Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 2 Giugno a chi?

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
carom



Messaggi : 226
Data d'iscrizione : 07.04.15

MessaggioTitolo: 2 Giugno a chi?   Gio Giu 02, 2016 3:53 pm

Promemoria primo messaggio :

Siamo sicuri che a qualcuno freghi ancora qualcosa della festa della Repubblica?

Stamattina alle ore 11 alle porte di Milano in una grossa area commerciale dove sono presenti grandi magazzini di casalinghi, librerie svedesi, cibo e detersivi c'era una ressa che sembrava il weekend prima di Natale.
Dopo mezzogiorno l'area ristorante per assaporare le polpettine di truciolati e salmone freschissimo da container cinese abbandonato in qualche porto italiano era affollatissima.
Genitori sciagurati che invece di portare i loro figli a fare una sana scampagnata con pic-nic in qualche parco o sulle prealpi lecchesi prendono d'assalto le corsie per rivedere per la miliardesima di volte la solita libreria componibile o le rubinetterie e le piastrelle del noto magazzino che malgrado l'assonanza non ha niente a che fare con Re Artù.

Se non fosse per il giorno di vacanza pagato (ma non per tutti!) e il ponte a volte annesso, verrebbe voglia di dire:
che tristezza il 2 giugno!
Torna in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
udl



Messaggi : 2087
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 5:34 pm

C080 ha scritto:
udl ha scritto:
Comunque mi sembra che Garibaldi entrò a Napoli (capitale del - da taluni rimpianto - Regno Borbonico) nel 1860 accolto da ali di folla esultante, quindi, come sempre, non è tutto bianco e non è tutto nero.
Sicuramente qualcuno si rinchiuse negli aviti palazzi per protesta contro l'invasione degli odiati piemontesi, qualcun altro ebbe una reazione diversa...

l'italiano medio, geneticamente, salta sul carro dei vincitori. Per quello siamo noti in europa come "i traditori". Anche Mussolini era accolto da ali festanti e così avvenne per gli americani; quindi non fa teCentro Sud, sto.
Ovviamente devi vedere chi ha scritto quello che dici....

Che Garibaldi fece un ingresso trionfale a Napoli è riportato su tutti i testi di storia, e ci sono anche numerosi dipinti che lo testimoniano: a meno che Di Rienzo contesti anche questo...

Tuttavia non ho mai capito una cosa del referendum del '46, che anche tu sostieni essere stato truccato: se i Savoia commisero tali e tanti crimini nei confronti del Centro Sud, come mai lo stesso Centro Sud votò in massa a favore di questa abbietta monarchia?
Torna in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3647
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 5:43 pm

udl ha scritto:


Prendo atto dell'esistenza di questo testo, che non conoscevo.
E' un testo che si inserisce nel filone del revisionismo storico: facendo una rapida ricerca ho visto che esiste una vasta raccolta di saggi che contestano quanto asserito da questo studioso, per cui potremmo entrambi approfondire la nostra cultura sentendo ambedue le campane.

vedendo come hanno riscritto il nazismo, fascismo e seconda guerra mondiale, facendole passare per verità, non mi stupirei se la stessa operazione l'avessero fatta sull'invasione del nord verso il sud italia.
Resta inequivocabile e ampiamente documentata (stampe dell'epoca), anche da storici inglesi, la presenza di due navi militari, la intrepid e la argus nel porto di marsala.

Anche la battaglia di calatafimi, così tanto celebrata fu poco più di uno scontro a fuoco tra bande...ma serviva per enfatizzare l'impresa dei mille.


Ultima modifica di C080 il Sab Giu 04, 2016 5:56 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3647
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 5:53 pm

udl ha scritto:


Che Garibaldi fece un ingresso trionfale a Napoli è riportato su tutti i testi di storia, e ci sono anche numerosi dipinti che lo testimoniano: a meno che Di Rienzo contesti anche questo...

Tuttavia non ho mai capito una cosa del referendum del '46, che anche tu sostieni essere stato truccato: se i Savoia commisero tali e tanti crimini nei confronti del Centro Sud, come mai lo stesso Centro Sud votò in massa a favore di questa abbietta monarchia?

basta vedere chi ha dipinto queste rappresentazioni..la più famosa è di un austriaco, che guardacaso si trovava napoli quel giorno!
E' anche documentato che le persone furono minacciate dalla camorra che ovviamente aveva interesse ad un nuovo governo con cui instaurare una collaborazione.
Allo stesso modo fece la mafia in sicilia che aveva concordato l'indipendenza che poi gli fu negata e quindi nacquero una serie di omicidi.
Certo scrivere su un libro che l'italia fu liberata grazie alla mafia non darebbe una bella immagine allo stato, ma la realtà è questa.
Torna in alto Andare in basso
cerbero97



Messaggi : 231
Data d'iscrizione : 18.07.12

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 6:02 pm

C080 ha scritto:
udl ha scritto:


Prendo atto dell'esistenza di questo testo, che non conoscevo.
E' un testo che si inserisce nel filone del revisionismo storico: facendo una rapida ricerca ho visto che esiste una vasta raccolta di saggi che contestano quanto asserito da questo studioso, per cui potremmo entrambi approfondire la nostra cultura sentendo ambedue le campane.

vedendo come hanno riscritto il nazismo, fascismo e seconda guerra mondiale, facendole passare per verità, non mi stupirei se la stessa operazione l'avessero fatta sull'invasione del nord verso il sud italia.
Resta inequivocabile e ampiamente documentata (stampe dell'epoca), anche da storici inglesi, la presenza di due navi militari, la intrepid e la argus nel porto di marsala.

Anche la battaglia di calatafimi, così tanto celebrata fu poco più di uno scontro a fuoco tra bande...ma serviva per enfatizzare l'impresa dei mille.


Collega, ti ricordo che qualsiasi forma di revisionismo o peggio ancora di negazionismo è apologia di fascismo, in un Paese normale dovrebbe essere un reato penale. E poi prima hai scritto di non insegnare materie che prevedono l'insegnamento della Costituzione. Laureati in storia prima di profferire certe mostruosità storiche e ti accorgerai che il referendum del '46 non è mai stato truccato. Anzi come tesi di laurea ti consiglio una bella ricerca negli Archivi del Quirinale e del Ministero degli Interni dove potrai ricontare a mano le schede una per una.
Torna in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3647
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 6:15 pm

cerbero97 ha scritto:



Collega, ti ricordo che qualsiasi forma di revisionismo o peggio ancora di negazionismo è apologia di fascismo, in un Paese normale dovrebbe essere un reato penale. E poi prima hai scritto di non insegnare materie che prevedono l'insegnamento della Costituzione. Laureati in storia prima di profferire certe mostruosità storiche e ti accorgerai che il referendum del '46 non è mai stato truccato. Anzi come tesi di laurea ti consiglio una bella ricerca negli Archivi del Quirinale e del Ministero degli Interni dove potrai ricontare a mano le schede una per una.

Fammi capire, poichè non insegno storia e non ho la laurea in questa materia non posso parlare ed avere una mia opinione?
Anche tu molto liberale e per la libertà di pensiero tanto decantata dai sostenitori della costituzione; complimenti!
Sul negazionismo e revisionismo, cosa ho negato e revisionato (oltre la mia macchina, settimana scorsa)?
Apologia di fascismo? dove, quando? vuoi denunciarmi? prego, fai pure.
Torna in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 2087
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 6:32 pm

Non ho ancora capito, però, perché il Centro Sud votò in massa (a differenza del Nord) la Monarchia, se si era macchiata di crimini così tremendi nei confronti dello stesso Centro-Sud...

P.S. i miei due nonni, che passarono qualche anno della loro vita nelle trincee della I Guerra Mondiale che Vittorio Emanuele III di Savoia NON evitò, votarono Repubblica
Torna in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3647
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 6:45 pm

udl ha scritto:
Non ho ancora capito, però, perché il Centro Sud votò in massa (a differenza del Nord) la Monarchia, se si era macchiata di crimini così tremendi nei confronti dello stesso Centro-Sud...

P.S. i miei due nonni, che passarono qualche anno della loro vita nelle trincee della I Guerra Mondiale che Vittorio Emanuele III di Savoia NON evitò, votarono Repubblica

perchè comunque era la generazione successiva all'annessione e il fascismo (il re di fatto era come i matusalemme che abbiamo quali pdr) fece tanto, molto per il sud e l'italia intera.
sapevano che con la repubblica l'italia se ne sarebbe fregata del sud e così fu.
Torna in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 2087
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 6:52 pm

Mentre invece i Savoia avrebbero fatto tanto per il sud...

Può essere così, per carità, è una tesi che potrebbe giustificare come mai il Centro Sud votò per una monarchia che pochi decenni prima l'aveva privato della libertà, del benessere e della democrazia garantite dallo Stato Borbonico
Torna in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3647
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 6:56 pm

udl ha scritto:
Mentre invece i Savoia avrebbero fatto tanto per il sud...

Può essere così, per carità, è una tesi che potrebbe giustificare come mai il Centro Sud votò per una monarchia che pochi decenni prima l'aveva privato della libertà, del benessere e della democrazia garantite dallo Stato Borbonico
perdonami ma il fascismo era sotto i savoia? si
furono fatte opere fondamentali per il centro sud sotto il fascismo e quindi sotto i savoia? città intere, strade, autostrade, ferrovie, l'alitalia, la mutua, la riforma scolastica, ecc. ecc.? si
secondo te i nipoti dei sudditi borbonici pensavano al fatto che i nonni furono trucidati? ormai...
Torna in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 2087
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 7:11 pm

Quindi, alla fine, i Savoia furono positivi per il sud.
E De Rienzo, allora, potrebbe fare (forse) il revisionismo del revisionismo e rivalutare i Savoia.

Questo potrebbe spiegare un'altra delle cose, per me inspiegabili, che ho notato nei miei viaggi dalla Lombardia alla Sicilia: in tutte le città del Sud, compresa Napoli, le vie (e le piazze) più importanti delle città sono dedicate a Re Umberto (Corso Umberto a Napoli, ad esempio). Questo non succede al Nord.
Nella mia città, ad esempio, c'è una via dedicata a Rosolino Pilo ma nessuna Via Umberto o Corso Umberto, e nelle altre città del nord che conosco ci sarà magari una (piccola e secondaria) via Umberto, ma sicuramente non paragonabile all'importanza di Corso Umberto a Napoli.

E' allora un rapporto di amore/odio quello del Centro Sud con i Savoia (e la monarchia)?
Torna in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3647
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 7:38 pm

udl ha scritto:
Quindi, alla fine, i Savoia furono positivi per il sud.
E De Rienzo, allora, potrebbe fare (forse) il revisionismo del revisionismo e rivalutare i Savoia.

Questo potrebbe spiegare un'altra delle cose, per me inspiegabili, che ho notato nei miei viaggi dalla Lombardia alla Sicilia: in tutte le città del Sud, compresa Napoli, le vie (e le piazze) più importanti delle città sono dedicate a Re Umberto (Corso Umberto a Napoli, ad esempio). Questo non succede al Nord.
Nella mia città, ad esempio, c'è una via dedicata a Rosolino Pilo ma nessuna Via Umberto o Corso Umberto, e nelle altre città del nord che conosco ci sarà magari una (piccola e secondaria) via Umberto, ma sicuramente non paragonabile all'importanza di Corso Umberto a Napoli.

E' allora un rapporto di amore/odio quello del Centro Sud con i Savoia (e la monarchia)?

non conosco tutta l'opera di De Rienzo; sicuramente la storia dell'unità d'italia va rivista.
Napoli era la città "dedicata" a Umberto per eccellenza al sud. Li nacque la famosa pizza margherita, in onore della regina.
Come ho già detto prima, l'italiano medio e in questo a sud si è bravissimi, ha una grande capacità a saltare sul carro dei vincitori; chi aveva il potere i Savoia? Avanti Savoia!
Anche al nord non credo sia diverso; celebre la frase di Gianni Agnelli alla domanda da che parte politica stasse "dalla parte dell'Italia" fu la sua risposta.
mia nonna andò in "pellegrinaggio" dai Savoia in Portogallo, con la "scusa" del santuario di fatima, pensa te!
Torna in alto Andare in basso
seasparrow



Messaggi : 3456
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 59
Località : Venezia

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 8:01 pm

tellina ha scritto:
E tu che ci facevi  lì?!
Adoro quelle polpettine
io al Festival dell'Oriente a Milano ho visto mangiare cibi che voi umani mai avreste potuto immaginare ... altro che le mitiche polpettine dal contenuto incognito come le x della matematica per gli studenti piu' quadrupedi :-)

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Torna in alto Andare in basso
mofus



Messaggi : 161
Data d'iscrizione : 09.11.14

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 8:06 pm

Si infatti questo è il tenore con cui è nato il thread grazie di ricordarcelo, i revanscisti della pizza margherita &co lasciamoli al loro triste cinico destino, rouba da non credere in un forum di sedicenti docenti...
Torna in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3647
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 8:10 pm

mofus ha scritto:
Si infatti questo è il tenore con cui è nato il thread grazie di ricordarcelo, i revanscisti della pizza margherita &co lasciamoli al loro triste cinico destino, rouba da non credere in un forum di sedicenti docenti...

veramente il tenore con cui è nato questo thread era: "Siamo sicuri che a qualcuno freghi ancora qualcosa della festa della Repubblica?" per concludersi con: che tristezza il 2 giugno!
Torna in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 2087
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 8:12 pm

C080 ha scritto:
udl ha scritto:
Quindi, alla fine, i Savoia furono positivi per il sud.
E De Rienzo, allora, potrebbe fare (forse) il revisionismo del revisionismo e rivalutare i Savoia.

Questo potrebbe spiegare un'altra delle cose, per me inspiegabili, che ho notato nei miei viaggi dalla Lombardia alla Sicilia: in tutte le città del Sud, compresa Napoli, le vie (e le piazze) più importanti delle città sono dedicate a Re Umberto (Corso Umberto a Napoli, ad esempio). Questo non succede al Nord.
Nella mia città, ad esempio, c'è una via dedicata a Rosolino Pilo ma nessuna Via Umberto o Corso Umberto, e nelle altre città del nord che conosco ci sarà magari una (piccola e secondaria) via Umberto, ma sicuramente non paragonabile all'importanza di Corso Umberto a Napoli.

E' allora un rapporto di amore/odio quello del Centro Sud con i Savoia (e la monarchia)?

non conosco tutta l'opera di De Rienzo; sicuramente la storia dell'unità d'italia va rivista.
Napoli era la città "dedicata" a Umberto per eccellenza al sud. Li nacque la famosa pizza margherita, in onore della regina.
Come ho già detto prima, l'italiano medio e in questo a sud si è bravissimi, ha una grande capacità a saltare sul carro dei vincitori; chi aveva il potere i Savoia? Avanti Savoia!
Anche al nord non credo sia diverso; celebre la frase di Gianni Agnelli alla domanda da che parte politica stasse "dalla parte dell'Italia" fu la sua risposta.
mia nonna andò in "pellegrinaggio" dai Savoia in Portogallo, con la "scusa" del santuario di fatima, pensa te!

Per quanto riguarda il “rapporto” del nord con la monarchia, quello che posso riportare è la mia esperienza famigliare, e quella (identica) di parenti e amici, sempre della mia città.
Bisogna fare una premessa: gli abitanti del centro-sud (almeno quelli che ho conosciuto) non hanno, nel DNA, il concetto di “confine di Stato”, nel senso che la loro regione confina o con un’altra regione italiana o con il mare. Nel nord, invece, sappiamo dalla nascita che a pochi km da noi c’è un’altra nazione, con cui ora siamo in pace ma fino a pochi decenni fa più o meno regolarmente eravamo in guerra: una delle gite domenicali tipiche, quando ero bambino, era la gita a Lugano, dove alla frontiera ci venivano controllati i documenti, l’auto ecc. Questo ha, secondo me, creato fin dalla nascita in noi un senso dei confini dello Stato, che devono essere difesi, nel bene e nel male.

Arrivo al dunque: i miei nonni, ed i loro coetanei che combatterono per la patria nella prima guerra mondiale, videro come un imperdonabile affronto dei Savoia l’alleanza con la Germania, cioè con la nazione che avevano combattuto pochi anni prima, e quindi sentivano di nuovo in pericolo i loro confini e la loro terra. Tutto quello che venne dopo fu considerato una conseguenza di questo errore.

Per questo votarono Repubblica, perché i Savoia erano stati ritenuti totalmente inadatti a garantire la sicurezza e l’integrità delle loro terre
Torna in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3647
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 8:19 pm

udl ha scritto:


Per quanto riguarda il “rapporto” del nord con la monarchia, quello che posso riportare è la mia esperienza famigliare, e quella (identica) di parenti e amici, sempre della mia città.
Bisogna fare una premessa: gli abitanti del centro-sud (almeno quelli che ho conosciuto) non hanno, nel DNA, il concetto di “confine di Stato”, nel senso che la loro regione confina o con un’altra regione italiana o con il mare. Nel nord, invece, sappiamo dalla nascita che a pochi km da noi c’è un’altra nazione, con cui ora siamo in pace ma fino a pochi decenni fa più o meno regolarmente eravamo in guerra: una delle gite domenicali tipiche, quando ero bambino, era la gita a Lugano, dove alla frontiera ci venivano controllati i documenti, l’auto ecc. Questo ha, secondo me, creato fin dalla nascita in noi un senso dei confini dello Stato, che devono essere difesi, nel bene e nel male.

Arrivo al dunque: i miei nonni, ed i loro coetanei che combatterono per la patria nella prima guerra mondiale, videro come un imperdonabile affronto dei Savoia l’alleanza con la Germania, cioè con la nazione che avevano combattuto pochi anni prima, e quindi sentivano di nuovo in pericolo i loro confini e la loro terra. Tutto quello che venne dopo fu considerato una conseguenza di questo errore.

Per questo votarono Repubblica, perché i Savoia erano stati ritenuti totalmente inadatti a garantire la sicurezza e l’integrità delle loro terre

io ho avuto educazione opposta, mio nonno era maestro di scuola (a quei tempi erano pochi) e grazie al fascismo ha avuto tutto (casa in città, assistenza medica per tutta la famiglia, uno stipendio dignitoso da poter crescere 3 figli); per mia nonna è stato un abominio il tradimento e l'occupazione americana. I miei nonni votarono monarchia. Per noi lo stato non esiste e qualcosa di lontano che leggiamo sui giornali.
Torna in alto Andare in basso
mofus



Messaggi : 161
Data d'iscrizione : 09.11.14

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 8:23 pm

...grazie finalmente qualcosa che ci porta fuori dalla palude del misticismo inutile...
Torna in alto Andare in basso
mofus



Messaggi : 161
Data d'iscrizione : 09.11.14

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 8:23 pm

...per udl certo...
Torna in alto Andare in basso
mofus



Messaggi : 161
Data d'iscrizione : 09.11.14

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 8:25 pm

...ma c80 che ci stai a fare nella pubblicaamministrazione è due giorni che te lo dico...
Torna in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3647
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 8:31 pm

mofus ha scritto:
...ma c80 che ci stai a fare nella pubblicaamministrazione è due giorni che te lo dico...

stiamo parlando di differenze tra PA e lavoro nel privato?
Torna in alto Andare in basso
mofus



Messaggi : 161
Data d'iscrizione : 09.11.14

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 8:34 pm

...boh mi sembra di averlo già spiegato...
Torna in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 2087
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 10:02 pm

mofus ha scritto:
...per udl certo...

Scusa, non ho capito... Mi vuoi spiegare?
Torna in alto Andare in basso
mofus



Messaggi : 161
Data d'iscrizione : 09.11.14

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 10:34 pm

mofus ha scritto:
...grazie finalmente qualcosa che ci porta fuori dalla palude del misticismo inutile...
era riferito al tuo intervento pensando che il mio fosse postato subito di seguito
Torna in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 2087
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioTitolo: Re: 2 Giugno a chi?   Sab Giu 04, 2016 11:05 pm

Ho capito, grazie
Torna in alto Andare in basso
 
2 Giugno a chi?
Torna in alto 
Pagina 2 di 2Vai alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Meeting art; asta 779; 8 giugno 2014; Ronda Omar e Daverio in sala.
» Messe du 5 juin 1459 - Messa del 5 giugno 1459 - Misa del 5 de junio de 1459
» Edizioni di classica su supporti vari (SACD, CD, Vinile, liquida ecc.)
» Quando il contratto è prorogabile dal 30 giugno al 31 agosto?
» stipendio supplenza maggio-giugno quando mi pagano?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Concorso docenti-
Vai verso: