggi le cose) amplifica ulteriormente questo fenomeno. Evidentemente nessuno ha capito che risparmiare una fatica iniziale al tenero virgulto comporta assicurarne tantissime altre dopo.
Perchè i medici scrivono proverbialmente da schifo ?

Se non sono disgrafici li bocciano al primo esame ?
stringiamciacoorte
stringiamciacoorte

Messaggi : 2244
Data d'iscrizione : 18.08.20

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da stringiamciacoorte Sab Nov 06, 2021 5:19 pm

paniscus_2.1 ha scritto:Ma non avete notato quanti ADULTI (anche diplomati e laureati) ormai scrivono correntemente solo in stampatello? A me sono arrivate certificazioni e giustificazioni dei genitori scritte in stampatello, già cinque o sei anni fa, e NON con una rozza grafia da semianalfabeta di una volta, ma con frivole linee da adolescente, da genitori sopra ai 40 anni!
Io scrivevo da schifo in corsivo fino all'inizio dell'università; al primo anno dovendo prendere appunti velocemente ho peggiorato la mia grafia ad un livello tale che non riuscivo a leggerla nemmeno io dunque sono passato allo stampatello minuscolo.
Dopo una decina d'anni di rinuncia al corsivo oggi non sono più in grado di usarlo; ad un livello tale che avendo due nomi e firmando sempre e solo con il primo, quando devo firmare anche col secondo (notaio) sono costretto a rallentare e pensare a come si fa.

Me ne vergogno ma è così.
stringiamciacoorte
stringiamciacoorte

Messaggi : 2244
Data d'iscrizione : 18.08.20

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da stringiamciacoorte Sab Nov 06, 2021 5:22 pm

herman il lattoniere ha scritto:ma infatti la logopedista autrice dell'editoriale ricorda, se ce ne fosse ancora bisogno, che l'acquisizione della scrittura in corsivo alla scuola primaria rappresenta quasi un antidoto alla comparsa di disturbi dell'apprendimento.
Scriverei quel "quasi" grosso almeno il doppio e colorato in rosso.
stringiamciacoorte
stringiamciacoorte

Messaggi : 2244
Data d'iscrizione : 18.08.20

Torna in alto Andare in basso

"il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre - Pagina 2 Empty Re: "il diritto di imparare a scrivere": da Left di novembre

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.