Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Mar Set 29, 2015 6:00 pm



Visto l'enorme numero di posti che verranno dati a ruolo nei prossimi 3 anni mi chiedo quanti potrebbe essere quelli dati ad inglese: quante migliaia?
E' possibile che già il prossimo anno tutti i docenti rimasti in GE per inglese siano assunti in blocco nelle loro province senza dover tentare anche il concorso che porta via tanto tempo?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Mar Set 29, 2015 9:58 pm

gugu ha scritto:


Visto l'enorme numero di posti che verranno dati a ruolo nei prossimi 3 anni mi chiedo quanti potrebbe essere quelli dati ad inglese: quante migliaia?
E' possibile che già il prossimo anno tutti i docenti rimasti in GE per inglese siano assunti in blocco nelle loro province senza dover tentare anche il concorso che porta via tanto tempo?

Non si capisce se stai ponendo una domanda o stai formulando un auspicio. In teoria dovresti essere bene informato sui numeri, quindi la domanda sarebbe del tutto inutile. E se è del tutto inutile, allora perché poni la questione? Stai esternando un auspicio?

Insomma, spesso e volentieri ti sei messo a fare dietrologia sui post di altri interlocutori, cercando sempre di estrapolare un presunto "conflitto d'interesse". Perché, nel tuo caso, il teorema non regge?
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Mar Set 29, 2015 10:17 pm

gugu ha scritto:


Visto l'enorme numero di posti che verranno dati a ruolo nei prossimi 3 anni mi chiedo quanti potrebbe essere quelli dati ad inglese: quante migliaia?
E' possibile che già il prossimo anno tutti i docenti rimasti in GE per inglese siano assunti in blocco nelle loro province senza dover tentare anche il concorso che porta via tanto tempo?

Non si è ancora a conoscenza dei numeri precisi del turn over pensionistico sulla tua c.d.c., spero che siano abbastanza consistenti,però, siccome la domanda di pensionamento in genere anticipa di circa 8 mesi la definitiva fuoriuscita dal mondo del lavoro, penso che questi dati possano essere nella disponibilità dell'INPS tra qualche mese.
Nutro anche estrema fiducia nel fatto che il potenziamento sia strutturale e non temporaneo, per cui, dopo le immissioni in ruolo della fase c, penso esuberino posti vacanti anche nel potenziato.
Naturalmente mi auguro che quanto prima vengano assunti tutti coloro che sono rimasti in gae!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Mar Set 29, 2015 10:25 pm

Francesca4 ha scritto:
Nutro anche estrema fiducia nel fatto che il potenziamento sia strutturale e non temporaneo

Fiducia a parte, quanto saresti disposta a giocare, piatto alla mano e in moneta sonante?
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Mar Set 29, 2015 10:30 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
gugu ha scritto:


Visto l'enorme numero di posti che verranno dati a ruolo nei prossimi 3 anni mi chiedo quanti potrebbe essere quelli dati ad inglese: quante migliaia?
E' possibile che già il prossimo anno tutti i docenti rimasti in GE per inglese siano assunti in blocco nelle loro province senza dover tentare anche il concorso che porta via tanto tempo?

Non si capisce se stai ponendo una domanda o stai formulando un auspicio. In teoria dovresti essere bene informato sui numeri, quindi la domanda sarebbe del tutto inutile. E se è del tutto inutile, allora perché poni la questione? Stai esternando un auspicio?

Insomma, spesso e volentieri ti sei messo a fare dietrologia sui post di altri interlocutori, cercando sempre di estrapolare un presunto "conflitto d'interesse". Perché, nel tuo caso, il teorema non regge?

Il problema non è sapere quante domande ci sono, ma come il Miur gestirà le varie cdc nel periodo post fase C. Che cd privilegiare: chi ha ancora tanti iscritti o chi non assumi ora?
Tornare in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 693
Data d'iscrizione : 14.11.14
Età : 45

MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Mar Set 29, 2015 10:36 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
gugu ha scritto:


Visto l'enorme numero di posti che verranno dati a ruolo nei prossimi 3 anni mi chiedo quanti potrebbe essere quelli dati ad inglese: quante migliaia?
E' possibile che già il prossimo anno tutti i docenti rimasti in GE per inglese siano assunti in blocco nelle loro province senza dover tentare anche il concorso che porta via tanto tempo?
Non si capisce se stai ponendo una domanda o stai formulando un auspicio. In teoria dovresti essere bene informato sui numeri, quindi la domanda sarebbe del tutto inutile. E se è del tutto inutile, allora perché poni la questione? Stai esternando un auspicio?
Insomma, spesso e volentieri ti sei messo a fare dietrologia sui post di altri interlocutori, cercando sempre di estrapolare un presunto "conflitto d'interesse". Perché, nel tuo caso, il teorema non regge?
Ho tagliato da wikipedia:
"Il ..... druido ...... è il dignitario ................., al quale competevano, tra i Celti della Gallia......., ........, l'interpretazione degli auspici...
Vale anche per Panoramix-Gugu?
Naturalmente si scherza per distendere i toni.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Mar Set 29, 2015 10:39 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
Nutro anche estrema fiducia nel fatto che il potenziamento sia strutturale e non temporaneo

Fiducia a parte, quanto saresti disposta a giocare, piatto alla mano e in moneta sonante?

Vuoi portarmi per forza a percorrere la via sbagliata.
E poi su cosa dovrei scommettere? Sul destino lavorativo di migliaia di persone?
No, mi dispiace... penso proprio che la fiducia possa bastare!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Mer Set 30, 2015 2:22 pm

gugu ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
gugu ha scritto:


Visto l'enorme numero di posti che verranno dati a ruolo nei prossimi 3 anni mi chiedo quanti potrebbe essere quelli dati ad inglese: quante migliaia?
E' possibile che già il prossimo anno tutti i docenti rimasti in GE per inglese siano assunti in blocco nelle loro province senza dover tentare anche il concorso che porta via tanto tempo?

Non si capisce se stai ponendo una domanda o stai formulando un auspicio. In teoria dovresti essere bene informato sui numeri, quindi la domanda sarebbe del tutto inutile. E se è del tutto inutile, allora perché poni la questione? Stai esternando un auspicio?

Insomma, spesso e volentieri ti sei messo a fare dietrologia sui post di altri interlocutori, cercando sempre di estrapolare un presunto "conflitto d'interesse". Perché, nel tuo caso, il teorema non regge?

Il problema non è sapere quante domande ci sono, ma come il Miur gestirà le varie cdc nel periodo post fase C. Che cd privilegiare: chi ha ancora tanti iscritti o chi non assumi ora?

Uno di noi due si è fregato il bottiglione e ci ha dato fondo.
Chi ha parlato di domande? ("il problema non è sapere quante domande ci sono")
Di quali classi di concorso da gestire post fase C stai parlando? di quelle del potenziamento o di quelle ancora da assumere?
In cosa si devono privilegiare?
Non sapevo ci fossero classi di concorso da privilegiare, credevo ci fossero classi di concorso funzionali al sistema dell'istruzione.

Comunque, le strade percorribili (dal MIUR) sono quattro:
1) assumere il meno possibile e indiscriminatamente
2) assumere cani è porci
3) assumere a discrezione differenziando tra classi di concorso figlie e classe di concorso figliastre
4) assumere dove e quanto serve,

Indovina qual è la mia preferita.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Mer Set 30, 2015 2:40 pm

Francesca4 ha scritto:
E poi su cosa dovrei scommettere? Sul destino lavorativo di migliaia di persone?

No, sull'aspettativa di vita di un istituto strutturale che è poco funzionale in quanto aveva esclusivamente finalità strumentali ad una politica demagogica.

Chi ha giocato usando il destino lavorativo di migliaia di persone è un altro.
Si chiama Renzi Matteo.

E allora reitero, magari formulando meglio. Vuoi scommettere che
in un futuro più o meno prossimo
quando ci sarà da recuperare qualche centinaio di milioni o qualche miliardino
da raschiare dal fondo
lo statista Renzi Matteo
o un suo più o meno diretto successore
individuerà come risorsa finanziaria da tagliare proprio l'organico di potenziamento?

Come ho già detto, così com'è stato ideato e realizzato, ha ben poco di funzionale al miglioramento del sistema dell'istruzione. In fondo la sua finalità era quello di dare un fondamento ad un piano "straordinario" di assunzioni da usare strumentalmente per altri scopi. Una volta cessata la strumentalità dell'organico di potenziamento non ha più senso perseverare nel mantenimento di un organico sovradimensionato. Specialmente se il sovradimensionamento non è finalizzato ad un potenziamento ma solo ad un collocamento.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Mer Set 30, 2015 3:02 pm

A me pare abbastanza chiaro che non potranno coesistere l'attuale OF con il futuro OP, visto che si creerebbero nuove sacche di precariato o meglio di non abilitati che vorranno l'abilitazione e il ruolo con pacchetto unico.
Se si tenesse in piedi l'attuale OF, ad esempio, di inglese su Milano servirebbero qualcosa come 400 docenti per coprire cattedre e spezzoni quando nelle GE ne saranno rimasti solo alcune decine. La convergenza (forse morbida, in 2 o 3 anni) è necessaria e potrebbe diventare totale nel 2018 con GM e GE a fine vita. In quel momento l'OP sarà diventato l'OF e l'investimento della scuola sarebbe non solo a 0 euro ma in negativo.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Mer Set 30, 2015 5:39 pm

Francesca4 ha scritto:
gugu ha scritto:


Visto l'enorme numero di posti che verranno dati a ruolo nei prossimi 3 anni mi chiedo quanti potrebbe essere quelli dati ad inglese: quante migliaia?
E' possibile che già il prossimo anno tutti i docenti rimasti in GE per inglese siano assunti in blocco nelle loro province senza dover tentare anche il concorso che porta via tanto tempo?

Non si è ancora a conoscenza dei numeri precisi del turn over pensionistico sulla tua c.d.c., spero che siano abbastanza consistenti,però, siccome la domanda di pensionamento in genere anticipa di circa 8 mesi la definitiva fuoriuscita dal mondo del lavoro, penso che questi dati possano essere nella disponibilità dell'INPS tra qualche mese.
Nutro anche estrema fiducia nel fatto che il potenziamento sia strutturale e non temporaneo, per cui, dopo le immissioni in ruolo della fase c, penso esuberino posti vacanti anche nel potenziato.
Naturalmente mi auguro che quanto prima vengano assunti tutti coloro che sono rimasti in gae!

Sull'ultimo punto non concordo; c'è già stato un potenziamento (anni '80?) ed è stato assorbito in pochi anni; non ho dubbi che succederà anche questa volta, è improbabile che si passi da un sistema in cui soli 10 mila docenti di ruolo perdenti posto venivano visti come una tragedia a un sistema in cui sia ammissibile una sorta di esubero permanente, a meno che non si replichi l'infelice situazione dell'organico di sostegno, che è stato allargato nei momenti di magra, a vantaggio nostro, ma senza uno strutturale sforzo di pianificazione... il mio pensiero sull'organico di potenziamento è che coprirà tutti coloro che hanno fatto domanda, ma in seguito lo sforzo sarà quello di ricollocare tutti mantenendo l'O.P. all'osso. Spero e mi auguro che questa forma di riduzione non sia operata con forme di deportazione strutturale o di licenziamento dei sovrannumerari.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Mer Set 30, 2015 5:44 pm

precario.acciaio ha scritto:


Sull'ultimo punto non concordo; c'è già stato un potenziamento (anni '80?) ed è stato assorbito in pochi anni; non ho dubbi che succederà anche questa volta, è improbabile che si passi da un sistema in cui soli 10 mila docenti di ruolo perdenti posto venivano visti come una tragedia a un sistema in cui sia ammissibile una sorta di esubero permanente, a meno che non si replichi l'infelice situazione dell'organico di sostegno, che è stato allargato nei momenti di magra, a vantaggio nostro, ma senza uno strutturale sforzo di pianificazione... il mio pensiero sull'organico di potenziamento è che coprirà tutti coloro che hanno fatto domanda, ma in seguito lo sforzo sarà quello di ricollocare tutti mantenendo l'O.P. all'osso. Spero e mi auguro che questa forma di riduzione non sia operata con forme di deportazione strutturale o di licenziamento dei sovrannumerari.

Mah, speriamo accada tutto quello che tu dici.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Mer Set 30, 2015 10:09 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
E poi su cosa dovrei scommettere? Sul destino lavorativo di migliaia di persone?

No, sull'aspettativa di vita di un istituto strutturale che è poco funzionale in quanto aveva esclusivamente finalità strumentali ad una politica demagogica.

Chi ha giocato usando il destino lavorativo di migliaia di persone è un altro.
Si chiama Renzi Matteo.

E allora reitero, magari formulando meglio. Vuoi scommettere che
in un futuro più o meno prossimo
quando ci sarà da recuperare qualche centinaio di milioni o qualche miliardino
da raschiare dal fondo
lo statista Renzi Matteo
o un suo più o meno diretto successore
individuerà come risorsa finanziaria da tagliare proprio l'organico di potenziamento?


Come ho già detto, così com'è stato ideato e realizzato, ha ben poco di funzionale al miglioramento del sistema dell'istruzione. In fondo la sua finalità era quello di dare un fondamento ad un piano "straordinario" di assunzioni da usare strumentalmente per altri scopi. Una volta cessata la strumentalità dell'organico di potenziamento non ha più senso perseverare nel mantenimento di un organico sovradimensionato. Specialmente se il sovradimensionamento non è finalizzato ad un potenziamento ma solo ad un collocamento.

E va bene, prendo atto del fatto che, nonostante gli sforzi di entrambe, non riusciamo a trovare un'opinione condivisa, che sia una, su tutta la riforma, e rispetto il tuo punto di vista che certamente risente della sfiducia nella  politica  scolastica del passato fatta di tagli ed assenza di progettualità che, del resto, hai sperimentato sulla tua pelle.
Come darti torto?
Però ti chiedo di dare uguale dignità all'opinione di chi, come me, voglia avere fiducia nel tentativo di cambiamento a rischio anche di sembrare ingenua, ma questa volta pensa che sia possibile crederci, e certamente pur non avendo la sfera di cristallo che possa illuminarla su presunte riduzioni delle risorse del futuro, constata che invece oggi questi stanziamenti ci sono, e vengono messi a disposizione della scuola in termini di edilizia scolastica, aumento di fondi destinati alle istituzioni scolastiche e sì, anche assunzioni di docenti, come mai si è visto realizzare nel comparto scuola.
E leggi pure questa mia ultima considerazione come improntata al mio esclusivo interesse personale, tanto niente e nessuno potrebbero spingerti, almeno a rivedere certe asperità della tua posizione, senza necessariamente cambiarla,
perché, sia chiaro, nessuno ti chiede di farlo, anzi sentiti assolutamente libero di esprimere il tuo punto di vista; però vacci piano a considerare coloro che, volente o nolente, saranno i tuoi futuri colleghi, come degli opportunisti che pur di essere "collocati" venderebbero l'anima al diavolo, rinunciando ad esercitare, solo per questo, il loro libero pensiero critico.
Mi dispiace, ma non mi identifico in questa categoria di persone, perché insieme a tanti altri, se avessimo avuto come fine ultimo quello della mera assunzione, non avremmo certamente esitato a perseguirlo rispettando formalmente la legge, ma violandone la sostanza, per scavalcare con tutti i mezzi a disposizione (e ce ne sono stati!) chi aveva più diritto di noi.
No, non sono così, anzi mi sento di dire che nessuno di noi è così, fino a prova contraria naturalmente!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Mer Set 30, 2015 10:40 pm

Francesca4 ha scritto:

Però ti chiedo di dare uguale dignità all'opinione di chi, come me, voglia avere fiducia nel tentativo di cambiamento a rischio anche di sembrare ingenua, ma questa volta pensa che sia possibile crederci, e certamente pur non avendo la sfera di cristallo che possa illuminarla su presunte riduzioni delle risorse del futuro, constata che invece oggi questi stanziamenti ci sono, e vengono messi a disposizione della scuola in termini di edilizia scolastica, aumento di fondi destinati alle istituzioni scolastiche e sì, anche assunzioni di docenti, come mai si è visto realizzare nel comparto scuola.
Io posso darti tutta la dignità che vuoi, ma la scuola la conosco come le mie tasche perché ci sono dentro fino al collo, non la leggo su Topolino. Se poi vuoi credere agli asini volanti fai pure, non è un mio problema.
Sempre concedendo tutta la dignità che vuoi alla tua opinione, permettimi di esprimere la mia: o sei una dei tanti pov pusher dell'armata dei renzichenecchi sguinzagliati a propagare il Verbo su internette o dintorni o sei una dei tanti ingenuotti raggirati dalle favolette raccontate dal Grande Cazzaro.

Citazione :
E leggi pure questa mia ultima considerazione come improntata al mio esclusivo interesse personale, tanto niente e nessuno potrebbero spingerti, almeno a rivedere certe asperità della tua posizione, senza necessariamente cambiarla,
Le asperità sono derivate dalle incisioni lasciate dalle unghie sul vetro

Citazione :
perché, sia chiaro, nessuno ti chiede di farlo, anzi sentiti assolutamente libero di esprimere il tuo punto di vista
Mai sentito castrato, nel merito.

Citazione :
però vacci piano a considerare coloro che, volente o nolente, saranno i tuoi futuri colleghi, come degli opportunisti che pur di essere "collocati" venderebbero l'anima al diavolo, rinunciando ad esercitare, solo per questo, il loro libero pensiero critico.
?
1) ma tu che ne sai dell'opinione che ho dei miei passati, presenti e futuri colleghi?
2) dove hai letto, in ciò che ho scritto, la parola "opportunismo" o altra parola che conduce allo stesso concetto?

Ma è mai possibile che debba mettere la tua coda di paglia in ogni discussione? Te l'ho detto altre volte e lo ripeto: scendi dal piedistallo, per cortesia!

Citazione :
Mi dispiace, ma non mi identifico in questa categoria di persone, perché insieme a tanti altri, se avessimo avuto come fine ultimo quello della mera assunzione, non avremmo certamente esitato a perseguirlo rispettando formalmente la legge, ma violandone la sostanza, per scavalcare con tutti i mezzi a disposizione (e ce ne sono stati!) chi aveva più diritto di noi.
No, non sono così, anzi mi sento di dire che nessuno di noi è così, fino a prova contraria naturalmente!
Si, va be', ma che cavolo c'entra? Io ho solo detto di non farti strane idee sul mantenimento ad libitum di un istituto che non regge perché del tutto inutile.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Gio Ott 01, 2015 8:54 am

Giancarlo Dessì ha scritto:
Francesca4 ha scritto:

Però ti chiedo di dare uguale dignità all'opinione di chi, come me, voglia avere fiducia nel tentativo di cambiamento a rischio anche di sembrare ingenua, ma questa volta pensa che sia possibile crederci, e certamente pur non avendo la sfera di cristallo che possa illuminarla su presunte riduzioni delle risorse del futuro, constata che invece oggi questi stanziamenti ci sono, e vengono messi a disposizione della scuola in termini di edilizia scolastica, aumento di fondi destinati alle istituzioni scolastiche e sì, anche assunzioni di docenti, come mai si è visto realizzare nel comparto scuola.
Io posso darti tutta la dignità che vuoi, ma la scuola la conosco come le mie tasche perché ci sono dentro fino al collo, non la leggo su Topolino. Se poi vuoi credere agli asini volanti fai pure, non è un mio problema.
Sempre concedendo tutta la dignità che vuoi alla tua opinione, permettimi di esprimere la mia: o sei una dei tanti pov pusher dell'armata dei renzichenecchi sguinzagliati a propagare il Verbo su internette o dintorni o sei una dei tanti ingenuotti raggirati dalle favolette raccontate dal Grande Cazzaro.

Citazione :
E leggi pure questa mia ultima considerazione come improntata al mio esclusivo interesse personale, tanto niente e nessuno potrebbero spingerti, almeno a rivedere certe asperità della tua posizione, senza necessariamente cambiarla,
Le asperità sono derivate dalle incisioni lasciate dalle unghie sul vetro

Citazione :
perché, sia chiaro, nessuno ti chiede di farlo, anzi sentiti assolutamente libero di esprimere il tuo punto di vista
Mai sentito castrato, nel merito.

Citazione :
però vacci piano a considerare coloro che, volente o nolente, saranno i tuoi futuri colleghi, come degli opportunisti che pur di essere "collocati" venderebbero l'anima al diavolo, rinunciando ad esercitare, solo per questo, il loro libero pensiero critico.
?
1) ma tu che ne sai dell'opinione che ho dei miei passati, presenti e futuri colleghi?
2) dove hai letto, in ciò che ho scritto, la parola "opportunismo" o altra parola che conduce allo stesso concetto?

Ma è mai possibile che debba mettere la tua coda di paglia in ogni discussione? Te l'ho detto altre volte e lo ripeto: scendi dal piedistallo, per cortesia!

Citazione :
Mi dispiace, ma non mi identifico in questa categoria di persone, perché insieme a tanti altri, se avessimo avuto come fine ultimo quello della mera assunzione, non avremmo certamente esitato a perseguirlo rispettando formalmente la legge, ma violandone la sostanza, per scavalcare con tutti i mezzi a disposizione (e ce ne sono stati!) chi aveva più diritto di noi.
No, non sono così, anzi mi sento di dire che nessuno di noi è così, fino a prova contraria naturalmente!
Si, va be', ma che cavolo c'entra? Io ho solo detto di non farti strane idee sul mantenimento ad libitum di un istituto che non regge perché del tutto inutile.

Forse hai ragione tu, ho la coda di paglia, perciò scusami se quando scrivi che il potenziamento ha solo ed esclusivamente finalità di collocamento, mi sento una poveraccia senza né arte, né parte, assai lontana dalla persona motivata ad offrire la sua disponibilità al mondo della scuola, per testimoniare un impegno sociale che dovrebbe essere trasversale a tutti coloro che sognano ancora di poter contribuire, nel loro piccolo, a cambiare le cose.
E' vero mi piace Topolino, e le favole a lieto fine, ed è possibile che si tratti di un mio limite!

Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Gio Ott 01, 2015 9:00 am

Francesca4 ha scritto:

Forse hai ragione tu, ho la coda di paglia, perciò scusami se quando scrivi che il potenziamento ha solo ed esclusivamente finalità di collocamento, mi sento una poveraccia senza né arte, né parte, assai lontana dalla persona motivata ad offrire la sua disponibilità al mondo della scuola, per testimoniare un impegno sociale che dovrebbe essere trasversale a tutti coloro che sognano ancora di poter contribuire, nel loro piccolo, a cambiare le cose.
E' vero mi piace Topolino, e le favole a lieto fine, ed è possibile che si tratti di un mio limite!


Scusami, ma dopo mesi mi devo togliere un sassolino dalla scarpa.
Mi è incomprensibile come una persona che dica di essere una solida professionista stia tutto il giorno al pc per vedere se sarà assunta a 1.200 km da casa per 1.200 euro al mese.
Permettimi di dubitare a questo punto che tu abbia delle entrate e che il posto in fase C sia esclusivamente visto come la possibilità di avere uno stipendio. Cosa legittima, per carità, ma che potrebbe essere espressa evitando mielosi corollari su quanto tu, non avendo mai insegnato un giorno in vita tua, possa far del bene al sistema scolastico.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Gio Ott 01, 2015 9:41 am

gugu ha scritto:
Francesca4 ha scritto:

Forse hai ragione tu, ho la coda di paglia, perciò scusami se quando scrivi che il potenziamento ha solo ed esclusivamente finalità di collocamento, mi sento una poveraccia senza né arte, né parte, assai lontana dalla persona motivata ad offrire la sua disponibilità al mondo della scuola, per testimoniare un impegno sociale che dovrebbe essere trasversale a tutti coloro che sognano ancora di poter contribuire, nel loro piccolo, a cambiare le cose.
E' vero mi piace Topolino, e le favole a lieto fine, ed è possibile che si tratti di un mio limite!


Scusami, ma dopo mesi mi devo togliere un sassolino dalla scarpa.
Mi è incomprensibile come una persona che dica di essere una solida professionista stia tutto il giorno al pc per vedere se sarà assunta a 1.200 km da casa per 1.200 euro al mese.
Permettimi di dubitare a questo punto che tu abbia delle entrate e che il posto in fase C sia esclusivamente visto come la possibilità di avere uno stipendio. Cosa legittima, per carità, ma che potrebbe essere espressa evitando mielosi corollari su quanto tu, non avendo mai insegnato un giorno in vita tua, possa far del bene al sistema scolastico.

So perfettamente che questo è stato sempre il tuo cruccio ricorrente in mesi e mesi di mia frequentazione del forum, e probabilmente lo sarà ancora, nonostante più volte abbia voluto dare spiegazioni a te e ad altri che si arrovellavano a comprendere la mia posizione.
Però prima di entrare nel merito, vorrei chiarirti che, mai e poi mai, ho affermato di essere una "solida professionista",  perché non saprei, tra l'altro, se tu ti voglia riferire alle competenze od alla posizione economica, anche se in entrambe i casi, scusami, ma non credo di poter essere in grado di esprimere  giudizi del genere : nel primo caso, infatti, dovresti chiedere a chi si è avvalso delle mie prestazioni professionali, nel secondo credo che sia poco educato risponderti, perché ho sempre avuto un certo pudore a parlare di soldi con persone che non conosco, sono stata educata al rispetto verso il prossimo, facendo ben attenzione a non ferire i sentimenti altrui, soprattutto quando non  conosco la posizione economica della controparte.
Quanto al modo di gestire il mio tempo, lasciami libera di impiegarlo come voglio: ho un'infinità di interessi lavorativi e non, da coltivare, e scusami se mi organizzo in maniera tale da concentrare tutte le incombenze in poche uscite, ma credo di non doverne dare conto a te, ma solo alla mia famiglia ed alle persone che mi vogliono bene.
Certo, non vado in udienza tutti giorni, perché partecipo ad eventi formativi, risolvo questioni in via extragiudiziale, ricevo clienti allo studio e redigo atti e pareri, esattamente come fanno tutti i miei colleghi.
Non so quale visione distorta tu possa avere della professione forense, e neanche mi interessa approfondirla, una cosa però vorrei ripeterti ancora: a me questa eventuale assunzione costerebbe in termini economici e soprattutto affettivi, che sono quelli più duri da digerire, ma credo che una persona che rinunci a realizzare le sue aspirazioni viva male innanzitutto con se stessa,  e poi, di riflesso, anche con gli altri.
Mi auguro, almeno questa volta, di aver chiarito tutti i tuoi dubbi.
Vorrei segnalarti questa, ed in particolare ti chiedo di prestare attenzione all'ultima parte, forse in musica alcuni concetti potrebbero risultarti più chiari:
https://www.youtube.com/watch?v=C08OHLkaa14
Tornare in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 693
Data d'iscrizione : 14.11.14
Età : 45

MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Gio Ott 01, 2015 11:29 am

gugu ha scritto:
Francesca4 ha scritto:

Forse hai ragione tu, ho la coda di paglia, perciò scusami se quando scrivi che il potenziamento ha solo ed esclusivamente finalità di collocamento, mi sento una poveraccia senza né arte, né parte, assai lontana dalla persona motivata ad offrire la sua disponibilità al mondo della scuola, per testimoniare un impegno sociale che dovrebbe essere trasversale a tutti coloro che sognano ancora di poter contribuire, nel loro piccolo, a cambiare le cose.
E' vero mi piace Topolino, e le favole a lieto fine, ed è possibile che si tratti di un mio limite!


Scusami, ma dopo mesi mi devo togliere un sassolino dalla scarpa.
Mi è incomprensibile come una persona che dica di essere una solida professionista stia tutto il giorno al pc per vedere se sarà assunta a 1.200 km da casa per 1.200 euro al mese.
Permettimi di dubitare a questo punto che tu abbia delle entrate e che il posto in fase C sia esclusivamente visto come la possibilità di avere uno stipendio. Cosa legittima, per carità, ma che potrebbe essere espressa evitando mielosi corollari su quanto tu, non avendo mai insegnato un giorno in vita tua, possa far del bene al sistema scolastico.
Sassolino!Gugu, mi sembra di più un macigno.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Gio Ott 01, 2015 11:49 am

Francesca4 ha scritto:
perciò scusami se quando scrivi che il potenziamento ha solo ed esclusivamente finalità di collocamento

Hai ancora travisato alla grande il significato di ciò che ho scritto. Non ho assolutamente detto che il potenziamento ha solo ed esclusivamente finalità di collocamento:

Citazione :
istituto strutturale che è poco funzionale in quanto aveva esclusivamente finalità strumentali ad una politica demagogica

La finalità non era quella di un collocamento, il "collocamento" era strumentale e finalizzato a creare un consenso su una riforma che ha ben poco di didattico ma stravolge l'apparato organizzativo e il management del sistema scuola.

Cosa ben diversa dal dire che il collocamento era la finalità. Il piano "straordinario" di assunzioni (in cui è stato fraudolentemente incluso anche una quota consistente di assunzioni ordinarie) era la moneta di scambio necessaria per allestire una qualche forma di consenso intorno a questa bestialità della buona scuola.

Aggiungo, dal momento che non sono stato sufficientemente chiaro, che non considero inutile il potenziamento, bensì inutile questo potenziamento. Esattamente come è stato concepito.
Ed è proprio per questo motivo che è destinato ad essere immolato sull'altare del risparmio alla prima occasione. Non sarà certo un drastico e cruento sacrificio. Sarà probabilmente attuato solo un quasi impercettibile riassorbimento, attraverso una graduale riallocazione delle maestranze che sfrutterà strumenti compositi, come la mobilità territoriale e funzionale e il contingentamento del turnover.
Ad accorgersene saranno soprattutto gli insegnanti di ruolo coinvolti in questo processo di riallocazione e gli insegnanti rimasti precari, che vedranno un ulteriore ostacolo all'immissione in ruolo a causa di tagli impliciti al turnover.
Dopo pochi anni, il potenziamento sarà virtualmente azzerato e i costi temporanei del "piano straordinario di assunzioni" saranno compensati. Nel frattempo resteranno a regime quelle modifiche strutturali introdotte con questa riforma, con ricadute irrisorie sulla qualità dell'istruzione (che, anzi, subirà probabilmente un peggioramento) ma efficaci sul contenimento dei costi del tradizionale status giuridico degli insegnanti.

Smetti di leggere Topolino e impara a leggere tra le righe.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Gio Ott 01, 2015 12:52 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
perciò scusami se quando scrivi che il potenziamento ha solo ed esclusivamente finalità di collocamento

Hai ancora travisato alla grande il significato di ciò che ho scritto. Non ho assolutamente detto che il potenziamento ha solo ed esclusivamente finalità di collocamento:

Citazione :
istituto strutturale che è poco funzionale in quanto aveva esclusivamente finalità strumentali ad una politica demagogica

La finalità non era quella di un collocamento, il "collocamento" era strumentale e finalizzato a creare un consenso su una riforma che ha ben poco di didattico ma stravolge l'apparato organizzativo e il management del sistema scuola.

Cosa ben diversa dal dire che il collocamento era la finalità. Il piano "straordinario" di assunzioni (in cui è stato fraudolentemente incluso anche una quota consistente di assunzioni ordinarie) era la moneta di scambio necessaria per allestire una qualche forma di consenso intorno a questa bestialità della buona scuola.

Aggiungo, dal momento che non sono stato sufficientemente chiaro, che non considero inutile il potenziamento, bensì inutile questo potenziamento. Esattamente come è stato concepito.
Ed è proprio per questo motivo che è destinato ad essere immolato sull'altare del risparmio alla prima occasione. Non sarà certo un drastico e cruento sacrificio. Sarà probabilmente attuato solo un quasi impercettibile riassorbimento, attraverso una graduale riallocazione delle maestranze che sfrutterà strumenti compositi, come la mobilità territoriale e funzionale e il contingentamento del turnover.
Ad accorgersene saranno soprattutto gli insegnanti di ruolo coinvolti in questo processo di riallocazione e gli insegnanti rimasti precari, che vedranno un ulteriore ostacolo all'immissione in ruolo a causa di tagli impliciti al turnover.
Dopo pochi anni, il potenziamento sarà virtualmente azzerato e i costi temporanei del "piano straordinario di assunzioni" saranno compensati. Nel frattempo resteranno a regime quelle modifiche strutturali introdotte con questa riforma, con ricadute irrisorie sulla qualità dell'istruzione (che, anzi, subirà probabilmente un peggioramento) ma efficaci sul contenimento dei costi del tradizionale status giuridico degli insegnanti.

Smetti di leggere Topolino e impara a leggere tra le righe.

E forse è proprio questo il mio difetto più grande: leggere tra le righe, e mi spiace che non ne prenda definitivamente atto, perché ti reputo una persona intelligente.
Allora, continuando nel tuo ragionamento, chi dovrebbe esprimere il consenso alla riforma, se non anzitutto la maggior parte di quelli che verranno immessi in ruolo,e che fino ad oggi sono stati destinati solo al parcheggio in graduatorie senza speranze, o pensi che di queste assunzioni sia grato a Renzi il popolo dei contestatori della riforma?
Allora, detto fuori dai denti, non hai davvero mai legato il consenso di questi docenti alla riforma, ed in generale alla politica renziana, al fatto che avevano, quale tornaconto personale, la possibilità di essere assunti?

Rispondi francamente, se ritieni di poterlo fare, altrimenti me ne farò una ragione!

Un'ultima cosa: ti chiedo di finirla di insinuare che sarei una promoter delle iniziative di Renzi, magari assoldata dalla sua squadra, perché ormai penso sia assodato, sul forum, il giudizio su chi sia davvero, e come sia, per poterti consentire di svilire in questo modo la mia persona.
Ti ringrazio vivamente.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Gio Ott 01, 2015 1:10 pm

OMG!
ci rinuncio, ciai ragione
Tornare in alto Andare in basso
francescaverdi



Messaggi : 596
Data d'iscrizione : 01.12.11

MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Gio Ott 01, 2015 5:28 pm

gugu ha scritto:

Mi è incomprensibile come una persona che dica di essere una solida professionista stia tutto il giorno al pc per vedere se sarà assunta a 1.200 km da casa per 1.200 euro al mese.

Visto che abbiamo chiarito che lo stipendio di un neoassunto è di 1370 euro netti, più gli 80 euro che fanno 1450 (più 500 euro all'anno per l'aggiornamento) mi è incomprensibile lo scopo di continuare a ridursi virtualmente lo stipendio di un quinto.
Facciamo una figura migliore in società? Forse ci invitano a mangiare una minestra calda alla mensa della Caritas?
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Gio Ott 01, 2015 5:33 pm

francescaverdi ha scritto:
gugu ha scritto:

Mi è incomprensibile come una persona che dica di essere una solida professionista stia tutto il giorno al pc per vedere se sarà assunta a 1.200 km da casa per 1.200 euro al mese.

Visto che abbiamo chiarito che lo stipendio di un neoassunto è di 1370 euro netti, più gli 80 euro che fanno 1450 (più 500 euro all'anno per l'aggiornamento) mi è incomprensibile lo scopo di continuare a ridursi virtualmente lo stipendio di un quinto.
Facciamo una figura migliore in società? Forse ci invitano a mangiare una minestra calda alla mensa della Caritas?

Ma il partito non paga dei corsi di aggiornamento?
Torni dopo mesi a dire sempre le solite cifre inventate.
Chiama il MEF, fai chiamare da qualche esponente e ricevi le tabelle corrette.
Tornare in alto Andare in basso
francescaverdi



Messaggi : 596
Data d'iscrizione : 01.12.11

MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Gio Ott 01, 2015 5:40 pm

gugu ha scritto:
francescaverdi ha scritto:
gugu ha scritto:

Mi è incomprensibile come una persona che dica di essere una solida professionista stia tutto il giorno al pc per vedere se sarà assunta a 1.200 km da casa per 1.200 euro al mese.

Visto che abbiamo chiarito che lo stipendio di un neoassunto è di 1370 euro netti, più gli 80 euro che fanno 1450 (più 500 euro all'anno per l'aggiornamento) mi è incomprensibile lo scopo di continuare a ridursi virtualmente lo stipendio di un quinto.
Facciamo una figura migliore in società? Forse ci invitano a mangiare una minestra calda alla mensa della Caritas?

Ma il partito non paga dei corsi di aggiornamento?
Torni dopo mesi a dire sempre le solite cifre inventate.
Chiama il MEF, fai chiamare da qualche esponente e ricevi le tabelle corrette.

Se ti danno uno stipendio diverso, ti stanno dando uno stipendio sbagliato. Vai subito in segreteria, telefona al Tesoro, non esiste un solo insegnante di scuola media inferiore o superiore che guadagni 1200 euro al mese, a parte gugu.
Tornare in alto Andare in basso
JaneEyre



Messaggi : 1260
Data d'iscrizione : 25.11.11

MessaggioOggetto: Re: 90.000 posti a concorso: quanti per inglese?   Gio Ott 01, 2015 6:51 pm

francescaverdi ha scritto:
gugu ha scritto:
francescaverdi ha scritto:
gugu ha scritto:

Mi è incomprensibile come una persona che dica di essere una solida professionista stia tutto il giorno al pc per vedere se sarà assunta a 1.200 km da casa per 1.200 euro al mese.

Visto che abbiamo chiarito che lo stipendio di un neoassunto è di 1370 euro netti, più gli 80 euro che fanno 1450 (più 500 euro all'anno per l'aggiornamento) mi è incomprensibile lo scopo di continuare a ridursi virtualmente lo stipendio di un quinto.
Facciamo una figura migliore in società? Forse ci invitano a mangiare una minestra calda alla mensa della Caritas?

Ma il partito non paga dei corsi di aggiornamento?
Torni dopo mesi a dire sempre le solite cifre inventate.
Chiama il MEF, fai chiamare da qualche esponente e ricevi le tabelle corrette.

Se ti danno uno stipendio diverso, ti stanno dando uno stipendio sbagliato. Vai subito in segreteria, telefona al Tesoro, non esiste un solo insegnante di scuola media inferiore o superiore che guadagni 1200 euro al mese, a parte gugu.

Confermo che a 1450 non si arriva.
Primo stipendio cattedra secondaria superiore mese di novembre dell'anno scorso: 1407 euro. Non c'è quota sindacale, solo 19 euro per il fondo Espero. Non ho detrazioni particolari, sono inclusi gli 80 euro di bonus.
A marzo di quest'anno ho preso 1350 euro.
Specifico che lavoro regolarmente da più di 10 anni, sono laureata e ho due specializzazioni SSIS. Guadagnerei di più come pizzaiola.
Tornare in alto Andare in basso
 
90.000 posti a concorso: quanti per inglese?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» QUANTI TENTATIVI?
» quanti kg avete preso??
» fino a quanti chili si può dare la colpa alle "cure"?
» transfer dopo quanti giorni dal ciclo?
» ma voi, quanti e quali ciucci/biberon comprerete o avete già comprato?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: