Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Nasce il partito degli insegnanti e della scuola

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Nasce il partito degli insegnanti e della scuola   Lun Ago 06, 2012 7:45 am

Promemoria primo messaggio :

www.assecattolico.it questo partito si propone, alla luce dell'episteme, di porre il sistema di istruzione sovraordinato allo stato. la piramide gerarchica dell'istruzione va dall'accademia di Platone fino agli istituzioni scolastici, passando dalle accademie nazionali scientifiche alle università. Questo significa che il cittadino, fino alla maggiore età, è in custodia presso il mondo dell'istruzione, il quale fa anche le leggi, sottraendone la competenza ai politici, cui viene riservato solo il potere esecutivo. il fatto che a fare le leggi sia l'univeristà non è sinonimo di tecnocrazia, ma di "sofocrazia": potere del sapere filosofico. Saluti. GP
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Nasce il partito degli insegnanti e della scuola   Gio Ago 16, 2012 12:08 pm

Quando ho parlato di insegnante dimezzato ho detto una grande verità, perchè effettivamente cos'è un insegnante che non ha diritto di valutare i suoi allievi o anche gli allievi della classe, essendo il docente di sostegno assegnato a tutta la classe ? Non è forse vero che uno dei modi in cui ogni docente può farsi rispettare a questi allievi, quelli di oggi, è la valutazione ? E come può un docente di sostegno che ha studiato economia e diritto, imparare e insegnare taglio e cucito, o arredamenti e diegno tecnico ? Mi pare che ci voglia una riforma. Poi per il rispetto penso che abbiate ragione, circa il fatto che è anche una questione di carattere, di psicologia.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Nasce il partito degli insegnanti e della scuola   Gio Ago 16, 2012 12:19 pm

Sono sconcertata! questo individuo sta veramente suscitando un dibattito!
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17789
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Nasce il partito degli insegnanti e della scuola   Gio Ago 16, 2012 12:20 pm

LM2012 ha scritto:

..... Io ho sempre lottato per la promozione dei miei allievi......

Per me è questo l'errore ricorrente dei colleghi di sostegno...perche sponsorizzare sempre e comunque la promozione di alunni che avendo l'insegnante di sostegno in quanto "svantaggiati" si potrebbero sentire in dovere di non fare niente perchè "spalleggiati" dal docente e dalla famiglia? Si cerca una giustificazione a tutto, anche a ciò che non va bene..lanciando, in questo modo allo studente un messaggio sbagliato che sicuramente non gli servirà nella vita, una volta che esce fuori dalla scuola.
Ho avuto un collega di sostegno che per raggiungere questo scopo pretendeva sempre la sufficienza per l'alunno e "barava" scrivendo lui le risposte in una verifica scritta...l'alunno conseguentemente non era spronato a lavorare.
Gli obiettivi minimi vengono stabiliti in un PEI di comune accordo con il cdc e con l'equipe psico-pedagogica, e come tali (obiettivi minimi) bisogna agire per il loro raggiungimento da parte dello studente, magari rivederli nel corso dell'anno, ma non fare finta di niente se non vengono raggiunti, anche una volta rivisti e corretti, e promuovere comunque lo studente. Questo, a parer mio, non sarebbe giusto e non sarebbe educativo per l'alunno. La scuola deve aiutare questi studenti a valorizzare le loro potenzialità che, anche se "limitate" esistono....TIRIAMOLE FUORI!!
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17789
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Nasce il partito degli insegnanti e della scuola   Gio Ago 16, 2012 12:23 pm

LM2012 ha scritto:
Quando ho parlato di insegnante dimezzato ho detto una grande verità, perchè effettivamente cos'è un insegnante che non ha diritto di valutare i suoi allievi o anche gli allievi della classe, essendo il docente di sostegno assegnato a tutta la classe ? Non è forse vero che uno dei modi in cui ogni docente può farsi rispettare a questi allievi, quelli di oggi, è la valutazione ? E come può un docente di sostegno che ha studiato economia e diritto, imparare e insegnare taglio e cucito, o arredamenti e diegno tecnico ? Mi pare che ci voglia una riforma. Poi per il rispetto penso che abbiate ragione, circa il fatto che è anche una questione di carattere, di psicologia.

LM l'insegnante di sostegno, come insegnante della classe ha lo stesso diritto di voto che hanno gli altri insegnanti del cdc
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Nasce il partito degli insegnanti e della scuola   Gio Ago 16, 2012 12:47 pm

Non intendevo riferirmi agli scrutini finali, ma ai compiti scritti e alle interrogazioni durante tutto l'anno scolastico. Qui il docente di sostegno non ha "potere" [potere in senso sociologico, si intende]. Circa il raggiungimento del diploma in un caso difficile con o.m., il preside ha parlato di "miracolo dello spirito santo".
Tornare in alto Andare in basso
mirko.vi



Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 04.08.12

MessaggioOggetto: Re: Nasce il partito degli insegnanti e della scuola   Gio Ago 16, 2012 12:51 pm

Bhè come in tutte le professioni c'è chi lo fa con convinzione quinidi ci mette cuore e passione e chi invece se ne frega e fa le sue ore cercando di avere meno problemi possibili. La grossa difficoltà a mio parere è che troppo spesso come insegnante sei abbandonato a te stesso e capita raramente che qualcuno ti dia una pacca sulla spalla e ti dica "mi piace come lavori" piuttosto che "fai proprio schifo".... magari qualcuno mi dicesse "Il tuo lavoro non serve a niente!" almeno inizierebbe un dialogo per capire come mai il collega la pensa in questo modo. Devo dire però che se siamo noi i primi ad avere un atteggiamento di reciprocità positiva con i colleghi diversi di questi si rianimano e si ricordano di essere vivi !!!!!!!!!!!! Questo naturalmente comporta esporsi come persone, ma garantisco che giova a tutti: prima di tutto a noi stessi che non dobbiamo fare le lotte conto i mulini a vento che poi andiamo in crisi come è successo a LM, fa bene ai colleghi che si sentono gratificati e incoraggiati e capiscono che non sei stato assunto per fare le loro fotocopie e soprattutto questo atteggiamento manda dei messaggi molto importanti agli studenti!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Nasce il partito degli insegnanti e della scuola   Gio Ago 16, 2012 1:44 pm

In sei anni di insegnamento nel sostegno ho potuto constare quanto segue: 1. i docenti curricolari che ho incontrato sono tutti bravi e preparati, con forte personalità, che consente loro di tenere la disciplina. 2. essi rispettano il docente di sostegno per la sua funzione, ma questo in base al carattere di ognuno: c’è chi è sempre rispettosi e c’è chi invece fa naturalmente lo scontroso. 2. i presidi sono ben preparati, con forte personalità e rispettati [uno definito addirittura “leggenda” su un quotidiano locale quando è andato in pensione … . 3. i presidi prendono difesa dei docenti di sostegno come categoria, comprendendo appieno il loro ruolo. 4. gli studenti che ho incontrato rispettano i docenti che sanno farsi rispettare, e prendono sottogamba quelli che non sanno farsi rispettare [questo penso in tutti i periodi della scuola !]. Qui a nord-est gli allievi sono ancora una popolazione studentesca auto controllata. Ho girato come precario nella periferia della provincia, e in ogni scuola in cui sono andato ho confermato questo impressione. E’ quella del nord-est una scuola ancora rispettata. “Di lusso” se si può dire. Quello che manca alla scuola pubblica italiana è un “aggancio” tra mondo delle imprese, università e istituti professionali e licei. Questo “aggancio” non dovrebbe essere delegato a pochi docenti bravi e impegnati sul fronte dell’apprendistato, che svolgono una funzione strumentale, ma dovrebbe essere istituzionalizzato, con il metodo che io chiamo della “prenotazione”: l’azienda individua il posto, e chiede alla scuola o università un pacchetto di discipline formanti finalizzato a costruire la competenza che essa richiede per quel è posto. Poi osservo che in Germania oltre alle università ci sono, che qui mancano in Italia, scuola superiori post-diploma che preparano ai mestieri di cui c’è in Italia grande richiesta e poca offerta: falegnami, idraulici, elettricisti, commessi, camerieri, infermieri e altri mestieri “umili”, che umili non sono affatto, e il cui compenso è, com’è noto, superiore a quello di tanti professionisti, compresi i docenti.
Tornare in alto Andare in basso
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: Nasce il partito degli insegnanti e della scuola   Gio Ago 16, 2012 1:50 pm

L'unico dibattito che mi suscita è la quantità di frustrazioni che per sua stessa ammissione LM2012 ha accumulato nella vita sotto innumerevoli aspetti... come docente, come credente, come partner...

Dopo tutta questa sfiga, che tu racconti, pensi di essere giunto a un'illuminazione superiore di cui vuoi farci partecipi?

No, grazie. Io passo...

Rivolti la frittata a ogni post! Sei credibile come una moneta da 3 euro...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Nasce il partito degli insegnanti e della scuola   Gio Ago 16, 2012 2:57 pm

Quello che ho detto è coerente con gli altri interventi. Faccio discorsi sensati, che mi paiono di competenza di questo sito [che ho conosciuto perchè citato dal Corriere della Sera come sito "importante"].
Infatti si osservi che la scuola, i diversi tipi di scuole, e l'università, appaiono monadi isolate. Non c'è comunicazione. In sei anni di docenza io non ho mai visto un professore universitario ordinario o associato entrare nell'istituto in cui insegnavo. Questi tengono solo i corsi per la SSIS e la SOS oppure convegni. Io propongo la gerarchizzazione tra le istituzioni del mondo dell'istruzione. Oltre, come detto, al ponte tra aziende e mondo dell'istruzione. Penso infatti che l'università debba comandare sugli istituti superiori, e questi sulle scuole elementari. Non ho idea di come possa interpretarsi questa gerarchizzazione e questo "comando". A questo punto, se si risale dal basso verso l'alto, ci si chiede: la gerarchie delle università dove sale ? Si dirà: verso le accademie, ad esempio quella dei Lincei o quella della Crusca. Ma queste sono alcune decine in una nazione. E' possibile concepire una gerarchia internazionale ? Da qui ho proposto l'Accademia unica, dedicandola di Platone. Ma al di là di questa utopia, che certamente non deve essere proposta in questo sito, l'idea di una gerarchia nazionale tra le istituzioni scolastiche ha senso. Perchè ne va della preparazione degli studenti. Se ad esempio di fosse una università in ogni provincia, questa sarebbe il vertice gerarchico del sistema d istruzione provinciale, a il livello successivo sarebbe dato dai licei e dagli ISIS. Quello successivo dalle scuole medie e elementari, poi gli asili. In questo sistema piramidale, lo studente entra, viene selezionato secondo il merito, e da questo sistema esce quando vuole per fare ingresso nel mondo del lavoro.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Nasce il partito degli insegnanti e della scuola   Gio Ago 16, 2012 3:00 pm

L'unica comunicazione tra università e scuole è un manifesto di una università [ad esempio la Bocconi] appeso nei corridoi di un liceo per attrarre gli studenti. Non si vuole questa gerarchia, e non si vuole una università in ogni provincia, perchè a ciò si oppongono gli atenei dei baroni, che fanno gara ad accaparrarsi gli studenti, salvo poi a scartarli col numero chiuso.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17789
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Nasce il partito degli insegnanti e della scuola   Gio Ago 16, 2012 3:33 pm

Scusa LM perchè invece di cercare di "cambiare il mondo" con discorsi un po "strani" per i miei neuroni di comune mortale, non entri in merito alle problematiche più immediate che ci riguardano come docenti, anche per un confronto cordiale tra colleghi che si trovano su lunghezze d'onda diverse, ma comunque disposti al dialogo, al confronto, allo scambio di esperienze, sperimentazioni e risultati ottenuti e non...rimanendo in sintonia con lo spirito di questo Forum????
Ho notato che hai aperto diversi topic, con argomentazioni diverse in fase iniziale, ma poi sei sempre arrivato a esprimere gli stessi concetti che mi sembra esulino spesso dallo spirito del Forum e ho l'impressione ( ma forse sbaglio) che tu voglia, in tal modo, sponsorizzare un tuo sito personale e stia cercando "nuovi adepti".
Albith ha concluso il suo post dicendoti :"Rivolti la frittata a ogni post!..." e...scusami....ma concordo pienamente con lui.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25591
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Nasce il partito degli insegnanti e della scuola   Gio Ago 16, 2012 3:49 pm

LM2012 ha scritto:
In sei anni di insegnamento nel sostegno ho potuto constare quanto segue: 1. i docenti curricolari che ho incontrato sono tutti bravi e preparati, con forte personalità, che consente loro di tenere la disciplina. 2. essi rispettano il docente di sostegno per la sua funzione, ma questo in base al carattere di ognuno: c’è chi è sempre rispettosi e c’è chi invece fa naturalmente lo scontroso. 2. i presidi sono ben preparati, con forte personalità e rispettati [uno definito addirittura “leggenda” su un quotidiano locale quando è andato in pensione … . 3. i presidi prendono difesa dei docenti di sostegno come categoria, comprendendo appieno il loro ruolo. 4. gli studenti che ho incontrato rispettano i docenti che sanno farsi rispettare, e prendono sottogamba quelli che non sanno farsi rispettare [questo penso in tutti i periodi della scuola !].


Hai avuto delle grandi fortune. Beato te, continua così.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Nasce il partito degli insegnanti e della scuola   Gio Ago 16, 2012 3:59 pm

Per giovanna onnis.

Ho iniziato un nuovo topic, in cui rispetto lo spirito di questo forum, che comprendo perfettamente. La mia "incursione", tuttavia, era in tema, riguardando una generale riforma del sistema di istruzione. Saluti. GP
Tornare in alto Andare in basso
edo80



Messaggi : 260
Data d'iscrizione : 20.04.12

MessaggioOggetto: Re: Nasce il partito degli insegnanti e della scuola   Gio Ago 16, 2012 4:40 pm

Mi manca molto la presenza di Marylin, credo che queste ciarlatanerie sarebbero meravigliosamente ridicolizzate.

Marylin, ritorna tra noi
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Nasce il partito degli insegnanti e della scuola   Gio Ago 16, 2012 6:25 pm

Io non sono un ciarlatano, sono piuttosto un dilettante. Vi invito a vedere
a vedere questo video: http://wtv.dolmedia.tv/site/accadedomani
Esso dimostra come io cerco di realzzare concretamente i miei impegni anche nel mondo "reale" [non solo in Internet]. Ho anche proposto al Ministero dell'Istruzione un progetto di riforma della scuola, concreto, senza "voli metafisici".
Tornare in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23152
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Nasce il partito degli insegnanti e della scuola   Gio Ago 16, 2012 6:33 pm

Dispiace anche a me che una conversazione importante possa essere veicolo per la sponsorizzazione del proprio sito, finalita' che non ci possiamo permettere in un forum cosi' frequentato. Il collega ha avviato nella sezione sostegno un'altra conversazione
Dal momento che in quella non vi e'pubblicita' chiudo questo topic e lascio aperto l'altro. Spero che questa scelta non faccia venir meno l'autorevolezza che ci deriva dalla citazione del corriere
Tornare in alto Andare in basso
 
Nasce il partito degli insegnanti e della scuola
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Contratti sul sito della scuola
» La paura degli psicofarmaci e della pasticca.
» La biblioteca degli Uffizi: Storia della Repubblica Fiorentina
» richiesta 3 giorni di vacanza a discrezione della scuola
» ho un problema con la fresa, aiuto!

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: