Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Consistenza GAE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
martuma



Messaggi : 426
Data d'iscrizione : 15.03.15

MessaggioOggetto: Consistenza GAE   Lun Ago 17, 2015 9:49 pm

Promemoria primo messaggio :

Quando si potrà conoscere il numero residuo di coloro che non hanno fatto domanda e che restano in GAE per ogni provincia?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Eterea



Messaggi : 251
Data d'iscrizione : 08.07.15

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 10:32 am

http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2015/08/18/news/meglio-precari-che-lontani-da-casa-due-su-tre-rifiutano-il-posto-fisso-1.11946066

Ecco l'articolo sul Friuli. Le dichiarazioni  di Zonta sono proprio incommentabili, non so come possa definirsi sindacalista uno che pensa che pur di lavorare si debba calpestare qualsiasi diritto acquisito (come, per esempio, la trasparenza del sistema di reclutamento nel pubblico impiego)...sicuramente il suo mestiere sarebbe il primo a sparire. Comunque ho letto diversi articoli secondo i quali 1 su 3 non ha fatto domanda (se non sbaglio in Puglia e Abruzzo...)
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 10:43 am

Eterea ha scritto:
http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2015/08/18/news/meglio-precari-che-lontani-da-casa-due-su-tre-rifiutano-il-posto-fisso-1.11946066

Continuano a dire "rifiutano il posto fisso", non riescono a comprendere che non è un rifiuto DEL posto fisso ma una attesa del loro turno per avere il posto fisso dove gli spetta a norma di legge?
Tornare in alto Andare in basso
magnons



Messaggi : 427
Data d'iscrizione : 11.08.15
Località : Firenze

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 10:47 am

La parte più incredibile dell'articolo è questa

"I prossimi mesi saranno contrassegnati dal solito valzer di insegnanti che vengono e vanno, di supplenti che passeranno la mano al docente di ruolo, e di precari che, incaricati a settembre, se ne andranno a febbraio, quando il ministero avrà nominato i docenti di ruolo provenienti dal famoso Piano"

ma di cosa parla??

Se penso che questo Zonta avrà dato consogli ai docenti della zona...
Tornare in alto Andare in basso
Eterea



Messaggi : 251
Data d'iscrizione : 08.07.15

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 10:59 am

Già... Al di là, poi, dei sindacalisti, questo piano ha rivelato con chiarezza anche il decadimento irrimediabile della categoria dei giornalisti, ormai per la gran parte divisi tra ben pagati asserviti al potere del momento, o freelance senza alcuna idea di ciò che scrivono, per cui totalmente incapaci di analizzare o puntualizzare le dichiarazioni altrui. Anche questo un mestiere che ha perso tutta la dignità e che, fatto così, non ha più senso di esistere
Tornare in alto Andare in basso
francesco.russo



Messaggi : 184
Data d'iscrizione : 04.03.15

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 10:59 am

A proposito di assunzioni in fase C sulle diverse classi di concorso.... fin dal principio ho sempre ritenuto che assumessero su tutti i posti previsti per il potenziamento, indipendentemente dalla classe di concorso; è evidente che tutti coloro che sono "residui" sulla fase C sono su classi di concorso in sofferenza, vuoi perchè con tanti canditati oppure perché in esubero. L'ambiguità su questo punto (assumeremo tutti i docenti di cui la scuola ha bisogno) l'ho sempre interpretata come una forma di giustificazione (governativa) delle assunzioni verso quella parte di società che non vede di buon occhio l'impiegato pubblico, e vedrebbe con orrore le assunzioni modellate in base alle graduatorie (ad esempio la Fondazione Agnelli e C.). Naturalmente anche il fronte dell'opposizione alla riforma ha ritenuto vantaggiosa tale interpretazione, alimentando l'idea che ci sarebbero stati degli esclusi, appunto su determinate cdc. Adesso siamo in una fase in cui le carte verranno presto scoperte; con la FAQ 22, in cui si precisa che le assunzioni avverranno su aree disciplinari di potenziamento e non su classi di concorso, il cerchio tende a chiudersi. E, mi pare, non poteva essere altrimenti. Che senso aveva, per un qualsiasi governo, dichiarare un numero di assunzioni sul potenziamento e poi realizzarne un altro decisamente inferiore, lasciando oltretutto alla lotteria dei collegi docenti la sua determinazione? Se fossero davvero i collegi docenti a stabilire su quali classi di concorso assumere non assumerebbero quasi nessuno, perche tutte quelle cdc sono critiche. Del resto, l'organico di potenziamento dovrebbe essere utilizzato in modo completamente diverso dal curricolare; quindi che senso ha fare raffronti tra la consistenza della graduatoria e il numero di cattedre disponibili? Tanto per fare un esempio, per mantenere aperte le scuole di pomeriggio (assistenza studio/svolgimento compiti), per seguire il tutoraggio dei ragazzi le classi di concorso sono irrilevanti.


Ultima modifica di francesco.russo il Mar Ago 18, 2015 11:01 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
francescaverdi



Messaggi : 596
Data d'iscrizione : 01.12.11

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 11:01 am

magnons ha scritto:
La parte più incredibile dell'articolo è questa

"I prossimi mesi saranno contrassegnati dal solito valzer di insegnanti che vengono e vanno, di supplenti che passeranno la mano al docente di ruolo, e di precari che, incaricati a settembre, se ne andranno a febbraio, quando il ministero avrà nominato i docenti di ruolo provenienti dal famoso Piano"

ma di cosa parla??

Se penso che questo Zonta avrà dato consogli ai docenti della zona...

Può essere che queste siano parole del giornalista, non del povero Zonta ... quello che scrivono i giornalisti va preso con un certo beneficio di inventario.
Tornare in alto Andare in basso
magnons



Messaggi : 427
Data d'iscrizione : 11.08.15
Località : Firenze

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 11:24 am

francescaverdi ha scritto:

Può essere che queste siano parole del giornalista, non del povero Zonta ... quello che scrivono i giornalisti va preso con un certo beneficio di inventario.

Si, in effetti, penso anch'io sia così. La parte di intervista è evidenziata, quella è una sorta di riflessione della giornalista. In ogni caso fa riflettere come chiunque possa scrivere quello che vuole senza uno straccio di aderenza alla realtà.
Tornare in alto Andare in basso
Eterea



Messaggi : 251
Data d'iscrizione : 08.07.15

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 11:35 am

magnons ha scritto:
francescaverdi ha scritto:

Può essere che queste siano parole del giornalista, non del povero Zonta ... quello che scrivono i giornalisti va preso con un certo beneficio di inventario.

Si, in effetti, penso anch'io sia così. La parte di intervista è evidenziata, quella è una sorta di riflessione della giornalista. In ogni caso fa riflettere come chiunque possa scrivere quello che vuole senza uno straccio di aderenza alla realtà.
Sindacalisti e giornalisti (seri) avrebbero dovuto e dovrebbero oggi aiutarci a capire cosa sta succedendo nella scuola... E'chiaro che SIAMO SOLI
Tornare in alto Andare in basso
magnons



Messaggi : 427
Data d'iscrizione : 11.08.15
Località : Firenze

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 11:36 am

francesco.russo ha scritto:
A proposito di assunzioni in fase C sulle diverse classi di concorso.... fin dal principio ho sempre ritenuto che assumessero su tutti i posti previsti per il potenziamento, indipendentemente dalla classe di concorso; è evidente che tutti coloro che sono "residui" sulla fase C sono su classi di concorso in sofferenza, vuoi perchè con tanti canditati oppure perché in esubero. L'ambiguità su questo punto (assumeremo tutti i docenti di cui la scuola ha bisogno) l'ho sempre interpretata come una forma di giustificazione (governativa) delle assunzioni verso quella parte di società che non vede di buon occhio l'impiegato pubblico, e vedrebbe con orrore le assunzioni modellate in base alle graduatorie (ad esempio la Fondazione Agnelli e C.). Naturalmente anche il fronte dell'opposizione alla riforma ha ritenuto vantaggiosa tale interpretazione, alimentando l'idea che ci sarebbero stati degli esclusi, appunto su determinate cdc. Adesso siamo in una fase in cui le carte verranno presto scoperte; con la FAQ 22, in cui si precisa che le assunzioni avverranno su aree disciplinari di potenziamento e non su classi di concorso, il cerchio tende a chiudersi. E, mi pare, non poteva essere altrimenti. Che senso aveva, per un qualsiasi governo, dichiarare un numero di assunzioni sul potenziamento e poi realizzarne un altro decisamente inferiore, lasciando oltretutto alla lotteria dei collegi docenti la sua determinazione? Se fossero davvero i collegi docenti a stabilire su quali classi di concorso assumere non assumerebbero quasi nessuno, perche tutte quelle cdc sono critiche. Del resto, l'organico di potenziamento dovrebbe essere utilizzato in modo completamente diverso dal curricolare; quindi che senso ha fare raffronti tra la consistenza della graduatoria e il numero di cattedre disponibili? Tanto per fare un esempio, per mantenere aperte le scuole di pomeriggio (assistenza studio/svolgimento compiti), per seguire il tutoraggio dei ragazzi le classi di concorso sono irrilevanti.

In effetti lasciare completamente in mano ai collegi dei docenti sarebbe troppo aleatorio, in quanto ogni tre anni potrebbe esserci una rivoluzione nell'organico del potenziamento, rivoluzione non facilmente gestibile una volta assunte i docenti in ruolo (con certe cdc). La stessa ampia gamma di elementi da potenziare, previsti nella legge 107, tenderebbe a far credere questo, in modo da consentire una maggiore possibilità di utilzizare personale di tutte le discipline per cercare di far si che un pò tutti possano essere inseriti in questo progetto. Se poi una scuola chiede matematica e si ritroverà diritto (in teoria non possibile visto che almeno l'area disciplinare dovrebbe essere mantenuta ma, secondo me, tutto da vedere), il collegio in qualche modo riuscirà a trovare qualche idea per utilizzare quella competenza. Quello che mi sembra strano però è che una minima aderenza ai POF dovrà essere garantita, altrimenti che senso può avere. Forse, in quest'ottica, sarebbe stato più sensato assegnare prima i docenti alle scuole, in modo da garantire una equa distribuzione per cdc e magari venendo incontro anche alle richieste geografiche dei docenti, e poi fare il POF, basandosi sulle risorse assegnate.
Tornare in alto Andare in basso
magnons



Messaggi : 427
Data d'iscrizione : 11.08.15
Località : Firenze

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 11:42 am

Eterea ha scritto:
magnons ha scritto:
francescaverdi ha scritto:

Può essere che queste siano parole del giornalista, non del povero Zonta ... quello che scrivono i giornalisti va preso con un certo beneficio di inventario.

Si, in effetti, penso anch'io sia così. La parte di intervista è evidenziata, quella è una sorta di riflessione della giornalista. In ogni caso fa riflettere come chiunque possa scrivere quello che vuole senza uno straccio di aderenza alla realtà.
Sindacalisti e giornalisti (seri) avrebbero dovuto e dovrebbero oggi aiutarci a capire cosa sta succedendo nella scuola... E'chiaro che SIAMO SOLI

Purtroppo ognuno gioca per se. Sindacati e opposizioni cercano consensi, e quindi vanno dove tira il vento. Tutta la fase di opposione alla buona scuola è stata caratterizzata da questo, senza che si sia mai realmente cercato un diaologo vero con la maggioranza di governo, che, dall'altra parte, nemmeno lo ha cercato. Ma se l'unica posizione espressa da sindacati e opposizioni era quella di assumere tutti e poi ragionare sulla riforma, questo portava per forza a una chiusura totale...non ci poteva essere dialogo in questi termini. Però faceva contenti tutti i docenti e quindi tutti risquotevano consensi, senza però che i veri problemi della riforma venissero affrontati sul serio.
I giornalisti sono costretti, per lavorare, a rispettare le indicazioni della redazione. E questo dice tutto.
Tornare in alto Andare in basso
francesco.russo



Messaggi : 184
Data d'iscrizione : 04.03.15

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 11:52 am

Condivido al 100%.... e mi spiace, perchè sono iscritto in cgil da ben 8 anni, ma non mi è piaciuto per niente il modo in cui i sindacati hanno gestito la situazione.

magnons ha scritto:
Eterea ha scritto:
magnons ha scritto:
francescaverdi ha scritto:

Può essere che queste siano parole del giornalista, non del povero Zonta ... quello che scrivono i giornalisti va preso con un certo beneficio di inventario.

Si, in effetti, penso anch'io sia così. La parte di intervista è evidenziata, quella è una sorta di riflessione della giornalista. In ogni caso fa riflettere come chiunque possa scrivere quello che vuole senza uno straccio di aderenza alla realtà.
Sindacalisti e giornalisti (seri) avrebbero dovuto e dovrebbero oggi aiutarci a capire cosa sta succedendo nella scuola... E'chiaro che SIAMO SOLI

Purtroppo ognuno gioca per se. Sindacati e opposizioni cercano consensi, e quindi vanno dove tira il vento. Tutta la fase di opposione alla buona scuola è stata caratterizzata da questo, senza che si sia mai realmente cercato un diaologo vero con la maggioranza di governo, che, dall'altra parte, nemmeno lo ha cercato. Ma se l'unica posizione espressa da sindacati e opposizioni era quella di assumere tutti e poi ragionare sulla riforma, questo portava per forza a una chiusura totale...non ci poteva essere dialogo in questi termini. Però faceva contenti tutti i docenti e quindi tutti risquotevano consensi, senza però che i veri problemi della riforma venissero affrontati sul serio.
I giornalisti sono costretti, per lavorare, a rispettare le indicazioni della redazione. E questo dice tutto.
Tornare in alto Andare in basso
francescaverdi



Messaggi : 596
Data d'iscrizione : 01.12.11

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 11:56 am

magnons ha scritto:
Ma se l'unica posizione espressa da sindacati e opposizioni era quella di assumere tutti e poi ragionare sulla riforma, questo portava per forza a una chiusura totale...non ci poteva essere dialogo in questi termini. Però faceva contenti tutti i docenti e quindi tutti risquotevano consensi, senza però che i veri problemi della riforma venissero affrontati sul serio.

Infatti.
Per mesi l'unica posizione che veniva fuori dalle opposizioni a dai sindacati era che 100.000 persone erano pochissime e che ne rimanevano fuori 400mila (tutte le seconde e terze fasce) e che ci voleva un piano pluriennale per assumere fino all'ultimo precario. Raddoppiando, più o meno , l'organico della scuola ... Sono cose che si dicono tanto per dire, quando non si ha nessuna responsabilità e non si ha a cuore né la scuola né chi ci lavora.
Poi hanno cominciato a dire che bisognava stralciare il piano di assunzioni e buttare a mare il resto ... solo dopo, a cose fatte, è emerso il problema della "deportazione" che fino alla fine sembrava nessuno avesse colto.
Tornare in alto Andare in basso
francesco.russo



Messaggi : 184
Data d'iscrizione : 04.03.15

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 12:01 pm

Già.... "deportazione" che invece era già scritta a chiare lettere nel documento Buona Scuola di settembre.
... solo dopo, a cose fatte, è emerso il problema della "deportazione" che fino alla fine sembrava nessuno avesse colto.[/quote]

Tornare in alto Andare in basso
Paolo Tuguri



Messaggi : 204
Data d'iscrizione : 27.03.15

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 12:19 pm

francesco.russo ha scritto:
Già.... "deportazione" che invece era già scritta a chiare lettere nel documento Buona Scuola di settembre.
... solo dopo, a cose fatte, è emerso il problema della "deportazione" che fino alla fine sembrava nessuno avesse colto.



I precari avevano chiaro, fin dal principio, il problema "trasferimenti di massa", tranne alcuni distratti o distrattori.
Ad essere indecente è il fatto che ad oggi, ben oltre i termini di scadenza, non sia possibile qualificare né quantificare l'entità di tali trasferimenti.
Si sa solo che se si rifiuta si è depennati.
Quanti hanno presentato domanda lo hanno fatto "al buio".
Quanti non l'hanno presentata idem.
Tornare in alto Andare in basso
francescaverdi



Messaggi : 596
Data d'iscrizione : 01.12.11

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 12:26 pm

Se i precari lo avevano chiaro, perché sindacati e opposizioni non hanno insistito su quello e sulla necessità di non fare domanda "al buio"? O sul famoso "algoritmo" di cui discutiamo da settimane, che è stato chiarito solo dopo le FAQ (e secondo alcuni nemmeno allora) ? Eppure era chiaro che la modalità di assegnazione dei posti sarebbe stata un punto chiave del provvedimento, nella vita reale delle persone.

Invece si è preferito usare la scuola per cercare di far cadere il governo, diciamo la verità.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Tuguri



Messaggi : 204
Data d'iscrizione : 27.03.15

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 12:29 pm

francescaverdi ha scritto:
Se i precari lo avevano chiaro, perché sindacati e opposizioni non hanno insistito su quello e sulla necessità di non fare domanda "al buio"? O sul famoso "algoritmo" di cui discutiamo da settimane, che è stato chiarito  solo dopo le FAQ (e secondo alcuni nemmeno allora) ?  Eppure era chiaro che la modalità di assegnazione dei posti sarebbe stata un punto chiave del provvedimento, nella vita reale delle persone.

Invece si è preferito usare la scuola per cercare di far cadere il governo, diciamo la verità.

Identifichi i precari con sindacati e opposizione?

Io sono tra gli "alcuni".
Tornare in alto Andare in basso
francescaverdi



Messaggi : 596
Data d'iscrizione : 01.12.11

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 12:35 pm

Non li identifico, ma non saprei nemmeno con chi identificarli. Devo dire che parecchi dei precari che conosco io a giugno non avevano ancora letto il documento della Buona Scuola uscito a settembre ... quindi direi che il panorama è variegato. E temo che la posizione dei sindacati abbia influenzato parecchio la percezione del piano e della riforma in generale (e, se il piano secondo me non poteva essere molto diverso, la riforma dei difetti li ha ... ma nel catastrofismo generale non c'è stato nemmeno modo di parlarne)

I sindacati a mio parere erano preoccupati di una cosa sola: che il piano svuotasse davvero le GAE, che da sempre sono il loro pascolo privilegiato. Una volta chiarito che non sarebbe stato così, almeno non nell'immediato, si sono messi molto più tranquilli.
Tornare in alto Andare in basso
Eterea



Messaggi : 251
Data d'iscrizione : 08.07.15

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 12:36 pm

Babbeus ha scritto:
Eterea ha scritto:
http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2015/08/18/news/meglio-precari-che-lontani-da-casa-due-su-tre-rifiutano-il-posto-fisso-1.11946066

Continuano a dire "rifiutano il posto fisso", non riescono a comprendere che non è un rifiuto DEL posto fisso ma una attesa del loro turno per avere il posto fisso dove gli spetta a norma di legge?

Infatti...e poi tanti che non hanno "rifiutato" lo hanno fatto perché in GM che presto sarebbero decadute. Loro avevano ben poco da perdere. E poi, riflettevo giusto ieri su un altro silenzio colpevole dei sindacati: le fasi a, b e c che porteranno al grosso delle assunzioni danno precedenza assoluta (rispetto alle gae, quindi togliendo loro moltissimi posti) agli IDONEI di un concorso che ha 3 anni (2012). Quanti di queste persone potranno essere precari storici, quelli, cioè, che la sentenza europea imponeva di assumere perché avevano superato i 36 mesi su od?
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 12:38 pm

francescaverdi ha scritto:

Invece si è preferito usare la scuola per cercare di far cadere il governo, diciamo la verità.

Non mi pare: se avessero voluto fare questo (usare la scuola per far cadere il governo) avrebebro dovuto rifiutare in blocco tutto, non certo chiedere stralci.
Tornare in alto Andare in basso
francesco.russo



Messaggi : 184
Data d'iscrizione : 04.03.15

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 12:46 pm

Stralci delle assunzioni? Era certamente possibile stralciare quelle sul normale turn-over... ma perché mai avrebbero dovuto effettuare le assunzioni sul potenziamento (che rientrano in un assetto della scuola riformato) senza fare la riforma ? Nessun governo lo avrebbe accettato e i sindacati non potevano non saperlo. Lo stralcio delle assunzione era una proposta "di bandiera", per tenere il fronte di opposizione alla riforma il più possibile compatto.
Babbeus ha scritto:
francescaverdi ha scritto:

Invece si è preferito usare la scuola per cercare di far cadere il governo, diciamo la verità.

Non mi pare: se avessero voluto fare questo (usare la scuola per far cadere il governo) avrebebro dovuto rifiutare in blocco tutto, non certo chiedere stralci.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Tuguri



Messaggi : 204
Data d'iscrizione : 27.03.15

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 12:48 pm

francescaverdi ha scritto:
Non li identifico, ma non saprei nemmeno con chi identificarli. Devo dire che parecchi dei precari che conosco io a giugno non avevano ancora letto il documento della Buona Scuola uscito a settembre ... quindi direi che il panorama è variegato. E temo che la posizione dei sindacati abbia influenzato parecchio la percezione del piano e della riforma in generale (e, se il piano secondo me non poteva essere molto diverso, la riforma dei difetti li ha ... ma nel catastrofismo generale non c'è stato nemmeno modo di parlarne)

I sindacati a mio parere erano preoccupati di una cosa sola: che il piano svuotasse davvero le GAE, che da sempre sono il loro pascolo privilegiato. Una volta chiarito che non sarebbe stato così, almeno non nell'immediato, si sono messi molto più tranquilli.

Avevano visto giusto... Ben poco ne rimane.
Non so se i sindacati siano più o meno tranquilli (poco me ne cale) di certo non rappresentano solo i precari e non "pascolano" solo su GAE.

A me preoccupa (non sorprende) che i due capisaldi della riforma: "abolizione della supplentite" e "potenziamento dell'offerta formativa" vengano completamente disattesi.

A me preoccupa (non sorprende) che i trasferimenti di massa uniti alla mobilità straordinaria generino un  tourbillion di cattedre tale che gli studenti faticheranno a riconoscere molti dei loro insegnanti.
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 12:49 pm

francesco.russo ha scritto:
Stralci delle assunzioni? Era certamente possibile stralciare quelle sul normale turn-over...

C'è poco da stralciare lì, quelle si fanno senza bisogno di leggi ad hoc.

Citazione :

ma perché mai avrebbero dovuto effettuare le assunzioni sul potenziamento (che rientrano in un assetto della scuola riformato) senza fare la riforma ?

Francamente non vedo nessun collegamento significativo che renderebbe il potenziamento legato al resto della riforma (albi, chiamate dirette, valutazioni), poteva benissimo esistere con qualsiasi tipo di assetto.
Tornare in alto Andare in basso
Eterea



Messaggi : 251
Data d'iscrizione : 08.07.15

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 12:52 pm

Paolo Tuguri ha scritto:
francescaverdi ha scritto:
Non li identifico, ma non saprei nemmeno con chi identificarli. Devo dire che parecchi dei precari che conosco io a giugno non avevano ancora letto il documento della Buona Scuola uscito a settembre ... quindi direi che il panorama è variegato. E temo che la posizione dei sindacati abbia influenzato parecchio la percezione del piano e della riforma in generale (e, se il piano secondo me non poteva essere molto diverso, la riforma dei difetti li ha ... ma nel catastrofismo generale non c'è stato nemmeno modo di parlarne)

I sindacati a mio parere erano preoccupati di una cosa sola: che il piano svuotasse davvero le GAE, che da sempre sono il loro pascolo privilegiato. Una volta chiarito che non sarebbe stato così, almeno non nell'immediato, si sono messi molto più tranquilli.

Avevano visto giusto... Ben poco ne rimane.
Non so se i sindacati siano più o meno tranquilli (poco me ne cale) di certo non rappresentano solo i precari e non "pascolano" solo su GAE.

A me preoccupa (non sorprende) che i due capisaldi della riforma: "abolizione della supplentite" e "potenziamento dell'offerta formativa" vengano completamente disattesi.

A me preoccupa (non sorprende) che i trasferimenti di massa uniti alla mobilità straordinaria generino un  tourbillion di cattedre tale che gli studenti faticheranno a riconoscere molti dei loro insegnanti.
Disattesa completamente anche la continuità tanto sbandierata, non vi sembra?
Tornare in alto Andare in basso
francesco.russo



Messaggi : 184
Data d'iscrizione : 04.03.15

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 1:03 pm

Altra questione.... la sentenza europea. E' stata presentata come un fatto inaspettato per il governo, quando ad una semplice lettura del documento Buona S. si trova un punto dove viene dato per acquisito l'esito della sentenza sfavorevole allo Stato italiano. Non sono un giurista ma ricordo benissimo che, subito dopo l'esito della sentenza, uscirono alcuni articoli di analisi che evidenziavano che la sentenza non obbligava affatto ad assumere ma soltanto a:
1) Risarcire coloro che si trovavano nella situazione dei 36 mesi (con interpretazioni diverse sulle situazioni).
2) Evitare il ripetersi di tali situazioni, predisponendo concorsi regolari e non assumendo più chi ha più di 36 mesi pregressi (norma che già vale per il privato, cosa che ben sanno le agenzie interinali).
Dunque è vero che la sentenza europea obbliga ad assumere ? Non sembrava da tali commenti. Siamo sicuri che anche in questo ambito non prevalga l'interesse economico e di raccolta tessere (che danno ai sindacati maggior peso specifico) nell'alimentare la macchina dei "ricorrifici" ?
Personalmente sono precario da 12 anni, rientro ampiamente nei 36 mesi, ma non ho mai pensato di fare ricorso.
Tornare in alto Andare in basso
minacalcio



Messaggi : 684
Data d'iscrizione : 10.02.11

MessaggioOggetto: Re: Consistenza GAE   Mar Ago 18, 2015 1:06 pm

Eterea ha scritto:
Paolo Tuguri ha scritto:
francescaverdi ha scritto:
Non li identifico, ma non saprei nemmeno con chi identificarli. Devo dire che parecchi dei precari che conosco io a giugno non avevano ancora letto il documento della Buona Scuola uscito a settembre ... quindi direi che il panorama è variegato. E temo che la posizione dei sindacati abbia influenzato parecchio la percezione del piano e della riforma in generale (e, se il piano secondo me non poteva essere molto diverso, la riforma dei difetti li ha ... ma nel catastrofismo generale non c'è stato nemmeno modo di parlarne)

I sindacati a mio parere erano preoccupati di una cosa sola: che il piano svuotasse davvero le GAE, che da sempre sono il loro pascolo privilegiato. Una volta chiarito che non sarebbe stato così, almeno non nell'immediato, si sono messi molto più tranquilli.


Avevano visto giusto... Ben poco ne rimane.
Non so se i sindacati siano più o meno tranquilli (poco me ne cale) di certo non rappresentano solo i precari e non "pascolano" solo su GAE.

A me preoccupa (non sorprende) che i due capisaldi della riforma: "abolizione della supplentite" e "potenziamento dell'offerta formativa" vengano completamente disattesi.

A me preoccupa (non sorprende) che i trasferimenti di massa uniti alla mobilità straordinaria generino un  tourbillion di cattedre tale che gli studenti faticheranno a riconoscere molti dei loro insegnanti.
Disattesa completamente anche la continuità tanto sbandierata, non vi sembra?
La continuità? Si è persa tanto tempo fa.
Tornare in alto Andare in basso
 
Consistenza GAE
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: