Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Le Associazioni dovrebbero riflettere.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Le Associazioni dovrebbero riflettere.    Dom Apr 21, 2013 9:15 pm

www.girodivite.it

La circolare dell’8 marzo del MIUR sui cosiddetti “Bisogni educativi speciali“ (BES) sta suscitando una serie d’interrogativi sulle concrete ricadute che avrà su aspetti delicati e importanti della vita quotidiana delle scuole. L’estensione a una platea vastissima di studenti, per via burocratica e con numerosi punti oscuri, di misure previste da leggi precise (la 104 del 1992 per la disabilità e la legge 170 del 2010 sui disturbi specifici di apprendimento) rischia di creare una situazione confusa e contraddittoria, di dubbia legittimità e fonte inesauribile di contenziosi - ha dichiarato Luca Cangemi, segretario del circolo PRC Olga Benario.

Tutto è fatto, nello stile del ministro Profumo, senza un adeguato approfondimento culturale, senza il necessario coinvolgimento di chi lavora a scuola e soprattutto senza prevedere un adeguamento di risorse e competenze.

Ogni insegnante si troverà di fronte a inediti e onerosi carichi di lavoro, in assenza di qualunque riconoscimento dei nuovi compiti imposti e senza percorsi formativi necessari ad affrontarli con serietà.

I BES sono una delle vie carsiche che sta prendendo l’aumento autoritario dell’orario di lavoro a parità di retribuzione, tentato dal governo nei mesi scorsi e respinto dalle mobilitazioni del mondo della scuola.

Infine non può sfuggire a nessuno come questa circolare sia un altro passo (dopo la direttiva del 27 dicembre e il seminario tenuto al ministero il 6 dicembre) nella realizzazione della famigerata proposta della Fondazione Agnelli (una fonte che dice tutto!) che porterebbe, di fatto, alla liquidazione dell’insegnante di sostegno.

Disperdere il carattere specifico dell’intervento sulla disabilità in un mare enorme e indistinto come i BES, da scaricare sugli insegnanti curriculari, è appunto la premessa, nascosta da parole belle ma false, di un nuovo gigantesco taglio alla scuola pubblica e di un colpo mortale al modello d’integrazione del sistema formativo del nostro paese, apprezzato in ogni parte del mondo - ha concluso Cangemi.

---

Il nuovo e tanto atteso sistema nazionale di valutazione delle scuole italiane dimentica di inserire la qualità dell'inclusione degli alunni disabili tra i criteri da monitorare. Una svista clamorosa nella patria dell'integrazione scolastica. Le Associazioni insorgono.

http://www.vita.it/societa/scuola/il-sistema-di-valutazione-dimentica-l-inclusione.html
Tornare in alto Andare in basso
GiGi79



Messaggi : 280
Data d'iscrizione : 17.05.12
Località : Milano

MessaggioOggetto: Re: Le Associazioni dovrebbero riflettere.    Dom Apr 21, 2013 11:43 pm

Caro Luca,
su alcune cose la penso come te, su altre no. Sono d'accordo sul fatto che la circolare sui BES è molto generica, imprecisa e avrà lo scopo di aumentare a dismisura il lavoro dei docenti a parità di retribuzione. Dico di più: per evitare contenziosi, dietro la bella favola dell'individualizzazione si cela il messaggio della promozione di massa. Quale consiglio di classe si prenderà la responsabilità di fermare qualche studente, con il rischio di essere chiamato in causa (legale, intendo...) per non aver fatto tutto quello che si doveva fare? secondo me ben pochi... Nella prospettiva del "vivi e lascia vivere", moltissimi consigli di classe poco motivati o senza competenze specifiche agiranno in questo modo, mentre chi ci tiene di più avrà decuplicato il suo lavoro, senza avere chiarezza su come agire.

Ciò su cui non sono d'accordo, invece, è la tua riflessione sul rapporto tra BES e insegnanti di sostegno e il legame causale che vedi.
In realtà non trovo negativo a priori il fatto che la disabilità venga inglobata in un sistema più ampio di "bisogni speciali", nè che ai curricolari venga data più responsabilità nell'occuparsi di disabili, di dsa e di BES non ancora meglio identificati... ritengo, anzi, che per molti aspetti il sostegno oggi in Italia non funziona proprio perchè la questione disabilità è marginalizzata e gli alunni (e il binomio disabile-insegnante sos) vengono emarginati molto spesso. Quella che chiami "famigerata" proposta della fondazione agnelli, pur con questioni da chiarire e approfondire, ha secondo me il merito di porre a tema la questione dell'inclusione della disabilità in modo "effettivo" e non formale.
Se non ci soffermiamo, infatti, sulle questioni "economiche" (riduzione/eliminazione dei docenti sos) ma su quelle "morali" (effettiva inclusione e presa in carico), l'eliminazione del docente di sostegno per come lo conosciamo oggi mi vede favorevole. Questo non significa che io sia favorevole a lasciare gli alunni disabili "in balia" del curricolare e basta, ovviamente. Nè che sia favorevole ad avere meno docenti impegnati in inclusione scolastica.
Per me (e l'ho scritto in mille altri post) la questione va risolta con l'introduzione della CATTEDRA MISTA sostegno/materia e con l'abolizione della coppia curricolare/sostegno, ma con l'istituzione della compresenza tra due colleghi disciplinari, di cui uno specializzato necessariamente.
Se però viene fatto qualche passo nella direzione di non marginalizzare la disabilità, nè gli alunni, nè i docenti sos, in fondo sono d'accordo.

E' stato fatto bene? assolutamente no. E' chiaro cosa si farà? per nulla.
Sarà facile occuparsi di tutti questi bes, compresi i disabili? credo sarà un delirio.

Non vorrei, però, si mischiassero questioni diverse: un conto è ragionare sulla difficoltà di definire/classificare i bes e predisporre piani individualizzati realmente efficaci, un conto è pensare che si debba ancora considerare la disabilità "a sè..."

saluti!
GiGi79
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Le Associazioni dovrebbero riflettere.    Lun Apr 22, 2013 12:21 am

Vedremo cosa sarà in futuro. E' ovvio che tutto dovrà essere riportato alle questioni economiche - che derivano da scelte politiche nella direzione della Giustizia Sociale o della conservazione della Casta e dei privilegi - e mi sembra chiara la direzione portata avanti fino ad oggi e la resistenza al cambiamento, che è di questi giorni e di queste ore. Ma ciò riguarda il nostro voto.

Inoltre, la pedagogia e la didattica e anche la psicologia si prestano - per le loro caratteristiche di saperi deboli (o, meglio, complessi) ad essere tirate da questa o da quest'altra parte in base alle politiche e alle economie.

---

Non sono favorevole come te all'eliminazione dell'insegnante di sostegno per come lo conosciamo oggi. Anzi, se proprio si deve pagare di più una fetta di insegnanti, io pagherei di più gli insegnanti di sostegno, anzichè pagare di più gli insegnanti di religione, come avviene oggi (con una serie di privilegi stipendiali e previdenziali).

---

Non sono per nulla favorevole alla cattedra mista perchè la maggior collaborazione avviene mantenendo la specificità del curriculare e del Sos: e se questa, talune volte, è difficile si deve continuare ad impegnarsi mantenendo le specificità. Sono invece favorevole alla formazione obbligatoria su Sos anche per i curriculari.

---

Per il resto, mi pare chiaro - al di là delle nostre argomentazioni - dove vuole andare a parare il Legislatore. Se le associazioni faranno il tuo stesso ragionamento, secondo me, assevereranno - pur con motivazioni ben argomentate - il disegno del Legislatore, di cui si conosce la direzione.
Tornare in alto Andare in basso
GiGi79



Messaggi : 280
Data d'iscrizione : 17.05.12
Località : Milano

MessaggioOggetto: Re: Le Associazioni dovrebbero riflettere.    Lun Apr 22, 2013 3:44 pm

Evidentemente su questo abbiamo idee diverse. Non so quanta esperienza di lavoro tu abbia nei panni del docente di sostegno e quanta tu ne abbia nei panni del curricolare che collabora con i docenti sos.
Io ormai ho una discreta esperienza che mi ha portato a pensarla così e a fare queste proposte.

Poi, sul fatto che tu non sia favorevole all'eliminazione dell'insegnante di sostegno per come lo conosciamo oggi, posso capirlo nell'ottica del "mantenimento" di un ruolo specifico di supporto all'alunno. Anche se non condivido, posso capirlo.

Quello che invece proprio non riesco a capire è l'opposizione all'idea di cattedra mista, perchè secondo me non ha senso opporsi: cosa ti cambierebbe se due docenti fossero impegnati uno interamente su sostegno e uno interamente su materia, oppure se entrambi facessero 9 ore di sostegno e 9 di materia in classi diverse? il servizio verrebbe comunque garantito, l'interscambiabilità dei ruoli favorirebbe il dialogo e la gratificazione professionale dei docenti specializzati, che si occuperebbero di entrambe le cose per cui hanno titolo, verrebbe salvaguardata...
Ecco, questo non lo capisco proprio. Si può benissimo mantenere una "specificità", come la chiami tu, all'interno di un contesto classe, e invertire quella "specificità" in un altro contesto classe...

Vorrei capire il perchè di questa chiusura, non è che facendo al 100% sostegno o materia le cose migliorano, i rischi di insofferenza da entrambe le parti aumentano!

grazie. GiGi79
Tornare in alto Andare in basso
Nessunpericolo



Messaggi : 273
Data d'iscrizione : 09.11.12

MessaggioOggetto: Re: Le Associazioni dovrebbero riflettere.    Lun Apr 22, 2013 9:23 pm

Il vostro dibattito è molto interessante. La famosa circolare sui BES la conosco approfonditamente perchè, per funzione strumentale, sono stato io a spiegarla e a filtrarla a tutto l'istituto.
Lo spirito di maggiore supporto verso gli alunni in difficoltà è degno di nota, sembra un bel segnale di apertura ma, come dire, alcuni passaggi mi fanno temere.
1)Si dice che il GLH dovrebbe trasformarsi in Gruppo di Lavoro per l'Inclusione, al quale si attribuiscono un bel po' di funzioni (anche troppe), si esplicita che è auspicabile che dovrebbe riunirsi almeno una volta al mese, e poi si specifica che detti incontri debbano svolgersi "ossia in orario di servizio ovvero in orari aggiuntivi o funzionali (come previsto dagli artt. 28 e 29 del CCNL 2006/2009), potendo far rientrare la partecipazione alle attività del gruppo nei compensi già pattuiti per i docenti in sede di contrattazione integrativa di istituto". QUA E' CHIARO CHE IL MESSAGGIO RIVOLTO ALLE SCUOLE. Si sta dicendo chiaro e tondo che non ci saranno fondi ulteriori dedicati a questa tematica...arrangiatevi con quello che avete!
2)In un altro passaggio chiarisce come i BES rappresentino una area di intervento che spesso non è certificata e segnalata dai NPI, ed affida alla responsabilità dei consigli di classe l'identificazione, preannunciando anche eventuali rischi legali "Ove non sia presente certificazione clinica o diagnosi, il Consiglio di classe o il team dei docenti motiveranno opportunamente, verbalizzandole, le decisioni assunte sulla base di considerazioni pedagogiche e didattiche; ciò al fine di evitare contenzioso". QUESTO E' UN ALTRO PUNTO OSCURO e potenzialmente dannoso per i docenti per due motivi:
A)Un genitore potrebbe "attaccare" il Consiglio di Classe qualora, in seguito a bocciatura, il genitore pensi che il figlio ha un BES non notato dal Consiglio di Classe (e la direttiva scarica su Cdc questa responsabilità).
B)Un genitore potrebbe "attaccare" in Consiglio di Classe qualora il Cdc segnali un BES che i genitori non accettano o non credono che sia presente.
3)Nella circolare si parla sempre di "personalizzare" gli apprendimenti non "individualizzare", credo che il MIUR abbia usato non a caso un termine a posto dell'altro, ed un pedagogista sa bene la differenza tra personalizzare (prerequisiti differenti ed obiettivi differenti) e individualizzare (prerequisiti differenti ma obiettivi comuni).

Tornare in alto Andare in basso
 
Le Associazioni dovrebbero riflettere.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» se domani rifaccio le beta a quanto dovrebbero essere?
» Enti autorizzati: Ai. Bi Associazione amici dei bambini
» sempre dal bloga di aspettando la cicogna: un gioco interessante che ci può far riflettere
» 5 per mille
» Serata materassi: per raggranellare qualche soldo...

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Andare verso: