Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 abilitarsi:non una parola

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
MissMarple



Messaggi : 120
Data d'iscrizione : 26.11.14

MessaggioOggetto: abilitarsi:non una parola   Lun Feb 23, 2015 10:28 am

Ho letto su vari quotidiani lo "scheletro" dell'imminente riforma,constatando che non si fa nemmeno una parola su come ci si potrà abilitare in futuro. Insegnanti giovani...come?quando?i neolaureati hanno tante probabilità di entrare in classe quante di vincere alla lotteria...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15833
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: abilitarsi:non una parola   Lun Feb 23, 2015 11:01 am

No news, good news.
Ci saranno TFA3, 4, ..... fino a future lauree magistrali per l'insegnamento, possibili solo per alcune materie.
Tornare in alto Andare in basso
Onofrio Del Grillo



Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 25.04.14

MessaggioOggetto: Re: abilitarsi:non una parola   Lun Feb 23, 2015 11:23 am

Sicuramente i TFA si faranno anche nei prossimi anni, altrimenti ci si troverebbe di nuovo con il problema del vuoto che c'è stato tra l'ultima SSIS ed il primo TFA.
Però chi è più giovane, almeno, avrà la possibilità di valutare meglio il da farsi, alla luce di quanto scaturirà da questa riforma. In soldoni, potrete scegliere se intraprendere questo percorso irto di ostacoli oppure guardarvi attorno e tentare strade diverse. Chi invece la sta vivendo in questo momento e non è più tanto giovane, questa possibilità di scegliere non ce l'ha più. Fatene tesoro, ragazzi... anche se nessuno può mai dirsi al sicuro: non dimentichiamo infatti che un eventuale prossimo governo potrebbe nuovamente cambiare le cose, quindi potrà ricapitare a tutti di "imparare le risposte e vedersi cambiare le domande"...
Tornare in alto Andare in basso
Onofrio Del Grillo



Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 25.04.14

MessaggioOggetto: Re: abilitarsi:non una parola   Lun Feb 23, 2015 11:55 am

Aggiungo, così a spanne, un'altra considerazione: se la sentenza europea dovesse dar luogo a delle assunzioni da III fascia GI per chi ha maturato i 36 mesi di servizio, la III fascia stessa non potrà essere abolita, essendovi iscritti che potrebbero maturare tale requisito nell'immediato futuro ed avere a loro volta diritto all'assunzione (e che produrrebbero, giustamente, ricorsi a valanga). Quindi, se il servizio diventasse effettivamente la condizione necessaria e sufficiente per restare nel mondo dell'insegnamento, va da sé che il titolo di abilitazione perderebbe qualunque valore.
Stesso discorso per la II fascia GI: il servizio diverrebbe il vero discrimine tra pari abilitati.
Quindi, ci sono molti spunti di riflessione per i giovani che desiderano intraprendere la via dell'insegnamento.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15833
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: abilitarsi:non una parola   Lun Feb 23, 2015 6:45 pm

Un laureato in filosofia o in storia o in lettere antiche, escluso l'insegnamento che dovrebbe cercare ?
Tornare in alto Andare in basso
Onofrio Del Grillo



Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 25.04.14

MessaggioOggetto: Re: abilitarsi:non una parola   Lun Feb 23, 2015 9:38 pm

Domanda molto ficcante, Avido. :-)
Se sapessi rispondere avrei risolto non solo il problema di tutti gli altri, ma anche il mio. Però un venticinquenne ha ancora una vita davanti e soprattutto le energie per reinventarsi.
Ti faccio una domanda anch'io, se posso: tu incoraggeresti oggi un/una giovane ad iscriversi a Lettere e Filosofia per poi tentare la strada dell'insegnamento?
Io, sinceramente, no.
Tornare in alto Andare in basso
L'ALTRO POLO



Messaggi : 4205
Data d'iscrizione : 24.01.14

MessaggioOggetto: Re: abilitarsi:non una parola   Lun Feb 23, 2015 9:53 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Un laureato in filosofia o in storia o in lettere antiche, escluso l'insegnamento che dovrebbe cercare ?

E infatti io, laureato in Filosofia e in Lettere, non voglio mollare, anche considerato che ho avuto la fortuna, la perspicacia di abilitarmi (purtroppo in Filosofia e non, o non ancora, in Lettere)e la costanze di esser sempre lì. E anche questo ennesimo fiele in bocca, in un modo o nell'altro, lo manderò giù e cercherò di cadere in piedi.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15833
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: abilitarsi:non una parola   Lun Feb 23, 2015 9:56 pm

Onofrio Del Grillo ha scritto:
Domanda molto ficcante, Avido. :-)
Se sapessi rispondere avrei risolto non solo il problema di tutti gli altri, ma anche il mio. Però un venticinquenne ha ancora una vita davanti e soprattutto le energie per reinventarsi.
Ti faccio una domanda anch'io, se posso: tu incoraggeresti oggi un/una giovane ad iscriversi a Lettere e Filosofia per poi tentare la strada dell'insegnamento?
Io, sinceramente, no.
Filosofia no, lettere classiche no, lettere si; comunque A043 ed A050 assorbono molte persone, in Calabria diciamo che "tutto il mare è salato"; non solo l'insegnamento è una strada dura da percorrere.
Tornare in alto Andare in basso
L'ALTRO POLO



Messaggi : 4205
Data d'iscrizione : 24.01.14

MessaggioOggetto: Re: abilitarsi:non una parola   Lun Feb 23, 2015 9:57 pm

Onofrio Del Grillo ha scritto:
Domanda molto ficcante, Avido. :-)
Se sapessi rispondere avrei risolto non solo il problema di tutti gli altri, ma anche il mio. Però un venticinquenne ha ancora una vita davanti e soprattutto le energie per reinventarsi.
Ti faccio una domanda anch'io, se posso: tu incoraggeresti oggi un/una giovane ad iscriversi a Lettere e Filosofia per poi tentare la strada dell'insegnamento?
Io, sinceramente, no.

Assolutissimamente no. Però: in genere non mi piace spegnere i ragazzi ed incoraggiarli a mollare prima ancora di essersi giocati la partita
Tornare in alto Andare in basso
L'ALTRO POLO



Messaggi : 4205
Data d'iscrizione : 24.01.14

MessaggioOggetto: Re: abilitarsi:non una parola   Lun Feb 23, 2015 9:58 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Onofrio Del Grillo ha scritto:
Domanda molto ficcante, Avido. :-)
Se sapessi rispondere avrei risolto non solo il problema di tutti gli altri, ma anche il mio. Però un venticinquenne ha ancora una vita davanti e soprattutto le energie per reinventarsi.
Ti faccio una domanda anch'io, se posso: tu incoraggeresti oggi un/una giovane ad iscriversi a Lettere e Filosofia per poi tentare la strada dell'insegnamento?
Io, sinceramente, no.
Filosofia no, lettere classiche no, lettere si; comunque A043 ed A050 assorbono molte persone, in Calabria diciamo che "tutto il mare è salato"; non solo l'insegnamento è una strada dura da percorrere.
Con Lettere classiche si accede anche a A043-A050
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15833
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: abilitarsi:non una parola   Lun Feb 23, 2015 9:58 pm

L'ALTRO POLO ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Un laureato in filosofia o in storia o in lettere antiche, escluso l'insegnamento che dovrebbe cercare ?

E infatti io, laureato in Filosofia e in Lettere, non voglio mollare, anche considerato che ho avuto la fortuna, la perspicacia di abilitarmi (purtroppo in Filosofia e non, o non ancora, in Lettere)e la costanze di esser sempre lì. E anche questo ennesimo fiele in bocca, in un modo o nell'altro, lo manderò giù e cercherò di cadere in piedi.
Tanto va la gatta al lardo ...... che ne mangia mezzo chilo !

E' il mio motto.
Tornare in alto Andare in basso
Onofrio Del Grillo



Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 25.04.14

MessaggioOggetto: Re: abilitarsi:non una parola   Lun Feb 23, 2015 10:00 pm

avidodinformazioni ha scritto:

Filosofia no, lettere classiche no, lettere si; comunque A043 ed A050 assorbono molte persone, in Calabria diciamo che "tutto il mare è salato"; non solo l'insegnamento è una strada dura da percorrere.

Non c'è dubbio su questo. I tempi attuali sono disgraziati un po' per tutti, però forse intraprendere studi tecnici e facoltà scientifico-tecnologiche può aiutare.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15833
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: abilitarsi:non una parola   Lun Feb 23, 2015 10:00 pm

L'ALTRO POLO ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Onofrio Del Grillo ha scritto:
Domanda molto ficcante, Avido. :-)
Se sapessi rispondere avrei risolto non solo il problema di tutti gli altri, ma anche il mio. Però un venticinquenne ha ancora una vita davanti e soprattutto le energie per reinventarsi.
Ti faccio una domanda anch'io, se posso: tu incoraggeresti oggi un/una giovane ad iscriversi a Lettere e Filosofia per poi tentare la strada dell'insegnamento?
Io, sinceramente, no.
Filosofia no, lettere classiche no, lettere si; comunque A043 ed A050 assorbono molte persone, in Calabria diciamo che "tutto il mare è salato"; non solo l'insegnamento è una strada dura da percorrere.
Con Lettere classiche si accede anche a A043-A050
Certo, però c'è chi ha caricato i punti su A052 anzichè A050 ed ora è nella merda.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15833
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: abilitarsi:non una parola   Lun Feb 23, 2015 10:03 pm

Onofrio Del Grillo ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

Filosofia no, lettere classiche no, lettere si; comunque A043 ed A050 assorbono molte persone, in Calabria diciamo che "tutto il mare è salato"; non solo l'insegnamento è una strada dura da percorrere.

Non c'è dubbio su questo. I tempi attuali sono disgraziati un po' per tutti, però forse intraprendere studi tecnici e facoltà scientifico-tecnologiche può aiutare.
Io "ero" ingegnere ed ora insegno, non è più come una volta; certo che entrare su A038 è stato più facile che su A036.
Tornare in alto Andare in basso
Onofrio Del Grillo



Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 25.04.14

MessaggioOggetto: Re: abilitarsi:non una parola   Lun Feb 23, 2015 10:13 pm

avidodinformazioni ha scritto:

Io "ero" ingegnere ed ora insegno, non è più come una volta; certo che entrare su A038 è stato più facile che su A036.

Lo so, anche gli ingegneri (soprattutto edili) oggi nella professione sono in sofferenza. Però ho conoscenti architetti e ingegneri che si sono iscritti quasi per gioco in III fascia GI... e sono stati immediatamente subissati di supplenze per educazione tecnica alle medie.
Le materie umanistiche in genere offrono molto meno...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: abilitarsi:non una parola   Lun Feb 23, 2015 10:18 pm

avidodinformazioni ha scritto:
L'ALTRO POLO ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Onofrio Del Grillo ha scritto:
Domanda molto ficcante, Avido. :-)
Se sapessi rispondere avrei risolto non solo il problema di tutti gli altri, ma anche il mio. Però un venticinquenne ha ancora una vita davanti e soprattutto le energie per reinventarsi.
Ti faccio una domanda anch'io, se posso: tu incoraggeresti oggi un/una giovane ad iscriversi a Lettere e Filosofia per poi tentare la strada dell'insegnamento?
Io, sinceramente, no.
Filosofia no, lettere classiche no, lettere si; comunque A043 ed A050 assorbono molte persone, in Calabria diciamo che "tutto il mare è salato"; non solo l'insegnamento è una strada dura da percorrere.
Con Lettere classiche si accede anche a A043-A050
Certo, però c'è chi ha caricato i punti su A052 anzichè A050 ed ora è nella merda.
A chi non piacerebbe insegnare in un liceo? Chi ha fatto una scelta tra più opzioni disponibili doveva anche ponderare le opzioni. Scartare le opzioni meno appetibili è anche giocare d'azzardo e il giocare d'azzardo implica anche la perdita, nel calderone delle possibilità.
A insegnare in un liceo a ragazzi già capaci e preparati di loro siamo tutti bravi. Il bravo insegnante è quello che riesce a ottenere risultati anche minimi nel più modesto degli istituti professionali.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47857
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: abilitarsi:non una parola   Lun Feb 23, 2015 11:18 pm

Onofrio Del Grillo ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

Filosofia no, lettere classiche no, lettere si; comunque A043 ed A050 assorbono molte persone, in Calabria diciamo che "tutto il mare è salato"; non solo l'insegnamento è una strada dura da percorrere.

Non c'è dubbio su questo. I tempi attuali sono disgraziati un po' per tutti, però forse intraprendere studi tecnici e facoltà scientifico-tecnologiche può aiutare.

Questa non è certo una novità. Me l'hanno ripetuto in milioni di persone 20-30 anni fa, quando ho scelto prima il liceo e poi l'università. Non li ho ascoltati e non sono pentito di non averlo fatto. Perché io dovrei convincere qualcun altro a fare una scelta che non ho voluto fare io? Inoltre si fa presto a parlare, ma se uno non è portato per la matematica e per le materie scientifiche in genere, può anche iscriversi ad una facoltà scientifico-tecnologica, ma certamente (e giustamente) non la finirà.
Tornare in alto Andare in basso
MissMarple



Messaggi : 120
Data d'iscrizione : 26.11.14

MessaggioOggetto: Re: abilitarsi:non una parola   Mar Feb 24, 2015 11:21 am

Bisogna considerare una cosa: sinora sulla A43 nel nord ovest si è sempre lavorato bene,anche dalla III fascia,e addirittura da mad. Io mi sono iscritta solo quest'anno e lavoro in maniera continuativa dal 25 settembre: attualmente ho un contratto sino al 30 giugno,e pur non avendo la cattedra piena mi porto a casa 1000 e rotti euro al mese. Tra la laurea e le risposte alle prime mad ho cercato lavoro nei più disparati ambiti,accumulando stage non retribuiti,30 ore settimanali in un bar a 500 euro al mese e vendite porta a porta. La mia,pur brillante,laurea in lettere dove potrei spenderla se non nell'insegnamento che comunque qui ha sempre garantito un lavoro tutto sommato sicuro? Questa riforma,rendendo di fatto superflua la terza fascia, é per me una beffa ancora maggiore che per altri, perché io so che almeno un po' avrei lavorato. Nel tfa non credo più: ho avuto accesso agli atti della mia prova ma non esiste un verbale di correzioni e nessuno,relatrice di laurea inclusa,sa spiegarmi la bocciatura. Ho riletto la mia prova e,in tutta franchezza,non avrei saputo fare meglio di così,di conseguenza in un altro eventuale tfa non avrei gli strumenti per non sbagliare di nuovo...ammesso che degli sbagli ci siano stati.
Tornare in alto Andare in basso
jeppo17



Messaggi : 408
Data d'iscrizione : 23.10.14

MessaggioOggetto: Re: abilitarsi:non una parola   Mar Feb 24, 2015 11:46 am

MissMarple ha scritto:
Bisogna considerare una cosa: sinora sulla A43 nel nord ovest si è sempre lavorato bene,anche dalla III fascia,e addirittura da mad. Io mi sono iscritta solo quest'anno e lavoro in maniera continuativa dal 25 settembre: attualmente ho un contratto sino al 30 giugno,e pur non avendo la cattedra piena mi porto a casa 1000 e rotti euro al mese. Tra la laurea e le risposte alle prime mad ho cercato lavoro nei più disparati ambiti,accumulando stage non retribuiti,30 ore settimanali in un bar a 500 euro al mese e vendite porta a porta. La mia,pur brillante,laurea in lettere dove potrei spenderla se non nell'insegnamento che comunque qui ha sempre garantito un lavoro tutto sommato sicuro? Questa riforma,rendendo di fatto superflua la terza fascia, é per me una beffa ancora maggiore che per altri, perché io so che almeno un po' avrei lavorato. Nel tfa non credo più: ho avuto accesso agli atti della mia prova ma non esiste un verbale di correzioni e nessuno,relatrice di laurea inclusa,sa spiegarmi la bocciatura. Ho riletto la mia prova e,in tutta franchezza,non avrei saputo fare meglio di così,di conseguenza in un altro eventuale tfa non avrei gli strumenti per non sbagliare di nuovo...ammesso che degli sbagli ci siano stati.
oh oh!!! da quello che racconti sul tfa mi fai ritornare alla mente vecchie storie che ho già sentito alle siss. Poi indagando ho scoperto che dietro quelle storie si annidava il malaffare universitario che già ho raccontato più volte......avevo pensato che il tfa, dato che non dà il diritto all'inserimento in gae (che significava ruolo sicuro) non fosse più una fonte di mazzette e malaffare come lo sono state le siss, ma comincio a pensare che il lupo perde il pelo ma non il vizio.
Tornare in alto Andare in basso
MissMarple



Messaggi : 120
Data d'iscrizione : 26.11.14

MessaggioOggetto: Re: abilitarsi:non una parola   Mar Feb 24, 2015 12:50 pm

Non volevo insinuare nulla del genere,più che altro credo che i criteri usati dalla commissione incaricata della correzione siano,quanto meno,discutibili. Quando una docente universitaria,della stessa università dove hai sostenuto il tfa,legge la tua prova e non é in grado di motivarti il voto cosa si può pensare?Dove si può trovare la forza di ritentare?Sapevo tutti i quesiti e ho risposto in modo che ritenevo (e continuo a ritenere) più che soddisfacente,eppure l'università che mi ha laureata con lode ora mi boccia,e io non posso saperne i motivi. Capite perché non credo nel tfa?
Tornare in alto Andare in basso
MissMarple



Messaggi : 120
Data d'iscrizione : 26.11.14

MessaggioOggetto: Re: abilitarsi:non una parola   Mar Feb 24, 2015 2:27 pm

Naturalmente intendo il tfa sostenuto nella mia gloriosa università (Torino). Nell'università più vicina su 40 iscritti sono passati in 37, a Torino 60 su 185,con 90 posti a disposizione. Che Unito sforni incompetenti (e se lo dica da sola)? Prevedo comunque per il prossimo (??) tfa un esodo verso le regioni più"generose"
Tornare in alto Andare in basso
dlepora



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioOggetto: Re: abilitarsi:non una parola   Mar Feb 24, 2015 3:09 pm

Miss .. quello che dici è sempre esistito anche con le vecchie ssis.. I posti messi al bando per ogni selezione andavano aumentando via via che si scendeva lungo l'Italia. E non finisce qui, vedi gli esami per la libera professione di commercialista , avvocato etc . Se non sbaglio la Gelmini stessa prese l'abilitazione a Reggio Calabria... ma tutti ti diranno: è solo un caso !!
Tornare in alto Andare in basso
 
abilitarsi:non una parola
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Qualche parola di conforto?
» sos azoospermia
» Definizione di ateismo
» Parola di dio
» [sito web] pizzingrillo -bambole fatte a mano e altre creazioni

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: