Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Criterio scelta province.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Dana73



Messaggi : 50
Data d'iscrizione : 19.04.14

MessaggioOggetto: Criterio scelta province.   Mer Lug 15, 2015 10:40 pm

Promemoria primo messaggio :

SALVE , voi che criterio utilizzerete per l' ordine di preferenza delle province? Io forse partirò da quelle della mia regione e poi ?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
satie



Messaggi : 58
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Criterio scelta province.   Gio Lug 16, 2015 1:36 pm

fracchia ha scritto:
anche un militare che fa servizio pubblico fa le missioni e viene pagato . non fa volontariato.
trovati un privato che ti garantisce tutti i diritti di cui gode un lavoratore dello stato. il privato ti avrebbe detto "bello/a o cosi o vai fuori dai..."

Un privato ha altri diritti e altri doveri. E di fare il lavoratore privato lo ha scelto lui.
Tornare in alto Andare in basso
fracchia



Messaggi : 69
Data d'iscrizione : 02.07.15

MessaggioOggetto: Re: Criterio scelta province.   Gio Lug 16, 2015 1:38 pm

ma se non ti sta bene puoi cambiare mestiere.
Tornare in alto Andare in basso
fracchia



Messaggi : 69
Data d'iscrizione : 02.07.15

MessaggioOggetto: Re: Criterio scelta province.   Gio Lug 16, 2015 1:41 pm

hai letto di cosa parla quando un lavoratore svolge una funzione pubblica?
per me lo puoi fare con che spirito vuoi, l'importante è che tu non tolga niente a nessuno. ti ricordo che il privato fa esclusivamente i propri interessi. il lavoratore fa gli interessi dell'azienda. un lavoratore dello stato fa gli interessi della collettività e non del suo tornaconto. se no si chiamerebbe politico


Ultima modifica di fracchia il Gio Lug 16, 2015 1:46 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Criterio scelta province.   Gio Lug 16, 2015 1:45 pm

fracchia ha scritto:
"deportazione"? io penso più ad una missione. chi vuol fare questo lavoro lo deve fare per passione e devozione. il nostro è un servizio pubblico. questo il mio pensiero

La penso in modo "leggermente" diverso: chi vuol fare questo lavoro lo deve fare con dignità e dedizione. Non c'è nessuna missione da compiere, c'è un contratto da onorare.
Tornare in alto Andare in basso
satie



Messaggi : 58
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Criterio scelta province.   Gio Lug 16, 2015 1:46 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
fracchia ha scritto:
"deportazione"? io penso più ad una missione. chi vuol fare questo lavoro lo deve fare per passione e devozione. il nostro è un servizio pubblico. questo il mio pensiero

La penso in modo "leggermente" diverso: chi vuol fare questo lavoro lo deve fare con dignità e dedizione. Non c'è nessuna missione da compiere, c'è un contratto da onorare.

Esatto.
Tornare in alto Andare in basso
satie



Messaggi : 58
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Criterio scelta province.   Gio Lug 16, 2015 1:48 pm

fracchia ha scritto:
ma se non ti sta bene puoi cambiare mestiere.

Di certo non lo dico a te perché ho scelto questo mestiere.
Non prenderti troppa confidenza e non andare sul personale.
Tornare in alto Andare in basso
costanza15



Messaggi : 589
Data d'iscrizione : 03.04.15

MessaggioOggetto: Re: Criterio scelta province.   Gio Lug 16, 2015 2:03 pm

Ci sono lavori in cui è previsto il trasferimento o la trasferta, fa parte del contratto e tu che scegli quel lavoro lo fai sapendo che potresti partire; gli stipendi, in quei casi, sono molto al di sopra dei nostri (vedi missioni militari ecc....). Nel nostro lavoro l'obbligo di trasferimento è davvero una forzatura, nemmeno supportata a livello economico. Riguardo alla missione, beh... l'uso del termine, in riferimento nostro lavoro, è davvero patetico! Vogliamo tornare alla maestrina del libro Cuore? Personalmente faccio fatica ad apprezzare chi ritiene l'insegnamento una missione; il mondo della scuola non può essere tutta la nostra vita; per fare bene il nostro lavoro bisogna trovare un giusto equilibrio fra vita privata e lavoro, solo questo ci permette di essere coinvolti in quello che facciamo e nello stesso tempo di trovare il giusto distacco tra noi e i nostri studenti. Gli insegnanti "missionari" rischiano di diventare fagocitanti ("So tutto io", "Faccio tutto io", "Se non ci fossi io"); in genere si riconoscono perchè non prendono mai un giorno di malattia, vengono a scuola anche con 39 di febbre, convinti come sono che non si possa fare a meno di loro!
Tornare in alto Andare in basso
satie



Messaggi : 58
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Criterio scelta province.   Gio Lug 16, 2015 2:11 pm

costanza15 ha scritto:
Ci sono lavori in cui è previsto il trasferimento o la trasferta, fa parte del contratto e tu che scegli quel lavoro lo fai sapendo che potresti partire; gli stipendi, in quei casi, sono molto al di sopra dei nostri (vedi missioni militari ecc....). Nel nostro lavoro l'obbligo di trasferimento è davvero una forzatura, nemmeno supportata a livello economico. Riguardo alla missione, beh... l'uso del termine, in riferimento nostro lavoro, è davvero patetico! Vogliamo tornare alla maestrina del libro Cuore? Personalmente faccio fatica ad apprezzare chi ritiene l'insegnamento una missione; il mondo della scuola non può essere tutta la nostra vita; per fare bene il nostro lavoro bisogna trovare un giusto equilibrio fra vita privata e lavoro, solo questo ci permette di essere coinvolti in quello che facciamo e nello stesso tempo di trovare il giusto distacco tra noi e i nostri studenti. Gli insegnanti "missionari" rischiano di diventare fagocitanti ("So tutto io", "Faccio tutto io", "Se non ci fossi io"); in genere si riconoscono perchè non prendono mai un giorno di malattia, vengono a scuola anche con 39 di febbre, convinti come sono che non si possa fare a meno di loro!

Esatto.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1660
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: Criterio scelta province.   Gio Lug 16, 2015 2:13 pm

satie ha scritto:
costanza15 ha scritto:
Ci sono lavori in cui è previsto il trasferimento o la trasferta, fa parte del contratto e tu che scegli quel lavoro lo fai sapendo che potresti partire; gli stipendi, in quei casi, sono molto al di sopra dei nostri (vedi missioni militari ecc....). Nel nostro lavoro l'obbligo di trasferimento è davvero una forzatura, nemmeno supportata a livello economico. Riguardo alla missione, beh... l'uso del termine, in riferimento nostro lavoro, è davvero patetico! Vogliamo tornare alla maestrina del libro Cuore? Personalmente faccio fatica ad apprezzare chi ritiene l'insegnamento una missione; il mondo della scuola non può essere tutta la nostra vita; per fare bene il nostro lavoro bisogna trovare un giusto equilibrio fra vita privata e lavoro, solo questo ci permette di essere coinvolti in quello che facciamo e nello stesso tempo di trovare il giusto distacco tra noi e i nostri studenti. Gli insegnanti "missionari" rischiano di diventare fagocitanti ("So tutto io", "Faccio tutto io", "Se non ci fossi io"); in genere si riconoscono perchè non prendono mai un giorno di malattia, vengono a scuola anche con 39 di febbre, convinti come sono che non si possa fare a meno di loro!

Esatto.
Ben detto.
Tornare in alto Andare in basso
Online
fracchia



Messaggi : 69
Data d'iscrizione : 02.07.15

MessaggioOggetto: Re: Criterio scelta province.   Gio Lug 16, 2015 3:59 pm

come non detto... buon lavoro a tutti
Tornare in alto Andare in basso
FoxLF



Messaggi : 364
Data d'iscrizione : 13.03.15

MessaggioOggetto: Re: Criterio scelta province.   Gio Lug 16, 2015 4:31 pm

Domanda veloce e quasi da incompetente (me ne vergogno): per i nostri calcoli personali, spulciando le graduatorie, dobbiamo guardare quelle per Ruolo (T.I.) o per Supplenze (T.D.).

Sono presenti entrambe in tutti i siti degli enti territoriali. Immagino si debba tenere conto delle prime, la differenza sta soltanto nella disponibilità ad accettare le supplenze durante l'.a.s.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Criterio scelta province.   Gio Lug 16, 2015 10:42 pm

Dipende per cosa ti servono: se sei interessato al ruolo devi guardare quelle a T.I. obbligatoriamente, se invece ti serve per gli incarichi annuali, devi consulatare quelli a T.D.
Tornare in alto Andare in basso
 
Criterio scelta province.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» ho perso la lotta per la scelta del trio
» scelta tra gae e gm
» Scelta obbligatoria sostegno
» 104 e precedenza nella scelta del giorno libero
» Marche dei Gel scelta!!!!!!

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: