Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Ancora sul potenziamento

Andare in basso 
AutoreMessaggio
MWM



Messaggi : 494
Data d'iscrizione : 30.07.15

MessaggioTitolo: Ancora sul potenziamento   Mar Giu 19, 2018 9:02 am

A tre anni dalla 107/2015 vorrei tornare sul tema dell'utilizzo degli incarichi di potenziamento per chiedere il parere di chi è più addentro di me alle dinamiche finanziarie della scuola. Questo il problema: l'utilizzo sistematico delle ore di potenziamento come ore a disposizione per l'eventuale sostituzione di emergenza dei docenti curricolari assenti viene spesso giustificata con la mancanza di fondi per le sostituzioni a pagamento che venivano normalmente utilizzate negli stessi casi prima dell'introduzione della 107/2015. Si tratta di una giustificazione fondata? Esiste un fondo apposito per le sostituzioni di dimensioni prefissate che deve essere esclusivamente utilizzato per le sostituzioni a pagamento e che non può essere integrato con altri fondi? E, se esiste, ha subito significative decurtazioni negli ultimi anni?
Torna in alto Andare in basso
MWM



Messaggi : 494
Data d'iscrizione : 30.07.15

MessaggioTitolo: Re: Ancora sul potenziamento   Mer Giu 20, 2018 8:50 am

A quanto pare, esiste un fondo del genere e sarebbe “sempre esiguo”: https://m.orizzontescuola.it/guida/ore-eccedenti-sostituzione-colleghi-assenti-retribuite-dalla-scuola-fondo-specifico-attesa-del/

Rimane da capire se abbia subito o meno decurtazioni negli ultimi anni.

Sarebbe interessante inoltre conoscere i dati relativi alle assenze dei docenti curricolari per evidenziarne l’andamento. La mia sensazione è che la presenza in un istituto di cosiddetti docenti “tappabuchi” (docenti con incarichi di potenziamento con orario costituito in tutto o in parte da ore a disposizione) rappresenti un incentivo all’assenza dei docenti curricolari, i quali “si fanno meno scrupoli” a prendersi giorni di permesso e/o malattia in quanto questi non pesano troppo sui colleghi e sulle casse e sulle segreterie dell’istituto. Se così fosse, il potenziamento dell’offerta formativa così interpretato su tradurrebbe piuttosto in un benefit per i docenti curricolari meno scrupolosi e per le segreterie che in tal modo non avrebbero il problema delle nomine di supplenti temporanei.
Torna in alto Andare in basso
bog



Messaggi : 1997
Data d'iscrizione : 26.02.15

MessaggioTitolo: Re: Ancora sul potenziamento   Gio Giu 21, 2018 11:29 am

il potenziamento è la schifezza più schifezza che potessero mai inventare è un NON docente non insegna è un ibrido è la ruota di scorta di un altro docente è lo schifo immane senza ruolo e dignitià ...bsogna rendere i docenti pari diritti così si creano disuguaglianze nei diritti e disparità vergogna!
Torna in alto Andare in basso
ilprof



Messaggi : 33
Data d'iscrizione : 05.05.18

MessaggioTitolo: Re: Ancora sul potenziamento   Gio Giu 21, 2018 4:29 pm

MWM ha scritto:
A quanto pare, esiste un fondo del genere e sarebbe “sempre esiguo”: https://m.orizzontescuola.it/guida/ore-eccedenti-sostituzione-colleghi-assenti-retribuite-dalla-scuola-fondo-specifico-attesa-del/

Rimane da capire se abbia subito o meno decurtazioni negli ultimi anni.

Sarebbe interessante inoltre conoscere i dati relativi alle assenze dei docenti curricolari per evidenziarne l’andamento. La mia sensazione è che la presenza in un istituto di cosiddetti docenti “tappabuchi” (docenti con incarichi di potenziamento con orario costituito in tutto o in parte da ore a disposizione) rappresenti un incentivo all’assenza dei docenti curricolari, i quali “si fanno meno scrupoli” a prendersi giorni di permesso e/o malattia in quanto questi non pesano troppo sui colleghi e sulle casse e sulle segreterie dell’istituto. Se così fosse, il potenziamento dell’offerta formativa così interpretato su tradurrebbe piuttosto in un benefit per i docenti curricolari meno scrupolosi e per le segreterie che in tal modo non avrebbero il problema delle nomine di supplenti temporanei.

Visto che le scuole dispongono del tanto vituperato fondo per il bonus di merito, un primo criterio stringente per l'attribuzione potrebbe essere il limite di assenze a non più del 5%, pari a circa 7-8 giorni nel corso dell'anno scolastico, eliminando quindi tutti i docenti che amano i weekend lunghi.
Torna in alto Andare in basso
gugu

gugu

Messaggi : 34471
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: Ancora sul potenziamento   Gio Giu 21, 2018 4:34 pm

I criteri per l'attribuzione del bonus vengono proposti dal comitato di valutazione allargato (inventato espressamente) e approvati dal DS. Da quel momento vanno applicati.
Se trovate corretto mettere le assenze tra i punti di attribuzione fatelo proporre dal comitato al DS.
Torna in alto Andare in basso
royalstefano



Messaggi : 6184
Data d'iscrizione : 12.09.11

MessaggioTitolo: Re: Ancora sul potenziamento   Gio Giu 21, 2018 6:07 pm

bog ha scritto:
il potenziamento è la schifezza più schifezza che potessero mai inventare è un NON docente non insegna è un ibrido  è la ruota di scorta di un altro docente è lo schifo immane senza ruolo e dignitià ...bsogna rendere i docenti pari diritti così si creano disuguaglianze nei diritti e disparità vergogna!
In effetti a parte l'assunzione di 50.000 docenti in più, non vedo altri pro nell'operazione potenziamento.
Torna in alto Andare in basso
MWM



Messaggi : 494
Data d'iscrizione : 30.07.15

MessaggioTitolo: Re: Ancora sul potenziamento   Gio Giu 21, 2018 7:50 pm

bog ha scritto:
il potenziamento è la schifezza più schifezza che potessero mai inventare è un NON docente non insegna è un ibrido  è la ruota di scorta di un altro docente è lo schifo immane senza ruolo e dignitià ...bsogna rendere i docenti pari diritti così si creano disuguaglianze nei diritti e disparità vergogna!

Ci possono essere pochi dubbi sul fatto che "il potenziamento", più che "essere un NON docente", non è affato un docente. Si tratta di un certo numero di ore che il MIUR ha messo a disposizione agli istituti in modo tale da costituire cattedre aggiuntive in organico. Poi sta ai DS usare queste risorse per potenziare l'offerta formativa. Altrattanto fuori di dubbio è che i DS che le usano per creare incarichi di puro potenziamento con tutte le ore "a disposizione" non stanno certamente potenziando l'offerta formativa. D'altra parte, la facoltà concessa ai DS di usare queste risorse per le sostituzioni di emergenza, sommato all'esiguità dell'apposito fondo, non possono che cositutire un'attentuante. Resta il fatto che chi dovrebbe essere chiamato a rispondere delle scelte di impiego delle ore di potenziamento sono i DS. In generale, l'eventuale schifezza sarebbe opera loro, più che del MIUR (con i dovuti distinguo relativi per esempio ai casi in cui le cattedre messe a disposizione non si concilino con alcuno degli indirizzi di studio di un certo istituto).
Torna in alto Andare in basso
 
Ancora sul potenziamento
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Vai verso: