Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 ipotesi di gita grande per alunno autistico

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
luisa78



Messaggi : 1820
Data d'iscrizione : 29.09.09
Età : 38

MessaggioOggetto: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Dom Feb 24, 2013 11:59 am

Buona domenica a tutti.
Il plesso dove lavoro quest'anno, è costituito da 70 bambini , per 5 classi; a maggio ci sarà quella che da tradizione chiamano la " gita grande" ovvero tutta la scuola in gita dalle 8.30 fino alle 17.00.
Questo significa che quel giorno a scuola non ci sarà nessuno; avendo il bambino , autistico con crisi epilettica, siamo perplessi a farlo partecipare a questa uscita poichè durante il giorno ha bisogno di dormire e naturalmente il luogo non è secondo noi consono: si tratta di un parco con paesaggio palafitticolo ; bellissimo certamente ma per il nostro caso non adatto.
E' chiaro che non possiamo dire alla mamma che tenga il figlio a casa, ma nemmeno lo tegna a scuola perchè oltre a lui e a me non ci sarebbe nessuno.
Ipotizzavo :
1- Il bambino viene via con noi e ad una certa ora la mamma viene a prenderlo: ma la strada è lunga
( SONO 51 KM)

2-La mamma ( e questa è l'ipotesi che mi piace di più ma non so se il dirigente può autorizzare) viene via con noi già alla partenza , resta con noi e quando vuole riparte.


Se eventualmente la mamma decidesse di non mandarlo, io potrei cmq partecipare alla gita tenuto conto che va tutta la scuola, ?
Tornare in alto Andare in basso
peach79



Messaggi : 731
Data d'iscrizione : 10.10.09

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Dom Feb 24, 2013 1:40 pm

noi qualche anno fa avevamo un ragazzo autistico grave non autosufficiente e, dietro richiesta scritta, il padre ha partecipato a tutte le attività proposte, in particolare piscina e uscite didattiche, a volte a sue spese a volte lo facevamo rientrare in un progetto per i quali avevamo dei fondi.
Tornare in alto Andare in basso
tata matilda



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 25.10.11

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Dom Feb 24, 2013 2:14 pm

In casi gravi di solito si autorizza la presenza del genitore, se insegnanti e genitori sono disponibili ad organizzare la cosa in questo modo...
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4282
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Dom Feb 24, 2013 2:35 pm

infatti. poiche' il ragazzo necessita dell'accompagnatore in piu', questo puo' anche essere il genitore. Mi pare anche la scelta piu' idonea visto che il ragazzo potrebbe sentirsi disorientato dato l'ambiente nuovo. Io pero' farei anche presente alla mamma le vostre perplessita'. Il bambino puo' dormire in autobus? diventa irrequieto se si stanca troppo? potrebbe essere anche la mamma stessa a ritenere non opportuna questa uscita. e' sempre meglio far decidere ai genitori che conoscono il figlio meglio di chiunque altro
Tornare in alto Andare in basso
luisa78



Messaggi : 1820
Data d'iscrizione : 29.09.09
Età : 38

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Dom Feb 24, 2013 2:52 pm

tutti noi insegnanti siamo perplessi ma la mamma è daccordo al fatto che partecipi: il dirigente anche, la vicaria invece no e come darle torto?
oltretutto se vogliamo trovare altre motivazioni, il bambino non fa nulla della didattica , non sa parlare, leggere, scrivere, che voglia ha di stare seduto ad ascoltare un esperto che parla di palafitte ?
non sta nemmeno fermo quando ci sono le letture animate figurarsi in gita...

a ottobre, poichè la nostra scuola hai i boschi dietro, tutta la scuola è uscita per un passeggiata nei boschi, passeggiata di 2 ore e mezza com salite, discese nel sottobosco.... bellissimo ma non certo adatta ad un bambino con determinate problematiche: quyella volta il bambino era malato ma certamente sarebbe stata una follia portarlo a spasso....

mi spiace tantissimo e non vorrei dare l'impressione di volerlo escludere peò.... però perchè non hanno pensato anche a lui quando hanno proposto e accettato l'uscita?
Tornare in alto Andare in basso
Sophia



Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 23.04.11

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Dom Feb 24, 2013 6:50 pm

Ciao Luisa,
tema molto difficile da affrontare, quello delle uscite didattiche. Purtroppo, troppo spesso, mi è toccato constatare che le disabilità dei nostri allievi, più o meno gravi ed evidenti, diventino ancora più invalidanti proprio tutte le volte in cui si organizzano attività senza pensare a loro. Ma io mi chiedo allora a cosa serva la scuola pubblica e l'insegnante specializzato se, per un'uscita nel mondo reale, si vengono a creare tutti questi problemi?!E poi, in tutta franchezza, su 70 bambini se a non partecipare fosse soltanto il meno fortunato, come corpo docente mi rifiuterei anch'io di partecipare perché verrebbe meno un principio di inclusione e integrazione e si affermerebbe quella scuola che cura i sani e respinge i malati... Sicuramente organizzare la partecipazione dell'allievo in questione prevede più lavoro, attenzione e calcolo di rischi maggiori ma se non si parte proprio da quest'ordine di scuola ad insegnare qualcosa, anche piccola, che speranze gli diamo per il futuro? Non è giusto delegare la scelta neanche soltanto ai genitori perché ci sono anche quelle mamme e papà che per non "disturbare" decidono anticipatamente la non partecipazione e secondo me non è giusto, e lì che l'insegnante dovrebbe supportare la partecipazione e l'inclusione caldeggiando le proposte di uscita. Ovviamente è più comodo per tutti arrendersi e addebitare le cause a chi non ce la fa a stare dietro i ritmi dei normodotati ma ci sono occasioni come questa dell'uscita in cui insegnare ai normodotati che la solidarietà, l'empatia, l'inclusione sono le basi su cui costruire una società più giusta e trovare le soluzioni dà un gusto diverso rispetto all'amaro della resa.
Per riuscire a darti indicazioni pratiche, dovresti indicare il posto e potremmo pensare insieme alle varie soluzioni...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Dom Feb 24, 2013 7:33 pm

secondo me dovete valutare con la famiglia, in tutta serenità se la partecipazione del ragazzo può portargli qualche beneficio vero.
Che non diventi in sostanza una inclusione forzata e senza senso.

E' comunque contento di stare con i compagni anche per un'oretta o due? Il fatto di trovarsi in un posto nuovo gli fa piacere o lo spaventa?

Se la valutazione dell'opportunità di portarlo propende per il sì, forse la mamma potrebbe seguirvi in auto, ad una certa ora prendere il figlio per fargli fare un riposino e magari farlo tornare insieme a voi oppure portarlo a casa.

Mentre la partecipazione alla gita del genitore, se sale sul pullman, può essere problematica per l'assicurazione, nessuno può impedirgli di seguirvi.

Fai capire che non è un problema per voi, e che stai cercando il modo di fare il meglio possibile per il ragazzo.

In alternativa potresti chiedere all'autista del pullman di lasciarvi salire per farlo dormire un po' a metà giornata.

Per quanto riguarda la domanda circa il fatto se tu puoi partecipare alla gita in caso di assenza del tuo ragazzo, penso di sì, tu sei una insegnante di sostegno alla classe, in fin dei conti.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
carla75



Messaggi : 4282
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Dom Feb 24, 2013 8:45 pm

Ire ha scritto:
secondo me dovete valutare con la famiglia, in tutta serenità se la partecipazione del ragazzo può portargli qualche beneficio vero.
Che non diventi in sostanza una inclusione forzata e senza senso.

E' comunque contento di stare con i compagni anche per un'oretta o due? Il fatto di trovarsi in un posto nuovo gli fa piacere o lo spaventa?

Se la valutazione dell'opportunità di portarlo propende per il sì, forse la mamma potrebbe seguirvi in auto, ad una certa ora prendere il figlio per fargli fare un riposino e magari farlo tornare insieme a voi oppure portarlo a casa.

Mentre la partecipazione alla gita del genitore, se sale sul pullman, può essere problematica per l'assicurazione, nessuno può impedirgli di seguirvi.

Fai capire che non è un problema per voi, e che stai cercando il modo di fare il meglio possibile per il ragazzo.

In alternativa potresti chiedere all'autista del pullman di lasciarvi salire per farlo dormire un po' a metà giornata.

Per quanto riguarda la domanda circa il fatto se tu puoi partecipare alla gita in caso di assenza del tuo ragazzo, penso di sì, tu sei una insegnante di sostegno alla classe, in fin dei conti.
condivido in pieno.
l'inclusione va fatta, ma bisogna tener conto anche del bambino. Noi vediamo i ragazzi a scuola ma non sappiamo, ad esempio, quale puo' essere la reazione di un bambino autistico davanti a spazi particolari, nuovi. inoltre il viaggio potrebbe essere stressante. queste cose devono essere chieste alla mamma che conosce il figlio. Ovviamente lo spirito non deve essere qiuello di dissuaderla, ma di capire serenamente se e' nell'interesse del bambino. Il fatto che non sia particolarmente attratto dalla meta non e' importante. l'importante e' che stia bene e che sia un giorno sereno e non soltanto motivo sdi stress.
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Dom Feb 24, 2013 10:55 pm

Credo che il genitore possa partecipare; quando io frequentavo le elementari era normale che in gita venissero anche diversi genitori


In questo caso credo debba essere organizzata una gita alla sua portata... Anni fa avevamo un ragazzino in carrozzina ed abbiamo organizzato una gita senza barriere architettoniche
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Lun Feb 25, 2013 9:42 am

sostituirei il verbo "debba" con "potrebbe".

Anche se, onestamente, per questo particolare ragazzino autistico con crisi epilettiche attivate da stanchezza, trovare qualcosa alla sua portata che abbia però un senso anche per gli altri (altrimenti facciamo inclusione per lui ed esclusione per il resto della classe) non sia semplice.

Credo che i genitori di un ragazzo con questi problemi siano ben consapevoli delle difficoltà e non abbiano nessuna voglia di creare disagio ai figli solo per questa malintesa buona intenzione di farli sentire "come gli altri". Come gli altri non sono, hanno problemi fisici che lo impediscono, Quindi, se la partecipazione ad una gita può portare beneficio al ragazzino e vedono che la scuola prova in tutti i modi a fare in modo che ciò possa avvenire, si sentano accolti e compresi. Se però la gita, opportuna per la classe, non porta nulla al ragazzo all'infuori del rischio di una crisi sempre problematica a livello neurologico, direi che sono assolutamente consapevoli che per lui sia meglio starsene nella tranquillità della casa e rientrare il giorno dopo per le attività che conosce.

L'unica cosa davvero importante in questi casi, nei rapporti con i genitori, è essere accoglienti ma parlare molto chiaro, esponendo i dubbi che si hanno ed ascoltando le proposte di soluzione, senza timore di offendere, con umiltà e serenità. Lo sanno benissimo, quei genitori, quali sono i problemi da affrontare e sono pronti ad affrontarli, compresa la croce di aver avuto un figlio che deve tanto soffrire. Hanno solo bisogno di essere accettati e trattati normalmente in una situazione che normale non è ma lo deve diventare.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
luisa78



Messaggi : 1820
Data d'iscrizione : 29.09.09
Età : 38

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Dom Mar 10, 2013 10:35 am

il posto dove si andrebbe , non è proprio adatto al bambino, ma ... quali alternative ci sarebbero?
- stare a casa?
-stare a scuola ( io lui e l'educatrice per 9 ore).

se il dirigente autorizza , ho pensato di far venire la mamma via con noi: abbiamo la sicurezza che se si sente male c'è lei( infermiera professionale), e poi se non altro quando lo vede stanco lo porta a casa.

Ripeto: per lui la gita in quel posto non ha nessun senso,ma proporre come alternativa il tenerlo a casa o scuola non è bello secondo me
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Lun Mar 11, 2013 10:23 am

non è bello per chi?

La mamma è d'accordo di portarlo in una gita che per lui non ha senso?

Contenta lei........
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
luisa78



Messaggi : 1820
Data d'iscrizione : 29.09.09
Età : 38

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Dom Apr 14, 2013 11:01 am

allora: l'altra settimana durante la programmazione con tutto il team ho parlato della gita grande per il bambino che seguo: parlando con la mamma ci siamo organizzate così: il bambino salirà in corriera, la mamma ci segue e dopo il pranzo lo porta via.
Durante la programmazione ho però sollevato il problema della pipì: il bambino ha spesso bisogno di andare in bagno e allora( ho detto ai colleghi) tenuto conto che abbiamo un orario di arrivo da rispettare, il bambino potrebbe viaggiare con la mamma , così lei si ferma quando va meglio.
Non so cos abbia detto di male, fatto stà che la solita insegnante di sostegno( quella del progetto) mi ha attaccata " non vedo dove sia il problema , ci fermiamo e basta".
Le ho fatto notare che mi ero posta il problema per il fatto che ci aspettano al museo ...
santo cielo !!!!!
qua ho già capito che sono prese di posizione nei miei confronti perchè non vedo dove sia l'assurdità della mia osservazione.
Poi , la mamma è una tipa molto sveglia intraprendente e spesso ha parlato con il preside.... anche questo non va bene a certe persone , perchè si sono sentite scavalcate ( pensate un po') dalla mamma! pazzesco!
Tornare in alto Andare in basso
silvietta



Messaggi : 790
Data d'iscrizione : 25.12.10

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Dom Apr 14, 2013 11:18 am

luisa78 ha scritto:
allora: l'altra settimana durante la programmazione con tutto il team ho parlato della gita grande per il bambino che seguo: parlando con la mamma ci siamo organizzate così: il bambino salirà in corriera, la mamma ci segue e dopo il pranzo lo porta via.
Durante la programmazione ho però sollevato il problema della pipì: il bambino ha spesso bisogno di andare in bagno e allora( ho detto ai colleghi) tenuto conto che abbiamo un orario di arrivo da rispettare, il bambino potrebbe viaggiare con la mamma , così lei si ferma quando va meglio.
Non so cos abbia detto di male, fatto stà che la solita insegnante di sostegno( quella del progetto) mi ha attaccata " non vedo dove sia il problema , ci fermiamo e basta".
Le ho fatto notare che mi ero posta il problema per il fatto che ci aspettano al museo ...
santo cielo !!!!!
qua ho già capito che sono prese di posizione nei miei confronti perchè non vedo dove sia l'assurdità della mia osservazione.
Poi , la mamma è una tipa molto sveglia intraprendente e spesso ha parlato con il preside.... anche questo non va bene a certe persone , perchè si sono sentite scavalcate ( pensate un po') dalla mamma! pazzesco!

Luisa scusami, se la mamma è d'accordo a seguirvi, non vedo dove sia il problema!?
Il bambino è giusto che venga con la classe in corriera e se avrà bisogno di fare qualche bisogno, la corriera dovrà fermarsi e permettere al bambino di fare quello di cui ha bisogno. Se si arriva in ritardo al museo PAZIENZA! Se il preside autorizza la partecipazione del disabile, il bambino ha tutto il diritto di parteciparvi e i cosiddetti normodotati, tutti dovranno avere il buon senso di adeguarsi!!!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Dom Apr 14, 2013 11:20 am

Beh, sai, dal punto di vista dell'insegnante di sostegno, quello che tu hai detto può essere criticato.
Provo a vederla nei suoi panni:
l'insegnante di sostegno è per l'inclusione e far viaggiare il bambino con la mamma, da solo, senza i compagni, significa escluderlo.

Può essere, secondo te, che la sua reazione sia dovuta a questo?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
silvietta



Messaggi : 790
Data d'iscrizione : 25.12.10

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Dom Apr 14, 2013 11:23 am

Ire ha scritto:
Beh, sai, dal punto di vista dell'insegnante di sostegno, quello che tu hai detto può essere criticato.
Provo a vederla nei suoi panni:
l'insegnante di sostegno è per l'inclusione e far viaggiare il bambino con la mamma, da solo, senza i compagni, significa escluderlo.

Può essere, secondo te, che la sua reazione sia dovuta a questo?

Domanda retorica, Ire!
Tornare in alto Andare in basso
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Dom Apr 14, 2013 11:25 am

Ma scusate, non potete partire considerando un tempo di percorrenza utile per raggiungere il museo "aumentato" di una mezz'ora, per assorbire eventuali pause impreviste causa bisogni fisiologici del bambino autistico (e magari non solo i suoi...)?

Consiglio anche ai colleghi della scuola di essere un po' meno permalosi e di non sentirsi sempre i "proprietari" dei ragazzi e delle loro problematiche.

Leggo fra le righe che l'autismo del bambino sembra diventare il terreno di scontro di vecchie ruggini... mi sentirei di dire di affrontarle altrove e magari in modo più diretto e onesto.

Il bambino ha tutto il diritto di partecipare così come anche uno (o più) genitori.

Un po' di sano pragmatismo!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Dom Apr 14, 2013 11:31 am

silvietta ha scritto:



Domanda retorica, Ire!

Ok, immagino che il senso del tuo commento sia che è evidente che il motivo è quello.

Se immagino bene, Silvietta, ti rispondo così:

lo immagino che sia quello, ma volevo aiutare Luisa a vedere dove era la ragione dell'aggressione dell'insegnante di sostegno.

Luisa ha fatto quella proposta in buona fede e da quanto ha scritto non ha capito la reazione, e nessuno gliel'ha spiegata.

Visto che poi si sta creando un po' di problemi circa il fatto che ritiene che i colleghi ce l'abbiano con lei, è meglio vedere se si può aggiustare il tiro, no?

:-)


Ultima modifica di Ire il Dom Apr 14, 2013 11:35 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
silvietta



Messaggi : 790
Data d'iscrizione : 25.12.10

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Dom Apr 14, 2013 11:35 am

Ire ha scritto:
silvietta ha scritto:



Domanda retorica, Ire!

Nel senso che?

Nel senso che la risposta alla tua domanda è OVVIAMENTE Sì! L'osservazione (preoccupazione di arrivare in ritardo al museo) di Luisa è stata SICURAMENTE intesa come un pretesto per NON portare in corriera con la classe il bimbo autistico!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Dom Apr 14, 2013 11:36 am

scusa silvietta, ho preferito modificare il post.

sei stata velocissima :-)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
silvietta



Messaggi : 790
Data d'iscrizione : 25.12.10

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Dom Apr 14, 2013 1:02 pm

Ire ha scritto:
scusa silvietta, ho preferito modificare il post.

sei stata velocissima :-)

Sì sì ho letto...:-)
Comunque sono d'accordo con te che sarebbe meglio non alimentare discussioni. Purtroppo la vicenda di Luisa dimostra quanta poca solidarietà ci sia spesso fra colleghe. Anzichè aiutare Luisa e il bimbo che lei segue a partecipare alla gita senza problemi, si perde tempo a creare inutili discussioni!!!
C'è da dire che capita spesso che i colleghi strumentalizzino queste situazioni per autocelebrarsi e non certo per fare il bene degli alunni disabili!!!
Tornare in alto Andare in basso
luisa78



Messaggi : 1820
Data d'iscrizione : 29.09.09
Età : 38

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Dom Apr 14, 2013 4:15 pm

Il mio dubbio nasce dal fatto che il bambino nell'arco di mezz'ora va anche 5 volte a fare la pipì, per cui un viaggio di quasi un'ora in corriera....
l'insegnante che tanto mi ha attaccata, è quella che , in un altro post ne parlo, mi ha " imposto" un progetto.
Una alla quale ho chiesto aiuto ma lungi dall'aiutare... una che sembra la Giovanna d'Arco dei disabili a parole ma poi con i fatti è tutt'altro: le ho detto mesi fa che avrei piacere che seguisse lei il mio bambino il prox anno ma lei ha fatto mille giri di parole e in sostanza non lo accetta.
Una che ha avuto il coraggio di dire che la bambina autistica che segue era come il mio bambino ( cioè non parlava) e lo ha detto pure alla mamma del bambino: peccato che ci sia tanto di certificazione medica del mio bambino che attesti una lesione cerebrale che la sua alunna non aveva.


Per quanto concerne l'organizzazione della gita: la mattina ci sarà una passeggiata , poi il pranzo al sacco e il pomeriggio la visita ad un paesaggio palafitticolo.
La mamma ha detto subito che la parte del pomeriggio non sarebbe interessata al figlio e che quindi si poneva come obiettivo la passeggiata ( se ce la fa) del mattino.
Se anche avesse viaggiato con la mamma, poi ci sarebbe stata cmq la mattinata intera per stare con gli altri: tuttavia il bambino purtroppo non si integra perchè non cerca i compagni, avviene il contrario
Tornare in alto Andare in basso
luisa78



Messaggi : 1820
Data d'iscrizione : 29.09.09
Età : 38

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Dom Apr 14, 2013 4:17 pm

silvietta ha scritto:
Ire ha scritto:
silvietta ha scritto:



Domanda retorica, Ire!

Nel senso che?

Nel senso che la risposta alla tua domanda è OVVIAMENTE Sì! L'osservazione (preoccupazione di arrivare in ritardo al museo) di Luisa è stata SICURAMENTE intesa come un pretesto per NON portare in corriera con la classe il bimbo autistico!


no no vi assicuro che non l'ho detto come pretesto: tantè che a massa di .... ho detto che quando andava all'asilo il bambino si faceva 2 ore di pulmino con l'assistente per tornare a casa, solo che quella volta portava il pannolino e adesso non lo usa più.
Tornare in alto Andare in basso
luisa78



Messaggi : 1820
Data d'iscrizione : 29.09.09
Età : 38

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Dom Apr 14, 2013 4:24 pm

purtroppo in quella scuola si parla tanto a parole ma poi...
hanno accettato di avere un autistico a scuola ma poi:
1- non ha una stanza ne materiale per lui
2- mi sono ricavata una stanza da uno sgabuzzino dove non posso attaccare un chiodo perchè il Comune non vuole
3- non ho un mobile, non ho una mensola, a mala pena un tavolino e sedia e mezza roba per terra.
4- devo attaccare al muro con lo skotch e ovviamente cade tutto.
5- il bambino è di tutti ma nessuno mi ha sostenuto nella battaglia con il Comune per avere un ausilio sonoro di emergenza da mettere nella stanza dato che il bambino soffre di crisi epilettiche .
6- quando ci sono le elezioni la stanza serve x cui via con il tappeto nello sgabuzzino di sopra x dormire tra scale e computer a terra da smaltire.

E' possibile dico io?
Tornare in alto Andare in basso
luisa78



Messaggi : 1820
Data d'iscrizione : 29.09.09
Età : 38

MessaggioOggetto: Re: ipotesi di gita grande per alunno autistico   Dom Mag 26, 2013 9:47 am

il 13 maggio è avvenuta la famosa e temuta gita....

Il bambino è stato bravissimo in corriera , tuttavia All’arrivo, quando sono stati fatti scendere i bambini , ha iniziato ad innervosirsi( tanto che non ha voluto attendere il proprio turno in fila per andare in bagno). La mamma ha subito spiegato che il bambino tende a non accettare i tempi morti e, quindi, in conseguenza di ciò, manifesta la sua impazienza strattonando le persone e dando calci.
Successivamente , previ accordi con la guida , ci siamo spostati con la corriera presso il lago:il programma prevedeva merenda e poi inizio della passeggiata naturalistica.
Il bambino si è innervosito poiché la merenda che aveva portato la mamma non era di suo gradimento ( aveva visto le patatine di una compagna); ha lanciato a terra oggetti e ha dato sberle ai genitori.
Mentre la guida radunava le classi per l’inizio della passeggiata, dando spiegazioni scientifiche in merito alle piante presenti intorno, A. ha giocato con la mamma .
Quando il gruppo si è incamminato , A. ha cominciato a innervosirsi : non è stato possibile proseguire la passeggiata e la famiglia è ritornata al punto di ritrovo dove i bambini avevano fatto merenda.
Circa alle 12.30 la classe di A. è rientrata dalla passeggiata: il bambino si è mostrato nervoso, rabbioso, lamentoso, motivo per cui la famiglia ha deciso di tornare a casa.
La gita per A.si è quindi conclusa alle 12.30.



Devo dire che se non c'era la famiglia non so cosa avrei fatto... come pensavo però non era il caso di portarlo.
Guai però se lo avessi detto.....
Tornare in alto Andare in basso
 
ipotesi di gita grande per alunno autistico
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Alunno autistico con gravi turbe comportamentali e cognitive
» Il grande capo Estiqaatsi
» La più grande invenzione/scoperta dell'uomo?
» finalmente il grande giorno..
» Chi è il più grande Ateo?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Andare verso: