Riflessione sulle pagliacciate cosmiche Contatti27
Ultimi argomenti attivi
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Riflessione sulle pagliacciate cosmiche

Andare in basso

Riflessione sulle pagliacciate cosmiche Empty Riflessione sulle pagliacciate cosmiche

Messaggio Da Ospite Mer Giu 18, 2014 5:06 pm

È ormai risaputo che la scuola digitale del terzo millennio deve lavorare onlain. Il funzionamento degli stessi esami di stato si basa in larga parte (a detta dei papaveri ministeriali) su piattaforme telematiche. Basti pensare al casotto causato dall'impallamento di SIDI e alla necessità di operare con Commissione Web se si vuole accedere ad alcuni atti (come ad esempio stampare l'elenco dei candidati per registrare le firme di presenza e gli estremi del documento di identità per produrre un documento che deve essere allegato agli atti.

Il referente del plico telematico del mio istituto (distante dalla mia sede staccata quasi 80 km) è stato accompagnato con l'auto (verniciatura blu) dell'istituto per scaricare la chiave di sblocco del plico telematico. Poi è dovuto restare tre ore a scuola a rigirarsi i pollici perché per ovvie ragioni non può lasciare l'istituto prima che siano trascorse tre ore dalla somministrazione della prova. Nel frattempo l'assistente tecnico con mansione di autista è rimasto tre ore a girovagare in un giro turistico in una località amena perché non poteva stazionare all'interno dell'edificio scolastico (mi auguro per lui che sia andato al mare, ne aveva il tempo).

Nel corso della mattinata, vado a leggermi le tracce e scopro che una mente eccelsa ritiene che gli insegnanti cinquantenni di oggi siano impreparati di fronte all'esplosione tecnologica del terzo millennio (sticazzi...), E va be', capita di leggere citazioni di corbellerie da cerebrolesi anche nelle tracce d'esame, quest'anno ne ho letto certe nell'ambito "socio-economico" che, in confronto, la chicca degli insegnanti stecnologizzati sa tanto di barzelletta da raccontare a fine pizzata.

Nel corso della mattinata, dopo aver capito per quale ragione non riesco ancora a connettermi con commissione web (dopo aver saputo che il presidente era stato finalmente sbloccato), ho telefonato in centrale alla DSGA chiedendo lo sblocco del mio account e quello di un altro commissario perché facenti funzione di segretario e sostituto del presidente. La DSGA mi risponde che avrebbe provveduto al più presto, ma che al momento era impossibilitata a farlo perché la connessione ad Internet nell'istituto era bloccata (ah si, prevenire la fuga di notizie...).

Intanto, con la chiavetta della mia connessione privata mi collego al sito di un quotidiano nazionale per scoprire che alle ore 8.30 (ora esatta in cui il server del MIURTA ha rilasciato la chiave crittografica del plico telematico) le tracce erano già di pubblico dominio sul Web. Scartando la lontana ipotesi che gli impreparati tecnologici della sQuola siano riusciti a craccare la chiave crittografica del plico telematico nei giorni scorsi e scartando la lontana ipotesi di uno speedy gonzales che in pochi secondi è riuscito a carpire le tracce e pubblicarle su internette, presumo che qualche talpa ministeriale abbia divulgato le tracce in modo che queste fossero già pronte per essere rese pubbliche sul Web.

Intanto faccio leggere ai colleghi la notizia della sentenza del Consiglio di Stato che sdogana il diritto a scopiazzare dal Web con il cellulare durante le prove d'esame in nome dello stato d'ansia procurato dal contesto.

Intanto mi ritrovo a convivere con procedure ridondanti e ripetitive volte a fornire una facciata di rigore e serietà al tormentone annuale degli esami di stato, ad uso e consumo dei saccenti, pardòn, intellettuali, che nel corso della mattinata iniziano a sfoggiare la loro Kultura nello sproloquiare a proposito di Quasimodo o dei manzi argentini o dei Boscimani incendiari responsabili del riscaldamento globale (e qui lo scrivo in maiuscolo STICAZZI).

Morale della favola: vogliamo smetterla di chiamarlo esame di stato e dargli una denominazione più adeguata al contesto generale? Non so, a me verrebbe in mente "Sagra Nazionale delle Pagliacciate Cosmiche". Chiedo scusa per il francese, ma sono refrattario all'idiozia istituzionalizzata.




Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Riflessione sulle pagliacciate cosmiche Empty Re: Riflessione sulle pagliacciate cosmiche

Messaggio Da angie Mer Giu 18, 2014 5:18 pm

Che avventura!
angie
angie

Messaggi : 2659
Data d'iscrizione : 01.10.09

Torna in alto Andare in basso

Riflessione sulle pagliacciate cosmiche Empty Re: Riflessione sulle pagliacciate cosmiche

Messaggio Da mariella59 Mer Giu 18, 2014 5:25 pm

quoto a 3000!

mariella59

Messaggi : 854
Data d'iscrizione : 12.09.10

Torna in alto Andare in basso

Riflessione sulle pagliacciate cosmiche Empty Re: Riflessione sulle pagliacciate cosmiche

Messaggio Da Paolo Santaniello Mer Giu 18, 2014 8:19 pm

92 minuti di applausi

Paolo Santaniello

Messaggi : 2520
Data d'iscrizione : 15.09.13

Torna in alto Andare in basso

Riflessione sulle pagliacciate cosmiche Empty Re: Riflessione sulle pagliacciate cosmiche

Messaggio Da GiArt Mer Giu 18, 2014 11:27 pm

Quoto.
GiArt
GiArt

Messaggi : 36
Data d'iscrizione : 10.09.13

Torna in alto Andare in basso

Riflessione sulle pagliacciate cosmiche Empty Re: Riflessione sulle pagliacciate cosmiche

Messaggio Da mariella59 Gio Giu 19, 2014 12:13 pm

oggi la pagliacciata è stata intergalattica!

mariella59

Messaggi : 854
Data d'iscrizione : 12.09.10

Torna in alto Andare in basso

Riflessione sulle pagliacciate cosmiche Empty Re: Riflessione sulle pagliacciate cosmiche

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.