Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 30 ore in cambio di ferie?

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
charman



Messaggi : 3577
Data d'iscrizione : 07.11.09
Località : san benedetto del tronto

MessaggioTitolo: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 12:41 pm

https://www.orizzontescuola.it/30-ore-settimanali-in-cambio-avrai-un-prolungamento-delle-ferie/

Ma quanto sono furbi...possibile che di noi abbiano questa bella considerazione?
Tornare in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 1760
Data d'iscrizione : 14.11.14

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 1:27 pm

Dal link:
"In tutto questo si innesca anche una modifica dell’orario di lavoro. In cosa consiste? Il documento parla di orario “alla inclusive”".
Cos'è? Un contratto con un gestore telefonico?
Tornare in alto Andare in basso
Online
vindalf



Messaggi : 73
Data d'iscrizione : 03.01.15

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 1:31 pm

charman ha scritto:
https://www.orizzontescuola.it/30-ore-settimanali-in-cambio-avrai-un-prolungamento-delle-ferie/

Ma quanto sono furbi...possibile che di noi abbiano questa bella considerazione?

Certo che è possibile. All'aumento di orario non hanno mai rinunciato e prima o poi ci riusciranno. Vedrai quanti di noi saranno contenti di lavorare per un piatto di lenticchie. In fondo, insegnare è una missione.
Tornare in alto Andare in basso
Sim_P



Messaggi : 890
Data d'iscrizione : 28.07.15

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 1:55 pm

orrore.. con il lavoro a casa diventerebbero 50 ore a settimana
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 688
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 2:21 pm

Riflettendo da un punto di vista puramente tecnico, a parte ogni considerazione morale: ma quale sarebbe l'interesse diretto del ministero (o della politica) a ritirare fuori la solfa dell'aumento dell'orario di lavoro proprio adesso, ossia in un un momento in cui è appena stato immesso in ruolo in massa un numero esagerato di docenti non necessari, non richiesti e non impegnabili con le attività didattiche ordinarie, nella maggior parte delle scuole c'è un organico ipertrofico, con parecchie ore inutilizzate o sotto-utilizzate, per cui le eventuali attività aggiuntive possono tranquillamente essere spalmate su quelle ore che esistono già?

Ai tempi della proposta del governo Profumo, la cosa era spiegabile (anche se non accettabile sul piano etico e sul piano contrattuale) con l'urgenza demagogica di coprire a costo zero una serie di attività ORDINARIE che comunque riguardavano direttamente la didattica e che impattavano drasticamente sul consenso delle famiglie e dell'opinione pubblica (soprattutto le supplenze occasionali e la sorveglianza sugli alunni, alle superiori i corsi di recupero, e alle elementari la possibilità di aperture estive o di aperture pomeridiane prolungate, cioè tutta roba che riguarda il contatto diretto con gli alunni e che sarebbe assimilabile comunque al lavoro in cattedra).

In tal caso, mi sembrava chiara la logica che poteva starci dietro: accontentare (senza assumere personale nuovo e senza pagare straordinari a quello già in opera) le pressioni dell'opinione pubblica, che vorrebbe la scuola a disposizione illimitata come servizio di deposito per i figli che i genitori "non sanno a chi lasciare" quando lavorano e che "devono pure piazzarli da qualche parte", o come distributore automatico di lezioni private personalizzate senza costi per la famiglia. Ma appunto, si trattava di attività che le famiglie "vedono", in qualche modo, e che conteggiano come unica forma possibile dell'impegno dell'insegnante.

Ma aumentare l'orario di lavoro per costringere gli insegnanti, in quelle ore, a fare inutilissima fuffa burocratica che gli utenti non vedono, non considerano e non riconoscono, e magari anche inventarsi nuove forme di fuffa burocratica che finora non serviva, per giustificare quell'imposizione di ore in più, di cui nessuno, là fuori, si accorgerebbe dell'esistenza, che senso avrebbe? Intendo proprio dire, cui prodest? Chi vi ha interesse? Chi è che ci guadagna qualcosa?
Tornare in alto Andare in basso
charman



Messaggi : 3577
Data d'iscrizione : 07.11.09
Località : san benedetto del tronto

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 2:58 pm

In cambio l'Aumento delle ferie...allora siccome l'aumento delle ore sono di 12 settimanali...vorrà dire che ci dovranno dare una settimana + 6 ore di ferie ogni 3 lavorate...ma credono che siamo cretini? Spero che i sindacati si muovano è uno scempio pensare di raddoppiare quasi l'orario di lavoro senza parlare di aumenti di stipendio...
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 3216
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 3:13 pm

Credo che l'obiettivo sia prevalentemente quello di non retribuire i tutor per l'alternanza. Ma, se non si aumenta l'orario di cattedra bensì ci si limita a normare le attività extra, è impossibile fissare un orario settimanale. Tutt'al più si potrà stabilire un monte ore annuale da dedicare a queste attività, che ciascuno distribuisce in base alle necessità. Non si capisce poi la modalità di fruizione delle eventuali ferie in più. Se si potessero prendere in corso d'anno, molti potrebbero essere attirati.
L'unico aspetto consolante è il fatto di poter scegliere che tipo di orario avere. Io sono part time e tale rimarrò a vita, chi ha smania di guadagnare di più, e non sono pochi, potrà aderire alla favolosa proposta
Tornare in alto Andare in basso
charman



Messaggi : 3577
Data d'iscrizione : 07.11.09
Località : san benedetto del tronto

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 3:41 pm

chicca70 ha scritto:
Credo che l'obiettivo sia prevalentemente quello di non retribuire i tutor per l'alternanza. Ma, se non si aumenta l'orario di cattedra bensì ci si limita a normare le attività extra, è impossibile fissare un orario settimanale. Tutt'al più si potrà stabilire un monte ore annuale da dedicare a queste attività, che ciascuno distribuisce in base alle necessità. Non si capisce poi la modalità di fruizione delle eventuali ferie in più. Se si potessero prendere in corso d'anno, molti potrebbero essere attirati.
L'unico aspetto consolante è il fatto di poter scegliere che tipo di orario avere. Io sono part time e tale rimarrò a vita, chi ha smania di guadagnare di più, e non sono pochi, potrà aderire alla favolosa proposta

Sì, ma il part time ti diventerà di 15 ore...
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 3216
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 3:52 pm

charman ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Credo che l'obiettivo sia prevalentemente quello di non retribuire i tutor per l'alternanza. Ma, se non si aumenta l'orario di cattedra bensì ci si limita a normare le attività extra, è impossibile fissare un orario settimanale. Tutt'al più si potrà stabilire un monte ore annuale da dedicare a queste attività, che ciascuno distribuisce in base alle necessità. Non si capisce poi la modalità di fruizione delle eventuali ferie in più. Se si potessero prendere in corso d'anno, molti potrebbero essere attirati.
L'unico aspetto consolante è il fatto di poter scegliere che tipo di orario avere. Io sono part time e tale rimarrò a vita, chi ha smania di guadagnare di più, e non sono pochi, potrà aderire alla favolosa proposta

Sì, ma il part time ti diventerà di 15 ore...

Non so. Se parlano di part time, orario base e orario potenziato, probabilmente il part time rimarrà sulle 9-12 ore, l'orario base 18 e il potenziato di 30. È proprio l'espressione "orario base" che me lo fa pensare. Si tratta comunque di una grande idiozia che farebbe crollare la qualità dell'insegnamento, un po' per oggettiva mancanza di tempo ed un pò per rivalsa. Francamente io, se fossi costretta a stare più ore a scuola, a casa non correggerei nemmeno un compito, non preparerei lezioni, non farei più nulla. Verifiche a crocette da correggere mentre la classe guarda video didattici o interrogazioni.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 688
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 4:17 pm

chicca70 ha scritto:
Francamente io, se fossi costretta a stare più ore a scuola, a casa non correggerei nemmeno un compito, non preparerei lezioni, non farei più nulla. Verifiche a crocette da correggere mentre la classe guarda video didattici o interrogazioni.

E per te le interrogazioni sono meno stressanti e meno perdita-di-tempo rispetto a correggere compiti?

Io sarei felicissima se si abolisse l'obbligo di prove sia scritte che orali, e se si potesse fare tutto scritto.

Preferisco mille volte preparare un compito in più e correggere un compito in più, piuttosto che perdere tempo a interrogare!
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 3216
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 4:25 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Francamente io, se fossi costretta a stare più ore a scuola, a casa non correggerei nemmeno un compito, non preparerei lezioni, non farei più nulla. Verifiche a crocette da correggere mentre la classe guarda video didattici o interrogazioni.

E per te le interrogazioni sono meno stressanti e meno perdita-di-tempo rispetto a correggere compiti?

Io sarei felicissima se si abolisse l'obbligo di prove sia scritte che orali, e se si potesse fare tutto scritto.

Preferisco mille volte preparare un compito in più e correggere un compito in più, piuttosto che perdere tempo a interrogare!

I compiti di italiano sono lunghi e complessi da correggere, quelli di latino o storia molto meno. I compiti di qualsiasi materia, però, sono lavoro extra rispetto alla presenza in classe, mentre le interrogazioni no. Quindi posso tranquillamente affermare che, se invece delle mie 12 ore di presenza a scuola, mi obbligassero a farne in più, anche solo 15, io taglierei tutto il resto, anche la maggior parte delle verifiche, per il semplice fatto di non aumentare il totale di ore che io intendo lavorare.
Tornare in alto Andare in basso
charman



Messaggi : 3577
Data d'iscrizione : 07.11.09
Località : san benedetto del tronto

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 4:35 pm

Questo è un semplice passaggio per farci digerire il bocconcino...poi metteranno 30 ore obbligatorie per tutti: a quel punto sarà più facile farci digerire il boccone più grande...semplice...la strategia si ripete...

Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 3216
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 4:39 pm

charman ha scritto:
Questo è un semplice passaggio per farci digerire il bocconcino...poi metteranno 30 ore obbligatorie per tutti: a quel punto sarà più facile farci digerire il boccone più grande...semplice...la strategia si ripete...


Se i neoassunti sono obbligati, è inevitabile che, con il tempo, la maggior parte dei docenti avrà 30 ore. Quello che non possono fare è impedire il part time perchè esiste in tutto il pubblico impiego.
Tornare in alto Andare in basso
charman



Messaggi : 3577
Data d'iscrizione : 07.11.09
Località : san benedetto del tronto

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 4:42 pm

Perché, invece, non lavorano per capire come restituirci i 200 euro di aumento che ci hanno scippato?
Tornare in alto Andare in basso
charman



Messaggi : 3577
Data d'iscrizione : 07.11.09
Località : san benedetto del tronto

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 4:43 pm

chicca70 ha scritto:
charman ha scritto:
Questo è un semplice passaggio per farci digerire il bocconcino...poi metteranno 30 ore obbligatorie per tutti: a quel punto sarà più facile farci digerire il boccone più grande...semplice...la strategia si ripete...


Se i neoassunti sono obbligati, è inevitabile che, con il tempo, la maggior parte dei docenti avrà 30 ore. Quello che non possono fare è impedire il part time perchè esiste in tutto il pubblico impiego.

Bisognerà opporsi con tutte le forze...
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 3216
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 4:46 pm

charman ha scritto:
chicca70 ha scritto:
charman ha scritto:
Questo è un semplice passaggio per farci digerire il bocconcino...poi metteranno 30 ore obbligatorie per tutti: a quel punto sarà più facile farci digerire il boccone più grande...semplice...la strategia si ripete...


Se i neoassunti sono obbligati, è inevitabile che, con il tempo, la maggior parte dei docenti avrà 30 ore. Quello che non possono fare è impedire il part time perchè esiste in tutto il pubblico impiego.

Bisognerà opporsi con tutte le forze...

Questo è chiaro. Mi limitavo ad ipotizzare cosa accadrebbe in base alle premesse.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 3216
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 4:47 pm

Sim_P ha scritto:
orrore.. con il lavoro a casa diventerebbero 50 ore a settimana

A quel punto, pensi che qualcuno farebbe lavoro a casa?
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5913
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 5:02 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Francamente io, se fossi costretta a stare più ore a scuola, a casa non correggerei nemmeno un compito, non preparerei lezioni, non farei più nulla. Verifiche a crocette da correggere mentre la classe guarda video didattici o interrogazioni.

E per te le interrogazioni sono meno stressanti e meno perdita-di-tempo rispetto a correggere compiti?

Io sarei felicissima se si abolisse l'obbligo di prove sia scritte che orali, e se si potesse fare tutto scritto.

Preferisco mille volte preparare un compito in più e correggere un compito in più, piuttosto che perdere tempo a interrogare!

Le interrogazioni le fai in classe durante le 18 ore, mica a casa come la preparazione e correzione compiti.

In merito alla proposta: a parte che è piuttosto fumosa, perché le 12 ore settimanali aggiuntive (mica scherzi, 2/3 di cattedra) sarebbero per imprecisate attività di tutoraggio (non previste al momento, a esclusione dell'ASL) accompagnamento (a che? Fatico a immaginare 10 ore in un anno) recupero (ahia, già immagino 4-6 ore a settimana nel pomeriggio a scuola con i più recalcitranti) momenti di studio (cioè, dovrei studiare a scuola? Ma che ho fatto di male?) progettazione e formazione (di che? delle mie lezioni? Pure questo a scuola?). Come si fa a fare 12 ore a settimana (a occhio e croce, sono 4 pomeriggi) di questa roba? E dopo tutto questo dovrei pure preparare lezioni, compiti e correggerli.

Vorrei proprio sapere dove vive chi ha scritto questa roba.


Ultima modifica di mac67 il Mar Apr 24, 2018 5:04 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4664
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 5:03 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
In tal caso, mi sembrava chiara la logica che poteva starci dietro: accontentare (senza assumere personale nuovo e senza pagare straordinari a quello già in opera) le pressioni dell'opinione pubblica, che vorrebbe la scuola a disposizione illimitata come servizio di deposito per i figli che i genitori "non sanno a chi lasciare" quando lavorano e che "devono pure piazzarli da qualche parte", o come distributore automatico di lezioni private personalizzate senza costi per la famiglia.

La trappola dell'allungamento delle ferie sta nel fatto che le ferie legalizzate sono 36 giorni all'anno, anche se in concreto se ne fanno di più. Quindi saranno riconosciuti giorni di ferie legalizzate in più ma in concreto resteranno gli stessi giorni di oggi...
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 688
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 5:43 pm

chicca70 ha scritto:
I compiti di qualsiasi materia, però, sono lavoro extra rispetto alla presenza in classe, mentre le interrogazioni no. Quindi posso tranquillamente affermare che, se invece delle mie 12 ore di presenza a scuola, mi obbligassero a farne in più, anche solo 15,  io taglierei tutto il resto, anche la maggior parte delle verifiche, per il semplice fatto di non aumentare il totale di ore che io intendo lavorare.

Osservazione uno: io devo condurre gradualmente i miei studenti verso la capacità di affrontare un compito scritto ministeriale bello tosto agli esami di stato. La loro preparazione, nelle mie materie, sarà valutata in base a quello, ossia a quanto sono capaci di risolvere i quesiti del compito, NON in base a "quanto sono bravi a raccontarmi a voce la teoria di come si dovrebbero risolvere gli esercizi", senza però saperli risolvere davvero. Per cui, frega tubo della chiacchierata all'interrogazione. Se l'oggetto della verifica è l'analisi di una funzione e la sua rappresentazione grafica, tu la funzione me la devi analizzare e devi saperne disegnare il grafico, non è che devi raccontarmi a voce come si dovrebbe fare a studiare la funzione, ma senza farlo realmente, e senza disegnare il grafico. Se l'oggetto della verifica è il calcolo di un integrale, tu l'integrale lo devi calcolare davvero, non devi raccontarmi a voce come si dovrebbe fare a calcolarlo, ma senza calcolarlo realmente. E questo è richiesto alllo stesso identico modo, sia su un foglio scritto, sia alla lavagna. Per cui, l'interrogazione non introduce nessun valore aggiunto rispetto allo scritto, perché all'interrogazione si richiedono esattamente le stesse cose che allo scritto, solo in maniera più dispersiva e più lenta, ossia meno efficace. L'interrogazione serve solo a SOTTRARRE tempo utile alle spiegazioni e alle esercitazioni in classe. Se dovessi fare più verifiche orali, sarei costretta a dimezzare il programma, perché non ci sarebbe più tempo per spiegare argomenti nuovi.

Osservazione due: anche parlando da un punto di vista puramente egoistico, ovvero di ciò che voglio evitare perché crea più disagio a me, le interrogazioni (in cui devo stare attenta a ogni singolo dettaglio proferito dall'interrogato, mentre devo anche controllare gli altri 25 che schiamazzano e che interrompono il lavoro, perdendo la concentrazione su cosa sta facendo l'interrogato) per me sono un incubo e una sofferenza infinitamente maggiore rispetto a correggere compiti scritti a casa, da sola, senza dover fare il cane da guardia nel frattempo.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 688
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 5:53 pm

mac67 ha scritto:
paniscus_2.1 ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Francamente io, se fossi costretta a stare più ore a scuola, a casa non correggerei nemmeno un compito, non preparerei lezioni, non farei più nulla. Verifiche a crocette da correggere mentre la classe guarda video didattici o interrogazioni.

Preferisco mille volte preparare un compito in più e correggere un compito in più, piuttosto che perdere tempo a interrogare!

Le interrogazioni le fai in classe durante le 18 ore, mica a casa come la preparazione e correzione compiti.

Sottraendo decine di ore alla spiegazione di argomenti nuovi e allo svolgimento del programma obbligatorio, che anche se non si chiama più "programma" è obbligatorio lo stesso, visti gli obiettivi degli esami?

l'UNICO obiettivo è quello di lavorare meno possibile a casa?
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 3216
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 6:24 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
mac67 ha scritto:
paniscus_2.1 ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Francamente io, se fossi costretta a stare più ore a scuola, a casa non correggerei nemmeno un compito, non preparerei lezioni, non farei più nulla. Verifiche a crocette da correggere mentre la classe guarda video didattici o interrogazioni.

Preferisco mille volte preparare un compito in più e correggere un compito in più, piuttosto che perdere tempo a interrogare!

Le interrogazioni le fai in classe durante le 18 ore, mica a casa come la preparazione e correzione compiti.

Sottraendo decine di ore alla spiegazione di argomenti nuovi e allo svolgimento del programma obbligatorio, che anche se non si chiama più "programma" è obbligatorio lo stesso, visti gli obiettivi degli esami?

l'UNICO obiettivo è quello di lavorare meno possibile a casa?

Attualmente l'unico obiettivo non è quello, e così sarà a condizioni invariate. Un domani, in caso di condizioni di lavoro peggiorative, è chiaro che quell'obiettivo assumerà un appeal maggiore. Se sto a scuola 12 ore, mi impegno a lavorare al meglio delle mie possibilità. Se invece vengo obbligata a passarci 30 ore, contro la mia volontà, mi sento sciolta da ogni vincolo morale.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5913
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 7:34 pm

chicca70 ha scritto:
paniscus_2.1 ha scritto:
mac67 ha scritto:
paniscus_2.1 ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Francamente io, se fossi costretta a stare più ore a scuola, a casa non correggerei nemmeno un compito, non preparerei lezioni, non farei più nulla. Verifiche a crocette da correggere mentre la classe guarda video didattici o interrogazioni.

Preferisco mille volte preparare un compito in più e correggere un compito in più, piuttosto che perdere tempo a interrogare!

Le interrogazioni le fai in classe durante le 18 ore, mica a casa come la preparazione e correzione compiti.

Sottraendo decine di ore alla spiegazione di argomenti nuovi e allo svolgimento del programma obbligatorio, che anche se non si chiama più "programma" è obbligatorio lo stesso, visti gli obiettivi degli esami?

l'UNICO obiettivo è quello di lavorare meno possibile a casa?

Attualmente l'unico obiettivo non è quello, e così sarà a condizioni invariate. Un domani, in caso di condizioni di lavoro peggiorative, è chiaro che quell'obiettivo assumerà un appeal maggiore. Se sto a scuola 12 ore, mi impegno a lavorare al meglio delle mie possibilità. Se invece vengo obbligata a passarci 30 ore, contro la mia volontà, mi sento sciolta da ogni vincolo morale.

Sottoscrivo. Se devo passare 30 ore a settimana scuola, cioè 5 mattine e 4 pomeriggi, a casa non voglio fare nulla che riguardi il lavoro.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 3216
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 7:47 pm

mac67 ha scritto:


Sottoscrivo. Se devo passare 30 ore a settimana scuola, cioè 5 mattine e 4 pomeriggi, a casa non voglio fare nulla che riguardi il lavoro.

In verità 30 ore potrebbero essere 5 mattine 8-14 oppure un pomeriggio. Ma è comunque troppo. E le assenze si moltiplicherebbero. Chi non si farebbe fare un certificato per depressione? E non sarebbe neppure una bugia.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5913
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: 30 ore in cambio di ferie?   Mar Apr 24, 2018 8:34 pm

chicca70 ha scritto:
mac67 ha scritto:


Sottoscrivo. Se devo passare 30 ore a settimana scuola, cioè 5 mattine e 4 pomeriggi, a casa non voglio fare nulla che riguardi il lavoro.

In verità 30 ore potrebbero essere 5 mattine 8-14 oppure un pomeriggio. Ma è comunque troppo. E le assenze si moltiplicherebbero. Chi non si farebbe fare un certificato per depressione? E non sarebbe neppure una bugia.

Alcune di quelle attività di cui si parla si fanno con gli alunni in orario extracurricolare, impossibile che siano 5 mattine soltanto.
Tornare in alto Andare in basso
 
30 ore in cambio di ferie?
Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» 30 ore in cambio di ferie?
» maternità e ferie
» sos malattia o ferie???
» Cambio dottore cambiato tutto?
» MALATTIA O FERIE?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: