Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Disperata chiede aiuto

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
cappelloblu



Messaggi : 15
Data d'iscrizione : 01.10.17

MessaggioTitolo: Disperata chiede aiuto   Lun Nov 13, 2017 8:35 am

Buongorno a tutti.
Ho bisogno di un consiglio uregente.
Sono una docente precaria iscritta alla terza fascia.
Sto facendo da un mese supplenza in una secondaria di primo grado. Sono capitata in una scuola di paese, dove si conoscono tutti da sempre e io sono la "straniera". La situazione per me è difficilissima. Gli studenti mi stanno rendendo la vita impossibile. Dal primo giorno si comportano malissimo, rendendomi impossibile svolgere lezione. Urlano, non stanno a posto, passano l'ora a chiacchierare tra loro e l'ultimo quato d'ora mi chiamo uno a uno perchè spieghi individualmente.
Le ho provate tutte. Molti colleghi sono intervenuti ma la situazione non migliora.
In poche parole stanno facendo di tutto per farmi cacciare. In una classe me lo hanno detto apertamente il primo giorno di servizio e nemmeno ero arrivata alla cattedra.
Un giorno hanno saputo che in scuola c'era il preside e hanno fatto più baccano del solito per farlo intervenire "così la licenzia".
Ho provato a parlare con loro a capire il motivo del loro atteggiamento ma non è possibile ragionare.
Forse sono troppo disponibile? Troppo buona? Li faccio lavorare?
Non ho idea.
Il problema più grosso è dato dai genitori. I ragazzini raccontano tutto (anche il falso) a loro e questi come delle molle vanno a protestare dai repsonsabili di plesso.
Hanno boicottato una lezione, è intervenuto il preside, non hanno rispettato volutamente una consegna (avevano le tavole nella cartellina) e la volta dopo pretendevano di consegnare e avere il voto.
Non le ho ritirate. Non devono decidere loro (si arrogano pure il diritto di decidere i voti se no non disegnano più e tra l'altro non sanno nemmeno usare le squadrette e questo in terza). In quel frangente sono andati a dire ai genitori che ho dato 4 a tutti (nemmeno ci avevo pensato) e questi prontamente sono andati a protestare per dei 4 che non esistono nè sui diari tantomeno sul registro elettronico.
Non posso mettere note (gli altri docenti lo fanno) se no arrivano i genitori, non posso mettere voti bassi...perchè se no i genitori vanno a protestare.
Le classi sono maleducate e ingestibili e io non so più che fare.
Chiedo a voi, che cosa posso fare?
Se mi licenzio avendo un contratto fino a giugno rimango senza stipendio per un anno...se non lo faccio credo che finiranno per farmi licenziare loro.
Posso chiedere permessi? Posso mettermi in mutua in fondo mi stanno portando all'esaurimento nervoso. Fino a quando?
Grazie
Tornare in alto Andare in basso
Disillusa



Messaggi : 8158
Data d'iscrizione : 01.05.11

MessaggioTitolo: Re: Disperata chiede aiuto   Lun Nov 13, 2017 8:57 am

se non hai alcun appoggio all'interno della scuola, chiedi ad un sindacato.
Per me devi iniziare ad alzare la voce e far capire che sei tu l'insegnante, non gli studenti nè i genitori. Metti note e dai voti anche solo per non aver svolto un compito a casa. L'importante è fare tutto in regola, quindi trascrivi tutto nel registro elettronico. Di fronte a voti bassi (anche 1 e 2 se è necessario), gli studenti capiscono che devono calmarsi.
Se vedono che hai paura, è peggio
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 58189
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Disperata chiede aiuto   Lun Nov 13, 2017 12:00 pm

Mi dispiace, ma questo topic non rientra tra gli argomenti trattati in questa sezione del forum (se non per l'accenno alla malattia, che puoi naturalmente chiedere se il medico ti fa il certificato), perciò sono costretto a chiudere. Purtroppo la sezione Didattica è stata chiusa per la maleducazione di alcuni utenti (non sono solo gli alunni ad esserlo). Da parte mia concordo con il suggerimento di Disillusa: metti le note e le insufficienze che ritieni opportune e che vadano pure a lamentarsi, tanto a quanto pare lo fanno lo stesso; poi convoca i genitori per spiegare la situazione e chiedere loro di intervenire; è sempre meglio il confronto diretto, anche se capisco che preferiresti non vederli.
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
Disperata chiede aiuto
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» primo spermiogramma del mio compagno..si chiede aiuto!!
» disperata ragazze aiuto..
» La vita non ti chiede mai di cosa hai voglia o no!
» Marrazzo chiede perdono al papa...
» Gruppi di auto aiuto per mamme single a ROMA

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Ferie, assenze, permessi, stipendi, cedolini, disoccupazione-
Andare verso: