Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Privacy e corso obbligatorio

Andare in basso 
AutoreMessaggio
madameluc



Messaggi : 55
Data d'iscrizione : 10.07.13

MessaggioTitolo: Privacy e corso obbligatorio   Mar Giu 19, 2018 1:21 pm

Il preside della mia scuola vuole che facciamo online un corso di 10 ore obbligatorie su piattaforma dedicata perché il Gdpr 679/16 dice che siamo appunto obbligati a istruirci sulla privacy e sul trattamento dati. Alcuni colleghi dicono che tale formazione è obbligatoria in collegio docenti. Altri che nemmeno in questo caso sia obbligatoria perché è contemplata al di fuori dell'orario di servizio. Quindi sarebbero 10 ore aggiuntive extra scuola.
Cosa si deve fare?
Ci sono sanzioni se non si ottempera?
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 16625
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: Privacy e corso obbligatorio   Mar Giu 19, 2018 5:56 pm

In linea generale non possono essere obbligatorie attività non previste nel contratto e non previste nel piano annuale della attività. Se inserite nel piano annuale, devono entrare a fare parte delle 40 ore "funzionali" (le stesse dei collegi dei docenti, per esempio).
Questa è la teoria.
La pratica è che i DS molto spesso cercano di rendere obbligatorie attività che non dovrebbero esserlo.
Hai provato a parlare con una delle RSU della tua scuola?
Torna in alto Andare in basso
giovanna onnis

avatar

Messaggi : 20404
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioTitolo: Re: Privacy e corso obbligatorio   Mar Giu 19, 2018 6:10 pm

Il Collegio Docenti si è espresso in merito a questo corso?
Torna in alto Andare in basso
nakamura



Messaggi : 346
Data d'iscrizione : 08.04.15

MessaggioTitolo: Re: Privacy e corso obbligatorio   Mar Giu 19, 2018 6:18 pm

arrubiu ha scritto:
In linea generale non possono essere obbligatorie attività non previste nel contratto e non previste nel piano annuale della attività. Se inserite nel piano annuale, devono entrare a fare parte delle 40 ore "funzionali" (le stesse dei collegi dei docenti, per esempio).
Questa è la teoria.
La pratica è che i DS molto spesso cercano di rendere obbligatorie attività che non dovrebbero esserlo.
Hai provato a parlare con una delle RSU della tua scuola?


In un altro thread ho chiesto lumi sulla possibilità di essere convocati in anticipo e, da quel che ho capito, anche perché mi è appena capitato, il dirigente può decidere di anticipare l'orario di ingresso dei docenti, ad esempio può decidere di farli arrivare alle 7:30 invece delle 8:00.

Se è così potrebbe far svolgere i corsi di formazione la mattina presto, eventualmente anticipando l'ingresso alle 7:00.
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 16625
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: Privacy e corso obbligatorio   Mar Giu 19, 2018 6:29 pm

nakamura ha scritto:
arrubiu ha scritto:
In linea generale non possono essere obbligatorie attività non previste nel contratto e non previste nel piano annuale della attività. Se inserite nel piano annuale, devono entrare a fare parte delle 40 ore "funzionali" (le stesse dei collegi dei docenti, per esempio).
Questa è la teoria.
La pratica è che i DS molto spesso cercano di rendere obbligatorie attività che non dovrebbero esserlo.
Hai provato a parlare con una delle RSU della tua scuola?


In un altro thread ho chiesto lumi sulla possibilità di essere convocati in anticipo e, da quel che ho capito, anche perché mi è appena capitato, il dirigente può decidere di anticipare l'orario di ingresso dei docenti, ad esempio può decidere di farli arrivare alle 7:30 invece delle 8:00.

Se è così potrebbe far svolgere i corsi di formazione la mattina presto, eventualmente anticipando l'ingresso alle 7:00.  
Mi sfugge cosa c'entri (ogni tanto tiri fuori questo thread).
Le attività didattiche sono chiuse, se le attività non sono programmate, e comprese nelle 40 ore, non possono essere obbligatorie.
Torna in alto Andare in basso
nakamura



Messaggi : 346
Data d'iscrizione : 08.04.15

MessaggioTitolo: Re: Privacy e corso obbligatorio   Mar Giu 19, 2018 7:24 pm

arrubiu ha scritto:

Mi sfugge cosa c'entri (ogni tanto tiri fuori questo thread).
Le attività didattiche sono chiuse, se le attività non sono programmate, e comprese nelle 40 ore, non possono essere obbligatorie.

in effetti sono d'accordo con te, ma non capisco perché in alcun casi le pretese dirigenziali appaiano normali. Alcuni colleghi di sostegno nelle ultime settimane, a botte di 30 minuti al giorno, hanno fatto 4 ore in più.




Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 1150
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Privacy e corso obbligatorio   Mar Giu 19, 2018 7:29 pm

nakamura ha scritto:

In un altro thread ho chiesto lumi sulla possibilità di essere convocati in anticipo e, da quel che ho capito, anche perché mi è appena capitato, il dirigente può decidere di anticipare l'orario di ingresso dei docenti, ad esempio può decidere di farli arrivare alle 7:30 invece delle 8:00.

Se è così potrebbe far svolgere i corsi di formazione la mattina presto, eventualmente anticipando l'ingresso alle 7:00.  

Entro quali limiti può essere messa in pratica questa possibilità? L'orario di lavoro è potenzialmente esteso a tutte le 24 ore senza limiti, contando solo sulla cortesia e sul buon senso del DS?

Ovverosia, esiste una norma che dica esplicitamente che convocare alle 7 di mattina è lecito, mentre convocare alle 4 di mattina o alle 11 di sera no? Oppure sono tutte lecite allo stesso modo?...

Citazione :
in effetti sono d'accordo con te, ma non capisco perché in alcun casi le pretese dirigenziali appaiano normali. Alcuni colleghi di sostegno nelle ultime settimane, a botte di 30 minuti al giorno, hanno fatto 4 ore in più.

E perché non le hanno (almeno) rendicontate per farsele pagare come straordinario?
Torna in alto Andare in basso
nakamura



Messaggi : 346
Data d'iscrizione : 08.04.15

MessaggioTitolo: Re: Privacy e corso obbligatorio   Mer Giu 20, 2018 10:29 am

paniscus_2.1 ha scritto:
nakamura ha scritto:

In un altro thread ho chiesto lumi sulla possibilità di essere convocati in anticipo e, da quel che ho capito, anche perché mi è appena capitato, il dirigente può decidere di anticipare l'orario di ingresso dei docenti, ad esempio può decidere di farli arrivare alle 7:30 invece delle 8:00.

Se è così potrebbe far svolgere i corsi di formazione la mattina presto, eventualmente anticipando l'ingresso alle 7:00.  

Entro quali limiti può essere messa in pratica questa possibilità? L'orario di lavoro è potenzialmente esteso a tutte le 24 ore senza limiti, contando solo sulla cortesia e sul buon senso del DS?

Ovverosia, esiste una norma che dica esplicitamente che convocare alle 7 di mattina è lecito, mentre convocare alle 4 di mattina o alle 11 di sera no? Oppure sono tutte lecite allo stesso modo?...

Citazione :
in effetti sono d'accordo con te, ma non capisco perché in alcun casi le pretese dirigenziali appaiano normali. Alcuni colleghi di sostegno nelle ultime settimane, a botte di 30 minuti al giorno, hanno fatto 4 ore in più.

E perché non le hanno (almeno) rendicontate per farsele pagare come straordinario?

Io non lo so. Ho chiesto qui sul forum e mi hanno risposto che se avessi lavorato nel privato ora sarei in grado di comprendere che queste sono querimonie senza fondamento.
Quando il vicepreside l'ha proposto, ho fatto notare che, oltre che inutile, non mi sembrava corretto, ma il preside ha approvato e allora anche i colleghi hanno cominciato a scodinzolare felici perché "è meglio evitare discussioni... tanto...".

Da noi lo straordinario esiste solo per collaboratori e segreteria (una fetta di FIS copre appunto questa esigenza).
Torna in alto Andare in basso
madameluc



Messaggi : 55
Data d'iscrizione : 10.07.13

MessaggioTitolo: Re: Privacy e corso obbligatorio   Mer Giu 20, 2018 9:34 pm

Mi spiegate se ci sono sanzioni se qualcuno non ottempera?
Io sono in commissione d'esame, non ho nemmeno il tempo materiale di fare 'sto corso.
Cosa rischio?
Un collega dell'RSU mi ha solo detto che è obbligatorio.
Torna in alto Andare in basso
herman il lattoniere



Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 15.11.17

MessaggioTitolo: Re: Privacy e corso obbligatorio   Gio Giu 21, 2018 9:46 am

La situazione descritta è rappresentativa dello zelo con cui alcuni dirigenti si sono adoperati per "formare" i propri docenti sul GDPR, attaccando un'altra medaglietta di efficientismo sul proprio petto. Per riuscire nell'intento fanno passare come "corso obbligatorio per la sicurezza", l'unico corso che può esulare dalle 40+40 ore, quello che con la sicurezza dei lavoratori non ha quasi nulla a che vedere, con risultati inaccettabili da un punto di vista sindacale come in questo caso, in cui le ore previste sono addirittura 10.
La formazione sul GDPR dovrebbe essere obbligatoria per il personale di segreteria, che realmente gestisce delle enorme banche dati di centinaia di alunni, famiglie e docenti, dati che vanno tutelati ai fini della privacy.
Per i docenti invece a mio avviso sarebbe sufficiente una nota informativa, visto che la quantità di dati personali di cui ciascun insegnante è in possesso è realmente infima e che la quasi totalità di questi dati è strettamente necessaria all'adempimento delle proprie funzioni lavorative.
Inoltre finora la stragrande maggioranza dei docenti ha manifestato una certa professionalità evitando di diffondere al di fuori del consiglio di classe notizie riservate o tutelate che riguardino gli alunni o le loro famiglie. Una nota informativa e un regolamento per il trattamento dati avrebbero evitato anche i residui comportamenti scorretti.
Torna in alto Andare in basso
giginogigetto



Messaggi : 494
Data d'iscrizione : 26.07.12

MessaggioTitolo: Re: Privacy e corso obbligatorio   Gio Giu 21, 2018 1:42 pm

Io la vedo così.

Il GDPR non dice esplicitamente che è obbligatorio un corso ma dice che il personale non può trattare i dati se non è istruito.

Il dirigente (che è il Titolare del trattamento e quindi responsabile) ti dice che ti devi formare.
Il docente di per sé non è il responsabile (anche se si utilizza il nomeResponsabile del trattamento) ma se non vuole formarsi e capita qualcosa poi può essere ritenuto responsabile (a differenza di prima dove il responsabile era sempre e solo il titolare).

gg

P.S.
Solitamente non mi piace utilizzare i termini inglesi inutilmente ma è utile sottolineare che "Responsabile del trattamento" (che saremmo anche noi docenti) è una traduzione infelice di "Data Processor" e crea non poca confusione.
Torna in alto Andare in basso
ilprof



Messaggi : 33
Data d'iscrizione : 05.05.18

MessaggioTitolo: Re: Privacy e corso obbligatorio   Gio Giu 21, 2018 4:20 pm

giginogigetto ha scritto:
Io la vedo così.

Il GDPR non dice esplicitamente che è obbligatorio un corso ma dice che il personale non può trattare i dati se non è istruito.

Il dirigente (che è il Titolare del trattamento e quindi responsabile) ti dice che ti devi formare.
Il docente di per sé non è il responsabile (anche se si utilizza il nomeResponsabile del trattamento) ma se non vuole formarsi e capita qualcosa poi può essere ritenuto responsabile (a differenza di prima dove il responsabile era sempre e solo il titolare).

gg

P.S.
Solitamente non mi piace utilizzare i termini inglesi inutilmente ma è utile sottolineare che "Responsabile del trattamento" (che saremmo anche noi docenti) è una traduzione infelice di "Data Processor" e crea non poca confusione.

Un mio caro amico si occupa di consulenze informatiche e anche di GDPR e mi ha spiegato che in una scuola le figure coinvolte sono tre:
il titolare del trattamento, solitamente il dirigente scolastico;
il responsabile del trattamento, persona nominata dal dirigente e di solito impiegato di segreteria o al limite qualche docente di diritto o comunque volenteroso;
il DPO - data protection officer - soggetto esterno che dovrebbe formare il personale e controllare periodicamente la corretta applicazione delle procedure. In un certo senso il DPO è l'equivalente del consulente HACCP di un ristorante o di un consulente per la qualità per le imprese che adottano la certificazione ISO 9000.

I docenti dovrebbero essere adeguatamente informati, ma credo sia corretto sostenere che la formazione debba essere compresa nelle normali 40 + 40 ore.
Tuttavia faccio notare che i dati sensibili che noi docenti trattiamo non sono di poco conto e, con malizia e spregiudicatezza, potrebbero essere utilizzati per fini personali. Un docente con 5-6 classi può avere accesso ai dati di residenza e di contatto di oltre 100 famiglie: se decidesse di candidarsi alle elezioni amministrative potrebbe fare campagna elettorale a costo zero su un bacino di 200 elettori che, in comuni di 10.000 abitanti potrebbero essere sufficienti a garantire l'elezione.
Tutti noi abbiamo vissuto direttamente o per sentito dire l'esperienza di ricevere chiamate indesiderate, non solo da società di marketing, ma anche da candidati politici o comitati elettorali ai quali non avevamo fornito il nostro numero: un sms di invito ad una cena, un whatsapp di promemoria con il santino elettorale. Questa nuova normativa permette ai consumatori e cittadini di chiedere informazioni sulle modalità di acquisizione dei dati e di denunciare eventuali abusi.
Torna in alto Andare in basso
 
Privacy e corso obbligatorio
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Corso obbligatorio dell'anno di prova e malattia bambino
» CORSO SICUREZZA. E' OBBLIGATORIO?
» Corso sulla sicurezza obbligatorio
» Corso preparto
» Ma i figli PMA hanno diritto alla privacy ?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Vai verso: