Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Sicurezza Spid

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Winkler



Messaggi : 55
Data d'iscrizione : 30.08.16

MessaggioOggetto: Sicurezza Spid   Sab Nov 26, 2016 3:45 pm

Buon pomeriggio a tutti. Ormai la procedura x il bonus da 500 euro prevede la creazione della spid, l'identità digitale. Domanda: ma siamo davvero certi che la nostra identtà digitale sia sicura? Sinceramente che la Tim o le Poste (dunque un privato) siano demandate a custodire la mia identità che, a livello giuridico (non va assolutamente dimenticato) è tale e quale a quella riconosciuta dai documenti cartacei, non mi va proprio giù. Chi mi tutela da eventuali furti di identità e da tutti i rischi che ciò comporta? Chiunque potrebbe effettuare qualsiasi atto a nome mio (transazioni, compravendite, etc.). Che sul sito sia scritto che tutto è sicuro sinceramente non mi basta. In proposito ho letto parecchi articoli on line (testate giornalistiche, ma anche blog) in cui si diceva che il sistema messo a punto per la P.A. non è per niente sicuro. Io sono allergica a tutto ciò che è social: non ho facebook, twitter e nemmeno whats'app. Sono molto gelosa della mia privacy e detesto le vetrine mediatiche, figuriamoci se posso tollerare un sistema del genere che mette in mani altrui dati sensibili (vengono richieste non solo la carta d'identità, ma pure la tessera sanitaria). Ora, se la riforma della P. A. pevede il riconoscimento tramite PIN, va bene, ma allora che a tutelare la mia persona sia l'autorità giudiziaria, non un privato che non so a chi dia da gestire i files con la mia identità. Io non ho alcuna intenzione di accreditarmi a queste condizioni. Sarà felice il governo: che si tengano i 500 euro (tra l'altro non gllieli ho nemmeno chiesti). Voi che ne pensate?


Ultima modifica di Winkler il Dom Nov 27, 2016 7:57 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47788
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Sicurezza Spid   Sab Nov 26, 2016 8:39 pm

Il numero della carta d'identità e il codice fiscale sono dati sensibili?
Su facebook, twitter e whatsapp sono d'accordo con te (oltre a considerarli totalmente inutili), ma per avere lo Spid non mi sembra che mi abbiano richiesto niente di particolare.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Sicurezza Spid   Sab Nov 26, 2016 9:21 pm

Dec ha scritto:
Il numero della carta d'identità e il codice fiscale sono dati sensibili?
Su facebook, twitter e whatsapp sono d'accordo con te (oltre a considerarli totalmente inutili), ma per avere lo Spid non mi sembra che mi abbiano richiesto niente di particolare.
Non la fare così semplice, lo SPID certifica che sei tu a fare quello che qualcuno sta per fare; se sei veramente tu OK, altrimenti potrebbero essere guai.

Probabilmente ora no, ma in futuro potresti aprire un conto corrente con lo SPID ed utilizzarlo ad esempio per riciclare denaro sporco; se lo fai tu cavoli tuoi, se lo fanno altri cavoli tuoi, ed in quest'ultimo caso non va bene.

Questa è la teoria, in pratica non credo ci sia da preoccuparsi.

Winkler si informa sui blog ? Sti cazzi che fonti autorevoli ! Io invece mi informo su

http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Pagina_principale
Tornare in alto Andare in basso
Online
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47788
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Sicurezza Spid   Sab Nov 26, 2016 9:23 pm

Io non volevo farla semplice, figurati, però mi dici anche tu che in pratica non credi che ci sia da preoccuparsi. Perciò, battute a parte, spiega perché non c'è da preoccuparsi.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 924
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Sicurezza Spid   Sab Nov 26, 2016 9:29 pm

avidodinformazioni ha scritto:

Non la fare così semplice, lo SPID certifica che sei tu a fare quello che qualcuno sta per fare; se sei veramente tu OK, altrimenti potrebbero essere guai.

Probabilmente ora no, ma in futuro potresti aprire un conto corrente con lo SPID ed utilizzarlo ad esempio per riciclare denaro sporco; se lo fai tu cavoli tuoi, se lo fanno altri cavoli tuoi, ed in quest'ultimo caso non va bene.

Questa è la teoria, in pratica non credo ci sia da preoccuparsi.

Winkler si informa sui blog ? Sti cazzi che fonti autorevoli ! Io invece mi informo su

http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Pagina_principale


Lo spid consente di accedere a vari servizi della pubblica amministrazione, quindi il suo potenziale utilizzo va oltre l'accertamento dell'identità di chi richiede la carta del docente.
Non entro nel merito della sicurezza del sistema (che comunque richiede, oltre allo username e alla password, anche l'utilizzo del cellulare a cui inviare di volta in volta un sms con il codice OPT) - dico solo che il problema posto da Dec è comunque sensato.
Tornare in alto Andare in basso
Winkler



Messaggi : 55
Data d'iscrizione : 30.08.16

MessaggioOggetto: Re: Sicurezza Spid   Dom Nov 27, 2016 8:01 am

avidodinformazioni ha scritto:
Dec ha scritto:
Il numero della carta d'identità e il codice fiscale sono dati sensibili?
Su facebook, twitter e whatsapp sono d'accordo con te (oltre a considerarli totalmente inutili), ma per avere lo Spid non mi sembra che mi abbiano richiesto niente di particolare.
Non la fare così semplice, lo SPID certifica che sei tu a fare quello che qualcuno sta per fare; se sei veramente tu OK, altrimenti potrebbero essere guai.

Probabilmente ora no, ma in futuro potresti aprire un conto corrente con lo SPID ed utilizzarlo ad esempio per riciclare denaro sporco; se lo fai tu cavoli tuoi, se lo fanno altri cavoli tuoi, ed in quest'ultimo caso non va bene.

Questa è la teoria, in pratica non credo ci sia da preoccuparsi.

Winkler si informa sui blog ? Sti cazzi che fonti autorevoli ! Io invece mi informo su

http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Pagina_principale

Una che si informa su testate giornalistiche, certamente non sceglie blog di scarso rilievo. Leggi qui:

http://www.huffingtonpost.it/andrea-lisi-/la-sicurezza-non-garantita-rischia-di-affossare-spid_b_12914264.html

Mi sembra certamente più autorevole della tua fonte, tanto più che è curato da un avvocato.

Altri esempi, non solo blog:

http://www.forumpa.it/pa-digitale/sicurezza-spid-rigoni-la-sicurezza-di-spid

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/11/04/identita-digitale-ce-un-buco-nella-sicurezza-cosi-ti-divento-matteo-renzi/3093093/

http://www.agendadigitale.eu/infrastrutture/identita-digitale-spid-a-rischio-truffa-come-risolvere_2624.htm

Ti bastano?

Come scrive Dec, dimostra che le perplessità da me sollevate sono infondate e poi ne riparliamo. Mi piacerebbe sentire anche un parere di Dec in proposito.


Ultima modifica di Winkler il Dom Nov 27, 2016 8:23 am, modificato 5 volte
Tornare in alto Andare in basso
Winkler



Messaggi : 55
Data d'iscrizione : 30.08.16

MessaggioOggetto: Re: Sicurezza Spid   Dom Nov 27, 2016 8:05 am

Dec ha scritto:
Il numero della carta d'identità e il codice fiscale sono dati sensibili?
Su facebook, twitter e whatsapp sono d'accordo con te (oltre a considerarli totalmente inutili), ma per avere lo Spid non mi sembra che mi abbiano richiesto niente di particolare.

A parte che, se ben ricordi, nelle gae il c.f. è stato oscurato dopo l'aggiornamento del 2004...io non ho parlato comunque di c.f., ma di tessera sanitaria (che pure il c.f. ce l'ha). Il problema, che forse ai più sfugge, è che tramite  tessera sanitaria, c.identità, e c.f. qualunque signor X può accedere a tutto ciò che ci riguarda, che è custodito in un file, e fare a nome nostro ciò che gli garba. Finché non mi si dimostra concretamente che la tutela c'è, io non mi accontento di rassicurazioni.
Trovo inoltre che non sia corretto obbligare i cittadini a una procedura così particolare. E' come se, un bel mattino, qualcuno prescrivesse l'obbligatorietà di un profilo facebook o twitter, con l'aggravante che qui c'è molto di più in gioco. Tutto ciò è lesivo della libertà di scelta dei singoli. Se si considera poi che gli enti/negozi accreditati per la spesa del bonus sono pochissimi, l'operazione mi sembra l'ennesimo spot finalizzato per lo più a carpire il maggior numero di dati.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Sicurezza Spid   Dom Nov 27, 2016 10:21 am

Dec ha scritto:
Io non volevo farla semplice, figurati, però mi dici anche tu che in pratica non credi che ci sia da preoccuparsi. Perciò, battute a parte, spiega perché non c'è da preoccuparsi.
Amazon possiede i dati delle nostre carte di credito, potrebbe usarle truffaldinamente ma non lo fa, perchè ? Se lo facesse presto uscirebbe dal mercato, a fronte di un discreto guadagno iniziale averebbe perdite incommensurabili negli anni successivi.

Le banche sono cumuli di farabutti, se volessero potrebbero trasferire i nostri risparmi lontano senza il nostro consenso, perchè non lo fanno ? Perchè il colpaccio gli riuscirebbe una volta e poi mai più, meglio derubarci goccia a goccia per l'eternità.

I "sacerdoti dello SPID" potrebbero fare gli stronzi, ma alla fine ci perderebbero.

E poi non dimentichiamo che tutto quello che facciamo è tracciabile, tutto il brutto e tutto il buono, ed anche quello che non facciamo: se io non do mandato al sacerdote dello SPID di aprirmi il conto corrente truffaldino, con un'adeguata indagine la cosa potrà essere fatta emergere ed a quel punto il gran sacerdote è fottuto.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Sicurezza Spid   Dom Nov 27, 2016 10:28 am

Winkler ha scritto:
Tutto ciò è lesivo della libertà di scelta dei singoli. Se si considera poi che gli enti/negozi accreditati per la spesa del bonus sono pochissimi, l'operazione mi sembra l'ennesimo spot finalizzato per lo più a carpire il maggior numero di dati.
5000 anni fa non esisteva la scrittura, poi è stata inventata; formalmente è lesivo della libertà delle persone il costringerle ad imparare a leggere e scrivere e lo è ancor di più costringerle a farlo altrimenti non potranno più firmare un contratto scritto come quello di matrimonio, di lavoro, di acquisto della propria abitazione.
All'abuso formale corrisponde un sostanziale avanzamento nella qualità della vita, nell'economia, nella semplicità dell'espletamento delle nostre relazioni sociali.

5 anni fa non esisteva lo SPID, poi è stato inventato; formalmente è lesivo della libertà delle persone il costringerle .......
Tornare in alto Andare in basso
Online
Winkler



Messaggi : 55
Data d'iscrizione : 30.08.16

MessaggioOggetto: Re: Sicurezza Spid   Dom Nov 27, 2016 10:39 am

avidodinformazioni ha scritto:
Winkler ha scritto:
Tutto ciò è lesivo della libertà di scelta dei singoli. Se si considera poi che gli enti/negozi accreditati per la spesa del bonus sono pochissimi, l'operazione mi sembra l'ennesimo spot finalizzato per lo più a carpire il maggior numero di dati.
5000 anni fa non esisteva la scrittura, poi è stata inventata; formalmente è lesivo della libertà delle persone il costringerle ad imparare a leggere e scrivere e lo è ancor di più costringerle a farlo altrimenti non potranno più firmare un contratto scritto come quello di matrimonio, di lavoro, di acquisto della propria abitazione.
All'abuso formale corrisponde un sostanziale avanzamento nella qualità della vita, nell'economia, nella semplicità dell'espletamento delle nostre relazioni sociali.

5 anni fa non esisteva lo SPID, poi è stato inventato; formalmente è lesivo della libertà delle persone il costringerle .......

E dove sarebbe il miglioramento sotteso alla formale coercizione dell'attivazione della Spid?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Sicurezza Spid   Dom Nov 27, 2016 10:51 am

Winkler ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Dec ha scritto:
Il numero della carta d'identità e il codice fiscale sono dati sensibili?
Su facebook, twitter e whatsapp sono d'accordo con te (oltre a considerarli totalmente inutili), ma per avere lo Spid non mi sembra che mi abbiano richiesto niente di particolare.
Non la fare così semplice, lo SPID certifica che sei tu a fare quello che qualcuno sta per fare; se sei veramente tu OK, altrimenti potrebbero essere guai.

Probabilmente ora no, ma in futuro potresti aprire un conto corrente con lo SPID ed utilizzarlo ad esempio per riciclare denaro sporco; se lo fai tu cavoli tuoi, se lo fanno altri cavoli tuoi, ed in quest'ultimo caso non va bene.

Questa è la teoria, in pratica non credo ci sia da preoccuparsi.

Winkler si informa sui blog ? Sti cazzi che fonti autorevoli ! Io invece mi informo su

http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Pagina_principale

Una che si informa su testate giornalistiche, certamente non sceglie blog di scarso rilievo. Leggi qui:

http://www.huffingtonpost.it/andrea-lisi-/la-sicurezza-non-garantita-rischia-di-affossare-spid_b_12914264.html

Mi sembra certamente più autorevole della tua fonte, tanto più che è curato da un avvocato.

Altri esempi, non solo blog:

http://www.forumpa.it/pa-digitale/sicurezza-spid-rigoni-la-sicurezza-di-spid

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/11/04/identita-digitale-ce-un-buco-nella-sicurezza-cosi-ti-divento-matteo-renzi/3093093/

http://www.agendadigitale.eu/infrastrutture/identita-digitale-spid-a-rischio-truffa-come-risolvere_2624.htm

Ti bastano?

Come scrive Dec, dimostra che le perplessità da me sollevate sono infondate e poi ne riparliamo. Mi piacerebbe sentire anche un parere di Dec in proposito.
Sei tu che hai scritto blog, i blog sono merda mentre quello che hai linkato è informazione di testate giornalistiche, a volte merda, ma non sempre.

L'ultimo link è il migliore
http://www.agendadigitale.eu/infrastrutture/identita-digitale-spid-a-rischio-truffa-come-risolvere_2624.htm

Affronta un problema serissimo che è il contrario della tua preoccupazione e che non può trovare soluzione nel tuo semplicistico "non faccio lo SPID"

Il problema che affronta non è l'uso illecito di quello che tu hai fatto, l'uso illecito del tuo SPID lecito (che potresti decidere di non creare ed hai tagliato la testa al toro) bensì l'illecita creazione di un falso SPID e farti fare cose che non faresti mai.
Tu non fai lo SPID e credi di dormire tranquillo, io lo faccio a nome tuo e mi sostituisco a te.

Sai qual è la miglior contromisura ? Fare lo SPID ed impedire al sistema (ed ai delinquenti) di farne un'altro perchè entrerebbe in conflitto.

PS il blog sembra una testata giornalistica ma non lo è; la differenza è che dietro alla testata c'è una struttura che può far capo ad un gruppo di potere strutturato (oppure no), mentre il blog fa capo ad un blogger; se il blogger è un coglione il blog è merda, e spesso è così, più spesso che non nel caso delle testate giornalistiche.

Le testate parlano di tutto e mentono solo su quello che gli sta a cuore, i blogger parlano solo di quello che gli sta a cuore e se mentono mentono su tutto.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Sicurezza Spid   Dom Nov 27, 2016 10:58 am

Winkler ha scritto:
E dove sarebbe il miglioramento sotteso alla formale coercizione dell'attivazione della Spid?
il miglioramento sta nell'uso lecito dello SPID, è bello farsi riconoscere con il semplice uso di un codice.

Tu lo fai abitualmente: sai guidare ? Quando la polizia ti ferma e vuole sapere se sai guidare non ti fa l'esame di guida, si limita ad osservare un documento (che è una forma di codifica delle informazioni) che dovrebbe essere posseduto solo da chi sa guidare.

Ovviamente la polizia sa che il documento potrebbe essere falso ma si accontenta e nel 99.99 % delle volta fa bene.

La porta di casa tua si apre solo per te che hai la chiave (codice) non per il legittimo proprietario (visura catastale) e questo è bene, nonostante a volte il "codice" sia posseduto da chi non dovrebbe possederlo.

Potrei proseguire per ore ed alla fine ne verrebbe fuori che non possiamo fare a meno dei codici di riconoscimento; è sbagliato porsi contro i codici a prescindere, bisogna migliorare i codici.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Winkler



Messaggi : 55
Data d'iscrizione : 30.08.16

MessaggioOggetto: Re: Sicurezza Spid   Dom Nov 27, 2016 11:12 am

avidodinformazioni ha scritto:
Winkler ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Dec ha scritto:
Il numero della carta d'identità e il codice fiscale sono dati sensibili?
Su facebook, twitter e whatsapp sono d'accordo con te (oltre a considerarli totalmente inutili), ma per avere lo Spid non mi sembra che mi abbiano richiesto niente di particolare.
Non la fare così semplice, lo SPID certifica che sei tu a fare quello che qualcuno sta per fare; se sei veramente tu OK, altrimenti potrebbero essere guai.

Probabilmente ora no, ma in futuro potresti aprire un conto corrente con lo SPID ed utilizzarlo ad esempio per riciclare denaro sporco; se lo fai tu cavoli tuoi, se lo fanno altri cavoli tuoi, ed in quest'ultimo caso non va bene.

Questa è la teoria, in pratica non credo ci sia da preoccuparsi.

Winkler si informa sui blog ? Sti cazzi che fonti autorevoli ! Io invece mi informo su

http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Pagina_principale

Una che si informa su testate giornalistiche, certamente non sceglie blog di scarso rilievo. Leggi qui:

http://www.huffingtonpost.it/andrea-lisi-/la-sicurezza-non-garantita-rischia-di-affossare-spid_b_12914264.html

Mi sembra certamente più autorevole della tua fonte, tanto più che è curato da un avvocato.

Altri esempi, non solo blog:

http://www.forumpa.it/pa-digitale/sicurezza-spid-rigoni-la-sicurezza-di-spid

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/11/04/identita-digitale-ce-un-buco-nella-sicurezza-cosi-ti-divento-matteo-renzi/3093093/

http://www.agendadigitale.eu/infrastrutture/identita-digitale-spid-a-rischio-truffa-come-risolvere_2624.htm

Ti bastano?

Come scrive Dec, dimostra che le perplessità da me sollevate sono infondate e poi ne riparliamo. Mi piacerebbe sentire anche un parere di Dec in proposito.
Sei tu che hai scritto blog, i blog sono merda mentre quello che hai linkato è informazione di testate giornalistiche, a volte merda, ma non sempre.

L'ultimo link è il migliore
http://www.agendadigitale.eu/infrastrutture/identita-digitale-spid-a-rischio-truffa-come-risolvere_2624.htm

Affronta un problema serissimo che è il contrario della tua preoccupazione e che non può trovare soluzione nel tuo semplicistico "non faccio lo SPID"

Il problema che affronta non è l'uso illecito di quello che tu hai fatto, l'uso illecito del tuo SPID lecito (che potresti decidere di non creare ed hai tagliato la testa al toro) bensì l'illecita creazione di un falso SPID e farti fare cose che non faresti mai.
Tu non fai lo SPID e credi di dormire tranquillo, io lo faccio a nome tuo e mi sostituisco a te.

Sai qual è la miglior contromisura ? Fare lo SPID ed impedire al sistema (ed ai delinquenti) di farne un'altro perchè entrerebbe in conflitto.

PS il blog sembra una testata giornalistica ma non lo è; la differenza è che dietro alla testata c'è una struttura che può far capo ad un gruppo di potere strutturato (oppure no), mentre il blog fa capo ad un blogger; se il blogger è un coglione il blog è merda, e spesso è così, più spesso che non nel caso delle testate giornalistiche.

Le testate parlano di tutto e mentono solo su quello che gli sta a cuore, i blogger parlano solo di quello che gli sta a cuore e se mentono mentono su tutto.

Guarda che il primo è il blog dell'HPost! Blog di una testata dunque, non roba da poco...Poi su come venga gestita l'informazione su blog/testate si potrebbe discutere per ore...Ovvio che certi blog nemmeno li guardo.

Certo che il problema è il furto d'identità, su questo non ci piove. Come sia avvenuto, a mio avviso, cambia poco la sostanza: che sia stato violato il mio spid o che ne sia stato creato un altro uguale, clonando dunque la mia identità, sempre di un uso illecito dello spid si tratta. In ogni caso, convieni anche tu che bisogna trovare il modo di alzare la protezione, modo che, ad oggi, non c'è e che certamente non possiamo fare noi che ci accreditiamo.
Tornare in alto Andare in basso
Winkler



Messaggi : 55
Data d'iscrizione : 30.08.16

MessaggioOggetto: Re: Sicurezza Spid   Dom Nov 27, 2016 11:22 am

avidodinformazioni ha scritto:
Winkler ha scritto:
E dove sarebbe il miglioramento sotteso alla formale coercizione dell'attivazione della Spid?
il miglioramento sta nell'uso lecito dello SPID, è bello farsi riconoscere con il semplice uso di un codice.

Tu lo fai abitualmente: sai guidare ? Quando la polizia ti ferma e vuole sapere se sai guidare non ti fa l'esame di guida, si limita ad osservare un documento (che è una forma di codifica delle informazioni) che dovrebbe essere posseduto solo da chi sa guidare.

Ovviamente la polizia sa che il documento potrebbe essere falso ma si accontenta e nel 99.99 % delle volta fa bene.

La porta di casa tua si apre solo per te che hai la chiave (codice) non per il legittimo proprietario (visura catastale) e questo è bene, nonostante a volte il "codice" sia posseduto da chi non dovrebbe possederlo.

Potrei proseguire per ore ed alla fine ne verrebbe fuori che non possiamo fare a meno dei codici di riconoscimento; è sbagliato porsi contro i codici a prescindere, bisogna migliorare i codici.

Non credo che i controlli stradali siano così riduttivi. Registrano il tuo passaggio e comunicano con la centrale. Mi sembra un esempio non perfettamente calzante. Se ho la chiave x entrare in casa, a meno che non sia una maleintenzionata, ho l'autorizzazione del proprietario, magari tramite un legale contratto d'affitto. Non mi oppongo ai codici a prescindere, invoco tutele per il loro utilizzo (infatti nel post d'apertura parlavo di tutela da parte dell'autorità giudiziaria, l'unica che dovrebbe a mio avviso gestire i files, non privati come la Tim, che disloca i suoi call center nei paesi dell'Est, o poste italiane).
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Sicurezza Spid   Dom Nov 27, 2016 12:44 pm

Winkler ha scritto:
Non credo che i controlli stradali siano così riduttivi. Registrano il tuo passaggio e comunicano con la centrale. Mi sembra un esempio non perfettamente calzante. Se ho la chiave x entrare in casa, a meno che non sia una maleintenzionata, ho l'autorizzazione del proprietario, magari tramite un legale contratto d'affitto. Non mi oppongo ai codici a prescindere, invoco tutele per il loro utilizzo (infatti nel post d'apertura parlavo di tutela da parte dell'autorità giudiziaria, l'unica che dovrebbe a mio avviso gestire i files, non privati come la Tim, che disloca i suoi call center nei paesi dell'Est, o poste italiane).
Registrano il passaggio della mia patente, non il mio; che la mia patente sia con me è vero "solo" il 99.99 % delle volte.
La mia patente può essere vera ma attestare cose false, posso aver pagato l'esaminatore e da quel momento in poi io "so" guidare; ad un livello tale che se uno dichiara pubblicamente che io non so guidare io lo cito in giudizio per diffamazione e mostrando la mia patente lo obbligo a pagarmi i danni.

Non ci sono codici sicuri, ci sono codici più sicuri.

Non ci sono modi sicuri di interagire, ci sono modi più sicuri per farlo.

Sicurezza e comodità sono in contrapposizione, sono inconciliabili; la scelta di privilegiare più uno o più l'altro e quanto l'uno o quanto l'altro è una scelta politica; tutte le scelte politiche sono opinabili ... per questo io mi occupo di matematica e fisica.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Winkler



Messaggi : 55
Data d'iscrizione : 30.08.16

MessaggioOggetto: Re: Sicurezza Spid   Dom Nov 27, 2016 5:08 pm

Nel merito della tutela dai rischi però non siamo entrati.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Sicurezza Spid   Dom Nov 27, 2016 6:45 pm

Winkler ha scritto:
Nel merito della tutela dai rischi però non siamo entrati.
Come ti vuoi tutelare da uno che a tua insaputa genera un tuo account SPID e lo usa truffaldinamente ? Incrociando le dita e sperando che lo rubi al tuo vicino di casa e non a te, oppure facendo un account SPID e bloccando la possibilità di aprirne un altro a tuo nome (da esplorare la possibilità di farne uno per ogni gestore).
Tornare in alto Andare in basso
Online
Winkler



Messaggi : 55
Data d'iscrizione : 30.08.16

MessaggioOggetto: Re: Sicurezza Spid   Dom Nov 27, 2016 6:58 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Winkler ha scritto:
Nel merito della tutela dai rischi però non siamo entrati.
Come ti vuoi tutelare da uno che a tua insaputa genera un tuo account SPID e lo usa truffaldinamente ? Incrociando le dita e sperando che lo rubi al tuo vicino di casa e non a te, oppure facendo un account SPID e bloccando la possibilità di aprirne un altro a tuo nome (da esplorare la possibilità di farne uno per ogni gestore).

Appunto...siamo messi bene....
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 924
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Sicurezza Spid   Dom Nov 27, 2016 10:19 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Winkler ha scritto:
Nel merito della tutela dai rischi però non siamo entrati.
Come ti vuoi tutelare da uno che a tua insaputa genera un tuo account SPID e lo usa truffaldinamente ? Incrociando le dita e sperando che lo rubi al tuo vicino di casa e non a te, oppure facendo un account SPID e bloccando la possibilità di aprirne un altro a tuo nome (da esplorare la possibilità di farne uno per ogni gestore).

Non è così facile registrare uno SPID a tua insaputa perché per farlo occorrerebbe la complicità dell'impiegato delegato ad effettuare il riconoscimento oppure il furto della carta e del pin che usi per la firma digitale.
Tornare in alto Andare in basso
Winkler



Messaggi : 55
Data d'iscrizione : 30.08.16

MessaggioOggetto: Re: Sicurezza Spid   Mar Nov 29, 2016 8:07 am

comp_xt ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Winkler ha scritto:
Nel merito della tutela dai rischi però non siamo entrati.
Come ti vuoi tutelare da uno che a tua insaputa genera un tuo account SPID e lo usa truffaldinamente ? Incrociando le dita e sperando che lo rubi al tuo vicino di casa e non a te, oppure facendo un account SPID e bloccando la possibilità di aprirne un altro a tuo nome (da esplorare la possibilità di farne uno per ogni gestore).

Non è così facile registrare uno SPID a tua insaputa perché per farlo occorrerebbe la complicità dell'impiegato delegato ad effettuare il riconoscimento oppure il furto della carta e del pin che usi per la firma digitale.

Non consideri che per duplicarlo basta agire sui files che un privato ha in gestione e che contengono la tua identità digitale. Non serve che ti rubino il PIN. Non resta che "incrociare le dita", come diceva qualcuno; il che mi pare del tutto insufficiente. Se pensi ai guai in cui sono finite le vittime di futrti di identità cartacei, forse ti ravvederesti. Se poi leggi i links che ho postato, ti accorgerai di come sia stato facile violare il sistema e appropriarsi dei dati di un altro.
Tornare in alto Andare in basso
 
Sicurezza Spid
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» cintura di sicurezza
» Due domande sulle navicelle
» corso aggiornamento obbligatorio?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: