Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Cloretta

avatar

Messaggi : 440
Data d'iscrizione : 23.06.15

MessaggioTitolo: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Sab Gen 14, 2017 12:57 am

http://www.orizzontescuola.it/organico-e-unico-codice-meccanografico-docenti-potranno-essere-dislocati-su-piu-plessi-a-discrezione-della-dirigenza/

Di tutte le brutte notizie ricevute negli ultimi tempi, questa a me pare la peggiore in assoluto. Di fatto, chi chiede il trasferimento non sarà più libero di scegliere la scuola su cui vuole lavorare. Non si potrà più scegliere il liceo o il professionale o l'ITI: si potrà scegliere solo l'IIS di riferimento e sarà poi il dirigente a decidere su quale plesso, tra quelli che compongono il polo, dirottare il docente. Un docente di A050 abituato ai tecnici (o perfino ai licei), rischierà di ritrovarsi collocato su un professionale e viceversa. Oltretutto, i plessi che compongono il polo possono essere situati a notevoli distanze l'uno dall'altro, dunque il trasferimento potrà anche essere sfruttato con funzioni "punitive" nei confronti di alcuni docenti; senza contare che considerare i diversi plessi come destinatari di un unico "organico dell'autonomia" porterà ad una frammentazione degli orari tra i diversi plessi che rischia di accrescere ulteriormente lo stress e i carichi di lavoro. Se ho ben capito, questa impostazione, con cui si annulla, di fatto, la titolarità su scuola, dovrebbe applicarsi anche a chi è già titolare e non ha alcuna intenzione di chiedere mobilità territoriale. Praticamente non si salva nessuno...
Tornare in alto Andare in basso
alchemilla



Messaggi : 120
Data d'iscrizione : 02.01.13

MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Sab Gen 14, 2017 3:27 pm

Cloretta ha scritto:
http://www.orizzontescuola.it/organico-e-unico-codice-meccanografico-docenti-potranno-essere-dislocati-su-piu-plessi-a-discrezione-della-dirigenza/

Di tutte le brutte notizie ricevute negli ultimi tempi, questa a me pare la peggiore in assoluto. Di fatto, chi chiede il trasferimento non sarà più libero di scegliere la scuola su cui vuole lavorare. Non si potrà più scegliere il liceo o il professionale o l'ITI: si potrà scegliere solo l'IIS di riferimento e sarà poi il dirigente a decidere su quale plesso, tra quelli che compongono il polo, dirottare il docente. Un docente di A050 abituato ai tecnici (o perfino ai licei), rischierà di ritrovarsi collocato su un professionale e viceversa. Oltretutto, i plessi che compongono il polo possono essere situati a notevoli distanze l'uno dall'altro, dunque il trasferimento potrà anche essere sfruttato con funzioni "punitive" nei confronti di alcuni docenti; senza contare che considerare i diversi plessi come destinatari di un unico "organico dell'autonomia" porterà ad una frammentazione degli orari tra i diversi plessi che rischia di accrescere ulteriormente lo stress e i carichi di lavoro. Se ho ben capito, questa impostazione, con cui si annulla, di fatto, la titolarità su scuola, dovrebbe applicarsi anche a chi è già titolare e non ha alcuna intenzione di chiedere mobilità territoriale. Praticamente non si salva nessuno...

Non concordo con il tuo giudizio negativo sulla questione e la tua visione pessimistica.
Provo a commentare quello che hai scritto, passo per passo:

1) "Non si potrà più scegliere il liceo o il professionale o l'ITI: si potrà scegliere solo l'IIS di riferimento "
Sì, ma proviamo a considerare la questione anche sotto altri aspetti. In quell'IIS ipotetico, con ad es. un Professionale e uno Scientifico, ci sono magari docenti della stessa CC in due diverse graduatorie (quelle appunto del liceo e del prof.) che potrebbero essere dichiarati perdenti posto per poche ore, mentre nell'altro indirizzo ci sono x ore a disposizione. Con un'unica GI non si rischierebbe più di dovere avere una COE, si potrebbe continuare a lavorare nello stesso IIS.
2) Chi deciderà in quali classi (quale indirizzo) insegnerai? Il DS, in base ai criteri stabiliti dal Collegio. E' vero che un docente appena trasferito non avrebbe la certezza di sapere a chi insegnerà, ma è anche certo che chi magari lavora lì da anni e anni sarebbe contento di passare anche a classi liceali, dopo anni in cui era "bloccato" nella sezione tecnica o professionale, perchè di fatto erano scuole diverse (con codici meccanografici specifici).
3) Nel caso di scuole su più plessi, penso che dovranno stabilire regole, ma non si tratta sempre di “plessi”, ci sono anche gli  IIS formati da sezioni associate, Istituti ibridi nati magari come Liceo a cui hanno aggiunto poi la sezione Tecnica  e/o Prof o viceversa.
Ti faccio esempi di IIS in cui sono stata: un Liceo Scientifico associato ad un Linguistico e ad un Tecnico. Un Liceo Linguistico con associato un Professionale. Un liceo Scientifico con Tecnico (Geometri e Ragioneri). In tutti i tre casi non si tratta di "plessi", bensì di classi su piani diversi della scuola o addirittura nello stesso corridoio. Quali problemi logistici ci sarebbero?
4) Non capisco da dove deriverebbe una "frammentazione degli orari". Le frammentazioni ci sono e ci saranno per chi insegna in più IIS o IC, con conseguenti stress e carichi maggiori, ma cosa c'entra l'organico unico?

Io vedo tanti aspetti positivi, in primo luogo quello di avere maggiore garanzia di non perdere il posto in caso di contrazione classi dell'indirizzo in cui si insegna: l'organico è unico.
Ti faccio un  esempio reale: collega conosciuto in occasione Esami Stato. Insegna Storia dell’ Arte in Scientifico cui sono associati un Linguistico e uno Scienze Umane.  Primo e unico nella GI del Liceo, rischia di essere trasferito d’ufficio per perdita classi, mentre i colleghi del Linguistico con moltissimi anni e punti in meno continueranno a mantenere la cattedra intera. Con un’unica GI la situazione cambierebbe.

Concordo con te sul fatto che chi intende chiedere un trasferimento in un IIS non avrebbe la certezza di insegnare in una certa sezione, cioè in quella desiderata, ma si tratterebbe di un "problema" momentaneo, l'anno successivo entrerebbe nella GI e in base al proprio punteggio, potrebbe passare ad altre classi. E' vero che è il DS che decide, ma i criteri di assegnazione si stabiliscono in CD.


In definitiva: “non si salva nessuno”, ma molti (moltissimi?) verrebbero avvantaggiati.


Ultima modifica di alchemilla il Sab Gen 14, 2017 6:16 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
sorel1968



Messaggi : 87
Data d'iscrizione : 05.07.12

MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Sab Gen 14, 2017 5:16 pm

alchemilla ha scritto:



Io vedo tanti aspetti positivi, in primo luogo quello di avere maggiore garanzia di non perdere il posto in caso di contrazione classi dell'indirizzo in cui si insegna: l'organico è unico.
Ti faccio un  esempio reale: collega conosciuto in occasione Esami Stato. Insegna Storia dell’ Arte in Scientifico cui sono associati un Linguistico e uno Scienze Umane.  Primo e unico nella GI del Liceo, rischia di essere trasferito d’ufficio per perdita classi, mentre i colleghi del Linguistico con moltissimi anni e punti in meno continueranno a mantenere la cattedra intera. Con un’unica GI la situazione cambierebbe.

L'esempio che hai fatto a me sembra molto svantaggioso per i colleghi "del Linguistico con moltissimi anni e punti in meno". Ora, ammettiamo che un docente abbia scelto una scuola appartenente ad un plesso calcolando che in caso di perdente posto non sia lui perché al momento opportuno il suo punteggio lo salvaguarderà. Non è andato nell'altra scuola dello stesso plesso, pur potendo, per questo motivo. Ha utilizzato le regole esistenti per fare una scelta più razionale. Adesso gli cambiano le regole producendo un effetto che invalida le sue scelte. Che farà se un docente o più docenti in una scuola dello stesso plesso verranno confrontati con lui nel caso di perdita di classi in un'altra scuola? Non mi sembra mica tanto giusto, tanto più che in corso d'opera si cambiano nuovamente le regole.
E' una situazione che si verrà a creare per molti colleghi che conosco che hanno fatto proprio il calcolo di cui sopra.
A mio avviso bisognerebbe smetterla con riforme di questo tipo. Ed infine sarebbe utile sapere qual è il vero scopo di tutto ciò. Lo hanno dichiarato?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Sab Gen 14, 2017 6:10 pm

Cloretta ha scritto:
http://www.orizzontescuola.it/organico-e-unico-codice-meccanografico-docenti-potranno-essere-dislocati-su-piu-plessi-a-discrezione-della-dirigenza/

Di tutte le brutte notizie ricevute negli ultimi tempi, questa a me pare la peggiore in assoluto. Di fatto, chi chiede il trasferimento non sarà più libero di scegliere la scuola su cui vuole lavorare. Non si potrà più scegliere il liceo o il professionale o l'ITI: si potrà scegliere solo l'IIS di riferimento e sarà poi il dirigente a decidere su quale plesso, tra quelli che compongono il polo, dirottare il docente. Un docente di A050 abituato ai tecnici (o perfino ai licei), rischierà di ritrovarsi collocato su un professionale e viceversa. Oltretutto, i plessi che compongono il polo possono essere situati a notevoli distanze l'uno dall'altro, dunque il trasferimento potrà anche essere sfruttato con funzioni "punitive" nei confronti di alcuni docenti; senza contare che considerare i diversi plessi come destinatari di un unico "organico dell'autonomia" porterà ad una frammentazione degli orari tra i diversi plessi che rischia di accrescere ulteriormente lo stress e i carichi di lavoro. Se ho ben capito, questa impostazione, con cui si annulla, di fatto, la titolarità su scuola, dovrebbe applicarsi anche a chi è già titolare e non ha alcuna intenzione di chiedere mobilità territoriale. Praticamente non si salva nessuno...

Sì, è un provvedimento molto pericoloso che è stato molto sottovalutato; in alcune scuole le sedi distaccate verranno utilizzate come "Siberia" per i non totalmente allineati.
Tornare in alto Andare in basso
sorel1968



Messaggi : 87
Data d'iscrizione : 05.07.12

MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Sab Gen 14, 2017 6:23 pm

precario_acciaio. ha scritto:
Cloretta ha scritto:
http://www.orizzontescuola.it/organico-e-unico-codice-meccanografico-docenti-potranno-essere-dislocati-su-piu-plessi-a-discrezione-della-dirigenza/

Di tutte le brutte notizie ricevute negli ultimi tempi, questa a me pare la peggiore in assoluto. Di fatto, chi chiede il trasferimento non sarà più libero di scegliere la scuola su cui vuole lavorare. Non si potrà più scegliere il liceo o il professionale o l'ITI: si potrà scegliere solo l'IIS di riferimento e sarà poi il dirigente a decidere su quale plesso, tra quelli che compongono il polo, dirottare il docente. Un docente di A050 abituato ai tecnici (o perfino ai licei), rischierà di ritrovarsi collocato su un professionale e viceversa. Oltretutto, i plessi che compongono il polo possono essere situati a notevoli distanze l'uno dall'altro, dunque il trasferimento potrà anche essere sfruttato con funzioni "punitive" nei confronti di alcuni docenti; senza contare che considerare i diversi plessi come destinatari di un unico "organico dell'autonomia" porterà ad una frammentazione degli orari tra i diversi plessi che rischia di accrescere ulteriormente lo stress e i carichi di lavoro. Se ho ben capito, questa impostazione, con cui si annulla, di fatto, la titolarità su scuola, dovrebbe applicarsi anche a chi è già titolare e non ha alcuna intenzione di chiedere mobilità territoriale. Praticamente non si salva nessuno...

Sì, è un provvedimento molto pericoloso che è stato molto sottovalutato; in alcune scuole le sedi distaccate verranno utilizzate come "Siberia" per i non totalmente allineati.

Altra questione. La temo anch'io poiché spesso non sono allineato con i dictat dei vari dirigenti
Tornare in alto Andare in basso
nicosici



Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 04.04.11

MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Sab Gen 14, 2017 6:49 pm

Finalmente!!! stessa scuola, stesso consiglio d'istituto, stesso collegio dei docenti, stessi dipartimenti, stessa RSU, stesso personale ATA. UNICA SCUOLA, finiranno i litigi in collegio dei docenti, nelle commissioni interne e nei vari organi collegiali. L'insegnante di greco continuerà ad insegnare al classico, l'insegnante di elettronica sempre al tecnico, l'insegnante di scienze degli alimenti sempre al professionale, ecc. Per le assegnazioni ai corsi o ai plessi, come già accede per il personale ATA, un ruolo importante lo svolgerà la contrattazione d'istituto seguendo le indicazioni del contratto nazionale.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Sab Gen 14, 2017 7:02 pm

nicosici ha scritto:
Finalmente!!!  stessa scuola, stesso consiglio d'istituto, stesso collegio dei docenti, stessi dipartimenti, stessa RSU, stesso personale ATA. UNICA SCUOLA, finiranno i litigi in collegio dei docenti, nelle commissioni interne e nei vari organi collegiali. L'insegnante di greco continuerà ad insegnare al classico, l'insegnante di elettronica sempre al tecnico, l'insegnante di scienze degli alimenti sempre al professionale, ecc. Per le assegnazioni ai corsi o ai plessi, come già accede per il personale ATA, un ruolo importante lo svolgerà la contrattazione d'istituto seguendo le indicazioni del contratto nazionale.

Sicuro che non ti sfugga un aspetto della questione?
Tornare in alto Andare in basso
alchemilla



Messaggi : 120
Data d'iscrizione : 02.01.13

MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Sab Gen 14, 2017 7:16 pm

sorel1968 ha scritto:
alchemilla ha scritto:



Io vedo tanti aspetti positivi, in primo luogo quello di avere maggiore garanzia di non perdere il posto in caso di contrazione classi dell'indirizzo in cui si insegna: l'organico è unico.
Ti faccio un  esempio reale: collega conosciuto in occasione Esami Stato. Insegna Storia dell’ Arte in Scientifico cui sono associati un Linguistico e uno Scienze Umane.  Primo e unico nella GI del Liceo, rischia di essere trasferito d’ufficio per perdita classi, mentre i colleghi del Linguistico con moltissimi anni e punti in meno continueranno a mantenere la cattedra intera. Con un’unica GI la situazione cambierebbe.

L'esempio che hai fatto a me sembra molto svantaggioso per i colleghi "del Linguistico con moltissimi anni e punti in meno". Ora, ammettiamo che un docente abbia scelto una scuola appartenente ad un plesso calcolando che in caso di perdente posto non sia lui perché al momento opportuno il suo punteggio lo salvaguarderà. Non è andato nell'altra scuola dello stesso plesso, pur potendo, per questo motivo. Ha utilizzato le regole esistenti per fare una scelta più razionale. Adesso gli cambiano le regole producendo un effetto che invalida le sue scelte. Che farà se un docente o più docenti in una scuola dello stesso plesso verranno confrontati con lui nel caso di perdita di classi in un'altra scuola? Non mi sembra mica tanto giusto, tanto più che in corso d'opera si cambiano nuovamente le regole.
E' una situazione che si verrà a creare per molti colleghi che conosco che hanno fatto proprio il calcolo di cui sopra.
A mio avviso bisognerebbe smetterla con riforme di questo tipo. Ed infine sarebbe utile sapere qual è il vero scopo di tutto ciò. Lo hanno dichiarato?


Certo che sarebbe pericoloso per i colleghi del Linguistico, ma, finchè esistono graduatorie di Istituto, sarebbe comunque "giusto" che a rischiare di perdere il posto siano coloro che sono indietro (ultimi)  nella graduatoria. Perchè dovrebbe perderlo chi ha molto più servizio ed età anagrafica? Questi ha forse colpe se nel'indirizzo in cui insegna c'è una contrazione di classi?
Sono d'accordo con voi sul fatto che si cambiano spesso le regole e che c'è chi viene svantaggiato, tutti noi credo potremmo portare n esempi, anche di danni subiti in prima persona..... ma c'è chi gli effetti dei dimensionamenti li ha già sopportati in passato. Quando sono state fuse due o più scuole con lo stesso indirizzo, si è formata un'unica GI e chi era magari primo o secondo in una delle due scuole, può essere retrocesso in GI e avere rischiato quello che tutti temiamo (sovrannumerarietà). Quando  sono state  unite scuole primarie con secondarie di I grado a formare un IC, quanti del personale ATA o anche DS hanno "perso il posto"?
Non so quale sia la ratio di questa decisione, ma comunque se ne parla da tempo,come potete leggere nella Nota ministeriale n.11729 del 29 aprile 2016, riportata nell'articolo di Giovanna Onnis:
http://www.orizzontescuola.it/organico-e-unico-codice-meccanografico-docenti-potranno-essere-dislocati-su-piu-plessi-a-discrezione-della-dirigenza/
Credo che si tratti della necessità vera o presunta di gestire più facilmente gli organici, ridurre i trasferimenti e anche i perdenti posto.
Aspettiamo comunque il Contratto integrativo per deprimerci o gioire prima del tempo.
Un'altra questione che non si è ancora discussa (almeno io non ho letto niente sul nostro forum) è quella di attribuire il punteggio intero per ogni anno di precariato, per i trasferimenti e forse per le GI. Anche questo sarebbe un grande cambiamento, che potrebbe rivoluzionare le graduatorie. Chi ha un lungo precariato passarebbe avanti ad altri. Potrà essere utile ad alcuni, potrà creare danni ad altri.
Stiamo a vedere, intanto parliamone con calma.


Ultima modifica di alchemilla il Dom Gen 15, 2017 2:12 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
alchemilla



Messaggi : 120
Data d'iscrizione : 02.01.13

MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Sab Gen 14, 2017 7:33 pm

nicosici ha scritto:
Finalmente!!!  stessa scuola, stesso consiglio d'istituto, stesso collegio dei docenti, stessi dipartimenti, stessa RSU, stesso personale ATA. UNICA SCUOLA, finiranno i litigi in collegio dei docenti, nelle commissioni interne e nei vari organi collegiali. L'insegnante di greco continuerà ad insegnare al classico, l'insegnante di elettronica sempre al tecnico, l'insegnante di scienze degli alimenti sempre al professionale, ecc. Per le assegnazioni ai corsi o ai plessi, come già accede per il personale ATA, un ruolo importante lo svolgerà la contrattazione d'istituto seguendo le indicazioni del contratto nazionale.

Nicosici, guarda che. almeno negli IIS formati da due o più sezioni associate (es. Liceo + Tecnico +Professionale, con tutte le varianti possibili) c'è già un unico DS, Consiglio di Istituto, Organo di garanzia, Comitato di valutazione, stesso CD, stessi Dipartimenti (che possono lavorare in sottocommissioni, ma comunque sono "insieme"), stessa RSU, stesso personale ATA....quello che è "separato" è soltanto l'organico dei docenti, cioè la graduatoria interna ad es. di Inglese : ce n'è una per il Liceo, una per il Tecnico, una per il Professionale...Qui ci sono i compartimenti stagni.Ad es. : X insegna una disciplina di un biennio professionale? Ci sono spezzoni nel Liceo? Li avrà un/una supplente che non garantirà nessuna continuità (ci mancherebbe!), ma X non li potrà avere. Non può chiedere il trasferimento, perchè non è una cattedra intera. Se ci fosse un'unica GI per Inglese il docente X potrebbe un po' variare, avere magari anche qualche classe del triennio del Liceo, tanto per non fossilizzare prima della pensione.
Tornare in alto Andare in basso
nicosici



Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 04.04.11

MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Sab Gen 14, 2017 7:46 pm

LO SO, ci lavoro in un IIIISSS!!! Li mettevo insieme per dimostrare che è necessario avere anche un organico unico. Lavoro in un IS con ben 4 organici (!!!) nello stesso comune stessa tipologia di istruzione un tecnico (ex ITG, ex ITIS ...) con ben 200 ore residue nelle varie cdc! E con colleghi ingordi con le ore eccedenti! Esempio: 6 ore + 6 ore + 4 ore +2 ore di inglese tutto coperto con ore eccedenti!! Si avrebbe un precario in meno. Basta pensare al proprio orticello, mi conviene non mi conviene, dobbiamo fornire un servizio pubblico! Altrimenti "il dagli addosso agli insegnanti", sport ormai di moda, continuerà e i nostri diritti saranno sempre meno
Tornare in alto Andare in basso
gugu

avatar

Messaggi : 31078
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Sab Gen 14, 2017 8:12 pm

Sono anche io d'accordo sull'unione.
Ovviamente il DS può anche sentire il docente, soprattutto nel caso di sedi in comuni differenti (un comune isolato può essere più comodo per un docente che abita lì, senza nessuna intenzione punitiva come ventilato da qualcuno).
Certo il rischio è chi, come Cloretta che spesso attacca tutti, abituata al liceo potrà ritrovarsi con qualche classe di tecnico dopo il suo trasferimento. E' sempre esperienza, non si può vivere al liceo e guardare sempre gli altri dall'alto.
Tornare in alto Andare in basso
alchemilla



Messaggi : 120
Data d'iscrizione : 02.01.13

MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Sab Gen 14, 2017 8:24 pm

nicosici ha scritto:
LO SO, ci lavoro in un IIIISSS!!! Li mettevo insieme per dimostrare che è necessario avere anche un organico unico. Lavoro in un IS con ben 4 organici (!!!) nello stesso comune stessa tipologia di istruzione un tecnico (ex ITG, ex ITIS ...) con ben 200 ore residue nelle varie cdc! E con colleghi ingordi con le ore eccedenti! Esempio: 6 ore + 6 ore + 4 ore  +2 ore di inglese tutto coperto con ore eccedenti!! Si avrebbe un precario in meno. Basta pensare al proprio orticello, mi conviene non mi conviene, dobbiamo fornire un servizio pubblico! Altrimenti "il dagli addosso agli insegnanti", sport ormai di moda,  continuerà e i nostri diritti saranno sempre meno

O.k.! Il caso che presenti è molto interessante, cioè la possibilità di formare una cattedra con spezzoni di più indirizzi. Effettivamente, se sono di sezioni diverse (codici diversi) spesso vengono presi come ore eccedenti dai colleghi a TI oppure i supplenti prendono solo uno degli spezzoni (guarda caso il Liceo e non il Prof.) alle nomine e rimangono 4- 6 etc ore che qualcuno accetta come ore eccedenti.
Nell'esempio del mio post precedente non intendevo "X potrebbe prendere le ore del Liceo oltre a quelle del Professionale", bensì potrebbe avere qualche classe liceale, garantendo la continuità fino alla quinta e lasciare ai supplenti qualche classe del Prof.
Ovviamente ci devono essere norme, contrattazioni, criteri deliberati dai CD...sull'assegnazione classi.
Tornare in alto Andare in basso
Cloretta

avatar

Messaggi : 440
Data d'iscrizione : 23.06.15

MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Dom Gen 15, 2017 12:14 pm

gugu ha scritto:

Certo il rischio è chi, come Cloretta che spesso attacca tutti, abituata al liceo potrà ritrovarsi con qualche classe di tecnico dopo il suo trasferimento. E' sempre esperienza, non si può vivere al liceo e guardare sempre gli altri dall'alto.

Ho sempre avuto "qualche classe di tecnico" e anche al tecnico ho sempre guardato gli altri dall'alto, quindi non è quello il problema. Il mio livello culturale non si abbassa (e purtroppo quello altrui non si eleva) in funzione della locazione operativa. E' una questione di conformità dell'incarico assegnato con gli studi compiuti e - appunto - con l'esperienza svolta. Un insegnante di latino o di letteratura al liceo che si ritrovi all'improvviso a fare il secondino in una classe di bestie del professionale, sarà impossibilitato a svolgere qualunque funzione, non essendo l'attività di mero controllo sugli internati tra quelle per cui è stato formato. Ammesso e non concesso che in questo modo acquisisca competenze di sorvegliante, non mi pare che ciò arricchisca il suo curriculum. Vale anche il contrario: un docente che insegna da anni al professionale e che, in base a varie alchimie, si ritrovi ad insegnare in un liceo, non sempre sarà in grado di far fronte alla diversa impostazione educativa che viene ivi richiesta. Si tratta di scuole profondamente diverse per le quali è svantaggioso e del tutto irrazionale prevedere un organico unificato.
Certo, poi ci sono i tanti poveretti come te, Gugu, che, non essendo in grado di crescere professionalmente, ripiegano sulla soddisfazione di veder decadere gli altri; ma in un'ottica generale si tratta di un provvedimento che svalorizza ulteriormente le specificità professionali, aggiunge un ulteriore elemento d'insoddisfazione a chi tenta di svolgere seriamente il proprio lavoro, contribuisce ad appiattire verso il basso i livelli di preparazione. Un ulteriore passo in avanti verso la completa perdita di significato dell'attività educativa.
Tornare in alto Andare in basso
gugu

avatar

Messaggi : 31078
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Dom Gen 15, 2017 1:17 pm

Come mai in tutti questi anni non hai fatto il concorso per DS?
Mi pare strano che uno (o una, ignoro a che sesso corrisponda questo ennesimo nickname) come te si fermi ad essere solo docente. Di solito la smania di guardare gli altri dall'alto in basso dopo un po' scema, mentre aumentano l'acidità di stomaco e il senso di smarrimento (non certo degli altri).
Ti vedrei molto bene nel ruolo. Devi ritentare o ci provi ora?
Tornare in alto Andare in basso
Cloretta

avatar

Messaggi : 440
Data d'iscrizione : 23.06.15

MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Dom Gen 15, 2017 1:40 pm

gugu ha scritto:
Come mai in tutti questi anni non hai fatto il concorso per DS?

"Tutti questi anni"? Sono di ruolo da soli due anni e mezzo e il concorso per DS, da allora, non è stato ancora indetto. Comunque si parlava d'altro, mi pare...
Fermo restando che vorrei poter fare il DS se mi sento portata per fare il DS, e non come extrema ratio per sfuggire ad una condanna alla "docenza" (virgolette d'obbligo) nei professionali.
Tornare in alto Andare in basso
perly



Messaggi : 2052
Data d'iscrizione : 29.07.14

MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Dom Gen 15, 2017 1:58 pm

Cloretta ha scritto:
gugu ha scritto:

Certo il rischio è chi, come Cloretta che spesso attacca tutti, abituata al liceo potrà ritrovarsi con qualche classe di tecnico dopo il suo trasferimento. E' sempre esperienza, non si può vivere al liceo e guardare sempre gli altri dall'alto.

Ho sempre avuto "qualche classe di tecnico" e anche al tecnico ho sempre guardato gli altri dall'alto, quindi non è quello il problema. Il mio livello culturale non si abbassa (e purtroppo quello altrui non si eleva) in funzione della locazione operativa. E' una questione di conformità dell'incarico assegnato con gli studi compiuti e - appunto - con l'esperienza svolta. Un insegnante di latino o di letteratura al liceo che si ritrovi all'improvviso a fare il secondino in una classe di bestie del professionale, sarà impossibilitato a svolgere qualunque funzione, non essendo l'attività di mero controllo sugli internati tra quelle per cui è stato formato. Ammesso e non concesso che in questo modo acquisisca competenze di sorvegliante, non mi pare che ciò arricchisca il suo curriculum. Vale anche il contrario: un docente che insegna da anni al professionale e che, in base a varie alchimie, si ritrovi ad insegnare in un liceo, non sempre sarà in grado di far fronte alla diversa impostazione educativa che viene ivi richiesta. Si tratta di scuole profondamente diverse per le quali è svantaggioso e del tutto irrazionale prevedere un organico unificato.
Certo, poi ci sono i tanti poveretti come te, Gugu, che, non essendo in grado di crescere professionalmente, ripiegano sulla soddisfazione di veder decadere gli altri; ma in un'ottica generale si tratta di un provvedimento che svalorizza ulteriormente le specificità professionali, aggiunge un ulteriore elemento d'insoddisfazione a chi tenta di svolgere seriamente il proprio lavoro, contribuisce ad appiattire verso il basso i livelli di preparazione. Un ulteriore passo in avanti verso la completa perdita di significato dell'attività educativa.

Ma questo sproloquio pieno di classismo e pressapochismo è ironico, vero?!
Tornare in alto Andare in basso
Online
gugu

avatar

Messaggi : 31078
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Dom Gen 15, 2017 2:00 pm

E' identico ai post che ha scritto negli anni passati (con altri nick). Qualcuno penserà sia ironico, io comincio a dubitarne.
Tornare in alto Andare in basso
Cloretta

avatar

Messaggi : 440
Data d'iscrizione : 23.06.15

MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Dom Gen 15, 2017 2:03 pm

Non capisco perché tutto ciò che non si comprende, che non si condivide o che non fa comodo dovrebbe essere necessariamente "ironico"...

N.B.: gli "altri nick" sono dipesi da scelte compiute dai moderatori, non certo mie.


Ultima modifica di Cloretta il Dom Gen 15, 2017 2:06 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
perly



Messaggi : 2052
Data d'iscrizione : 29.07.14

MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Dom Gen 15, 2017 2:04 pm

Forse perchè esprimi idee al limite dell'ironia (ecco sì, chiamiamola così, per non dire altro)
Tornare in alto Andare in basso
Online
Paolo1974
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 6917
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Dom Gen 15, 2017 2:06 pm

gugu ha scritto:
Sono anche io d'accordo sull'unione.
Ovviamente il DS può anche sentire il docente, soprattutto nel caso di sedi in comuni differenti (un comune isolato può essere più comodo per un docente che abita lì, senza nessuna intenzione punitiva come ventilato da qualcuno).
Certo il rischio è chi, come Cloretta che spesso attacca tutti, abituata al liceo potrà ritrovarsi con qualche classe di tecnico dopo il suo trasferimento. E' sempre esperienza, non si può vivere al liceo e guardare sempre gli altri dall'alto.

"può" anche sentire il docente...

Stiamo spingendo affinché sia chiaro che ci devono essere dei criteri condivisi a livello di contrattazione. Quando si parla di cattedre su più comuni non pensate solo alle vostre (nostre) città piccole, pensiamo anche a città che hanno comuni dello stesso istituto a molti chilometri di distanza. E siccome la questione riguarderà anche chi non farà domanda di trasferimento, è bene che tutto sia regolamentato.
Quindi non è che il ds "può" chiedere....Il ds deve all'interno della contrattazione di istituto appunto contrattare criteri uguali per tutti.

Tornare in alto Andare in basso
Cloretta

avatar

Messaggi : 440
Data d'iscrizione : 23.06.15

MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Dom Gen 15, 2017 2:08 pm

perly ha scritto:
Forse perchè esprimi idee al limite dell'ironia (ecco sì, chiamiamola così, per non dire altro)

Diciamo che esprimo idee che non piacciono a chi vorrebbe sentirsi allo stesso livello degli altri in virtù delle normative (quindi senza nessuno sforzo personale) anziché in virtù del proprio impegno.


Ultima modifica di Cloretta il Dom Gen 15, 2017 2:13 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
gugu

avatar

Messaggi : 31078
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Dom Gen 15, 2017 2:11 pm

Paolo1974 ha scritto:
gugu ha scritto:
Sono anche io d'accordo sull'unione.
Ovviamente il DS può anche sentire il docente, soprattutto nel caso di sedi in comuni differenti (un comune isolato può essere più comodo per un docente che abita lì, senza nessuna intenzione punitiva come ventilato da qualcuno).
Certo il rischio è chi, come Cloretta che spesso attacca tutti, abituata al liceo potrà ritrovarsi con qualche classe di tecnico dopo il suo trasferimento. E' sempre esperienza, non si può vivere al liceo e guardare sempre gli altri dall'alto.

"può" anche sentire il docente...

Stiamo spingendo affinché sia chiaro che ci devono essere dei criteri condivisi a livello di contrattazione. Quando si parla di cattedre su più comuni non pensate solo alle vostre (nostre) città piccole, pensiamo anche a città che hanno comuni dello stesso istituto a molti chilometri di distanza. E siccome la questione riguarderà anche chi non farà domanda di trasferimento, è bene che tutto sia regolamentato.
Quindi non è che il ds "può" chiedere....Il ds deve all'interno della contrattazione di istituto appunto contrattare criteri uguali per tutti.



Ma non si rischia di ingessare la situazione dall'altra parte?

Voglio dire: poniamo che la scuola X abbia una succursale nel comune Y, scomodo a tutti, tranne ai docenti che abitano proprio in quel comune e quindi sarebbero contenti di andarci.
Stabilire dei criteri troppo rigidi non rischierebbe di bloccare l'utilizzo di questi docenti in quella sede?
Tornare in alto Andare in basso
perly



Messaggi : 2052
Data d'iscrizione : 29.07.14

MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Dom Gen 15, 2017 2:13 pm

Tuoi pari?
No, vabbè, dai. Manco tu fossi Eugenio Montale...
La chiudo qui perchè ti vedo chiusa nella tua torre d'avorio. E non voglio certo disturbarti
Tornare in alto Andare in basso
Online
Cloretta

avatar

Messaggi : 440
Data d'iscrizione : 23.06.15

MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Dom Gen 15, 2017 2:14 pm

perly ha scritto:
Tuoi pari?
No, vabbè, dai. Manco tu fossi Eugenio Montale...
La chiudo qui perchè ti vedo chiusa nella tua torre d'avorio. E non voglio certo disturbarti

Rispetto a certa gente basta poco per essere Eugenio Montale...
Tornare in alto Andare in basso
Cloretta

avatar

Messaggi : 440
Data d'iscrizione : 23.06.15

MessaggioTitolo: Re: Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia   Dom Gen 15, 2017 2:17 pm

gugu ha scritto:



Ma non si rischia di ingessare la situazione dall'altra parte?

Voglio dire: poniamo che la scuola X abbia una succursale nel comune Y, scomodo a tutti, tranne ai docenti che abitano proprio in quel comune e quindi sarebbero contenti di andarci.
Stabilire dei criteri troppo rigidi non rischierebbe di bloccare l'utilizzo di questi docenti in quella sede?

Che cosa impediva, prima, a tali docenti di indicare il codice meccanografico di quella sede nella richiesta di trasferimento? E' la nuova impostazione che crea incertezza, non certo la vecchia.
Tornare in alto Andare in basso
 
Codici meccanografici unificati e nuovi organici dell'autonomia
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» la web community dei professionisti dell'estetica
» La legge dell'attrazione...
» monnalisa e il magico mondo dell'andrologia....
» I passi dell'amore
» LA TEORIA DELL'EVOLUZIONE

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Mobilità, utilizzazioni, assegnazioni provvisorie, graduatoria interna istituto-
Andare verso: